COVID-19: LinkedIn a sostegno di ospedali e medici

La piattaforma social mette a disposizione degli addetti ai lavori alcune risorse gratuite che possono tornare utili nell'affrontare l'emergenza.
La piattaforma social mette a disposizione degli addetti ai lavori alcune risorse gratuite che possono tornare utili nell'affrontare l'emergenza.

Anche LinkedIn fa la propria parte aprendo la sua rete di contatti e professionalità, al fine di agevolare il lavoro di chi si trova impegnato in prima linea nella battaglia al coronavirus. Le risorse sono rivolte sia a chi opera all’interno dell’ambito sanitario, sia ad altre filiere come quella della grande distribuzione, anch’esse di importanza fondamentale in questo momento di crisi.

Le risorse di LinkedIn per la lotta a COVID-19

Lo sforzo della piattaforma ha come primo obiettivo quello di agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta per quanto riguarda le competenze, così che realtà attive nella lotta a COVID-19 possano reperire personale da impiegare senza alcuna spesa e in tempi rapidi. Ecco quanto messo a disposizione.

  • Annunci di lavoro gratuiti per i ruoli in prima linea offerti a ospedali, produttori di dispositivi medicali, studi medici e di assistenza per la salute mentale, supermercati, magazzini e società di spedizioni, nonché organizzazioni no-profit di soccorso;
  • connessione tra professionisti in campo medico per le posizioni sanitarie più urgenti così da aiutare le persone in cerca di lavoro con le competenze appropriate a trovare rapidamente posizioni aperte;
  • mobilitazione dei recruiter attivi sulla piattaforma per contribuire a ricoprire le posizioni più urgenti e supportare le organizzazioni sanitarie e no-profit di soccorso in caso di calamità che gestiscono gli effetti secondari del coronavirus come disoccupazione, assistenza all’infanzia e problemi di salute mentale;
  • supporto per le realtà clienti del settore sanitario con informazioni gratuite e assistenza su come effettuare assunzioni di importanza critica.

Così facendo ospedali (ma non solo) possono far leva sul servizio per reclutare i professionisti necessari. Queste le parole di Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn Italia.

Qui in Italia, c’è un netto contrasto tra il silenzio totale che abbiamo nelle città e il forte rumore delle ambulanze che si precipitano per strada durante il giorno. Tuttavia, ogni volta, tutto ciò mi ricorda le storie eroiche che tutti noi ascoltiamo, di quelle persone in prima linea che lavorano 24 ore su 24 per proteggere gli altri. È chiaro, tuttavia, che è necessario un maggiore supporto per ricoprire le posizioni aperte più urgenti.

In campo dunque anche il team di esperti della piattaforma per affiancare medici e imprenditori che stanno dando un importante contributo alla collettività nel percorso di ricerca e assunzione dei candidati più in linea con le specifiche esigenze. Prosegue Albergoni.

Ecco perché stiamo rafforzando le nostre iniziative per contribuire ad accelerare l’assunzione di personale con le competenze critiche che sono più necessarie in questo momento. Ci impegniamo a fare la nostra parte e siamo grati per l’enorme supporto dei nostri esperti nell’acquisizione di talenti, che stanno contribuendo su base volontaria per favorire la selezione del personale per le posizioni urgenti e fare la differenza.

Maggiori informazioni a proposito dell’iniziativa annunciata oggi da LinkedIn sono reperibili sul portale Navigating Coronavirus messo online dal social network di Microsoft.

Fonte: LinkedIn
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti