Codice aperto, l'Italia aspetta

Molti nomi noti della rete in Italia sottoscrivono una lettera aperta al ministro Nicolais (Innovazione nella PA) sui contributi per la realizzazione dei progetti per la Società dell'Informazione. Ad un anno dalle promesse

Roma – Alla cortese attenzione di:
Luigi Nicolais
Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione
Via Isonzo, 21/b – 00198 ROMA

Beatrice Magnolfi
Sottosegretario per le Riforme e le Innovazioni nella P.A.
Via Isonzo, 21/b – 00198 ROMA

Egregio Sig. Ministro,
Lei è ben consapevole del fatto che il futuro del nostro paese e più in generale dell’Europa non può più prescindere da un utilizzo consapevole e maturo delle nuove tecnologie. In questo quadro il ruolo dell’informatica, che costituisce l’infrastruttura portante di realtà pubbliche e private, è fondamentale.

Nel corso degli ultimi anni diverse regioni italiane hanno promosso ed approvato leggi che favoriscono l’adozione di soluzioni informatiche basate su codice a sorgente aperto, ma è con la legge n. 296 del 23 dicembre 2006, “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” , che lo Stato italiano privilegia per la prima volta tali soluzioni.

892.(Contributo per la realizzazione dei progetti per la società dell’informazione)
Al fine di estendere e sostenere in tutto il territorio nazionale la realizzazione di progetti per la società dell’informazione, è autorizzata una spesa di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni 2007, 2008 e 2009. Con decreto di natura non regolamentare, entro quattro mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, il Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione, di concerto con il Ministro per gli affari regionali e le autonomie locali per gli interventi relativi alle regioni e agli enti locali, individua le azioni da realizzare sul territorio nazionale, le aree destinatarie della sperimentazione e le modalità operative e di gestione di tali progetti.

895.(Priorità dei progetti da finanziare) Nella valutazione dei progetti da finanziare, di cui al comma 892, è data priorità a quelli che utilizzano o sviluppano applicazioni software a codice aperto. I codici sorgente, gli eseguibili e la documentazione dei software sviluppati sono mantenuti in un ambiente di sviluppo cooperativo, situato in un web individuato dal Ministero per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione al fine di poter essere visibili e riutilizzabili.

Concordiamo con la Senatrice Magnolfi che in proposito ha dichiarato:

“Il fine è quello di sostenere la crescita di un’industria del software italiana in grado di competere con le grandi multinazionali, ma alimentando al contempo lo sviluppo locale nei territori. Si tratta di un settore in espansione formato da un arcipelago di piccole imprese, quasi sempre gestite da giovani, e capace di infondere al mercato un forte contenuto di innovazione e creatività.”

Il Web 2.0, One Laptop Per Child ed il nuovissimo eeePC sono solo tre esempi di come nel panorama internazionale l’offerta di tecnologia e servizi basati su codice a sorgente aperto sia in evoluzione, ed i fondi previsti dalla legge finanziaria possono contribuire a farci entrare a pieno titolo in questo panorama, realizzando e industrializzando soluzioni per la Pubblica Amministrazione.

Con questa lettera la ringraziamo per aver dimostrato sensibilità per questi temi e le chiediamo di adoperarsi a che gli articoli 892 e 895 della legge finanziaria vengano onorati.

È possibile che siano già stati impegnati e in tal caso le chiederemmo di farci sapere come siano stati spesi i primi 10 milioni di euro previsti per il 2007.

Nel caso non fossero ancora stati impegnati le chiederemmo di farci sapere se e come lo saranno e in quali tempi.

L’Italia può assumere una posizione di leadership nell’ambito della produzione ed erogazione di servizi e soluzioni basate su codice a sorgente aperto per il mercato della Pubblica Amministrazione, e questi fondi potrebbero creare i presupposti tecnici ed imprenditoriali affinché le nostre imprese possano commercializzarle anche all’estero.

In attesa di un suo cortese riscontro, restiamo a disposizione e cogliamo l’occasione per porgere i nostri più cordiali saluti,

Gabriele Bartolini
Associazione Italian PostgreSQL Users Group

Paolo Boscolo
Comune di Prato

Bud Bruegger
Comune di Grosseto

Angelo M. Buongiovanni
Associazione Il Secolo della Rete

Carlino Casari
CRS4

Giulio Concas
Università di Cagliari

Renzo Davoli
Università di Bologna

Juan Carlos De Martin
Politecnico di Torino

Davide Dozza
Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org

Giulio De Petra
Regione Sardegna

Roberto Galoppini
Progetto Linguistico Italiano OpenOffice.org

Raffaele Gareri
Provincia di Brescia

Antonella Giglio
Regione Sardegna

Stefano Maffulli
Free Software Foundation

Michele Marchesi
Università di Cagliari

Flavia Marzano
Associazione Il Secolo della Rete

Carlo Piana
Freedom Task Force della FSFE

Stefano Quintarelli
Equiliber

Giovanna Sissa
Associazione Il Secolo della Rete

Salvatore Tucci
Università di Roma Tor vergata

Pasquale Volontà
Provincia di Asti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Stefano Petrignani scrive:
    Web e televisioni
    Telefono azzurro è un'organizzazione estremamente importante per la salvaguardia dei minori, senza dubbio combatte contro qualsiasi attività e forma di violenza che può turbare l'equilibrio psicologico dei ragazzi. telefono azzurro fa bene a denunciare la leggerezza con cui si mettono a disposizione del web filmati che ledono la dignità, il decoro e la morale, ma altrettando, e con altrettanta veemenza dovrebbe farlo per la proiezione di certi films in programmazione nella tv, anche in quella di Stato, che non solo rientrano nei casi di cui sopra ma incitano all'emulazione e portano ad un degrado intellettuale altrettanto incisivo, allo stesso modo e non in misura minore, attraverso la stimolazione dei fragili meccanismi della psicologia infantile, . Non sarà facile portare a modifiche così sostanziali quello che riguarda il mondo del web, ma nel caso delle televisioni, veramente alla disponibilità di chiunque, ogni azione di contrasto dovrebbe essere di primaria importanza e sarebbe perfino molto più semplice; basterebbe sollecitare, nel modo opportuno, quell'autorità di controllo che già esiste, delle cui omissioni però nessuno si preoccupa (chissà perchè). In questo caso l'operato di telefono azzurro potrebbe essere veramente risolutivo per una rappresentanza piuttosto grande di genitori preoccupati.
  • Mario Rossi scrive:
    Spero gli aprano l'ano
    Come da oggetto, spero la paghino cara con un processo che si trascini anni, una condanna in sede penale e una condanna al risarcimento del danno in sede civile.
  • Rogowin scrive:
    Errore nell'articolo
    In questa frase"che hanno poi corredato di notizie fasulle, come il fatto che il ragazzo fosse un alcolista piuttosto che un consumatore abituale di stupefacenti"c'è un errore grave. La congiunzione "piuttosto che" è utilizzata erroneamente con significato coordinante, mentre in realtà ha significato avversativo. Quella frase lì significa che il ragazzo è un alcolista MENTRE NON È consumatore abituale di stupefacenti, anche se l'autore probabilmente voleva intendere "E consumatore abituale di stupefacenti".
    • Antonello scrive:
      Re: Errore nell'articolo
      Devi essere uno dei pochi a non conoscere l'ABuso idiota della locuzione "piuttosto che" usata a sproposito a Milano e dintorni, oltre che in tv, per sostituire "e" e "oppure" o simili.Credo che un infausto giorno qualche imbecille l'abbia adoperata in tv e da quel momento si è diffusa a macchia d'olio. Che tristezza.
      • Oreste scrive:
        Re: Errore nell'articolo
        - Scritto da: Antonello
        usata a
        sproposito a Milano e dintorni, oltre che in tv,
        per sostituire "e" e "oppure" o
        simili.
        Ne fai una questione cittadina/regionale?A Napoli i dirigenti Telecom dicevano "facciamo a cambio", ma lasciamo perdere, prendetevi un dizionario, accattatevillo !!!
        • tr00n scrive:
          Re: Errore nell'articolo
          - Scritto da: Oreste
          Ne fai una questione cittadina/regionale?
          A Napoli i dirigenti Telecom dicevano "facciamo a
          cambio", ma lasciamo perdere, prendetevi un
          dizionario, accattatevillo
          !!!ROTFL!!! accattatevillo !!! ( come diceva una nota pubblicità in TV con un noto personaggio trasmessa a livello NAZIONALE, come volevasi dimostrare)
    • Oreste scrive:
      Re: Errore nell'articolo
      mah... non so se sia corretto grammaticalmente, ma leggendola io non la intendo come congiunzione, cioe' come "E consumatore abituale di stupefacenti", ma per quello che c'e' scritto appunto....Scusa, ma fai queste osservazioni proprio tu?"Quella frase lì significa che" li' dove? vicino al fiume? per giunta con il "che" dopo? correggiamo con "Quella frase significa che"?, oppure li' ha valore temporale? ma per favore...
  • anoninona scrive:
    La lingua italiana
    Esistono vari registri dell'italiano.E quello scritto è un registro più alto che quello regionale."piuttosto che" utilizzato in quella maniera fa parte dell'italiano che vien usato ad esempio quando si fanno le leggi (non ricordo come si chiama).se poi deriva dal dialetto milanese è un conto, tante parole che fanno parte dell'italiano scritto provengono dal dialetto toscano.ma nella gazzetta ufficiale il linguaggio usato non è per niente quello regionale. anche perché viene scritta a roma.
    • dipisil scrive:
      Re: La lingua italiana
      sei sicura di non confonderti con l'"ovvero" della gazzetta ufficiale? questa sì che è una congiunzione che ha una doppia valenza: disgiuntiva-esclusiva e disgiuntiva-inclusiva."piuttosto che", invece, non ha valenza inclusiva secondo la grammatica italiana.poi, per carità ognuno, continui pure a parlare (e scrivere) come crede... non stracciamoci le vesti difronte a un "scendi lo scatolo"!(geek)ciao
  • SardinianBoy scrive:
    Interessante articolo
    Interessante articolo su cui riflettere.In effetti,chiunque di noi,me compreso potrebbe sempre essere un bersaglio di diffamazaione tramite internet,sostituzione di persona, a fini "solamente" di gioco,oppure ancora peggio per essere ricattati.Quello che è stato fatto al ragazzo è una pura cattiveria e esprimo solidarietà di cuore al povero malcapitato.Mi auguro che non sia una scusa per dare un giro di vite alla libera informazione/cultura ad internet.La rete è vero che può essere un puzzolente letamaio,ma è anche una profumante pasticceria se guardiamo bene al di là dei nostri occhi. Grazie http://www.bloggers.it/thepoweroflinux
  • isileth scrive:
    scherzo? ingiustificata cattiveria
    Più che di uno scherzo, parlerei di un'ingiustificata cattiveria.I ragazzi che hanno avuto la bella pensata hanno commesso un'azione meschina e cattiva.Meritano di essere puniti per il dolore ed il disagio creato, ma che paghino di tasca propria, non coi soldi di papà e mammà.Troppo facile dire "era uno scherzo".Allora io per scherzo vado a casa loro e scrivo grande come tutta la facciata una serie di contumelie: voglio vedere se ci restano male o si fanno una risata.
  • mausan scrive:
    una cortesia
    :|Chiedo scusa, ma almeno nello scrivere, si puo' evitare di usare il "piuttosto che" in modo sbagliato?Scrivendo"un alcolista piuttosto che un consumatore abituale di stupefacenti"voglio dire che il ragazzo si definiva alcolista ma NON drogato. La forma "piuttosto che" indica 2 possibilita' che si escludono tra loro, non una locuzione per separare gli elementi di un elenco.Scusate il piccolo sfogo, ho un po' di idiosincrasia nei confronti di questa peculiarita' milanese.M.
    • anoninona scrive:
      Re: una cortesia
      guarda che quello in errore sei tu. non è "peculiarità milanese", ma fa parte del registro alto della lingua italiana, così viene usato anche nella gazzetta ufficiale.
      • mausan scrive:
        Re: una cortesia
        forse dovresti dare un'occhiata su questi siti, la gazzetta ufficiale non ha lo scopo di insegnare l'italiano, per cui e' esente da errori di grammatica.http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=3930&ctg_id=93http://www.corriere.it/Rubriche/Scioglilingua/2004/19marzo.shtmlse poi uno si incaponisce e continua nell'uso scorretto, va incontro a malintesi.E poi ti assicuro che e' tipica milanese!!CiaoM.
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: una cortesia
      - Scritto da: mausan
      :|
      Chiedo scusa, ma almeno nello scrivere, si puo'
      evitare di usare il "piuttosto che" in modo
      sbagliato?
      Scrivendo
      "un alcolista piuttosto che un consumatore
      abituale di
      stupefacenti"
      voglio dire che il ragazzo si definiva alcolista
      ma NON drogato. La forma "piuttosto che" indica 2
      possibilita' che si escludono tra loro, non una
      locuzione per separare gli elementi di un
      elenco.
      Scusate il piccolo sfogo, ho un po' di
      idiosincrasia nei confronti di questa
      peculiarita'
      milanese.
      M.La lingua la fanno i parlanti, non le grammatiche.La diffusione di regionalismi nel corpo della lingua standard è fenomeno vecchio quanto il mondo.Il purismo è destinato a nascere morto.Anzi, muore ancor prima di nascere.Un aborto linguistico che non si meriterà nemmeno un funerale, bensì grasse risate dal perenne divenire di tutte le cose.Amen.
  • sydde scrive:
    Sti regazzini!
    Na volta se faceva a botte,le cose se risolvevano cioè se 3 stupidi amici te fanno no scherzetto o te vendichi o je meni. Adesso sti stupidotti vanno a piange da mamma e papa. Mamma e papa che non stanno mai a casa e non sanno niente di te però appena il figliolo piagnucola corrono parlano urlano avvocatooo! Povero figliolo mio. La censura non è giusta un regazzino che si fa bocciare perchè non esce piu di casa per paura degli amici e delle cose scritte su un balordo blog ha seri problemi. 19 anni sei un fallito.Io ho 21 anni e penso che mia madre e mio padre me menavano se andavo da loro a piange per una cosa del genere. Dovrei denunciare tutte le persone che mi hanno dossato insultato nukkato floddato dal 1999 a oggi? Mamma mi nukkano chiama l'avvocato, nonono la polizia :°°° engheee non riesco a collegarmi. Sta gente non va difesa va portata in centri di recupero.Poi "i cattivi amici di strada" vi ricordo che la strada è realtà. Se non sapete abbozzare agli insulti, prendere le pizze, insultare, dare pizze posso assicurarvi che non avete capito un cazzo dalla vita. Devi lottare per te stesso, per le tue idee no piagnucolare e rinchiuderti dentro casa. Dimenticavo mamma e papa prima o poi non ti difenderanno più e l'avvocato costa e se tu non vai a scuola (tuo diritto e dovere) nel futuro non andrai più a lavoro e come lo paghi l'avvocato? Chi ti difendera?Le palle te le hanno stampate e attaccate col vinavil.
    • contenuto ingiurioso scrive:
      Re: Sti regazzini!
      Non credo di aver capito tutto quello che hai scritto. Boh, secondo te cosa doveva fare? Crearsi una piccola mafia tra i compagni di scuola e ficcare i tre delatori in tre pilastri di cemento?
      • sydde scrive:
        Re: Sti regazzini!
        No dai sempre a fare gli estremisti gli spacchi il naso e amen o se sei piu diplomatico occhio per occhio dente per dente metti i loro numeri sui siti porno e la loro email in tutte le newsletter di questo mondo. Non facciamo perdere tempo alle istituzioni per queste baggianate.Per i pilastri di cemento li si può seriamente prendere in considerazione per stupri e furti, se violentano o uccidono un mio familiare fidati non aspetto che mettono il colpevole 3 giorni in prigione e poi agli arresti domiciliari per 2 mesi e dopo 1 anno rilasciati e se gli va di lusso con la fedina penale pulita, visto che chi di dovere non ti fa capire che hai sbagliato ci penso io a modo mio. E non chiamarla mafia chiamala giustizia rudimentale/primordiale.
        • contenuto ingiurioso scrive:
          Re: Sti regazzini!
          - Scritto da: sydde
          E non chiamarla mafia
          chiamala giustizia
          rudimentale/primordiale .Beh, se la chiami col suo nome ha già un pò più senso (un pelo più di senso, ma giusto un pelo).
          • sydde scrive:
            Re: Sti regazzini!
            ok troppo off topic il mio semplice pensiero è: questa questione (il bambino insultato, gli amici pasticcioni, la denuncia, la censura) è una totale perdita di tempo, di soldi e di risorse.
          • contenuto ingiurioso scrive:
            Re: Sti regazzini!
            Ho capito, e in effetti forse si poteva risolvere tutto senza che questa notizia arrivasse ai giornali. Ma visto che c'è una legge che vieta la diffamazione e che certi scherzi scemi possono rovinarti la vita per sempre, non trovo sbagliato che i genitori siano ricorsi alle forze dell'ordine. Devi mettere in conto che c'è voluta una ricerca per stanare gli autori della burla.
    • VE LO DICO IO scrive:
      Re: Sti regazzini!
      In italia le cose si risolvono o a botte a suon di avvocati.Tu sei la classica persona a cui i tuoi genitori hanno insegnato che "per andare avanti nella vita, bisogna essere stronzi/furbi".Sei il classico esempio di come su un'autostrada intasata anzichè fare la file con disciplina, sfrecci sulla corsia di emergenza perchè ti ritieni furbo, e se qualcuno te lo fa notare magari "scenni e je meni", perchè ti hanno insegnato ad essere stronzo ed a calpestare gli altri.Ma ti compatisco, non è colpa tua... ma di chi ti ha insegnato le regole in casa. Menà de qqua menà de là.... sembra il manifesto del Tifoso Vs Cellerino. Questa è la società in cui vievete di persone così.. ancora vi meravigliate??
      • sydde scrive:
        Re: Sti regazzini!
        La corsia d'emergenza l'ho fatta una sola volta perchè mi fumava il motore perchè una filippina mi è venuta di retromarcia contro e mi ha spaccato la ventola e l'ho lasciata andare, non vado allo stadio da anni e nella mia vita ho fatto a botte 2/3 ma ero regazzino, sono la persona più calma di questo mondo. Queste infamate da ragazzi si fanno e si ricevono ma basta parlare aprire la bocca e muovere la lingua per risolvere ste bambinate, se tu invece ti rinchiudi in te stesso dentro casa il problema non sta nel mondo ma in te. Non possiamo stare dietro a tutte le pecorelle smarrite di questo mondo, sei un fallito o cresci o rimani chiuso dentro casa, figurati se gli amici gli fanno sti scherzi e proprio na volpe sto ragazzo a scegliersi gli amici. Difendete sempre l'indifendibile a 19 anni 50 anni fa uno era gia padre e lavorava pei figli adesso a 19 anni piagnucoloni complessati, abbiamo sagome in politica di vecchi e sta generazione dai 18 ai 25 anni il massimo che fa è piangersi addosso.
        • VE LO DICO IO scrive:
          Re: Sti regazzini!
          Sono d'accordo con te (per il resto non lo so... non ti frequento) sul fatto dei/delle 30enni accasati e poco responsabili... ma non ci soffermiamo sull'effetto.. guardiamo la causa.. di chi è la colpa di questo accasamento?? Di quella pattumiera figlia del '68 che ha creato questa società!!! La società che io oggi mi ritrovo, non l'ho creata io!! L'hanno creata, volente o nolente i miei, i tuoi, i vostri genitori... è solo colpa loro!!Certo è che uno vive la vita come meglio crede, c'è chi gli piace stare in mezzo ad una strada e a chi piace vivere con una cerchia ristretta... magari passando anche più tempo del dovuto in casa, perchè sopraffatto dalla timidezzza. non per questo però si può giustificare lo sbeffeggiamento di quei ragazzi che la pensano diversamente e che vivono in mezzo ad una strada e che si difendono spaccando il naso a qialcuno.Tu vivi con il tuo stile, io con il mio, lui con il suo. Certo è che dire al proprio figlio di andare a picchiare chi lo ha picchiato è sbagliato come quello di denunciare chi ti offende.Esitono molte altre strade, come il dialogo tra i rispettivi genitori. Ma si sa che i genitori di oggi non insegano più a dialogare, ma solo a denunciare o menare. O bianco o nero, niente grigio...
          • sydde scrive:
            Re: Sti regazzini!
            Condivido tutto, non dico che il genitore ti dice vai a menare quello che ti ha menato ma non deve fare niente. Invece adesso e pieno di genitori ultraprotettivi ma parlo di gente di 40 anni cioè sti maschietti so diventati tutte feminuccie e la cosa che più condivido e che se l'italia sta così e per colpa della gente che adesso ha dai 40 ai 60 anni, il mio problema e che sono cresciuto coi nonni che se divertivano a vede i regazzini fa a botte e te insegnavano a mena e io gli porto tutto il mio rispetto. Gente che a 16 anni stava in miniera a 20 nei campi di concentramento in germania gente della guerra e del dopoguerra ma dopo gli anni 50 e inizio 60 è uscita na generazione de fattoni nullafacenti che si inchinano al potere e trovano scusanti a tutto.
    • ba1782 scrive:
      Re: Sti regazzini!
      - Scritto da: sydde
      Na volta se faceva a botte,le cose se risolvevano
      cioè se 3 stupidi amici te fanno no scherzetto o
      te vendichi o je meni. [...]

      Dovrei denunciare tutte le
      persone che mi hanno dossato insultato nukkato
      floddato dal 1999 a oggi? Mamma mi nukkano chiama
      l'avvocato, nonono la polizia :°°° engheee non
      riesco a collegarmi.Che bello, ci sono due sbocchi da questa cosa!1) Tu andavi "a menaje" alla gente che ti nukkava dossava floodava... certo, chiaramente!2) È OVVIO che non chiamavi la polizia perchè, a parte a essere ignorante in materia, eri tu il primo che li nukkavi floodavi dossavi... Mi sa che tu sei proprio uno di quei "fighetti" di IRC che passava la sua vita là davanti a nukkare, dossare, floodare la povera gente :P
      • sydde scrive:
        Re: Sti regazzini!
        Sempre meglio della gente che bazzica adesso le chat che non sa neanche cosa è un ip, certo non sono un "fighetto" di irc ma ti posso assicurare che ho fatto lamerate. Prima su irc era pieno di lamer (1998-99-00) entravi in un canale salutavi e ti scollegavano così abbuffo per ore e ore, allora che fai capisci cosa fanno ti difendi e ti vendichi. Non andando alla polizia ma usando proxy, firewall, attaccando nello stesso modo chi ti attacca da 14enni lo vedevamo come un gioco chiaro ma almeno capivamo qualcosa. Sicuramente tu pensi di sapere molte cose in più di me, ti lascio fantasticare ;)
    • Giuseppe Rossi scrive:
      Re: Sti regazzini!
      Wow sei un duro, cribbio siamo impressionati dal fatto di vedere che sei una vittima ma colle palle ! Che figo !Hanno fatto bene a passare dalla polizia postale, quello che hanno commesso è un reato.Poi con un buon avvocato ci si vendica rovinando quei 3 bastardi.
      • sydde scrive:
        Re: Sti regazzini!
        Speriamo che è come dici te.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sti regazzini!
          Sydde fammi capire una cosa, secondo te se un ragazzo non è di natura violenta poichè incapace di adoperare le mani merita di essere trattato come una me*da che sia in modo fisico o emotivo? Timido, stupido o cosa ogni essere vivente merita di essere tutelato da stron*etti e ingiustizie di vario genere. Il tizio ha fatto benone a denunciarli adesso i rambi di turno useranno le fascette per pulirsi il c*lo dopo un po' di strizza, almeno in un modo o in un altro cresceranno un pochino.... si spera.P.S. 50 anni fa a 19 anni eri un'adulto perchè non esisteva ne il progresso attuale ne distrazioni di vario genere, infatti non scordarti che 50 anni fa non c'era internet, la playstation, il plasma da 40 pollici HD, Sky, discoteche di tendenza con gigi d'agostino, cinema multisala e via dicendo..... che ti piaccia o no è l'evoluzione che avanza e che stravolge il concetto di civiltà e stile di vita. Una volta riparavi ad un torto con un pugno ora se ci provi sei facilmente perseguibile per vie legali.
          • sydde scrive:
            Re: Sti regazzini!
            ok niente da dire hai pienamente ragione infatti non dico che avete torto a dire queste cose ma io rimango del giudizio che uno scherzo idiota prolungato per mesi non può rovinare per vie legali la vita a 3 ragazzi perchè tu sei timido ca*casotto e via dicendo. Oggi come oggi io poi vivo a roma magari la realtà di un piccolo paese è differente. Secondo voi adesso questo ragazzo avrà qualche amico? Facciamo un esempio io sono amico sia del ragazzo offeso nel blog sia dei 2 ragazzi e della ragazza che hanno avuto l'idea del blog, neanche un ciao al piagnucolone spia. Se era in ufficio andava a piangere dal capo? Come te la vedi dopo coi colleghi? Se faceva il muratore? ahahahha una persona così se non affronta prima i propri problemi non puo confrontarsi con la società. Ho parlato di cazzotti e di botte perchè a 19 anni queste cose si risolvono così se non si giunge a un confronto verbale decente/civile. Ok come l'avrei risolta io la situazione: venendo a sapere dell'esistenza di un blog del genere prima avrei sorriso per l'idea simpatica/bastarda poi 2/3 email a qualche amministratore per far chiudere il blog. Due chiacchiere a scuola per capire chi era stato l'ideatore, poi gli sarei andato a dire "mort'acci tua che cazzo fai" avrei visto come reagiva se reagiva normalmente mi sarei vendicato anche io tramite internet altrimenti se faceva il coatto due pizze educative e finita la storia, nel caso che fisicamente fosse stato superiore gli tiri na sedia in fronte così il messaggio arriva al cervello direttamente. Semplice. Se il blog rimaneva up per una settimana era normale ma 5 mesi hanno un po cac*to fuori dal vasetto. ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Sti regazzini!
            - Scritto da: sydde
            ok niente da dire hai pienamente ragione infatti
            non dico che avete torto a dire queste cose ma io
            rimango del giudizio che uno scherzo idiota
            prolungato per mesi non può rovinare per vie
            legali la vita a 3 ragazzi perchè tu sei timido
            ca*casotto e via dicendo. Però i tre ragazzi possono rovinare la vita di questo poveraccio facendo quello che hanno fatto.... non capisco perchè la vita di quei 3 deve valere molto di più della vita del ragazzo più sensibile..... a te sembra giusto? A me per niente.
            Oggi come oggi io poi vivo a roma magari la realtà di un piccolo paese
            è differente. Secondo voi adesso questo ragazzo
            avrà qualche amico? Facciamo un esempio io sono
            amico sia del ragazzo offeso nel blog sia dei 2
            ragazzi e della ragazza che hanno avuto l'idea
            del blog, neanche un ciao al piagnucolone spia.Ah pure.... perchè tornando al mio discorso costui non aveva nessun diritto di difendersi in qualche modo, ma si sputiamogli anche in faccia per aver tentato di reagire nel modo che gli era più congegnale.
            Se era in ufficio andava a piangere dal capo?
            Come te la vedi dopo coi colleghi? Se faceva il
            muratore?Si spera che almeno in ambito lavorativo i bimbiminkia siano davvero scarsi se poi non fosse così ha tutto il diritto di manifestare il suo malumore a chi di dovere senza piangere è ovvio, visto che il fulcro del discorso è che tra scherzi e cattiverie gratuite c'è una bella differenza.
            ahahahha una persona così se non affronta prima i propri problemi non puo
            confrontarsi con la società. Ho parlato di
            cazzotti e di botte perchè a 19 anni queste cose
            si risolvono così se non si giunge a un confronto
            verbale decente/civile.Diciamo che a 19 come a 5 come a 40 deve prevalere sempre il confronto verbale poichè questo è sinonimo di educazione e civiltà. Il momento che si viene alle mani la civiltà cessa di esistere.
            Ok come l'avrei risolta io la situazione: venendo
            a sapere dell'esistenza di un blog del genere
            prima avrei sorriso per l'idea simpatica/bastarda
            poi 2/3 email a qualche amministratore per far
            chiudere il blog. Due chiacchiere a scuola per
            capire chi era stato l'ideatore, poi gli sarei
            andato a dire "mort'acci tua che cazzo fai" avrei
            visto come reagiva se reagiva normalmente mi
            sarei vendicato anche io tramite internet
            altrimenti se faceva il coatto due pizze
            educative e finita la storia, nel caso che
            fisicamente fosse stato superiore gli tiri na
            sedia in fronte così il messaggio arriva al
            cervello direttamente. Semplice. Se il blog
            rimaneva up per una settimana era normale ma 5
            mesi hanno un po cac*to fuori dal vasetto.
            ;)Tu sei tu e quello è quello, piagnisteo dalla mamma a parte per me ha fatto una grande cosa denunciando il fatto alle forze dell'ordine così i cojons la prossima volta ci pensano due volte prima di fare i fighetti con chi non è molto sveglio. Io non ho nulla contro nessuno sia chiaro ma più andiamo avanti più la gente (i ragazzini per lo più) si prende troppa confidenza con tutti come se fosse un loro diritto e a me questo sta sulle palle perchè l'educazione non può e non deve essere un optional. Perchè ripeto lo scherzo è un conto ma quello che hanno fatto loro è una vera e prorpia cattiveria gratuita.
    • B. Dentro scrive:
      Re: Sti regazzini!
      Effettivamente se a 19 anni, dei deficienti mi avessero fatto uno skerzo così, li avrei rasi al suolo, altro che andare dalla mamma, mi avrebbe detto "arànsti" (arrangiati) se l'avessi detto a mio padre, mi avrebbe dato uno sganassone "at fa pijati par al cu parèch?!" (ti fai prendere per il culo così?!) ma cmq non mi sarebbe nemmeno passato per l'anticamera del cervello di andare a piangere a casa, d'accordo che ai tempi c'avevo il "fisico" pesi, judo, solo a qualche aspirante suicida, sarebbe venuto in mente di farmi simile skerzetto, cmq anche senza "fisico" ce n'è di maniere per fargliela pagare, che so "tieni sto bel cd ci sono un sacco di cose.." e gli ficchi dentro un assortimento di virus che gli esplode il computer, oppure se sono motorizzati gli saboti il mezzo, ce n'è di skerzetti, occhio x occhio
      • Anonimo scrive:
        Re: Sti regazzini!
        - Scritto da: B. Dentro
        Effettivamente se a 19 anni, dei deficienti mi
        avessero fatto uno skerzo così, li avrei rasi al
        suolo, altro che andare dalla mamma, mi avrebbe
        detto "arànsti" (arrangiati) se l'avessi detto a
        mio padre, mi avrebbe dato uno sganassone "at fa
        pijati par al cu parèch?!" (ti fai prendere per
        il culo così?!) ma cmq non mi sarebbe nemmeno
        passato per l'anticamera del cervello di andare a
        piangere a casa, d'accordo che ai tempi c'avevo
        il "fisico" pesi, judo, solo a qualche aspirante
        suicida, sarebbe venuto in mente di farmi simile
        skerzetto, cmq anche senza "fisico" ce n'è di
        maniere per fargliela pagare, che so "tieni sto
        bel cd ci sono un sacco di cose.." e gli ficchi
        dentro un assortimento di virus che gli esplode
        il computer, oppure se sono motorizzati gli
        saboti il mezzo, ce n'è di skerzetti, occhio x
        occhioSi ok ma se ragioniamo tutti con occhio per occhio ci credo io che questo paese è ed rimarrà una me*da, quello mena invece di parlare e che sono più fesso io? Tutti passano con il rosso e che sono più fesso io? Tutti rubano in qualche modo e che sono più fesso io? E così via.... ma quando progrediremo? Mai.
  • Tsukishiro Yukito scrive:
    Facciamo il punto della situazione?...
    Più sopra c'è un tizio che propone di proibire l'uso di internet sotto i 14 anni:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2154446&m=2154723#p2154723Un altro dichiara che non permetterà a suo figlio di avere un cellulare sino ai 18 anni:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2154446&m=2154957#p2154957Tutte le risposte a questi due commenti sono o a favore o non si preoccupano di ribattere.Purtroppo in Italia le cose vanno così. Quando è disponibile qualcosa di nuovo, invece di approfittarne per capire di cosa si tratta, come usarlo, come interagirci, quali nuove potenzialità offre, quali limiti ha, quali eventuali rischi può generare, le reazioni sono solo due: PAURA e DIVIETI.Siamo il paese che quasi quattro secoli fa condannò Galileo perché diceva che la Terra si muove.Oggi la maggior parte della gente, rimbecillita dagli allarmismi stile Studio Aperto, crede solo che la tecnologia FACCIA MALE alle nuove generazioni, quelle generazioni che domani prenderanno le leve della società.Nel frattempo in Cina, Korea, Giappone e India i ragazzini crescono col computer in mano.Non è così difficile immaginarsi, tra Italia e India, quale tra una trentina d'anni sarà il paese dominante e aperto e quale quello sottosviluppato e chiuso su se stesso.E il Vaticano ringrazierà.
  • VE LO DICO IO scrive:
    Per tutti i genitori (o presunti tali)
    Svegliatevi!!!! I vostri figli fanno i beati cacchi loro mentre voi vi frustrate al lavoro, mentre guardate l'isola dei famosi, anzichè dedicare carezze e coccole a crature che avete VOLUTO....Il sabato e la domenica, anzichè lasciarli in casa (o in mezzo ad una strada da soli con cattive compagnie) come accade per tutta la settimana, portateli con voi, giocateci a calcio, a nascondino, con le loro macchinine e le loro bambole!! Quando tornano a casa (o quando tornate voi) chiedete sempre "beh, come è andata a scuola??" "FAMMI VEDERE che compiti ti hanno assegnato.." "li hai fatti i compiti?"Insegnate e spiegate ai vostri figli perchè si va a scuola... qual'è il motivo... non è una perdita di tempo... serve per formarsi.. per crearsi degli obiettivi da raggiungere una volta maggiorenni... ossia quella famosa e dimenticata frase "cosa vuoi fare da grande?". Poi se vi rispondono le veline o il grande fratello.. beh.. avete fallito il vostro mestiere principale: essere genitori.Ah.. e quando la prof mette una nota al vostro caro e tenero figluolo.. non picchiate il docente.... date un ceffone a vsotro figlio e scusatevi con la scuola.Sono solo alcuni dei cardini fondamentali per educare vostro figlio, il vostro futuro. Ce ne sono tanti altri.... cercateli voi... La colpa dei bulli è SOLTANTO VOSTRA. rassegnatevi e rimboccatevi le maniche... e pretendete dal vostro Stato una istruzione scolastica più matura e responsabile. E se i vostri figli sono degli asinelli, non iscriveti ad una scuola privata "perchè li si passa"... anche perchè se la sanità oggi fa schifo è perchè i medici di ieri si sono laureati col 18 politico. Volete che anche i vostri figli (quelli che un futuro vi cureranno) diventeranno dei coglioncelli racomandati?? No?? E allora Datevi una mossa.... è ora!!
    • codroipo scrive:
      Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
      - Scritto da: VE LO DICO IO

