Contrappunti/ Timida l'Europa, coraggioso Edward Snowden

di M. Mantellini - Trascorsi 12 mesi dalle rivelazioni dell'analista, il Vecchio Continente conferma la sua sudditanza nei confronto dell'alleato USA. Un'altra occasione sprecata

Roma – È passato un anno dalle prime rivelazioni di Edward Snowden e dalla sua fuga prima ad Hong Kong e poi in Russia e, in occasione della richiesta di rinnovo di asilo che l’ex-analista americano ha inviato in questi giorni al governo russo, va notata la quasi completa scomparsa della narrazione giornalistica sul tradimento e sul passaggio dell’agente americano dalla parte dei russi kattivi, comunisti e interessati a carpire i segreti americani. Si trattava del resto di una macchinazione giornalistica puerile e facilmente smontabile fin dall’inizio in un Paese nel quale, anche dopo migliaia di documenti inoppugnabili diffusi dai media, il Segretario di Stato Kerry, giusto qualche giorno fa , ha ripetuto l’invito a Snowden a comportarsi da “uomo” facendosi giudicare da un tribunale americano.

Certo, anche in USA, si sono da tempo affievolite le accuse di alto tradimento, di fatto cancellate dall’evidenza delle vaste ed imbarazzanti aree di eccessiva libertà che i servizi segreti americani avevano negli anni riservato a loro stessi. È di questi giorni la notizia (sempre basata su documenti ottenuti da Snowden) secondo la quale NSA, nell’ambito del proprio prezioso lavoro di osservazione della popolazione mondiale, non solo spiava chiunque, in special modo i cittadini americani, in contrasto con le normative vigenti, ma soprattutto catalogava con accuratezza il nulla: applicando spesso il proprio ampio occhio voyeuristico a conversazioni amorose e foto in bikini di perfetti ed ignari sconosciuti. Non solo: NSA spiava attivisti per i diritti civili, professori universitari e politici americani (come scrive Glen Greenwald in questi giorni) colpevoli solo di occuparsi per ragioni professionali di temi attinenti alla situazione medio-orientali. Insomma quella di NSA si è alla fine mostrata per quello che è: una vergogna di Stato che mina alle basi i principi stessi della democrazia statunitense, coperta da tutti, da Obama in giù, nel tentativo di evitare di peggiorare ulteriormente l’evidenza dei fatti.

Ma se le perplessità tutte americane nei confronti di Snowden sembrano essersi in parte attenuate, non è che in Europa si sia fatto molto di più per difendere reputazione e rivelazioni del whistleblower in esilio in Russia. Se si eccettua la Germania che ha affrontato la questione , pur se a fasi alterne, con un certo cipiglio (nel corso della settimana scorsa Merkel ha espulso il capo della CIA a Berlino), in Italia, Francia ed altrove (per non parlare della Gran Bretagna, legata ai servizi segreti USA da antica e solida collaborazione) le ingerenze pesantissime e continuative di NSA sulle conversazioni dei cittadini, sulle loro frequentazioni Internet e su tutto il resto sono state accolte dai governi con l’indolenza che si riserva ai piccoli problemi. Per amore di paradosso i garanti europei per la privacy si prodigano ormai quotidianamente su questioni, quelle sì marginalissime, come il diritto all’oblio mentre manifestano improvvise e continuate amnesie sulle intrusione americane nelle vite dei cittadini europei.

Ovviamente l’Europa è unita solo sulla carta e l’unione di tante differenti debolezze non ne faranno ancora per molto tempo un soggetto politico coeso. Ed è un peccato, perché una di queste possibili forme di unione che fa la forza sarebbe potuta essere quella di fare fronte comune nei confronti di un cittadino del mondo coraggioso che ha mostrato i giochi sporchi degli spioni americani, magari accogliendolo nel suo territorio senza costringerlo alla imbarazzante permanenza nella Russia del Presidente Putin, non esattamente un attivista dei diritti civili.

Anche il semestre italiano alla guida della UE sarebbe potuta essere un’occasione per rinegoziare certi rapporti di imbarazzante sudditanza nei confronti dell’amico americano, specie su temi, come quello della privacy, nei quali la supremazia culturale europea è netta da decenni. Invece, per quel poco che è dato capire, dalla Venice Declaration , manifesto del semestre digitale italiano in Europa che dovrebbe essere diffuso in questi giorni, l’unico punto con qualche attinenza alla vicenda Snowden sembrerebbe sarebbe quello riferito alla cybersecurity. Troppo tardi e troppo poco, una maniera come un’altra per confermare una sudditanza che non dovremmo accettare e che non è solo banalmente tecnologica ma anche, evidentemente, basata su vecchie tare psicologiche che noi europei preferiamo non affrontare.

Massimo Mantellini
Manteblog

Tutti gli editoriali di M.M. sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Prozac scrive:
    Re: La fine di una moda
    - Scritto da: panda rossa
    Magari mi danno pure l'aumento, che ne sai?Se ti danno l'aumento significa che non lavori gratis.La dimostrazione che ami tanto il tuo lavoro tanto da farlo gratis (parole tue), la potrai fornire solamente quando ridarai il tuo stipendio indietro alla tua azienda. E continuerai a lavorare per loro gratis.In quel caso la tua affermazione avrebbe un senso, altrimenti ridimostri nuovamente la tua ipocrisia... Ah: ricevere l'aumento va nella direzione opposta ;)
    C'entrano con la mia vita.Che, come ho giustamente detto io, non c'entrano con il tuo lavoro.Quello che fai nella vita privata non c'entra con il fatto che a renderti ipocrita è lo scrivere software closed per soldi e poi insultare chi fa la stessa cosa.
    Il mio lavoro e' garantire il funzionamento della
    macchina.Scrivendo software proprietario (sei tu che continui a insistere nel definirti programmatore che scrive software, mica io).

    Tu

    vieni pagato per scrivere closed-source.

    Io vengo pagato per garantire il livello di
    servizio.
    Evitare i blocchi di sistema e ripristinare
    rapidamente le cose quando si
    verificano.Scrivendo software-closed (sei tu che continui a insistere nel definirti programmatore che scrive software, mica io).

    Alla

    stregua di tutti quelli che insulti qui su
    PI.
    E

    "faccio derivare dal software per l'azienda

    qualcosa di utile per altri" è
    un'affermazione

    molto pericolosa.

    Perche'?
    Mica diffondo segreti industriali.E invece sì. Io pure scrivo software (io in realtà scrivo veramente software) per un'azienda. Nemmeno il software che scrivo io viene pacchettizzato e venduto. Può essere software a uso interno dell'azienda o software commissionato da aziende/enti esterne (ad esempio ESA, o grosse realtà di ingegneria a livello nazionale e internazionale).Tutto il codice sorgente che scrivo NON può uscire dalla mia azienda.Sono sicuro al 100% che la cosa vale anche per te.

    Finché si tratta di semplici script per

    automatizzare un qualche lavoro sistemistico,

    beh... La rete è piena di trick del genere.

    Si chiama cultura condivisa, o, in altre parole,
    non c'e' bisogno ogni volta di inventare la
    ruota.Infatti... Leggendoti in tutti questi mesi, l'avevo capito che in realtà tu googli soluzioni e copi/incolli quelle... Non era tanto difficile da realizzare la cosa... In fondo sei un semplice sistemista linux...

    Se il

    software è qualcosa di più complesso, voglio

    proprio vedere la tua azienda come reagisce
    se

    scopre che parte del lavoro che scrivi per
    loro

    finisce in qualche altro software.

    L'azienda per cui lavoro non produce mica
    software.Tu produci software per loro. Software che non è ne tuo ne della comunità open-source. È loro e solo loro.
    Non scrivo software closed.
    E l'azienda per cui lavoro non vende software
    closed.Quindi le cose sono due:1) Non scrivi software.2) Lavori per una di quelle aziende che pagano i propri programmatori per scrivere software open-source.Nel primo caso andresti contro le tue affermazioni in stile: "sono anche un programmatore", "scrivo software".Nel secondo caso andresti contro le tue affermazioni in stile: "non posso pubblicare lo script perché è di proprietà della mia azienda".
    E questo dimostra la tua scarsa conoscenza del
    terziario
    avanzato.
    C'e' una bella differenza tra una fabbrica che
    produce cacciaviti e una che costruisce motori e
    ha bisogno di
    cacciaviti.

    L'azieda per cui lavoro si XXXXXXX se io svelo i
    segreti industriali del motore, mica se regalo i
    cacciaviti che si usano per assemblare il
    motore.Quindi in realtà sei un meccanico?E perché ti spacci per esperto informatico???
    E che continuero' ad insultare finche' non
    capiranno le cose banali come
    questa.Che sei il classico ipocrita che predica bene e razzola male?Tranquillo l'abbiamo capito molto bene ;)

    Se non fossi un ipocrita, ma fossi veramente
    un

    informatico "etico" (nel tuo modo di
    interpretare

    la parola etico), saresti in una di quelle
    tante

    aziende che pagano i propri programmatori per

    scrivere software OPEN-SOURCE.

    Ma io non scrivo software open-source per lavoro,
    lo faccio nel tempo
    libero.
    Ti cambia qualcosa?Tantissimo.Perché sei esattamente come tutti quelli che insulti. Anche loro non scrivono software open-source per lavoro. E non lo sai se lo fanno per hobby.

    E, invece, anche

    tu accetti del vil denaro per scrivere
    software

    CLOSED-SOURCE.

    Ma neanche un po'.Eh sì è! E vuoi pure l'aumento!

    Un po' come iRoby che predica

    contro le banche e poi, che fa? Lavora per
    una

    banca :D :D :D :D

    Conosce il suo nemico!Lui non conosce il suo nemico. Ci lavora e si fa pagare dal nemico (che poi, alla fine, non è proprio un nemico. È il suo padrone).
  • ruppolo scrive:
    I risultati sono superiori
    alle aspettative!!!http://apple.hdblog.it/2014/04/24/Apple-Q2-2014-risultati-finanziari/Anzi questo è proprio un momento di decollo dei prodotti Apple!
    • Etype scrive:
      Re: I risultati sono superiori
      http://apple.hdblog.itCapisco :DE' un tale momento di decollo per apple che IOS è in calo negli USA e il Mac passa dal 4% al 3.95%,l'iwatch viene rimandato e iphone6 incomincia ad avere dei problemi sin dalla nascita...l'irealtà parallela :D
      • ruppolo scrive:
        Re: I risultati sono superiori
        - Scritto da: Etype
        http://apple.hdblog.it

        Capisco :D

        E' un tale momento di decollo per apple che IOS è
        in calo negli USA e il Mac passa dal 4% al
        3.95%,l'iwatch viene rimandato e iphone6
        incomincia ad avere dei problemi sin dalla
        nascita...l'irealtà parallela
        :D4% e 3.95% aono normali oscillazioni di mercato, domani mattina potresti leggere 4.5%
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: Etype

          http://apple.hdblog.it



          Capisco :D



          E' un tale momento di decollo per apple che
          IOS
          è

          in calo negli USA e il Mac passa dal 4% al

          3.95%,l'iwatch viene rimandato e iphone6

          incomincia ad avere dei problemi sin dalla

          nascita...l'irealtà parallela

          :D

          4% e 3.95% aono normali oscillazioni di mercato,
          domani mattina potresti leggere
          4.5%Ma come a gennaio non erano al 28%?http://www.macrumors.com/2014/01/09/gartner-pcmarket-statistics/ora sono sotto il 4%?Sono normali oscillazioni del mercato USA?
        • Etype scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          Domani mattina rimarrà sempre 3.95% ;)
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: I risultati sono superiori
        - Scritto da: Etype
        http://apple.hdblog.it

        Capisco :D

        E' un tale momento di decollo per apple che IOS è
        in calo negli USA e il Mac passa dal 4% al
        3.95%,l'iwatch viene rimandato e iphone6
        incomincia ad avere dei problemi sin dalla
        nascita...l'irealtà parallela
        :DMah non capisco come il Mac venga dato negli USA sotto il 4%, mi ricordo solo pochi mesi fa lo davano al 28% (negli usa), poi si sono vantati di crescere più del mercato ed ora sono sotto il 4%? Boh!http://www.macrumors.com/2014/01/09/gartner-pcmarket-statistics/-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 luglio 2014 22.15-----------------------------------------------------------
        • Etype scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          il 4,ora 3.95% è riferito alla quota che ha Mac OS globalmente ...
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: I risultati sono superiori
            - Scritto da: Etype
            il 4,ora 3.95% è riferito alla quota che ha Mac
            OS globalmente
            ...Ok, ma comunque il dato globale era sempre attorno al 10%.... qui siamo a meno della metà e dopo mesi di "supposte" crescite...
    • panda rossa scrive:
      Re: I risultati sono superiori
      - Scritto da: ruppolo
      alle aspettative!!!

      http://apple.hdblog.it/2014/04/24/Apple-Q2-2014-ri

      Anzi questo è proprio un momento di decollo dei
      prodotti
      Apple! <b
      Decollo. </b
      [img]http://zoticone.files.wordpress.com/2012/11/caravaggio_-_giuditta_che_taglia_la_testa_a_oloferne_1598-1599.jpg[/img] <i
      Giuditta e Oloferne - Caravaggio. </i
      -----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 luglio 2014 09.49-----------------------------------------------------------
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: I risultati sono superiori
      - Scritto da: ruppolo
      alle aspettative!!!

      http://apple.hdblog.it/2014/04/24/Apple-Q2-2014-ri

      Anzi questo è proprio un momento di decollo dei
      prodotti
      Apple!Si si certo, apple decolla sempre, anche quando perde nei PC e perde sul versante smartphone/tablet, eh ma tanto a settembre c'è l'iPhone 6... chissà magari avrà uno schermo non da entry level....
      • prova123 scrive:
        Re: I risultati sono superiori
        Fatti non chiacchere:http://www.melablog.it/post/140201/iphone-6-e-ipad-air-2-con-proXXXXXre-apple-a8-a-2-ghz
        • prova123 scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)Più vero del vero ruppolo!
        • Etype scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          Ma i sistemi apple non erano ottimizzati ? ora passano da 1.3 a 2Ghz ? :D
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: I risultati sono superiori
          - Scritto da: prova123
          Fatti non chiacchere:

          http://www.melablog.it/post/140201/iphone-6-e-ipadAppunto fatti, la concorrenza già è passata ai 20 nanometri e i 64 bit li stanno introducendo già adesso, i fatti invece dicono che mentre la concorrenza ha proXXXXXri che operano fino a 2.3 Ghz quelli apple si fermano ad 1.4 al momento... mentre i 64 bit sappiamo benissimo che non servono ad un tubo se non a gestire una ram superiore ai 4Gb, dotazione che nessuno smartphone al momento ha raggiunto e che non è neppure prevedibile nell'immediato futuro, tantomeno nel mondo apple dove iPhone è fermo ad 1 Gb di ram.Un ultimo appunto, i tanto vantati proXXXXXri apple altro non sono che lievi customizzazioni del disegno reference di Arm e vengono prodotti da TSMC e da Samsung, come dire che i tuoi proXXXXXri sono meglio di Intel e poi li produce Intel stessa... patetico!
    • Funz scrive:
      Re: I risultati sono superiori
      - Scritto da: ruppolo
      alle aspettative!!!

      http://apple.hdblog.it/2014/04/24/Apple-Q2-2014-riceeerto, era attesa una catastrofe e invece c'è stato solo un tracollo :D
      Anzi questo è proprio un momento di decollo dei
      prodotti
      Apple!Ogni tanto stacca lo spinotto che hai infilato nella nuca...
    • panda rossa scrive:
      Re: I risultati sono superiori
      - Scritto da: ruppolo
      alle aspettative!!!

      http://apple.hdblog.it/2014/04/24/Apple-Q2-2014-ri

      Anzi questo è proprio un momento di decollo dei
      prodotti
      Apple!Ehi! Mi hanno censurato il Caravaggio!
  • Vorrei avere il becco trrrruuuuu scrive:
    Ma non stava facendo sfracelli?
    Ma Apple non stava facendo sfracelli? (newbie)Ma non s'era detto che Apple ormai era avviata verso il dominio assoluto del mercato PC? :|Ma non s'era detto che chi prova Apple non torna più indietro? O)E allora come mai su PI c'era gente che dichiarava queste cose? (anonimo)Non avranno mica mentito ? :@
    • bradipao scrive:
      Re: Ma non stava facendo sfracelli?
      - Scritto da: Vorrei avere il becco trrrruuuuu
      Ma Apple non stava facendo sfracelli? (newbie)
      Ma non s'era detto che Apple ormai era avviata
      verso il dominio assoluto del mercato PC? :|E' ancora possibile, ma la strada è lunga: ad oggi i possessori di un qualsiasi OSX sono circa un quinto degli utenti del solo Windows XP.
      • stronzolo scrive:
        Re: Ma non stava facendo sfracelli?
        E pensa, secondo Bertuccia 42.000 Mac ce li hanno solo a Google, stanno freschi allora!
    • aphex_twin scrive:
      Re: Ma non stava facendo sfracelli?
      Se ne raccontano tante di balle qui dentro, hai mai letto PR o etype ? :(
      • Etype scrive:
        Re: Ma non stava facendo sfracelli?
        Ora mi dici dove ho scritto delle balle....
        • Prozac scrive:
          Re: Ma non stava facendo sfracelli?
          - Scritto da: Etype
          Ora mi dici dove ho scritto delle balle....Ad esempio quando affermi che Alice e Libero non si configurano in modo semplice (su iOS o Android ad esempio): senza dover specificare protocolli o server ma semplicemente inserendo indirizzo email e password.
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Android 4.4.4 (ma anche quelle precedenti è uguale)immesso indirizzo email e password per Libero"impossibile stabilire la connessione al server."Sbagliato nome server e porta SMTP di default (IMAP)X Alice"impossibile stabilire la connessione al server."in POP3 è sbagliato il nome del serverCome vedi nessuna balla,poi non so se il produttore nelle personalizzazioni può influenzare tale comportamento.Io in 3 device di marche diverse ho ricevuto lo stesso messaggio.Nella modalità automatica invece funziona con Gmail,Outlook e YahooPoi se il tizio ha anche altri device gli devi spiegare la differenza tra POP3 e IMAP e cosa significhi Exchange,visto che sono i 3 pulsanti che ti ritrovi subito dopo ad aver immesso nome utente e password in Android :)
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Android 4.4.4 (ma anche quelle precedenti è
            uguale)Ok.Posso darti la ragionevolezza del dubbio su Android.Non l'ho testato personalmente.Su iOS, invece, come hai notato dagli screenshot che ti ho postato, sia Alice che Libero si configurano inserendo, SEMPLICEMENTE (per la gioia di Panda Rossa) indirizzo email e password.
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: panda rossa
            Quindi mi spieghi come si fa a usare l'SMTP di
            alice e libero per inviare spam potendo camuffare
            l'header delle mail, se l'interfaccia di
            configurazione inibisce l'acXXXXX a tutti i
            parametri?Perché tu invii spam dallo smartphone?
            Semplice non vuol dire CASTRATO!

            Tutte le interfacce di configurazione prevedono
            un pulsante "advanced" che ti permette di
            modificare manualmente TUTTI i parametri in modo
            SEMPLICE.Compreso iOS che ti permette di scegliere protocollo, server di uscita, server di entrata, porte ecc... Ah, non si chiama "Advanced". Si chiama "Avanzate". Fa lo stesso?
          • cicciobello scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?


            Perché tu invii spam dallo smartphone?

            Se trovo in giro un wifi sprotetto, perche' no?Perché è da str0nz1, ecco perché. Metti nei XXXXXX il proprietario di quel punto di acXXXXX, che così dovrà toglierlo.Se nel deserto trovi una pozza d'acqua, va benissimo che tu beva, va bene che ti riempia tutte le borracce... ma non va bene XXXXXXrci e cagarci dentro. Abbi un po' di rispetto per chi passerà dopo di te, grazie.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: aphex_twin


            Perché tu invii spam dallo smartphone?



            Se trovo in giro un wifi sprotetto, perche'
            no?

            Insomma, una concentrazione del peggio che si
            possa trovare.Stiamo parlando di fattibilita' tecnica.Perche' mai uno strumento che in teoria potrebbe mandare spam sfruttando accessi non protetti, non si potrebbe usare in tal senso a causa di una interfaccia castrante?

            Basta che c'e'. Va bene anche in italiano.

            L'importante e' concedere la possibilita' di

            impostare in modo SEMPLICE tutti i

            parametri.

            Ecco, la possibilitá c'é ed hai dimostrato
            per l'ennesima volta che parli di cose che non
            conosci.Io non parlo.Io chiedo?Questa cosa del pulsante "advanced" perche' bisogna tirarla fuori con le pinze?Non era piu' semplice dire "l'utonto basta che inserisca l'indirizzo di posta e l'interfaccia si adegua alla modalita' utonto, mentre chi ne sa, puo' accedere alla maschera di inserimento di tutti i parametri uno alla volta".Tanto semplice.Se e' veramente cosi', e' una qualita' da esibire, mica da tener nascosta.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Lo si fa per farti uscire allo scoperto e dimostrare che non sai di cosa parli.Se tu ti confrontassi in maniera meno supponente e talebana anche le risposte che ricevi sarebbero meno imbarazzanti per te.Ma visto che tu ti ritieni il meglio non potrai che ricevere pesci in faccia.
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: aphex_twin
            Lo si fa per farti uscire allo scoperto e
            dimostrare che non sai di cosa
            parli.

            Se tu ti confrontassi in maniera meno supponente
            e talebana anche le risposte che ricevi sarebbero
            meno imbarazzanti per
            te.

            Ma visto che tu ti ritieni il meglio non potrai
            che ricevere pesci in
            faccia.L'importante e' che il pesce sia fresco e pregiato.Poi lo impadello con un filo d'olio e un rametto di rosmarino.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Le piccole soddisfazioni della vita ! 8)
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: panda rossa
            Io non parlo.
            Io chiedo?
            Questa cosa del pulsante "advanced" perche'
            bisogna tirarla fuori con le
            pinze?
            Non era piu' semplice dire "l'utonto basta che
            inserisca l'indirizzo di posta e l'interfaccia si
            adegua alla modalita' utonto, mentre chi ne sa,
            puo' accedere alla maschera di inserimento di
            tutti i parametri uno alla
            volta".
            Tanto semplice.

            Se e' veramente cosi', e' una qualita' da
            esibire, mica da tener
            nascosta.Colpa mia che sopravvaluto le persone...Il focus del discorso era il fatto che i moderni tablet e smartphone nascondono la complessità di certe operazioni per permettere anche ai digiuno di informatica di poter utilizzare con profitto tali dispositivi.Ciò che riescono a fare gli utenti più esperti o gli informatici professionisti non c'entra assolutamente nulla con il discorso. Per tale motivo, mi sembra normale che NON si parli di tali funzionalità.Ma pensavo fosse una cosa scontata...
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Ieri ti ho dato prova che non è sempre così,ed
            eviterei di dire "con profitto" riferito ai
            "digiuni
            d'informatica"Il fatto che ti abbia dato la ragionevolezza del dubbio non significa che tu abbia portato prove...Nessuno delle persone che conosco e che hanno tablet o smartphone Android ha mai trovato difficolà nel configurare la propria email utilizzando esclusivamente "indirizzo email" e "password".La mia compagna ha un tablet Android e ha configurato così i suoi indirizzi email. Purtroppo non ha ne Alice ne Libero.Per il resto ho sempre scritto che nel 90% dei casi la configurazione automatica funziona.Nel mio piccolo ho un riscontro del 100% sia su iOS, sia su Android, sia su WindowsPhone.Poi ci sei tu che racconti la tua storia...P.S.Per quanto riguarda iOS ti ho dimostrato (con prove fotografiche) che la tua storia non regge.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2014 11.33-----------------------------------------------------------
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Cos'è vuoi un filmato dimostrativo ? :DIo le prove visive le ho portate ;)
            cala e di parecchio pure,funziona in base alla
            diffusione del provider scelto e dal tipo di
            device che ti ritrovi tra le
            mani.Sarà che il mio piccolo campione di riferimento è fuori norma, ma come già detto, il 100% delle persone che conosco e che usano smartphone o tablet (iOS, Android o WindowsPhone) hanno configurato così le loro email.
            e non parliamo se per lavoro usi email per uso
            aziendale,vai a farlo in automatico
            :DPer uso aziendale te la imposta l'azienda ;)

            P.S.

            Per quanto riguarda iOS ti ho dimostrato (con

            prove fotografiche) che la tua storia non

            regge.

            ti sbagli,la mia regge eccome perchè già devi
            fare una scelta e uno alle prime armi queste cose
            non le
            sa.Che scelta?Hai visto le foto? Che scelta avrei fatto???
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            perchè utilizzano semrpre i servizi più
            comuni,Gmail,Outlook,Yahoo,ecc appena esci da
            questi o ricevi ma non invii o non fai proprio
            nulla.Quindi nella maggior parte dei casi il metodo semplificato funziona correttamente. Guarda che lo sto dicendo da giorni eh!
            No nel senso che hai una email aziendale e la usi
            dal tuo
            device.Se l'azienda ti permette di ricevere la posta elettronica su dispositivi non aziendali, hai tre possibilità:- se usano exchange, la puoi configurare in modo automatico con il sistema "indirizzo email", "password"- se conosci i parametri per i server, te la puoi configurare manualmente tu- se sei digiuno e/o non conosci i parametri di configurazione, te la fai impostare dai sistemisti della tua azienda.

            Che scelta?

            Hai visto le foto? Che scelta avrei fatto???

            La scelta del device e la fortuna del provider
            "giusto"Diciamo che la fortuna del provider giusto non è proprio così "fortunata".Sai... Si ha fortuna quando la probabilità di sucXXXXX è scarsa e tu hai comunque sucXXXXX. Se la probabilità di sucXXXXX è alta, si chiama "norma". Al massimo potrai avere sfortuna se non ci riesci ;)Il provider giusto è uno di quelli più diffusi e che, quindi, raggruppa la maggior parte degli utenti.Conclusione:Normalmente i moderni smartphone e tablet ti permettono di configurare la posta elettronica senza che tu ne conosca i dettagli di come funziona.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 luglio 2014 14.20-----------------------------------------------------------
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            ma certo,Alice ditelecom,guardacaso il maggior
            provider italiano...
            :DInfatti Alice funziona correttamente.
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Sul tuo,mentre se ne prendi un'altro a caso NO,siamo sempre li.
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Sul tuo,mentre se ne prendi un'altro a caso
            NO,siamo sempre
            li.Ne ho preso un altro a caso e... Strano, funziona anche lì.questo:[img]http://www.mobihall.com/data/mobile/photo_5b4e455670.jpg[/img]LG C660 (Il vecchio telefono della mia compagna) con Android 2.3.4.Mi ha chiesto solo indirizzo email e password et-voilà, ora ho il mio bel account Alice anche sul LG C660.
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Che carino :) ,pensa con un vecchio Samsung con Android 2.3.6 ed un'altro LG con Android 4.1 mi da lo stesso errore...i misteri della vita :)
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Che carino :) ,pensa con un vecchio Samsung con
            Android 2.3.6 ed un'altro LG con Android 4.1 mi
            da lo stesso errore...i misteri della vita
            :)Stavolta te l'ho fatto dall'inizio... Una guida for dummies ;)[img]http://imageshack.com/a/img746/1240/eb276f.jpg[/img]Nella home del telefono c'è un'icona "Email"[img]http://imageshack.com/a/img538/1527/def3f0.jpg[/img]Cliccandoci, viene chiesto se voglio configurare un account di posta[img]http://imageshack.com/a/img745/6698/9738f6.jpg[/img]Qui, forse il passaggio più complesso "Exchange" o "Altro"? Scelgo Altro[img]http://imageshack.com/a/img673/1619/5b3a8b.jpg[/img]Inserisco SOLAMENTE indirizzo email e password (il terzo campo l'ho modificato io, altrimenti in automatico aveva inserito il nome dell'indirizzo email)[img]http://imageshack.com/a/img746/6391/ae3280.jpg[/img]Altro passaggio difficilissimo. Peccato che l'utente non debba scegliere. È già impostato su "imap". Basta premere "Avanti".[img]http://imageshack.com/a/img538/7048/a01a27.jpg[/img]Attendiamo...[img]http://imageshack.com/a/img674/8199/ddf1de.jpg[/img]Fatto!!! MAGICAMENTE... Senza inserire server o porte...[img]http://imageshack.com/a/img901/4442/a534b8.jpg[/img]Ed eccolo lì, bello pronto...Ora, io non penso che Android sia peggiorato tra la versione 2.3.4 e le versioni sucessive per quanto riguarda un servizio fondamentale come quello per le email...Io, se fossi in te, telefonerei a Telecom e gli direi che ho dei problemi a configurare la posta...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 luglio 2014 09.28-----------------------------------------------------------
          • iRoby scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Forse hanno cambiato le porte per il server in uscita e forse ci hanno anche aggiunto la crittazione.E quindi è solo un problema di client non aggiornato, secondo me naturalmente...
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Sicuramente è un problema di dati server di posta non aggiornati in quanto sono sbagliati o il nome del server o il numero della porta (o entrambi),in alcuni casi invece è sbagliato il tipo di crittografazione.Basta che uno di questi campi sia sbagliato e nella migliore delle ipotesi ricevi solamente.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Se tu con il tuo Android non riesci a stabilire un collegamento sia a Libero che ad Alice dici che il problema é sia di Libero che di Alice ?So che hai poco a che fare con la logica ma io proverei a collegare altri device. 8)
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: aphex_twin
            Se tu con il tuo Android non riesci a stabilire
            un collegamento sia a Libero che ad Alice dici
            che il problema é sia di Libero che di Alice
            ?Non hai capito nulla come al solito,mentalità deviata ...
            So che hai poco a che fare con la logica ma ioMeno marijuana applefan :D
            proverei a collegare altri device.
            8)Ahahaah quindi se mi capita quello "sbagliato" che faccio,non lo posso usare ? :D Non si era detto "anche mio nonno lo può usare senza sapere nulla" ? Ora spunta il fattore fortuna ? :D
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Ahahaah quindi se mi capita quello "sbagliato"
            che faccio,non lo posso usare ? :D Non si era
            detto "anche mio nonno lo può usare senza sapere
            nulla" ? Ora spunta il fattore fortuna ?
            :DDipende cosa si intende per fattore fortuna.Se la procedura automatica funziona nel 90% dei casi, allora se rientri in quel 10% non puoi parlare di fortuna... Al massimo parli di fattore "sfortuna".
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            quel 90% fa riferimento ai provider più
            diffusi,non TUTTI i
            providerInfatti, se fosse TUTTI i provider sarebbe il 100% ;)
            Se per esempio quelli più diffusi sono 5 o 6 il
            90% è riferito a
            questi.L'importante è che comprenda il 90% della popolazione. Se fosse 1 solo il provider che contempla il 90% della popolazione, il discorso non cambierebbe affatto.
            mi scrivi per favore un elenco di quelli presenti
            in IOS ? grazie
            :)Non lo conosco.

            Al massimo parli di fattore

            "sfortuna".

            quindi che faccio non mi posso scaricare la posta
            ?
            :|Se sei una persona intelligente e hai necessità di avere le email sul tuo smartphone, vedrai che riuscirai a configurare il client.
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype

            Non lo conosco.

            Ma se hai messo le foto e hai un Iphone :D[img]http://imageshack.com/a/img823/8614/h40f.png[/img]Se hai notato in quella foto c'è un elemento dell'elenco che si chiama "Altro".Tale elemento porta SEMPRE alla maschera semplificata che contempla "indirizzo email" e "password".Ora io so per certo che, oltre ai 6 elementi diretti, ne ha almeno altri 2: Alice e Libero. Ma sono sicuro che ne ha molti di più.Quindi, no, non so quanti provider possono essere configurati con il metodo semplificato.Quello che so di certo è che il 90% delle situazioni viene correttamente gestito.
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            e chiedevo quello infatti....Guarda che l'altro giorno ti ho messo i disegnini è!!! (gli screenshot).

            Tale elemento porta SEMPRE alla maschera

            semplificata che contempla "indirizzo email"
            e

            "password".

            si ma era una'ltro elenco tra cui scegliere o no ?Scusa, ma una foto la sai guardare???Hai visto per caso un altro elenco?Non c'è nessun altro elenco... C'è soltanto una maschera in cui inserisci: nome, indirizzo email, password, descrizione. FINE.
            ed io questo chiedevo,la lista era troppo ?Che lista?Ma saper guardare le fotografie è troppo difficile?
            non c'è un ulteriore lista come sopra ?Ma saper guardare le fotografie è troppo difficile?
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Ma parlo arabo ?La lista contenuta sotto la voce "altro" NON i soliti 3 nomi della prima schermata.
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Ma parlo arabo ?No. Hai solo un deficit. Non sai guardare le fotografie...Io non so che lavoro fai... Ma a flessibilità mentale sei proprio scarsuccio è!!! Speriamo non ti serva, per lavorare, riuscire a fare 1 + 1...
            La lista contenuta sotto la voce "altro" NON i
            soliti 3 nomi della prima
            schermata.Ci riprovo: Ti ho postato una <b
            sequenza </b
            forografica che <b
            dimostra </b
            i pochi passaggi necessari per configurare l'email (inserendo solo indirizzo email e password). Tu, in questa sequenza, nella fotografia che appare dopo quella dove ti dico di premere su "altro" vedi una qualche lista?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4090611&m=4093719#p4093719Questo è il post.Le immagini sono nella parte finale.Ora vediamo se riesci a fare 1 + 1...
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Ok,mi ricordavo male io la schermata sotto
            "altro",pensavo contenesse una lista come nella
            prima
            parte.
            Su Android quando vai a configurare la posta la
            prima cosa che ti chiede è nome utente e password
            dell'account che vuoi creare,questo coincide il
            tuo "altro".Dopo questi 2 campi tappando su
            "avanti" ti ritrovi 3 pulsanti che
            sono

            - POP3
            - IMAP
            - Exchange

            scegliendo uno dei primi 2 ottieni una videata
            con le configurazioni elaborate in automatico per
            la posta in ingresso,quindi nome del
            server,numero
            porta,ecc

            tappando ancora su "avanti" ottieni l'equivalente
            ma questa volta per la posta in uscita. Ancora su
            "avanti" e si connette al
            server.

            Fatte queste operazioni con alice e libero
            ottengo "impossibile collegarsi al server",questo
            perchè è sbagliato il nome del server e/o
            portaQuindi con Android 4.x hanno peggiorato la procedura automatica che sulLG C660 (Android 2.3.4) funziona in due passaggi?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=4099245#p4099245
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            No,io lo posso dire solo di quelli su cui ho
            messo mano.Magari su alcuni funziona ed altri
            no,ma siamo sempre li,che faccio per avere tale
            comodità mi affido alla fortuna di avere telefono
            e provider
            "giusti".Secondo me hai problemi con il tuo account...
          • Etype scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            Che non ho invece sul comune PC,curioso eh :)
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            Che non ho invece sul comune PC,curioso eh :)Solo tu hai problemi a configurare Alice...Io l'ho configurata con tutti i telefoni che mi sono capitati sotto mano.Trai le tue conclusioni...Poi, a me, non è che interessi risolvere i tuoi problemi...
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: Etype
            e Libero ? :Dnon ho account di libero e, quindi, non li ho provati.guardando le istruzioni sul sito di Libero, vedo che anche per loro basta inserire indirizzo email e password e tutto si configura automaticamente.
            ma anche io :DMa tu hai problemi. Io no ;)
            le ho dette ;)Già... Visto che TU hai problemi, è Android a non funzionare...Indagare sul fatto che TU abbia problemi ti sembrava troppo "professionale"?
            1) non ho problemi,sempre fatto configurazione
            manualeAppunto perché non riesci a usare il sistema automatico che, secondo Alice e Libero funziona tranquillamente sia per iOS che per Android, avresti dovuto farti delle domande sul perché nel TUO caso non funzionino...Tu, invece che trovare la soluzione al tuo problema, lo hai aggirato. Il problema rimane ;)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 luglio 2014 14.11-----------------------------------------------------------
          • panda rossa scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: aphex_twin
            Se tu con il tuo Android non riesci a stabilire
            un collegamento sia a Libero che ad Alice dici
            che il problema é sia di Libero che di Alice
            ?Ma secondo te e' piu' utile configurare in modo dumb un account di posta su libero o alice, oppure accedere ad un anonimizzatore o configurare un account di posta a quei siti di mail temporanee?Il diversamente informatico e' proprio colui che e' maggiormente esposto ai pericoli della rete, al furto di identita', alla violazione della privacy, e tu, invece di fornirgli gli strumenti per difendersi, lo esponi nudo e lo convinci pure che e' tutto bello e facile?
            So che hai poco a che fare con la logica ma io
            proverei a collegare altri device.
            8)Io almeno questo lo posso fare facilmente, visto che ho porte standard.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: panda rossa
            Ma secondo te e' piu' utile configurare in modo
            dumb un account di posta su libero o alice,
            oppure accedere ad un anonimizzatore o
            configurare un account di posta a quei siti di
            mail
            temporanee?
            Dipende cosa ci devi fare con la mail.
            Il diversamente informatico e' proprio colui che
            e' maggiormente esposto ai pericoli della rete,
            al furto di identita', alla violazione della
            privacy, e tu, invece di fornirgli gli strumenti
            per difendersi, lo esponi nudo e lo convinci pure
            che e' tutto bello e
            facile?
            Tranquillo, tu usa pure le lentissime reti TOR che la NSA ha detto che lei non puó vedere cosa succede li dentro. :D

            So che hai poco a che fare con la logica ma
            io

            proverei a collegare altri device.

            8)

            Io almeno questo lo posso fare facilmente, visto
            che ho porte
            standard.Che razzo c'entra ?
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: panda rossa
            C'e' per caso un file di configurazione che tu
            puoi editare e impostare tutti i parametri che
            vuoi?
            Se c'e' allora la configurazione e' semplice.
            Se non c'e' allora la configurazione non e'
            semplice.

            Semplice vuol dire che si riesce a fare quello
            che si desidera senza
            complicazioni.

            Semplice non vuol dire che ti viene conXXXXX di
            fare con due click solo quello che qualcuno ha
            deciso per
            te.Bravo.Tu hai capito tutto ;)
          • Prozac scrive:
            Re: Ma non stava facendo sfracelli?
            - Scritto da: panda rossa

            Bravo.

            Tu hai capito tutto ;)

            Tu che cosa hai capito invece?Io ho capito che tu hai capito tutto ;)
  • Sgarbi scrive:
    Il vero problema...
    ..è che Apple è fuori mercato. Basta guardare l'offerta dei Macbook...prezzi totalmente fuori mercato, anzi fuori di melone proprio.Gli iMac pure hanno prezzi assurdi, considerando anche che hanno messo i dischi tradizionali da 5400rpm, ma sono ancora al limite dell'accettabile.Certo, nessuno offre il retina display, ma c'è pure da dire che è la più grande cacata del secolo, come l'ultra HD. Se vuoi offrirlo, dai un'opzione...ma non obbligarmi a prendere un retina a cui pochi sono veramente interessati e, al contempo, sparare un prezzo da 2100 euro per un 15 pollici...ma per favore!
    • iRoby scrive:
      Re: Il vero problema...
      Non sono fuori mercato.Sono in linea con il loro particolare mercato. Giocattoli per spendaccioni affezionati.Loro hanno deciso di praticare l'economia della scarsità. Oggetti elitari e costosi che danno gli stessi guadagni ma con rapporto 1:10. Cioè loro con la vendita di 1 computer guadagnano quando guadagna Acer vendendone 10.Il risparmio è enorme anche in logistica, assistenza ecc.Io sono contrario a questa cosa, perché giocano sul brand per darti a prezzo molto più alto prodotti tecnicamente solo leggermente migliori dei concorrenti. Ed a me non sta bene, perché io ho le competenze per riconoscere buoni oggetti al giusto prezzo, o la pazienza di aspettare svendite e offertone di buoni prodotti.Il resto della gente sceglie in base a nome, impressione, consiglio, passaparola, ecc.Per esempio in questo periodo Dell sta vendendo a poco il Latitude 3330 che è un ottimo notebook.
      • Sgarbi scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: iRoby
        Non sono fuori mercato.

        Sono in linea con il loro particolare mercato.
        Giocattoli per spendaccioni
        affezionati.

        Loro hanno deciso di praticare l'economia della
        scarsità. Oggetti elitari e costosi che danno gli
        stessi guadagni ma con rapporto 1:10. Cioè loro
        con la vendita di 1 computer guadagnano quando
        guadagna Acer vendendone
        10.

