Codacons: 250 euro agli ex Edi&Sons

Per molti degli abbonati al provider perugino che si erano improvvisamente trovati senza connettività arriva il rimborso. Contattare il Codacons per ottenerlo


Roma – Non è facile calcolare quanti siano gli utenti che l’anno scorso erano abbonati ai servizi di connettività flat-rate forniti dal provider perugino Edi&Sons. Quel che si sa, invece, è che per molti di loro scatta ora il rimborso.

Ad interessarsi al destino delle somme anticipate da molti utenti come abbonamento è stata l’organizzazione dei consumatori Codacons che ha ottenuto dall’azienda, dopo una trattativa sulla questione, il riconoscimento pro capite di un rimborso che oscilla tra i 230 e i 270 euro (all’epoca, l’abbonamento per un anno anticipato costava 588mila lire).

I rimborsi sono stati richiesti, come si ricorderà, perché molti utenti di Edi&Sons non hanno potuto pienamente fruire della connettività richiesta, a causa dei problemi accusati dal provider per la saturazione delle risorse disponibili nonché per difficili rapporti con Telecom Italia in merito alla fornitura delle linee e al prezzo delle stesse.

Alessandro Di Baia, legale del Codacons umbro, ha spiegato che “pur non essendosi dichiarata responsabile dell’interruzione del servizio, l’azienda è stata disponibile a definire la questione in via stragiudiziale, tacitando le proteste. Il risarcimento è stato calcolato fissando un importo forfetario (il danno subito per l’impossibilità di collegarsi a Internet) commisurato ai giorni di durata del disservizio”.

I primi rimborsi sono già partiti ma, spiega il Codacons, “il nostro obiettivo è quello di far emergere la questione, dando la possibilità alle persone che hanno subito l’interruzione del servizio, di ottenere un congruo risarcimento”.

Il sito del Codacons è disponibile qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • vi scrivo il mio nick bastardobu ono scrive:
    eh eh
    bella roba il supercomputer ne vorrei uno anch'io ma non credo di potermelo permettere visto qeullo che fa chissà quanto costa comunque almeno cosi non fanno + quelli esperimetni con le bombe atomiche in realtà ceh inquinano tutto .... vai tecnologia continua cosi :D
  • Anonimo scrive:
    Che retorica
    Anzicche' vedere l'esperimento come un interessante traguardo scientifico per la potenza di calcolo e lo studio della fisica, per giunta sicuro e apportatore di conoscenza, tutti i messaggi di questo forum si concentrano a dare contro agli americani (kattivoni che pensano solo a distruggere!) e focalizzano la loro attenzione piangendo sul desiderio di distruzione umana.Ma insomma, un po' di larghezza di vedute: al calcolatore vengono anche simulati collassi del sistema immunitario e crolli di edifici e ponti, vengono simulati delitti e distruzioni della terra mediante asteroidi.Se anche e' vero che in circostanze di guerra molte conoscenze vengono usate per fini distruttivi, non vi pare oggettivamente che sia interessante conoscere le conseguenze di eventi distruttivi anzicche' piombare in logori luoghi comuni?Non e' forse meglio conoscere come funziona il corpo umano o una bomba atomica e che conseguenze ci possono essere per uno scoppio? Non credete che simili esperimenti possano anche essere cosi' ben realizzati da dissuadere un capo di stato dall'usare armi atomiche? O pensate veramente che tutti i capi di stato siano dei folli e che solo voi abbiate capito che siamo tutti sullo stesso pianeta?Oppure pensate che gli autori del test sull'atomica, dei test di crollo di edifici, dei test di collasso dei sistemi immunitari vogliano fare le prove generali per un uso pratico?Se la pensate cosi' per una sola delle mie domande retoriche, siete dei folli che non capite cosa sia la ricerca ed i benefici (diretti ed indiretti) di cui godiamo tutti ogni giorno. Probabilmente noi stessi siamo vivi grazie alla ricerca (si astengano dal commentare i deisti che evidentemente hanno una concezione ben diversa della vita) ed alla sperimentazione che ci ha permesso di apprendere moltissimo su cose brutte e cattive, come i batteri, gli agenti chimici, la morte per intossicazione radioattiva ecc. ecc. Mi piacerebbe vivere nel vostro mondo, un mondo in cui si sfrutti i calcolatori solo per i fini "buoni" e "costruttivi", tipo "risolvi i problemi dell'uomo", magari quelli metafisici o morali. Peccato che al primo terremoto, addio a meta' delle casette e dei ponti...
  • Anonimo scrive:
    Chi è daccordo?
    Non ho parole.. Ma c'è qualcuno in Italia che è veramente favorevole all'uso di questo tipo di test/armi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è daccordo?
      evidentemente qualcuno ci guadagna ....alla fin fine tutti noi la buttiamo sull'etica ma tutti quelli che stiamo criticando ragionano in termini molto + economici...:(
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è daccordo?
      Ti pare che qualcuno possa essere d'accordo nell'uso di armi nucleari ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è daccordo?
      Dipende, se la domanda è:sei favorevole al test elettronico di un arma nucleare, che eviti di distruggere e inquinare un bel pò di terreno, nn vedo xche no!Se la domanda è sei favorevole all'uso di arminucleari, b'è..Il deterrente è un mezzo molto importante nelladifesa e nell'impedire guerre!Con quelle armi si sono evitate molte guerregrandi, certo quelle piccole ci sono sempre,ma quelle sono impossibili da eliminare!Se si potessero far sparire d'incanto tutte, etutta la tecnologia relativa (nn solo labellica, ma anche la civile..), forse ma soloforse vivremmo in un mondo migliore!
  • Anonimo scrive:
    male
    ora usano linux per far scoppiare le bombe ma questo e' male perche' l'opensource e' a favore dei poveri e degli emarginati e non dei guerrafondai americani
  • Anonimo scrive:
    Figata !!!
    Lo voglio anch'io !!!!!Vuoi mettere la soddisfazione di farsi simulare gli effetti di una bomba nukleare piazzata a sQuola, o sotto la macchina dell'odiata zia, o cosette del genere :)))
  • Anonimo scrive:
    Scopi umanitari
    Bello pensare che il computer piu' potente del mondo vada a calcolare effetti distruttivi.Con tutti gli effetti COSTRUTTIVI che potrebbe calcolare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scopi umanitari
      son d'accordo kon te...ed il bello è ke sembran tutti kontro ma nn succede nulla...tipo kon Muruoa...
      • Anonimo scrive:
        Re: Scopi umanitari
        - Scritto da: akiro
        ed il bello è ke sembran tutti kontro ma nn succede nulla...Perche' scrivi in questo triste modo? Hai forse nostalgia del centro sociale okkupato?
    • Anonimo scrive:
      Re: Scopi umanitari
      - Scritto da: Balbo
      Bello pensare che il computer piu' potente
      del mondo vada a calcolare effetti
      distruttivi.
      Con tutti gli effetti COSTRUTTIVI che
      potrebbe calcolare.Concordo pienamente....Questo per darci l'idea della cultura umanitariadi chi sta sopra di noi e ci comanda... :-(
      • Anonimo scrive:
        Re: Scopi umanitari
        Sono d'accordo ma trovo che sia troppo semplice criminalizzare chi ci comanda, infatti è la gente comune che li ha eletti non ce ne scordiamo. Forse se anzichè lasciarci disorientare dalle dispute da comari tra politici ci focalizzassimo su le cose veramente importanti qualcosa forse cambierebbe. Ricordiamocene alle elezioni.......Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Scopi umanitari
      Si ci sono un sacco di utilizzi x quellapotenza di calcolo, e questo e uno di quelliche serve x eliminare distruzioni e inquinamento.Nn vedo che c'è di male!
      • Anonimo scrive:
        Re: Scopi umanitari
        ..ok ma e' pur sempre il test di una bomba..non la ricerca di una cura ad una malattia per esempio
        • Anonimo scrive:
          Re: Scopi umanitari
          - Scritto da: Abbassoosx
          ..ok ma e' pur sempre il test di una bomba..
          non la ricerca di una cura ad una malattia
          per esempioGiacche' questa specie non la piantera' ancora per un bel pezzo di inventare modi sempre migliori per autodistruggersi, tanto meglio se invece di scagazzare uranio in giro fa ste cose nel mondo simulato di un computer.
      • Anonimo scrive:
        Re: Scopi umanitari
        - Scritto da: TaGoH
        Si ci sono un sacco di utilizzi x quella
        potenza di calcolo, e questo e uno di quelli
        che serve x eliminare distruzioni e
        inquinamento.

        Nn vedo che c'è di male!Ti sbagli. Serve ad _ottimizzare_ distruzione ed inquinamento, nel caso in cui l'utilizzo di un ordigno reale fosse effettivo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Scopi umanitari

          Ti sbagli. Serve ad _ottimizzare_ distruzione
          ed inquinamento, nel caso in cui l'utilizzo di
          un ordigno reale fosse effettivo.Credo sia tu a sbagliarti, dato che nessuno hamai lanciato un arma nucleare in nessuna guerra!(a parte le prime 2).Anzi, è proprio la loro capacità di annichilireil mondo intero che a permesso il non ripetersidi altre guerre mondiali!Certo, la gente continua a uccidersi, macome diceva qualcuno 2000 e passa anni fa"solo i morti vedranno la fine delle guerre"È la presenza di queste armi, in mano a gente"responsabile" a evitare il peggio!
          • Anonimo scrive:
            Re: Scopi umanitari
            - Scritto da: TaGoH]zac[
            È la presenza di queste armi, in mano a gente
            "responsabile" a evitare il peggio!Fai una cosa, fai una ricerca su chi ha la bomba atomica, scoprirai che in mezzo c'e' un discreto numero di 'irresponsabile'.Lo sai che esiste perfino la bomba atomica tattica traportabile in una specie di zaino?I progressi che faranno con quei sistemi di simulazione consentiranno perfino a malta di averne una.Poi non sara' piu' questione di responsabili o meno, sara' solo questione di probabilita', di aspettare che finiscano in mano a qualche tarato mentale, nel senso di tarato male.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scopi umanitari
      Per scopi umanitari dobbiamo arrangiarci e usare i nostri miseri pc con progetti tipo la verifica degli agenti anticancro mediante calcolo peer...
  • Anonimo scrive:
    Tanto fra poco tirano quelle vere
    raderanno al suolo l'iraq.. visto che secondo qualcuno gli iracheni sono tutti terroristi. No no no... il petrolio non c'entra niente..
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto fra poco tirano quelle vere
      cercano solo la scusa per lanciare bombe atomiche i bastardi, ma se lo fanno per loro e' finita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto fra poco tirano quelle vere
        Cercano soltanto di tirarle?E quando mai hai sentito di uso di armi atomicheche nn fossero nei test? o solo di proposte?A parte le Hiroshima e Nagasaki ovviamente..
        • Anonimo scrive:
          Re: Tanto fra poco tirano quelle vere
          - Scritto da: TaGoH..cut..
          che nn fossero nei test? o solo di proposte?
          A parte le Hiroshima e Nagasaki ovviamente..Già quelle di Hiroshima e Nagasaki, sono troppe.Se poi tu preferisci chiudere gli occhi, affar tuo...Le risorse che vengono utilizzate per creare qualsiasi tipo di arma, potrebbero essere reindirizzate verso cose piu' costruttive.
          • Anonimo scrive:
            Re: Tanto fra poco tirano quelle vere
            Hai ragione amico mio, come ho potuto esserecosi cieco!Al mondo nessuno cerca di farti la pelle!Se smetto io di fare le armi, anche gli altrimi seguiranno, e il mondo diveneterà un postodi amore e gioia!Ahhh che begli effetti che fa la lobotomia.. :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto fra poco tirano quelle vere
        se lo facessero non sarebbe finita solo per loro, temo
Chiudi i commenti