Con un blitz sequestrato un milione di CD

Con un blitz sequestrato un milione di CD

Il tesoro dei pirati era in Lussemburgo dove la polizia ha individuato quantità enormi di CD e impianti. Un network riforniva l'Europa e il mondo. Soddisfatti i discografici
Il tesoro dei pirati era in Lussemburgo dove la polizia ha individuato quantità enormi di CD e impianti. Un network riforniva l'Europa e il mondo. Soddisfatti i discografici


Lussemburgo – Non ci sono precedenti in Europa per dimensioni del sequestro e ampiezza della rete di pirateria all'operazione condotta in questi giorni dalla polizia lussemburghese, un'operazione che ha portato alla luce i magazzini e gli impianti di quello che si ritiene un network dedito alla copiatura e distribuzione illegale di CD musicali.

Con l'assistenza tecnica di esperti delle major della discografica, la polizia del Lussemburgo ha infatti messo a segno un sequestro da un milione di CD conservati all'interno di due magazzini nel territorio lussemburghese dove si trovavano anche gli impianti di duplicazione illegale.

Secondo le autorità, il valore complessivo dei prodotti bloccati supera sul mercato legale i 10 milioni di euro, grazie anche al fatto che i titoli oggetto della copiatura di massa sono di grande richiamo. Si tratta di musiche di band celeberrime, dai Beatles agli U2, dai Guns'N'Roses ai Pink Floyd e via dicendo.

Gli inquirenti ritengono che l'organizzazione serviva non solo il mercato nero europeo ma anche altri mercati internazionali. Nel corso dell'operazione è stato arrestato un unico individuo, olandese, al momento a piede libero in attesa di successive indagini.

La polizia lussemburghese, infatti, ha fatto sapere che l'indagine che ha portato al blitz, di cui si è stata data notizia soltanto ora ma che è stato effettuato lo scorso 20 novembre, è ancora in fase iniziale e che vi sono ancora molti aspetti da chiarire.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

01 12 2002
Link copiato negli appunti