Cosa è la NetTV? E perché?

di Tommaso Tessarolo - Mentre da noi si fatica a far decollare la vera televisione digitale, in paesi come Stati Uniti e Regno Unito si studiano e si prevedono i nuovi fenomeni. Perché la nuova Tv sta già cambiando le carte in tavola

Roma – Sta per finire questo anno, che senza dubbio è stato caratterizzato da un rinnovato entusiasmo verso la tecnologia ed il web in particolare. Ci sbilanceremo nelle prossime settimane in una serie di “previsioni” su cosa è più probabile che accada nel corso del 2007, ma per il momento riteniamo più importante fare due passi indietro per cercare di fissare quei concetti che ci aiuteranno a capire meglio quella che sarà la realtà del prossimo futuro.

L’abbiamo già detto : Internet sta cambiando la TV , e lo sta facendo in un modo irreversibile. Ogni settimana un nuovo studio, una nuova ricerca , sottolineano quanto questa rivoluzione sia già evidente nei numeri che si misurano. Le nuove generazioni stanno progressivamente perdendo il contatto con la televisione, a favore di Internet e videogiochi. La televisione sta perdendo audience da tempo, sicuramente per colpa delle nuove forme d’intrattenimento che abbondano nel nostro mondo moderno, e di un’offerta molto ampia che tende a frammentare il pubblico esistente. Ma sta perdendo spettatori anche per le tipologie di contenuti che propone, troppo ristrette, e la modalità di fruizione che generalmente viene imposta.

Molto semplicemente usando la rete come antenna , accendendo la nostra Net TV, abbiamo già oggi una quantità di contenuti tale da poter soddisfare i gusti anche delle più piccole nicchie di spettatori (anche in Italia una minima offerta si sta formando). E con un PC on box dedicato, possiamo goderci la visione dei nostri contenuti preferiti quando vogliamo. Tutto questo sta avvenendo al di fuori delle logiche conservatrici dei telecom operator, che continuano a spacciare per Internet Television quelle che in realtà sono offerte chiuse all’interno di reti private, dove lo spettatore continua ad essere costretto a sottostare ad un palinsesto ristretto scelto da altri.

Riassumendo schematicamente, i pilastri su cui si fonda la Net TV sono tre:

  1. È aperta, ed ha Internet come antenna. l’IPTV no .
  2. È ricca di contenuti generati da produzioni indipendenti, capaci di soddisfare i gusti anche di nicchie molto piccole . La TV “classica” è di solito generalista, spara quindi sul mucchio cercando di proporre contenuti che vadano bene al maggior numero di telespettatori possibile.
  3. È prevalentemente non lineare , ovvero non in diretta. I contenuti vengono di norma selezionati e scaricati usando un PC, per poi essere visti dove e quando si vuole.

Se si comincia a ragionare in questi termini, si potrà vedere come l’industria televisiva ed il mondo del web siano già perfettamente consapevoli che su questi tre punti dovrà essere fondata la strategia del prossimo futuro. Le televisioni devono evolvere, se non vogliono estinguersi, e per far questo devono innanzi tutto capire i temi del cambiamento, farli propri, e costruire un offerta credibile di conseguenza. Questa consapevolezza traspare da tre interviste che ho avuto il piacere di leggere nelle ultime settimane e della quali riporto di seguito alcuni estratti, per capire con quanta lucidità si stia affrontando il tema. Questo almeno in USA e Regno Unito , dove l’evoluzione del mercato televisivo e di quello del web sono evidentemente meno soggetti alle pressioni industrial/politiche che il nostro paese impone.

La prima intervista interessante da analizzare è quella a George Schweitzer , President of Marketing, del network americano CBS :

Quello che stiamo capendo è che la gente, in un mondo di scelte, vuole cose con le quali ha già familiarità, in altre parole la gente vuole ciò che è già un brand. Andranno sempre a cercare prima quello che conoscono, prima di esplorare cose nuove. Questi sono i benefici che un universo multipiattaforma ci dà.

Anderson nel suo The Long Tail , ha sottolineato più e più volte quanto la lunga coda non significhi affatto la morte delle hit. Un successo rimane un successo anche in un economia allargata qual è quella del web. Il traino che viene dato dalle produzioni “di successo” è in ogni caso fondamentale per garantire una base solida a qualsiasi iniziativa di distribuzione digitale. iTunes senza U2 , Madonna e Coldplay non sarebbe diventato un caso di successo, generando poi quella caccia ai contenuti di nicchia che è stata misurata e che continua ad espandersi.

Certamente tutto ciò ci pone dentro una sfida, dove noi non abbiamo più il controllo del palinsesto. Non siamo più in un mondo dove abbiamo gli spettatori che guardano un determinato show alle otto, un altro alle nove ed il prossimo alle dieci. L’esperienza di visione della TV sta diventando progressivamente ” non lineare ” a causa delle diffusione dei DVR. Non si ha la necessità di essere a casa quando uno show viene trasmesso, per riuscire comunque a vederlo. Non si è più obbligati a vederlo seguendo il nostro palinsesto. Ed è possibile vedere qualcosa su un altro network mentre si sta registrando qualcos’altro sul nostro.

Recenti studi dimostrano che chi ha un registratore digitale, chiamatelo PVR, DVR o come volete, spende oltre il 40% del suo tempo televisivo guardando contenuti registrati. Oggi la scarsa diffusione dei PVR, qui da noi, è prevalentemente causata dall’alto costo che questi apparecchi hanno, e dall’assenza di una Guida Elettronica ai Programmi (EPG) di “sistema” capace di dare ai PVR la base su cui lavorare. In ogni caso la non linearità della fruizione televisiva è un fatto: chi può farlo tende a farlo. E con il web questa sarà la modalità prevalente.

La seconda intervista è a Mr. Van Toffler , MTV President, che per il prossimo anno ha annunciato una serie importante di investimenti mirati a rivoluzionare la presenza online del network preferito dalla giovani generazioni. Alcuni siti di MTV rimarranno strettamente legati alle trasmissioni di successo, altri verranno invece concepiti ad hoc per catturare nuovi interessi.

La bellezza del web è che ci sono delle barriere minime d’ingresso. Non costa poi cosi tanto attivare dei siti. I quali possono vivere per tutto il tempo che si vuole e tu puoi costantemente aggiornarli, che sia una riproposizione dei contenuti TV, video, o testi verso i quali la nostra audience abbia espresso interesse, interesse che non sempre riusciamo a soddisfare in TV. Potrei non essere in grado di trattare la spiritualità su VH1 o MTV, ma abbiamo un modo per far sì che persone con interessi simili possano connettersi gli uni con gli altri a creare le loro micro comunità.

La televisione “classica” vive in un contesto di risorse scarse . Le frequenze sono poche, molto care e fortemente contese. Di fatto non molti canali possono permettersi di trasmettere su scala nazionale. Ma soprattutto le nostre giornate non contano più di ventiquattro ore , delle quali solo 4/5 sono particolarmente significative per una TV. Questo significa che i palinsesti, anche quelli satellitari, non possono che essere concepiti intorno alla necessità di sfruttare al meglio il poco tempo a disposizione , proponendo contenuti che possano piacere alla “maggior parte” delle persone.

