Condannato, intercettava i dipendenti

Accadeva in Sonera


Roma – Ha compiuto numerose intercettazioni telefoniche sulle chiamate dei dipendenti per cercare di scovare la talpa che tra il 2000 e il 2001 aveva fatto avere notizie riservate alla stampa. Ora l’ex amministratore delegato dell’operatore TLC finlandese Sonera, Kaj-Erik Relander, è stato condannato.

Un tribunale lo ha infatti riconosciuto colpevole insieme ad altri dirigenti di aver violato il segreto nelle comunicazioni: per lui sei mesi di carcere, con sospensiva della pena e per gli altri sanzioni meno pesanti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti