D-Elite, prospettive di galera per uno sharer

Nuovi sviluppi per una delle operazioni anti-condivisione più discusse degli ultimi anni. L'FBI individua un nuovo presunto colpevole, che potrebbe pagare molto cari quei clic di troppo. La bastonata di Star Wars
Nuovi sviluppi per una delle operazioni anti-condivisione più discusse degli ultimi anni. L'FBI individua un nuovo presunto colpevole, che potrebbe pagare molto cari quei clic di troppo. La bastonata di Star Wars

La copia pirata di Star Wars Episodio III , messa in rete come download su BitTorrent prima ancora della distribuzione nei cinema, continua ad essere fonte di guai per gli uploader di Elite Torrents .

Il popolare tracker americano fu preso di mira nel 2005 nell’ambito della famosa operazione D-Elite , la prima azione di contrasto alla pirateria telematica su BitTorrent condotta dall’FBI. Gli effetti di D-Elite hanno continuato a farsi sentire nel corso del tempo, e ora un nuovo utente si è dichiarato colpevole della distribuzione dell’infame bootleg di Episodio III.

An Duc Do, venticinquenne di Orlando, Florida, ha confessato di aver contribuito all’upload davanti alla corte del Distretto Orientale della Pennsylvania, confermando le accuse a suo carico di cospirazione e infrazione di copyright .

Duc Do va dunque a far compagnia a Scott McCausland, Grant Stanley, Sam Kuonen, Scott D. Harvanek e gli altri condivisori attivi al tempo su Elite Torrents, tutti accusati per la diffusione non autorizzata di Episodio III in pre-release , con pesanti implicazioni criminali secondo la normativa del Family Entertainment Copyright Act .

L’uomo dovrà ora attendere il 27 febbraio del 2008, data prevista della sentenza, per venire a conoscenza della pena comminatagli. Il fatto di dover affrontare accuse di tipo penale fa rischiare a Duc Do fino a 10 anni di carcere assieme a una multa di 500mila dollari sonanti.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 11 2007
Link copiato negli appunti