Contrappunti/ Sei anni di iPhone

di M. Mantellini - Dai telefonini che sono occasionali strumento di accesso alla Rete alla protesi connessa. Che, fra l'altro, permette di chiamare e mandare SMS. Lo chiamiamo telefono, ma solo per comodità

Roma – Esattamente 6 anni fa veniva commercializzato in USA il primo modello di iPhone. Era stato presentato da Steve Jobs alcuni mesi prima e, come talvolta accade, lo stupore aveva all’inizio superato l’ammirazione. Questa per esempio, come spesso mi ricordano gli amici più cari, una delle mie prime reazioni.

Nonostante si parlasse già da tempo di una intenzione di Apple di presentare qualcosa di simile ad un telefono cellulare, quando Jobs mostrò quella mattonella nera e alluminio con un unico tasto, così differente da qualsiasi altra cosa che avevamo utilizzato fino ad allora, ci sfuggì probabilmente il punto centrale della vicenda: il telefono, inteso come oggetto che trasmetteva conversazioni vocali e brevi messaggi di testo, finiva quel giorno.

Non che nel 2007 il traffico dati e l’accesso a Internet in mobilità non esistessero ma erano una sorta di costola sovrannumeraria nel torace del gigante della comunicazione mobile, vero e proprio totem dell’industria telefonica e oliata macchina spremisoldi. Lo sapevamo bene noi italiani che per un certo periodo, qualche anno prima, eravamo stati avanguardia mondiale nell’utilizzo dei cellulari. Forse, purtroppo, nel periodo sbagliato.

Insomma iPhone quel giorno rovesciò il tavolo: un oggetto da tasca per telefonare e mandare SMS e che in alcuni casi consentiva di leggere la propria mail, scattare pessime foto e navigare sul web fra mille limitazioni, diventava un terminale mobile di rete col quale era possibile anche telefonare e mandare messaggi. Una sterzata improvvisa imposta a tutti: ai modelli di business delle telco, alle abitudini degli utenti, all’industria dei cellulari e a quella del software. E anche un nuovo grande impulso allo sviluppo della rete Internet (poi sarebbero arrivati i tablet a completare il quadro). Una rivoluzione, come si dice in questi casi, per una volta senza esagerare, avvenuta in tempo tanto brevi quanto vorticosi, che non ha risparmiato niente, comprese le nostre abitudini sociali. Soprattutto le nostre abitudini sociali.

Se ci allontaniamo un istante dalle noiose questioni tecnologiche, ci accorgiamo che nel giro di poco strani gesti mai visti come lo sfiorare uno schermo piatto, pizzicarlo con due dita, inclinarlo da un lato, furono costretti a percorrere la grande distanza fra il gesto futurista e la normalità. In un battito di ciglia Steve Jobs su un palco a San Francisco scivola col dito sul display per rispondere a una chiamata, immediatamente dopo mia madre compie lo stesso gesto seduta nel divano di casa sua per rispondere a suo figlio. Una considerevole distanza riunita nel corso di poco più di un lustro.

Per questo oggi il tema non è Apple contro Samsung, Android contro iOS, Blackberry o Windows Phone, qui la faccenda è che se un oggetto diventa di colpo tanto diverso da quello che era prima, poi, necessariamente, si trasforma in qualcosa d’altro. E a quel punto risulta anche complicato descriverlo. Così oggi non c’è una parola meno efficacie di smartphone per denominare gli aggeggi che portiamo in tasca. Non sono più telefoni, piuttosto grandi protesi totipotenti di cui fino a poco fa nemmeno sospettavamo l’esistenza. Protesi momentaneamente senza nome.

Ci vuole poco ad accorgersene, basta salire su un bus, osservare i gesti della gente per strada. Qualche sera fa ero ad assistere ad un concerto di un gruppo rock molto noto: lo stadio era pieno, decine di migliaia di persone: a un certo punto il cantante ha chiesto al pubblico di accendere i display dei cellulari. Lo stadio in pochi istanti si è trasformato in una costellazione. Quei piccoli oggetti che ormai estraiamo di tasca con la maestria che riserviamo alle azioni quotidiane sono diventati migliaia di piccole improvvisate candele. Nulla che non sapessimo già.