        Il risparmio è enorme anche in logistica,
        assistenza
        ecc.

        Io sono contrario a questa cosa, perché giocano
        sul brand per darti a prezzo molto più alto
        prodotti tecnicamente solo leggermente migliori
        dei concorrenti.

        Ed a me non sta bene, perché io ho le competenze
        per riconoscere buoni oggetti al giusto prezzo, o
        la pazienza di aspettare svendite e offertone di
        buoni
        prodotti.
        Il resto della gente sceglie in base a nome,
        impressione, consiglio, passaparola,
        ecc.

        Per esempio in questo periodo Dell sta vendendo a
        poco il Latitude 3330 che è un ottimo
        notebook.Beh, dai...non esageriamo a chiamarli giocattoli. Bisogna precisare che la durata su batteria è veramente un plus fenomenale..per chi ha bisogno di stare in mobilità senza corrente può essere un fattore decisivo.Diciamo che hanno il loro perchè...ma non hanno affatto la qualità che ci si aspetta pagando un prezzo così elevato. E' noto il problema del surriscaldamento di tutti i macbook/imac...i difetti dei pannelli IPS sono stranoti...insomma, la qualità non c'è per niente.Solo un affezionato e che oramai è passato al 100% al Mac lo compra...secondo me.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: Il vero problema...
          Il vero problema di apple è che sta chiudendo HW in maniera stupida, ovviamente se parliamo di un All in one, ovviamente non pretendo di fare un aggiornamento simil PC tower, però aver la possibilità di sostituire in autonomia HD del sistema, non mi sembra una pretesa tanto cretina, cioè non è che devo andare ad un centro assistenza apple se mi si rompe HD, dai!Velo pietoso sui suoi notebook dove non puoi nemmeno cambiare la RAM... No, non mi dite che tanto "16 GB di ram bastino", non è quello il punto, se la RAM si fotte, voglio avere la possibilità di cambiarla da me, invece di andare ad un centro d'assistenza!Si parla della base.
          • iRoby scrive:
            Re: Il vero problema...
            Ma come non lo sai?Ufficialmente la ram dei Mac è indistruttibile. Non si fotte e non la devi cambiare.Se però ufficiosamente si rompe, vai al centro assistenza e ti cambiano tutta la scheda, dato che ormai sono piuttosto piccole.Questo in garanzia.Fuori garanzia quanto costa cambiare tutta la piastra?Mi chiedo, invece che i risultati trimestrali di fatturati, utili ecc.Vorrei anche vedere quelli di difettosità. Macchine guaste e riparate dentro e fuori garanzia.
      • Nauseato scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: iRoby
        Non sono fuori mercato.

        Sono in linea con il loro particolare mercato.
        Giocattoli per spendaccioni
        affezionati.

        Loro hanno deciso di praticare l'economia della
        scarsità. Oggetti elitari e costosi che danno gli
        stessi guadagni ma con rapporto 1:10. Cioè loro
        con la vendita di 1 computer guadagnano quando
        guadagna Acer vendendone
        10.

        Il risparmio è enorme anche in logistica,
        assistenza
        ecc.

        Io sono contrario a questa cosa, perché giocano
        sul brand per darti a prezzo molto più alto
        prodotti tecnicamente solo leggermente migliori
        dei concorrenti.

        Ed a me non sta bene, perché io ho le competenze
        per riconoscere buoni oggetti al giusto prezzo, o
        la pazienza di aspettare svendite e offertone di
        buoni
        prodotti.
        Il resto della gente sceglie in base a nome,
        impressione, consiglio, passaparola,
        ecc .

        Per esempio in questo periodo Dell sta vendendo a
        poco il Latitude 3330 che è un ottimo
        notebook.Quotone!La tua filosofia è la mia filosofia, ma spesso il nostro buon senso non viene percepito dal resto della gente, che segue bovinamente le regole evidenziate in neretto corsivo
        • panda rossa scrive:
          Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Nauseato
          - Scritto da: iRoby

          Non sono fuori mercato.



          Sono in linea con il loro particolare mercato.

          Giocattoli per spendaccioni

          affezionati.



          Loro hanno deciso di praticare l'economia della

          scarsità. Oggetti elitari e costosi che danno
          gli

          stessi guadagni ma con rapporto 1:10. Cioè loro

          con la vendita di 1 computer guadagnano quando

          guadagna Acer vendendone

          10.



          Il risparmio è enorme anche in logistica,

          assistenza

          ecc.



          Io sono contrario a questa cosa, perché giocano

          sul brand per darti a prezzo molto più alto

          prodotti tecnicamente solo leggermente migliori

          dei concorrenti.



          Ed a me non sta bene, perché io ho le competenze

          per riconoscere buoni oggetti al giusto prezzo,
          o

          la pazienza di aspettare svendite e offertone di

          buoni

          prodotti.
          <b

          <i
          Il resto della gente sceglie in base a
          nome,

          impressione, consiglio, passaparola,

          ecc </i
          . </b




          Per esempio in questo periodo Dell sta vendendo
          a

          poco il Latitude 3330 che è un ottimo

          notebook.


          Quotone!

          La tua filosofia è la mia filosofia, ma spesso il
          nostro buon senso non viene percepito dal resto
          della gente, che segue bovinamente le regole
          evidenziate in neretto
          corsivoSpecifichiamo meglio: segue in base ai consigli di chi ne sa meno di loro, oppure del venditore di pentole di turno.I consigli disinteressati del competente tecnico informatico vengono sistematicamente ignorati.
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: iRoby
        Non sono fuori mercato.

        Sono in linea con il loro particolare mercato.
        Giocattoli per spendaccioni
        affezionati.

        Loro hanno deciso di praticare l'economia della
        scarsità. Oggetti elitari e costosi che danno gli
        stessi guadagni ma con rapporto 1:10. Cioè loro
        con la vendita di 1 computer guadagnano quando
        guadagna Acer vendendone
        10.

        Il risparmio è enorme anche in logistica,
        assistenza
        ecc.

        Io sono contrario a questa cosa, perché giocano
        sul brand per darti a prezzo molto più alto
        prodotti tecnicamente solo leggermente migliori
        dei concorrenti.

        Ed a me non sta bene, perché io ho le competenze
        per riconoscere buoni oggetti al giusto prezzo, o
        la pazienza di aspettare svendite e offertone di
        buoni
        prodotti.
        Il resto della gente sceglie in base a nome,
        impressione, consiglio, passaparola,
        ecc.

        Per esempio in questo periodo Dell sta vendendo a
        poco il Latitude 3330 che è un ottimo
        notebook.E' un modello di vendita molto rischioso, perchè funziona fintanto che riesci a permeare il marchio di un alone di superiorità, ci vuol poco a perdere tale alone e dopo ti ritrovi con merce fuori mercato, da qui ad un tonfo da fallimento la strada è breve e tutta in discesa!
        • iRoby scrive:
          Re: Il vero problema...
          Io sono il primo a dispiacersi di un tonfo di Apple.A me piace Apple, mi piacciono i suoi prodotti, ma per gli altri. Non li vorrei manco regalati. E se me li regalano me li rivendo subito finché valgono abbastanza.Adoro gli spendaccioni e i cretini, sennò non avremmo di che parlare.Ma soprattutto se fallisse Apple ci si infilerebbe Microsoft e questo è male. Perché ora che in questo settore non può incancrenire tutto col suo monopolio finalmente la vediamo arrancare, e magari se fallisse sarebbe fantastico. Io non ne sentirei la mancanza, ma anzi inizieremmo a vedere l'alba di una nuova epoca.Via Microsoft, via il tasto Windows dalle tastiere. Via il monopolio e i PC con hardware incompatibile con Linux ed altri sistemi operativi.E se venissero fuori con un'evoluzione di BeOS o MacOSX per PC generici sarebbe fantasticissimo!Delle belle librerie portabili usate da tutti, OpenGL/CL e poi le QT o le GTK, e tutti i software sarebbero facilmente compilabili per tutti questi sistemi.Fantastico Oracle per tutti, Photoshop per tutti, Libreoffice ovviamente per tutti. Tutto per tutti. Ognuno si sceglie in base all'hardware e ai vantaggi che ogni OS gli porta.E basta con quel ca##o di FAT ed NTFS. Samsung ha rilasciato F2FS opensource ed ottimizzato per le memorie flash.I file system opensource sono adottabili da qualsiasi sistema operativo.Formatti un hard disk esterno con Linux e lo leggi con BeOS o MacOSX o PippoOS, troppo bello così.
    • Winaro scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Sgarbi
      ..è che Apple è fuori mercato. Basta guardare
      l'offerta dei Macbook...prezzi totalmente fuori
      mercato, anzi fuori di melone
      proprio.
      Gli iMac pure hanno prezzi assurdi, considerando
      anche che hanno messo i dischi tradizionali da
      5400rpm, ma sono ancora al limite
      dell'accettabile.Scusa ma perché dovrebbe essere un problema? Che me ne frega a me dei Mac? Non funzionano nemmeno bene e si piantano!

      Certo, nessuno offre il retina display, ma c'è
      pure da dire che è la più grande cacata del
      secolo, come l'ultra HD. Se vuoi offrirlo, dai
      un'opzione...ma non obbligarmi a prendere un
      retina a cui pochi sono veramente interessati e,
      al contempo, sparare un prezzo da 2100 euro per
      un 15 pollici...ma per
      favore!Ma appunto! Comprati un PC con Windows 8 (io ti consiglierei di attendere per il 9 comunque)! Che cavolo te ne frega del Mac che è un computer per emarginati sociali con la puzza sotto al naso?Parola di Winaro! ;)
    • Etype scrive:
      Re: Il vero problema...
      - Scritto da: Sgarbi
      ..è che Apple è fuori mercato. Basta guardare
      l'offerta dei Macbook...prezzi totalmente fuori
      mercato, anzi fuori di melone
      proprio.questa è una tradizione
      Gli iMac pure hanno prezzi assurdi, considerando
      anche che hanno messo i dischi tradizionali da
      5400rpm, ma sono ancora al limite
      dell'accettabile.Non farti influenzare da quel 5400rpm,in realtà sono molto più veloci !!! :D
      Certo, nessuno offre il retina displayChe è stato ampiamente superato su ogni device...caso strano il macaco non se ne vatan più :D
      ma c'è pure da dire che è la più grande cacata del
      secolo, come l'ultra HD.Mah,sfide tra produttori...
      Se vuoi offrirlo, dai
      un'opzione...ma non obbligarmi a prendere un
      retina a cui pochi sono veramente interessatie ma poi devi scendere di prezzo :
      al contempo, sparare un prezzo da 2100 euro per
      un 15 pollici...ma per
      favore!Ma quarda che ha una mela dietro !!!! :)
      • panda rossa scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: Etype

        Ma quarda che ha una mela <s
        dietro </s
        <b
        davanti </b
        !!!! :)Fixed. 8)
    • tyb scrive:
      Re: Il vero problema...
      sempre accanirsi... certo che è dura vivere cosi... invidiosi... ma cosa ti cambia a te ? nulla allora cosa continui a lamentarti per le scelte altrui ? e se tutti criticano le tue scelte ? cambia qualcosa a te ?
      • Winaro scrive:
        Re: Il vero problema...
        - Scritto da: tyb
        sempre accanirsi... certo che è dura vivere
        cosi... invidiosi... ma cosa ti cambia a te ?
        nulla allora cosa continui a lamentarti per le
        scelte altrui ? e se tutti criticano le tue
        scelte ? cambia qualcosa a te
        ?e poi... hai mai spiato i tuoi genitori fare l'amore? Ti piace raccogliere fiori o coltivare piante in casa? Credi che quando dormi, qualcuno vegli su di te? Credi che quando dormi, qualcuno stia sopra di te? Cosa vedi in questa figura? Hai avuto periodi in cui svolgevi delle attività senza poi ricordarti ciò che avevi fatto? Una o più volte nella tua vita hai avuto limpressione che qualcuno ti costringesse, ipnotizzandoti, a compiere determinate azioni? Ti piaceva fare il gioco della famiglia, quando eri bambino? Hai paura di stare solo al buio? Hai un tuo mondo di fantasie di cui non parli a nessuno? Quando eri bambino, la persona alla quale eri più attaccato e che ammiravi di più era una donna (madre, sorella, zia, nonna, o altra donna)? Fantasmi o spiriti possono influenzare le persone sia nel bene che nel male? Qualche volta la tua anima lascia il tuo corpo?Attento a come rispondi perché ad un tizio che faceva la visita l'hanno messo in cella per 6 giorni dopo aver risposto.Parola di Winaro! ;)
  • Winaro scrive:
    Lo sapevo e l'avevo detto!
    Anche se nel precedente articolo sui tablet il mio commento è stato rimosso, probabilmente da un moderatore disattento e sotto la segnalazione di qualche macaco nevrastemico (solo perché facevo notare che il 90% dei tablet relativi al "sorpasso" sui PC sarebbero stati Android)... IO L'AVEVO DETTO!!! 8) 8) 8)Il potenziale di diffusione dei tablet sta giungendo al punto critico di saturazione: presto marciranno sugli scaffali. Ed il motivo è lo stesso "pregio" che è stato più volte decantato: servono a fare quelle 3 cose di cui la gente più bovina ha bisogno: navigare, controllare la mail, scrivere brevi testi. E basta.Ma la maggior parte di chi, dovendo fare queste cose, si riduce ad usare un tablet, non è un "buon cliente". Sono gli stessi che comprano il PC e non lo cambiano per 10 anni o finché il case non gli scoppia fra il retro-scrivania, la polvere e la pila di libri/scartoffie che non vogliono lasciare troppo in evidenza!Perché mai questi dovrebbero acquistare un tablet ogni 2-3 anni? E perché mai, vista la situazione del mercato non dovrebbero comprare al prossimo giro uno Zopo o un Meizu, piuttosto che rinnovare il Samsung o l'iPad?Se il tablet lo usano per fare 4 cose messe in croce ora, non gli servirà un esa-core con 10 stratogiga di ram domani! Il software che serve è sempre lo stesso, ed a differenza dei PC, ai tablet manca la locomotiva software!I tablet sono come delle console: sistema commerciale chiuso e limitato artificialmente, poca o zero innovazione da terze parti. Con la differenza non da poco che nelle console, prima o poi, c'è un valido motivo per passare alla generazione successiva: i nuovi giochi!Nei tablet, quale dovrebbe essere sto motivo? Il browser? O la suite office che tanto sta sul cloud?Potrebbe essere l'usura. Ma no, no... no cari, in particolare i tablet "standard", non sbloccati, non sono avvezzi ai software che causano usura dell'hardware (P2P), perché chi li produce ritiene di doversi ergere a giudice moralizzatore delle coscienze altrui, combattendo non solo la pirateria, ma addirittura la condivisione!I PC hanno attraversato una dura tempesta, ma la nave è solida e robusta. All'orizzonte le nuvole si diradano, ancora un po' e potremo dimenticare questa inutile riedizione dei netbook che sono i tablet.Parola di Winaro! ;)
    • iRoby scrive:
      Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
      Ma quanto sei prolisso per dire poi un sacco di ovvietà con un linguaggio da ragazzino di 22 anni...iPad lancia la moda ed i modaioli e gli spendaccioni ci si lanciano...Tutti gli altri vorrei ma non posso si buttano sugli Android economici.Parliamo sempre di gente che fa pochissime cose su Internet, per la comunicazione interpersonale (skype, email, ecc) e casual games.In pochissimi anni ci sta in tutte le case una tavoletta che bene o male funziona e non si sente necessità di aggiornare, ed il mercato è saturo.Chi aveva il PC per lavoro o è un utente avanzato seguiva comunque il normale ciclo di ricambio, un po' meno frequentemente sia per la crisi, e perché comunque già da 5 anni sono potenti abbastanza per quasi tutti gli usi.4 paragrafini per dire le stesse cose in maniera più pulita e sintetica...Tu non hai il dono della sintesi, sei bloatware come Windows, Winaro. :)
      • Winaro scrive:
        Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
        - Scritto da: iRoby
        Ma quanto sei prolisso per dire poi un sacco di
        ovvietà con un linguaggio da ragazzino di 22
        anni...Veramente ne avrei 12! :$

        iPad lancia la moda ed i modaioli e gli
        spendaccioni ci si
        lanciano...
        Tutti gli altri vorrei ma non posso si buttano
        sugli Android
        economici.E poi ci sono quelli intelligenti che optano per WP8! Eh eh! (rotfl)

        Parliamo sempre di gente che fa pochissime cose
        su Internet, per la comunicazione interpersonale
        (skype, email, ecc) e casual
        games.

        In pochissimi anni ci sta in tutte le case una
        tavoletta che bene o male funziona e non si sente
        necessità di aggiornare, ed il mercato è
        saturo.sì, ma questo l'avevo detto già io, ora non fare il pappagallo per cortesia! 8)
        Chi aveva il PC per lavoro o è un utente avanzato
        seguiva comunque il normale ciclo di ricambio, un
        po' meno frequentemente sia per la crisi, e
        perché comunque già da 5 anni sono potenti
        abbastanza per quasi tutti gli
        usi.

        4 paragrafini per dire le stesse cose in maniera
        più pulita e
        sintetica...
        Tu non hai il dono della sintesi, sei bloatware
        come Windows, Winaro.
        :)Infatti sono un Winaro! L'hai scoperto solo oggi? :@Il "bloatware" è necessario ai miei scopi.Parola di Winaro! ;)
      • don t touch winaro scrive:
        Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
        - Scritto da: iRoby
        Ma quanto sei prolisso per dire poi un sacco di
        ovvietà con un linguaggio da ragazzino di 22
        anni...

        iPad lancia la moda ed i modaioli e gli
        spendaccioni ci si
        lanciano...
        Tutti gli altri vorrei ma non posso si buttano
        sugli Android
        economici.

        Parliamo sempre di gente che fa pochissime cose
        su Internet, per la comunicazione interpersonale
        (skype, email, ecc) e casual
        games.

        In pochissimi anni ci sta in tutte le case una
        tavoletta che bene o male funziona e non si sente
        necessità di aggiornare, ed il mercato è
        saturo.


        Chi aveva il PC per lavoro o è un utente avanzato
        seguiva comunque il normale ciclo di ricambio, un
        po' meno frequentemente sia per la crisi, e
        perché comunque già da 5 anni sono potenti
        abbastanza per quasi tutti gli
        usi.

        4 paragrafini per dire le stesse cose in maniera
        più pulita e
        sintetica...
        Tu non hai il dono della sintesi, sei bloatware
        come Windows, Winaro.
        :)È patrimonio dell'umanità :D
        • Winaro scrive:
          Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
          - Scritto da: don t touch winaro
          È patrimonio dell'umanità :D[img]http://static2.businessinsider.com/image/51dd6b0ceab8eaa223000013-480/giant-panda-bear-bamboo.jpg[/img]
          • sgabbio scrive:
            Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
            [img]http://www.legalcommunity.it/sites/default/files/article/2014/05/schermata_2014-05-26_a_23.46.36.png[/img]
          • Winaro scrive:
            Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
            - Scritto da: sgabbio[img]http://digilander.libero.it/klaatubaradanikto2/Ver15.jpg[/img]
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Lo sapevo e l'avevo detto!
      - Scritto da: Winaro
      Anche se nel precedente articolo sui tablet il
      mio commento è stato rimosso, probabilmente da un
      moderatore disattento e sotto la segnalazione di
      qualche macaco nevrastemico (solo perché facevo
      notare che il 90% dei tablet relativi al
      "sorpasso" sui PC sarebbero stati Android)... IO
      L'AVEVO DETTO!!! 8) 8)
      8)

      Il potenziale di diffusione dei tablet sta
      giungendo al punto critico di saturazione: presto
      marciranno sugli scaffali. Ed il motivo è lo
      stesso "pregio" che è stato più volte decantato:
      servono a fare quelle 3 cose di cui la gente più
      bovina ha bisogno: navigare, controllare la mail,
      scrivere brevi testi. E
      basta.

      Ma la maggior parte di chi, dovendo fare queste
      cose, si riduce ad usare un tablet, non è un
      "buon cliente". Sono gli stessi che comprano il
      PC e non lo cambiano per 10 anni o finché il case
      non gli scoppia fra il retro-scrivania, la
      polvere e la pila di libri/scartoffie che non
      vogliono lasciare troppo in
      evidenza!

      Perché mai questi dovrebbero acquistare un tablet
      ogni 2-3 anni? E perché mai, vista la situazione
      del mercato non dovrebbero comprare al prossimo
      giro uno Zopo o un Meizu, piuttosto che rinnovare
      il Samsung o
      l'iPad?

      Se il tablet lo usano per fare 4 cose messe in
      croce ora, non gli servirà un esa-core con 10
      stratogiga di ram domani! Il software che serve è
      sempre lo stesso, ed a differenza dei PC, ai
      tablet manca la locomotiva
      software!
      I tablet sono come delle console: sistema
      commerciale chiuso e limitato artificialmente,
      poca o zero innovazione da terze parti. Con la
      differenza non da poco che nelle console, prima o
      poi, c'è un valido motivo per passare alla
      generazione successiva: i nuovi
      giochi!
      Nei tablet, quale dovrebbe essere sto motivo? Il
      browser? O la suite office che tanto sta sul
      cloud?
      Potrebbe essere l'usura. Ma no, no... no cari, in
      particolare i tablet "standard", non sbloccati,
      non sono avvezzi ai software che causano usura
      dell'hardware (P2P), perché chi li produce
      ritiene di doversi ergere a giudice moralizzatore
      delle coscienze altrui, combattendo non solo la
      pirateria, ma addirittura la
      condivisione!

      I PC hanno attraversato una dura tempesta, ma la
      nave è solida e robusta. All'orizzonte le nuvole
      si diradano, ancora un po' e potremo dimenticare
      questa inutile riedizione dei netbook che sono i
      tablet.

      Parola di Winaro! ;)Nella tua brillante analisi hai solo tralasciato un trascurabile dettaglio... la batteria non removibile dall'utente del 99% dei tablet, che come tutte le batterie dopo due/tre anni di utilizzo tenderà a durare meno di mezzora... poi che fai navighi attaccato al caricabatterie?
  • Puffo inventore scrive:
    Mode ed elettronica di consumo
    Aspettiamo la prossima moda cosa si inventeranno per vendere.Cosa di inutile la gente comprera'?Oggetti indossabili tipo braccialiorologi come quelli dei carcerati, avremmo uno grande quantita' di persone che si metteranno agli arresti volontariamente per il volere delle multinazionali, tutti muniti di collare come quello GPS dei cani.Siete pronti ad abbaire quando il collare vibrera'?
    • iRoby scrive:
      Re: Mode ed elettronica di consumo
      No no,io da informatico maturo, aspetto laptop 11,6" piccoli e leggeri ma fanless e con SSD. Veloci, senza parti meccaniche, piccoli leggeri, indistruttibili. E con autonomie superiori alle 5 ore.Con o senza touch mi è indifferente.E rigorosamente col mio fido Linux.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2014 13.17-----------------------------------------------------------
      • Joe Tornado non loggato scrive:
        Re: Mode ed elettronica di consumo
        Io avevo realizzato quest'aspirazione quasi sei anni fa acquistando un Netbook; limitato quanto si voglia, ma resistente (privo di hard disk) e veramente portatile.
        • Prozac scrive:
          Re: Mode ed elettronica di consumo
          - Scritto da: Joe Tornado non loggato
          Io avevo realizzato quest'aspirazione quasi sei
          anni fa acquistando un Netbook; limitato quanto
          si voglia, ma resistente (privo di hard disk) e
          veramente
          portatile.Io la sto usando ora.In realtà le ventole ci sono, anche perché ho scelto un modello con i7...Un ibrido da 13.3" con SSD che posso utilizzare come tablet o come notebook... Mi sta dando un sacco di soddisfazioni.
          • iRoby scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            Sinceramente se non posso totalmente de-Winzozzarlo e metterci solo Linux che supporti ogni singolo componente, più di sbattermelo sulla minkia non potrei farci.Usare Winzozz mi da prurito alla pelle e un sacco di altre allergie...
          • Prozac scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: iRoby
            Sinceramente se non posso totalmente
            de-Winzozzarlo e metterci solo Linux che supporti
            ogni singolo componente, più di sbattermelo sulla
            minkia non potrei
            farci.
            Usare Winzozz mi da prurito alla pelle e un sacco
            di altre
            allergie...Sai cosa me ne frega a me? ZERO.
          • Prozac scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: panda rossa
            E fai male.
            Potrebbe essere contagioso.Lo so che è contaggioso.A frequentare iRoby l'hai preso anche tu (o sei tu che l'hai passato a iRoby?).
            Magari il governo potrebbe imporre di scrivere
            sulle scatole di winsozz "Nuoce gravemente alla
            salute."Sai quanto me ne frega? ZERO.
          • Prozac scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: panda rossa
            Mi chiedo perche' vieni qui a perder tempo se non
            te ne frega
            niente.Ci sono altre cose che mi interessano.Sicuramente non mi interessa il fatto che iRoby non utilizzerà un ibrido con Windows.E non mi interessa nemmeno la tua battutina idiota.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            Sei quasi più estremista di quello che spruzzava il disinfettante nelle carrozze dei treni dove sedevano persone colorate. :(
          • buonista scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: aphex_twin
            Sei quasi più estremista di quello che spruzzava
            il disinfettante nelle carrozze dei treni dove
            sedevano persone colorate .
            :(prima si divertono col body painting e poi insozzano le carrozze :(PS: che pelotas i buonisti
          • Funz scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: aphex_twin
            Sei quasi più estremista di quello che spruzzava
            il disinfettante nelle carrozze dei treni dove
            sedevano persone colorate. con la differenza che qui non si discriminano persone in base al colore, ma sistemi operativi in base allo schifo che fanno. Che è un bel po' diverso.
          • panda rossa scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: aphex_twin

            Sei quasi più estremista di quello che
            spruzzava

            il disinfettante nelle carrozze dei treni
            dove

            sedevano persone colorate.

            con la differenza che qui non si discriminano
            persone in base al colore, ma sistemi operativi
            in base allo schifo che fanno. Che è un bel po'
            diverso.Effettivamente non ci sarebbe nulla di male nello spruzzare del moschicida verso chi gira per strada con un ipad.
          • stronzolo scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            Magari sull'obiettivo della fotocamera esterna visto il numero di macachi che gira per le città scattandoci fotografie. :o
          • aphex_twin scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            L'iPad non uso nessuno ed Apple non esiste, parola di etype. :)
          • stronzolo scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            Per utilizzarlo così, forse sarebbe meglio non averlo nemmeno...credimi, sono in imbarazzo per loro/voi.
          • Etype scrive:
            Re: Mode ed elettronica di consumo
            Tutti usano Icosi Apple,parola di aphex e sorci...
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Mode ed elettronica di consumo
        - Scritto da: iRoby
        No no,
        io da informatico maturo, aspetto laptop 11,6"
        piccoli e leggeri ma fanless e con SSD. Veloci,
        senza parti meccaniche, piccoli leggeri,
        indistruttibili. E con autonomie superiori alle 5
        ore.

        Con o senza touch mi è indifferente.

        E rigorosamente col mio fido Linux.
        --------------------------------------------------
        Modificato dall' autore il 14 luglio 2014 13.17
        -------------------------------------------------E' da sempre che lo sostengo, si ostinano a propinare tablet da 7 pollici quando invece sarebbero assai più interessanti quelli da 12 pollici e dovrebbero migliorare il file manager di Android, dando la possibilità ad esempio di scegliere su quale partizione/sd installare qualsiasi app. Perchè devo fare ricorso a software terzi per spostare le app?Ancora perchè il boot deve essere bloccato ed in generale vi può essere la possibilità di un brich in caso di errori nel sostituire il SO? Perchè non si obbliga i produttori di smartphone e simili a fornire una sorta di "bios" in grado di gestire il caricamento di un SO alternativo a scelta dell'utente come avviene sui PC?Ultima considerazione, perchè insistono specie nei tablet ma anche su alcuni smartphone ad integrare batterie non removibili da parte dell'utente? Ma staimo scherzando? Alcuni di questi oggetti vengono venduti ad oltre 700 euro e dovrei buttarli dopo un paio di anni perchè le batterie vanno a ramengo?
        • iRoby scrive:
          Re: Mode ed elettronica di consumo
          È l'ubriacatura del momento.Gli intelligenti se ne sono accorti subito.Gli altri devono prima scottarsi...Vedrai che in futuro la gente si guarderà dal comprare certa XXXXX, ed inizierà a cercarne di più versatili.Io non voglio tablet iOS o Android.
  • matteo1690 scrive:
    Ma per favore! Apple nei guai ?
    Se Apple è nei guai gli altri OEM sono tutti falliti da anni! Ma che cavolate che si inventano con queste ridicole statistiche!Apple detiene tra il 70% e l' 80% di tutto il fatturato smartphone e tablet, sia per l'hardware sia per la vendita di contenuti musica e film ed app. Il restante 30% scarso che va ad Android deve essere diviso fra svariate centinaia di produttori grandi e piccoli.
    • iRoby scrive:
      Re: Ma per favore! Apple nei guai ?
      Io ho deciso di fare il Totomela o il Fantamela, o il Melalotto...Un gioco a premi in cui scriviamo tutti i mirabolanti numeri che si sparano nei forum riguardo alle meraviglie della diffusione dei prodotti e del fatturato, e delle applicazioni, e dei guadagni della Apple, ma anche di chi scrive app per iOS.In premio per chi li spara più grossi naturalmente ePad ed ePhone cinesi farlocchi esattamente come i numeri sparati dai fanboy.Apple a livello globale ha perso il 3% di mercato dall'inizio dell'anno. Però sinceramente a me non frega niente perché i suoi prodotti non mi interessano.Ma in fondo mi dispiace, perché preferisco una Apple stabile nella sua posizione piuttosto che una perdita ed un ingresso della Microsoft del signor "Padella" che spera di rifargli la verginità.E dell'Android che uso me ne fregherà sempre meno perché entro fine anno passerò ad Ubuntu Touch.
      • Nauseato scrive:
        Re: Ma per favore! Apple nei guai ?
        preferisco una Apple stabile nella sua posizione piuttosto che una perdita ed un ingresso della Microsoft del signor "Padella" che spera di rifargli la verginità Condividerei se avessi i tuoi timori, ma vai tranquillo che nel mobile M$ non fa paura a nessuno, e le quote perdute da Apple vanno a vantaggio di Android.
    • Etype scrive:
      Re: Ma per favore! Apple nei guai ?
      - Scritto da: matteo1690
      Se Apple è nei guai gli altri OEM sono tutti
      falliti da anni!Infatti Lenovo è in perdita :D
      Ma che cavolate che si inventano con queste
      ridicole
      statistiche!Se non piace all'appliano allora sono false !!! :D
      Apple detiene tra il 70% e l' 80% di tutto il
      fatturato smartphone e tablet, sia per l'hardware
      sia per la vendita di contenuti musica e film ed
      app.
      Il restante 30% scarso che va ad Android deve
      essere diviso fra svariate centinaia di
      produttori grandi e
      piccoli.Colpo di sole ? :D
    • Enjoy with Us scrive:
      Re: Ma per favore! Apple nei guai ?
      - Scritto da: matteo1690
      Se Apple è nei guai gli altri OEM sono tutti
      falliti da anni!

      Ma che cavolate che si inventano con queste
      ridicole
      statistiche!
      Apple detiene tra il 70% e l' 80% di tutto il
      fatturato smartphone e tablet, sia per l'hardware
      sia per la vendita di contenuti musica e film ed
      app.

      Il restante 30% scarso che va ad Android deve
      essere diviso fra svariate centinaia di
      produttori grandi e
      piccoli.Puoi fornire un link ai dati? Io sono rimasto ad android che sfiora l'80% e ad iOS che fatica ad arrivare al 14%, con il 14% riesce a fare il 70% del fatturato degli smartphone? Quando la sola Samsung negli smartphone ha un fatturato superiore a quello apple?
  • collione scrive:
    Giornataccia
    Per i macachi http://m.hwupgrade.it/news/apple/app-store-e-composto-in-larga-parte-da-app-zombie_53179.html
    • iRoby scrive:
      Re: Giornataccia
      Anche questa non è da meno...http://m.hwupgrade.it/news/apple/la-tv-cinese-avverte-il-servizio-di-localizzazione-di-ios-7-un-rischio-la-sicurezza-del-paese_53176.html
  • iRoby scrive:
    Bay Trail tarda
    I veri notebook, quelli finalmente sottili, fanless e silenziosi ed efficienti tardano ad arrivare.Non ci sono ancora i notebook economici con Bay Trail.Quelli fanless, e con SSD. Senza parti meccaniche e senza alcun rumore.Che li puoi strapazzare senza paura di deteriorare e rompere l'hard disk.Che consumano poco e fanno 7 ore con una batteria da 4200mAh.Ci sono, li hanno pronti ma stanno ritardando le consegne.Per via della crisi si sono fermati, hanno smesso di innovare, o meglio, stanno lentamente svuotando i magazzini e lentamente cambieranno generazione.Un piccolo notebook 11,6" della precedente generazione che avevo preso per la suocera ora è sceso di 40 su 300 che ne costava quando lo presi io. Pur di svuotare i magazzini della precedente generazione stanno svendendo.Ed in autunno forse vedremo quelli nuovi con le CPU Haswell.Io non voglio più neanche vederli i tablet. Almeno per il mio uso personale, e a meno che non mi convincano davvero quelli con Ubuntu Touch.Ma a qualsiasi tavoletta per ora preferisco un leggero notebook da 11,6" con queste nuove CPU ed SSD.
    • bradipao scrive:
      Re: Bay Trail tarda
      - Scritto da: iRoby
      Ci sono, li hanno pronti ma stanno ritardando le
      consegne.Sono convinto anche io che hanno già "tutto". Del resto il ChromeBook Pixel (di samsung) come hardware è praticamente il primo di questo genere.
  • Etype scrive:
    Apple down
    "Ma l'evidente eccezione è Apple, che comincia a essere nei guai, soprattutto perché la crescita continua dei tablet ha gli anni contati"Apple è sempre l'eccezione :D"Numeri non altrettanto positivi sono quelli registrati da Apple, che scende (negli States) al 10 per cento del mercato contro il 10,9 per cento del 2013 e per l'1,7 per cento anno su anno. La necessità di aggiornare i sistemi ancora basati su Windows XP sembra aiutare l'industria, ma Cupertino ha di che preoccuparsi visto che gli utenti di PC non comprano Mac e soprattutto hanno raffreddato il loro entusiasmo per quel che riguarda i tablet."Apple che scende in USA ? :DChi era l'applefan che diceva che con la crisi dei pc molti stavano passando al Mac ? (rotfl)Per questo a giugno Mac OS è passato dal 4 a. 3.95%? (rotfl)"gli utenti di PC non comprano Mac"Ma dai ?? Cosa se ne fanno di un computer per dilettanti ?Tutti lo sapevano tranne gli applefan :D
    • bertuccia scrive:
      Re: Apple down
      - Scritto da: Etype

      Ma dai ?? Cosa se ne fanno di un computer per
      dilettanti ?LOL"Google has one of the largest managed fleets of Macintosh computers in the world."http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=4095094#p4095094parola di Googleciao.
      • Etype scrive:
        Re: Apple down
        - Scritto da: bertuccia
        LOLRAM saldate e componenti integrati da notebook sull'Imac, super LOL :D
        "Google has one of the largest managed fleets of
        Macintosh computers in the
        world."

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=409

        parola di Google

        ciao.Firmato da ?
        • bertuccia scrive:
          Re: Apple down
          - Scritto da: Etype

          Firmato da ?due poveracci a caso, sono solo i sysadmin dell'intera infrastruttura di 40.000 Mac di GoogleClay Caviness and Edward Eigerman, Google Inc.era tutto scritto, se avessi almeno letto la fontehttps://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-macs-google-scale
      • Winaro scrive:
        Re: Apple down
        - Scritto da: bertuccia
        - Scritto da: Etype



        Ma dai ?? Cosa se ne fanno di un computer per

        dilettanti ?

        LOL

        "Google has one of the largest managed fleets of
        Macintosh computers in the
        world."

        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=409

        parola di Google

        ciao.Quindi tu dici che quella flessione dello 0.05% sia dovuta al fatto che Google ha smesso di usarli per ripicca?Parola di Winaro! ;)
  • sisko212 scrive:
    bhe.. era ora...
    Che la gente si rendesse conto che i tablet non servono a nulla.Al massimo vanno bene per leggere qualcosa quando si va al bagno, ma per tutto il resto, il pc resta sempre il mezzo principe per fare.
  • bertuccia scrive:
    il più grande cliente apple del mondo
    indovinate chi è?https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-macs-google-scale42.000 Mac[img]http://i.imgur.com/OvrN9Ad.png[/img]"OS X is the default platform-of-choice for users"[img]http://i.imgur.com/AiRODiR.png[/img]ma i mac sono per i n00b.. probabilmente come dice Etype in Google non capiscono nulla di informatica (rotfl)
    • eder scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      - Scritto da: bertuccia
      indovinate chi è?

      https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-

      42.000 Mac

      [img]http://i.imgur.com/OvrN9Ad.png[/img]

      "OS X is the default platform-of-choice for users"

      [img]http://i.imgur.com/AiRODiR.png[/img]


      ma i mac sono per i n00b.. probabilmente come
      dice Etype in Google non capiscono nulla di
      informatica
      (rotfl)Ciò non toglie che il mercato di smartphone/tablet (non solo quello di apple ovviamente) sia saturo, come diceva Esaltatore Di Sapidita
      • nonmidire scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        - Scritto da: eder..
        Ciò non toglie che il mercato di
        smartphone/tablet (non solo quello di apple
        ovviamente) sia saturo, come diceva Esaltatore Di
        Sapiditabhe? l'obsolescenza programmata è stata inventata apposta, e le montagne di rottami derivanti, le si scarica in africa; non vedo particolari problemi.
    • gnammolo scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      ma JD di scrubs che ci fa con quelli di google (rotfl)
    • Etype scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      - Scritto da: bertuccia
      indovinate chi è?

      https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-

      42.000 MacDeve essere stata dura trovare 5 righe in un sito anonimo di un anno fa :DDi nuovo gonfiato con elio bertu ? :D42.162 impiegati = 42.000 Mac ? (rotfl)Povero newbie,leggi una riga e gli affibbi il significato che più ti aggrada :DUn paio di anni fa Google a fronte dei continui problemi di sicurezza di Windows decise di far scegliere ai propri dipendenti la piattaforma su cui lavorare.Escludendo windows la scelta era tra Mac e Linux,ognuno era libero di usare quello che voleva.E' stata anche un'opera pubblicitaria denigratoria contro windows,un pò anche per far parlare di se.
      [img]http://i.imgur.com/OvrN9Ad.png[/img]

      "OS X is the default platform-of-choice for users"Scritto da X ? WOW,convincente
      [img]http://i.imgur.com/AiRODiR.png[/img]


      ma i mac sono per i n00b.. probabilmente come
      dice Etype in Google non capiscono nulla di
      informatica
      (rotfl)Sai quanto dista Cupertino da Mountain View ? 10KmConfermo i Mac sono per newbie come te che non capiscono nulla d'informatica,quelli che leggono 2 righe su un sito anonimo e gli danno il significato che vogliono,patetici applfan.Un paio di problemi in apple :Dhttp://www.tomshw.it/cont/news/problemi-per-l-iphone-6-riusciranno-a-risolvere-in-tempo/57775/1.htmlhttp://www.ilsoftware.it/articoli.asp?tag=Apple-iWatch-lancio-posticipato-a-dicembre-Ecco-perche_11147azienda per dilettanti :D
      • Esaltatore Di Sapidita scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        I problemi di Apple che hai citato semplicemente non esistono, visto che non sono sul mercato. Fai dei copia/incolla di fuffa.Riprova e sarai più fortunato
        • Etype scrive:
          Re: il più grande cliente apple del mondo
          - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
          I problemi di Apple che hai citato semplicemente
          non esistono, visto che non sono sul mercato.Non esistono ? per questo rimandano la produzione dell'iwatch ? :DE anche per lo schiffone 6 ci sono problemi con il touch :D
          Fai
          dei copia/incolla di
          fuffa.e vai di giustificazioni :D
          Riprova e sarai più fortunatoPovero fanboy :D
      • bertuccia scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        - Scritto da: Etype