C’è una grande quantità di siti dedicati alle nicchie sul web. Non se ne parla perché ci sono siti come YouTube e MySpace che hanno decine di milioni di utenti unici. Ma se si aggrega un numero consistente di piccoli siti, focalizzati su interessi “speciali”, intorno agli interessi della nostra audience, come ad esempio la cultura dello skating, del tuning delle macchine…

Ecco allora che la scarsità di risorse del “mondo reale”, quello fatto di atomi, magicamente svaniscono entrando nel mondo dei bit. La rete permette alla TV di avere un palinsesto virtualmente infinito dove ogni nicchia può avere un suo spazio. E, come Anderson ha mostrato nel migliore dei modi, è l’aggregazione a fare la forza .

L’ ultima intervista è quella a Steve Olechowski uno dei fondatori di Feedburner , che notoriamente è il servizio online più utilizzato per la distribuzione di feed RSS. Sappiamo che il Podcasting è di fatto un feed RSS, che porta a corredo degli “allegati multimediali” come file Audio o Video. Parlare di Podcasting Video significa riferirsi a quello che ad oggi sembra essere lo standard per eccellenza per la distribuzione di contenuti video per la Net TV.

Certamente penso che ciò che abbiamo visto con iTunes, Yahoo e con altri grandi motori di Podcasting è che stanno cominciando a fare affari con alcune della grandi Media Companies per distribuire show televisivi usando l’RSS, e certamente prevedo che questo accadrà molto presto, che ci saranno dei feed di show TV ai quali la gente potrà “sottoscriversi” invece di essere obbligata a stare di fronte alla TV alle 9 di sera del giovedì, la gente dirà “datemi un feed, mi aspetto una nuova puntata alle 9 di sera del giovedì, ma se avrò altro da fare lo potrò sempre vedere dopo”.

Uno dei passaggi fondamentali, che vedremo nel 2007, sarà portare il Podcasting direttamente all’interno dei nostri televisori, cosi che l’esperienza dello spettatore possa essere praticamente identica a quella che si ha con un PVR. Ma questo significa che oggetti come il TiVo sono destinati a morire?

No, il TiVo non è obsoleto: TiVo è alimentato da un feed, che non è nel formato RSS, ma in futuro non sarei sorpreso se lo fosse, e che questo diventi il modo con cui i content provider distribuiranno i loro contenuti alla gente, al posto di utilizzare il “cavo”.

Queste le tre testimonianze autorevoli che confortano a pieno il nostro punto di vista su cosa la Net TV sarà.

È interessante vedere come i grandi attori americani ed inglesi siano già da tempo al lavoro su queste tematiche, nella consapevolezza che questo futuro non può più essere ignorato . Qui da noi, gli unici tentativi di ibridazione tra TV e web che abbiamo potuto vedere sono degli abomini senza capo né coda, che tentano di conservare le vecchie logiche televisive anche sul web. Tutto il resto è fumo negli occhi , IPTV in testa .

Varrebbe forse la pena prendere un po’ più sul serio questo fenomeno e cominciare a dedicare un lavoro concreto sul tema, favorendo il più possibile la sperimentazione. Sarebbe bello, in tutto ciò, che anche “dal basso” cominciassero ad emergere delle iniziative, soprattutto per quanto riguarda la produzione di contenuti Net TV in lingua italiana.

I primi tentativi che si vedono sulla rete sono fiacchi, privi di un vero spirito innovativo e, molto spesso, lontani da una vera idea propositiva. Scimmiottare quello che accade in altre nazioni non è una buona idea. Se è pur vero che viviamo in un epoca di “format globali” è altrettanto vero che ogni nazione, ogni popolo, fa storia a sé. Ed essendo la Net TV prevalentemente la TV delle nicchie, sarebbe importante cominciare a capire come i nostri produttori indipendenti, ed i “ProAm”, voglio coinvolgerci all’interno di questo nuovo mondo. C’è tanto da fare, interessanti opportunità si stanno aprendo, forza e coraggio.

Tommaso Tessarolo
Il blog di T.T.

Gli scenari di T.T. sono reperibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • megafragger scrive:
    ma andate a XXXXXX
    ma andate a XXXXXX va
  • Gottle scrive:
    Io quel punto lo toglierei...
    Dire che il wifi non fa male mi pare quantomeno azzardato, altro conto è dire che fa meno male dei cellulari che ci scorazziamo in giro tutto il giorno.
  • rino gaetano scrive:
    tecnologia
    ciao
  • Anonimo scrive:
    Basta ipocrisie
    Per tutti coloro che ancora hanno queste pare:http://sialripetitore.altervista.org/fatti/
    • dggdgds dsfdsfgsgd s scrive:
      Re: Basta ipocrisie
      Bisogna essere dei delinquenti di professione per tenere attivo e pubblicizzare un blog del genere, come se la salute fosse un'opinione e magari non riguardante soggetti come te.... Pazzesco...
  • Anonimo scrive:
    Mah...
    "Star seduto per un anno in una classe vicino ad un network wireless equivale a 20 minuti passati al telefono cellulare."Quindi hanno potenze molto differenti se richiedono tempi di esposizione così diversi per gli stessi effetti..."Se il WiFi deve essere cancellato dalle scuole, allora la rete di telefonia mobile dovrebbe essere chiusa, così come la radio FM o la televisione, poiché la potenza dei loro segnali è simile a quella del WiFi in classe"Ora hanno la stessa (simile) potenza?(newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mah...
      come fai a far capire certe cose alla gente, quando la gente non capice nemmeno la propria lingua? le "," hanno un significato nella grammatica italiana... ufff che tristezza
  • Anonimo scrive:
    Analisi in doppio cieco
    Come per ogni patologia medica, l'analisi piu' efficace e' quella in doppio cieco...Penso che basterebbe adottare una camera schermata dai campi eletromagnetici esterni e regolare l'intensita' dei campi all'interno, che deve rimanere sconosciuta, sia alle persone sotto osservazione all'interno, sia ai dottori che registrano le loro reazioni...poi si analizzano i dati incorciando le informazioni sull'intensita' del campo e la reazione delle persone...
    • reXistenZ scrive:
      Re: Analisi in doppio cieco

      Come per ogni patologia medica, l'analisi piu'
      efficace e' quella in doppio
      cieco...

      Penso che basterebbe adottare una camera
      schermata dai campi eletromagnetici esterni e
      regolare l'intensita' dei campi all'interno, che
      deve rimanere sconosciuta, sia alle persone sotto
      osservazione all'interno, sia ai dottori che
      registrano le loro
      reazioni...

      poi si analizzano i dati incorciando le
      informazioni sull'intensita' del campo e la
      reazione delle
      persone...Sì, ma per quanto tempo? Chi sarevve disposto a vivere all'interno di un campo schermato per anni e anni?
  • AnyFile scrive:
    Quali sono le vere motivazioni?
    Sarebbe interessante sapere quali siano le vere motivazioni ha hanno indotto l'universita' citata, e chi altri ha proposto un bando, a mettere al bando il wifi.Dubito che sia l'interesse per la salute pubblica (se cosi' fosse allora bisognerebbe mettere al bando moltissime altre cose, tipo le patatine fritte nell'olio riciclato).E allora qual e' il vero motivo?Che gli studenti passavano ore e ore a giocarellare in interenet piuttosto che studiare o a chiaccherare tra loro?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quali sono le vere motivazioni?
      Cause legali, in molte scuole i genitori hanno mandato diffide ai dirigenti, gli altri hanno pensato bene di evitare problemi ed hanno spplicato il principio di precauzione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Quali sono le vere motivazioni?
        - Scritto da:
        Cause legali, in molte scuole i genitori hanno
        mandato diffide ai dirigenti, gli altri hanno
        pensato bene di evitare problemi ed hanno
        spplicato il principio di
        precauzione.Nulla a che vedere col pricipio di precauzione si chiama "paraculite da Pubblica Amministrazione italica".Un morbo inguaribile e endemico nel nostro paese! 8)
  • Anonimo scrive:
    Volete chiudere le Televisioni?
    .... Comunisssssstiiiiiii !!!
  • Anonimo scrive:
    perche' no ?
    "allora spegniamo il GSM e chiudiamo le televisioni"se fosse per me... la televisione e' gia' da un anno e mezzo che non esiste piu' in casa mia. e anche riguardo al cellulari ne faccio un uso saltuario, e spegnerlo del tutto non sarebbe una tragedia.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: perche' no ?
      - Scritto da:

      "allora spegniamo il GSM e chiudiamo le
      televisioni"

      se fosse per me... la televisione e' gia' da un
      anno e mezzo che non esiste piu' in casa mia. e
      anche riguardo al cellulari ne faccio un uso
      saltuario, e spegnerlo del tutto non sarebbe una
      tragedia.Bé, io la TV ce l'ho, non posso dire di guardarla spesso ma ogni tanto, quando c'è un bel film, quando c'è un bel documentario, quando c'è il TG regionale... oppure quando c'è Studio Aperto (che è uno spasso ogni tanto :D ) me la guardo.Per il cell, ne ho due, piuttosto vecchi (niente GPRS, niente MMS, niente insomma... solo voce e SMS) io ce li ho quasi perennemente spenti... però è utile averli dietro nel caso capiti qualcosa o nel caso di avere qualche necessità... quindi non spegnerei le antenne. Certo è che non passerei la giornata attaccato ad esso... se la telefonata è più lunga di 10 minuti allora mi conviene davvero il telefono fisso o Skype o altro. Prolungati periodi di esposizione alla potenza d'uscita di un GSM attaccato al cervello non mi piacciono per nulla... a parte il fatto che mi da molto fastidio lessarmi le orecchie.
      • Anonimo scrive:
        Re: perche' no ?
        Sono sicuro che se facessero un'indagine seria, i media scoprirebbero che la gente (specie chi da poco ha preso casa ed e' sopra i 25-30 anni) tiene internet e basta, al piu' una parabola.Niente radio ne' tv o giornali cartacei, perche' di fatto sono inutili e sostituite da internet.Se poi diamo un'occhiata alla mole pubblicitaria che affolla le varie programmazioni e alle fesserie anti-culturali trasmesse, ecco spiegata la ragione per cui la tv non va tanto piu' di moda...Tra 15-20 sono certo che nessuno piu' vorra' vedere programmi "messi in scaletta" da altri, tutti vorranno scegliere cosa vedere e quando vederlo (internet, appunto, e senza pubblicita' !) ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: perche' no ?
          Guarda quanta pubblicità c'è solo nel sito e nel forum di punto informatico, tra qualche mese le notizie saranno una riga per pagina e il resto pubblicità quindi le cose non vanno tanto bene neanche da questa parte.
          • Anonimo scrive:
            Re: perche' no ?
            Perchè il mio commento sarebbe OT? Ho solo inferito che se Tv e altro dovrebbero essere chiuse per la troppa pubblicità dovrebbe esserlo anche internet che ci bombarda continuamente con pubblicità in ogni dove.
          • Anonimo scrive:
            Re: perche' no ?
            - Scritto da:
            Guarda quanta pubblicità c'è solo nel sito e nel
            forum di punto informatico, tra qualche mese le
            notizie saranno una riga per pagina e il resto
            pubblicità quindi le cose non vanno tanto bene
            neanche da questa
            parte.Personalmente ho sempre adottato una politica di blocco nei confronti delle pubblicita' troppo invasive.Quelle testuali e a margine di pagina vengono lasciate, quelle centrali, lampeggianti e fastidiose (nonche' script che rallentano il caricamento) vengono eliminate.Con la televisione non puoi difenderti, ma internet e' tutt'altro paio di maniche ;)
        • MeX scrive:
          Re: perche' no ?

          Niente radio ne' tv o giornali cartacei, perche'
          di fatto sono inutili e sostituite da
          internet....i giornali sono un altro mondo! se vuoi informati in modo completo e organico... non puoi farne a meno... se poi ti basta google news o il sito ansa... vabbò... ma non è proprio la stessa cosa!(ho 26 anni e da 4 ho preso casa :) )
          • Anonimo scrive:
            Re: perche' no ?
            - Scritto da: MeX
            (ho 26 anni e da 4 ho preso casa :) )beato te che c'hai la grana.
          • MeX scrive:
            Re: perche' no ?
            - Scritto da:

            - Scritto da: MeX


            (ho 26 anni e da 4 ho preso casa :) )

            beato te che c'hai la grana.beh in realtà convivo con la mia ragazza con il mio solo stipendio... diciamo che riesco a pagare affitto, riscaldamento e cibo... tutto il resto è lusso :) compresa la macchina che ho venduto un paio di anni fa :)
          • Anonimo scrive:
            Re: perche' no ?
            - Scritto da: MeX

            Niente radio ne' tv o giornali cartacei, perche'

            di fatto sono inutili e sostituite da

            internet.

            ...i giornali sono un altro mondo! se vuoi
            informati in modo completo e organico... non puoi
            farne a meno... se poi ti basta google news o il
            sito ansa... vabbò... ma non è proprio la stessa
            cosa!
            (ho 26 anni e da 4 ho preso casa :) )I giornali(sti) copiano dalle agenzie di stampa ufficiali (Ansa-Ign...) e poi infiorettano la notizia con qualche colore politico di loro scelta.Io ho la tua eta' e convivo da 2, ti posso dire che da noi la tv e' stata bandita dall'inizio.1-per eliminare la vessazione del canone2-perche' inutile, in salotto c'e' il pc con schermo da parete e mouse/tastiera cordless.Poi le notizie veramente importanti le leggo sui siti specializzati, i giornali ormai sono diventati un'accozzaglia di opinioni politiche che cambiano con il cambiar del vento...ciao
          • reXistenZ scrive:
            Re: perche' no ?

            ...i giornali sono un altro mondo! se vuoi
            informati in modo completo e organico... non puoi
            farne a meno... se poi ti basta google news o il
            sito ansa... vabbò... ma non è proprio la stessa
            cosa!
            (ho 26 anni e da 4 ho preso casa :) )Da qualche anno non compro più quotidiani, passano in tutti le stesse insulse notizie. Hanno la stesso valore informativo del guardare l'andamento dell'azione che hai comprato e vuoi vendere tra 10 anni solo nella giornata di oggi, ogni cinque minuti, ascoltando sottofondo i commenti di dieci speaker diversi che leggono però lo stesso foglio.Quando sono al mare mi capita di leggere il giornale di dieci o venti giorni prima, e ti assicuro che non ci perdo niente. Le notizie che valgono non sono quelle che commentano i fatti del giorno prima.Per informarsi veramente ci sono su internet i siti di approfondimento che non sono aggiornati proprio ogni giorno, come zmag, comdonchisciotte, kelebekler, effedieffe, e comunque nessuno di questi può sostituire la sana lettura di libri. Solo che quest'ultima costa davvero fatica e si sa, la fatica fa male...
    • Anonimo scrive:
      Re: perche' no ?
      - Scritto da:

      "allora spegniamo il GSM e chiudiamo le
      televisioni"

      se fosse per me... la televisione e' gia' da un
      anno e mezzo che non esiste piu' in casa mia. e
      anche riguardo al cellulari ne faccio un uso
      saltuario, e spegnerlo del tutto non sarebbe una
      tragedia.abolire i cellu e la tvper aumentare wifi e NETTVsono d'accordo
      • Anonimo scrive:
        Re: perche' no ?
        Io abolirei TV, Cell e Internet c'è troppa pubblicità invasiva ... meglio un bel giornale dove posso strappare le pagine della pubblicità e leggermi ciò che voglio.
        • Anonimo scrive:
          Re: perche' no ?
          - Scritto da:
          Io abolirei TV, Cell e Internet c'è troppa
          pubblicità invasiva ... meglio un bel giornale
          dove posso strappare le pagine della pubblicità e
          leggermi ciò che
          voglio. :D l'idea e' assurda ma affascinante, vedere i giornali tutti mezzi strappati. si idea carina
          • Anonimo scrive:
            Re: perche' no ?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Io abolirei TV, Cell e Internet c'è troppa

            pubblicità invasiva ... meglio un bel giornale

            dove posso strappare le pagine della pubblicità
            e

            leggermi ciò che

            voglio.