      Insegnate e spiegate ai vostri figli perchè si va
      a scuola... qual'è il motivo... non è una perdita
      di tempo... serve per formarsi.. per crearsi
      degli obiettivi da raggiungere una volta
      maggiorenni... ossia quella famosa e dimenticata
      frase "cosa vuoi fare da grande?". Poi se vi
      rispondono le veline o il grande fratello.. beh..
      avete fallito il vostro mestiere principale:
      essere
      genitori.Purtroppo il sistema scuola e' effettivamente una merda.Serve solo ad abituare le persone a stare sedute su una scrivania per tutta la giornata.Un bambino, un ragazzino fino a 18 anni avrebbe ben altre necessita' che stare rinchiuso in una stanza per 8 ore di fila ad ascoltare formule matematiche.Inoltre anche a competenze la scuola da ben poco.Sorvolo sulla questione "ceffoni ai figli", per decenza.
      • Giulia scrive:
        Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
        Mah, a scuola ci ho passato un bel po' di tempo ma 8 ore di fila a fare matematica credo proprio di non averle mai vissute.Forse la mia esperienza scolastica è stata un po' più felice della tua, non me la sento di definire sommariamente "una merda" tutto il sistema, nè di dire che mi ha abituata a stare seduta tutto il giorno ad una scrivania. Credo non ci sia da discutere sul fatto che le lezioni si seguano seduti, a parte quelle di ginnastica... Riguardo alle competenze, la mia scuola mi ha insegnato grammatica, matematica, storia, letteratura, lingua inglese... certo non mi ha insegnato a lavorare, ma mi ha dato gli strumenti per imparare velocemente. L'università mi ha dato competenze maggiori. Gli stage lavorativi ancor di più, soprattutto competenze tecniche specifiche per un determinato lavoro. Ma è alle elementari che ho imparato che "dà", voce del verbo dare, si scrive con l'accento, e "fu", verbo essere, non ha accento né apostrofo. Poi me ne sono spesso dimenticata, ma questa è colpa solo mia...Quali sono le necessità di un "bambino-ragazzino fino a 18 anni"? Giochi, amici, sport... e perchè non (anche) la scuola? Ho preso qualche ceffone dai miei genitori, e non mi sento irrimediabilemnte traumatizzata. Vedo invece tanti ragazzini meravigliosamente maleducati che avrebbero bisogno, se non di ceffoni, di genitori un po' più presenti, autorevoli e autoritari, ma sembra che non li abbiano. Non aspettiamo che sia la scuola a insegnare l'educazione ai nostri figli. Da grandi, ringrazieranno.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
          credo che intendesse che la scuola cosi com'è non aiuti molto a formare le persone. Per i Ceffoni lasciamo perdere che la violenza deve essere l'ultima risorsa, se tuo figlio prende una nota, lo si punisce.
          • VE LO DICO IO scrive:
            Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
            Ancora con questo falso buonismo del CEFFONE=VIOLENZA. Il ceffone non si da più da molti anni e le conseguenze si vedono. Il sistema educativo falso buonista di oggi è fallito; anche la punizione in fin dei conti è una violenza... come la mettiamo??La paura di tornare a case e prenderle non la si ha più. Se non si insegna fin da piccoli che esiste la "paura" quando si fa qualcosa di sbagliato, tali bambini diverranno prima dei bulli poi dei farabutti che non hanno paura delle sanzioni e della galera quando molesteranno o uccideranno qualcuno. State insegnando solo questo, col falso buonismo, ai vostri figli, cioè che si vive di sregolatezza e lo si fa senza paura di niente.Oggi avete fallito, nel passato invece, gli altri metodi ora abbandonati i frutti li hanno dati. Ovviamente parlo prima del '68 eh... ;)
          • codroipo scrive:
            Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
            - Scritto da: VE LO DICO IO
            La paura di tornare a case e prenderle non la si
            ha più. Se non si insegna fin da piccoli che
            esiste la "paura" quando si fa qualcosa di
            sbagliato, tali bambini diverranno prima dei
            bulli poi dei farabutti che non hanno paura delle
            sanzioni e della galera quando molesteranno o
            uccideranno qualcuno.Prendo nota:la strategia della paura.Invece secondo la mia esperienza ho visto amici/amiche fare i piu' grossi casini proprio quando avevano dei genitori che li riempivano di paura.Io invece ho avuto massima liberta' (e soprattutto molte responsabilita') fin da piccolo e non ho mai sentito il bisogno di mettermi a combinar cazzate per farmi notare.Mai avuto paura dei miei genitori, anzi.Mai molestato o ucciso nessuno.
          • VE LO DICO IO scrive:
            Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
            Mi sono espresso male... la paura di prendersi una responsabilità per ciò che si è combinato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
      Voluto ? Mi sa che molti ancora adesso non hanno collegato il fatto che quel gioco dove s'imbuca il salame comporta delle conseguenze...
      • ba1782 scrive:
        Re: Per tutti i genitori (o presunti tali)
        - Scritto da: Anonimo
        Voluto ? Mi sa che molti ancora adesso non hanno
        collegato il fatto che quel gioco dove s'imbuca
        il salame comporta delle
        conseguenze...:D :D :D
  • enneci scrive:
    Soluzione semplice ma efficace
    Non so voi, ma ne ho le palle piene di sentire sti tamarri del caxxo che ogni gg ne combinano una, dal blog per diffamare un coetaneo a quello che filma col suo cellulare atti di violenza a scuola..Ma dove siamo arrivati??? dov'è la sana DISCIPLINA di una volta?Una cosa è certa, mio figlio il cellulare lo vedrà a 18 anni, a 12 anni non se ne fa un cax!
    • Daniele scrive:
      Re: Soluzione semplice ma efficace
      ma più che altro...a 19 anni non hanno di meglio a cui pensare? questo genere di cose (non nello specifico xkè internet non era ancora di massa) noi le facevamo a 14-15 anni (e sono dell'83, non un 40enne), a 19, insomma...divertiti con altro!
    • battagliacom scrive:
      Re: Soluzione semplice ma efficace
      hai proprio ragione, anche io ho 14 anni e mi sono rotto le pallinedi sentire ogni giorno le stesso storie...ma facessero anche qualcosa di divertente! Non sarebbe bello vedere in TV e sui giornali notizie di alcuni ragazzi che fanno delbene invece che del male?Io credo che però i ragazzi si comportino come sono stati educati e non sono altro che lo specchio della società adulta, forse noi vi dobbiamo ricordare che noi facciamo quello che fate voiperò in scala. Noi picchiamo nostri coetanei, ma non è forse vero che molti di voi vanno in guerra ad uccidere altri esseri umani?Naturalmente non tuti noi facciamo queste cose e non tutti voi fate queste cose...
    • Tsukishiro Yukito scrive:
      Re: Soluzione semplice ma efficace
      - Scritto da: enneci
      Non so voi, ma ne ho le palle piene di sentire
      sti tamarri del caxxo che ogni gg ne combinano
      una, dal blog per diffamare un coetaneo a quello
      che filma col suo cellulare atti di violenza a
      scuola..