        Deve essere stata dura trovare 5 righe in un sito
        anonimo di un anno fa
        :Dcerto che se inizi con le figuracce già il lunedì mattina...va bene, cominciamo :)
        42.162 impiegati = 42.000 Mac ? (rotfl)
        Povero newbie,leggi una riga e gli affibbi il
        significato che più ti aggradaho guardato il video, cosa che tu non hai fatto.metti insieme le seguenti informazioni:- 42.000 dipendenti- il Mac è la piattaforma di default- in una delle ultime slide c'è scritto: "if you have macs, you should manage them... you don't want to try to do something 40,000 times"già, ne hanno circa 40.000, detto da loro stessi[img]http://i.imgur.com/27tRrxD.png[/img]
        Escludendo windows la scelta era tra
        Mac e Linux,ognuno era libero di usare quello che
        voleva.esatto, inizialmente.Ora la politica è Mac di default
        Scritto da X ? WOW,convincenteHAHAHA poverino :Dscritto da: Clay Caviness and Edward Eigerman, gli ingegneri di Google che gestiscono tutta l'infrastruttura dei 40.000 Mac in oggettosveglia né, che son già le 12
        Confermo i Mac sono per newbie come tee Google
        che non
        capiscono nulla d'informaticaah, sei tu a dirlo questa volta..Google non capisce nulla di informatica, me lo segno
        quelli che leggono
        2 righe su un sito anonimo e gli danno il
        significato che vogliono,patetici
        applfan.è una presentazione fatta dal team di Google che gestisce tutta l'infrastruttura dei loro computer :D c'è anche scrittosapevo che avresti schiumato, grazie per l'intrattenimento :D
        • Etype scrive:
          Re: il più grande cliente apple del mondo
          - Scritto da: bertuccia
          certo che se inizi con le figuracce già il lunedì
          mattina...

          va bene, cominciamo :)5 righe in una notizia di un anno fa,complimenti quanto ci hai messo ? :D
          ho guardato il video, cosa che tu non hai fatto.40 minuti ? ne faccio a meno....
          metti insieme le seguenti informazioni:
          - 42.000 dipendenti
          - il Mac è la piattaforma di default
          - in una delle ultime slide c'è scritto: "if you
          have macs, you should manage them... you don't
          want to try to do something 40,000
          times"42.000 dipendenti che hanno tutti Mac,però :DMa la piattaforma di default di cosa visto che hai dipendenti è stato lasciato libertà di scelta? :D
          esatto, inizialmente.
          Ora la politica è Mac di defaultQuesto come te lo spieghi? :Dhttp://www.tuxjournal.net/migliaia-di-dipendenti-google-usano-ubuntu-grazie-a-goobuntu-video/
          ah, sei tu a dirlo questa volta..No il 91% del mondo lo dice ;)
          Google non capisce nulla di informatica, me lo
          segnoGoogle ha dato la possibilità di scelta ai suoi dipendenti,anche quello di rimanere con windows (dietro autorizzazione di un superiore)
          sapevo che avresti schiumato, grazie per
          l'intrattenimento
          :DSchiumato per cosa per un video anonimo su FB contraddeto da altre notizie dello stesso genere ? :D
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: Etype

            5 righe in una notizia di un anno fa,complimenti
            quanto ci hai messo ?

            40 minuti ? ne faccio a meno....deciditi, sono 5 righe o 40 minuti? :)te lo spiego io: sono 5 righe di intro, seguite da un video di 40 minuti.tu non sei riuscito a capire le 5 righe, figuriamoci il resto.ma ti capisco, è un documento preparato da ingegneri di google, è chiaro che TU non ci hai capito una mazza
            42.000 dipendenti che hanno tutti Mac,però :D
            Ma la piattaforma di default di cosa visto che
            hai dipendenti è stato lasciato libertà di
            scelta?
            :Dhttp://bgr.com/2013/11/28/mac-chromebook-google-employees/ <b
            Googles computer system of choice is the OS X-running Mac. </b
            In fact, it looks like the company imposes Mac use to all employees even though Google also supports additional operating systems including Windows, Linux and Chrome OS, The Register reports.There was a time when Macs were a small part of the Google fleet, Google system engineer Clay Caviness said, but as of now <b
            if you start at Google and want to use a platform other than Mac you have to make a business case. </b
            lo capisci, O NO?pare di no
            http://www.tuxjournal.net/migliaia-di-dipendenti-g"if you start at Google and want to use a platform other than Mac you have to make a business case."google. vuole. che. tutti. usino. mac.vuoi linux? prepara un documento tecnico che giustifichi la scelta
            Google ha dato la possibilità di scelta ai suoi
            dipendenti,anche quello di rimanere con windows
            (dietro autorizzazione di un
            superiore)devi avere una buona giustificazione per usare altro.perché google ha ritenuto che Mac + OS X = il meglio per lorovuoi andare a insegnargli tu qualcosa? LOL
            Schiumato per cosa per un video anonimo su FB
            contraddeto da altre notizie dello stesso generestai schiumando. abbestia. e io rido :)
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Ti assicuro che quello che hai scritto (anzi che hai riportato) è una fesseria.Se usi Ubuntu, Fedora o openSuse non devi aprire un bel niente in Google ;)
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Aggiungo: se usi Windows sì, ma anche se usi un'altra distro.
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: BarbaVIP

            Aggiungo: se usi Windows sì, ma anche se usi
            un'altra distro.ok, siccome quello che ho riportato è uscito dalle labbra dei sysadmin di google, ne deduco che google spara fesserie.una volta google veniva elogiata, non è che oggi maxsix si diverte con i vostri nick? :D
          • Etype scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: bertuccia
            deciditi, sono 5 righe o 40 minuti? :)5 righe su un sito anonimo,è stata dura la ricerca ? :)
            te lo spiego io: sono 5 righe di intro, seguite
            da un video di 40
            minuti.su quale sito ? :D
            tu non sei riuscito a capire le 5 righe,
            figuriamoci il
            resto.5 righe su un sito anonimo,fa molto Ispazio,Iphoneitalia,ecc :D
            ma ti capisco, è un documento preparato da
            ingegneri di google, è chiaro che TU non ci hai
            capito una
            mazzaAncora meno tu allora,filosofo :D
            vuoi linux? prepara un documento tecnico che
            giustifichi la
            sceltahttp://www.tuxjournal.net/migliaia-di-dipendenti-google-usano-ubuntu-grazie-a-goobuntu-video/"decine di migliaia di dipendenti Google utilizzano Ubuntu come distribuzione predefinita sulle proprie postazioni di lavoro." :D
            devi avere una buona giustificazione per usare
            altro.Ma certo :D
            perché google ha ritenuto che Mac + OS X = il
            meglio per
            loro"decine di migliaia di dipendenti Google utilizzano Ubuntu come distribuzione predefinita sulle proprie postazioni di lavoro." :D
            vuoi andare a insegnargli tu qualcosa? LOLPuò farlo un applefan ? (rotfl)
            stai schiumando. abbestia. e io rido :)Ma certo "decine di migliaia di dipendenti Google utilizzano Ubuntu come distribuzione predefinita sulle proprie postazioni di lavoro." :D
    • BarbaVIP scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      Contando che sopra di solito ci mettono Linux...
      • bertuccia scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        - Scritto da: BarbaVIP

        Contando che sopra di solito ci mettono Linux...dove? perché nel video parla della gestione di 40.000 Mac con OS Xin ogni caso mi pareva di ricordare che i Mac sono solo giocattoli sovraprezzati, probabilmente in Google non leggono PI, altrimenti l'avrebbero saputo
        • BarbaVIP scrive:
          Re: il più grande cliente apple del mondo
          Guardati gli IO di Google ;)
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Se leggi qui e guardi i link non è proprio come dici tu...http://bgr.com/2013/11/28/mac-chromebook-google-employees/L'ultima riga poi è fantastica :D
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            risposto quihttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=4095336#p4095336in ogni caso, quella postata da me è la fonte originale su cui è stato scritto l'articolo postato da te.meglio guardare l'originale no?nel quale si fa riferimento esplicito a OS X come piattaforma di default
          • Etype scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: bertuccia
            meglio guardare l'originale no?
            nel quale si fa riferimento esplicito a OS X come
            piattaforma di
            defaultMa certo :Dhttp://www.tuxjournal.net/migliaia-di-dipendenti-google-usano-ubuntu-grazie-a-goobuntu-video/
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: BarbaVIP

            Guardati gli IO di Google ;)ma scusa, ho appena guardato un documento del 2013, in cui i due sysadmin di google spiegano come amministrano la loro infrastruttura di <b
            40.000 Mac con su OS X </b
            ripeto, che forse non è chiaro, spiegato dai sysadmin di googleperché provi a smentire questa cosa, demandando tra l'altro A ME il compito di informarmi, quando è palese che SEI TU quello non informato?ps. carine le foto del Google I/O[img]http://i.imgur.com/nCVEV0c.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/KIJNHxj.jpg[/img][img]http://i.imgur.com/iVx4ZXp.jpg[/img]
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Ti sto dicendo che molti (non la maggior parte!) di quei PC fa girare Ubuntu, Fedora e openSuse.Nel 2010 l'80% dei PC in google usava OSX & Linux, e di questo 80% c'era un 68% che usava OSX ed il resto Linux.Non ho capito cosa diavolo c'è che non va.
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Leggi qui (slashdot)http://tech-beta.slashdot.org/story/13/12/10/1951250/googles-plan-to-kill-the-corporate-networkCerca "buy Mac" sulla pagina ed avrai le risposte che cerchi ;)
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            uff, ce la fai a scrivere un post alla volta? :Dhttp://punto-informatico.it/b.aspx?i=4094786&m=4095375#p4095375- Scritto da: BarbaVIP
            Leggi qui (slashdot)

            http://tech-beta.slashdot.org/story/13/12/10/19512"Google also revealed it was perhaps the biggest Apple shop in the world, with 43,000 devices deployed"ok e fin qui rimaniamo su quello che ho detto inizialmente.. il più grande cliente apple al mondo è Google.. già ce n'è per far schiumare un bel po' di gente qua dentro :D
            Cerca "buy Mac" sulla pagina ed avrai le risposte
            che cerchi ;)si ma capito che sto qua mi parla di un team di 12 persone come campione?un po' piccolo se rapportato a 42.000-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 luglio 2014 13.10-----------------------------------------------------------
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Senti, riassumo quello che so:- in Apple ti comprano il Mac- se vuoi puoi usare: OSX,ubuntu (goobuntu), Fedora, openSuse- Non hai bisogno di aprire un ciufolazzo se non dichiarare che cambi SO sulla macchina- Devi dichiarare un use case se usi Win o un altra distro.
          • bertuccia scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: BarbaVIP

            Ti sto dicendo che molti (non la maggior parte!)
            di quei PC fa girare Ubuntu, Fedora e
            openSuse.molti = pochi, stando a quanto riportano i sysadmin di google

            Nel 2010si ma il documento che ho linkato è del 2013, e nell'incipit (anche riportato da te) si dice: There was a time when Macs were a small part of the Google fleet, but as of now if you start at Google and want to use a platform other than Mac you have to make a business case.
            l'80% dei PC in google usava OSX &
            Linux, e di questo 80% c'era un 68% che usava OSX
            ed il resto Linux.ok, ora, 2013-2014, il default è OS X
            Non ho capito cosa diavolo c'è che non va.cosa non va? google usa di default dei computer e OS per dilettanti / ignoranti e tu chiedi cosa non va? LOL
          • BarbaVIP scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            Boh, io ti ho detto quello che ho visto. Tu porti un videozzo e mischi hardware,software, pere,mele... Mmmmmhhhh... sei mica vegano?
          • panda rossa scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: bertuccia

            cosa non va? google usa di default dei computer e
            OS per dilettanti / ignoranti e tu chiedi cosa
            non va?
            LOLGoogle produce pagine web e piazza pubblicita'.Dovra' sincerarsi che le pagine si vedono bene anche su safari e soprattutto testare la pubblicita' mirata sullo user agent.L'idiota danaroso e' il miglior cliente di chiunque.
          • Etype scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: bertuccia
            ps. carine le foto del Google I/O

            [img]http://i.imgur.com/nCVEV0c.jpg[/img]Con gli adesivi ? mmmmm
            [img]http://i.imgur.com/KIJNHxj.jpg[/img]Quello al centro è un apple? :D
      • Pietro scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        - Scritto da: BarbaVIP
        Contando che sopra di solito ci mettono Linux... e per quale ragione?Quello che gira su Linux può girare benissimo sul mac, ricompili e vai.Mentre quello che gira sul mac non sempre può girare su linux es. la suite Adobe.
        • iRoby scrive:
          Re: il più grande cliente apple del mondo
          MMhhhh a me pare che la suite Adobe su Linux con Wine giri anche molto bene...Certo non è un uso certificato, non hai garanzie come quelle di un sistema nativo. Ma per funzionare funziona ed a qualche professionista appassionato di Linux può anche andare bene così.Io credo che nei prossimi anni se aumenteranno le installazioni Linux, ai giochi con Valve seguiranno applicazioni come quelle Adobe.Più che un augurio o un desiderio, è un presentimento...
          • Pietro scrive:
            Re: il più grande cliente apple del mondo
            - Scritto da: iRoby
            MMhhhh a me pare che la suite Adobe su Linux con
            Wine giri anche molto
            bene...

            Certo non è un uso certificato, non hai garanzie
            come quelle di un sistema nativo. Ma per
            funzionare funziona ed a qualche professionista
            appassionato di Linux può anche andare bene
            così.

            Io credo che nei prossimi anni se aumenteranno le
            installazioni Linux, ai giochi con Valve
            seguiranno applicazioni come quelle
            Adobe.

            Più che un augurio o un desiderio, è un
            presentimento...dipenderà dall'installato windows, se inizia a scendere probabilmente si, c'è una certa soglia di installato linux al di sopra del quale anche per microsoft risulta conveniente il porting dei suoi prodotti; è un attimo, si prende il SW per mac e si ricompila.Probabilmente è la stessa che c'è per il mac
      • iRoby scrive:
        Re: il più grande cliente apple del mondo
        Si ci sono moduli apposta per rimappare i tasti speciali della tastiera, i driver di tutte le componenti funzionano benissimo.Direi che uno dei migliori PC per Linux è proprio un Mac.
        • Pietro scrive:
          Re: il più grande cliente apple del mondo
          - Scritto da: iRoby
          Si ci sono moduli apposta per rimappare i tasti
          speciali della tastiera, i driver di tutte le
          componenti funzionano
          benissimo.

          Direi che uno dei migliori PC per Linux è proprio
          un
          Mac.se non sbaglio quello lì è un mac..http://www.technobiosphere.com/images/linus-torvalds-macbook-air.jpg
    • giuda scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      - Scritto da: bertuccia
      indovinate chi è?

      https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-

      42.000 Mac

      [img]http://i.imgur.com/OvrN9Ad.png[/img]

      "OS X is the default platform-of-choice for users"

      [img]http://i.imgur.com/AiRODiR.png[/img]


      ma i mac sono per i n00b.. probabilmente come
      dice Etype in Google non capiscono nulla di
      informatica
      (rotfl)vuoi dire che quando anche google smetterà di comprare roba apple, per garantire il fatturato dell'azienda la apple si rifarà sui propri utenti? non è una novità...
    • anverone99 scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      - Scritto da: bertuccia
      indovinate chi è?

      https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-

      42.000 Mac

      [img]http://i.imgur.com/OvrN9Ad.png[/img]

      "OS X is the default platform-of-choice for users"

      [img]http://i.imgur.com/AiRODiR.png[/img]


      ma i mac sono per i n00b.. probabilmente come
      dice Etype in Google non capiscono nulla di
      informatica
      (rotfl)Infatti stanno bene insieme: Apple e google, i due colossi "full user's profile"
    • Funz scrive:
      Re: il più grande cliente apple del mondo
      - Scritto da: bertuccia
      indovinate chi è?

      https://www.usenix.org/conference/lisa13/managing-

      42.000 Mac
      Anche se fosse vero, è un'azienda su milioni, sono 42mila utenti su centinaia di milioni.Torna a raccogliere le ciliegie, và.
  • panda rossa scrive:
    La fine di una moda
    Come tutte le mode, passata la stagione, la moda finisce.Dopo aver buttato interi stipendi per accaparrarsi inutili tavolette, la gente si rende conto di aver solamente acquistato costosi portafrutta in vetro, che finiscono a prendere polvere sul solito scaffale, accanto al vecchio tamagochi.
    • Pietro scrive:
      Re: La fine di una moda
      - Scritto da: panda rossa
      Come tutte le mode, passata la stagione, la moda
      finisce.
      Dopo aver buttato interi stipendi per
      accaparrarsi inutili tavolette, la gente si rende
      conto di aver solamente acquistato costosi
      portafrutta in vetro, che finiscono a prendere
      polvere sul solito scaffale, accanto al vecchio
      tamagochi.quelli poco dotati di risorse e quindi molto economici sicuramente.
      • Etype scrive:
        Re: La fine di una moda
        No,quelli vanno a ruba perchè la gente normalmente non vuole spendere l'intero stipendio per un gadget,ne prende uno economico con cui fa le solite cose.
        • Pietro scrive:
          Re: La fine di una moda
          - Scritto da: Etype
          No,quelli vanno a ruba perchè la gente
          normalmente non vuole spendere l'intero stipendio
          per un gadget,ne prende uno economico con cui fa
          le solite
          cose.guarda funziona così: ne compra uno da 150 euro, lo usa per un po' poi o lo lascia sullo scaffale perchè non interessato o lo cambia con uno da 300 euro perchè lo trova troppo limitato, poi dopo un 5-6 mesi lo regala alla zia e ne copmpra uno da 600 euro che finalmente ha le prestazioni di cui ha bisogno.in pratica ha speso 150+300+600 euro.Per quello che il mercato tira, ne vendono tre invece di uno.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: Etype

            No,quelli vanno a ruba perchè la gente

            normalmente non vuole spendere l'intero
            stipendio

            per un gadget,ne prende uno economico con
            cui
            fa

            le solite

            cose.
            guarda funziona così: ne compra uno da 150 euro,
            lo usa per un po' poi o lo lascia sullo scaffale
            perchè non interessato o lo cambia con uno da 300
            euro perchè lo trova troppo limitato, poi dopo un
            5-6 mesi lo regala alla zia e ne copmpra uno da
            600 euro che finalmente ha le prestazioni di cui
            ha
            bisogno.
            in pratica ha speso 150+300+600 euro.
            Per quello che il mercato tira, ne vendono tre
            invece di
            uno.L'articolo ti smentisce.Le vendite stanno calando, altro che venderne tre.La realta' e' che l'utente compra il tablet, poi si rende conto che non serve ad una cippa e torna al pc che aveva prima.
          • anverone99 scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            La realta' e' che l'utente compra il tablet, poi
            si rende conto che non serve ad una cippa e torna
            al pc che aveva
            prima.Ma infattiPer quanto mi riguarda l'unico uso del tablet che farei sarebbe per guardare film in mobilita'. Ora uso un netbook per quello, ma certo e' un po' piu' ingombrante.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: anverone99
            - Scritto da: panda rossa


            La realta' e' che l'utente compra il tablet, poi

            si rende conto che non serve ad una cippa e
            torna

            al pc che aveva

            prima.

            Ma infatti
            Per quanto mi riguarda l'unico uso del tablet che
            farei sarebbe per guardare film in mobilita'. Ora
            uso un netbook per quello, ma certo e' un po'
            piu'
            ingombrante.Una cosa del genere io la faccio sul treno.Metto il portatile sul tavolinetto e guardo il film a mani libere.Il tablet neanche si puo' appoggiare. Bisogna tenerlo in mano.
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Il tablet neanche si puo' appoggiare. Bisogna
            tenerlo in
            mano.Dipende dal tablet...[img]http://www.digitaltrends.com/wp-content/uploads/2013/10/Lenovo-Yoga-Tablets-front-side-angle.jpg[/img]
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            Uno di quelli che più apprezzo,lo Yoga di Lenovo :)
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            No, non dipende dai tablet.
            Quando il treno frena qualunque tablet casca
            dalla parte del vetro,
            spaccandolo.Ripeto.Dipende dal tablet.
            Solo lo schermo di un computer portatile resta
            saldamente in
            posizione.Vedi sopra.
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            guarda funziona così: ne compra uno da 150 euro,
            lo usa per un po' poi o lo lascia sullo scaffale
            perchè non interessato o lo cambia con uno da 300
            euro perchè lo trova troppo limitato, poi dopo un
            5-6 mesi lo regala alla zia e ne copmpra uno da
            600 euro che finalmente ha le prestazioni di cui
            ha
            bisogno.
            in pratica ha speso 150+300+600 euro.
            Per quello che il mercato tira, ne vendono tre
            invece di
            uno.Questo secondo la fantasia di Pietro,se c'è disinteresse c'è tanto sui tablet da 100 Euro che su quelli da 600.Ma nel primo caso non hai gettato ulteriori 500 Euro in più.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Pietro

            guarda funziona così: ne compra uno da 150 euro,

            lo usa per un po' poi o lo lascia sullo scaffale

            perchè non interessato o lo cambia con uno da
            300

            euro perchè lo trova troppo limitato, poi dopo
            un

            5-6 mesi lo regala alla zia e ne copmpra uno da

            600 euro che finalmente ha le prestazioni di cui

            ha

            bisogno.

            in pratica ha speso 150+300+600 euro.

