Contrappunti/ Italia, paese di luddisti

di M. Mantellini - Il principio di precauzione consiglia di staccare la spina a un hotspot marchigiano in una scuola. Ma sottende una strisciante cultura antiscientifica, cavalcata per meri interessi elettorali

Roma – C’è una foto nella rassegna stampa di questi giorni. Quella dell’assessore di un comune marchigiano che in cima ad una scala smonta l’hotspot WiFi di una scuola. È una foto molto attuale. Tutta la piccola storia provinciale che sta dietro quella foto lo è, una storia molto italiana che è presto detta: i genitori degli alunni di una scuola elementare di Civitanova, preoccupati per il possibili effetti sulla salute delle onde radio della connessione WiFi chiedono ed ottengono che il sistema venga smantellato.

l'assessore di civitanova marche che smonta l'hotspot wifi Se vi attira il pensiero laterale come prima cosa ci si dovrebbe chiedere come mai in cima alla scale c’è l’assessore e non un bidello. Ovvio che la risposta è scontata: l’assessore è il timbro. La vidimazione dell’amministrazione al volere popolare. E già questo è un dato interessante.

Tornando ai fatti l’unica possibilità che abbiamo per valutare la scelta della scuola che spegne il wireless è quella di affidarci al principio di precauzione, un principio di cui questo Paese è stracolmo.

Il principio di precauzione protegge i nostri figli: lo fa nella maniera più ampia fra quelle possibili perché, come è evidente, i giovani sono il nostro bene più prezioso e come tali vanno considerati. Seguendo simili cautele nessuno dei ragazzi della scuola in questione dovrà in futuro avvicinarsi ad un telefono cellulare (che emette onde radio in maniera assai più consistente di un hotspot WiFi) né, per estrema sicurezza, utilizzerà un forno a microonde o affronterà voli intercontinentali durante i quali sarà inevitabilmente sottoposto al bombardamento della radiazione cosmica. Non si sottoporrà ad una Risonanza Magnetica visto che gli effetti dei campi magnetici nel lungo periodo non sono stati ancora del tutto studiati (e i campi magnetici come tali, esattamente come le onde radio usate nelle telecomunicazioni, creano danni accertati sulle strutture biologiche). Per estrema precauzione infine i giovani ragazzi marchigiani saranno dai loro genitori opportunamente tenuti lontani anche dalle antenne televisive e dalle radio FM che generano inquinamento elettromagnetico molto modesto ma comunque superiore a quello di un router wireless e cosi via.

Se l’OMS o l’Istituto Superiore di Sanità dicono che il WiFi ragionevolmente non fa male, il principio di precauzione semplicemente ci suggerisce di non crederci, evoca l’anemia anaplastica di Marie Curie e fa sollevare il sopracciglio dei genitori e dell’assessore. I quali magari avranno letto qualche articolo su Internet (ce ne sono migliaia) in cui uno studioso russo o cambogiano avverte della indubbia pericolosità del wireless. Quell’articolo e quel professore reietto alla comunità scientifica internazionale li aveva convinti, anche se su Internet è possibile trovare autorevoli sostenitori di qualsiasi tesi su qualsiasi argomento che sono lì in attesa di incontrare qualcuno sufficientemente attrezzato per crederci.

Del resto, cosa ne sappiamo noi di come si comportano i professori dell’OMS con il WiFi dei loro figli? Chissà se li hanno i figli. E chissà se li amano come li amiamo noi.

Il discredito generale e la dietrologia complottista che la società italiana riserva oggi ad ogni forma di casta non risparmia la ricerca scientifica ed ha sicuramente un ruolo in simili decisioni e come tale è una delle recenti chiavi di lettura di simili scelte, anche se non l’unica. Poiché esiste una morale per ogni cosa ed è abbastanza scontato che nessuno dei genitori di quella scuola spegnerà le TV, i cancelli automatici ed i cellulari in nome del diritto alla salute dei loro discendenti, è evidente che i danni italiani causati dal sistema di precauzione (che ha una sua versione complementare ed opposta in scelte di campo come quelle del recente caso Stamina) valgono a giorni alterni, a scuole alterne e ad assessori alterni e si disinteressano del contesto generale mondiale.

Così la gravità di quella foto non è tanto nel racconto di un paese arretrato e guardingo, nel quale le scelte sull’interesse della comunità possono uscire travolte dai se e dai ma di chiunque ma nella vidimazione di un simile metodo da parte degli amministratori. Che sia per incapacità o per compiacenza se il macellaio, il geometra e il giornalaio dicono che forse il WiFi fa male ai loro figli e che desiderano che sia tolto dalla scuola, sempre più spesso in questo Paese ci sarà un assessore che acconsentirà e che troverà utile, magari semplicemente per ragioni sue, salire in cima alla scaletta col cacciavite in mano fra i genitori plaudenti. A noi non la si fa, sembra dirci quella foto. Invece, per somma ironia della sorte, è vero l’esatto contrario.

P.S.: ovviamente il Comune di Civitanova Marche offre ai cittadini una rete wireless gratuita in alcune aree della città.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Giuseppe Rossi scrive:
    WIFI
    Ogni macchina emette in wifi il codice targa codificato nella centralina motore, riceve un messaggio e la centralina abbassa la carburazione lentamente fino a fermare il motore.E stop.Ma i criminali imparanno a farlo subito e sarà il miglior modo per rubare le macchine da quel momento in poi.Ti fermano in una strada poco popolata e ti fanno scendere, altrimenti botte a sangue, vedi un pò tu!
  • Undertaker scrive:
    Incredibile cavolata
    1 se qualcuno vuole fare una rapina o un attentato non usa certo la sua macchina, ma ne ruba una e ci mette una targa falsa o rubata, quindi l'unico risultato sarebbe di bloccare la macchina del poveraccio cui hanno fregato o clonato la targa.2 basta mettere un cavetto di bypass che alimenti la pompa del carburante ed ecco che neutralizzi il ridicolo apparato fantapoliziesco.Mi sembra piú l'ennesima trovata vessatoria contro i cittadini , per bloccare l'auto a chi non paga multe/tasse
  • Pirullo scrive:
    EURODITTATURA DEL PENSIERO
    ... e di P.I. che cancella i messaggi! Come ho già detto, non mi va tutto questo tecno-controllo. Oggi ti fermano perché sei un rapinatore, domani ti fermeranno solo perché non la pensi come loro, per esempio, perché non ti vanno i matrimoni gay. E' in questa direzione che sta andando l'Europa, leggetevi le prerogative inaudite della EuroGendFor, la nuova polizia europea, degne del KGB sovietico. Dobbiamo dare a questa gente ancora più poteri?
    • EuroGendFor scrive:
      Re: EURODITTATURA DEL PENSIERO
      - Scritto da: Pirullo
      ... e di P.I. che cancella i messaggi!

