CZ (Binance): Bitcoin è morto, lunga vita a Bitcoin

CZ (Binance): Bitcoin è morto, lunga vita a Bitcoin

Il numero uno di Binance, ricorda a tutti (investitori e non) come dopo ogni caduta passata Bitcoin abbia ripreso a correre forte.
Il numero uno di Binance, ricorda a tutti (investitori e non) come dopo ogni caduta passata Bitcoin abbia ripreso a correre forte.

Assestatosi a una quotazione di circa 20.500 dollari, dopo un ennesimo tonfo fatto registrare nel fine settimana, Bitcoin sembra ancora faticare a ottenere il supporto necessario per recuperare il terreno perduto da un mese e mezzo a questa parte. C’è chi però continua a perseverare, prospettando una crescita dietro l’angolo, un rimbalzo con ripartenza verso nuove vette. Tra i sostenitori di questa teoria c’è CZ. Non uno qualunque, ma il fondatore, CEO e volto rappresentativo dell’exchange Binance, il più importante al mondo per volume di transazioni gestite.

Bitcoin è una bolla, Bitcoin è morto

Il suo parere è noto da tempo, così come la volontà di continuare a spingere l’adozione della criptovaluta, in modo da garantirne la sostenibilità sia per gli investitori sia all’intero ecosistema. A ribadire il concetto è un post condiviso oggi su Twitter, che proponiamo e riportiamo di seguito in forma tradotta.

Storicamente parlando, se hai acquistato Bitcoin ogni volta che c’è stato un titolo “Bitcoin è morto”, hai fatto bene. Logica: quando si perde la speranza, si tocca il fondo.

Il grafico mostra l’avvicendamento dei picchi raggiunti e delle successive ricadute, in un ciclo continuo tra Bitcoin is a bubble (Bitcoin è una bolla) e Bitcoin is dead (Bitcoin è morto).

A chiudere il post è l’acronimo NFA (Not Financial Advice), a sottolineare come il post non sia da intendersi come un consiglio da tenere in considerazione nel pianificare gli investimenti né come vi sia alcuna volontà di spingere i follower verso l’ exchange di Binance.

La scorsa settimana il gruppo ha annunciato nuove assunzioni, una mossa in controtendenza rispetto a quella dei principali competitor (da Crypto.com a Coinbase), che hanno invece confermato l’intenzione di ridurre il proprio organico per contenere le perdite provocate dalla flessione degli asset. C’è chi alla fase attuale ha appiccicato l’etichette Crypto Winter.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 giu 2022
Link copiato negli appunti