Ieri mattina osservavo di soppiatto la ragazza seduta accanto a me nella metro: si truccava utilizzando la telecamera frontale del suo telefono. Alcuni li usano per leggere libri, altri ovviamente ci ascoltano la musica. Tutte azioni che sappiamo, ma tutte azioni in qualche misura nuove, figlie di tempi recenti, riunite in un apparecchio che una volta e anche adesso per brevità chiamiamo telefono.

C’è una lezione che possiamo provare a estrarre da questa storia? Probabilmente no, se siamo arroganti e cinici come ci vorrebbe la tecnologia che tante volte vive per giustificare se stessa. Se siamo arroganti e cinici tutto sottostà ad un disegno, avviene per gradi e dopo opportuna pianificazione. Ma se diversamente proviamo ad immaginare iPhone come la svolta quasi artistica in un percorso dalle molte variabili intenzionali (Internet stessa è il luogo principe delle variabili intenzionali), allora, magari solo per un istante, la tecnologia risulterà indissociabile da noi stessi, ne diventerà una sorta di penisola sentimentale. Ed è in questo che risiede l’inattesa genialità di quel progetto. Siamo noi e il nostro telefono allo stadio ad ascoltare i Killers e mentre lo trasformiamo in un lume nella notte o in un registratore o in una macchina fotografica o in uno specchietto per il trucco, quale sia il suo nome, l’esattezza del tecnologo va a farsi benedire. La stessa parola “telefono” è a quel punto più che sufficiente per dare un nome come un altro a qualcosa che un telefono di certo non è più.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • wavettore scrive:
    La Bestia e' ancora al largo
    A presto il ritorno di George W. Bush11 Settembre (attacco "false flag" pianificato dai Bush)7/7 "false flag" a Londra (Blair sigilla il Patto con Bush)La Guerra in IraqLa prossima espansione del territorio di Israele.Il futuro collasso Mondiale del sistema finanziarioTutti questi non sono singoli avvenimenti ma invece parte del Piano SionistaSenza precedenti nella storia, questa crisi mondiale e' stata provocata tramite un evento di terrore (l'11 Settembre) pianificato da un presidente Americano, George Bush, in combutta con i servizi segreti Israeliani.Questo evento fu' pianificato per destabilizzare l'equilibrio in ogni Paese e dare l'inizio ad una catena di eventi quasi inevitabili tutti questi parte dello stesso Piano.Da simultanee rivolte sobillate in tanti Paesi Arabi l'unico a trarne beneficio sara' infine lo Stato di Israele con l'espansione del proprio territoriomentre.....in Europa e negli USA, le risorse finanziarie "come magia" spariranno attraverso bailouts, tagli fiscali ed elaborate manovre di emergenza che saranno legiferate solo per apparire di beneficio a quei Paesi ma invece disegnate apposta per il loro collasso (eccetto l'Inghilterra che spingera' l'Europa oltre il precipizio)E' piu' vicino di quanto non crediLa vecchia economia arrivera' all'ultima fermataL'Internet avra' invece la spina staccata.Dalla grande poverta' arrivera' il caos e l'anarchia mentre l'ingovernabilita' preparera' il palco per una Tirannia Mondiale (ed il ritorno di George Bush).Sara' proprio durante il caos che si innalzera' una voce con la pretesa di sistemare tutto e tutti. Quella sara' la biforcuta lingua di agenti del Nuovo Ordine del MondoEsiste una singola Soluzine.http://www.wavevolution.org/it/index.html
    • ... scrive:
      Re: La Bestia e' ancora al largo
      - Scritto da: wavettore
      A presto il ritorno di George W. Bush

      11 Settembre (attacco "false flag" pianificato
      dai
      Bush)
      7/7 "false flag" a Londra (Blair sigilla il Patto
      con
      Bush)
      La Guerra in Iraq
      La prossima espansione del territorio di Israele.
      Il futuro collasso Mondiale del sistema
      finanziario

      Tutti questi non sono singoli avvenimenti ma
      invece parte del Piano
      SionistaPROOOOOT!
    • Trollollero scrive:
      Re: La Bestia e' ancora al largo
      Esiste un'unica soluzione: un bravo psichiatra.
    • illegale scrive:
      Re: La Bestia e' ancora al largo
      - Scritto da: wavettore
      A presto il ritorno di George W. Bush

      11 Settembre (attacco "false flag" pianificato
      dai
      Bush)
      7/7 "false flag" a Londra (Blair sigilla il Patto
      con
      Bush)
      La Guerra in Iraq
      La prossima espansione del territorio di Israele.
      Il futuro collasso Mondiale del sistema
      finanziario

      Tutti questi non sono singoli avvenimenti ma
      invece parte del Piano
      Sionista

      Senza precedenti nella storia, questa crisi
      mondiale e' stata provocata tramite un evento di
      terrore (l'11 Settembre) pianificato da un
      presidente Americano, George Bush, in combutta
      con i servizi segreti
      Israeliani.

      Questo evento fu' pianificato per destabilizzare
      l'equilibrio in ogni Paese e dare l'inizio ad una
      catena di eventi quasi inevitabili tutti questi
      parte dello stesso
      Piano.

      Da simultanee rivolte sobillate in tanti Paesi
      Arabi l'unico a trarne beneficio sara' infine lo
      Stato di Israele con l'espansione del proprio
      territorio
      mentre.....
      in Europa e negli USA, le risorse finanziarie
      "come magia" spariranno attraverso bailouts,
      tagli fiscali ed elaborate manovre di emergenza
      che saranno legiferate solo per apparire di
      beneficio a quei Paesi ma invece disegnate
      apposta per il loro collasso (eccetto
      l'Inghilterra che spingera' l'Europa oltre il
      precipizio)

      E' piu' vicino di quanto non credi
      La vecchia economia arrivera' all'ultima fermata
      L'Internet avra' invece la spina staccata.

      Dalla grande poverta' arrivera' il caos e
      l'anarchia mentre l'ingovernabilita' preparera'
      il palco per una Tirannia Mondiale (ed il ritorno
      di George
      Bush).