            :D l'idea e' assurda ma affascinante, vedere i
            giornali tutti mezzi strappati. si idea
            carinaMa usare un browser e un filtro per la pubblciita' online proprio non ti piace ? :DFirefox + adblockConqueror + (non mi ricordo, c'e' incorporato credo ?...)Internet Explorer + ...nulla, ti becchi tutta la pubblicita' ! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: perche' no ?
      - Scritto da:

      "allora spegniamo il GSM e chiudiamo le
      televisioni"

      se fosse per me... la televisione e' gia' da un
      anno e mezzo che non esiste piu' in casa mia. e
      anche riguardo al cellulari ne faccio un uso
      saltuario, e spegnerlo del tutto non sarebbe una
      tragedia.Fammi capire se spegni il TUO televisore "schivi" le emissioni delle tv?Dove lo hai letto ?Chi te lo ha detto?
  • Anonimo scrive:
    Esposizione continua
    non valutata... Il confronto con i cell non sta nè in cielo nè in terra. In generale son d'accordo con lui ma il fatto che non valuti per nulla l'esposizione continuata mi lascia mooolto perplesso. Uso il wi-fi, ma, avendo marmocchi per casa, quando non serve stacco tutto.
    • Wakko Warner scrive:
      Re: Esposizione continua
      - Scritto da:
      non valutata... Il confronto con i cell non sta
      nè in cielo nè in terra. In generale son
      d'accordo con lui ma il fatto che non valuti per
      nulla l'esposizione continuata mi lascia mooolto
      perplesso. Uso il wi-fi, ma, avendo marmocchi per
      casa, quando non serve stacco
      tutto.Invece il paragone che ha fatto chiarisce proprio questo punto. Per quello che riguarda microonde assorbite dal corpo, un anno di WiFi corrisponde grossomodo alla quantità assorbita in 20 minuti di cellulare.Immaginiamo di essere esposti a luce solare, presa in quantità moderate non fa nulla, anzi... fa bene. Ma se noi condensiamo in pochi minuti l'energia a cui saremmo sottoposti in anni come minimo bruceremmo.Poi, per quello che riguarda "i marmocchi", secondo me fai bene, essere prudenti è un bene, non un male... diverso è il discorso con la pura e semplice fobia e credo che sia la _fobia_ dimostrata da certe istituzioni ad essere oggetto di critica di questo/questi studiosi.Io al momento ho due apparecchi WiFi attivi in casa, uno nella camera in cui dormo. Sono attivi 24 ore su 24. Uno di essi ce l'ho attivo da diversi anni... praticamente da quando il WiFi era una novità e non posso dire di averne ricevuto effetti negativi (almeno fino ad ora). Ma come dicevo in passato, mio padre è morto di cancro e così anche i miei due nonni... eppure nessuno di loro ha mai usato un microonde o una rete WiFi. Stesso discorso vale per i molti bambini che muoiono per una ragione o per l'altra di cancro. Se deve succedere succede comunque, mettersi sotto una campana di vetro è insensato.Ma ripeto, se avessi dei bimbi probabilmente, più per scrupolo che per altro, almeno la notte spegnerei.Cmq, se prendi un oscilloscopio e colleghi al terminale un semplice pezzo di fil di ferro vedrai la 50Hz letteralmente "volare per l'aria"... in realtà noi siamo sempre e costantemente irrorati da radio-onde... nel caso della 50Hz è dovuto al fatto che le nostre case sono tappezzate di cavi elettrici che si comportano da antenna trasmittente... è inevitabile... a meno, forse, ti piombare le condutture dei cavi elettrici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Esposizione continua


        L'esperto ha fatto un esempio sensato e fa capire
        che la dose assorbita dal corpo in _un anno_ di
        WiFi è pari alla dose assorbita dal corpo in 20
        minuti di GSM. Questo è importante perché se
        anche con 20 minuti di GSM non si mostrano
        effetti a maggior ragione non si può dire che
        quella stessa dose diluita in ben 1 anno possa
        far
        male.
        e a te chi l'ha detto che 20 minuti di gsmnon fanno male?mica in tutta la vita fai solo 20 minuti una volta.farai magari n telefonate di 20 minutie allora voglio vedere....
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Esposizione continua
          - Scritto da:
          e a te chi l'ha detto che 20 minuti di gsm
          non fanno male?Presentami un morto, uno solo, che sia morto per 20 minuti di gsm.
          mica in tutta la vita fai solo 20 minuti una
          volta.Appunto per questo, a maggior ragione, 1 anno continuato di WiFi, che corrispondono a 20 minuti di gsm, non possono far male.
          farai magari n telefonate di 20 minuti
          e allora voglio vedere....Appunto, quindi 10 anni di WiFi = 10 telefonate gsm da 20 minuti. Presentami qualcuno morto o anche solo ammalato per *10* telefonate da 20 minuti con il gsm.
      • mikeUS scrive:
        Re: Esposizione continua
        Sono d'accordissimo su tutto.Solo, ricordarsi che l'energia di un onda e' proporzionale alla frequenza. E' molto piu' semplice trasferire energia a microonde (basta chiederlo alle mie lasagne precotte che stanno girando nell'altra stanza) che con 50 Hz.Un conduttore che varia il suo potenziale da capo a capo seguendo una sinusoide di (esempio) 0,0005 Hz e' difficile considerarlo una antenna trasmittente, eppure in linea teorica la variazione gli fa emettere onde elettromagnetiche.Solo che nessuno se ne preoccupa, e lo stesso vale per i 50 Hz, ovviamente alle potenze "domestiche".E' *giusto* fare le dovute distinzioni, anche tra le broadcast FM (88-108 MHz) e il Wifi (2.4 GHz) che e' piu' assimilabile al wifi (900 MHz - 1.8 GHz). Ora, il forno a Microonde funziona a 2.4 GHz, come il Wifi. Solo che il forno a microonde DENTRO (e' una gabbia di faraday, fuori non c'e' virtualmente nulla) sprigiona 700 W, o 1 kW, il wifi quanto? 200 mW? (vado a naso)Il cellulare: sulla specifica GSM se non erro si parla di 500 mW.In pratica, si arriva sull'ordine dei 2W-3W.Dalla mia stazione radio trasmetto senza problemi sui 14Mhz a 100W (sono radiamatore) e sui 145 MHz a 50W.Nessuno viene a dirmi che sono pericoloso?!Un'ulteriore appunto, per contestualizzare quello che dice Wakko, che ripeto, in linea di principio mi vede d'accordo.Le onde radio sono considerate radiazioni NON ionizzanti, alle potenze in gioco.Significa che con le energie che trasmettono, si riesce al piu' ad aumentare l'energia cinetica delle molecole (= SCALDARE) senza modificarne i legami.Invece, la luce (caso particolare, luce solare) e' una radiazione EM nella gamma dei THz (TERAHertz!). A quelle frequenze e' facile raggiungere energie in grado di ionizzare atomi e modificare i legami molecolari dei tessuti biologici. Da qui i tumori, da qui i melanomi ecc. Radiazioni IONIZZANTI.Stessa cosa vale per *alcuni* tipi di radiazione (Raggi X, ancora piu' elevati in frequenza e pericolosi dunque ad alte energie), ma non mi addentro piu' di tanto in questo discorso perche' non credo di essere abbastanza competente.Potrei aver scritto castronerie, e' probabile ;) ma spero comunque di aver centrato il punto e fatto un po' di chiarezza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Esposizione continua
          - Scritto da: mikeUS
          Potrei aver scritto castronerie, e' probabile ;)No è sicuro che hai scritto alcune castronerie!Una per tutte è quella sulla potenza del wifi!Un apparato wifi ha 100Mw di potenza max e tipicamente sta ben al disotto (60-65 MW)...Se con quella potenza e quella frequenza riesci a ionizzare qualcosa ti danno il NOBEL!Vedi un po te! @^
          • Anonimo scrive:
            Re: Esposizione continua
            - Scritto da:

            - Scritto da: mikeUS


            Potrei aver scritto castronerie, e' probabile ;)

            No è sicuro che hai scritto alcune castronerie!
            Una per tutte è quella sulla potenza del wifi!
            Un apparato wifi ha 100Mw di potenza max e
            tipicamente sta ben al disotto (60-65
            MW)...
            Se con quella potenza e quella frequenza riesci a
            ionizzare qualcosa ti danno il
            NOBEL!
            Vedi un po te!
            @^PS. anche io ho scritto castronerie!Mw invece di mW ....Ovviamente si parla di milliwatt non di megawatt!:'(
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Esposizione continua
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: mikeUS




            Potrei aver scritto castronerie, e' probabile
            ;)



            No è sicuro che hai scritto alcune castronerie!

            Una per tutte è quella sulla potenza del wifi!

            Un apparato wifi ha 100Mw di potenza max e

            tipicamente sta ben al disotto (60-65

            MW)...

            Se con quella potenza e quella frequenza riesci
            a

            ionizzare qualcosa ti danno il

            NOBEL!

            Vedi un po te!

            @^

            PS. anche io ho scritto castronerie!
            Mw invece di mW ....
            Ovviamente si parla di milliwatt non di megawatt!
            :'(Stavo appunto cercando la tua rete WiFi con la mia scheda wireless... con 100MW di potenza la copertura dovrebbe essere a "qualità ottima" su tutto il territorio nazionale :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Esposizione continua
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: mikeUS






            Potrei aver scritto castronerie, e'
            probabile

            ;)





            No è sicuro che hai scritto alcune
            castronerie!


            Una per tutte è quella sulla potenza del wifi!


            Un apparato wifi ha 100Mw di potenza max e


            tipicamente sta ben al disotto (60-65


            MW)...


            Se con quella potenza e quella frequenza
            riesci

            a


            ionizzare qualcosa ti danno il


            NOBEL!


            Vedi un po te!


            @^



            PS. anche io ho scritto castronerie!

            Mw invece di mW ....

            Ovviamente si parla di milliwatt non di
            megawatt!

            :'(

            Stavo appunto cercando la tua rete WiFi con la
            mia scheda wireless... con 100MW di potenza la
            copertura dovrebbe essere a "qualità ottima" su
            tutto il territorio nazionale
            :DNon so come sarebbe la "qualità del segnale"... ma anche se la trovassi non sarebbe semplice usarla da cotto!A quella potenza mi sa che un pochino di puzza di bruciato cominceresti a sentirla! ;)
          • mikeUS scrive:
            Re: Esposizione continua

            PS. anche io ho scritto castronerie!
            Mw invece di mW ....
            Ovviamente si parla di milliwatt non di megawatt!
            :'(Chiedo venia, ti ho bacchettato sotto :DHo seguito il link nella notifica email e non ho visto che ti eri corretto.Mi cospargo il capo di cenere :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Esposizione continua
            - Scritto da: mikeUS


            PS. anche io ho scritto castronerie!

            Mw invece di mW ....

            Ovviamente si parla di milliwatt non di
            megawatt!

            :'(

            Chiedo venia, ti ho bacchettato sotto :D
            Ho seguito il link nella notifica email e non ho
            visto che ti eri
            corretto.

            Mi cospargo il capo di cenere :)In effetti se fossero Megawatt più che il capo cosparso di cenere avresti il capo in cenere! ;)
          • mikeUS scrive:
            Re: Esposizione continua

            In effetti se fossero Megawatt più che il capo
            cosparso di cenere avresti il capo in
            cenere!
            ;)lol (rotfl)
          • mikeUS scrive:
            Re: Esposizione continua

            No è sicuro che hai scritto alcune castronerie!
            Una per tutte è quella sulla potenza del wifi!
            Un apparato wifi ha 100Mw di potenza max e
            tipicamente sta ben al disotto (60-65
            MW)...MEGAWatt?!(e mi sovviene il grande Doc Brown "One point twenty one Gigawatt?!?!?! GREAT SCOTT!" :D)
            Se con quella potenza e quella frequenza riesci a
            ionizzare qualcosa ti danno il
            NOBEL!Uhm, ammesso che tu intenda mW, cioe' milliWatt, no certo che non riesci a ionizzarci nulla nell'uso comune, ma direi che e' esattamente quello che ho scritto...Potrei essermi spiegato male, mi quoti dove hai capito il contrario?
      • Anonimo scrive:
        Re: Esposizione continua
        - Scritto da:

        Su questo siam tutti d'accordo e sarebbe il caso
        di iniziare a schermare il
        tutto...Sì dai, schermiamo pure il sole! (mica fa solo luce e caldo...lo sapevi?)
        • Anonimo scrive:
          Re: Esposizione continua
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          Su questo siam tutti d'accordo e sarebbe il caso

          di iniziare a schermare il

          tutto...

          Sì dai, schermiamo pure il sole! (mica fa solo
          luce e caldo...lo
          sapevi?)E' quello che fai quando metti una crema protettiva o ti vesti d'estate ;-)
      • Anonimo scrive:
        Re: Esposizione continua
        - Scritto da: Wakko Warner
        Cmq, se prendi un oscilloscopio e colleghi al
        terminale un semplice pezzo di fil di ferro
        vedrai la 50Hz letteralmente "volare per
        l'aria"... in realtà noi siamo sempre e
        costantemente irrorati da radio-onde... nel caso
        della 50Hz è dovuto al fatto che le nostre case
        sono tappezzate di cavi elettrici che si
        comportano da antenna trasmittente... è
        inevitabile... a meno, forse, ti piombare le
        condutture dei cavi
        elettrici.Nooo! Perchè glielo hai detto?!?! Adesso vorranno vivere come gli amish e faranno vietare la corrente elettrica in Italia. Me li vedo già i cartelli sotto il nome dei comuni: Paese Deelettrificato.
        • Anonimo scrive:
          Re: Esposizione continua
          - Scritto da:

          - Scritto da: Wakko Warner


          Cmq, se prendi un oscilloscopio e colleghi al

          terminale un semplice pezzo di fil di ferro

          vedrai la 50Hz letteralmente "volare per

          l'aria"... in realtà noi siamo sempre e

          costantemente irrorati da radio-onde... nel caso

          della 50Hz è dovuto al fatto che le nostre case

          sono tappezzate di cavi elettrici che si

          comportano da antenna trasmittente... è

          inevitabile... a meno, forse, ti piombare le

          condutture dei cavi

          elettrici.

