Craigslist, il contrattacco

Il portalone di annunci denuncia il procuratore generale del North Carolina: chiede che un tribunale lo costringa a ritirare la minaccia di indagare. Ma il procuratore non demorde: le indagini sono già state avviate

Roma – Craigslist non intende privare i cittadini della rete della possibilità di offrirsi negli annunci, non intende rimuovere le inserzioni legali che possano essere interpretate come l’invito a partecipare a mercimoni di corpi, né si dichiara disposta a rimuovere tutte le inserzioni che, dedicate allo stato del South Carolina, ospitino immagini esplicite. Per questo motivo ha denunciato il procuratore generale dello stato americano che ha minacciato di accusare Craigslist di aver condotto comportamenti illegali.

Fra gli annunci e le categorie di Craigslist, a parere delle autorità statunitensi, si intrecciano turpi traffici umani, relazioni che sfociano in deprecabili delitti in cui le cronache si crogiolano . Craigslist è occasione di brandire propositi e di rassicurare cittadini apprensivi, Craigslist è un belletto per sceriffi e procuratori generali . Mobilitato dalla attualità più efferata e dal fermento dei palazzi, il procuratore generale del South Carolina Henry McMaster aveva concesso al portalone di annunci un ultimatum: se non avesse rimosso entro pochi giorni l’intera sezione dedicata al pubblico adulto dalla area del sito che ospita le inserzioni per il South Carolina, McMaster avrebbe avviato un’ indagine volta ad accertare le responsabilità di Craigslist di fronte alla legge.

Poco sembrava importare che negli States viga il Communications Decency Act , il cui articolo 230 stabilisce che i gestori di piattaforme che ospitano contenuti postati dagli utenti non si possano considerare responsabili di alcunché né siano tenuti a vigilare: Craigslist si era piegata parzialmente al volere delle autorità. Aveva offerto collaborazione , aveva promesso di far transitare tutti gli annunci prima classificati come per adulti ad una sezione dedicata ai servizi erotici, aveva promesso di monitorare preventivamente tutte le inserzioni, e di pubblicare solo quelle che aderissero alle leggi dei singoli stati. A McMaster non è bastato per ammorbidire la minaccia: Craigslist non aveva rimosso tutto ciò che avrebbe potuto urtare le menti più sensibili, l’indagine è stata avviata.

Ma il portalone di annunci si dimostra combattivo: si è rivolto ad un tribunale federale del South Carolina, ha denunciato il procuratore, ha chiesto che gli si imponga di ritirare la minaccia con cui paventava di accusare l’azienda di un reato. Craigslist spiega alla corte che, anche volendo sorvolare sull’eccezione prevista dall’articolo 230 del Communications Decency Act , non potrebbe in alcun modo agire per rimuovere chirurgicamente i soli annunci controversi postati nello stato : l’architettura del servizio non permetterebbe di agire se non sulla globalità degli annunci, accettabili o discutibili che siano, postati per i cittadini del South Carolina. Craigslist dichiara di aver fatto già abbastanza per placare il furore del Procuratore.

McMaster, però, non demorde . Il procuratore si dichiara entusiasta del fatto che l’azienda abbia scelto di adire le vie legali: “dimostra che Craigslist per la prima volta prende le cose sul serio”. McMaster apprezza altresì lo sforzo profuso dall’azienda per vigilare preventivamente; ciò non la solleverà però dall’eventualità di dover rispondere dai comportamenti assunti in passato.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Comunardo scrive:
    Considerazione
    Una considerazione forse scontata ma necessaria, e' che questa moda degli hackintosh denota la volonta' di un pubblico sempre piu' vasto di avere disponibile un sistema operativo efficace. Chi e' passato da PC a Mac o anche ad Hackintosh, rimane sempre sbalordito dall'incredibile funzionalita' che si trovano per le mani, abituati magari da decenni a perdere tempo su sistemi operativi zoppicanti e macchinosi. La realta' sconvolgente e' che esistono ancora milioni e milioni di utenti PC che vivono beati nelle loro "gabbie". La storia, magari tra neanche tanti anni, definira' Bill Gates il piu' grande truffatore di ogni tempo... Perche' e' riuscito ad imporre sistemi operativi che hanno rallentato fortemente il progresso e permesso tutto quello che non funziona sui computers come le speculazioni globali sui PC vedi per esempio i virus e gli antivirus... Mentre su altri sistemi come Macos e Linux la realta' dice che si gioca, si studia e si lavora senza problemi di sorta.Consiglio agli integralisti del pc invece di attaccarmi, di farsi 10 giorni su un mac e poi magari fare qualche critica costruttiva... Sempre ci riescano!
  • Carlo 73 scrive:
    Ma comprateli in Italia, altro che CSI !
    Scusate,ma da oltre 1 anno la ApplePC (www.ApplePC.it) vende i suoi cloni legali qui in Italia: non lo sapevate?!?Io ne ho preso uno ad inizio anno ed ho fatto tutti gli aggiornamenti fino alla 10.5.7 senza problemi!Andare ad acquistare in rubli mi fa venire i brividi: se hai problemi con chi parli? Ed in che lingua?!?La ApplePC offre anche un call center dedicato e sono ESTREMAMENTE disponibili: sembrerà strano, ma non lavoro per loro ;-) sono solo un cliente MOLTO SODDISFATTO.Saluti a tutti, Carlo73
  • Caccola scrive:
    SOLO UNA COSA......
    ADRIANAAAA AAAAA AAAAA AAAA AAAAA.AAA AAAAA.AAAAAA.AAAAAAAAAA XD
  • aldo scrive:
    EULA non significa niente
    ma quando mai si puo' obbligare qualcuno a non guidare la sua macchina nuova su strade di campagna solo perche' e' scritto sul libretto di istruzioni???? sta EULA e' una gran presa per i fondelli. se un prodotto lo vendi in negozio come fosse un sacco di patate il cliente lo puo' trattare come un sacco di patate. se lo vuoi vendere diversamente fai firmare un contratto.
  • smnbss scrive:
    probabilmente
    usano delle specifiche hardware identiche o molto simili ai veri mac...il trucco di apple e' sempre stato quello di avere un os che funzioni con dell'hardware specifico, cosi meno driver da sviluppare e testare e sviluppo + semplice
    • Blackstorm scrive:
      Re: probabilmente
      - Scritto da: smnbss
      usano delle specifiche hardware identiche o molto
      simili ai veri
      mac...Identiche: dal momento che ormai apple si è buttata sull'architettura x86, i mac sono a tutti gli effetti dei pc, almeno a livello hardware. Quindi, qualsiasi componente usino, è reperibile anche per un normalissimo pc. L'unico nodo rimane l'efi, ma dacchè le specifiche mi risultano essere pubbliche, è stato sviluppato efix che fa un ottimo lavoro, a quanto dicono (purtroppo non ho mai avuto la possibilità di provarlo, ma a quel che leggo in giro è fatto con i controattributi).
      • Enjoy yourself scrive:
        Re: probabilmente
        - Scritto da: Blackstorm

        usano delle specifiche hardware identiche o molto

        simili ai veri

        mac...
        Identiche: quasi... BIOS ed EFI fanno la differenzad
        • Nodavvero scrive:
          Re: probabilmente
          Beh, il mio notebook AmiloPro non ha EFI, ha un Bios vecchio come mio nonno, eppure OSX 10.5.6 funziona senza batter ciglio, aggiornandosi normalmente. Se non hai EFI non significa che tu non possa avere un emulatore di EFI, il sistema operativo non è in grado di distinguere il vero dal "falso" che in ogni caso funziona ineccepibilmente, diversamente la macchina sarebbe inutilizzabile mentre va senza problemi di alcun tipo. Apple per evitare questi fenomeni dovrebbe allontanarsi dal mondo x86, è la sola maniera.
  • -ToM- scrive:
    Il problema di OSX è la licenza d'uso
    dovrebbero scriverne una come quella di iTunes, per evitare qualsiasi problema:[img]http://failblog.files.wordpress.com/2009/04/fail-owned-itune-nuke-fail.jpg?w=500&h=379[/img]
    • Tu Imbelli scrive:
      Re: Il problema di OSX è la licenza d'uso
      Ma e' semplicemente FANTASTICA quella licenza!!!Non posso utilizzare iTunes per costruire armi nucleari, ma solo negli Stati Uniti !!!!F A N T A S T I C A ! ! ! ! !
      • Sergio scrive:
        Re: Il problema di OSX è la licenza d'uso
        Questa clausola c'è quasi sempre... anche i pc della Dell non puoi usarli per progettare armi nucleari ;-)
        • -ToM- scrive:
          Re: Il problema di OSX è la licenza d'uso
          - Scritto da: Sergio
          Questa clausola c'è quasi sempre... anche i pc
          della Dell non puoi usarli per progettare armi
          nucleari ;-)premetto che scherzo, non voglio tirarci fuori un flame ma... i computer sono stati creati per la progettazione in un certo senso... un applicativo per gestire playlist musicali e manovrare l'iPod, no ;)Vai a sapere sti ammergiani cosa impongono a queste aziende... guarda l'antitrust, praticamente è antimicrosoft ;)
    • Manuel88 scrive:
      Re: Il problema di OSX è la licenza d'uso
      - Scritto da: -ToM-
      dovrebbero scriverne una come quella di iTunes,
      per evitare qualsiasi
      problema:

      [img]
      http://failblog.files.wordpress.com/2009/04/fail-oI construttori di armi nucleari sono costretti a usare il p2p per scaricarsi la musica ed ascoltarsela mentre fanno missili,poveri...
  • Safri DUO scrive:
    Ma il trucco dov'e' ?
    Qual'e' il metodo che usano per far si che Leopard possa essere installato su un comune PC.Non penso che utilizzino le varie tecniche di hackintosh e compagnia bella, soffrono ancora dei problemi dell'audio e della scheda di rete, inoltre non funzionano gli updates automatici.Mentre i vari PearC, RussianMac e Psy garantiscono il PERFETTO funzionamento di Leopard sulle loro macchine...Modifica del BIOS ????
    • mura scrive:
      Re: Ma il trucco dov'e' ?
      Forse con un aggeggino hardware chiamato efix installato di default.http://www.efi-x.com/
      • Elf scrive:
        Re: Ma il trucco dov'e' ?
        - Scritto da: mura
        Forse con un aggeggino hardware chiamato efix
        installato di
        default.

        http://www.efi-x.com/Basta anche un bootloader che faccia lo stesso lavoro di Efi-X. Per quanto riguarda la compatibilità dipende dalla mobo che usi: per alcuni modelli funziona tutto senza problemi.
    • luna scrive:
      Re: Ma il trucco dov'e' ?
      per quanto riguarda " i problemi " da te segnalati questi si verificano unicamente nel momento in cui il driver è scritto male (overo artigianale) basta utilizzare gli stessi componenti (non certo misteriosi e nemmeno rari) di un pc della mela problema risolto.per gli aggiornamenti, superato il problema boot (con bootloader apposito) hai un os x vanilla (quindi non modificato) che si aggiorna come qualsiasi mac. nessuna differenza.tempo fa avresti avuto ragione. adesso questo discorso è nullo in quanto appunto hackintosh è os x puro (salvo quello che avviene prima di caricare il kernel, appunto)
      • Teo_ scrive:
        Re: Ma il trucco dov'e' ?
        - Scritto da: luna
        tempo fa avresti avuto ragione. adesso questo
        discorso è nullo in quanto appunto hackintosh è
        os x puro (salvo quello che avviene prima di
        caricare il kernel,
        appunto)Funzionano quindi BootCamp, Target Mode e password di Open Firmware?
        • Davide scrive:
          Re: Ma il trucco dov'e' ?
          - Scritto da: Teo_

          Funzionano quindi BootCamp, Target Mode e
          password di Open
          Firmware?Non funziona chiaramente nulla di tutto questo.
          • Teo_ scrive:
            Re: Ma il trucco dov'e' ?
            - Scritto da: Davide
            - Scritto da: Teo_



            Funzionano quindi BootCamp, Target Mode e

            password di Open

            Firmware?

            Non funziona chiaramente nulla di tutto questo.Chiaramente per te, non per me. :)Dove sono scritte queste funzioni? Non si potrebbero replicare?
        • -ToM- scrive:
          Re: Ma il trucco dov'e' ?
          - Scritto da: Teo_
          Funzionano quindi BootCamp, Target Mode e
          password di Open Firmware?certo parlare di bootcamp e hackintosh è davvero interessante ;)
    • Scriabin scrive:
      Re: Ma il trucco dov'e' ?
      - Scritto da: Safri DUO
      Qual'e' il metodo che usano per far si che
      Leopard possa essere installato su un comune
      PC.....
      Modifica del BIOS ????Invece si, son le stesse tecniche che girano in rete per farsi il proprio hackintosh.Tra mac e pc non ci più enormi differenze a livello hardware perchè ormai anche apple s'è messa ad usare cpu intel; una volta la cosa sarebbe stata impossibile in quanto le cpu (con relativa architettura) erano totalmente differenti.Adesso quello che cambia è essenzialmente il tipo di bios: differenza aggirabile o tramite un aggeggio hardware (efix) o tramite un bootmanager software che in avvio ne simula la presenza.Insomma, se l'hardware scelto per costruire il pc è intel-centrico va tutto a meraviglia, audio, rete, funziona tutto quanto (a parte qualche raro caso di software molto particolare), te lo dico per esperienza diretta.Non ti sto scrivendo dal leo perchè l'ho tolto dopo un paio di mesi...mi mancava troppo il cut-paste che su leopard proprio non esiste -_-' ma questo è un altro discorso. Cio' non toglie che leopard possa girare anche su pc amd-centrici: ma non ti so dire se anche li' son riusciti a far funzionare tutto quanto e adattare i driver già presenti su linux (visto che leopard in fondo è una sorta di linux, chiamato darwin)
      • Safri DUO scrive:
        Re: Ma il trucco dov'e' ?
        - Scritto da: Scriabin
        - Scritto da: Safri DUO
        mi mancava troppo il
        cut-paste che su leopard proprio non esiste -_-'CMD-C = CopyCMD-V = PasteCMD-X = Cutfunzionano benissimo, basta farci la mano... :)
        • Scriabin scrive:
          Re: Ma il trucco dov'e' ?
          - Scritto da: Safri DUO
          - Scritto da: Scriabin

          - Scritto da: Safri DUO

          mi mancava troppo il

          cut-paste che su leopard proprio non esiste -_-'

          CMD-C = Copy
          CMD-V = Paste
          CMD-X = Cut

          funzionano benissimo, basta farci la mano... :)tagli un file, lo incolli da un'altra parte ma il file di partenza non viene mica eliminato, io intendo questo.Ovvio che con le normali operazioni su testo o altri contenuti funzionino le classiche shortcuts...io mi riferisco invece proprio ai files.Te dici: e be ma fai il drag&drop...si come no, devi aprirti due finestre, una dove stanno i file da tagliare e un'altra finestra dove ti posizioni per la destinazione.Es, voglio spostare un file due livelli sopra:su win: ctrl-x, backspace, backspace, ctrl-vsu leo me lo dici tu come fare altrettanto velocemente?
          • Teo_ scrive:
            Re: Ma il trucco dov'e' ?
            - Scritto da: Scriabin
            - Scritto da: Safri DUO
            Es, voglio spostare un file due livelli sopra:
            su win: ctrl-x, backspace, backspace, ctrl-v
            su leo me lo dici tu come fare altrettanto
            velocemente?Trascini il file nella "barra del percorso" nella cartella due livelli superiori e fai ancora prima.In caso di percorsi diversi però il taglia sarebbe comodo.
          • Elf scrive:
            Re: Ma il trucco dov'e' ?
            - Scritto da: Teo_
            - Scritto da: Scriabin

            - Scritto da: Safri DUO


            Es, voglio spostare un file due livelli sopra:

            su win: ctrl-x, backspace, backspace, ctrl-v

            su leo me lo dici tu come fare altrettanto

            velocemente?