      Ma dove siamo arrivati??? dov'è la sana
      DISCIPLINA di una
      volta?E soprattutto quando c'era LUI i treni arrivavano in orario. E c'erano ancora le mezze stagioni.
      • Io blocco il P2P scrive:
        Re: Soluzione semplice ma efficace
        - Scritto da: Tsukishiro Yukito
        - Scritto da: enneci

        Non so voi, ma ne ho le palle piene di sentire

        sti tamarri del caxxo che ogni gg ne combinano

        una, dal blog per diffamare un coetaneo a quello

        che filma col suo cellulare atti di violenza a

        scuola..



        Ma dove siamo arrivati??? dov'è la sana

        DISCIPLINA di una

        volta?

        E soprattutto quando c'era LUI i treni arrivavano
        in orario. E c'erano ancora le mezze
        stagioni.E se vedevi una rondine buttavi via il piumino.
    • Anonymous scrive:
      Re: Soluzione semplice ma efficace

      Ma dove siamo arrivati??? dov'è la sana
      DISCIPLINA di una
      volta?

      Una cosa è certa, mio figlio il cellulare lo
      vedrà a 18 anni, a 12 anni non se ne fa un
      cax!Se dai la colpa della mancanza di disciplina al cellulare o a qualsiasi altro strumento, ammetti che lo strumento in questione ha molta più influenza di te su tuo figlio, e questo dovrebbe farti pensare davvero molto su come stai svolgendo, o meglio fallendo, il tuo compito di genitore.Ma ovviamente, dare la colpa al cellulare invece di farsi un esame di coscienza è la strada più semplice e indolore, con il risultato che tuo figlio non capirà mai una beata fava, e il ciclo si perpetuerà ad aeternum.E per concludere, ti ricordo che atti di questo genere non sono così dilaganti come certa -ahem- informazione vorrebbe far credere. Per colpa di pochi deficienti i cui genitori non sono capaci di essere genitori, tutti devono essere etichettati come possibili delinquenti.
    • L_eon scrive:
      Re: Soluzione semplice ma efficace
      E pensi così di metterti al riparo da eventuali problemi....???. Povero te !.Ciao- Scritto da: enneci
      Non so voi, ma ne ho le palle piene di sentire
      sti tamarri del caxxo che ogni gg ne combinano
      una, dal blog per diffamare un coetaneo a quello
      che filma col suo cellulare atti di violenza a
      scuola..

      Ma dove siamo arrivati??? dov'è la sana
      DISCIPLINA di una
      volta?

      Una cosa è certa, mio figlio il cellulare lo
      vedrà a 18 anni, a 12 anni non se ne fa un
      cax!
  • aghost scrive:
    Ma dov'è il problema?
    Il sito è stato oscurato e allora? Mi sembra un provvedimento in questo caso ovvio. La censura è un altro paio di maniche, questo è un banale caso di diffamazione.http://aghost.wordpress.com/
    • aghost scrive:
      Re: Ma dov'è il problema?
      quanto al "telefono azzurro", mi pare sia una specie di "codacons" che sfrutta ogni pretesto per farsi pubblicità.Tra l'altro anche l'utilità di telefono azzurro suscita molte perplessità e interrogativihttp://aghost.wordpress.com/2007/06/23/il-telefono-azzurro-serve-a-chi/
  • Andrea scrive:
    ma che censura!
    Hanno fatto proprio bene a punire sti cogl***i, così imparano.Se vogliono inventar ca**ate lo facessero sul proprio conto
  • darksky scrive:
    -re Altra scusa per censurare
    vorrei farti notare che si parla di ragazzi di 19 anni, quindi non bambini di 12,a quell'età per lo stato sei responsabile tu di quello che fai, quindi se questi "ragazzi" fanno delle cavolate è giusto che paghino. Qui non si tratta di censura ma di diffamazione, questi si sono "spaccia" per l'altro ragazzo diffamandolo e scrivendo cose non vere, come dire che uno arriva fa un sito su di te e scrive cose non vedere dicendo che sei un assassino o altre cose, mettendo la tua foto e il tuo numero di cellulare che fai il sito lo lasci o lo fai oscurare?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2008 09.27-----------------------------------------------------------
  • Barbara Visconti scrive:
    Censura
    Mi sta bene il bullismo e censurare il blog, mi sta bene che i RAGAZZINI debbano essere controllati, mi sta bene qualasiasi cosa vogliate dire,Ma perche' rompere le balle solo a internet e ai cellulari? Ora mi metto a mandare lettere a tutto il mondo scrivendo che Napolitano e' ghei, secondo voi mi denuncia per diffamazione?Ma la piantassero con tutti questi falsi moralismi, ce li voglio proprio vedere mentre in parlamento tra di loro si prendono in giro dicendo che la cravatta fa schifo e che porta il parrucchino e che e' un frocio (parlo del transgend, ndr) di cacca, bla bla blaHo 3 figli di cui uno in preadolescenza, abbiamo 3 pc in casa e una marea di console di gioco perche' sono appassionata. Mio figlio e' in rete, ma io (nei limiti del possibile) lo controllo senza invadere la sua privacy.Basta poco che ce vo'.E la piantassero di rompere le balle a youtube e a internet e ai cellulari.Insegnate ai genitori a insegnare ai propri figli i sentimenti e a farli mettere nei panni degli amichetti presi alla berlina, pensassero meno al maglioncino fico e al rossetto e si seguissero i figli e vedrete che tutto andra' meglio.E scusate se ho sparato luoghi comuni eh!
  • Effebi scrive:
    Altra scusa per censurare
    Buongiorno,secondo è il solito pretesto all'italiana per censurare anche le cose che danno fastidio.A mio parere devono essere i genitori a controllare cio' che i loro figli fanno durante le giornate e la scuola dovrebbe educarli anche ad avere un giusto comportamento. Forse si demanda sempre troppo alle leggi e non si pensa che esiste la parola di nome cultura...Saluti FB
    • fox82i scrive:
      Re: Altra scusa per censurare
      In questo caso hanno diffamato un giovane ragazzo... Magari super timido ed incapace a difendersi nella realtà..Se a te capitasse la stessa cosa, quale sarebbe la tua reazione? Andresti dai genitori ?? Intanto il danno è fatto...In questi casi è giusto agire in questo modo, cavolo parliamo di diffamazione e scambio di persona..
      • Effebi scrive:
        Re: Altra scusa per censurare
        Non è che sono contro quello che è stato fatto. Volevo solo chiarificare che non è che vorrei che, presi da un'onda emotiva si incominciasse a legiferare su cose del genere.I mezzi , come dimostra l'articolo, per punire i colpevoli ci sono. Comunque che uno a 19 anni si debba rivolgere ai genitori... ma questo esula dall'informatica.SalutiFB
      • Io blocco il P2P scrive:
        Re: Altra scusa per censurare
        - Scritto da: fox82i
        In questo caso hanno diffamato un giovane
        ragazzo...

        Magari super timido ed incapace a difendersi
        nella
        realtà..
        Quindi un encefalitico, che magari un giorno sarà poliziotto e ti dovrà difendere ma avrà paura anche di scrivere il proprio nome.
        • fox82i scrive:
          Re: Altra scusa per censurare
          non servono questi discorsi...Ognuno ha il tempo di maturazione proprio, come i frutti.Se poi tu ti ritieni una persona già super matura, beh tanto di cappello! Sei un caso raroMagari questo ragazzo in futuro sarà un uomo d'affari importante, creerà ricchezza e nuovi posti di lavoro..Tutto è possibile
        • ba1782 scrive:
          Re: Altra scusa per censurare
          - Scritto da: Io blocco il P2P
          - Scritto da: fox82i

          In questo caso hanno diffamato un giovane

          ragazzo...



          Magari super timido ed incapace a difendersi

          nella

          realtà..



          Quindi un encefalitico, che magari un giorno sarà
          poliziotto e ti dovrà difendere ma avrà paura
          anche di scrivere il proprio
          nome.Beh anche dire cose del genere è da encefalitici... ed anche dirlo da dietro un monitor a centinaia di km di distanza lo è :P
    • Candido scrive:
      Re: Altra scusa per censurare

      Forse si demanda sempre troppo alle leggi e non
      si pensa che esiste la parola di nome
      cultura...La tua cultura ti permette di aprire un blog a nome di un altro, sfotterlo, diffamarlo, insultarlo, pubblicare il suo numero di telefono, diffondere notizie false sulla sua vita sessuale, affermare di avere problemi di alcol, di droga, senza che egli possa reagire in alcun modo, senza che possa difendersi?E' questa la tua idea di cultura?
      • Effebi scrive:
        Re: Altra scusa per censurare
        Scusami Candido,ma io ho difeso i malfattori? Hai letto bene il mio messaggio? Io sinceramente non sono qui per litigare, ma per fare critiche costruttive...SalutiFB
        • Italiano scrive:
          Re: Altra scusa per censurare
          Se per te è costruttivo parlare di censura a fondo di un articolo che invece tratta di un caso evidente di diffamazione...
    • L_eon scrive:
      Re: Altra scusa per censurare
      CiaoVedi,il problema è che "DOVREBBERO ESISTERE " i genitori, ma così non è, dato che a loro volta coloro che ora genitori sono, genitori non ne hanno avuti, nel senso specifico del termine, ma solo persone che li hanno fatti nascere,crescere e STOP, dediti unicamente alla loro gratificazione ma... infischiandosene dei veri ruoli del Genitore con la " G " maiuscola, quale quelli ad esempio dell'educatore, dell'amico, del compagno di giochi, del confidente...e avanti così, a seconda delle età, delle situazioni, dei momenti ed anche e sopratutto dei tipi di figlio. Hai ragione quando dici che si demanda, è più comodo, facile ed indolore e molto...molto meno faticoso. Per fare un figlio nel senso stretto del termine bastano 10 minuti, ma una vita non è sufficiente per poterlo crescere.Buon Anno a te e tutti voi- Scritto da: Effebi
      Buongiorno,

      secondo è il solito pretesto all'italiana per
      censurare anche le cose che danno
      fastidio.
      A mio parere devono essere i genitori a
      controllare cio' che i loro figli fanno durante
      le giornate e la scuola dovrebbe educarli anche
      ad avere un giusto comportamento.