      Come ho già detto, non mi va tutto questo
      tecno-controllo. Oggi ti fermano perché sei un
      rapinatore, domani ti fermeranno solo perché non
      la pensi come loro, per esempio, perché non ti
      vanno i matrimoni gay. E' in questa direzione che
      sta andando l'Europa, leggetevi le prerogative
      inaudite della EuroGendFor, la nuova polizia
      europea, degne del KGB sovietico. Dobbiamo dare a
      questa gente ancora più
      poteri?Signor Pirullo, stia molto attento, sappiamo dove vive e quello che fa.
  • prova123 scrive:
    Ci sono o ci fanno ?
    " in grado di arrestare all'istante " ... certo ... di fatto uno perde il controllo dell'automobile ed a causa dell'arresto forzato si verifica un incidente ... chi è la testa di minchi* che deve pagare ? ... ovviamente chi ha causato l'incidente secondo me ...
  • Vincenzo scrive:
    p.s.
    dimenticavo.. costo materiale poco più di 50, e il rischio che i codici di codifica e le specifiche arrivino anche ai delinquenti con conseguente facilitazione per loro nelle attività a delinquere..
  • Vincenzo scrive:
    Realtà e probabilità di creazione
    "per attivare il dispositivo basterà pigiare un pulsante su un computer guidato direttamente dalla stazione di polizia. "Dal lato puramente tecnico questo vorrebbe dire che la "stazione di polizia" abbia un collegamento diretto e personale con tutte le auto circolanti.. come una SIM card... cosa che comporta un apparato cellulare sempre connesso alla rete e poco funzionale inquanto il campo non è ovunque raggiungibile.. Vedo piu fattibile un apparato che riceva una specifica frequenza con un codice criptato digitale specifico che il comando associato.. magari criptato con la targa dell'auto per evitare di "spegnere" l'auto sbagliata.. ma anche li l'apparato "trasmittente" deve essere sull'auto della polizia e non in centrale per ovvie ragioni di potenza di trasmissione e disturbi vari.. quindi la soluzione più REALISTICA è un circuito ricettivo digitale su frequenza criptata a brevissima distanza.. ergo l'auto della polizia dovrebbe essere a pochi metri da quella da fermare con un antenna direzionale puntata sulla vettura "target"... purtroppo lo vedo troppo invasivo sia in termini di installazione che di utilizzo.. non lo vedo possibile...anche se tecnicamente abbordabile.. p.s. un circuito cosi si fa in 1 oretta con 1 microcontrollore (tipo arduino) uno shield radio, un relè collegato alla pompa di ignezione e qualche conoscenza base di programmazione..
    • krane scrive:
      Re: Realtà e probabilità di creazione
      - Scritto da: Vincenzo
      purtroppo lo vedo troppo invasivo sia in termini
      di installazione che di utilizzo.. non lo vedo
      possibile...anche se tecnicamente abbordabile..Fatti un giro a guardare cos'hanno a bordo ultimamente le moderne pantere, secondo me non serve neanche aggiungere hw.
    • Undertaker scrive:
      Re: Realtà e probabilità di creazione
      - Scritto da: Vincenzo
      p.s. un circuito cosi si fa in 1 oretta con 1
      microcontrollore (tipo arduino) uno shield radio,
      un relè collegato alla pompa di ignezione e
      qualche conoscenza base di
      programmazione..e si bypassa in mezz'ora, mettendo un ponticello ai morsetti del relé
  • Enjoy with Us scrive:
    Ma basta!
    E che cavolo, non basta vedere il tecnocontrollo disinvolto che opera la NSA o qualsiasi governo... vi siete persi la notizia delle autorità Ucraine in grado di mandare un SMS a tutti i cellulari raccolti in una determinata area e minacciando i possessori di tali cellulari di gravi conseguenze?Cosa credete che tali capacità NSA o qualsiasi governo non le abbia?Già hanno piazzato Tutor e telecamere varie in mezzo paese, per anni hanno detto che il sistema non teneva in memoria le targhe delle auto "normali" ora tuttavia lo vogliono utilizare per tracciare e multare le auto senza assicurazione... intento lodevolissimo, ma a me che qualcuno possa tracciare i miei movimenti in questo modo da sommamente fastidio. Ora se ne saltano fuori con l'interruzione a distanza dell'alimentazione della mia autovettura... e chi mi dice che sarà usata sempre correttamente? Intanto per poter funzionare il sistema abbisogna di una sorta di transponder con un numero univoco identificativo di quell'auto, magari collegato via GPS al sistema satellitare (così rendiamo ancora più efficente il sistema!)Così il dittatorello di turno oltre che mandarmi SMS minacciosi potrà bloccarmi in mezzo ad una strada, magari fuori mano dove venirmi a prendere meglio senza troppi clamori...
    • Leguleio scrive:
      Re: Ma basta!

      E che cavolo, non basta vedere il tecnocontrollo
      disinvolto che opera la NSA o qualsiasi
      governo... vi siete persi la notizia delle
      autorità Ucraine in grado di mandare un SMS a
      tutti i cellulari raccolti in una determinata
      area e minacciando i possessori di tali cellulari
      di gravi
      conseguenze?Forse ti sei perso tu l'articolo di PI, che è stato anche molto commentato, e le "gravi conseguenze" sono un parto della tua fantasia:http://punto-informatico.it/3980643/PI/Commenti/contrappunti-distopia-dell-ucraina.aspxPer quello che ne so, si direbbe un atto di sabotaggio contro il governo, piuttosto che un atto di governo. Perché i governi, tutti, sono in grado di fare queste identificazioni; ma non vanno certo a dirlo. :)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Ma basta!
        - Scritto da: Leguleio

        E che cavolo, non basta vedere il
        tecnocontrollo

        disinvolto che opera la NSA o qualsiasi

        governo... vi siete persi la notizia delle

        autorità Ucraine in grado di mandare un SMS
        a

        tutti i cellulari raccolti in una determinata

        area e minacciando i possessori di tali
        cellulari

        di gravi

        conseguenze?

        Forse ti sei perso tu l'articolo di PI, che è
        stato anche molto commentato, e le "gravi
        conseguenze" sono un parto della tua
        fantasia:

        http://punto-informatico.it/3980643/PI/Commenti/co
        Ah si? Parto della mia fantasia? Da quello che scrive nell'articolo si evince che chiunque fosse nella zona delle dimostrazioni con un cellulare attivo sia stato schedato.... a te non pare abbastanza grave una cosa del genere? Ne riparleremo quando ti verranno a prelevare a casa tua nel cuore della notte, magari per farti un bel pestaggio di regime, come è capitato a quel poveraccio dell'opposizione ucraina che era ridotto ad una maschera di sangue...
        Per quello che ne so, si direbbe un atto di
        sabotaggio contro il governo, piuttosto che un
        atto di governo. Perché i governi, tutti, sono in
        grado di fare queste identificazioni; ma non
        vanno certo a dirlo.
        :)Ecco francamente pur immaginandone la fattibilità tecnica fino ad oggi non mi ero posto il problema che la mia posizione potesse essere schedata e seguita 24 ore su 24, grazie al governo Ucraino adesso tale eventualità stai tranquillo me la ricorderò sempre!
        • Leguleio scrive:
          Re: Ma basta!



          E che cavolo, non basta vedere il

          tecnocontrollo


          disinvolto che opera la NSA o qualsiasi


          governo... vi siete persi la notizia
          delle


          autorità Ucraine in grado di mandare un
          SMS


          a


          tutti i cellulari raccolti in una
          determinata


          area e minacciando i possessori di tali

          cellulari


          di gravi


          conseguenze?



          Forse ti sei perso tu l'articolo di PI, che è

          stato anche molto commentato, e le "gravi

          conseguenze" sono un parto della tua

          fantasia:




          http://punto-informatico.it/3980643/PI/Commenti/co



          Ah si? Parto della mia fantasia? Da quello che
          scrive nell'articolo si evince che chiunque fosse
          nella zona delle dimostrazioni con un cellulare
          attivo sia stato schedato.... Appunto. Schedato e minacciato sono due cose molto diverse.Ecco il messaggio, tradotto in inglese (non ho trovato l'originale in ucraino):"Dear subscriber, you are registered as a participant in a mass disturbance."Minacce di gravi conseguenze? Ma per favore!
          a te non pare
          abbastanza grave una cosa del genere? Dovresti conoscermi, oramai. Se un governo fa una cosa discutibile, ammesso e non conXXXXX sia stato il governo a fare una fresconata del genere, nessuno è autorizzato a sparare panzane grandi come un condominio contro il governo. Si può sparare anche la verità, sai?E quella delle minacce di gravi conseguenze è una panzana, senza se e senza ma.
          Ne
          riparleremo quando ti verranno a prelevare a casa
          tua nel cuore della notte, magari per farti un
          bel pestaggio di regime, come è capitato a quel
          poveraccio dell'opposizione ucraina che era
          ridotto ad una maschera di
          sangue...Leggi troppi giornali dell'opposizione ucraina, e troppi romanzi di spionaggio... che in questo periodo sono quasi la stessa cosa: e non è per sminuire le proteste ucraiane, fatto sta che quando una guerra scoppia la prima vittima è la verità.

          Per quello che ne so, si direbbe un atto di

          sabotaggio contro il governo, piuttosto che
          un

          atto di governo. Perché i governi, tutti,
          sono
          in

          grado di fare queste identificazioni; ma non

          vanno certo a dirlo.

          :)

          Ecco francamente pur immaginandone la fattibilità
          tecnica fino ad oggi non mi ero posto il problema
          che la mia posizione potesse essere schedata e
          seguita 24 ore su 24, grazie al governo Ucraino
          adesso tale eventualità stai tranquillo me la
          ricorderò
          sempre!Io lo sapevo fin da quando hanno lanciato il servizio dei telefonini. Ognuno ha i suoi tempi. :)In ogni caso, facciamo i distinguo: il fatto che siano cose tecnicamente fattibili, non significa che siano messe in pratica 24 ore su 24, e per ogni singola zona della città. Sono comunque necessarie risorse e tempo da parte di analisti, analisti che in genere sono impegnati in compiti più proficui.
          • In effetti scrive:
            Re: Ma basta!
            Ah legule', che lo facciano i governi 24 su 24 e' un'ipotesi tua.Se come affermi, lo sai dalla nascita dei telefonini, allora avresti dovuto esprimerti meglio: le compagnie fornitrici del servizio sanno 24 su 24 a quale cella sei agganciato.Che poi ci siano infiltrati dei servizi che abbiano acXXXXX a tali informazioni potrebbe essere, ma suona, come dici tu, troppo romanzato.Come sai bene, esiste una procedura per richiedere tali dati agli operatori, e come sai, a volte le compagnie telefoniche impiegano tempo (anche se basterebbe un misero acXXXXX al database, anche le compagnie hanno le procedure interne).Ma tu sai bene queste cose...
          • Leguleio scrive:
            Re: Ma basta!

            Ah legule', che lo facciano i governi 24 su 24 e'
            un'ipotesi
            tua.Lo possono fare 24 ore su 24. Ma non lo fanno, in genere. A parte in certi Stati un po' così.
            Se come affermi, lo sai dalla nascita dei
            telefonini, allora avresti dovuto esprimerti
            meglio: le compagnie fornitrici del servizio
            sanno 24 su 24 a quale cella sei
            agganciato.Infatti.
            Che poi ci siano infiltrati dei servizi che
            abbiano acXXXXX a tali informazioni potrebbe
            essere, ma suona, come dici tu, troppo
            romanzato.Non ti so dire da che punto in poi, la polizia ha acXXXXX in tempo reale a questi dati "generici". Il decreto del giudice serve solo per un "pedinamento" su una una utenza specifica. A parte che anche quello sanno come eluderlo, basta fare i controlli e poi apporre una data precedente sui documenti di autorizzazione.
            Come sai bene, esiste una procedura per
            richiedere tali dati agli operatori, Certo.La procedura più usata dagli inquirenti in Italia. :DSe non esistessero i telefonini e i telefoni in generale, in Italia le indagini non saprebbero nemmeno da dove iniziarle.
            e come sai,
            a volte le compagnie telefoniche impiegano tempo
            (anche se basterebbe un misero acXXXXX al
            database, anche le compagnie hanno le procedure
            interne).Oramai per queste cose banali come l'aggancio alle celle e i nominativi c'è una procedura diretta.Sarebbe troppo complicato richiedere il permesso ogni volta. Lo si fa, appunto, per intercettazioni e registrazioni dei movimenti di una singola utenza.
            Ma tu sai bene queste cose...Eh sì.
        • ruppolo scrive:
          Re: Ma basta!
          Paura di essere pestato per pirateria?
          • dallo sgabbio con furore scrive:
            Re: Ma basta!
            - Scritto da: ruppolo
            Paura di essere pestato per pirateria?Rigirata di frittata [img]http://stream1.gifsoup.com/view4/1794219/omelette-flip-o.gif[/img]
    • 2014 scrive:
      Re: Ma basta!
      - Scritto da: Enjoy with Us
      Già hanno piazzato Tutor e telecamere varie in
      mezzo paese, per anni hanno detto che il sistema
      non teneva in memoria le targhe delle auto
      "normali" ora tuttavia lo vogliono utilizare per
      tracciare e multare le auto senza
      assicurazione...Non serve memorizzare niente per fare questa cosa
      • Fulmy(nato) scrive:
        Re: Ma basta!
        - Scritto da: 2014
        - Scritto da: Enjoy with Us

        Già hanno piazzato Tutor e telecamere varie in

        mezzo paese, per anni hanno detto che il sistema

        non teneva in memoria le targhe delle auto

        "normali" ora tuttavia lo vogliono utilizare per

        tracciare e multare le auto senza

        assicurazione...

        Non serve memorizzare niente per fare questa cosanon c'è neppure bisogno di usare telecamere o altro per evitare che circoli auto senza assicurazione, bsterebbe fare come in Germania dove semplicemente non ti fanno registrare l'auto e ottenere la targa se prima non presenti un certificato dell'assicurazione.
        • Trollollero scrive:
          Re: Ma basta!
          - Scritto da: Fulmy(nato)
          - Scritto da: 2014

          - Scritto da: Enjoy with Us


          Già hanno piazzato Tutor e telecamere
          varie
          in


          mezzo paese, per anni hanno detto che
          il
          sistema


          non teneva in memoria le targhe delle
          auto


          "normali" ora tuttavia lo vogliono
          utilizare
          per


          tracciare e multare le auto senza


          assicurazione...



          Non serve memorizzare niente per fare questa
          cosa

          non c'è neppure bisogno di usare telecamere o
          altro per evitare che circoli auto senza
          assicurazione, bsterebbe fare come in Germania
          dove semplicemente non ti fanno registrare l'auto
          e ottenere la targa se prima non presenti un
          certificato
          dell'assicurazione.E infatti così succede (piu' o meno, dato che da noi serve la targa per poter fare una RCA...) anche in Italia (SE compri da un concessionario....)Ma se poi alla scadenza di polizza non rinnovi non e' che la macchina si rifiuta di partire......
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ma basta!
            - Scritto da: Trollollero

            non c'è neppure bisogno di usare telecamere o

            altro per evitare che circoli auto senza

            assicurazione, bsterebbe fare come in
            Germania

            dove semplicemente non ti fanno registrare
            l'auto

            e ottenere la targa se prima non presenti un

            certificato

            dell'assicurazione.
            E infatti così succede (piu' o meno, dato che da
            noi serve la targa per poter fare una RCA...)
            anche in Italia (SE compri da un
            concessionario....)
            Ma se poi alla scadenza di polizza non rinnovi
            non e' che la macchina si rifiuta di
            partire......mi pare che sia esattamente il contrario.In Italia prima devi avere la targa, poi "puoi" fare l'asicurazione, ma se circoli con auto targata senza assicurazione passi praticamente inosservato.In Germania senza assicurazione non puoi avere la targa, e circolare senza targhe da un po' più nell'occhio.Se non rinnovi poi ci pensa la Polizei che si presenta e si porta via le targhe o i bollini che le rendono valide.
          • 2014 scrive:
            Re: Ma basta!
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            - Scritto da: Trollollero



            non c'è neppure bisogno di usare
            telecamere
            o


            altro per evitare che circoli auto senza


            assicurazione, bsterebbe fare come in

            Germania


            dove semplicemente non ti fanno
            registrare

            l'auto


            e ottenere la targa se prima non
            presenti
            un


            certificato


            dell'assicurazione.


            E infatti così succede (piu' o meno, dato
            che
            da

            noi serve la targa per poter fare una RCA...)

            anche in Italia (SE compri da un

            concessionario....)

            Ma se poi alla scadenza di polizza non
            rinnovi

            non e' che la macchina si rifiuta di

            partire......

            mi pare che sia esattamente il contrario.

            In Italia prima devi avere la targa, poi "puoi"
            fare l'asicurazione, ma se circoli con auto
            targata senza assicurazione passi praticamente
            inosservato.
            Una volta, adesso grazie al tutor paghi!
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: Ma basta!
            - Scritto da: 2014

            In Italia prima devi avere la targa, poi
            "puoi"

            fare l'asicurazione, ma se circoli con auto

            targata senza assicurazione passi
            praticamente

            inosservato.


            Una volta, adesso grazie al tutor paghi!probabilmente si, ma con inutili complicazioni.Già è un problema tenere sincronizzti i database del PRA e quello dell'ACI, figuriamoci incrocare i dati con quello delle assicurazioni.
          • krane scrive:
            Re: Ma basta!
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            - Scritto da: 2014



            In Italia prima devi avere la targa, poi

            "puoi"


            fare l'asicurazione, ma se circoli con
            auto


            targata senza assicurazione passi

            praticamente


            inosservato.




            Una volta, adesso grazie al tutor paghi!

            probabilmente si, ma con inutili complicazioni.

            Già è un problema tenere sincronizzti i database
            del PRA e quello dell'ACI, figuriamoci incrocare
            i dati con quello delle assicurazioni.Gia gia... Figuriamoci... E' un problema solo se non si e' capaci.Tanto e' vero che adesso lo stanno facendo.
          • frk scrive:
            Re: Ma basta!

            In Italia prima devi avere la targa, poi "puoi"
            fare l'asicurazione, ma se circoli con auto
            targata senza assicurazione passi praticamente
            inosservato.Come già detto da qualcuno il concessionario la macchina non te la consegna (anche se usata) se non mostri il tagliando dell'assicurazione e foglio verde attaccato (devono fotocopiarlo). Diverso per le compravendite tra privati... ma è lo sesso in Germania.
  • Skywalkersenior scrive:
    C'è già
    Ci sono già centraline comandate remotamente in grado di fermare la macchina. Fanno parte di sistemi antifurto con GPS.Ovviamente un conto è montare volontariamente tale dispositivo, un altro è trovarselo già montato di serie (e non disabilitabile).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 febbraio 2014 14.33-----------------------------------------------------------
  • Pirullo scrive:
    DITTATURA DEL PENSIERO
    IL problema è che oggi ti bloccano solo se hai commesso un omicidio, un furto, una rapina, etc... DOMANI ti bloccheranno e ti ARRESTERANNO solo perché non sei d'accordo con il matrimonio gay o perché non celebri la giornata della Shoah o perché non sei d'accordo con la politica fiscale, etc... Ritorno al fascismo? Nooooo! Assolutamente no! PEGGIO! Molto molto peggio del fascismo!!!
    • ndr scrive:
      Re: DITTATURA DEL PENSIERO
      - Scritto da: Pirullo
      IL problema è che oggi ti bloccano solo se hai
      commesso un omicidio, un furto, una rapina,
      etc... DOMANI ti bloccheranno e ti ARRESTERANNO
      solo perché non sei d'accordo con il matrimonio
      gay o perché non celebri la giornata della Shoah
      o perché non sei d'accordo con la politica
      fiscale, etc... Ritorno al fascismo? Nooooo!
      Assolutamente no! PEGGIO! Molto molto peggio del
      fascismo!!!Qualche decennio fa avresti detto: trapiantare il fegato o il cuore? Sia mai!! Fingono di fare ricerca per salvarti la vita ma un giorno la useranno per trapiantarti il cervello e controllarti!Lasciamo morire cardiopatici e malati vari, altrimenti rischiamo il controllo della mente nel fascismo del futuro!Che brutta l'ignoranza mascherata da ideologia.....
    • Ignorante scrive:
      Re: DITTATURA DEL PENSIERO
      oppure ritorno al comunismo...
  • Luca scrive:
    Mio Dio
    Come altri dicono non è questione di privacy che ormai non esiste più da tempo, ma è il livello di controllo che si vuole raggiungere.. Per poter fermare le auto da remoto servirebbe prima seguirla con il satellite poi prenderne il controllo e farla accostare, perché se si spegne subito mentre è in marcia addio freni cambio ecc..Come farebbero a seguire più di 100 auto nella sola italia? Forse un giorno sarà tecnicamente possibile, in quel caso mi compro un vero cavallo e vaffaunpanino al controllo.
  • Sima5 scrive:
    Rapine facili?
    Immagino già bande di ladri organizzati col "disattivatore d'auto" che bloccano tutti quelli che passano in una qualche strada isolata per rapinarli con calma!
    • 2014 scrive:
      Re: Rapine facili?
      - Scritto da: Sima5
      Immagino già bande di ladri organizzati col
      "disattivatore d'auto" che bloccano tutti quelli
      che passano in una qualche strada isolata per
      rapinarli con
      calma!esiste già, si chiama: pistola :D
  • prova123 ma quell altro scrive:
    a quando il chip neurale?
    Facciamo cosi', impiantiamo un chip nel cervello di ogni neonato, in modo da controllarlo 24 ore al giorno, con simpatiche opzioni attivabili da remoto: "paura", "dolore", "terrore", "cecita'", "disattivazione muscoli volontari", "coma", "morte".
    • Zukkino scrive:
      Re: a quando il chip neurale?
      Esistono già i chip per modificare lo stato emozionale. Il futuro che ci aspetta è roseo, o almeno è quello che ci comanderà di pensare il chip :)
  • krane scrive:
    E se compro l'auto all'ertero ?
    Quale polizia puo' bloccarmi ?
  • Sisko212 scrive:
    privacy ???????
    Ma andiamo... ormai la privacy non esiste più, da almeno 20 anni...
    • il solito bene informato scrive:
      Re: privacy ???????
      quale diritto alla privacy dovrebbe avere un automobilista? Se sono alla guida di 1-2 tonnellate di acciaio, che sono una potenziale arma, devo essere facilmente identificabile e bloccabile
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: privacy ???????
        - Scritto da: il solito bene informato
        quale diritto alla privacy dovrebbe avere un
        automobilista? Se sono alla guida di 1-2
        tonnellate di acciaio, che sono una potenziale
        arma, devo essere facilmente identificabile e
        bloccabileMi viene da vomitare a pensare che ci sia gente che ragiona? come te!Hai visto cosa è sucXXXXX in Ucraina, fai una manifestazione di protesta? Basta che ti porti dietro il cellulare e ti schedano in modo da poterti venire a prendere con comodo a casa tua, ora cosa vuoi fare, dargli anche il potere di seguire gli spostamenti della tua auto 24 ore al giorno e di poterla bloccare a loro piacimento?
        • In effetti scrive:
          Re: privacy ???????
          Mah veramente... Verranno a prendersi il cellulare, o dovranno dimostrare che ero proprio io ad averlo in tasca...
          • 2014 scrive:
            Re: privacy ???????
            - Scritto da: In effetti
            Mah veramente... Verranno a prendersi il
            cellulare, o dovranno dimostrare che ero proprio
            io ad averlo in
            tasca...alla seconda scarica di legnate, sono sicuro che il problema si risolverà da solo...
      • In effetti scrive:
        Re: privacy ???????
        - Scritto da: il solito bene informato
        quale diritto alla privacy dovrebbe avere un
        automobilista? Se sono alla guida di 1-2
        tonnellate di acciaio, che sono una potenziale
        arma, devo essere facilmente identificabile e
        bloccabileAhah, il giorno che bucheranno find my icoso, prima ti svuoteranno il conto in banca e poi te lo spegneranno cancellando le mille mila apps che ti sei scaricato... Con un clic, da tutti i dispositivi. Auguri...
    • Zukkino scrive:
      Re: privacy ???????
      Il punto è che oggi è il chip blocca auto, domani è il chip inserito nel televisore che decide quali programmi dobbiamo guardare, dopodomani è il chip sottopelle che decide se noi abbiamo sufficiente credito per poter entrare al supermercato e fare la spesa. Fantascienza? Forse. Ma anche no.
      • Panda rosa scrive:
        Re: privacy ???????
        Quindi buttiamo via i pc, perchè oggi li usiamo, ma magari da domani fanno tutto da soli.
      • anverone99 scrive:
        Re: privacy ???????
        - Scritto da: Zukkino
        Il punto è che oggi è il chip blocca auto, domani
        è il chip inserito nel televisore che decide
        quali programmi dobbiamo guardare, dopodomani è
        il chip sottopelle che decide se noi abbiamo
        sufficiente credito per poter entrare al
        supermercato e fare la spesa. Fantascienza?
        Forse. Ma anche
        no.[img]http://uptiki.altervista.org/_altervista_ht/mqkeky3oddpxln3sn5z.jpg[/img]
  • lorenzo scrive:
    E se bloccano le pattuglie ?
    Se l'apparecchio viene montato di serie ... facile che lo mettano anche sulle auto delle forze dell'ordine ... ora un bypass di una valvola e' abbastanza facile da fare ... sarebbe carino se l'inseguito avesse messo fuori uso il sistema e sapesse come spegnere l'auto che lo segue ... Personalmente avere un coso che se si guasta mi blocca l'auto magari mentre sto facendo un sorpasso in autostrada mi preoccupa e se mai me lo trovassi su un'auto disattivarlo sara' la prima cosa di cui mi preccupero' ... questo se fosse su tutte le auto altrimenti sara' mia cura evitare marche e modelli che lo montano .
    • Intellix scrive:
      Re: E se bloccano le pattuglie ?
      - Scritto da: lorenzo
      Se l'apparecchio viene montato di serie ...
      facile che lo mettano anche sulle auto delle
      forze dell'ordine ... ora un bypass di una
      valvola e' abbastanza facile da fare ... sarebbe
      carino se l'inseguito avesse messo fuori uso il
      sistema e sapesse come spegnere l'auto che lo
      segue ...


      Personalmente avere un coso che se si guasta mi
      blocca l'auto magari mentre sto facendo un
      sorpasso in autostrada mi preoccupa e se mai me
      lo trovassi su un'auto disattivarlo sara' la
      prima cosa di cui mi preccupero' ...

      questo se fosse su tutte le auto altrimenti sara'
      mia cura evitare marche e modelli che lo montano
      .Tu sì che sei intelligente! Ti ammiro e ti stimo!
    • ndr scrive:
      Re: E se bloccano le pattuglie ?

      Personalmente avere un coso che se si guasta mi
      blocca l'auto magari mentre sto facendo un
      sorpasso in autostrada mi preoccupa Caspita, figuriamoci quando scoprirai gli effetti di una gomma che si buca in corsa...o di una catena di distribuzione che si spezza...o di una centralina che va in avaria...Un consiglio?Vai a piedi...Se un vecchietto imbocca l'autostrada contromano sarebbe il caso di fermarlo prima che ammazzi qualcuno. E visto che (purtroppo) non poswsiamo sparargli da un elicottero.......proponi tu qualcosa di meglio?
      • Leguleio scrive:
        Re: E se bloccano le pattuglie ?


        Personalmente avere un coso che se si guasta mi

        blocca l'auto magari mentre sto facendo un

        sorpasso in autostrada mi preoccupa

        Caspita, figuriamoci quando scoprirai gli effetti
        di una gomma che si buca in corsa...Si accosta e si cambia la gomma. Qual è il problema?Diventa rischioso quando se ne forano due contemporaneamente, ma è un fatto rarissimo.
        o di una
        catena di distribuzione che si spezza...Mi è sucXXXXX. Di nuovo, accosto, e chiamo il carro attrezzi. Gran seccatura, ma non sono queste le cause degli incidenti.
        o di una
        centralina che va in
        avaria...Se non specifichi centralina di che cosa, non significa nulla.
        Un consiglio?
        Vai a piedi...

        Se un vecchietto imbocca l'autostrada contromano
        sarebbe il caso di fermarlo prima che ammazzi
        qualcuno. Non cambia nulla. Un'automobile ferma in mezzo alla carreggiata è pericolosa quasi quanto una contromano, se si è in autostrada. Se parliamo di strade a scorrimento veloce, dove i limiti sono più bassi, forse la differenza c'è. Forse.
        E visto che (purtroppo) non poswsiamo
        sparargli da un elicotteroAndiamo sul leggero, vedo. Adesso gli automobilisti sono più pericolosi dei dinamitardi.
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: E se bloccano le pattuglie ?
          - Scritto da: Leguleio


          Personalmente avere un coso che se si
          guasta
          mi


          blocca l'auto magari mentre sto facendo
          un


          sorpasso in autostrada mi preoccupa



          Caspita, figuriamoci quando scoprirai gli
          effetti

          di una gomma che si buca in corsa...

          Si accosta e si cambia la gomma. Qual è il
          problema?
          Diventa rischioso quando se ne forano due
          contemporaneamente, ma è un fatto rarissimo.
          Guarda che in curva basta che ti scoppi un pneumatico anteriore e il rischio di schiantarsi specie se si procede sopra i 70-80 all'ora diventa quasi una certezza!


          o di una

          catena di distribuzione che si spezza...

          Mi è sucXXXXX. Di nuovo, accosto, e chiamo il
          carro attrezzi. Gran seccatura, ma non sono
          queste le cause degli
          incidenti.
          La catena di distribuzione se si spezza non causa alcun problema, semplicemente si ferma il motore e procedi per inerzia, a meno che non stia facendo un sorpasso non crea situazioni di pericolo... tranne che al motore ovviamente!


          o di una

          centralina che va in

          avaria...

          Se non specifichi centralina di che cosa, non
          significa nulla.



          Un consiglio?

          Vai a piedi...



          Se un vecchietto imbocca l'autostrada
          contromano

          sarebbe il caso di fermarlo prima che ammazzi

          qualcuno.

          Non cambia nulla. Un'automobile ferma in mezzo
          alla carreggiata è pericolosa quasi quanto una
          contromano, se si è in autostrada. Se parliamo di
          strade a scorrimento veloce, dove i limiti sono
          più bassi, forse la differenza c'è. Forse.



          E visto che (purtroppo) non poswsiamo

          sparargli da un elicottero

          Andiamo sul leggero, vedo. Adesso gli
          automobilisti sono più pericolosi dei
          dinamitardi.Infatti, non vedo proprio perchè mai bisognerebbe applicare un simile tecnocontrollo ad una autovettura, quando logicamente un eventuale malvivente saprebbe come aggirare l'ostacolo... no, tale misura servirebbe solo a controllare la popolazione ed eventuali criminali improvvisati!
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?




            Personalmente avere un coso che se
            si

            guasta

            mi



            blocca l'auto magari mentre sto
            facendo

            un



            sorpasso in autostrada mi
            preoccupa






            Caspita, figuriamoci quando scoprirai
            gli

            effetti


            di una gomma che si buca in corsa...



            Si accosta e si cambia la gomma. Qual è il

            problema?

            Diventa rischioso quando se ne forano due

            contemporaneamente, ma è un fatto rarissimo.



            Guarda che in curva basta che ti scoppi un
            pneumatico anteriore e il rischio di schiantarsi
            specie se si procede sopra i 70-80 all'ora
            diventa quasi una
            certezza!Allora, in curva ad alta velocità non debbono succedere una serie di cose: una lastra di ghiaccio proprio in corrispondenza degli pneumatici, un animale che attraversa la strada, un guasto al piantone dello sterzo, del materiale sdrucciolevole perso da un mezzo di trasporto passato da poco, e appunto una ruota bucata. E fin qui siamo d'accordo. Siccome sono stato a bordo di un'auto che ha forato in autostrada, e non è sucXXXXX assolutamente niente, posso dire, confortato anche da prove sperimentali fatte su strada, che le automobili moderne non fanno quelle carambole che si vedono nei film di Hollywood quando scoppia una sola gomma. Ci sono le altre tre. Bisogna rallentare e accostare il più presto possibile, e niente di più.




            o di una


            catena di distribuzione che si spezza...



            Mi è sucXXXXX. Di nuovo, accosto, e chiamo il

            carro attrezzi. Gran seccatura, ma non sono

            queste le cause degli

            incidenti.



            La catena di distribuzione se si spezza non causa
            alcun problema, semplicemente si ferma il motore
            e procedi per inerzia, Dillo a ndr, l'affermazione è sua. :)Ripeto, mi è capitato, proprio in autostrada, un 7-8 anni fa. Auto da rottamare, in seguito, perché era saltato un pezzo del motore. Ma nessun rischio per l'incolumità mia o di altri automobilisti.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            A me è sucXXXXX di vedere in autostrada la vettura che mi precedeva bucare una gomma ... ho visto uno sbuffo d'aria proveniere da un pneumatico credo posteriore, un leggero sbandamento e poi l'auto accostare tranquillamente in corsia di emergenza. Io - seguendo quella vettura nel pieno rispetto di una distanza di sicurezza rapportata alla velocità sostenuta che le condizioni della carreggiata consentivano di mantenere - non ho avuto alcun problema.
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?

