Conficker blocca la polizia di Manchester

Il noto worm si sarebbe insinuato attraverso una chiavetta USB infetta. Le forze dell'ordine della città rimarranno disconnesse fino a quando non sarà ristabilita la normalità

Roma – Alcuni PC tra gli oltre 15 milioni di PC infettati da Conficker, malware che aveva fatto parlare di sé durante il 2009, sono stati individuati negli uffici del comando generale della polizia di Manchester, in Gran Bretagna.

Per almeno tre giorni i tutori della legge di Manchester saranno costretti a disconnettersi dalla rete nazionale della polizia britannica , demandando alcuni compiti di controllo ai distretti limitrofi: “Un team di esperti sta lavorando per rimuovere il virus – ha dichiarato il vice comandante Dave Thompson – non si riconnetteranno finché non saremo sicuri che non ci siano ulteriori pericoli”.

Secondo alcuni Conficker potrebbe essere giunto nei sistemi della polizia di Manchester attraverso una memory-stick infetta proveniente da un PC già compromesso dal noto malware. La scoperta sarebbe avvenuta scorso 29 gennaio ma solo successivamente fonti ufficiali della polizia hanno confermato l’episodio.

Nel fornire ulteriori rassicurazioni, soprattutto per i residenti dell’area metropolitana di Manchester, Thompson ha tenuto a sottolineare che nessun tipo di informazione è stata in qualche modo estorta dal database della polizia. “Abbiamo messo in atto delle procedure per assicurare che questo problema non ci impedisca di servire la comunità” ha concluso.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessio scrive:
    Hanno tolto l'obbligo di rettifica
    Ma il decreto resta una mer.a lo stesso04-02-2010 16:52Tv: decreto, si' da commissioni del Senato e della Camera(ANSA) - ROMA, 4 FEB -Si' delle commissioni delle Camere, con delle osservazioni, al decreto legislativo che recepisce la nuova direttiva Ue su tv e web. Il viceministro Paolo Romani si impegna a tener conto dei pareri formulati dalle commissioni e a ricercare una compatibilita' tra le novita' da introdurre. Una volta messo a punto il testo definitivo, il decreto dovra' tornare in Consiglio dei ministri per il via libera definitivo, forse gia' la prossima settimana. Il viceministro si dice anche soddisfatto per il fatto che si sia riattivato il meccanismo di collaborazione con l'Autorita' per le garanzie nelle Comunicazioni. Tra i punti piu' discussi del decreto c'e' l'autorizzazione generale per i nuovi siti Web. Nell'osservazione della commissione del Senato, spiega il relatore Alessio Butti, si stabilisce che il parere va richiesto all'autorita' e aggiunge che la verifica dell'Agcom avviene dopo che il sito ha avviato la sua attivita'. Infine viene tolto l'obbligo di rettifica per il Web.ANSA
  • Franky scrive:
    Ed intanto il corriere attacca la rete..
    Ed intanto il fronte della disinformazione classica attacca internet....Sul fatto che i giornali e la tv dipingano un mondo tetro piene di pazzi omicidi non c'e' dubbio...e che possano portare qualche loro lettore/ascolatore alla depressione non c'e' alcun dubbio....ma leggete cosa si permettono di scrivere....:http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/10_febbraio_03/internet-depressione_9dc0cade-10a7-11df-ab8f-00144f02aabe.shtml leggete pero' il commento dei lettori...(finalmente qualcosa si muove...contro queste vergognose stupidagini....)Ricordo ai lettori di Punto-informatico che da questo giornale era partito un analogo attacco contro Google accusato secondo questo giornalaccio di non pagare le tasse in Italia... mi domando perche' il Corriere non paga le tasse in tutte quelle nazioni dove viene letto dagli italiani all'estero...dato che guadagna anche grazie ai lettori che lo leggono dall'estero attraverso internet...(con la pubblicita')e mi domando come mai google debba essere trattato secondo loro come un editore se e' un motore di ricerca...e mi domando perche' le nostre tasse debbano andare nelle tasche di questi giornali che senza l'aiuto statale avrebbero probabilmente gia' chiuso...forse google dovrebbe pagare le tasse per finanziare questi articoli vergognosi di questo giornale e di tutti gli altri come questo ?http://www.corriere.it/economia/10_gennaio_28/mucchetti_4de4be8a-0be8-11df-bc70-00144f02aabe.shtmlInsomma il motto del corriere sembra essere "un articolo al giorno toglie internet di torno"...peccato che i suoi lettori siano totalmente in disaccordo con questo...sara' per questo che non lo leggono piu' come prima?Tuttavia questi giornali non sembrano preoccuparsi di essere in disaccordo con i propri lettori...l'importante e' essere in accordo con i propri editori...sara' perche' il lettore e' forzato a finanziare questi giornali con il pagamento obbligatorio delle tasse allo stato?
  • Carlo scrive:
    se vogliono uniformare le cose ...
    ... invece di equiparare il web alla tv che equiparino la tv al web, e (fra le altre cose) tolgano il canone rai. Chissà perché vogliono sempre equiparare per il verso loro, eh ? ;-)
    • Franky scrive:
      Re: se vogliono uniformare le cose ...
      - Scritto da: Carlo
      ... invece di equiparare il web alla tv che
      equiparino la tv al web, e (fra le altre cose)
      tolgano il canone rai. Chissà perché vogliono
      sempre equiparare per il verso loro, eh ?
      ;-)la loro e' una palese forzatura...al max il web puo' essere considerato la naturale evoluzione del telefono...dato che la comunicazione e' bidirezionale...anzi multidirezionale (dato che puo' comprendere un numero alto di persone che hanno le stesse possibilita' di chi apre una comunicazione...addirittura!!!Ci possono essere infiniti mittenti ed infiniti destinatari che sono anche mittenti) ed il telefono non viene censurato...anche se ci sono indubbiamente delinquenti che lo utilizzano per parlare fra loro...da questo punto di vista internet e' trasparente...quello che scrivo per lo meno lo leggono tutti...e nessun delinquente con un minimo di cervello lo utilizzerebbe per delle comunicazioni private...qui non ci puo' essere diffamazione...poiche' chiunque puo' replicare...e chi conosce internet ed e' una persona onesta...replica...!!! Spesso senza peli sulla lingua...!!!!
  • Silvan scrive:
    Preoccupazioni italiche.
    Penso che per gli italiani, in questi frangenti, sia l'ultima preoccupazione che hanno per la testa.
    • beebox scrive:
      Re: Preoccupazioni italiche.
      - Scritto da: Silvan
      Penso che per gli italiani, in questi frangenti,
      sia l'ultima preoccupazione che hanno per la
      testa.E` per questo che sono sempre e comunque destinati a pigliarselo nel ...Testa e sedere sono attaccate allo stesso corpo (anche se per alcuni le posizioni sono invertite, come ormai troppi decreti, più o meno fallimentari, stanno lì a ricordarci).
      • Silvan scrive:
        Re: Preoccupazioni italiche.
        Caro Beebox vedo che te ne intendi molto di "destini" e "inversioni"; è forse per esperienza diretta? No non te la prendere, è solo una pessima battuta. Momentaneamente sono altre le cose serie per molti italiani che cercano una sistemazione economica, e non gliene frega niente di poter scaricare gratis certe cose da internet, essendoci una determinata scala di priorità nelle esigenze umane.
  • DR.House scrive:
    In fondo basta vedere anche Youtube
    Aprendo la mia homepage leggo:I video visti in questo momento- Vittorio Sgarbi vs Barbara D'Urso- Uomini e Donne - 01/02/10 - Parte 1- Grande Fratello Puntata 10- GF 10 Giorno 99 Part 26 A volte ritornanoMi sembra una bella fotografia di cosa viene guardato in TV e di riflesso cercato poi su YTCe le meritiamo queste leggi.
    • Franky scrive:
      Re: In fondo basta vedere anche Youtube
      - Scritto da: DR.House
      Aprendo la mia homepage leggo:

      I video visti in questo momento
      - Vittorio Sgarbi vs Barbara D'Urso
      - Uomini e Donne - 01/02/10 - Parte 1
      - Grande Fratello Puntata 10
      - GF 10 Giorno 99 Part 26 A volte ritornano

      Mi sembra una bella fotografia di cosa viene
      guardato in TV e di riflesso cercato poi su
      YT

      Ce le meritiamo queste leggi.Io per non vedere suggeriti quei video penosi su youtube... seleziono sembre "worldwide"...mai "Italy"....almeno vengono suggeriti video interessanti...quelle stupidagini bastano ed avanzano in tv....!!!!Cmq hai ragione... una persona intelligente non posterebbe mai queste cose su youtube... forse per questo i censori... approfittano...di questa ignoranza....
      • unaDuraLezione scrive:
        Re: In fondo basta vedere anche Youtube
        contenuto non disponibile
        • Sgabbio scrive:
          Re: In fondo basta vedere anche Youtube
          E' vero, molto triste vedere le porcherie mediaset in primo piano, anche se Mai dire grande fratello me lo guardo per passare una mezz'ora d'allegria.
        • Franky scrive:
          Re: In fondo basta vedere anche Youtube
          - Scritto da: unaDuraLezione
          - Scritto da: Franky


          Io per non vedere suggeriti quei video penosi su

          youtube... seleziono sembre "worldwide"...

          io faccio lo stesso ed ho anche l'account, quindi
          ho l'home page personalizzata senza XXXXXXXte
          italiane.
          Peccato che ogni tot giorni, youtube cerchi di
          convincermi ad usare la vista
          'italiana'.A me lo fa solo quando cancello la cache del browser....forse hai impostato la cancellazione automatica della cache dopo tot giorni...?


          "Italy"....almeno vengono suggeriti video

          interessanti...

          mah.. tra l'altro mettendo video protetti sulla
          home page italiana Youtube si tira la zappa sul
          piede, perché è davvero poco credibile che l'home
          page standard di un sito di quel valore non sia
          'redatta'...Sembra strano...ma e' quello che si dice....pero' se ci fai caso il sistema basato sul rating e' anche il migliore per far si' che la maggioranza delle persone guardi i video a cui e' interessata la maggioranza dei visitatori...insomma un modo per catturare l'interesse dei propri utenti...anch'io ho l'home page personalizzata...e cambia proprio in virtu' di quello che guardo...se guardo per esempio un video su come prepare le torte...il giorno dopo quando ritorno sul sito nella home page trovo..altri video consigliati su come prepare le torte...dopotutto internet e' anche questo...non imporre all'utente i contenuti..ma suggerirgli le cose verso cui ha dimostrato un certo interesse...Ecco perche' su youtube ci sono le androidi giapponesi (che sembrano quase umane) mentre in tv c'e' solo idiozia...e propaganda...
  • L Arcangelo di Nicola scrive:
    il fronte dei sì
    nel fronte dei sì mi sa che sono rimasti davvero solo i censori e i videoteladri...PS: non cancellatemi il messaggio, grazie :9
  • Massimo Sconvolto scrive:
    Credo che qualcuno dovrebbe indagare!
    Lasciando stare la Costituzione - che già prevede il divieto di ricostituzione del disciolto partito fascista - l'art. 1 della Legge 20 giugno 1952, n. 645 (Legge Scelba) dice testualmente:"Ai fini della XII disposizione transitoria e finale (comma primo) della Costituzione, si ha riorganizzazione del disciolto partito fascista quando una associazione, un movimento o comunque un gruppo di persone non inferiore a cinque persegue finalità antidemocratiche proprie del partito fascista, esaltando, minacciando o usando la violenza quale metodo di lotta politica o propugnando la soppressione delle libertà garantite dalla Costituzione o denigrando la democrazia, le sue istituzioni e i valori della Resistenza, o svolgendo propaganda razzista, ovvero rivolge la sua attività alla esaltazione di esponenti, princìpi, fatti e metodi propri del predetto partito o compie manifestazioni esteriori di carattere fascista. "Credo che se qualcuno volesse indagare sul Decreto Romani forse si ritroverebbe a quanto scritto sopra visto il disposto dell'Art. 15 della Costituzione.
    • casuale scrive:
      Re: Credo che qualcuno dovrebbe indagare!
      Ci sarebbe anche questo:La circonvenzione di incapace (gli italiani).Art.643 del codice penale."Consiste nell'abusare dei bisogni, passioni o dell'inesperienza di persona minore o in stato d'infermità o deficienza psichica, al fine di procurare a sé o ad altri un profitto. Completa la fattispecie la circostanza per cui la condotta dell'incapace deve consistere in un atto dannoso per sé o per altri." (Rif.Wikipedia)
      • disconnecte d scrive:
        Re: Credo che qualcuno dovrebbe indagare!
        - Scritto da: casuale
        Ci sarebbe anche questo:
        La circonvenzione di incapace (gli italiani).
        Art.643 del codice penale.
        "Consiste nell'abusare dei bisogni, passioni o
        dell'inesperienza di persona minore o in stato
        d'infermità o deficienza psichica, al fine di
        procurare a sé o ad altri un profitto. Completa
        la fattispecie la circostanza per cui la condotta
        dell'incapace deve consistere in un atto dannoso
        per sé o per altri."
        (Rif.Wikipedia)Rotfl!! :-D
  • anonym ous scrive:
    Re: Analfabetismo informatico

    Mi sembra di sognare!Piu' che un sogno è un incubo...
  • pippuz scrive:
    beh, dai, è un progresso!
    si passa dalle leggi "ad personam" a quelle "ad aziendam", poi già si vedono quelle "ad amicorum amicos".
    • Jorge scrive:
      Re: beh, dai, è un progresso!
      ti mancano le leggi ad cazzum canorum e ad XXXXXXXm..e poi ci siamo
      • pippuz scrive:
        Re: beh, dai, è un progresso!
        - Scritto da: Jorge
        ti mancano le leggi ad cazzum canorum e ad
        XXXXXXXm..e poi ci
        siamole leggi "ad canis penem" non mancherebbero *a me*, ma *allo stato italiano* e quindi al suo popolo. Ma visto che ci sono, non mancano. Vedi oggi.
        • cognome scrive:
          Re: beh, dai, è un progresso!
          In effetti...Bhe, se vogliamo rapportare la nostra situazione con quelle più problematiche che esistono all'estero, possiamo dire che almeno in Iran c'è gente che almeno ha il coraggio di protestare, nonostante ci sia un regime.Qui, tutti tacciono, nonostante ci sia un regime.Non mi vengono in mente altre parole, solo un verso: MOOOOOWWWH[img]http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/cronaca/bue-grasso/bue-grasso/stor_10236093_58490.jpg[/img]
          • Franky scrive:
            Re: beh, dai, è un progresso!
            - Scritto da: cognome
            In effetti...
            Bhe, se vogliamo rapportare la nostra situazione
            con quelle più problematiche che esistono
            all'estero, possiamo dire che almeno in Iran c'è
            gente che almeno ha il coraggio di protestare,
            nonostante ci sia un
            regime.
            Qui, tutti tacciono, nonostante ci sia un regime.

            Non mi vengono in mente altre parole, solo un
            verso:
            MOOOOOWWWH

            [img]http://www.repubblica.it/2007/04/sezioni/cronNon offendere i bovini!!! loro non guardano l'informazione pilotata....e non vanno a votare i censori...!!!
  • anonym ous scrive:
    Per citare Fantozzi
    Per me, il decreto Romani, è una cag**a pazzesca!!
  • Andrea scrive:
    direttiva europea
    nell'articolo viene citata anche una direttiva europea.nello specifico pero', leggendo tale direttiva, si nota che non vengono toccati (o non dovrebbero.. scusate ma di "politichese" ne capisco poco ;-) ) i siti "privati" e di contenuto generato dagli utenti stessi.. quindi cascano nella rete servizi di streaming tipo, chesso', il sito di un telegiornale, ma non youtubecito:"(16) Ai fini della presente direttiva, la definizione di servizi dimedia audiovisivi dovrebbe comprendere solo i servizi dimedia audiovisivi, sia di radiodiffusione televisiva che arichiesta, che sono mezzi di comunicazione di massa,vale a dire destinati ad essere ricevuti da una porzioneconsiderevole del grande pubblico sulla quale potrebberoesercitare un impatto evidente. Il suo ambito di applicazionedovrebbe limitarsi ai servizi definiti dal trattato,inglobando quindi tutte le forme di attività economica,comprese quelle svolte dalle imprese di servizio pubblico,ma non dovrebbe comprendere le attività precipuamentenon economiche e che non sono in concorrenza con laradiodiffusione televisiva, quali i siti internet privati e iservizi consistenti nella fornitura o distribuzione di contenutiaudiovisivi generati da utenti privati a fini di condivisioneo di scambio nellambito di comunità diinteresse"quindi direi che, in europa, la legge e' fatta "bene" (IMHO): vengono regolamentati i siti che fanno dei video il loro "business" e non i siti "privati"almeno.. a quanto ne capisco io ;-)
    • Sgabbio scrive:
      Re: direttiva europea
      Se è come dici, allora hanno stravolto volutamente la direttiva per cercare di mettere "a tacere" certi personaggi che fanno "contro informazione"
    • MarcelloRomani scrive:
      Re: direttiva europea
      Credo che dalla norma citata traspaiano le buone intenzioni del legislatore europeo, però mi sorge un dubbio: se un privato cittadino come Beppe Grillo pubblica regolarmente dei video sul proprio blog, e questo blog è uno dei più trafficati d'Italia, tali video sono da considerare "destinati ad essere ricevuti da una porzione considerevole del grande pubblico sulla quale potrebbero esercitare un impatto evidente" ?.Inoltre dal blog su cui tali video sono pubblicati vengono pubblicizzati prodotti editoriali (ad esempio la versione in DVD dei video stessi), quindi abbiamo pubblicazione con finalità economica ?Il confine tra "video privato" e "video commerciale" o "video destinato ad una porzione considerevole del grande pubblico" è meno definito di quanto si pensi. E soprattutto, può essere varcato da un sito/blog/ecc. in un senso o nell'altro a seconda della maggiore o minore popolarità del sito stesso.Normare i fenomeni legati ad Internet utilizzando categorie mentali di chiara provenienza "old-media" è una strada destinata a fallire. Si produrranno leggi inevitabilemente legate alle caratteristiche della rete in un particolare momento, destinate quindi a divenire obsolete nel momento in cui nuove tecnologie o nuovi modelli di utilizzo sovvertiranno i presupposti da cui le leggi sono state ispirate.
      • Franky scrive:
        Re: direttiva europea
        - Scritto da: MarcelloRomani
        Credo che dalla norma citata traspaiano le buone
        intenzioni del legislatore europeo, però mi sorge
        un dubbio: se un privato cittadino come Beppe
        Grillo pubblica regolarmente dei video sul
        proprio blog, e questo blog è uno dei più
        trafficati d'Italia, tali video sono da
        considerare "destinati ad essere ricevuti da una
        porzione considerevole del grande pubblico sulla
        quale potrebbero esercitare un impatto evidente"
        ?.
        Inoltre dal blog su cui tali video sono
        pubblicati vengono pubblicizzati prodotti
        editoriali (ad esempio la versione in DVD dei
        video stessi), quindi abbiamo pubblicazione con
        finalità economica
        ?

        Il confine tra "video privato" e "video
        commerciale" o "video destinato ad una porzione
        considerevole del grande pubblico" è meno
        definito di quanto si pensi. E soprattutto, può
        essere varcato da un sito/blog/ecc. in un senso o
        nell'altro a seconda della maggiore o minore
        popolarità del sito
        stesso.

        Normare i fenomeni legati ad Internet utilizzando
        categorie mentali di chiara provenienza
        "old-media" è una strada destinata a fallire. Si
        produrranno leggi inevitabilemente legate alle
        caratteristiche della rete in un particolare
        momento, destinate quindi a divenire obsolete nel
        momento in cui nuove tecnologie o nuovi modelli
        di utilizzo sovvertiranno i presupposti da cui le
        leggi sono state
        ispirate.Tutto giusto...eccetto la conclusione finale...mi spiego e' evidente qual'e' l'obiettivo dei censori...:mettere a tacere le voci libere...e poter continuare con l'oligarchia attuale...che vede l'utilizzo dell' "opinione pubblica"(un eufemismo per dire plagio da parte di giornalisti faziosi sui propri lettori)per propagandare le proprie ideologie....Se ci fai caso ormai tutti parlano di "servizio pubblico" anzicche' parlare di "televisione di stato"...un servizio pubblico e' qualcosa a cui tutti possono accedere pagando...ma tu non puoi andare a "Porta a porta" a parlare dei tuoi problemi....!!!quindi la televisione statale controllata dai politici...si chiama "tv di stato" non "servizio pubblico"...prendiamo il termine "classe" politica...questo termine in utilizzo esclusivo in Italia...sta ad indicare una distanza colossale tra il cittadino ed i privilegiati ("classe")...si dovrebbe chiamare "rappresentanza politica" non "classe politica"...tuttavia questo termine e' condiviso dai cittadini...che preferiscono il termine "casta"...Aggiungici l'usanza tutta italiana...di anteporre il titolo onorifico"Onorevole" difronte al nome del politico....(e capirai meglio questa cosa)....prendiamo il bigottismo...il principio del bigottismo portato avanti dai partiti clericali (detti anche "partiti conservatori"-
        UDC,PDL Lega e probabilmente anche il PD) e' che "il sesso debba essere considerato un qualcosa di vergognoso e criminale che degrada l'uomo" non un qualcosa di normale e naturale...una volta che fanno passare questa propaganda...poi e' facile fare le leggi contro la prostituzione...vietare gli spettacoli con le donne che fanno spogliarelli e cosi' via...A loro non interessa far passare una singola legge su internet... a loro interessa che passi il principio che "la rete e' il male assoluto dove tutte le cose piu' brutte sono possibili e come tale deve essere regolamentata"....una volta fatto questo ogni legge pro-censura e' possibile...ecco perche' bisogna evitare di leggere giornali e guardare la tv classica... ed invecere informarsi sui giornali di "citizen Journalism" che si trovano in rete...che sono proprio quelli che distruggono "la propaganda"...( uno fra tutti e' agoravox.it che tra le altre cose riporta al suo interno tutte le leggi che sono state fatte contro internet)....da quanto ho scritto noterete che perfino noi che abbiamo una mentalita' aperta e critica ci facciamo condizionare dalla propaganda...in quanto utilizziamo le stesse parole che usano i mezzi propagandistici per veicolare la propaganda... e notate che le "parole sono importanti")... il bigottismo e' stata in assoluto la propaganda piu' insidiosa di tutta la civilta occidentale....
  • unaDuraLezione scrive:
    Re: Analfabetismo informatico
    contenuto non disponibile
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: Analfabetismo informatico
      - Scritto da: unaDuraLezione
      - Scritto da: evilripper


      Legiferare per censurarlo e rallentarlo con

      controlli sui contenuti (impossibili da

      realizzare e i provider lo sanno) rendera'

      l'italia meno libera e meno democratica...

      In un discorso più generale (lasciando perdere lo
      specifico), anche il limite di velocità non può
      essere controllato contemporaneamente su tutte le
      strade. Eppure in pochi chiedono di
      toglierlo.
      Quando si pensa ad una legge, molto spesso lo si
      fa per 'mandare un
      messaggio'.
      Tant'è che nei primi tempi l'applicazione è
      sempre rigida, per far arrivare 'il messaggio' a
      chi se lo fosse perso (con la collaborazione dei
      giornalisti sempre pronti a mandare in'onda il
      primo mlutato/arrestato per qualche
      cosa).
      In seguito la rigidità si allenta e la legge
      viene usata in casi plateali o in casi isolati
      magari per ragioni personali di chi la può fare
      applicare.Sono d'accordo, il problema è che qui il messaggio non è edificante come il rispetto della sicurezza in strada.Perchè queste leggi bavaglio non servono ad altro che a colpire qualcuno quando da fastidio a certi padroni.
    • ullala scrive:
      Re: Analfabetismo informatico
      - Scritto da: unaDuraLezione
      - Scritto da: evilripper


      Legiferare per censurarlo e rallentarlo con

      controlli sui contenuti (impossibili da

      realizzare e i provider lo sanno) rendera'

      l'italia meno libera e meno democratica...

      In un discorso più generale (lasciando perdere lo
      specifico), anche il limite di velocità non può
      essere controllato contemporaneamente su tutte le
      strade. Eppure in pochi chiedono di
      toglierlo.
      Quando si pensa ad una legge, molto spesso lo si
      fa per 'mandare un
      messaggio'.
      Tant'è che nei primi tempi l'applicazione è
      sempre rigida, per far arrivare 'il messaggio' a
      chi se lo fosse perso (con la collaborazione dei
      giornalisti sempre pronti a mandare in'onda il
      primo mlutato/arrestato per qualche
      cosa).
      In seguito la rigidità si allenta e la legge
      viene usata in casi plateali o in casi isolati
      magari per ragioni personali di chi la può fare
      applicare.
      Il messaggio comunque rimane e serve a far
      sentire in colpa un po' tutti ed impaurirli come
      una spada di
      Damocle.
      Tornando alle strade, un limite di 10km/h che
      spesso si vede accanto ai cantieri. 10km/h è la
      velocità di un pedone un po' svelto. Nessuno
      rispetta quel limite, nessuno si sente troppo in
      colpa per la verità, ma sa che potrebbe essere
      fermato.



      Certo che fa sorridere nel momento in cui molti

      paesi contestano la censura cinese e fanno

      dell'acXXXXX internet un diritto universale

      Tipo gli USA che prima del proXXXXX spengono
      wi-fi pubbliche o XXXXno abbonamenti a nonnine
      innocenti?
      sono convinto che non esista un solo partito
      realmente aperto ad Internet e che abbia anche un
      programma decente sulle rimanenti cose (che non
      possono essere certo
      trascurate).Ma scusa quello che hai detto non ti sembra di averlo già sentito a scuola? Non ti fa venire in mente un certo scrittore?Ma si quello che racconta di un numero infinito di leggi! Il cui enforcement e' a discrezione, (le chiama GRIDA) e in cui la gente porta capponi agli azzecca garbugli per cercare di patrocinare con tempi e risultati dubbi, il proprio ipotetico e inesistente diritto? Ma si dai. ....Dove i cittadini non sono tali ma proprio in forza delle grida innumerevoli e confuse e dei tempi biblici e della discrezionalità della applicazione e dell' enforcement non sono, cittadini ma sudditi?Davvero non ti viene in mente nulla? Neanche che qui in italia non e' esattamente una novità questo sistema di governo, e non se ne e' mai conosciuto altro?
    • Franky scrive:
      Re: Analfabetismo informatico
      - Scritto da: unaDuraLezione
      - Scritto da: evilripper

      sono convinto che non esista un solo partito
      realmente aperto ad Internet e che abbia anche un
      programma decente sulle rimanenti cose (che non
      possono essere certo
      trascurate).Non e' vero...e' proprio questa retorica che non distingue fra gli amici della rete ed i censori...che rende possibile questo....Partiti censori: UDC,PD,PDL&LegaPartiti liberisti(che difendono i diritti civili e sono contro la censura:(1) movimento 5 stelle www.beppegrillo.it/movimento/ (attenzione alla sbarra finale / su cui va fatto copia incolla perche' il link se no non funziona)(2) radicali www.agoradigitale.org(3) partito pirata italiano (al momento pare che sia una associazione)www.partito-pirata.it
      • evilripper scrive:
        Re: Analfabetismo informatico

        (1) movimento 5 stelle
        www.beppegrillo.it/movimento/ (attenzione alla
        sbarra finale / su cui va fatto copia incolla
        perche' il link se no non
        funziona)sicuro che sia quello che veramente appare?
        (2) radicali
        www.agoradigitale.orgbah sono gli stessi di 30 anni fa!
        (3) partito pirata italiano (al momento pare che
        sia una
        associazione)
        www.partito-pirata.itmagari ma e' gia' rovinato ci sono esponenti del pd che si sono presentati come appartenti al partito piratain italia spesso le cose belle vengono distrutte dai soliti!!
  • aa bb scrive:
    spesso accesa
    Spesso accesa... ecco come il Sig. Paolo Romani vorrebbe la televisione nelle nostre case. Con noi in stato catatonico a sorbirci per ore emili fede, tette di gomma e calciatori. Il problema è solo questo... per i nostri cari politicanti "la rete" è il nemico , anzi IL nemico (che poi facciano soldi con la televisione è persino secondario)
    • contro scrive:
      Re: spesso accesa
      Per loro la "rete" è la TV.La gente deve guardare quella, niente altro, e considerarla come unica fonte attendibile di informazione, nonchè di svago.Perchè è questo che se ne evince.Discorsi retrogradi, inedeguati ai tempi, vecchi decrepiti come i politici che ci stanno governano, tra cui ex veline, come la grifagna.Perchè siamo governati da questo: imprenditori e veline.Dove sono finiti tutti quelli che inneggiavano al nano in questo forum?Vi vergognate?Fate bene.
      • Sgabbio scrive:
        Re: spesso accesa
        La carfagna non era una velina.
        • pippuz scrive:
          Re: spesso accesa
          - Scritto da: Sgabbio
          La carfagna non era una velina.Da wikipedia: "Il termine velina [...] è stato in seguito usato per indicare [...] le funzioni svolte da soubrette e showgirl"Nella pagina a lei dedicata si dice che ha fatto modella, valletta e conduttrice televisiva. Poi ci sarebbero i presunti "favori" a B.
          • Sgabbio scrive:
            Re: spesso accesa
            E' usato a sproposito quel termine, quando già il termina "velina" è stata storpiata da striscia la notizia.:D
        • cognome scrive:
          Re: spesso accesa
          Ti ha gia risposto pippuz e non ho da aggiungere altro, se non confermare che era una velina a tutti gli effetti.Quel che mi sorprende di più, è che all'estero sono molto più svegli di noi nell'osservare i personaggi pubblici e collocarli nella loro giusta prospettiva. Etichettarli insomma, detta molto più a rasoterra.Solo gli (la maggior parte) italiani faticano a repecire, a comprendere e sopratutto a RICORDARE.C'è da preoccuparsi per questo, perchè sono effetti di certe strategie di marketing televisivo che si basano su concetti molto semplici ma anche molto efficaci.La TV va spenta, prima di tutto, se si vuol cominciare a ragionare con la propria testa e non essere considerati come un popolo bue.Perchè è quel che siamo, purtroppo, o almeno la maggioranza di noi che ha fatto una scelta alle elezioni scorse.
          • Franky scrive:
            Re: spesso accesa
            - Scritto da: cognome
            Quel che mi sorprende di più, è che all'estero
            sono molto più svegli di noi nell'osservare i
            personaggi pubblici e collocarli nella loro
            giusta prospettiva. Etichettarli insomma, detta
            molto più a
            rasoterra.Vero...!!! Sai perche' ? Perche' qui la parola "liberal" non esiste...ed ecco che il PD e' pronto ad allearsi con l'UDC (il partito conservatore per definizione..!!!!!)...qui conoscono solo la parola "comunista", "fascista" e "democristiano"...all'estero invece conoscono le paroleconservatore/bigotto e "liberal"....Non ho mai sentito un italiota dire "votiamo i liberisti("liberal")... votiamo i radicali..." sempre a dire "votiamo UDC non votiamo i "fascisti" non votiamo i "comunisti"...." e questi sono i risultati...ora c'e' finalmente Grillo che ha fondato il Movimento 5 stelle un partito liberista...che applica la democrazia diretta...utilizza internet come mezzo primario per fare politica e che rompe i canoni classici della politica...si presenta in 5 regione alle regionali.... Dimenticheranno UDC,PD,PDL&Lega finalmente(i classici partiti conservatori clericali/bigotti e censori) ?
            Solo gli (la maggior parte) italiani faticano a
            repecire, a comprendere e sopratutto a
            RICORDARE.Esatto...sempre a rivotare alternativamente PD e PDL all'infinito...
            C'è da preoccuparsi per questo, perchè sono
            effetti di certe strategie di marketing
            televisivo che si basano su concetti molto
            semplici ma anche molto
            efficaci.Vero...
            La TV va spenta, prima di tutto, se si vuol
            cominciare a ragionare con la propria testa e non
            essere considerati come un popolo
            bue.Giustissimo...
            Perchè è quel che siamo, purtroppo, o almeno la
            maggioranza di noi che ha fatto una scelta alle
            elezioni
            scorse.Pero' questo non e' del tutto vero...guarda questo video di Grillo in cui questo viene messo in discussione:[yt]OyMtzCNUse0[/yt]
    • Crosta scrive:
      Re: spesso accesa
      Fantastico! DA QUANDO HANNO MESSO IL DIGITALE TERRESTRE, DA ME RETEQUATTRO NON FUNZIONA PIU'!!! COSI' EMILIO FEDE NON LO POSSO VEDERE NEANCHE PER ERRORE!!! NON CHE PRIMA GUARDASSI I CANALI MEDIASET, MA COSI' E' GRANDIOSO, E' COME SE PER ME RETE QUATTRO FOSSE ALLA FINE FINALMENTE ANDATA SUL SATELLITE, COSA DOVEROSA !!!LOL LOL E STRALOL - Scritto da: aa bb
      Spesso accesa... ecco come il Sig. Paolo Romani
      vorrebbe la televisione nelle nostre case. Con
      noi in stato catatonico a sorbirci per ore emili
      fede, tette di gomma e calciatori. Il problema è
      solo questo... per i nostri cari politicanti "la
      rete" è il nemico , anzi IL nemico (che poi
      facciano soldi con la televisione è persino
      secondario)
  • Gpaolo Paolini scrive:
    ...da che pulpito
    ...da che pulpito arriva il bavaglio il tizio in questione faceva soldi esponendo n 144 e 166 a pagamento sulle tv locali e non bruscolini si parla di circa 60 70 milioni mensili spennati a cretini che spendevano cifre esorbitanti per vedere seni al silicone e trans.Io uno cosi' lo lascerei libero cosi' in mezzo al SHARA nelle ore piu' calde e che se lo mangino gli avvoltoi!!
    • pippuz scrive:
      Re: ...da che pulpito
      - Scritto da: Gpaolo Paolini
      ...da che pulpito arriva il bavaglio il tizio in
      questione faceva soldi esponendo n 144 e 166 a
      pagamento sulle tv locali e non bruscolini si
      parla di circa 60 70 milioni mensili spennati a
      cretini che spendevanoe allora? invece di criticarlo su come ha fatto i soldi (basta che fosse legale), perché non lo si critica sui contenuti (e basterebbe dire che per l'azienda di proprietà del pres.del.cons. si fanno le leggi più ignobili)? criticare le persone (e non i contenuti) ha il grosso limite che chiunque fa la critica potrebbe essere accusato di qualcosa, anche se falso (v. Boffo) e che l'oggetto della discussione si sposta dal "cosa" al "chi", facendo dimenticare l'oggetto della discussione
  • DANIELE scrive:
    DECRETO ROMANI
    INONDIAMO LA CASELLA DEL MINISTRO ROMANI CON LA SEGUENTE DICITURAARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONETUTI SONO LIBERI DI ESPRIMERE LA PROPRIA PAROLAIL PRPORIO PENSIERO CON TUTTI I MEZZI DI INFORMQAZIONE E CHE LA STAMPA NON PUO ESSERE SOGGETTA ANESSUA TIPO DI CENSURAFACCIAMOCI SENTIRE PRIMA CHE SIAM TROPPO TARDIBUONA GIORNATA
    • anonym ous scrive:
      Re: DECRETO ROMANI
      - Scritto da: DANIELE
      INONDIAMO LA CASELLA DEL MINISTRO ROMANI CON LA
      SEGUENTE
      DICITURA
      ARTICOLO 21 DELLA COSTITUZIONE
      TUTI SONO LIBERI DI ESPRIMERE LA PROPRIA PAROLA
      IL PRPORIO PENSIERO CON TUTTI I MEZZI DI
      INFORMQAZIONE E CHE LA STAMPA NON PUO ESSERE
      SOGGETTA ANESSUA TIPO DI
      CENSURAMagari senza errori di scrittura
      FACCIAMOCI SENTIRE PRIMA CHE SIAM TROPPO TARDI
      BUONA GIORNATA
  • Marco Quaranta scrive:
    Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
    Dopo il taglio degli 800 milioni destinati alla banda larga e la tassa Bondi sulla tecnologia ci mancava il bavaglio internet di Romani.E tutto questo per salvare una sola ditta.
    • Valeren scrive:
      Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
      Il capo ordina, tu esegui.Purtroppo è capi di entrambe le cose e non c'è niente da fare.E' autorizzato. Legalmente.
      • attonito scrive:
        Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
        - Scritto da: Valeren
        Il capo ordina, tu esegui.
        Purtroppo è capi di entrambe le cose e non c'è
        niente da
        fare.
        E' autorizzato. Legalmente.anche i nazisti gassavano legalmente della gente.Sappiamo come e' andata a finire.
        • Valeren scrive:
          Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
          Qui non uccidono nessuno, e tutti sono davanti ad Amici a farsi lobotomizzare in modo ordinato.Sarò pessimista e tanto, ma la mia speranza è nulla.
          • Urukay scrive:
            Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
            - Scritto da: Valeren
            Qui non uccidono nessuno, e tutti sono davanti ad
            Amici a farsi lobotomizzare in modo
            ordinato.
            Sarò pessimista e tanto, ma la mia speranza è
            nulla.tutto quello che ci tocca ce lo meritiamo: per ogni persona con un pò di sale in zucca ce ne sono 50 che rinXXXXXXXXti si cuccano Grandefratello, amici, e via discorrendo...in certi momenti durante il GF hanno toccato il 50% di share... questa è l'italia questo è cio che meritiamo... sigh
          • Franky scrive:
            Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
            - Scritto da: Urukay
            - Scritto da: Valeren

            Qui non uccidono nessuno, e tutti sono davanti
            ad

            Amici a farsi lobotomizzare in modo

            ordinato.

            Sarò pessimista e tanto, ma la mia speranza è

            nulla.

            tutto quello che ci tocca ce lo meritiamo: per
            ogni persona con un pò di sale in zucca ce ne
            sono 50 che rinXXXXXXXXti si cuccano
            Grandefratello, amici, e via
            discorrendo...
            in certi momenti durante il GF hanno toccato il
            50% di share... questa è l'italia questo è cio
            che meritiamo...
            sighMa tu reputi l'auditel un mezzo di statistica affidabile ?Poi devi considerare che la popolazione italiana e' per lo piu' costituita da anziani...questo comporta conseguenze come l'aumento del debito pubblico...ed il fatto che guardino Amici, Grande Fratello & C. pur di passare il tempo....guarderebbero anche un filmato continuo di unoche sputa a terra...se trasmettessero quello...il primo giorno direbbero ma cos'e' questa idiozia? Gia' dal terzo direbbero invece "oh guarda questo come sputa bene...!!! Non vedo l'ora che venga domani per vedere come sputa quell'altro...!!!"
    • ullala scrive:
      Re: Bastava Taglio Banda Larga e Tassa Bondi
      - Scritto da: Marco Quaranta
      Dopo il taglio degli 800 milioni destinati alla
      banda larga e la tassa Bondi sulla tecnologia ci
      mancava il bavaglio internet di
      Romani.

      E tutto questo per salvare una sola ditta.Banda?tu pensi banda larga e loro....... banda bassotti!
  • Alessio scrive:
    Barbareschi...
    Voglio proprio vedere se lui e gli altri salariati del gran capo votano contro se ci mettono la fiducia
  • Grande Roberto scrive:
    Nooooo
    Ancora poche ore e avremmo raggiunto quota una settimana: sette giorni con il titotolo principale di PI interamente dedicato ad iPad.:'((apple)
Chiudi i commenti