            Per quello che il mercato tira, ne vendono tre

            invece di

            uno.

            Questo secondo la fantasia di Pietro,se c'è
            disinteresse c'è tanto sui tablet da 100 Euro che
            su quelli da
            600.
            Ma nel primo caso non hai gettato ulteriori 500
            Euro in
            più.ma se uno prende un tablet o uno smartphone da 100 euro evidentemente di interesse ne ha già poco in partenza, 90 su 100 che lo abbandonerà e non tornerà nemmeno al PC anche perchè il PC non l'ha mai avuto.
          • Winaro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            ma se uno prende un tablet o uno smartphone da
            100 euro evidentemente di interesse ne ha già
            poco in partenza, 90 su 100 che lo abbandonerà e
            non tornerà nemmeno al PC anche perchè il PC non
            l'ha mai
            avuto.Se il PC non l'ha mai avuto, non toglie certo utenti al mondo PC.Se il PC l'ha già avuto, tornerà... dovrà tornare prima o poi, vista la limitatezza dell'acquisto fatto con un tablet.Parola di Winaro! ;)
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Winaro
            - Scritto da: Pietro

            ma se uno prende un tablet o uno smartphone
            da

            100 euro evidentemente di interesse ne ha già

            poco in partenza, 90 su 100 che lo
            abbandonerà
            e

            non tornerà nemmeno al PC anche perchè il PC
            non

            l'ha mai

            avuto.

            Se il PC non l'ha mai avuto, non toglie certo
            utenti al mondo
            PC.certo perchè sono quelli lì quelli che comprano tablet da 150 euro
            Se il PC l'ha già avuto, tornerà... dovrà tornare
            prima o poi, vista la limitatezza dell'acquisto
            fatto con un
            tablet.

            Parola di Winaro! ;)quelli invece passano a un tablet superiore
          • Funz scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro

            Se il PC l'ha già avuto, tornerà... dovrà
            tornare

            prima o poi, vista la limitatezza
            dell'acquisto

            fatto con un

            tablet.



            Parola di Winaro! ;)

            quelli invece passano a un tablet superioreO aspettano un anno e prendono il tablet superiore allo stesso prezzo.
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            ma se uno prende un tablet o uno smartphone da
            100 euro evidentemente di interesse ne ha già
            poco in partenzaNon c'entra nulla.Uno può non averlo mai avuto e non è disposto a spendere 600 Euro solo per provare.Sbagli a credere che non avvenga la stessa cosa con gli Icosi
            90 su 100 che lo abbandonerà e
            non tornerà nemmeno al PC anche perchè il PC non
            l'ha mai
            avuto.e perchè dovrebbe essere diverso da uno di 600 Euro ?Solo quelli non informati e markettari puntano solo ed unicamente su quella cifra/prodotto
    • Esaltatore Di Sapidita scrive:
      Re: La fine di una moda
      - Scritto da: panda rossa
      Come tutte le mode, passata la stagione, la moda
      finisce.
      Dopo aver buttato interi stipendi per
      accaparrarsi inutili tavolette, la gente si rende
      conto di aver solamente acquistato costosi
      portafrutta in vetro, che finiscono a prendere
      polvere sul solito scaffale, accanto al vecchio
      tamagochi.Come al solito capisci poco di informatica e pure di economia. Leggasi saturazione del mercato.
      • gnammolo scrive:
        Re: La fine di una moda
        che tra l'altro si avrà nel 2017, cmq rimango dell'idea che i tablet siano giocattolini, sempre meglio il pc
        • Esaltatore Di Sapidita scrive:
          Re: La fine di una moda
          Beh certo per te. Magari per tua nonna invece il tablet è insuperabile e le ha dato la possibilità di accedere a un mondo altrimenti precluso.
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            Quindi secondo te è il mondo che si deve adattare ai newbie,tanto vale fare un OS con 4 icone e 4 operazioni in fila e basta,quelli alle prime armi ringrazieranno.
          • Esaltatore Di Sapidita scrive:
            Re: La fine di una moda
            Ribadisco la fuffa.Con la qualità dei tuoi ragionamenti per te è pure troppo un computer-kid clementoni
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Esaltatore Di Sapidita
            Ribadisco la fuffa.
            Con la qualità dei tuoi ragionamenti per te è
            pure troppo un computer-kid
            clementoniQuelli li lascio ai clienti apple :D
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Etype
            Quindi secondo te è il mondo che si deve adattare
            ai newbie,tanto vale fare un OS con 4 icone e 4
            operazioni in fila e basta,quelli alle prime armi
            ringrazieranno.Se ti interessa vendere milioni di computer è sicuramente l'informatica che si deve adattare al mondo, se ti basta venderne qualche migliaio allora il mondo (interessato) può anche adattarsi all'informatica.
          • pippo75 scrive:
            Re: La fine di una moda

            Se ti interessa vendere milioni di computer è
            sicuramente l'informatica che si deve adattare al
            mondo, se ti basta venderne qualche migliaio
            allora il mondo (interessato) può anche adattarsi
            all'informatica.neanche per idea, il commercio si adatta al mercato.L'informatica non ha interesse ad adattarsi al mercato. L'informa ha le sue regole che si basano sulla matematica e non si cambiano in base a quello che la massa decide.Forse le leggi della chimica cambiano in base all'andamento dell'euro?
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: pippo75

            Se ti interessa vendere milioni di computer è

            sicuramente l'informatica che si deve
            adattare
            al

            mondo, se ti basta venderne qualche migliaio

            allora il mondo (interessato) può anche
            adattarsi

            all'informatica.


            neanche per idea, il commercio si adatta al
            mercato.

            L'informatica non ha interesse ad adattarsi al
            mercato. L'informa ha le sue regole che si basano
            sulla matematica e non si cambiano in base a
            quello che la massa
            decide.
            Forse le leggi della chimica cambiano in base
            all'andamento
            dell'euro?è un fatto che quando sono comparse icone e finestre le vendite dei computer sono esplose. sel'INFORMATICA non ha interesse ad adattarsi al mercato le aziende informatiche ce l'hanno eccome.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            è un fatto che quando sono comparse icone e
            finestre le vendite dei computer sono esplose.No.Le icone e le finestre sono comparsi molto prima.
            sel'INFORMATICA non ha interesse ad adattarsi al
            mercato le aziende informatiche ce l'hanno
            eccome.E chissenefrega delle aziende?Siamo qui a discutere di questioni tecniche, non commerciali.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro


            è un fatto che quando sono comparse icone e

            finestre le vendite dei computer sono
            esplose.

            No.
            Le icone e le finestre sono comparsi molto prima.


            sel'INFORMATICA non ha interesse ad
            adattarsi
            al

            mercato le aziende informatiche ce l'hanno

            eccome.

            E chissenefrega delle aziende?
            Siamo qui a discutere di questioni tecniche, non
            commerciali.perchè questo articolo di PI di quali questioni tecniche tratta?
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            perchè questo articolo di PI di quali questioni
            tecniche
            tratta?Quale articolo? (newbie)
          • aphex_twin scrive:
            Re: La fine di una moda
            Quindi come sempre fai commenti "ad cutsum" :-o
          • pippo75 scrive:
            Re: La fine di una moda

            perchè questo articolo di PI di quali questioni
            tecniche
            tratta?perchè si diceva: "l'informatica che si deve adattare al mondo"è come dire che le leggi della chimica devono adattarsi al mondo perchè le ditte devono vendere.Mai sentito un chimico dire che le leggi di lavoisier devono cambiare perché sono poco trendy e non incentivano la vendita?
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: pippo75

            perchè questo articolo di PI di quali
            questioni

            tecniche

            tratta?


            perchè si diceva: "l'informatica che si deve
            adattare al
            mondo"

            è come dire che le leggi della chimica devono
            adattarsi al mondo perchè le ditte devono
            vendere.

            Mai sentito un chimico dire che le leggi di
            lavoisier devono cambiare perché sono poco trendy
            e non incentivano la
            vendita?Mele con pere, la chimica studia caratteristiche della natura immutabili, l'informatica é un'invenzione dell'uomo che pertanto puó essere modellata a suo gradimento
          • pippo75 scrive:
            Re: La fine di una moda

            Mele con pere, la chimica studia caratteristiche
            della natura immutabili, l'informatica é
            un'invenzione dell'uomo che pertanto puó
            essere modellata a suo
            gradimentoUna sola parola: Shannon
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: pippo75

            Mele con pere, la chimica studia
            caratteristiche

            della natura immutabili, l'informatica é

            un'invenzione dell'uomo che pertanto puó

            essere modellata a suo

            gradimento

            Una sola parola: ShannonAh bé allora....
          • Albedo 0,9 scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            Mele con pere, la chimica studia caratteristiche
            della natura immutabili, l'informatica é
            un'invenzione dell'uomo che pertanto puó
            essere modellata a suo
            gradimentoDi quale informatica parli?
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda
            No; il computer più venduto della storia è stato il commodore 64, che non aveva né icone né finestre. E quando gliele hanno messe (il commodore 64C, che aveva il GEOS) le vendite non sono aumentate.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: cicciobello
            No; il computer più venduto della storia è stato
            il commodore 64, che non aveva né icone né
            finestre. E quando gliele hanno messe (il
            commodore 64C, che aveva il GEOS) le vendite non
            sono
            aumentate.Perché consideri il Commodore 64 un pc?Io lo metterei tra le consolle di gioco, infatti il suo target erano i ragazzini, quasi nessuna azienda lo ha mai utilizzato per lavorare
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: cicciobello

            No; il computer più venduto della storia è
            stato

            il commodore 64, che non aveva né icone né

            finestre. E quando gliele hanno messe (il

            commodore 64C, che aveva il GEOS) le vendite
            non

            sono

            aumentate.
            Perché consideri il Commodore 64 un pc?Era un computer.Era personale.
            Io lo metterei tra le consolle di gioco, infatti
            il suo target erano i ragazzini, quasi nessuna
            azienda lo ha mai utilizzato per
            lavorareTu ovviamente non eri ancora nato, quindi non puoi saperlo.Ma invece di un dignitoso silenzio, preferisci comunque esprimerti togliendo ogni dubbio sulla tua incompetenza.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            Il primo computer che ho usato era un Mac 128 all' università, un signor computer per l'epoca
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            Il primo computer che ho usato era un Mac 128 all' università, un signor computer per l'epoca
          • Jack scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            Perché consideri il Commodore 64 un pc?

            Era un computer.
            Era personale.Esisteva anche al versione trasportabile![img]http://images.pcworld.com/news/graphics/181836-14-commodore-executive-64_slide.jpg[/img]
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda

            Perché consideri il Commodore 64 un pc?Perché lo era: disponeva di software applicativi ( word proXXXXXr, foglio elettronico, compilatori), permetteva all'utente di sviluppare i propri programmi, erano disponibili periferiche come unità disco, stampante, plotter...Per gli standard dell' epoca, era uno dei sistemi informatici più completi
            Io lo metterei tra le consolle di gioco, infatti
            il suo target erano i ragazzini,Come quasi tutti gli altri computer commerciali del periodo
            quasi nessuna azienda lo ha mai utilizzato per
            lavorarePoche aziende usavano i computer, all'epoca. Ed il Commodore 64 era molto apprezzato nel campo della produzione musicale.
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: cicciobello

            Perché consideri il Commodore 64 un pc?

            Perché lo era: disponeva di software applicativi
            ( word proXXXXXr, foglio elettronico,
            compilatori), permetteva all'utente di sviluppare
            i propri programmi, erano disponibili periferiche
            come unità disco, stampante,
            plotter...
            Per gli standard dell' epoca, era uno dei sistemi
            informatici più
            completi


            Io lo metterei tra le consolle di gioco,
            infatti

            il suo target erano i ragazzini,

            Come quasi tutti gli altri computer commerciali
            del
            periodo



            quasi nessuna azienda lo ha mai utilizzato
            per

            lavorare

            Poche aziende usavano i computer, all'epoca. Ed
            il Commodore 64 era molto apprezzato nel campo
            della produzione
            musicale.Ad essere pignoli, il Commodore64 era un HOME Computer (me la ricordo bene sulla scatola tale dicitura).
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            Se ti interessa vendere milioni di computer è
            sicuramente l'informatica che si deve adattare al
            mondo, se ti basta venderne qualche migliaio
            allora il mondo (interessato) può anche adattarsi
            all'informatica.Al produttore interessa vendere milioni di computer (o altri device) perchè lui vive principalmente di quello,non l'informatica di per se.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Pietro

            Se ti interessa vendere milioni di computer è

            sicuramente l'informatica che si deve adattare
            al

            mondo, se ti basta venderne qualche migliaio

            allora il mondo (interessato) può anche
            adattarsi

            all'informatica.

            Al produttore interessa vendere milioni di
            computer (o altri device) perchè lui vive
            principalmente di quello,non l'informatica di per
            se.perchè a tutti i programmatori che scrivono SW pensi non interessi che ci siano in giro milioni di computer piuttosto che poche migliaia?
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            perchè a tutti i programmatori che scrivono SW
            pensi non interessi che ci siano in giro milioni
            di computer piuttosto che poche
            migliaia?Io sono un programmatore, scrivo SW da anni, non mi e mai interessato quanti milioni di computer ci fossero in giro.
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Io sono un programmatore, scrivo SW da anni, non
            mi e mai interessato quanti milioni di computer
            ci fossero in
            giro.Tu sei solo un sistemista...
          • aphex_twin scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Io sono un programmatore, scrivo SW da anni, Bella questa ! Ogni tanto mi strappi una sonora risata.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda
            Se il software è scritto su commissione, non importa nulla quanti computer di quel tipo ci sono, ne basta uno. Tanto il lavoro da fare per scriverlo è uguale.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: cicciobello
            Se il software è scritto su commissione, non
            importa nulla quanti computer di quel tipo ci
            sono, ne basta uno. Tanto il lavoro da fare per
            scriverlo è
            uguale.nessuno scrive per commissione sw quali autocad, catia, photoshop etc.sw di milioni di righe che necessitano di centinaia di anni uomo.Ma per favore siate seri.Su commissione scrive sw per un'azienda o due e basta.Nella mia c'è un dipendente che lo fa.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda

            nessuno scrive per commissione sw quali autocad,
            catia, photoshop
            etc.Qualcuno ha però scritto gratis GIMP, InkScape, OpenOffice...
            sw di milioni di righe che necessitano di
            centinaia di anni
            uomo.E che possono tranquillamente essere distribuiti gratis, evidentemente, altrimenti i software che ho citato non esisterebbero.
            Ma per favore siate seri.Potremmo provarci se tu ci facessi fil avore di dire qualcosa di sensato
            Su commissione scrive sw per un'azienda o due e
            basta.Ed è da quello che si guadagna.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: cicciobello

            nessuno scrive per commissione sw quali
            autocad,

            catia, photoshop

            etc.

            Qualcuno ha però scritto gratis GIMP, InkScape,
            OpenOffice...interessante e chi è che li ha commissionati? Quanto ha speso?comunque prima di arrivare ai livelli del SW commerciale devono ancora correre, se la produzione sw fosse basata su questi principi saremmo ancora al livello degli anni 90'
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: cicciobello


            nessuno scrive per commissione sw quali

            autocad,


            catia, photoshop


            etc.



            Qualcuno ha però scritto gratis GIMP,
            InkScape,

            OpenOffice...
            interessante e chi è che li ha commissionati?Nella vita c'e' gente che ha hobby e si diverte nel tempo libero.Mica come te che passi la tua misera esistenza a contare i soldi e misurare le cose coi soldi.
            Quanto ha speso?Zero. Il software non ha costi di produzione.
            comunque prima di arrivare ai livelli del SW
            commerciale devono ancora correre,all'indietro.
            se la
            produzione sw fosse basata su questi principi
            saremmo ancora al livello degli anni 90'E' software che funziona, che fa quello che deve fare, senza grassi aggiunti.Un software deve funzionare, non deve piacere, e in particolare non deve piacere a te.Sentiti pure libero di modificarlo, se non ti piace: puoi farlo, e' open.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda

            Nella vita c'e' gente che ha hobby e si diverte
            nel tempo
            libero.
            Mica come te che passi la tua misera esistenza a
            contare i soldi e misurare le cose coi
            soldi.Grande! L'hai massacrato!
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: cicciobello



            nessuno scrive per commissione sw
            quali


            autocad,



            catia, photoshop



            etc.





            Qualcuno ha però scritto gratis GIMP,

            InkScape,


            OpenOffice...

            interessante e chi è che li ha commissionati?

            Nella vita c'e' gente che ha hobby e si diverte
            nel tempo
            libero.
            Mica come te che passi la tua misera esistenza a
            contare i soldi e misurare le cose coi
            soldi.
            Nella vita bisogna avere i soldi per vivere, per mangiare per comperarsi una casa per portare la famiglia in ferie e se il tuo lavoro é fare il programmatore da quel lavoro deri ricavarci un guadagno, non puoi farlo per hobby

            Quanto ha speso?

            Zero. Il software non ha costi di produzione.


            comunque prima di arrivare ai livelli del SW

            commerciale devono ancora correre,

            all'indietro.


            se la

            produzione sw fosse basata su questi principi

            saremmo ancora al livello degli anni 90'

            E' software che funziona, che fa quello che deve
            fare, senza grassi
            aggiunti.
            Un software deve funzionare, non deve piacere, e
            in particolare non deve piacere a
            te.
            Sentiti pure libero di modificarlo, se non ti
            piace: puoi farlo, e'
            open.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            Nella vita bisogna avere i soldi per vivere, per
            mangiare per comperarsi una casa per portare la
            famiglia in ferie e se il tuo lavoro é fare il
            programmatore da quel lavoro deri ricavarci un
            guadagno, non puoi farlo per
            hobbyIo vivo, mangio, ho una casa, porto la famiglia in ferie, mi pagano per il mio lavoro e faccio il programmatore anche per hobby.Se per te tutto questo e' inconcepibile, e' un limite del tuo unico neurone.Evidentemente sei uno di quelli che lavora per 10/12 ore al giorno, 7 giorni su 7, e fa pure un lavoro che odia.Sei tu quello che ha sbagliato tutto e non ha capito niente della vita.
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Io vivo, mangio, ho una casa, porto la famiglia
            in ferie, mi pagano per il mio lavoro e faccio il
            programmatore anche per
            hobby.

            Se per te tutto questo e' inconcepibile, e' un
            limite del tuo unico
            neurone.

            Evidentemente sei uno di quelli che lavora per
            10/12 ore al giorno, 7 giorni su 7, e fa pure un
            lavoro che
            odia.

            Sei tu quello che ha sbagliato tutto e non ha
            capito niente della
            vita.In realtà sei tu che fai un lavoro che odi.Ti pagano per programmare. Ti pagano per scrivere software (in realtà, ti pagano per scrivere qualche script, software è troppo grossa come parola ;)). Tu non scrivi software libero, perché il software che scrivi ha un copyright così restrittivo che, alla fine, il tuo "software" lo puoi "installare" solo sulle macchine dell'azienda per cui lavori.Sei un mercenario del software alla pari di tutte quelle persone che, nella tua grande ipocrisia, etichetti con ogni termine dispregiativo...
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa

            Lo odio talmente tanto che se non mi pagassero lo
            farei lo
            stesso.Ok...Appena scopro per quale azienda lavori, gli giro questa frase...Chissà che dal mese successivo il tuo cedolino diventerà "0".Voglio proprio vedere, dopo, se continuerai a lavorare ;)

            Ti pagano per programmare. Ti pagano per
            scrivere

            software (in realtà, ti pagano per scrivere

            qualche script, software è troppo grossa come

            parola ;)). Tu non scrivi software libero,
            perché

            il software che scrivi ha un copyright così

            restrittivo che, alla fine, il tuo
            "software"
            lo

            puoi "installare" solo sulle macchine

            dell'azienda per cui lavori.

            Il software che scrivo per l'azienda si, ma
            scrivo anche altre cose. Oppure faccio derivare
            dal software per l'azienda qualcosa di utile per
            altri.Le altre cose non c'entrano con il tuo lavoro. Il tuo lavoro è scrivere software proprietario. Tu vieni pagato per scrivere closed-source. Alla stregua di tutti quelli che insulti qui su PI. E "faccio derivare dal software per l'azienda qualcosa di utile per altri" è un'affermazione molto pericolosa.Finché si tratta di semplici script per automatizzare un qualche lavoro sistemistico, beh... La rete è piena di trick del genere. Se il software è qualcosa di più complesso, voglio proprio vedere la tua azienda come reagisce se scopre che parte del lavoro che scrivi per loro finisce in qualche altro software.

            Sei un mercenario del software alla pari di
            tutte

            quelle persone che, nella tua grande
            ipocrisia,

            etichetti con ogni termine

            dispregiativo...

            Assolutamente no. Io farei comunque questo lavoro.
            L'unica differenza e' il potere decisionale.
            Chi mi paga decide (anche se poi si fidano e
            demandano a
            me).Certo. Faresti comunque il lavoro di mercenario: l'azienda paga, e tu scrivi software closed.
            Potresti darmi del mercenario se mi imponessero
            di sviluppare qualcosa di dedicato a quei sistemi
            non etici che io avverso, ma purtroppo per te non
            e'
            cosi'.Purtroppo per te, invece, tu scrivi software chiuso per aziende che guadagnano grazie al tuo software chiuso. Esattamente come tutti quelli che insulti qui su PI.Se non fossi un ipocrita, ma fossi veramente un informatico "etico" (nel tuo modo di interpretare la parola etico), saresti in una di quelle tante aziende che pagano i propri programmatori per scrivere software OPEN-SOURCE. E, invece, anche tu accetti del vil denaro per scrivere software CLOSED-SOURCE. Un po' come iRoby che predica contro le banche e poi, che fa? Lavora per una banca :D :D :D :D
          • aphex_twin scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Lo odio talmente tanto che se non mi pagassero lo
            farei lo
            stesso.Vogliamo provare ? Versa il tuo stipendio a una ONG e poi vediamo cosa ne pensano in famiglia. :D
            Il software che scrivo per l'azienda si, ma
            scrivo anche altre cose. SI, scrivi soprattutto tante sciocchezze qui su PI.
            Oppure faccio derivare
            dal software per l'azienda qualcosa di utile per
            altri.
            Fai derivare solo tante parole.
            Assolutamente no. Io farei comunque questo lavoro.
            L'unica differenza e' il potere decisionale.
            Chi mi paga decide (anche se poi si fidano e
            demandano a
            me).

            Potresti darmi del mercenario se mi imponessero
            di sviluppare qualcosa di dedicato a quei sistemi
            non etici che io avverso, ma purtroppo per te non
            e'
            cosi'.bla bla bla , mercenario e spammer. Il peggio del peggio.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda

            interessante e chi è che li ha commissionati?
            Quanto ha
            speso?La questione non è quanto è stato pagato chi l'ha scritto, ma se il software funziona o no. In molti casi chi scrive un software non lo fa per essere pagato, ma perché gli serve quello specifico software.
            comunque prima di arrivare ai livelli del SW
            commerciale devono ancora correreIn molti campi sono già a un livello superiore.
            , se la
            produzione sw fosse basata su questi principi
            saremmo ancora al livello degli anni
            90'Non parlare di cose che non conosci.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro

            scrivero' ancora in

            futuro.
            ma nessuno ti paga per il SW che scrivi, Non sono un simile pezzente.Il software e' libero!
            se
            scrivere sw fosse la tua unica fonte di redditoScrivere software NON E' una fonte di reddito.Come per gli artisti, il reddito non e' mica scrivere, ma esibirsi.La mia fonte di reddito e' vendere il mio tempo ai clienti.
            ti interesserebbe molto sapere quanti computer ci
            sono in giro e quanti di quelli usano il tuo sw,
            perchè più ce ne sono più usano il tuo sw e più
            guadagni.Io infatti guadagno tantissimo quando la gente usa il mio sw.Solo che io non sono mica il pezzente che misura il guadagno in soldi.Io il guadagno ce l'ho in ben altra misura, che non sto neanche a spiegarti perche' sarebbe come gettar perle ai porci.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro



            scrivero' ancora in


            futuro.

            ma nessuno ti paga per il SW che scrivi,

            Non sono un simile pezzente.
            Il software e' libero!


            se

            scrivere sw fosse la tua unica fonte di
            reddito

            Scrivere software NON E' una fonte di reddito.
            Come per gli artisti, il reddito non e' mica
            scrivere, ma
            esibirsi.
            La mia fonte di reddito e' vendere il mio tempo
            ai
            clienti.


            ti interesserebbe molto sapere quanti
            computer
            ci

            sono in giro e quanti di quelli usano il tuo
            sw,

            perchè più ce ne sono più usano il tuo sw e
            più

            guadagni.

            Io infatti guadagno tantissimo quando la gente
            usa il mio
            sw.
            Solo che io non sono mica il pezzente che misura
            il guadagno in
            soldi.

            Io il guadagno ce l'ho in ben altra misura, che
            non sto neanche a spiegarti perche' sarebbe come
            gettar perle ai
            porci.sai come va il mondo, domani la tua ditta chiude e ti ritrovi a spasso, ti assume una società che fa sw commerciale e ti ritrovi a scrivere codice da vendere.E si arrabbiano di brutto se poi tu invece lo regali.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            sai come va il mondo, domani la tua ditta chiude
            e ti ritrovi a spasso, Questo succede ai markettari non ai tecnici.
            ti assume una società che
            fa sw commerciale e ti ritrovi a scrivere codice
            da vendere.Io posso scegliere per chi lavorare.Se l'azienda non rientra nella mia etica la scarto.
            E si arrabbiano di brutto se poi tu invece lo
            regali.Lo sto gia' regalando.Per ogni sw commerciale esiste sempre una soluzione open, gratuita, migliore.
          • Nauseato scrive:
            Re: La fine di una moda
            Lo sto gia' regalando.Per ogni sw commerciale esiste sempre una soluzione open, gratuita, migliore.Io ti capisco perfettamente, perchè mi sono comportato proprio come te sul lavoro, ed anche nello svago (composizioni musicali, a parte che anche scrivere SW per me era uno svago). Ma non puoi pretendere che chi ragiona solo in base al vil denaro ti capisca, così come non ti può capire chi pretende che un suo hobby venga retribuito.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Nauseato
            Lo sto gia' regalando.
            Per ogni sw commerciale esiste sempre una
            soluzione open, gratuita,
            migliore.

            Io ti capisco perfettamente, perchè mi sono
            comportato proprio come te sul lavoro, ed anche
            nello svago (composizioni musicali, a parte che
            anche scrivere SW per me era uno svago).

            Ma non puoi pretendere che chi ragiona solo in
            base al vil denaro ti capisca, così come non ti
            può capire chi pretende che un suo hobby venga
            retribuito.A suon di schiaffi vedrai che capiscono anche loro.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa...
            Per ogni sw commerciale esiste sempre una
            soluzione open, gratuita,
            migliore.mi interessa, avresti un prodotto open da usare al posto di 3D max autodesk?
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: panda rossa
            ...

            Per ogni sw commerciale esiste sempre una

            soluzione open, gratuita,

            migliore.
            mi interessa, avresti un prodotto open da usare
            al posto di 3D max
            autodesk?Tu neanche lo sai usare 3D max autodesk.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: panda rossa

            ...


            Per ogni sw commerciale esiste sempre
            una


            soluzione open, gratuita,


            migliore.

            mi interessa, avresti un prodotto open da
            usare

            al posto di 3D max

            autodesk?

            Tu neanche lo sai usare 3D max autodesk.Non io , mio figlio, ha appena finito i corsi di 3D allo IED
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda
            Poco cambia, il dna non perdona.
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Pietro


            - Scritto da: panda rossa


            ...



            Per ogni sw commerciale esiste
            sempre

            una



            soluzione open, gratuita,



            migliore.


            mi interessa, avresti un prodotto open
            da

            usare


            al posto di 3D max


            autodesk?



            Tu neanche lo sai usare 3D max autodesk.
            Non io , mio figlio, ha appena finito i corsi di
            3D allo
            IEDNon stupisce che il software closed con tutto il supporto commerciale di cui dispone, riesca ad essere oggetto di studio.Cosi' in cambio di mazzette ai docenti saltano fuori licenze d'uso che devono scucire gli studenti e penetrazione in campo lavorativo.E' vergognoso che una scuola faccia pubblicita' ad un prodotto commerciale.
          • pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: panda rossa


            - Scritto da: Pietro



            - Scritto da: panda rossa



            ...




            Per ogni sw commerciale esiste

            sempre


            una




            soluzione open, gratuita,




            migliore.



            mi interessa, avresti un prodotto
            open

            da


            usare



            al posto di 3D max



            autodesk?





            Tu neanche lo sai usare 3D max autodesk.

            Non io , mio figlio, ha appena finito i
            corsi
            di

            3D allo

            IED

            Non stupisce che il software closed con tutto il
            supporto commerciale di cui dispone, riesca ad
            essere oggetto di
            studio.
            Cosi' in cambio di mazzette ai docenti saltano
            fuori licenze d'uso che devono scucire gli
            studenti e penetrazione in campo
            lavorativo.

            E' vergognoso che una scuola faccia pubblicita'
            ad un prodotto
            commerciale.la licenza studenti è gratuita, se esci da una scuola di 3D e non sai usare i principali sw del settore non ti prendono neanche in considerazione nel mondo del lavoronon esistono sw open a quei livelli.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda
            Blender è molto usato.
          • Pietro scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: cicciobello
            Blender è molto usato.Ma per favore che confronti fai?Non hai la piú pallida idea di cosa sia 3dmax
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: cicciobello

            Blender è molto usato.
            Ma per favore che confronti fai?
            Non hai la piú pallida idea di cosa sia 3dmaxQualunque cosa sia 3dmax, blender e' gratis e fa le stesse cose.Se tu non sei capace, e' sempre un limite del tuo unico neurone.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Qualunque cosa sia 3dmax, blender e' gratis e fa
            le stesse
            cose.Non sai di cosa parli ma ti permetti di dire che "fa le stesse cose".Supponenza allo stato puro. :-o
            Se tu non sei capace, e' sempre un limite del tuo
            unico
            neurone.Dopo quello che hai scritto ieri dovresti solo coprirti il capo di cenere , chiedere scusa, cambiare nick e fare finta che Panda Rossa sia stato solo un errore di gioventù.Invece hai la faccia di tolla di dire al prossimo che é limitato, tu! :|
          • panda rossa scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: aphex_twin
            - Scritto da: panda rossa

            Qualunque cosa sia 3dmax, blender e' gratis
            e
            fa

            le stesse

            cose.

            Non sai di cosa parli ma ti permetti di dire che
            "fa le stesse
            cose".

            Supponenza allo stato puro. :-oIo ho avuto modo di utilizzare centinaia di prodotti applicativi sia open sia closed e non ho mai visto un prodotto closed fare cose migliori o superiori.Se vale nel mio ambito, vale in tutti gli ambiti.So di che cosa parlo.

            Se tu non sei capace, e' sempre un limite
            del
            tuo

            unico

            neurone.

            Dopo quello che hai scritto ieri dovresti solo
            coprirti il capo di cenere , chiedere scusa,
            cambiare nick e fare finta che Panda Rossa sia
            stato solo un errore di gioventù.Se pensi questo, vuol dire che ho colto nel segno un'altra volta.
            Invece hai la faccia di tolla di dire al prossimo
            che é limitato, tu!
            :|Vorresti avere l'esclusiva per poter dire al prossimo che apple e' il meglio?Sei cascato nel forum sbagliato.
          • cicciobello scrive:
            Re: La fine di una moda
            3dmax è un sito sul poker.Forse intendevi 3ds max, che è un software di modellazione 3d, come Blender.Non sai nemmeno di cosa parli.
          • Prozac scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Nella mia attuale posizione ricopro un incarico
            di
            sistemista.
            Questo non toglie che io sia anche un
            programmatore.
            Ho scritto codice in passato, lo scrivo oggi, ne
            scrivero' ancora in
            futuro.Scrivere codice non vuol dire scrivere software.
          • aphex_twin scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: panda rossa
            Io sono un programmatore, scrivo SW da anni, Bella questa ! Ogni tanto mi strappi una sonora risata. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Etype scrive:
            Re: La fine di una moda
            Sono interessati solo dal punto di vista economico perchè possono guadagnarci sopra,mica stanno li a vedere le statistiche.E' come la storia del tamagotchi,ogni bambino ne voleva uno perchè ce l'avevano gli altri e lo vedeva nella pubblcità.Inizialmente c'è stato un boom poi la cosa è scemata...e il bello è che era un qualcosa di demenziale eh,eppure ha venduto :D
          • anverone99 scrive:
            Re: La fine di una moda
            - Scritto da: Etype
            Quindi secondo te è il mondo che si deve adattare
            ai newbie,tanto vale fare un OS con 4 icone e 4
            operazioni in fila e basta,quelli alle prime armi
            ringrazieranno.Ma 4 sono anche troppe. Basta l'icona col link di facebook.Se proprio vuoi metterne 4: facebook, youtube, twitter, Punto informatico(rotfl)
          • gnammolo scrive:
            Re: La fine di una moda
            ma è una clientela destinata a sparire (e cmq la nonna finito l'effetto novità torna alle parole crociate su carta)per i pischelli o cmq per gli under 40 diciamo lo smartphone rimane il device principe finche wazzupp funzionerà solo su tali dispositivi
    • ... scrive:
      Re: La fine di una moda
      - Scritto da: panda rossa
      Come tutte le mode, passata la stagione, la moda
      finisce.
      Dopo aver buttato interi stipendi per
      accaparrarsi inutili tavolette, la gente si rende
      conto di aver solamente acquistato costosi
      portafrutta in vetro, che finiscono a prendere
      polvere sul solito scaffale, accanto al vecchio
      tamagochi.vuoi mettere? mettere l'ipad2 in una teca con la dicitura "in ricordo di quanto sono stato fesso" non ha prezzo... no, aspetta, il prezzo ce l'ha: 799Euro.
  • tucumcari scrive:
    Non solo PC
    Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai mainframe e ai supercomputer il trend è in salita.
    • Pietro scrive:
      Re: Non solo PC
      - Scritto da: tucumcari
      Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai
      mainframe e ai supercomputer il trend è in
      salita.è il fatturato che è in declino, quello dei supercomputer e dei mainframe è una briciola in confronto a quello dei PC
      • tucumcari scrive:
        Re: Non solo PC
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: tucumcari

        Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai

        mainframe e ai supercomputer il trend è in

        salita.
        è il fatturato che è in declino, quello dei
        supercomputer e dei mainframe è una briciola in
        confronto a quello dei
        PCIl fatturato diminuisce perche' bisogna diminuire i prezzi, la concorrenza e' spietata. Ma i pezzi, sommato tutto, sono in aumento.
        • Pietro scrive:
          Re: Non solo PC
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: tucumcari


          Il declino dei PC esiste, ma se si
          sommano
          ai


          mainframe e ai supercomputer il trend è
          in


          salita.

          è il fatturato che è in declino, quello dei

          supercomputer e dei mainframe è una briciola
          in

          confronto a quello dei

          PC
          Il fatturato diminuisce perche' bisogna diminuire
          i prezzi, la concorrenza e' spietata. Ma i pezzi,
          sommato tutto, sono in
          aumento.L'aumento dei pezzi e la diminuzione dei prezzi non fanno piacere alle aziende perchè detrminano un aumento dei costi e una diminuzione degli utili, per esempio questo è il motivo per cui IBM e Sony hanno dismesso le loro linee PC.Quano succede questo si dice che il mercato è in crisi.
      • panda rossa scrive:
        Re: Non solo PC
        - Scritto da: Pietro
        - Scritto da: tucumcari

        Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai

        mainframe e ai supercomputer il trend è in

        salita.
        è il fatturato che è in declino, quello dei
        supercomputer e dei mainframe è una briciola in
        confronto a quello dei
        PCIl fatturato e' il metro che usano gli incompetenti che non sono in grado di comprendere i parametri tecnici.Un altro metro molto gettonato dagli incompetenti e' l'estetica.
        • saverio_ve scrive:
          Re: Non solo PC
          Esistono anche quelli convinti che l'informatica abbia un solo tipo di utente, quello rappresentato da se stessi.Ah ovviamente quelli sono i "competenti".
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: saverio_ve
            Esistono anche quelli convinti che l'informatica
            abbia un solo tipo di utentel'informatico e l'utente istruito
            quello
            rappresentato da se
            stessi.Dalle mie parti ci si adegua,internet è una miniera d'informazioni...se vuoi imparare
            Ah ovviamente quelli sono i "competenti".Sono quelli che lavorano nel settore,la strampalata idea che uno che non ha mai avuto a che fare con un mezzo informatico incominci a giochicchiare su un tablet senza capire cosa sta facendo è stata una distorsione dei produttori con l'unico scopo di vendere e incamerare più soldi di prima.
          • saverio_ve scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: saverio_ve

            Esistono anche quelli convinti che
            l'informatica

            abbia un solo tipo di utente

            l'informatico e l'utente istruitoutente, non informatico! solo utente... è così difficile da capire che sono due cose diverse?


            quello

            rappresentato da se

            stessi.

            Dalle mie parti ci si adegua,internet è una
            miniera d'informazioni...se vuoi
            impararerisposta senza senso.


            Ah ovviamente quelli sono i "competenti".

            Sono quelli che lavorano nel settore,la
            strampalata idea che uno che non ha mai avuto a
            che fare con un mezzo informatico incominci a
            giochicchiare su un tablet chi lavora nel settore sa che l'informatica è a servizio anche di chi non lavora nel settore ma lavora e basta.
            senza capire cosa sta
            facendo è stata una distorsione dei produttori
            con l'unico scopo di vendere e incamerare più
            soldi di
            prima.Il mercato richiedeva (o soffriva la mancanza) di poter svolgere alcune funzioni in modo semplice, veloce e robusto...Il prodotto che soddisfa queste richieste vende.Il tablet è uno straordinario strumento di lavoro per tantissime situazioni, il mondo del lavoro se ne sta accorgendo... mentre i soliti miopi continuano a pensare che sia un giocattolo per andare su fb.Ma è fiato sprecato.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: saverio_ve
            Il prodotto che soddisfa queste richieste vende.L'articolo di PI dice esattamente il contrario.
            Il tablet è uno straordinario strumento di lavoro
            per tantissime situazioni, il mondo del lavoro se
            ne sta accorgendo... mentre i soliti miopi
            continuano a pensare che sia un giocattolo per
            andare su fb.Io ho parlato con tanta gente che ha buttato i soldi nel tablet e loro stessi ammettono che lo considerano un giocattolo per andare su fb.Gente che ne fa un utilizzo appena appena piu' produttivo: zero.
            Ma è fiato sprecato.Quello di voi fuddari che volete far credere cio' che non e' vero.
          • saverio_ve scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: saverio_ve


            Il prodotto che soddisfa queste richieste
            vende.

            L'articolo di PI dice esattamente il contrario.Il mercato cala perché si sta saturando, non perché la gente ha smesso di usare i tablet.


            Il tablet è uno straordinario strumento di
            lavoro

            per tantissime situazioni, il mondo del
            lavoro
            se

            ne sta accorgendo... mentre i soliti miopi

            continuano a pensare che sia un giocattolo
            per

            andare su fb.

            Io ho parlato con tanta gente che ha buttato i
            soldi nel tablet e loro stessi ammettono che lo
            considerano un giocattolo per andare su
            fb.I tuoi amici hanno scoperto che per andare su fb basta lo smartphone non serve il tablet? Non è ciò di cui sto parlando io. Io ho esperienza di grandi aziende che hanno investito in soluzioni basate su tablet, e ne hanno avuto un grande ritorno in termini di produttività ed efficienza, e questo è un fenomeno in crescita.