            A me è sucXXXXX di vedere in autostrada la
            vettura che mi precedeva bucare una gomma ... ho
            visto uno sbuffo d'aria proveniere da un
            pneumatico credo posteriore, un leggero
            sbandamento e poi l'auto accostare
            tranquillamente in corsia di emergenza. Io -
            seguendo quella vettura nel pieno rispetto di una
            distanza di sicurezza rapportata alla velocità
            sostenuta che le condizioni della carreggiata
            consentivano di mantenere - non ho avuto alcun
            problema.Esatto. Stessa esperienza mia, da passeggero.Bisogna ovviamente avere un minimo di sangue freddo, basta poco per commettere errori. Ma una gomma sgonfia in un'automobile moderna non è questa catastrofe, capisco che molti film la presentino come una causa di incidenti mortali per ragioni di spettacolo. :|Forse lo è per i pullman e per grandi autocarri, non li conosco così bene. E forse lo è per chi va a oltre 200 km/h.
      • lorenzo scrive:
        Re: E se bloccano le pattuglie ?
        Chiariamoci ... un oggetto inutile che mi puo' far danno e' diverso dalla gomma che scoppia , senza la gomma non vado da nessuna parte e la posso cambiare ogni tre anni anche se il battistrada e' nuovo ! Quanto al vecchietto contromano ... be' non so se sono piu' probabili i vecchietti contromano o le avarie a un dispositivo del genere , personalmente continuo a preferire di non avere una cosa del genere a bordo ( che poi al 99% disalimenta la pompa del carburante nel serbatorio e basta un diodo da 5 centesimi a renderlo innocuo se si vuole fare il lavoro per bene altrimenti basta un pezzetto di fil di rame )
        • ndr scrive:
          Re: E se bloccano le pattuglie ?
          - Scritto da: lorenzo
          Chiariamoci ... un oggetto inutile che mi puo'
          far danno e' diverso dalla gomma che scoppia ,
          senza la gomma non vado da nessuna parte e la
          posso cambiare ogni tre anni anche se il
          battistrada e' nuovo !L'auto non monta solo dispositivi necessari a te e alla tua guida.L'auto può e deve montare anche dispositivi pensati per la sicurezza ALTRUI. Il terzo stop evita (meglio, riduce il rischio) a te il tamponamento ma anche a chi ti segue. Le luci di posizione idem non ti servono per circolare.Anche l'airbag non ti serve per circolare, ma in caso di incidente sei contento di averlo. Un dispositivo per fermare l'auto può salvare qualcuno...e se quel qualcuno sei tu e il vecchietto contromano è di fronte a te.... E anche se resta fermo in mezzo, come pretestuosamente dice qualcuno, 130 contro 0 è meglio che 130 contro 130, oltre poi alla frenata.Senza contare poi gli innumerevoli inseguimenti in contesti diversi dal nostro, tipo USA.Poi all'inizio lo contestavi perchè "se si spegne l'auto in sorpasso"......ma poi minimizzi per una gomma che scoppia (o si affloscia di colpo e, credimi, in curva non è divertente, ci son passat) o la rottura di una catena di distribuzione che ha effetti simili se non peggiori...mah.
          • ndr scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            Mi correggo, era leguleio a minimizzare sui guasti meccanici, leggerà lui, il concetto resta quello.
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?

            Un dispositivo per fermare l'auto può salvare
            qualcuno...e se quel qualcuno sei tu e il
            vecchietto contromano è di fronte a te....

            E anche se resta fermo in mezzo, come
            pretestuosamente dice qualcuno, Alla prossima allusione in terza persona, scatta la segnalazione.Fai tutte le critiche che vuoi, ma falle <B
            a me </B
            . È una pia illusione pensare che a 130 all'ora si abbia il tempo e lo spazio per schivare una macchina ferma in autostrada, in particolare se è dietro una curva o un dosso. La diffferenza fra 130 all'ora e 260 all'ora, somma fra le due velocità, è solo psicologica. Per evitare che qualcuno prenda un'autostrada contromano sarebbero molto più utili meccanismi che all'imbocco della rampa segnalano immediatamente e con mezzi inequivocabili che si sta andando contromano. Una volta immessi nella circolazione, il danno è fatto: fermare l'auto d'autorità non serve più, ai fini della prevenzione degli incidenti.
            ...ma poi minimizzi per una gomma che scoppia (o
            si affloscia di colpo e, credimi, in curva non è
            divertente, ci son passat) o la rottura di una
            catena di distribuzione che ha effetti simili se
            non
            peggiori...mah.Sì, guarda: i cimiteri sono pieni di gente vittima di una gomma bucata o di un guasto alla distribuzione. Certo, quando capita un incidente proprio in quel frangente è comodo dare la colpa alla ruota forate o alla distribuzione, anziché al fatto di aver perso la testa. Non si rischia il ritiro della patente, e può anche darsi che l'assicurazione tenga in conto la circostanza.
          • ndr scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?

            Per evitare che qualcuno prenda un'autostrada
            contromano sarebbero molto più utili meccanismi
            che all'imbocco della rampa segnalano
            immediatamente e con mezzi inequivocabili che si
            sta andando contromano. Una volta immessi nella
            circolazione, il danno è fatto: fermare l'auto
            d'autorità non serve più, ai fini della
            prevenzione degli incidenti.
            Se uno entra in contromano significa che i segnali inequivocabili li ha già ignorati, perchè CI SONO. Ma su questo andiamo OT.Ad ogni modo immaginati l'eventualità di un inseguimento a rapinatori/spacciatori/balordi...rara in italia ma QUOTIDIANA in posti come gli Stati Uniti. E non sempre finisce bene per i passanti.
            Sì, guarda: i cimiteri sono pieni di gente
            vittima di una gomma bucata o di un guasto alla
            distribuzione....eh infatti, tu invece immagini cimiteri pieni di gente per colpa di un guasto elettronico che ha spento il motore...Puoi dire che non ti piace, ma usare a tal fine la scusa che "è pericoloso perchè potrebbe guastarsi" è quantomeno pretestuoso.Allora non montiamo nemmeno gli airbag, perchè può capitare che si guastino ed esplodano mentre guidi...ben peggio...Quel che dimentichi è il rapporto tra probabilità che un guasto accada e benefici che invece il device può produrre. Come per l'airbag, un chip per spegnere l'auto da remoto in caso di emergenza ha aspetti positivi e negativi, a ragion veduta ben sbilanciati a favore dei primi. (è un ESEMPIO, non farmi una lezione sulle componenti elettroniche degli airbag adesso...).
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?


            Per evitare che qualcuno prenda un'autostrada

            contromano sarebbero molto più utili meccanismi

            che all'imbocco della rampa segnalano

            immediatamente e con mezzi inequivocabili che si

            sta andando contromano. Una volta immessi nella

            circolazione, il danno è fatto: fermare l'auto

            d'autorità non serve più, ai fini della

            prevenzione degli incidenti.



            Se uno entra in contromano significa che i
            segnali inequivocabili li ha già ignorati, perchè
            CI SONO. Ma su questo andiamo
            OT.No, no, restiano in tema, invece.I segnali inequivocabili possono essere stati trascurati a causa del buio o della nebbia.Rimanendo nell'ambito dell'elettronica, visto che si parla di questo, intendo dire un dispositivo attivabile dall'esterno che fa accendere tutte le luci e le spie possibili dell'auto, e che magari emette anche un avviso vocale. Quello sì che servirebbe, a differenza del blocco d'autoritá di un'auto quando è già in mezzo alla carreggiata.
            Ad ogni modo immaginati l'eventualità di un
            inseguimento a
            rapinatori/spacciatori/balordi...rara in italia
            ma QUOTIDIANA in posti come gli Stati Uniti. E
            non sempre finisce bene per i
            passanti.È estremamente ingenuo. I rapinatori sanno di questo dispositivo e sanno anche come disattivarlo. Come sanno disattivare l'antifurto di una macchina che hanno rubato.Funzionerebbe giusto nel caso che si impossessino della macchina di un passante all'ultimo istante, per proseguire la fuga iniziata a piedi. Ma sono casi rari.

            Sì, guarda: i cimiteri sono pieni di gente

            vittima di una gomma bucata o di un guasto alla

            distribuzione.

            ...eh infatti, tu invece immagini cimiteri pieni
            di gente per colpa di un guasto elettronico che
            ha spento il
            motore...No, no, mai detto.L'idea della UE tra l'altro naufragherà probabilmente, come molte altre. Perché è inutile, non perché non sarebbe recepita dagli Stati.
            Puoi dire che non ti piace, ma usare a tal fine
            la scusa che "è pericoloso perchè potrebbe
            guastarsi" è quantomeno
            pretestuoso.E infatti non l'ho detto.Mi sai indicare il punto dove avrei parlato di quello?
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: Leguleio

            Un dispositivo per fermare l'auto può salvare

            qualcuno...e se quel qualcuno sei tu e il

            vecchietto contromano è di fronte a te....



            E anche se resta fermo in mezzo, come

            pretestuosamente dice qualcuno,

            Alla prossima allusione in terza persona, scatta
            la
            segnalazione.
            Fai tutte le critiche che vuoi, ma falle
            <B
            a me </B
            .

            È una pia illusione pensare che a 130
            all'ora si abbia il tempo e lo spazio per
            schivare una macchina ferma in autostrada, in
            particolare se è dietro una curva o un dosso. La
            diffferenza fra 130 all'ora e 260 all'ora, somma
            fra le due velocità, è solo psicologica.

            Per evitare che qualcuno prenda un'autostrada
            contromano sarebbero molto più utili meccanismi
            che all'imbocco della rampa segnalano
            immediatamente e con mezzi inequivocabili che si
            sta andando contromano. Una volta immessi nella
            circolazione, il danno è fatto: fermare l'auto
            d'autorità non serve più, ai fini della
            prevenzione degli incidenti.

            Visto che si parla tanto di tecnologia, un sensore montato sui vari svincoli autostradali collegato ad un allarme e magari ad una cancellata automatica in grado di bloccare il veicolo contromano non sarebbe di gran lunga più efficace e sicuro?


            ...ma poi minimizzi per una gomma che
            scoppia
            (o

            si affloscia di colpo e, credimi, in curva
            non
            è

            divertente, ci son passat) o la rottura di
            una

            catena di distribuzione che ha effetti
            simili
            se

            non

            peggiori...mah.

            Sì, guarda: i cimiteri sono pieni di gente
            vittima di una gomma bucata o di un guasto alla
            distribuzione.

            Certo, quando capita un incidente proprio in quel
            frangente è comodo dare la colpa alla ruota
            forate o alla distribuzione, anziché al fatto di
            aver perso la testa. Non si rischia il ritiro
            della patente, e può anche darsi che
            l'assicurazione tenga in conto la
            circostanza.
          • In effetti scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            Veramente è fisica: diciamo così, l'energia in ballo varia col quadrato della velocità. A parità di massa, 130^2 < 260^2 Concordo che gli effetti sono disastrosi- Scritto da: Leguleio

            Un dispositivo per fermare l'auto può salvare

            qualcuno...e se quel qualcuno sei tu e il

            vecchietto contromano è di fronte a te....



            E anche se resta fermo in mezzo, come

            pretestuosamente dice qualcuno,

            Alla prossima allusione in terza persona, scatta
            la
            segnalazione.
            Fai tutte le critiche che vuoi, ma falle
            <B
            a me </B
            .

            È una pia illusione pensare che a 130
            all'ora si abbia il tempo e lo spazio per
            schivare una macchina ferma in autostrada, in
            particolare se è dietro una curva o un dosso. La
            diffferenza fra 130 all'ora e 260 all'ora, somma
            fra le due velocità, è solo psicologica.

            Per evitare che qualcuno prenda un'autostrada
            contromano sarebbero molto più utili meccanismi
            che all'imbocco della rampa segnalano
            immediatamente e con mezzi inequivocabili che si
            sta andando contromano. Una volta immessi nella
            circolazione, il danno è fatto: fermare l'auto
            d'autorità non serve più, ai fini della
            prevenzione degli incidenti.




            ...ma poi minimizzi per una gomma che
            scoppia
            (o

            si affloscia di colpo e, credimi, in curva
            non
            è

            divertente, ci son passat) o la rottura di
            una

            catena di distribuzione che ha effetti
            simili
            se

            non

            peggiori...mah.

            Sì, guarda: i cimiteri sono pieni di gente
            vittima di una gomma bucata o di un guasto alla
            distribuzione.

            Certo, quando capita un incidente proprio in quel
            frangente è comodo dare la colpa alla ruota
            forate o alla distribuzione, anziché al fatto di
            aver perso la testa. Non si rischia il ritiro
            della patente, e può anche darsi che
            l'assicurazione tenga in conto la
            circostanza.
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: In effetti
            Veramente è fisica: diciamo così, l'energia in
            ballo varia col quadrato della velocità.

            A parità di massa, 130^2 < 260^2

            Concordo che gli effetti sono disastrosiNon ho capito se era diretto a me o a un altro utente.Io parlavo della possibilità di schivare un'auto, non degli effetti fisici di un frontale. E le posibilità sono poche sia a 130 km/h, sia a 260 km/h. Con la differenza che in caso di un automobilista contromano convinto in buona fede di essere nella corsia gisuta, entrambi possono almeno tentare di evitare la collisione, tentar non nuoce. Se l'auto è bloccata dal dispositivo della polizia, solo uno dei due può tentarci. :
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: Leguleio
            Io parlavo della possibilità di schivare un'auto,
            non degli effetti fisici di un frontale. E le
            posibilità sono poche sia a 130 km/h, sia a 260
            km/h.se a 130 km/h non sei in grado di evitare un ostacolo fermo, vuol dire che stai viaggiando ad una velocità superiore a quella che la visibilità ti consente.
            Con la differenza che in caso di un automobilista
            contromano convinto in buona fede di essere nella
            corsia gisuta, entrambi possono almeno tentare di
            evitare la collisione, tentar non nuoce. Se
            l'auto è bloccata dal dispositivo della polizia,
            solo uno dei due può tentarci.questo è un buon motivo per essere contrari a tutti quei dispositivi che tolgono il controllo del veicolo al conducente, e che in troppi invece vorrebbero senza pensare alle conseguenze.
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?


            Io parlavo della possibilità di schivare
            un'auto,

            non degli effetti fisici di un frontale. E le

            posibilità sono poche sia a 130 km/h, sia a
            260

            km/h.

            se a 130 km/h non sei in grado di evitare un
            ostacolo fermo, vuol dire che stai viaggiando ad
            una velocità superiore a quella che la visibilità
            ti
            consente.È possibile, sì, ma chissà quante volte accade sulle autostrade. Si parte dal presupposto che l'automobile che ci precede vada più piano, non che sia addirittura ferma. O anche, banalmente, gli spazi di frenata non sono sufficienti perché il manto è bagnato.

            Con la differenza che in caso di un
            automobilista

            contromano convinto in buona fede di essere
            nella

            corsia gisuta, entrambi possono almeno
            tentare
            di

            evitare la collisione, tentar non nuoce. Se

            l'auto è bloccata dal dispositivo della
            polizia,

            solo uno dei due può tentarci.

            questo è un buon motivo per essere contrari a
            tutti quei dispositivi che tolgono il controllo
            del veicolo al conducente, e che in troppi invece
            vorrebbero senza pensare alle
            conseguenze.Con me sfondi una porta aperta.Guarda che cosa si potrebbe fare con le diavolerie elettroniche che montano nella auto moderne:http://attivissimo.blogspot.dk/2010/05/aiuto-mi-hanno-craccato-lauto.htmlFossero almeno disinseribili con un comando, uno dice: vabbè, non mi fido, tolgo quella funzione. Invece bisogna sorbirsela, e magari pagare di più l'automobile con questi acXXXXXri. Bah!
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: Leguleio


            Io parlavo della possibilità di schivare

            un'auto,


            non degli effetti fisici di un
            frontale. E
            le


            posibilità sono poche sia a 130 km/h,
            sia
            a

            260


            km/h.



            se a 130 km/h non sei in grado di evitare un

            ostacolo fermo, vuol dire che stai
            viaggiando
            ad

            una velocità superiore a quella che la
            visibilità

            ti

            consente.

            È possibile, sì, ma chissà quante volte
            accade sulle autostrade. Si parte dal presupposto
            che l'automobile che ci precede vada più piano,
            non che sia addirittura ferma.

            O anche, banalmente, gli spazi di frenata non
            sono sufficienti perché il manto è bagnato.veramente si parte dal presupposto che quando si guida si deve essere in grado di far fronte agli imprevisti, come un veicolo fermo per avaria.La velocità va regolata in modo tale che lo spazio di arresto sia sempre minore del campo di visibilità.A 130km/h su strada asciutta e con freni in ordine è di circa 120m, quindi per stare sicuri devi avere visibilità per almeno 150m.Se vedi un'auto ferma a 200 metri da te, hai tutto lo spazio per fermarti, se la vedi solo quando sei a 150m sei un po' più vicino al limite, ma sei ancora in tempo.Se la vedi solo quando sei a 80m allora stai viaggiando troppo veloce per la visibilità che hai in quel tratto.Col bagnato a maggior ragione, gli spazi si allungano e bisogna regolare la velocità di conseguenza.
          • tucumcari scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            .................-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 febbraio 2014 03.04-----------------------------------------------------------
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            - Scritto da: Leguleio



            Io parlavo della possibilità di
            schivare


            un'auto,



            non degli effetti fisici di un

            frontale. E

            le



            posibilità sono poche sia a 130
            km/h,

            sia

            a


            260



            km/h.





            se a 130 km/h non sei in grado di
            evitare
            un


            ostacolo fermo, vuol dire che stai

            viaggiando

            ad


            una velocità superiore a quella che la

            visibilità


            ti


            consente.



            È possibile, sì, ma chissà quante volte

            accade sulle autostrade. Si parte dal
            presupposto

            che l'automobile che ci precede vada più
            piano,

            non che sia addirittura ferma.



            O anche, banalmente, gli spazi di frenata non

            sono sufficienti perché il manto è bagnato.

            veramente si parte dal presupposto che quando si
            guida si deve essere in grado di far fronte agli
            imprevisti, come un veicolo fermo per
            avaria.

            La velocità va regolata in modo tale che lo
            spazio di arresto sia sempre minore del campo di
            visibilità.
            A 130km/h su strada asciutta e con freni in
            ordine è di circa 120m, quindi per stare sicuri
            devi avere visibilità per almeno
            150m.

            Se vedi un'auto ferma a 200 metri da te, hai
            tutto lo spazio per fermarti, se la vedi solo
            quando sei a 150m sei un po' più vicino al
            limite, ma sei ancora in
            tempo.
            Se la vedi solo quando sei a 80m allora stai
            viaggiando troppo veloce per la visibilità che
            hai in quel
            tratto.

            Col bagnato a maggior ragione, gli spazi si
            allungano e bisogna regolare la velocità di
            conseguenza.E vuoi che non lo sappia? Queste cose si insegnano al corso per la patente.Poi nessuno le mette in pratica in realtà. Uno spazio di sicurezza di 120, o addirittura di 150 metri è francamente qualcosa di impensabile sulle autostrade italiane.Va comunque detto che in alcune autostrade un po' particolari, che si snodano fra monti, gallerie e curve strette, per avere lo spazio di frenata inferiore alla visibilità della carreggiata bisognerebbe andare a 30 chilometri orari, in certi punti. A quel punto uno prende la statale.:DLe autostrade italiane, alcune almeno, son fatte così.
          • 2014 scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: Fulmy(nato)
            La velocità va regolata in modo tale che lo
            spazio di arresto sia sempre minore del campo di
            visibilità.
            A 130km/h su strada asciutta e con freni in
            ordine è di circa 120m, quindi per stare sicuri
            devi avere visibilità per almeno
            150m.

            Se vedi un'auto ferma a 200 metri da te, hai
            tutto lo spazio per fermarti, se la vedi solo
            quando sei a 150m sei un po' più vicino al
            limite, ma sei ancora in
            tempo.
            Se la vedi solo quando sei a 80m allora stai
            viaggiando troppo veloce per la visibilità che
            hai in quel
            tratto.

            Col bagnato a maggior ragione, gli spazi si
            allungano e bisogna regolare la velocità di
            conseguenza.Pensa a tutte quelle diavolerie col radar e riflessi elettronici che vedono MEGLIO di te e sono più veloci a frenare...
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: 2014
            Pensa a tutte quelle diavolerie col radar e
            riflessi elettronici che vedono MEGLIO di te e
            sono più veloci a
            frenare...quando potrò permettermi una Classe S, o quando quelle diavolerie saranno disponibili di serie anche sulla Skoda, allora adeguerò la mia velocità al range del radar. Fino ad allora posso contare solo sui miei occhi.
          • lorenzo scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            Il terzo stop se si guasta non mi ferma la macchina ... l'airbag se si apre da solo facile che mi causa lui il cimitero ...ma visto che in caso di incidente mi puo' salvare la vita mi sta bene .Il dispositivo che mi blocca l'auto ... non lo digerisco , e 50 centesimi in diodi per renderlo innocuo li spendero' eventualmente volentieri , meno volentieri spendero' i soldi in piu' che costera' l'auto e i soldi di tasse che dedicheranno allo sviluppo di questa inutility .
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: lorenzo
            Il terzo stop se si guasta non mi ferma la
            macchina ...

            l'airbag se si apre da solo facile che mi causa
            lui il cimitero
            ...
            ma visto che in caso di incidente mi puo' salvare
            la vita mi sta bene
            .

            Il dispositivo che mi blocca l'auto ... non lo
            digerisco , e 50 centesimi in diodi per renderlo
            innocuo li spendero' eventualmente volentieri ,
            meno volentieri spendero' i soldi in piu' che
            costera' l'auto e i soldi di tasse che
            dedicheranno allo sviluppo di questa inutility
            .Concordo con Te, l'unico appunto è che temo che un dispositivo del genere te lo mettano direttamente nella centralina elettronica di alimentazione, quindi o la riprogrammi o la sostituisci con un'altra privata di tale "feature".... ma temo che il tutto ti costi ben più di 50 centesimi...
          • lorenzo scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            Be' se si limita a togliere alimentazione alla pompa del carburante mantendendo il resto delle funzioni bastano due diodi , uno in serie al filo originale ed uno dal positivo sotto quadro , cosi' che anche se il filo fosse posto a massa non ci siano problemi , certo se comincia a mandare fuori fase il motore ... e' un altro paio di maniche , c'e' anche un'altra opzione ...un bel ponticello in parallelo all'antenna che dovra' ricevere il segnale di blocco ... tutte cose economiche ed efficaci . Sto gia' pensando al burlone che si mettera' a bloccare centinaia di macchine contemporaneamente ... e succedera' ...
          • Leguleio scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?

            Sto gia' pensando al burlone che si mettera' a
            bloccare centinaia di macchine contemporaneamente
            ... e succedera'
            ...Infatti ho già anticipato che la proposta non verrà mai adottata, almeno a livello UE, magari qualche singolo Paese farà la sperimentazione, sia perché non serve a nulla, chi viaggia su un'auto rubata lo ha già disattivato, sia perché si presta ad usi del genere.
          • Fulmy(nato) scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            - Scritto da: ndr
            Un dispositivo per fermare l'auto può salvare
            qualcuno...e se quel qualcuno sei tu e il
            vecchietto contromano è di fronte a te....

            E anche se resta fermo in mezzo, come
            pretestuosamente dice qualcuno, 130 contro 0 è
            meglio che 130 contro 130, oltre poi alla
            frenata.non è esattamente così, le velocità non si sommanohttp://www.youtube.com/watch?v=r8E5dUnLmh4
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: E se bloccano le pattuglie ?
          - Scritto da: lorenzo
          Chiariamoci ... un oggetto inutile che mi puo'
          far danno e' diverso dalla gomma che scoppia ,
          senza la gomma non vado da nessuna parte e la
          posso cambiare ogni tre anni anche se il
          battistrada e' nuovo !

          Quanto al vecchietto contromano ... be' non so se
          sono piu' probabili i vecchietti contromano o le
          avarie a un dispositivo del genere ,

          personalmente continuo a preferire di non avere
          una cosa del genere a bordo ( che poi al 99%
          disalimenta la pompa del carburante nel
          serbatorio e basta un diodo da 5 centesimi a
          renderlo innocuo se si vuole fare il lavoro per
          bene altrimenti basta un pezzetto di fil di rame
          )Beh non penso che la cosa sia così semplice, più probabilmente interverrebbero a livello di centralina di alimentazione come l'immobilizer, in pratica per riattivare la centralina ne dovresti resettare il software, tutto fattibile certo ma assai più complicato e costoso, non che non sia alla portata ovviamente dei professionisti, visto che le auto immobilizer o meno le fregano anche oggi!
          • lorenzo scrive:
            Re: E se bloccano le pattuglie ?
            Tempo fa dovetti cambiare la centralina della macchina ...comprata una usata ... l'elettrauto ne disattivo' l'immobilizer in 2 secondi netti ... Pero' pensando che e' una cosa standard da inserire in vari tipi di veicoli ... potrebbero anche essere cosi' furbi da farne un disposiitvo esterno :)
      • anverone99 scrive:
        Re: E se bloccano le pattuglie ?
        - Scritto da: ndr
        Se un vecchietto imbocca l'autostrada contromano
        sarebbe il caso di fermarlo prima che ammazzi
        qualcuno. E visto che (purtroppo) non possiamo
        sparargli da un elicotteroPerche' no?
Chiudi i commenti