      Sara' proprio durante il caos che si innalzera'
      una voce con la pretesa di sistemare tutto e
      tutti. Quella sara' la biforcuta lingua di agenti
      del Nuovo Ordine del
      Mondo
      [img]http://images.sodahead.com/polls/001141629/hyena_laughing_xlarge.jpeg[/img]
  • prova123 scrive:
    Noi dobbiamo includere ...
    in europa anche la russia visto che ormai abbiamo incluso tutto l'est europeo. La Russia ha le risorse energetiche, siamo alleati degli USA, ma loro che mink*a ci danno che la russia non ci può dare...Adesso intercettate questo ... bombing ... new york ... affancu*o ... secondo me l'asterisco gli impantana Echelon :D
    • una 44 magnum per l ispettore sgabbio scrive:
      Re: Noi dobbiamo includere ...
      - Scritto da: prova123
      in europa anche la russia visto che ormai abbiamo
      incluso tutto l'est europeo. La Russia ha le
      risorse energetiche, siamo alleati degli USA, ma
      loro che mink*a ci danno che la russia non ci può
      dare...
      Adesso intercettate questo ... bombing ... new
      york ... affancu*o ... secondo me l'asterisco gli
      impantana Echelon
      :D[img]http://media.tumblr.com/tumblr_lod6n1Vz4S1qgwina.gif[/img]
  • MegaLOL scrive:
    INTERNACCHIO AL TAPPETO!!!
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!Che SOLLAZZO, che BAZZA nel vedere i sogni dei nerdini SFIGATI malati di INTERNACCHIO tritati come PATTUMIERA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!Allora, nerdini, fa male?Fa TANTO male?HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!Siete stati SPIATI, CATALOGATI e TRACCIATI per UN DECENNIO senza neanche accorgervene!ALTRO CHE MATRIX! HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!ROTOLO dalle RISATE!I vostri piccoli TORruccetti, i vostri proxymucci e le vostre ARMETTINE TECNOLOGICHE alla fine si sono rivelati UN MUCCHIO DI PUZZETTINE INUTILI!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!L'INTERNACCHIO è stato il GIOCATTOLO di Bushino e Obamuccio - si proprio Obamuccio il "presidente di internet"!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!Piangete, nerdini! Io CAGO sulle vostre facce!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!HAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!
    • sgabbio li fa e nessuno li distrugge scrive:
      Re: INTERNACCHIO AL TAPPETO!!!
      10/10
    • Be&O scrive:
      Re: INTERNACCHIO AL TAPPETO!!!
      Ma chi e sto "Gold Man" !1) Si sapeva di essere spiati2) L'acquisizione di PGP da parte di "Symantec" non è un caso, e i "nerdini" si sono accorti da tempo di "Routine" aggiunte per scansione del disco in modo "Silente".3) Si sapeva pure che "Tor" non è un muro invalicabile.Di fatto è peggio per chi usa il telefono, convinto che internet sia più controllata, ma alla fine è tutt'uno integrato in un unico osservatore.Lo sai e ti regoli di conseguenza, TU lo sai solo ora, e ti svegli sparando una cacchiata .... torna a dormire, GRAZIE:-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 luglio 2013 22.51-----------------------------------------------------------
  • vrioexo scrive:
    11 luglio 2001
    Parlamento Europeo - 11 luglio 2001RELAZIONE sull'esistenza di un sistema d'intercettazione globale per le comunicazioni private ed economiche (...)vedi: PARAGRAFO 1.2.1. - La prima relazione STOA del 1997abstract:(...) in ambito europeo, tutte le comunicazioni tramite e-mail, telefono e fax sono oggetto di regolari intercettazioni da parte dell'NSA (...)Qui è possibile scaricare il PDF in italiano:http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubRef=-//EP//TEXT+REPORT+A5-2001-0264+0+DOC+XML+V0//ITLa cyber-sorveglianza attuata dalla NSA era cosa ben nota già dal 1997: tuttavia i vertici del Parlamento Europeo, dodici anni dopo la Relazione del 2001, dichiarano ufficialmente di non saperne nulla di intercettazioni e violazioni della privacy in ambito Comunitario. E a livello formale, è impossibile contraddirli, visto che non è mai stata istituita una commissione d'inchiesta nonostante la gravità dei fatti denunciati vedi: "Capitolo 1.4 - Perché non è stata istituita una commissione d'inchiesta..."...e già mi domando...perché? Forse perché anche in Europa, ad esempio...http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/06/28/news/inchiesta_chi_ci_spia_archivi_aperti-61998511
    • sono un cilindro scrive:
      Re: 11 luglio 2001
      - Scritto da: vrioexo
      Parlamento Europeo - 11 luglio 2001

      RELAZIONE sull'esistenza di un sistema
      d'intercettazione globale per le comunicazioni
      private ed economiche
      (...)

      vedi: PARAGRAFO 1.2.1. - La prima relazione STOA
      del
      1997

      abstract:

      (...) in ambito europeo, tutte le comunicazioni
      tramite e-mail, telefono e fax sono oggetto di
      regolari intercettazioni da parte dell'NSA
      (...)

      Qui è possibile scaricare il PDF in italiano:
      http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?pubR

      La cyber-sorveglianza attuata dalla NSA era cosa
      ben nota già dal 1997: tuttavia i vertici del
      Parlamento Europeo, dodici anni dopo la Relazione
      del 2001, dichiarano ufficialmente di non saperne
      nulla di intercettazioni e violazioni della
      privacy in ambito Comunitario. E a livello
      formale, è impossibile contraddirli, visto che
      non è mai stata istituita una commissione
      d'inchiesta nonostante la gravità dei fatti
      denunciati vedi: "Capitolo 1.4 - Perché non è
      stata istituita una commissione
      d'inchiesta..."

      ...e già mi domando...perché?perché sono tutti collusi, sanno già tutto ma bisogna mantenere il silenzio. Tra pochi mesi l'opinione pubblica dimenticherà e tutto tornerà come prima, con grande sollievo.