            Gente che ne fa un utilizzo appena appena piu'
            produttivo:
            zero.
            Evidentemente hai un campione d'osservazione limitato.

            Ma è fiato sprecato.

            Quello di voi fuddari che volete far credere cio'
            che non e'
            vero.Ho anche sentito tanto ripetere che gli smartphone non servivano a niente che per telefonare basta un nokia da 50 euro.Adesso tutte quelle persone hanno uno smartphone e non saprebbero come fare senza.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: saverio_ve
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: saverio_ve




            Il prodotto che soddisfa queste
            richieste

            vende.



            L'articolo di PI dice esattamente il
            contrario.

            Il mercato cala perché si sta saturando, non
            perché la gente ha smesso di usare i
            tablet.La gente ha smesso di usare i tablet da un pezzo.


            Il tablet è uno straordinario strumento
            di

            lavoro


            per tantissime situazioni, il mondo del

            lavoro

            se


            ne sta accorgendo... mentre i soliti
            miopi


            continuano a pensare che sia un
            giocattolo

            per


            andare su fb.



            Io ho parlato con tanta gente che ha buttato
            i

            soldi nel tablet e loro stessi ammettono che
            lo

            considerano un giocattolo per andare su

            fb.

            I tuoi amici hanno scoperto che per andare su fb
            basta lo smartphone non serve il tablet? Non è
            ciò di cui sto parlando io.Non interessa quello di cui parli tu.Ci sono due dati di fatto incontrovertibili.Il primo e' che la gente ha smesso di usare i tablet.Il secondo e' che la gente ha smesso di comprare i tablet.Che ci sia o meno una correlazione tra le due cose non e' importante.
            Io ho esperienza di grandi aziende che hanno
            investito in soluzioni basate su tablet, Limitiamoci alle aziende che basano il loro business sulla tecnologia.Le aziende di moda, di arredamento, e di fuffa varia NON CONTANO.
            e ne
            hanno avuto un grande ritorno in termini di
            produttività ed efficienza, e questo è un
            fenomeno in crescita.I tablet non vendono piu'. Questa e' la notizia.Le tue arrampicate sugli specchi non cambiano la realta'.Quelle aziende li' esistono solo nei tuoi sogni.

            Gente che ne fa un utilizzo appena appena
            piu'

            produttivo:

            zero.



            Evidentemente hai un campione d'osservazione
            limitato.Ho un campione di osservazione significativo che comprende sale macchine, reparti it, aule universitarie di informatica, tutti posti dove la tecnologia viene utilizzata per produttivita'.


            Ma è fiato sprecato.



            Quello di voi fuddari che volete far credere
            cio'

            che non e'

            vero.

            Ho anche sentito tanto ripetere che gli
            smartphone non servivano a niente che per
            telefonare basta un nokia da 50 euro.Hai sentito male: basta un nokia da TRENTA euro, per telefonare.Certo, poi esistono anche gli utonti che per telefonare acquistano un gingillo da 800 euro, ma chiediti un po' chi e' il fesso.
            Adesso tutte quelle persone hanno uno smartphone
            e non saprebbero come fare senza.Poveracci. Schiavi in catene di un gingillo.
          • saverio_ve scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: panda rossa

            La gente ha smesso di usare i tablet da un pezzo.Fonte?
            Non interessa quello di cui parli tu.Me ne ero accorto...
            Ci sono due dati di fatto incontrovertibili.Incontrovertibili?
            Il primo e' che la gente ha smesso di usare i
            tablet.Fonte?
            Il secondo e' che la gente ha smesso di comprare
            i
            tablet.rallentamento dei ritmi di crescita e "smettere di comprare" sono 2 cose molto diverse.
            Limitiamoci alle aziende che basano il loro
            business sulla
            tecnologia.Perché? le altre non fatturano?
            Le aziende di moda, di arredamento, e di fuffa
            varia NON
            CONTANO.Perché? e cmq aggiungere aziende di servizi vari, di produzione industriale...
            I tablet non vendono piu'. Questa e' la notizia.Allora rileggi la notizia
            Le tue arrampicate sugli specchi non cambiano la
            realta'.
            Quelle aziende li' esistono solo nei tuoi sogni.Se lo dici tu.
            Ho un campione di osservazione significativo che
            comprende sale macchine, reparti it, aule
            universitarie di informatica, tutti posti dove la
            tecnologia viene utilizzata per
            produttivita'.Per trollare su punto informatico? aule universitarie produttive?
            Hai sentito male: basta un nokia da TRENTA euro,
            per
            telefonare.
            Certo, poi esistono anche gli utonti che per
            telefonare acquistano un gingillo da 800 euro, ma
            chiediti un po' chi e' il
            fesso.


            Adesso tutte quelle persone hanno uno
            smartphone

            e non saprebbero come fare senza.

            Poveracci. Schiavi in catene di un gingillo.Quindi tu NON hai uno smartphone?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: saverio_ve
            - Scritto da: panda rossa




            La gente ha smesso di usare i tablet da un
            pezzo.

            Fonte?http://punto-informatico.it/4094786/PI/News/idc-mercato-pc-meglio-del-previsto-parte-apple.aspx

            Non interessa quello di cui parli tu.

            Me ne ero accorto...


            Ci sono due dati di fatto incontrovertibili.

            Incontrovertibili?


            Il primo e' che la gente ha smesso di usare i

            tablet.

            Fonte?http://punto-informatico.it/4094786/PI/News/idc-mercato-pc-meglio-del-previsto-parte-apple.aspx

            Il secondo e' che la gente ha smesso di
            comprare

            i

            tablet.

            rallentamento dei ritmi di crescita e "smettere
            di comprare" sono 2 cose molto
            diverse.Credici.

            Limitiamoci alle aziende che basano il loro

            business sulla

            tecnologia.

            Perché? le altre non fatturano?Che c'entra.Stiamo parlando di un uso consapevole della tecnologia.

            Le aziende di moda, di arredamento, e di
            fuffa

            varia NON

            CONTANO.

            Perché?Perche' non ci capiscono niente di informatica.
            e cmq aggiungere aziende di servizi vari,
            di produzione
            industriale...Tutto quello che vuoi.Se il loro core business e' fuffa, non contano.

            I tablet non vendono piu'. Questa e' la
            notizia.

            Allora rileggi la notiziaE' sufficiente il titolo.

            Le tue arrampicate sugli specchi non
            cambiano
            la

            realta'.

            Quelle aziende li' esistono solo nei tuoi
            sogni.

            Se lo dici tu.


            Ho un campione di osservazione significativo
            che

            comprende sale macchine, reparti it, aule

            universitarie di informatica, tutti posti
            dove
            la

            tecnologia viene utilizzata per

            produttivita'.

            Per trollare su punto informatico? aule
            universitarie
            produttive?Ti sembrera' strano, ma lo studio e' produttivita'.Certo, per te che hai pagato il cepu sara' stato un costo.

            Hai sentito male: basta un nokia da TRENTA
            euro,

            per

            telefonare.

            Certo, poi esistono anche gli utonti che per

            telefonare acquistano un gingillo da 800
            euro,
            ma

            chiediti un po' chi e' il

            fesso.




            Adesso tutte quelle persone hanno uno

            smartphone


            e non saprebbero come fare senza.



            Poveracci. Schiavi in catene di un gingillo.

            Quindi tu NON hai uno smartphone?No, io non ho uno smartphone di mia proprieta'.
          • Papple scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: saverio_ve

            - Scritto da: panda rossa







            La gente ha smesso di usare i tablet da
            un

            pezzo.



            Fonte?

            http://punto-informatico.it/4094786/PI/News/idc-me




            Non interessa quello di cui parli tu.



            Me ne ero accorto...




            Ci sono due dati di fatto
            incontrovertibili.



            Incontrovertibili?




            Il primo e' che la gente ha smesso di
            usare
            i


            tablet.



            Fonte?

            http://punto-informatico.it/4094786/PI/News/idc-me



            Il secondo e' che la gente ha smesso di

            comprare


            i


            tablet.



            rallentamento dei ritmi di crescita e
            "smettere

            di comprare" sono 2 cose molto

            diverse.

            Credici.




            Limitiamoci alle aziende che basano il
            loro


            business sulla


            tecnologia.



            Perché? le altre non fatturano?

            Che c'entra.
            Stiamo parlando di un uso consapevole della
            tecnologia.dove lavoro io si usano i tablet per la gestione del magazzino, prima si usavano i palmari


            Le aziende di moda, di arredamento, e di

            fuffa


            varia NON


            CONTANO.



            Perché?

            Perche' non ci capiscono niente di informatica.e questo cosa centra se le aziende vendessero solo a chi si occupa di informatica chiuderebbero velocemente

            e cmq aggiungere aziende di servizi vari,

            di produzione

            industriale...

            Tutto quello che vuoi.
            Se il loro core business e' fuffa, non contano.non contano perchè lo dici tu?


            I tablet non vendono piu'. Questa e' la

            notizia.



            Allora rileggi la notizia

            E' sufficiente il titolo.abbiamo capito che stasolo trollando allora


            Le tue arrampicate sugli specchi non

            cambiano

            la


            realta'.


            Quelle aziende li' esistono solo nei
            tuoi

            sogni.



            Se lo dici tu.




            Ho un campione di osservazione
            significativo

            che


            comprende sale macchine, reparti it,
            aule


            universitarie di informatica, tutti
            posti

            dove

            la


            tecnologia viene utilizzata per


            produttivita'.



            Per trollare su punto informatico? aule

            universitarie

            produttive?

            Ti sembrera' strano, ma lo studio e'
            produttivita'.ti sembrerà strano, mia figlia sta per dare la tesi alla facoltà di ingegneria informatica ed elettronica, e pensa che sia lei che i suoi colleghi hanno tutti un tablet rigorosamente ANDROID, e tieniti forte lo usano anche per studiare.quindi smettila di fare il talebano dell'informatica che non sei tu il centro del mondo IT.
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: saverio_ve
            utente, non informatico! solo utente... è così
            difficile da capire che sono due cose
            diverse?E' difficile da capire che l'utonto rimarrà tale a vita e sarà sempre dipendente dagli altri ?
            risposta senza senso.La risposta ha un senso,quando un utente non sa una cosa s'informa,non aspetta che gli semplifichino tutto al 300% epr poterla usare.
            chi lavora nel settore sa che l'informatica è a
            servizio anche di chi non lavora nel settore ma
            lavora e
            basta.si,nel tempo libero...
            Il mercato richiedeva (o soffriva la mancanza) di
            poter svolgere alcune funzioni in modo semplice,
            veloce e
            robusto...Perchè con i comuni pc che facevi ? :D
            Il prodotto che soddisfa queste richieste vende.Certo,altrimenti come l'intorti quelli che non ne sanno nulla ?
            Il tablet è uno straordinario strumento di lavoro
            per tantissime situazioniDi lavoro ? :D
            il mondo del lavoro se
            ne sta accorgendo...Ancora ?Il mondo del lavoro usa i PC,solo in alcuni casi particolari usano ANCHE i tablet.Vai negli uffici e vai a vedere quanti tablet trovi sulle scrivanie.
            mentre i soliti miopi
            continuano a pensare che sia un giocattolo per
            andare su
            fb.é un complemento NON un sostituto,come detto,tranne casi particolari il mondo del lavoro usa i PC non i tablet.
            Ma è fiato sprecato.veramente...
        • Pietro scrive:
          Re: Non solo PC
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: Pietro

          - Scritto da: tucumcari


          Il declino dei PC esiste, ma se si
          sommano
          ai


          mainframe e ai supercomputer il trend è
          in


          salita.

          è il fatturato che è in declino, quello dei

          supercomputer e dei mainframe è una briciola
          in

          confronto a quello dei

          PC

          Il fatturato e' il metro che usano gli
          incompetenti che non sono in grado di comprendere
          i parametri
          tecnici.

          Un altro metro molto gettonato dagli incompetenti
          e'
          l'estetica.Il fatturato (e gli utili) e' il metro con cui le aziende engono valutate, se non va bene chiudono.E l'estetica a volte serve anche per aumentare il fatturato.
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Pietro
            Il fatturato (e gli utili) e' il metro con cui le
            aziende engono valutate, se non va bene
            chiudono.Il fatturato e gli utili riguardano solo la salute economica di quell'azienda,tutto il resto non vuol dire nulla.Ad un cliente non gliene importa assolutamente una cippa se l'azienda X ha guadagnato 1 milione di dollari in più o in meno rispetto all'anno precedente.
            E l'estetica a volte serve anche per aumentare il
            fatturato.o a prendere all'amo i gonzi,magari ricamandoci sopra :D
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype..

            E l'estetica a volte serve anche per
            aumentare
            il

            fatturato.

            o a prendere all'amo i gonzi,magari ricamandoci
            sopra
            :DParlane con quelli della Ferrari
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            O con la Fiat :D
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype
            O con la Fiat :Dperchè tu ne vedi molte di Fiat in giro?
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            prendi un tratto di strada trafficato e cronometra 5 minuti,fai il conto di quante Fiat e Ferrari passano :D
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype
            prendi un tratto di strada trafficato e
            cronometra 5 minuti,fai il conto di quante Fiat e
            Ferrari passano
            :Dbravo confronta patate e papaie, prendi invece due marche con prezzi analoghi, per esempio wolkswagen e fiat, o ford e fiat, oppure opel e fiat poi mi sai dire
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Pietro
            bravo confronta patate e papaie, prendi invece
            due marche con prezzi analoghi, per esempio
            wolkswagen e fiat, o ford e fiat, oppure opel e
            fiat poi mi sai
            direNon cambia nulla,sarà sempre più diffusa un'auto prodotta in quello stato che una straniera.Prendi gli USA ci saranno più auto americane o straniere ?
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Pietro

            bravo confronta patate e papaie, prendi invece

            due marche con prezzi analoghi, per esempio

            wolkswagen e fiat, o ford e fiat, oppure opel e

            fiat poi mi sai

            dire

            Non cambia nulla,sarà sempre più diffusa un'auto
            prodotta in quello stato che una straniera.Prendi
            gli USA ci saranno più auto americane o straniere
            ?vero? tu prova e scoprirai che nonostante siamo in Italia ci sono meno (brutte) fiat che wolksvagen o ford
          • Etype scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Pietro
            vero?
            tu prova e scoprirai che nonostante siamo in
            Italia ci sono meno (brutte) fiat che wolksvagen
            o
            fordSicuro ? :Dhttp://motori.corriere.it/prezzi-auto/=sales
          • stronzolo scrive:
            Re: Non solo PC
            Ah le Ferrari vengono vendute per l'estetica?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Ah le Ferrari vengono vendute per l'estetica?L'utente macaco guarda solo quella.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Ah le Ferrari vengono vendute per l'estetica?per il 70% perchè sono ferrari e anche in quel caso l'estetica ha contribuito al mito,per il 20% per le prestazioni e per l'ultimo 10% per l'estetica che ti fa scegliere una ferrari rispetto a un'altra.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Ah le Ferrari vengono vendute per l'estetica?se fossero brutte pensi che le comprerebbe qualcuno?Con quei prezzi?
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: XXXXXXXlo

            Ah le Ferrari vengono vendute per l'estetica?
            se fossero brutte pensi che le comprerebbe
            qualcuno?
            Con quei prezzi?Sempre prezzi, sempre misurare coi soldi.E non ti rendi conto che e' una idiozia.Linux non si misura coi soldi: linux non e' in vendita.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Pietro

            - Scritto da: XXXXXXXlo


            Ah le Ferrari vengono vendute per
            l'estetica?

            se fossero brutte pensi che le comprerebbe

            qualcuno?

            Con quei prezzi?

            Sempre prezzi, sempre misurare coi soldi.
            E non ti rendi conto che e' una idiozia.

            Linux non si misura coi soldi: linux non e' in
            vendita.Cosa c'entra Linux con la Ferrari?
          • stronzolo scrive:
            Re: Non solo PC
            Non hai risposto alla domanda, l'hai soltanto elusa con un'altra domanda.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Non hai risposto alla domanda, l'hai soltanto
            elusa con un'altra
            domanda.le ferrari vengono vendute per:1 per il 70%: sono ferrari, e l'estetica ha contribuito a crearne il mito,2 per il 20%: per motore e prestazioni3 per il 10 % per l'estetica che ti fa scegliere un modello o un altro o tu credi che la gente le comperi perché vincono gare in F1?
          • stronzolo scrive:
            Re: Non solo PC
            Addirittura il 10%, capisco.
          • panda rossa scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Addirittura il 10%, capisco.Non e' strano.Il 10% compare anche nelle percentuali di vendita di un altro prodotto acquistato per le medesime ragioni.Evidentemente si tratta sempre dello stesso 10%.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: XXXXXXXlo
            Addirittura il 10%, capisco.il 10 % ti fa scegliere tra un modello ferrari e un altro modello ferrari.La ferrrari è un insieme non separabile di estetica, performance, storia, mito.Ma stai tranquillo che la cura dell'estetica prende più del 50% delle risorse di un progetto di una nuova auto.
          • krane scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Pietro
            - Scritto da: XXXXXXXlo

            Non hai risposto alla domanda, l'hai soltanto

            elusa con un'altra

            domanda.
            le ferrari vengono vendute per:
            1 per il 70%: sono ferrari, e l'estetica ha
            contribuito a crearne il
            mito,
            2 per il 20%: per motore e prestazioni
            3 per il 10 % per l'estetica che ti fa scegliere
            un modello o un altro

            o tu credi che la gente le comperi perché vincono
            gare in
            F1?[yt]oRJFyHRasOU[/yt]
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Non solo PC
            Spesso, se non sempre, sì.
          • Funz scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Joshthemajor
            Spesso, se non sempre, sì.oltre che per estetica, per altri fattori superflui: prestazioni, prestigio...
          • Joshthemajor scrive:
            Re: Non solo PC
            Penso che se mai dovessi avere i soldi per comprare una supercar ogni tanto proverei a stamparmi in pista.
          • Pietro scrive:
            Re: Non solo PC
            - Scritto da: Etype
            - Scritto da: Pietro

            Il fatturato (e gli utili) e' il metro con
            cui
            le

            aziende engono valutate, se non va bene

            chiudono.

            Il fatturato e gli utili riguardano solo la
            salute economica di quell'azienda,tutto il resto
            non vuol dire
            nulla.
            Ad un cliente non gliene importa assolutamente
            una cippa se l'azienda X ha guadagnato 1 milione
            di dollari in più o in meno rispetto all'anno
            precedente.La notizia di PI infatti riguarda la salute economica di tutto il comparto IT, i clienti in questo caso contano solo in funzione del fatto che compreranno o meno un computer in futuro. L'aspetto tecnico è funzionale all'acquisto.
    • ruppolo scrive:
      Re: Non solo PC
      - Scritto da: tucumcari
      Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai
      mainframe e ai supercomputer il trend è in
      salita.Sarebbe come sommare le Panda e le F1 per stabilire il mercato delle auto.Aggiungiamo i pedalò?
      • tucumcari scrive:
        Re: Non solo PC
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: tucumcari

        Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai

        mainframe e ai supercomputer il trend è in

        salita.

        Sarebbe come sommare le Panda e le F1 per
        stabilire il mercato delle
        auto.
        Aggiungiamo i pedalò?Aggiungiamo i muletti, caso mai. I pedalò li aggiungiamo alle navi.Per quanto riguarda i computer, avevo dimenticato i computer di bordo della auto moderne.
      • giuda scrive:
        Re: Non solo PC
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: tucumcari

        Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai

        mainframe e ai supercomputer il trend è in

        salita.

        Sarebbe come sommare le Panda e le F1 per
        stabilire il mercato delle
        auto.
        Aggiungiamo i pedalò?sei così intelligente che dovresti fare il genius negli applestore
      • Funz scrive:
        Re: Non solo PC
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: tucumcari

        Il declino dei PC esiste, ma se si sommano ai

        mainframe e ai supercomputer il trend è in

        salita.

        Sarebbe come sommare le Panda e le F1 per
        stabilire il mercato delle
        auto.
        Aggiungiamo i pedalò?tu eri quello che sommava gli ipad e i macbook per dimostrare che Apple è leader nel mercato dei PC (rotfl)
Chiudi i commenti