Convegno/ NOT ECONOMY

I paradossi della proprietà intellettuale nell'era digitale


Roma – Si terrà giovedì 23 ottobre alle 14:30 a Milano, presso la Biblioteca Ambrosiana (Sala delle Accademie, ingresso da piazza San Sepolcro), un convegno promosso dalla Fondazione Corriere della Sera sullo spinoso tema della proprietà intellettuale nell’era digitale.

“Il convegno – si legge in una nota – intende dar voce, alle diverse prospettive che si aprono con l’evoluzione delle tecnologie di connettività, il progresso nella produzione di hardware e software e la costituzione di comunità entusiaste di sviluppatori di software improntate al mutualismo e alla collaborazione paritetica. Primi fra tutti gli importanti quesiti sul futuro dei diritti di proprietà intellettuale esistenti”.

Si parlerà dunque di open source, di P2P, di brevetti e di innovazione. Tra i partecipanti anche Carlo Formenti, giornalista del Corsera, Angelo Raffaele Meo, che ha guidato il gruppo di ricerca sull’open source del MIT, il senatore Fiorello Cortiana e altri.

L’ingresso agli incontri è libero fino ad esaurimento posti.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • de martino roberto scrive:
    la sinistra a napoli
    carissimo dott. emilio fede vuole per cortesia al suo tg che seguo sempre ogni giorno che la iervolino ha deciso di aumentare la tassa sui rifiuti del 70% pensi che io primapagavo 232 euro ora siamo a rrivati a 400 e vergognoso si sta pensando di organizzare una manifestazine . ma quando questa donna andra via?
  • Anonimo scrive:
    come si fa a minacciare costui?...
    come si fa a minacciare una minaccia alla libera informazione?la cosa migliore è ignorarlo... che se ce ne dimentichiamo tutti non fa più danni a nessuno...
  • Anonimo scrive:
    Bha!
    Macchiare la fedina penale di due giovani per avere aver inviato una mail di insulti... Bha! se fossi stato in Fede, vista l'estraneita' dei giovani con l'invio della lettera esplosiva, mi sare limitato ad una lavata di capo.Si sa che a volte i giovani hanno la testa troppo calda.Anzi in questo caso 6 mesi di lavori gratis a favore della comunita' sarebbe stata una soluzione migliore.
  • Anonimo scrive:
    ma esiste questa associazione...
    Associazione Orfani dei Carabinieri vittime del terrorismoNon e' un po troppo selettiva?
  • Anonimo scrive:
    Male
    Se il leccaggio di _culo_ fosse reato a EF avrebbero già dato l'ergastolo ...
  • Anonimo scrive:
    bene
    ora cercassero di condannare pure i vermi no global
    • Anonimo scrive:
      Re: bene
      - Scritto da: Anonimo
      ora cercassero di condannare pure i vermi no
      globalE i ladri che si ammantano di cariche politiche ......
    • Anonimo scrive:
      Re: bene
      ..cazzo vuoi? Torna dal buco da cui sei uscito..
    • Anonimo scrive:
      Re: bene
      - Scritto da: Anonimo
      ora cercassero di condannare pure i vermi no
      globalma i poliziotti postali (che come si sa di computer non sono molto esperti) si sono basati sulgli header delle mail per risalire agli autori? Come hanno trovato i colpevoli?Vabbè che per gente come l'autore della mail qua sopra basta trovare un capro espiatorio, metterlo alla gogna e tutto va bene, ma mi piacerebbe saperne un po' di più sulla questione.
Chiudi i commenti