          Nooo! Perchè glielo hai detto?!?! Adesso vorranno
          vivere come gli amish e faranno vietare la
          corrente elettrica in Italia. Me li vedo già i
          cartelli sotto il nome dei comuni: Paese
          Deelettrificato.(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)(troll3)
    • Anonimo scrive:
      Re: Esposizione continua
      - Scritto da:
      non valutata... Il confronto con i cell non sta
      nè in cielo nè in terra. In generale son
      d'accordo con lui ma il fatto che non valuti per
      nulla l'esposizione continuata mi lascia mooolto
      perplesso. Uso il wi-fi, ma, avendo marmocchi per
      casa, quando non serve stacco
      tutto.Anche il cellulare da esposizione continua furbetto del deserto!Credi davvero che quand non lo usi non trasmetta nulla?Ma certa gente come si forma certe "autoconvinzioni"?Mah!Misteri!
      • Anonimo scrive:
        Re: Esposizione continua
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        non valutata... Il confronto con i cell non sta

        nè in cielo nè in terra. In generale son

        d'accordo con lui ma il fatto che non valuti per

        nulla l'esposizione continuata mi lascia mooolto

        perplesso. Uso il wi-fi, ma, avendo marmocchi
        per

        casa, quando non serve stacco

        tutto.

        Anche il cellulare da esposizione continua
        furbetto del
        deserto!
        Credi davvero che quand non lo usi non trasmetta
        nulla?
        Ma certa gente come si forma certe
        "autoconvinzioni"?
        Mah!
        Misteri!Pssss il nostro amico parla di cell in modalità conversazione quando ti parla di 20 minuti....
  • Wakko Warner scrive:
    Bene
    Era ora che qualcuno se ne uscisse con un paragone chiarificatore.Un anno di WiFi = 20min di cell.E a proposito di cell... mentre si perde tempo con queste sciocchezze... la caccia alle streghe dei fobici continua a mietere vittimehttp://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1809796&m_rid=0
    • Solvalou scrive:
      Re: Bene
      Beh spero che tengano in conto anche le frequenze oltre che l'intensita'. Comunque tendo a credere anch'io che abbiano ragione.E poi per evidenti ragioni geometriche l'assorbimento diminuisce esponenzialmente rispetto alla distanza dalla sorgente di emissioni, quindi e' gia' molto meglio un portatile a distanza di braccio che un cellulare all'orecchio o a due cm dai testicoli :DMeglio una rete mesh wifi che le antennone delle societa' telefoniche.Se non ci fossero le suddette societa' probabilmente saremmo gia' con wifi e voip gratuito con reti mesh libere. Ognuno si paga la bolletta del suo router wifi e usa quella degli altri in roaming quando e' fuori.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Bene
        - Scritto da: Solvalou
        Beh spero che tengano in conto anche le frequenze
        oltre che l'intensita'. Comunque tendo a credere
        anch'io che abbiano
        ragione.Hanno certamente ragione. La potenza di un Wifi taroccato è di 100mW (in genere meno della metà di questo), la potenza di un GSM si aggira sul watt.
        E poi per evidenti ragioni geometriche
        l'assorbimento diminuisce esponenzialmente
        rispetto alla distanza dalla sorgente di
        emissioni, quindi e' gia' molto meglio un
        portatile a distanza di braccio che un cellulare
        all'orecchio o a due cm dai testicoli
        :DVerissimo.
        Meglio una rete mesh wifi che le antennone delle
        societa'
        telefoniche.Quelle non mi fiderei a tenerle vicino a me per molte ore al giorno.
        Se non ci fossero le suddette societa'
        probabilmente saremmo gia' con wifi e voip
        gratuito con reti mesh libere. Ognuno si paga la
        bolletta del suo router wifi e usa quella degli
        altri in roaming quando e'
        fuori.Io ho attivo un routerino della FON, è grave? (newbie)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: Solvalou

          Beh spero che tengano in conto anche le
          frequenze

          oltre che l'intensita'. Comunque tendo a credere

          anch'io che abbiano

          ragione.

          Hanno certamente ragione. La potenza di un Wifi
          taroccato è di 100mW (in genere meno della metà
          di questo), la potenza di un GSM si aggira sul
          watt.


          E poi per evidenti ragioni geometriche

          l'assorbimento diminuisce esponenzialmente

          rispetto alla distanza dalla sorgente di

          emissioni, quindi e' gia' molto meglio un

          portatile a distanza di braccio che un cellulare

          all'orecchio o a due cm dai testicoli

          :D

          Verissimo.


          Meglio una rete mesh wifi che le antennone delle

          societa'

          telefoniche.

          Quelle non mi fiderei a tenerle vicino a me per
          molte ore al
          giorno.


          Se non ci fossero le suddette societa'

          probabilmente saremmo gia' con wifi e voip

          gratuito con reti mesh libere. Ognuno si paga la

          bolletta del suo router wifi e usa quella degli

          altri in roaming quando e'

          fuori.

          Io ho attivo un routerino della FON, è grave?
          (newbie)Si! considerando che potresti averne uno non proprietario e opensource che aiuterebbe a fare crescere una rete libera dal basso!Io trovo grave "aiutare" i furbi come skype e Fon.. speravo che uno come te ci arrivasse da solo...
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da:
            Si! considerando che potresti averne uno non
            proprietario e opensource che aiuterebbe a fare
            crescere una rete libera dal
            basso!
            Io trovo grave "aiutare" i furbi come skype e
            Fon.. speravo che uno come te ci arrivasse da
            solo...I sorgenti dell'apparecchietto sono disponibili.È vero che purtroppo l'apparecchio non accetta riprogrammazioni se non da firmware firmati con la chiave della FON (che non fornisce) e quindi i sorgenti sono inutilizzabili (cioè anche se li ricompilo correttamente poi non posso farne l'upload) però è anche vero che è l'unico modo che ha la FON per garantirsi che i dati dei log che riceve non vengano falsificati.La rete FON permette, a chi ne fa parte, di accedere a diversi hot-spot sparsi in tutta europa e per una modica cifra (3 euro al giorno pagabili con paypal direttamente da un hot-spot FON) permette anche a chi non fa parte della rete di partecipare.La loro possibilità di loggare l'uso che se ne fa e di avere del log "validi" (ossia non taroccabili via software [anche se una mezza idea di come fare io ce l'avrei pure...]) mi da una certa tranquillità visto che, alla fine, sono io che sto concedendo a un pinco pallino qualunque l'accesso alla mia connessione Internet di cui io sono responsabile.La loro iniziativa mi pare buona, ben organizzata e seppur non priva di difetti per lo meno mi pare si tratti dell'unica iniziativa simile che c'è in giro e che quindi sono ben felice di aiutare a crescere.Ah, senza contare che l'apparecchietto quelli della FON me l'hanno regalato, spese di spedizione (dalla Spagna) incluse... insomma, non ho pagato un eurocent per averlo... non sarò certo io a guardare in bocca a caval donato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2006 15.19-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene

            La loro possibilità di loggare l'uso che se ne fa
            e di avere del log "validi" (ossia non
            taroccabili via software [anche se una mezza idea
            di come fare io ce l'avrei pure...]) mi da una
            certa tranquillità visto che, alla fine, sono io
            che sto concedendo a un pinco pallino qualunque
            l'accesso alla mia connessione Internet di cui io
            sono
            responsabile.COSAAA tu non eri il sostenitore della privacy uber alles?Come mai quando sono le tue chiappe a rischio ti va bene? :D
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da:

            La loro possibilità di loggare l'uso che se ne
            fa

            e di avere del log "validi" (ossia non

            taroccabili via software [anche se una mezza
            idea

            di come fare io ce l'avrei pure...]) mi da una

            certa tranquillità visto che, alla fine, sono io

            che sto concedendo a un pinco pallino qualunque

            l'accesso alla mia connessione Internet di cui
            io

            sono

            responsabile.
            COSAAA tu non eri il sostenitore della privacy
            uber
            alles?
            Come mai quando sono le tue chiappe a rischio ti
            va bene? :DSe usano Tor possono andare dove gli pare, quello che non possono fare è mettere nei guai il sottoscritto. Non mi interessa sapere dove vanno o ciò che fanno, ma visto che la MIA navigazione è loggata allora pretendo che siano distinti i miei log dai loro. Se la MIA navigazione non fosse loggata non lo pretenderei.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 14 dicembre 2006 16.44-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene
            Scusa l'off topic, ma dove accidenti è finito il post sulla caccia alle streghe?E' stato "censurato" o sbaglio?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da:
            Scusa l'off topic, ma dove accidenti è finito il
            post sulla caccia alle
            streghe?
            E' stato "censurato" o sbaglio?Uh? No... è qui http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1809796&m_rid=0se è ciò a cui ti riferisci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene
            Si, grazie; temevo avessero cancellato il mio ultimo post:http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1810883&m_rid=0
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            Si! considerando che potresti averne uno non

            proprietario e opensource che aiuterebbe a fare

            crescere una rete libera dal

            basso!

            Io trovo grave "aiutare" i furbi come skype e

            Fon.. speravo che uno come te ci arrivasse da

            solo...

            I sorgenti dell'apparecchietto sono disponibili.
            È vero che purtroppo l'apparecchio non accetta
            riprogrammazioni se non da firmware firmati con
            la chiave della FON (che non fornisce) e quindi i
            sorgenti sono inutilizzabili (cioè anche se li
            ricompilo correttamente poi non posso farne
            l'upload) però è anche vero che è l'unico modo
            che ha la FON per garantirsi che i dati dei log
            che riceve non vengano
            falsificati.
            La parola magica è garantirsi che beninteso è diversa sia da grantirti che da garantire (verso terzi)
            La rete FON permette, a chi ne fa parte, di
            accedere a diversi hot-spot sparsi in tutta
            europa e per una modica cifra (3 euro al giorno
            pagabili con paypal direttamente da un hot-spot
            FON) permette anche a chi non fa parte della rete
            di
            partecipare.So perfettamente cosa fa FON ma proprio per questo non la amo perchè costruisce con lo sforzo di molti una cosa a suo esclusivo vantaggio!

            La loro possibilità di loggare l'uso che se ne fa
            e di avere del log "validi" (ossia non
            taroccabili via software [anche se una mezza idea
            di come fare io ce l'avrei pure...]) mi da una
            certa tranquillità visto che, alla fine, sono io
            che sto concedendo a un pinco pallino qualunque
            l'accesso alla mia connessione Internet di cui io
            sono
            responsabile.Il tuo problema è che continui a esserne responsabili agli occhi della nostra legge in quanto titolare del contratto col tuo provider!

            La loro iniziativa mi pare buona, ben organizzata
            e seppur non priva di difetti per lo meno mi pare
            si tratti dell'unica iniziativa simile che c'è in
            giro e che quindi sono ben felice di aiutare a
            crescere.Contento tu!

            Ah, senza contare che l'apparecchietto quelli
            della FON me l'hanno regalato, spese di
            spedizione (dalla Spagna) incluse... insomma, non
            ho pagato un eurocent per averlo... non sarò
            certo io a guardare in bocca a caval
            donato.
            eheheh certo "donato"... e tu cosa hai donato? @^
      • avvelenato scrive:
        Re: Bene
        - Scritto da: Solvalou
        Beh spero che tengano in conto anche le frequenze
        oltre che l'intensita'. Le frequenze sono nel range delle microonde per quanto riguarda sia cellulari che wi-fi, mentre la tv e la radio utilizzano frequenze radio, per l'appunto.Sinceramente mi spaventano di più i tralicci elettrici.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene


          Beh spero che tengano in conto anche le
          frequenze

          oltre che l'intensita'.

          Le frequenze sono nel range delle microonde per
          quanto riguarda sia cellulari che wi-fi, mentre
          la tv e la radio utilizzano frequenze radio, per
          l'appunto.

          Sinceramente mi spaventano di più i tralicci
          elettrici.Basta non toccare il fili :@
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene

        E poi per evidenti ragioni geometriche
        l'assorbimento diminuisce esponenzialmente
        rispetto alla distanza dalla sorgente di
        emissioni, quindi e' gia' molto meglio un
        portatile a distanza di braccio che un cellulare
        all'orecchio o a due cm dai testicoliEhm.. quadraticamente, non esponenzialmente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene
      - Scritto da: Wakko Warner
      Era ora che qualcuno se ne uscisse con un
      paragone
      chiarificatore.
      Un anno di WiFi = 20min di cell.ma dobbiamo bercela cosi?uno dice senza prove alla manoche un anno di wifi = 20 min di celle noi sisi vero vero??ma andiamo.ci vogliono dei test seri.PUNTO(consapevole del fatto che il wifi aiuterà il digital divide)
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Bene
        - Scritto da:

        - Scritto da: Wakko Warner

        Era ora che qualcuno se ne uscisse con un

        paragone

        chiarificatore.

        Un anno di WiFi = 20min di cell.


        ma dobbiamo bercela cosi?
        uno dice senza prove alla mano
        che un anno di wifi = 20 min di cell
        e noi sisi vero vero??

        ma andiamo.

        ci vogliono dei test seri.PUNTO

        (consapevole del fatto che il wifi aiuterà il
        digital
        divide)Quello che l'ha detto non è un pinco pallino a caso, è un esperto del settore. Un esperto fra l'altro dell'agenzia della salute quindi non qualcuno di parte.Ora, se ha fatto l'affermazione che ha fatto ha sicuramente le sue buone ragioni, ragioni che non dipendono da "verità" dogmatiche stile religione ma dalla sua conoscenza scientifica e dalla sua esperienza.Ciò che è palese sono due fattori:1) Il WiFi emette una potenza che è 10-20 volte inferiore a quella di un qualunque GSM2) La potenza viene "dissipata" in modo _quadratico_ con la distanza dall'antenna: un GSM ce l'hai attaccato al cervello, un'antenna WiFi ce l'hai a diversi metri da teErgo, non solo la potenza in uscita dall'antenna WiFi è MOLTO più bassa di quella in uscita dall'antenna di un GSM, ma di quella potenza ti arriverà addosso una parte infinitesima al contrario del GSM in cui invece il tuo cervello se ne assorbe in gran parte.L'esempio dell'esperto dunque mi sembra del tutto sensato e plausibile... altrimenti facciamo finta che la scienza non esiste, ignoriamo i fatti e cominciamo a credere in quello che più ci piace e più ci aggrada, un po' come si fa con la religione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene

          Ciò che è palese sono due fattori:
          1) Il WiFi emette una potenza che è 10-20 volte
          inferiore a quella di un qualunque
          GSM
          2) La potenza viene "dissipata" in modo
          _quadratico_ con la distanza dall'antenna: un GSM
          ce l'hai attaccato al cervello, un'antenna WiFi
          ce l'hai a diversi metri da
          teuna piccola precisazione, a prescindere dalla discussione. qui c'e' un errore concettuale, stai comparando la potenza emessa dal terminale con quella dell'AP. il cellulare ce l'hai attaccato al cervello come hai attaccato al cervello il terminale voip che usi per parlare con l'AP WLAN, a meno che tu non sia in grado di modulare la tua voce in spread spectrum per parlare direttamente con l'AP. quindi se vuoi fare questo tipo di discorsi devi comparare l'antenna della base station GSM/WCDMA, che sta a diverse centinaia di metri da te, con l'access point WLAN, che sta nella tua stanza. inoltre per entrambi i sistemi le potenze in gioco dipendono dalla distanza tra le parti, quindi cerchiamo di non menarla col fatto che i GSM sparano sempre a 2W quando questo è il picco per GSM900 (manco per GSM1800, e in WCDMA le potenze sono inferiori, unito al fatto che le celle sono più piccole).in ogni caso a parlare di queste si rischia di trascinare la discussione all'infinito (soprattutto in questi forum) tra pro-wlan e pro-gsm, cosa abbastanza inutile.-GX
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da:


            Ciò che è palese sono due fattori:

            1) Il WiFi emette una potenza che è 10-20 volte

            inferiore a quella di un qualunque

            GSM

            2) La potenza viene "dissipata" in modo

            _quadratico_ con la distanza dall'antenna: un
            GSM

            ce l'hai attaccato al cervello, un'antenna WiFi

            ce l'hai a diversi metri da

            te

            una piccola precisazione, a prescindere dalla
            discussione. qui c'e' un errore concettuale, stai
            comparando la potenza emessa dal terminale con
            quella dell'AP. il cellulare ce l'hai attaccato
            al cervello come hai attaccato al cervello il
            terminale voip che usi per parlare con l'AP WLAN,
            a meno che tu non sia in grado di modulare la tua
            voce in spread spectrum per parlare direttamente
            con l'AP. quindi se vuoi fare questo tipo di
            discorsi devi comparare l'antenna della base
            station GSM/WCDMA, che sta a diverse centinaia di
            metri da te, con l'access point WLAN, che sta
            nella tua stanza. inoltre per entrambi i sistemi
            le potenze in gioco dipendono dalla distanza tra
            le parti, quindi cerchiamo di non menarla col
            fatto che i GSM sparano sempre a 2W quando questo
            è il picco per GSM900 (manco per GSM1800, e in
            WCDMA le potenze sono inferiori, unito al fatto
            che le celle sono più
            piccole).
            in ogni caso a parlare di queste si rischia di
            trascinare la discussione all'infinito
            (soprattutto in questi forum) tra pro-wlan e
            pro-gsm, cosa abbastanza
            inutile.
            -GXInutile almeno quanto il post che hai fatto!1) all'aumentare della distanza il cellulare aumenta la potenza (come è ovvio) altrimenti non "sentirebbe" la cella!Quindi il tuo ragionamento sulla distanza va a farsi benedire!2) Il WCDMA ha celle più piccole (vero).. e meno potenti (vero) ma più numerose e quini più vicine!In totale i sistemi di telefonia "tradizionale" delle TELCO's richiedono quindi più potenza!Questo è un fatto!Ti piace? non ti piace?...un fatto resta!In parole povere Wlan=meno potenza, antenne più piccole e meno visibili per un impatto totale molto minore!P.S.Salutami l'amministratore delegato della telco per cui lavori quando lo vedi.Ciauz!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene

            Inutile almeno quanto il post che hai fatto!
            1) all'aumentare della distanza il cellulare
            aumenta la potenza (come è ovvio) altrimenti non
            "sentirebbe" la
            cella!
            Quindi il tuo ragionamento sulla distanza va a
            farsi
            benedire!

            2) Il WCDMA ha celle più piccole (vero).. e meno
            potenti (vero) ma più numerose e quini più
            vicine!ho solo puntualizzato un errore di concetto.per quanto riguarda i due sistemi, essi sono simili: infatti passi da GSM con celle grandi con WCDMA con celle meno potenti, più numerose e più fitte con WLAN che le ha ancora più numerose e ancora meno potenti.la mia critica si rivolge a quelli che cercano a tutti i costi di trovare una tecnologia migliore di un altra ponendo esempi e controesempi poco pertinenti-
            la discussione è inutile. l'unico modo per saperle se fa male o no è effettuare test seri a lungo termine sulla popolazione.-GX
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene
            - Scritto da:


            Inutile almeno quanto il post che hai fatto!


            1) all'aumentare della distanza il cellulare

            aumenta la potenza (come è ovvio) altrimenti non

            "sentirebbe" la

            cella!

            Quindi il tuo ragionamento sulla distanza va a

            farsi

            benedire!



            2) Il WCDMA ha celle più piccole (vero).. e meno

            potenti (vero) ma più numerose e quini più

            vicine!

            ho solo puntualizzato un errore di concetto.
            per quanto riguarda i due sistemi, essi sono
            simili: infatti passi da GSM con celle grandi con
            WCDMA con celle meno potenti, più numerose e più
            fitte con WLAN che le ha ancora più numerose e
            ancora meno
            potenti.
            la mia critica si rivolge a quelli che cercano a
            tutti i costi di trovare una tecnologia migliore
            di un altra ponendo esempi e controesempi poco
            pertinenti-
            la discussione è inutile. l'unico
            modo per saperle se fa male o no è effettuare
            test seri a lungo termine sulla
            popolazione.
            -GXMi spiace ma gli esempi che paragonano cellulare e wlan sono pertinentissimi (a differenza di quelli che parlano genericamente di radiofrequenze) per la similitudine delle frequenze in gioco, per paragonabilità delle potenze, per potenziali bacini di utenza e anche per le "similitudini tecnologiche" dei sistemi!Le similitudini sono più che sufficienti a fare un paragone per categorie appunto "simili".È quindi più che lecito affermare che se il cellulare non è dannoso la wlan lo è ancora meno perchè si tratta di oggetti molto affini da quasi tutti i punti di vista e delle QUANTITÀ in gioco nel ragionamento!Le QUANTITÀ sono minori anche considerando la continuità di esposizione (continuità che esiste anche per il cellulare checchè ne dicano i troll).Questo (lo sappiamo) non piace moltissimo alle telco (considerando quanto costa la tecnologia del piffero che gli UTENTI sono costretti a pagare e i monopoli dentro cui le telco inzuppano il pane fino al gomito) ma è così ... peccato!Il fatto che una tecnologia sia "disruptive" per un certo modello di business è un fatto della vita e della storia con cui bisogna saper fare i conti (altrimenti si chiude)...A proposito..Mi hai salutato il tuo amministratore delegato? @^
      • Bobon123 scrive:
        Re: Bene
        Il fatto che tu non conosca i test seri non vuol dire che non ne esistono.Si trovano vari dati linkati sul post di Talking Headhttp://talking-head.blogspot.com/2007/12/wi-fi-e-inquinamento-elettromagnetico.html
Chiudi i commenti