Cloudflare lancia il sito Is BGP Safe Yet?

Un click per capire se il proprio ISP ha implementato un sistema efficace per evitare malfunzionamenti o abusi del Border Gateway Protocol.
Un click per capire se il proprio ISP ha implementato un sistema efficace per evitare malfunzionamenti o abusi del Border Gateway Protocol.

Il Border Gateway Protocol che costituisce uno dei mattoni fondanti del mondo online ha più volte mostrato il fianco a problemi di varia natura. L’ultima testimonianza concreta risale a poche settimane fa quando Google, Facebook e altri siti visitati a livello globale sono risultati inaccessibili su larga scala per circa un’ora: il routing delle informazioni è stato deviato in modo non opportuno facendolo transitare dalla Russia.

Is BGP Safe Yet?

Un’ennesima conferma della necessità di adottare tecnologie avanzate e solide per la protezione dei dati, come afferma Cloudflare che oggi lancia il portale Is BGP Safe Yet? il cui obiettivo è quello di consentire a tutti di effettuare un controllo e capire se il proprio ISP ha implementato accorgimenti utili come Resource Public Key Infrastructure per evitare che le vulnerabilità di un sistema risalente agli anni ’80 possano essere sfruttate a fini malevoli.

La tecnica impiegata per sfruttare in modo malevolo le vulnerabilità del protocollo BGP

L’utente finale può poco se l’Internet Service Provider non compie il primo passo. Queste le parole di Matthew Prince, CEO Cloudflare.

BGP è un protocollo vecchio quarant’anni, è un miracolo che Internet abbia funzionato per tutto questo tempo su quello che di fatto è un sistema basato sulla fiducia. Ovviamente ha senso implementare misure di verifica aggiuntive, sarebbe una follia non farlo.

Il feedback ricevuto dal sito Is BGP safe yet?

Per effettuare un test e capire in pochi secondi se il proprio ISP ha implementato una soluzione efficace per arginare il problema è sufficiente un click sul sito Is BGP Safe Yet?. C’è anche la possibilità di condividere direttamente il feedback su Twitter così da portarlo all’attenzione di chi di dovere.

Fonte: Cloudflare
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti