Corel sfida Google Picasa

La società canadese ha lanciato un software gratuito per la gestione delle foto digitali che, similmente a Picasa e altri prodotti analoghi, permette di organizzare, migliorare, stampare e condividere le proprie fotografie
La società canadese ha lanciato un software gratuito per la gestione delle foto digitali che, similmente a Picasa e altri prodotti analoghi, permette di organizzare, migliorare, stampare e condividere le proprie fotografie

Milano – Già presente sul mercato dei software di fotoritocco con il celebre Paint Shop Pro, acquisito nel 2004 da Jasc Software, Corel ha ora lanciato un nuovo applicativo, chiamato Snapfire , con cui corteggia quel crescente numero di utenti che desidera organizzare e migliorare le proprie foto con pochi clic del mouse.

Snapfire esiste sia in versione gratuita che a pagamento (Plus), quest’ultima dal costo di circa 29 euro: entrambe le edizioni possono essere scaricate dal sito dedicato nella loro attuale veste di preview pubbliche. Le versioni finali saranno pronte entro la fine dell’anno e, rispetto alle anteprime, si interfacceranno ad alcuni servizi di terze parti per la condivisione e la stampa delle foto.

L’edizione gratuita di Snapfire rivaleggia con prodotti come Google Picasa e Adobe Photoshop Album Starter Edition , fornendo funzionalità per organizzare le proprie foto in album digitali, catalogarle, ricercarle, condividerle, ritoccarle e stamparle (sia in locale che via Internet).

Le funzioni di fotoritocco sono essenziali: oltre a un tasto equivalente al “mi sento fortunato” di Picasa , che in un solo colpo aggiusta automaticamente l’immagine, l’utente ha la possibilità di regolare manualmente colore, contrasto, luminosità, saturazione e fuoco. Cè poi l’immancabile correttore di occhi rossi, gli strumenti taglierina e rotazione, e due soli effetti: seppia e bianco e nero. È possibile che nella versione finale del programma ne vengano aggiunti altri.

Il software permette poi di creare diversi layout di stampa, come calendari o fototessere, e presentazioni.

Per il momento la funzione di condivisione si limita ad inviare una versione compressa dell’immagine via e-mail, ma in futuro Corel la linkerà a servizi che consentiranno di creare photoalbum on-line. Una caratteristica che Google ha introdotto in Picasa proprio di recente ( qui il test pubblico del servizio), fornendo ai propri utenti 250 MB di spazio gratuito.

Snapfire Plus aggiunge alla versione gratuita un certo numero di funzionalità per il fotoritocco, la condivisione e la gestione dei video. Gli utenti avranno inoltre la possibilità di aggiungere nuove funzionalità al prodotto pre mezzo di plug-in, sia gratuiti che a pagamento: il primo sarà un modulo per la creazione di presentazioni su DVD.

Come ultima nota va detto che la preview di Snapfire manca del supporto ai formati d’immagine RAW, di cui viene visualizzata solo una piccola anteprima (contenuta nello stesso file RAW): se tale supporto mancasse anche dalla versione finale, questa lacuna potrebbe tenerlo lontano dai fotoamatori più esigenti.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 09 2006
Link copiato negli appunti