      Forse si demanda sempre troppo alle leggi e non
      si pensa che esiste la parola di nome
      cultura...

      Saluti

      FB
    • Effebi scrive:
      Re: Altra scusa per censurare
      Ciao a tutti,come volevasi dimostrare, agli articoli seguono le leggi per reprimere tutto quello che puo' danneggiare il sistema. Non importa come, dove. L'importante e' legiferare su cose che dovrebbero riguardare i genitori, ma che nessun genitore si sogna mai di fare.Se potete firmate sta petizione prego...http://www.multiplayer.it/petizione/index.phpFB
  • dayka scrive:
    aggiungerei in oltre che..
    in ogni caso fosse stato uno scherzo .. avrebbero potuto fargli notare questa cosa per vedere quale fosse la sua reazione ma invece sono andati avanti per tanto tempo con le diffamazioni percio' non era uno scherzo ma una cosa ben mirata per fare danno .. mi auguro che aloro facciano pagare il danno morale a quel ragazzo in danaro non con una semplice denuncia perchè alcuni ragazzi se ne fanno un vanto delle denuncie non capendo ancora che danno possono provocare specie quando sei grande o per lavoro o per finanziamenti insomma le denunce le possono capire slo persone che sono adulte io a loro farei pagare la cos a con i quattrini costrigendoli alavorare per pagare il danno.. solo cosi possono capire di essere stati puniti.. e in oltre con il lavoro non possono far altro che maturare il cervello ... male non fa sicuramente a loro...
    • fox82i scrive:
      Re: aggiungerei in oltre che..
      magari al lavoro devono indossare una maglietta con scritto: "Mi pento per aver diffamato un mio coetaneo..."Ti quoto in pieno!!!Ps.: esistono le punteggiature...
  • dayka scrive:
    risposta
    non incide solo ed esclusivamente sullo sviluppo di un bambino ma anche allo sviluppo mentale di un essere umano ed io me ne sto rendendo conto perchè mi accorgo che sto sempre di piu' al pc e faccio molto meno le cose che dovrei fare che sono piu' importanti.. diventa come una malattia.. quanto a quelli ben gli sta mi dispiace moltissimo per quel ragazzo che deve aver avuto una vergogna atroce leggendo quello che scrivevano di lui e oi come se fosse lui a scriverlo... certo non devono essere stati dei bei giorni mi auguro che ripano tutto il danno morale facendogli spillare dei soldi cosi capiscono che hanno sbagliato sul serio.. perchè se lasci aloro solo una denuncia è capace che non riescano a capire il danno che hanno fatto .. non importa se lo capiranno quando saranno grandi.. perche poi certe cose le capisci di piu essendo piu' maturo.. ma chiedendo un danno in quattrini sarebbero costretti a lavorare per pagare... e capirebbero molto piu in fretta e ora... questo e quanto!!
    • H5N1 scrive:
      Re: risposta
      "Quando saranno grandi"?Ca**o, hanno 19 anni!Ricordo le stro***ate di quando avevo 19 anni e capivo benissimo che erano stro***ate!Se non sono cresciuti finora non cresceranno mai.Hanno utilizzato uno struento (Internet) nè buono nè malvagio per fini meschini, illeciti, immorali e offensivi.Uno strumento non è mai buono nè cattivo. E' la solita storia del coltello che taglia il pane, ma uccide le persone.E finiamola con la demonizzazione dello strumento!E anche con la giustificazione dei giovani...Ognuno ha le proprie responsabilità. Il fatto che non se ne renda conto non lo esenta, ma ne aggrava la posizione... ed è giusto così!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 gennaio 2008 13.24-----------------------------------------------------------
  • LockOne scrive:
    Questi sono difendibili? No
    Onestamente questi dementi sono indifendibili; qui non c'entra la liberta', non si tratta di garantire la liberta' di comportarsi da imbecilli.
    • m c scrive:
      Re: Questi sono difendibili? No

      Onestamente questi dementi sono indifendibili;
      qui non c'entra la liberta', non si tratta di
      garantire la liberta' di comportarsi da
      imbecilli.Ma se avessero usato software per garantire l'anonimato, si sarebbero scoperti i responsabili?Secondo me questo dimostra che la privacy va difesa con ogni mezzo, ma che l'aonimato in rete sia dannoso.
      • shevathas scrive:
        Re: Questi sono difendibili? No

        Ma se avessero usato software per garantire
        l'anonimato, si sarebbero scoperti i
        responsabili?
        forse no, ma il blog in ogni caso sarebbe stato oscurato prontamente.
        Secondo me questo dimostra che la privacy va
        difesa con ogni mezzo, ma che l'aonimato in rete
        sia
        dannoso.Perchè ? perchè potrebbe consentire anche di fare, impunementente, scherzi idioti di questo tipo ?Imho bisogna valutare attentamente costi benefici, e personalmente preferisco l'anonimato anche con il rischio che accadano simili idiozie al non avere nessun anonimato.
      • H5N1 scrive:
        Re: Questi sono difendibili? No
        Autoregolamentazione non è una parola e basta.Per aprire un blog è spesso necessario fornire dei dati.I dati possono anche essere falsi e gli utenti utilizzare degli anonimizzatori, ma c'è una parte della rete che lavora "underground" che ha un'etica diversa: garantisce l'anonimato, privilegia la privacy ed il diritto alla diffusione delle idee, ma combatte e ostacola l'abuso.Un criminale non denuncerebbe mai la sua vittima. Chi agisce in mala fede deve guardarsi le spalle perchè il suo anonimato non è sicuro al 100% e se a qualcuno girano le p***e potrebbe essere smascherato comunque...Se violassi la privacy di qualcuno che commette un reato penale grave pensate davvero che questi mi denuncerebbe?
        • Disgraziato scrive:
          Re: Questi sono difendibili? No

          Se violassi la privacy di qualcuno che commette
          un reato penale grave pensate davvero che questi
          mi
          denuncerebbe?Considerando che siamo in Italia, sì
          • Anonimo scrive:
            Re: Questi sono difendibili? No
            - Scritto da: Disgraziato

            Se violassi la privacy di qualcuno che commette

            un reato penale grave pensate davvero che questi

            mi

            denuncerebbe?

            Considerando che siamo in Italia, sìE vincerebbe pure!Mentre per il suo reato, tra indulto, salotti di Bruno Vespa, avvocati Taormina e ministri Mastella, come minimo diventa sottosegretario nella prossima legislatura.Siamo in Italia.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Questi sono difendibili? No
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Disgraziato


            Se violassi la privacy di qualcuno che
            commette


            un reato penale grave pensate davvero che
            questi


            mi


            denuncerebbe?



            Considerando che siamo in Italia, sì

            E vincerebbe pure!

            Mentre per il suo reato, tra indulto, salotti di
            Bruno Vespa, avvocati Taormina e ministri
            Mastella, come minimo diventa sottosegretario
            nella prossima
            legislatura.

            Siamo in Italia.Questo è il tipo di discorsi che rende così refrattario un Paese al rispetto delle leggi.Se tu commetti un reato perché prima l'hai subito non sei innocente ma colpevole. E ti meriti denuncia e condanna, a parità di reato, probabilmente superiore.
      • battagliacom scrive:
        Re: Questi sono difendibili? No
        cioè, dico io: secondo te queglistronzi sarebbero stati capaci di usare mezzi per l'anonimato? Ma secondo me bastava poco che non mettessero anche il loro di cellulare!!!Secondo me loro non sapevano nemmeno che esistevano servizi del genere!!!Che pirloni...
    • Abbie scrive:
      Re: Questi sono difendibili? No
      - Scritto da: LockOne
      Onestamente questi dementi sono indifendibili;
      qui non c'entra la liberta', non si tratta di
      garantire la liberta' di comportarsi da
      imbecilli.la libertà di comportarsi da imbecilli deve essere garantita, fintantoché non si scontra con la libertà dell'altro ragazzo di non essere diffamato.questo mi pare più corretto.
      • piesio scrive:
        Re: Questi sono difendibili? No
        quindi secondo te uno deve avere la libertà di ammazzare una persona, se accetta di scontare la pena che ne consegue?
        • rotfl scrive:
          Re: Questi sono difendibili? No
          - Scritto da: piesio
          quindi secondo te uno deve avere la libertà di
          ammazzare una persona, se accetta di scontare la
          pena che ne
          consegue?Complimenti, non hai capito niente. :(
        • www.aleksfa lcone.org scrive:
          Re: Questi sono difendibili? No
          - Scritto da: piesio
          quindi secondo te uno deve avere la libertà di
          ammazzare una persona, se accetta di scontare la
          pena che ne consegue?Sei un genio. Riparliamone quando avrai imparato a leggere.
  • contenuto ingiurioso scrive:
    Youtube è un letamaio.
    Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un letamaio. E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da solo in rete.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      - Scritto da: contenuto ingiurioso
      Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un
      letamaio.

      E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da
      solo in
      rete.ho sempre navigato da solo, e sono felice che sia sempre stato così. :)
    • rotfl scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      - Scritto da: contenuto ingiurioso
      Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un
      letamaio.

      E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da
      solo in
      reteInfatti un bambino non dovrebbe poter usare Internet da solo, secondo me.
      • Anonymous scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        - Scritto da: rotfl
        - Scritto da: contenuto ingiurioso

        Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un

        letamaio.



        E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da

        solo in

        rete

        Infatti un bambino non dovrebbe poter usare
        Internet da solo, secondo
        me.Internet andrebbe vietato ai minori di 14 anni, altro che. Non è certo un posto per minori.Più che altro, frasi del cavolo come "Internet è un letamaio" sarebbero da condannare. Internet non è nient'altro che un riflesso, in alcuni punti, di quello che è il mondo al giorno d'oggi. Correggete il mondo, non Internet.
        • Paolo scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.

          Internet andrebbe vietato ai minori di 14 anni,
          altro che. Non è certo un posto per
          minori.

          Più che altro, frasi del cavolo come "Internet è
          un letamaio" sarebbero da condannare. Internet
          non è nient'altro che un riflesso, in alcuni
          punti, di quello che è il mondo al giorno d'oggi.
          Correggete il mondo, non
          Internet.Esattamente. Internet, youtube, e tutti i siti web 2.0 in cui gli utenti comuni hanno voci in capitolo, sono pieni di monnezza e demenzialità perchè la società è marcia, ignorante ed incivile. Alcune persone, da quello che leggo in giro da anni (forum chat, newsgroup e ovunque c'è gente di ogni tipo), a parte non saper scrivere italiano (caspita, non dico nella forma, ma almeno "ho" con l' "h"), sarebbero da rinchiudere in un manicomiio o da allontanare dalla civiltà.., e non riesco ad immaginare che lavoro facciano o comq possano relazionarsi con gli altri ogni giorno della loro vita; in fondo siamo solo scimmie di cui un 40% è ben istruito, il resto tutti animali :)
          • eullallà scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            beh con questa analisi pressapochista non mi sembra ci si elevi.e, no, io non ho tempo, voglia e anche capacità analitica di fare meglio. Ma non mi scaglio con chi, come me, non è all'altezza della capacità critica di un sociologo.
          • H5N1 scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            Fare di tutta l'erba un fascio è un errore più grande ancora.Conosco Internet da quando è nata e posso dire che non è un letamaio nè un ricettacolo di male e depravazione.E' lo specchio virtuale di una società reale.Il Web 2.0 è tanto immondizia quanto lo è il mondo reale.Forse il web 2.0 esiste ante-litteram da quando esistono i forum.Chiunque poteva iscriversi ad un forum, ma finchè non è diventato un fenomeno di massa erano solo "punti di incontro" per persone che avevano qualcosa in comune. E basta.Ho spesso a che fare con gentaglia che invia messaggi "privati" a titolo di "contatto a fini sessuali" e la cosa mi disgusta ancor più quando il "fighetto" di turno neanche guarda il profilo della "tipa" e non si accorge nemmeno che sta tentando di "adescare" un minore.E' reato? Sì.Fa schifo? Sì.Lo aborrisco? Sì.Ma da qui a dire che è TUTTO uno schifo ce ne passa.Mettiamoci una mano sulla coscenza: molti siti "web 2.0" danno la possibilità agli utenti di denunciare contenuto inopportuno; quanti di noi lo fanno? Quanti restano solo a guardare per poi sputare sentenze?
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            - Scritto da: Paolo
            da quello che leggo in giro da anni (forum chat,
            newsgroup e ovunque c'è gente di ogni tipo)Insomma ti fa schifo ma continui a frequentare gli stassi posti...Cosa cerchi, esattamente?
            a parte non saper scrivere italiano Hai controllato bene la tua prosa?
            sarebbero da rinchiudere
            in un manicomiio o da allontanare dalla
            civiltà..
            e non riesco ad immaginare che lavoro
            facciano o comq possano relazionarsi con gli
            altri ogni giorno della loro vita; Sul serio: cosa frequenti in rete? Ho diversi blog da anni ma tutto questo è apparso solo come rara eccezione.
        • rotfl scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          - Scritto da: Anonymous
          Internet andrebbe vietato ai minori di 14 anni,
          altro che. Non è certo un posto per
          minoriSe pensi che molti lasciano il computer connesso a Internet in mano a bambini e ragazzini, con pure la possibilita' di installare quello che vogliono... se non e' un comportamento irresponsabile quello... Altro che lamentarsi di "Internet", si prendano le loro responsabilita' e curino i propri figli.
        • Tsukishiro Yukito scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          - Scritto da: Anonymous
          - Scritto da: rotfl

          - Scritto da: contenuto ingiurioso


          Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un


          letamaio.





          E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da


          solo in


          rete



          Infatti un bambino non dovrebbe poter usare

          Internet da solo, secondo

          me.

          Internet andrebbe vietato ai minori di 14 anni,
          altro che. Non è certo un posto per
          minori.Vietare internet ai minori di 14 anni?... e poi ci chiediamo perché l'Italia è in declinio, fatta da tecnoanalfabeti o semplici analfabeti.Che miseria. Che popolo chiuso, pauroso, misero, incattivito, e per di più fiero della propria ristrettezza mentale e della propria arretratezza.
        • contenuto ingiurioso scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          - Scritto da: Anonymous
          Più che altro, frasi del cavolo come "Internet è
          un letamaio" sarebbero da condannare.Cos'è? Hai un computer che non visualizza le parole fra parentesi?
          Internet
          non è nient'altro che un riflesso, in alcuni
          punti, di quello che è il mondo al giorno d'oggi.
          Correggete il mondo, non
          Internet.E qui posso essere d'accordo, anche se magari le due cose si influenzano a vicenda.
        • Sgabbio scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          Meglio dire bambini, non minori.
        • L_eon scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          Sacrosanto... !- Scritto da: Anonymous
          - Scritto da: rotfl

          - Scritto da: contenuto ingiurioso


          Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un


          letamaio.





          E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da


          solo in


          rete



          Infatti un bambino non dovrebbe poter usare

          Internet da solo, secondo

          me.

          Internet andrebbe vietato ai minori di 14 anni,
          altro che. Non è certo un posto per
          minori.

          Più che altro, frasi del cavolo come "Internet è
          un letamaio" sarebbero da condannare. Internet
          non è nient'altro che un riflesso, in alcuni
          punti, di quello che è il mondo al giorno d'oggi.
          Correggete il mondo, non
          Internet.
    • Shinobi scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      Internet è come una grande metropoli. Lasceresti mai tuo figlio andare in giro per New York da solo?
      • asidfo scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        - Scritto da: Shinobi
        Internet è come una grande metropoli. Lasceresti
        mai tuo figlio andare in giro per New York da
        solo?Dipende dall'età, ma essere iperprotettivi è ancora peggio.
        • LockOne scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          vediamo di non dire cazzate; se hai un bambino di 10 anni, lasciarlo da solo per strada e' gia' un rischio.
        • sdsd scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          - Scritto da: asidfo
          - Scritto da: Shinobi

          Internet è come una grande metropoli. Lasceresti

          mai tuo figlio andare in giro per New York da

          solo?

          Dipende dall'età, ma essere iperprotettivi è
          ancora
          peggio.Si, dipende dal'età?Io ho due figli, 7 e 14 anni.Hanno ognuno il loro pc,quello di 7 anni ovviamente non ha l'accesso a internet e ha solo dei gichini e programmini didattici e qualche cartone animato.Quello di 14 naviga, ma ha un antivirus con controllo parentale che fa abbastanza bene il suo lavoro.Sta cominciando a martellarmi per toglierlo, visto che a volte gli blocca siti dove effettivamente non c'è niente di che (e non mi riferisco solo al sesso, quello se vogliamo è il male minore rispetto a quello che si trov in giro).Mi dice che i suoi amici navigano liberi, che lui è grande, etc etc, ma dal mio punto di vista per il momento non se ne parla.Certo, poi va dagli amici e fanno quello che vogliono, ma questo lo metto in conto.Rimango perplesso sul fatto che sono veramente pochi i genitori che si preoccupano di attivare sistemi di controllo o di seguire i figli nelle loro attività in rete, con la scusa che loro non ci capiscono niente e così via.Lo ripeto sempre: le prime responsabilità nei confronti dei figli devono nascere nelle famiglie, non possono e non devono essere delegate a terzi.Internet non è un posto per tutti, esattamente alla stessa stregua di girare per la stazione alle 2 di notte.Permettere di fare quello che vogliono ai propri figli non è libertarismo, è irresponsabilità!Saluti.
          • BestFuture scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            Quoto in toto- Scritto da: sdsd
            - Scritto da: asidfo

            - Scritto da: Shinobi


            Internet è come una grande metropoli.
            Lasceresti


            mai tuo figlio andare in giro per New York da


            solo?