            Trascini il file nella "barra del percorso" nella
            cartella due livelli superiori e fai ancora
            prima.
            In caso di percorsi diversi però il taglia
            sarebbe
            comodo.In effetti non c'è un'opzione "taglia" ma CMD+X va più che bene :)
    • Soffritto scrive:
      Re: Ma il trucco dov'e' ?
      Non usano nessun trucco. L'hardware di un Mac è da qualche anno composto da parti assolutamente standard, che si trovano in schede madri di vari produttori. E' possibile, ed è quello che si verifica, che un produttore abbia a catalogo una o più schede madri per PC realizzate con i medesimi componenti delle schede madri di uno dei modelli Mac, ed è qui che i costruttori di Maccloni hanno gioco facile. Quanto al bios EFI è facilmente simulabile. Anche schede madri con hardware differente da quello previsto da OSX possono andare, però a qualcuna può non funzionare questa o quella periferica (audio, nic), in questi casi o ci si accontenta o si cerca un driver di un prodotto per Mac realizzato con lo stesso circuito. Si va a fortuna... Un mio conoscente ha un hackintosh con Athlon64, non funziona l'ingresso audio, però. Ma gli va bene lo stesso così!
  • uno dei tanti scrive:
    Reverse Engineering
    In Russia e' legale il reverse engineering, figuriamoci installare Mac OSX su un normale PC...
    • r1348 scrive:
      Re: Reverse Engineering
      Il reverse engineering a quanto ne so è legale un po' ovunque (molti driver linux esistono grazie ad esso).Forse ti riferisci al disassemblamento del codice?
      • Blackstorm scrive:
        Re: Reverse Engineering
        - Scritto da: r1348
        Il reverse engineering a quanto ne so è legale un
        po' ovunque (molti driver linux esistono grazie
        ad
        esso).
        Forse ti riferisci al disassemblamento del codice?Beh, in ogni caso mica serve. A me risulta che le specifiche di EFI sono pubbliche, e per l'hardware... beh, è facile vederlo.
      • Tu Imbelli scrive:
        Re: Reverse Engineering
        - Scritto da: r1348
        Il reverse engineering a quanto ne so è legale un
        po' ovunque (molti driver linux esistono grazie
        ad
        esso).
        Forse ti riferisci al disassemblamento del codice?non ho parole..."usare i telefonini 3 su Tim e' legale un po' ovunque (molti telefonini li trovi su ebay). Forse ti riferisci a sbloccare i telefonini ?" http://it.wikipedia.org/wiki/Reverse_engineering
  • DuDe scrive:
    Perche' sarebbe illegale?
    Davvero, non e' polemica, ma proprio non saprei se e' illegale vendere leopard su un hardware non apple, a meno che l'eula non dica chiaramente che tale software si deve usare solo su tale hardware.
    • Elf scrive:
      Re: Perche' sarebbe illegale?
      - Scritto da: DuDe
      Davvero, non e' polemica, ma proprio non saprei
      se e' illegale vendere leopard su un hardware non
      apple, a meno che l'eula non dica chiaramente che
      tale software si deve usare solo su tale
      hardware.L'EULA dice chiaramente che tale software si deve usare solo su tale hardware :)
      • Blackstorm scrive:
        Re: Perche' sarebbe illegale?
        - Scritto da: Elf
        - Scritto da: DuDe

        Davvero, non e' polemica, ma proprio non saprei

        se e' illegale vendere leopard su un hardware
        non

        apple, a meno che l'eula non dica chiaramente
        che

        tale software si deve usare solo su tale

        hardware.

        L'EULA dice chiaramente che tale software si deve
        usare solo su tale hardware
        :)E qui però sorge un problema: per macchina apple cosa si intende? Perchè se si intende solo un certo tipo di hardware chiaramente la apple è fregata. Certo che però è triste dover comprare per forza una macchina di un certo tipo per poter far girare un software...
        • Elf scrive:
          Re: Perche' sarebbe illegale?
          - Scritto da: Blackstorm
          - Scritto da: Elf

          - Scritto da: DuDe


          Davvero, non e' polemica, ma proprio non
          saprei


          se e' illegale vendere leopard su un hardware

          non


          apple, a meno che l'eula non dica chiaramente

          che


          tale software si deve usare solo su tale


          hardware.



          L'EULA dice chiaramente che tale software si
          deve

          usare solo su tale hardware

          :)
          E qui però sorge un problema: per macchina apple
          cosa si intende? Perchè se si intende solo un
          certo tipo di hardware chiaramente la apple è
          fregata. Certo che però è triste dover comprare
          per forza una macchina di un certo tipo per poter
          far girare un
          software...Penso si riferisca esplicitamente ai loro computer. Potrei sbagliarmi ma dubito che i legali di Apple siano così sprovveduti da lasciare spazio ad interpretazioni.
    • Sicuramente scrive:
      Re: Perche' sarebbe illegale?
      L'EULA lo dice, ma può anche dire che le viole sono rosse e i papaveri blu, è la stessa cosa. "Violando" l'EULA non si compie un atto illegale, non si viola nessuna legge a meno di non voler considerare Apple come la fonte del diritto e della legge, il che mi sembra eccessivo, direi! Semmai si rende nullo il contratto tra le parti (utente e Apple) con lo scioglimento dei relativi obblighi di assistenza o garanzia. Per il resto potete fare quel che volete con OSX se l'avete comprato, checchè ne dica Apple!
      • logicaMente scrive:
        Re: Perche' sarebbe illegale?
        - Scritto da: Sicuramente
        Per il resto
        potete fare quel che volete con OSX se l'avete
        comprato, checchè ne dica
        Apple!Infatti. Ma non lo avete comprato. Ne avete solo pagato la licenza d'uso, soggetta alle limitazioni note.
        • Echelon scrive:
          Re: Perche' sarebbe illegale?
          Il fatto, che di fatti stiam parlando e non di chiacchiere, di vendere OSX a chiunque, anche a chi non ha nessun prodotto Apple su cui installarlo, implicitamente annulla diverse delle "limitazioni note" artificiose della EULA. Se ne fosse vietata la vendita a chi non è in grado di dimostrare di avere un prodotto originale su cui installarlo, esibendo il numero di serie o la licenza già in possesso, il discorso della EULA comincerebbe ad avere un senso, ma se OSX viene venduto a cani e porci come si suol dire, e qui siamo in mala fede perchè si venderebbe una cosa inutile (!), allora la EULA possono ficcarsela dove non batte il sole. Non per diritto ma per traverso.
        • C64 scrive:
          Re: Perche' sarebbe illegale?
          Quindi mi stai dicendo che sei io ci cago sopra o lo installo, non si sa come, sul commodore 64 sono perseguibile per legge ?
      • Sergio scrive:
        Re: Perche' sarebbe illegale?
        - Scritto da: Sicuramente
        L'EULA lo dice, ma può anche dire che le viole
        sono rosse e i papaveri blu, è la stessa cosa.
        "Violando" l'EULA non si compie un atto illegale,
        non si viola nessuna legge a meno di non voler
        considerare Apple come la fonte del diritto e
        della legge, il che mi sembra eccessivo, direi!
        Semmai si rende nullo il contratto tra le parti
        (utente e Apple) con lo scioglimento dei relativi
        obblighi di assistenza o garanzia. Per il resto
        potete fare quel che volete con OSX se l'avete
        comprato, checchè ne dica
        Apple!Concordo.. l'EULA è un'accordo tra produttore e utente, un accordo privato che oltretutto non è neanche firmato dall'utente... se hai il software acquistato e regolarmente fatturato dovresti essere in regola dal punto di vista penale anche qua in Italia. Certo non puoi chiedere assistenza alla Apple per problemi, e magari puoi avere problemi legati alla normativa sulla privacy visto il rischio di instabilità della macchina basata su hardware non Apple..
    • tardi per logare scrive:
      Re: Perche' sarebbe illegale?
      ma infatti sono solo se*** mentali della apple...presupporre che ogni cosa lei dica, che in america(come tante altre idiozie) è legge, vincoli l'utente è da manicomio.le leggi europee(italiane nel particolare) sono chiare..l'eula in questo caso non vincola nessuno, tranne gli americani a quanto pare.ad esempio io non posso vendere in un negozio e dire che la merce non si può restituire...anche se lo scrivo in caratteri cubitali all'ingresso, poiche esistono leggi che me lo vietano, e che riducono a zero il valore del documento anche firmato in questione.idem per le clausole nanoscopiche, anche se le firmo, devi avermele illustrate una ad una e non devono crearmi danno significativo (spese maggiori del valore effettivo del bene ad es.)è la mixed economi, dove FORTUNATAMENTE l'utente (con l'avocato) conta!! (patto che abbia i soldi, l'avocato lo dovrai pagare no?! :D) XDD
    • Lettore anonimo scrive:
      Re: Perche' sarebbe illegale?
      - Scritto da: DuDe
      Davvero, non e' polemica, ma proprio non saprei
      se e' illegale vendere leopard su un hardware non
      apple, a meno che l'eula non dica chiaramente che
      tale software si deve usare solo su tale
      hardware.l'eula è appunto la licenza all'utente finale, apple non rilascia alcuna licenza "oem", è non mi pare nemmeno giusto che qualcuno rubi sugli sforzi di altrilo sviluppo di di osx è chiaramente molto costoso, ed i 120 euro della versione retail (anche per il basso numero di copie vendute) non ripagano i costi, che vengono "spalmati" anche sull'hardwarewindows vista mi pare costasse 600 euro al lancio (adesso forse qualcosa meno)
      • lroby scrive:
        Re: Perche' sarebbe illegale?
        - Scritto da: Lettore anonimo
        windows vista mi pare costasse 600 euro al lancio
        (adesso forse qualcosa
        meno)ma perche' cercate sempre il paragone con la versione piu' cara in assoluto di Vista?il paragone non e' corretto per due motivi :1) la licenza mac la compri insieme ad un hw mac? allora il paragone lo si fa' con le versioni oem dei s.o. ms2) il mac viene venduto per essere usato dalle aziende o dai privati? a me risulta dai privati in netta prevalenza, quindi le versioni corrette a cui far riferimento sono le versioni home dei sistemi MS, e mediamante una licenza Home basic o Home premium oem anche 64bit viene venduta a 99 euro circa. (il s.o. Mac OS X costa mi sembra 129 euro)onestamente sul punto 1 ho il dubbio che siano oem o retail , il paragone sarebbe corretto se quelle di mac os x fossero oem, se fossero retail ovvero che le puoi spostare da un mac ad un altro allora non reggerebbe (il paragone).Notare che il tono di questo post non e' polemico solo che mi da' molto fastidio che si debba sempre far paragoni "di parte" ovvero per cercare di vendere meglio quello che si dice.LROBY
        • Lettore anonimo scrive:
          Re: Perche' sarebbe illegale?
          Scusa ma mi pare che hai frainteso completamente il mio discorso.Quello che cercavo di dire è che lo sviluppo di software costa, se distribuisci poche copie (come Mac OS rispetto a Windows) e il prezzo retail è pure basso, devi per forza caricare da qualche altra parte.Se Apple vendesse solo il software a 120 euro andrebbe all'aria in poco tempo, così come stava facendo ai tempi dei "cloni".
          • Simaddai scrive:
            Re: Perche' sarebbe illegale?
            Al tempo dei cloni Apple era già quasi a gambe all'aria per errori di gestione e scelte poco felici, i "cloni" autorizzati sono stati un tentativo per risalire la china.L'errore di fondo, ma errore voluto perchè fa comodo vendere, sta nel vendere OSX anche a chi non ha un computer Apple o non può dimostrare di averlo. Chiunque può comprare OSX, anche il mio micio. Invece dovrebbe essere venduto solo come aggiornamento di una macchina Apple esistente, cosa che non avviene. Allora, se mi vendi il software anche se non ho un Mac o, facendo i difficili, mi vendi la licenza d'uso, perchè mi rompi i cocones se lo installo da un'altra parte? Non devi vendermelo, punto e basta! Però me lo vendi, e poi strilli "dagli all'untore": ma per piacere, meno ipocrisia, più coerenza, please!
          • Lettore anonimo scrive:
            Re: Perche' sarebbe illegale?
            Lo vende perché a chi ha una macchina apple può far piacere aggiornare il sistema senza troppe paranoie.I software apple non hanno protezioni di sorta, è così perché apple considera i clienti appunto come "clienti".
          • Astarot scrive:
            Re: Perche' sarebbe illegale?
            Non è una risposta. Se vendi copie di OSX anche a chi non ha Mac sei in difetto o in mala fede. Vendi un prodotto a chi non lo può utilizzare, in teoria. Però lo vendi lo stesso! Vendere OSX a chi può dimostrare di avere un Mac sarebbe assai più corretto, essendo OSX dedicato ESCLUSIVAMENTE ad un Mac. Vendere, vendere, sempre vendere. Basta portare i soldini nelle casse. Stavolta però grazie alla politica di "vendere anche a chi non dovremmo vendere" i soldini vanno anche nelle casse di qualcun altro. A me questa cosa piace e parecchio!
  • God bless America scrive:
    Finalmente
    Roba da Macachi a prezzo ragionevole.....
  • CHKDSK scrive:
    Link sito?
    Qualcuno ha il link dello store online che vende questa roba?
  • Polemik scrive:
    Articolo illeggibile
    Leggo questo:
Chiudi i commenti