      Forse perché anche in Europa, ad esempio...

      http://www.repubblica.it/tecnologia/2013/06/28/new
  • Ignorante scrive:
    E allora vai di spam....
    almeno intasiamo i loro db.Bisognerebbe scrivere un virus che invia email con le parole chiave che fanno scattare gli allarmi così diventano tutti probabili terroristi.Così la smetteranno di spiare.
    • kimtwain scrive:
      Re: E allora vai di spam....
      - Scritto da: Ignorante
      almeno intasiamo i loro db.
      Bisognerebbe scrivere un virus che invia email
      con le parole chiave che fanno scattare gli
      allarmi così diventano tutti probabili
      terroristi.
      Così la smetteranno di spiare.Va bene qualcosa del genere? xdhttps://www.youtube.com/watch?v=MFCEBWkLwqc#t=2m
  • thebecker scrive:
    "non ho niente da nascondere"
    La frase più triste da sentire.Inizio con una battuta personale:"L'NSA come organo del paese definitosi guida del mondo libero lo fa per la sicurezza (=terrorismo) chi non ha fatto niente non ha nulla da temere" (rotfl) Molta gente crede a questa favola della sicurezza e quando ad alcuni ho raccontato della vicenda "PRISM" mi hanno risposto: "tanto non ho niente da nascondere" :| Con questo voglio dire che un buon numero di persone non si interessa propio di questi fatti, non si preocuppa minimamente. :(
    • krane scrive:
      Re: "non ho niente da nascondere"
      - Scritto da: thebecker
      La frase più triste da sentire.
      Inizio con una battuta personale:
      "L'NSA come organo del paese definitosi guida del
      mondo libero lo fa per la sicurezza (=terrorismo)
      chi non ha fatto niente non ha nulla da temere"
      (rotfl)
      Molta gente crede a questa favola della sicurezza
      e quando ad alcuni ho raccontato della vicenda
      "PRISM" mi hanno risposto: "tanto non ho niente
      da nascondere" :|Ma a quel punto gli devi rispondere: A chi ?
    • astro scrive:
      Re: "non ho niente da nascondere"
      - Scritto da: thebecker
      La frase più triste da sentire.

      Inizio con una battuta personale:
      "L'NSA come organo del paese definitosi guida del
      mondo libero lo fa per la sicurezza (=terrorismo)
      chi non ha fatto niente non ha nulla da temere"
      (rotfl)


      Molta gente crede a questa favola della sicurezza
      e quando ad alcuni ho raccontato della vicenda
      "PRISM" mi hanno risposto: "tanto non ho niente
      da nascondere" :|
      Già, finchè non si vedono una stella gialla cucita addosso, ma dopo è troppo tardi
  • sono un prisma scrive:
    il re è nudo
    Perché oggi tutti i politicanti del mondo si indignano per queste "rivelazioni" ?Non perché nessuno sapesse, ma perché adesso lo sanno tutti: bisogna pur mantenere le apparenze. :
  • Zukkino scrive:
    1975
    Già nel 1975 la CIA e l'NSA furono beccate con le manine nella marmellata, la prima a sovvertire governi stranieri(vedi Chile), la seconda a spiare le telecomunicazioni dei cittadini americani. Con la piccola differenza è che allora non c'era il nullaosta by partisan Demo-Repubblicano del Congresso e poi le successive cadute dalle Campidoliche nuvole dei parlamentari americani.La storia si ripete. In forma di farsa. O di B-movie.Comunque è curioso il filtraggio delle notizie che arrivano alle basi militari. Mica avranno paura, i papaveri del Pentagono, che qualche plotone di marines, all'improvviso si decida a mettere dei fiori nei cannoni e ad imbracciare la chitarra e farsi crescere i capelli...
  • GUARDA scrive:
    SPETTACOLO
    http://www.youtube.com/watch?v=SvQmWnXowXI&feature=youtu.be
  • GUARDA scrive:
    SPETTACOLO
    http://www.youtube.com/watch?v=SvQmWnXowXI&feature=youtu.be
  • Ecto scrive:
    Il cloud computing e' morto?
    Ora anche per la persona peggio informata del mondo si e' resa conto che il posto piu' sicuro dove tenere i propi dati e' a casa sua con Hardware di sua propieta' e con la possibilita' di consultare il listato dei programmi.
    • Trollollero scrive:
      Re: Il cloud computing e' morto?
      - Scritto da: Ecto
      Ora anche per la persona peggio informata del
      mondo si e' resa conto che il posto piu' sicuro
      dove tenere i propi dati e' a casa sua con
      Hardware di sua propieta' e con la possibilita'
      di consultare il listato dei
      programmi.In accordo con l'Assioma di Cole prevedo un incremento dell'utilizzo di servizi cloud, specialmente di quelli con server in terra USA.....
      • astro scrive:
        Re: Il cloud computing e' morto?
        - Scritto da: Trollollero
        - Scritto da: Ecto

        Ora anche per la persona peggio informata del

        mondo si e' resa conto che il posto piu'
        sicuro

        dove tenere i propi dati e' a casa sua con

        Hardware di sua propieta' e con la
        possibilita'

        di consultare il listato dei

        programmi.
        In accordo con l'Assioma di Cole prevedo un
        incremento dell'utilizzo di servizi cloud,
        specialmente di quelli con server in terra
        USA.....(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Bombolo scrive:
        Re: Il cloud computing e' morto?
        - Scritto da: Trollollero
        In accordo con l'Assioma di Cole prevedo un
        incremento dell'utilizzo di servizi cloud,
        specialmente di quelli con server in terra
        USA.....IHIHIH in sostanza l'ho pensato anche io leggendo un altro forum italiota :DDicono: ma chissenefrega se vedono i miei documenti o le foto del mio pirulino, l'importante è che costa poco, i problemi sono ben altri !E la NSA non l'abbiamo mai vista, forse non esiste nemmeno... poi non leggono tutto, leggono solo i metadati, cioè la metà dei dati... un po' come il metano :D
        • bubba scrive:
          Re: Il cloud computing e' morto?
          - Scritto da: Bombolo
          - Scritto da: Trollollero

          In accordo con l'Assioma di Cole prevedo un

          incremento dell'utilizzo di servizi cloud,

          specialmente di quelli con server in terra

          USA.....
          IHIHIH in sostanza l'ho pensato anche io leggendo
          un altro forum italiota
          :D
          Dicono: ma chissenefrega se vedono i miei
          documenti o le foto del mio pirulino,
          l'importante è che costa poco, i problemi sono
          ben altri
          !il bello di infilare backdoor (scientemente o meno) e' che almeno quale pirulinA altrui la possiamo vedere anche noi ;) [*]
          E la NSA non l'abbiamo mai vista, forse non
          esiste nemmeno... beh non e' un caso che NSA sia l'acronimo di No Such Agency ;)[*] mi riferisco a quelle webcam IP che casualmente sono spesso bacate
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Il cloud computing e' morto?
      contenuto non disponibile
  • lLuca scrive:
    ahahahah
    Americani di m***aaaaa.. come volevasi dimostrare una democrazia basata sulla guerra a casa di altri e sul controllo totale.. cotrolla questo ( ) )
  • unaDuraLezione scrive:
    censurato il Guardian...
    contenuto non disponibile
    • Trollollero scrive:
      Re: censurato il Guardian...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " <i
      censurando l'acXXXXX al Guardian nelle basi
      militari </i
      "

      Benvenuti nella patria del primo emendamento 2.0Il primo emendamento si applica a cittadini americani e/o media americani.Piu' o meno lo stesso escamotage che ha prodotto le prime giustificazioni a Prism: "intercettavamo solo se c'erano di mezzo dei non americani".Il diavolo e' nei dettagli.......
    • tucumcari scrive:
      Re: censurato il Guardian...
      - Scritto da: unaDuraLezione
      " <i
      censurando l'acXXXXX al Guardian nelle basi
      militari </i
      "

      Benvenuti nella patria del primo emendamento 2.0è ancora 1.0 ma..... sta a homer simpson farlo rispettare.Finchè lui pensa al donut alla coke, c'è poco da fare.L'unica speranza è che cominci a capire come mai la banca gli vende casa e non riesce più a pagare il college per lisa e bart.E per fare questo bisogna che guardi qualcosa di più dello "springfield daily news".
Chiudi i commenti