            Dipende dall'età, ma essere iperprotettivi è

            ancora

            peggio.
            Si, dipende dal'età?
            Io ho due figli, 7 e 14 anni.
            Hanno ognuno il loro pc,quello di 7 anni
            ovviamente non ha l'accesso a internet e ha solo
            dei gichini e programmini didattici e qualche
            cartone
            animato.
            Quello di 14 naviga, ma ha un antivirus con
            controllo parentale che fa abbastanza bene il suo
            lavoro.
            Sta cominciando a martellarmi per toglierlo,
            visto che a volte gli blocca siti dove
            effettivamente non c'è niente di che (e non mi
            riferisco solo al sesso, quello se vogliamo è il
            male minore rispetto a quello che si trov in
            giro).
            Mi dice che i suoi amici navigano liberi, che lui
            è grande, etc etc, ma dal mio punto di vista per
            il momento non se ne
            parla.
            Certo, poi va dagli amici e fanno quello che
            vogliono, ma questo lo metto in
            conto.
            Rimango perplesso sul fatto che sono veramente
            pochi i genitori che si preoccupano di attivare
            sistemi di controllo o di seguire i figli nelle
            loro attività in rete, con la scusa che loro non
            ci capiscono niente e così
            via.
            Lo ripeto sempre: le prime responsabilità nei
            confronti dei figli devono nascere nelle
            famiglie, non possono e non devono essere
            delegate a
            terzi.
            Internet non è un posto per tutti, esattamente
            alla stessa stregua di girare per la stazione
            alle 2 di
            notte.
            Permettere di fare quello che vogliono ai propri
            figli non è libertarismo, è
            irresponsabilità!
            Saluti.
          • Sgabbio scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            bhe, che software usi per curiosità ? No perchè ci sono molti software che fanno questo controllo per i bambini che hanno più falsi positivi che altro.
          • sdsd scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            f-secure
          • golf-ball scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            non sono d'accordo,io non ho figli,ma fin da piccolo ho sempre avuto il pc e sono stato sempre liberissimo di usarlo come volevo..paragoni di internet con metropoli ecc mi sembrano davvero delle grosse cazzate.non vedo perchè limitare la conoscenza dei propri figli a 14 io mi divertivo a inviare trojan a utonti trovati nelle chat di winmx (la gran parte della gente non utilizzava antivirus) spacciandomi per una ragazza. dopo ovviamente si trovano pornazzi (che a mio parere non è male,dato che all'epoca guardavo colpo grosso,sarebbe stato molto meglio avere del porno fatto bene),forse potrebbero impressionarsi con delle immagini tipo rotten però..boh..non credo ci sia niente di particolarmente pericoloso. io cmq sono cresciuto bene e senza problemi,adesso sono uno studente di ingegneria e i miei figli saranno liberi di navigare,gli farò un account come amministratore nel loro pc dove potranno imparare e fare quello che vogliono.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            - Scritto da: golf-ball
            non sono d'accordo,io non ho figli,ma fin da
            piccolo ho sempre avuto il pc e sono stato sempre
            liberissimo di usarlo come volevo..paragoni di
            internet con metropoli ecc mi sembrano davvero
            delle grosse cazzate.non vedo perchè limitare la
            conoscenza dei propri figli a 14 io mi divertivo
            a inviare trojan a utonti trovati nelle chat di
            winmx (la gran parte della gente non utilizzava
            antivirus) spacciandomi per una ragazza....quindi hai 16/17 anni...la penserai molto diversamente un domani...
            dopo
            ovviamente si trovano pornazzi (che a mio parere
            non è male,dato che all'epoca guardavo colpo
            grosso,sarebbe stato molto meglio avere del porno
            fatto bene),mmmm, colpo grosso...Colpo grosso non lo trasmettono più dal 95!a meno che tu non lo vedessi su delle emittenti locali , è *impossibile* che tu usassi winmx e guardassi colpo grosso nello stesso periodo temporale......sento puzza di troll/pinocchio...
            forse potrebbero impressionarsi con
            delle immagini tipo rotten però..boh..non credo
            ci sia niente di particolarmente pericoloso. io
            cmq sono cresciuto bene e senza problemi,adesso
            sono uno studente di ingegneria e i miei figli
            saranno liberi di navigare,gli farò un account
            come amministratore nel loro pc dove potranno
            imparare e fare quello che
            vogliono.quando la polpost "busserà" alle 4 di mattina, cambierai rapidamente idea.oppure cambierai rapidamente idea quando ti troverai le macchine e la rete domestica infestati di schifezze...auguri, i tuoi figli cresceranno allegri e spensierati, ma tu suderai per loro :)
          • golf-ball scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            come faccio ad avere 16 anni?non mi risulta sia solo da 2 anni che la gente usa firewall e antivirus,cmq per cronaca sono dell'86.colpo grosso lo guargavo su antenna 3 mi pare o su qualche altra rete marcia,erano tutte repliche ovviamente,e facevano anche supersexyblob.non capisco cosa c'entra la polizia postale con il non mettere paletti ai propri figli.il pc e la rete nn si infestano di "schifezze" dato che lavoreranno su os non windows..per iniziare gli darò una suse,tipo. per i giochi c'è wine,cedega ecc.non sono un troll/pinocchio e non è *impossibile* quello che ho scritto.stay happy e pensa positivo.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            - Scritto da: golf-ball
            come faccio ad avere 16 anni?non mi risulta sia
            solo da 2 anni che la gente usa firewall e
            antivirus,cmq per cronaca sono dell'86.colpo
            grosso lo guargavo su antenna 3 mi pare o su
            qualche altra rete marcia,erano tutte repliche
            ovviamente,e facevano anche
            supersexyblob.ok, ora mi spiego tutto, di colpo grosso vedevi le repliche...(gli originali andarono in onda su Italia 7 ed odeonTV dal'87 al 92)
            non capisco cosa c'entra la polizia postale con
            il non mettere paletti ai propri figli.haem, se i miei genitori mi avessero messo il lucchetto alla borchia telefonica, almeno in un caso, sarebbe stato meglio :$ :$ (anonimo)
            il pc e la
            rete nn si infestano di "schifezze" dato che
            lavoreranno su os non windows..allora ok.però se allevi ragazzini a pane e *nix quando compiranno 18 avranno già bucato server militari ognidove :) ;)
            per iniziare gli
            darò una suse,tipo. per i giochi c'è wine,cedega
            ecc.
            non sono un troll/pinocchio e non è *impossibile*
            quello che ho
            scritto.
            stay happy e pensa positivo.sorry, age miscalculation...bye bye(amiga)(linux)(apple)
          • golf-ball scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            tra le altre cose come faccio ad avere 16/17 se dopo dico esplicitamente di essere uno studente di ingegneria (terzo anno di ing telecomunicazioni)...mi sa che il buffone qui sei tu.
          • anonimo01 scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            - Scritto da: golf-ball
            tra le altre cose come faccio ad avere 16/17 se
            dopo dico esplicitamente di essere uno studente
            di ingegneria (terzo anno di ing
            telecomunicazioni)ma che ne so, qui dentro è zeppo di trolli che affermano qualsiasi cosa...cmq è stata solo in misunderstanding, leggi l'altro post
            ...mi sa che il buffone qui sei
            tu.per citarti: "stay calm and think positive!" :)
          • sdsd scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            Auguri, di cuore veramente.
          • www.aleksfa lcone.org scrive:
            Re: Youtube è un letamaio.
            - Scritto da: golf-ball
            non sono d'accordo,io non ho figli,ma fin da
            piccolo ho sempre avuto il pc e sono stato sempre
            liberissimo di usarlo come volevo..Anche io, ma il PC di allora non era il PC di adesso. Internet di dieci anni fa era un luogo diverso da quello odierno. Come puoi fare simili paragoni?
      • Sono arrabbiato scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        Il problema è un'altro: riuscirai a tenere lontano tuo figlio da internet quando non ci sei?
      • H5N1 scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        Qui si parla di ragazzi di 19 anni!Pienamente consapevoli di cosa stavano facendo.E pienamente responsabili sia civilmente che penalmente.Non sono ragazzini lasciati allo sbando.Ma forse lo sono stati...
        • BestFuture scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          Esatto: lo sono stati! se educhi tuo figlio dal principio con sani valori e un pò di controllo (che non fa che bene), vedi che sicuramente farà meno stron**ate di quante ne faranno i suoi coetanei
    • The Lich scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      - Scritto da: contenuto ingiurioso
      Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un
      letamaio.

      E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da
      solo in
      rete.Non vedevi l' ora di contribuire anche tu a quanto vedo.
      • contenuto ingiurioso scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        - Scritto da: The Lich
        Non vedevi l' ora di contribuire anche tu a
        quanto
        vedo.Infatti! E se proprio devo dirla tutta, non immaginavo che due righe postate alla caXXo potessero scatenare un tale putiferio. :p
    • Abbie scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      - Scritto da: contenuto ingiurioso
      Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un
      letamaio.infatti troviamo gente che spara cagate come questaio su youtube ho trovato solo cose splendide: si vede che tra le mie stesse ricerche e le segnalazioni dei miei amici non esiste la possibilità di incorrere, neanche per sbaglio, in qualcosa di sbagliato.come mai?le uniche cose squallide e tristi che ho trovato sono apparse digitando nomi di alcuni paeselli.
      E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da
      solo in
      rete.con questa ti riscatti però.
    • Paolino scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      - Scritto da: contenuto ingiurioso
      Ma a dire il vero tutto internet è (anche) un
      letamaio.E questo e' uno dei contributi che lo rendono tale! :-D
      E' da pazzi lasciare che un bambino navighi da
      solo in
      rete.Puo' darsi.Ma generalizzazioni come la tua sono delle vere dimostrazioni di scarsa conoscenza di quello di cui parli.
      • contenuto ingiurioso scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        - Scritto da: Paolino
        Puo' darsi.
        Ma generalizzazioni come la tua sono delle vere
        dimostrazioni di scarsa conoscenza di quello di
        cui
        parli.Ma Paolinooooo!! Ma cosa scrivi! C'hai voglia di fare il polemico, neh? Oh, fortuna che c'ho scritto "anche" !!
    • battagliacom scrive:
      Re: Youtube è un letamaio.
      dipende il bambino che razza di bambino è...se è uno che èsempre andato a scuola bene e non ha mai dato prblemi..allora che malefa navigare da solo?Se, invece, è un deficiente che non capisce un corno della scuola e non ha dato problemi disturbando gli altri in continuazione, dovrebbe navigare con un keylogger installato!
      • sdsd scrive:
        Re: Youtube è un letamaio.
        - Scritto da: battagliacom
        dipende il bambino che razza di bambino è...
        se è uno che èsempre andato a scuola bene e non
        ha mai dato prblemi..allora che malefa navigare
        da
        solo?
        Se, invece, è un deficiente che non capisce un
        corno della scuola e non ha dato problemi
        disturbando gli altri in continuazione, dovrebbe
        navigare con un keylogger
        installato!Mi dici cosa c'entra andare bene a scuola con il navigare da solo???Allora un bimbo ha bei voti e tu gli metti tutto il contenuto di internet a disposizione???Ma ragioni quando scrivi o semplicemente non hai figli?
        • battagliacom scrive:
          Re: Youtube è un letamaio.
          scusa,ma non ho figli :)e forse non sono nessuno per scriticare e fare commenti ma da "non padre" ho voluto scegliere dicommentare dal mio punto di vista.cmq credo di essermi espresso male,si dovrebbe dare lapossibilità di navigafre su internet soloai ragazzi che dal carattere si puo sapere che non faranno niente di male e poi non credo che ci siano veramente genitori che siano sempre dietro lo schermo quando il figlio navigasu internet...perchè lavera la libertà di fare cio che si vuolea ragazzi che hanno sempre studiato e si sono fatti un culo cosi per meritarsi certo cose? In questo mdo chi si comporta male (l'andare bene/male a scuola era solo un esempio)gli dovrebbeo essere negate certe cose(in questo caso navigare su internet).La scuola era solo un esempio se un ragazzo si è sempre comportato male nei confronti degli altri, picchia in continuazione i suoi coetanei, credi che i genotori lo lascerebbero navigare su internet?
Chiudi i commenti