Danimarca, legale il downloading di musica

Non è ancora una legge ma il Governo sta lavorando per cancellare le restrizioni agli utenti privati che intendono copiare musica o scaricarla da Internet. Scandalizzati gli industriali della IFPI. Più libertà per gli utenti

Copenaghen – C’è un disegno di legge del governo danese che sta provocando le stizzose reazioni dell’industria discografica, un disegno di legge che, in rottura con il passato, si propone di legalizzare lo scaricamento di file musicali da Internet.

L’idea di fondo del progetto, portato avanti con caparbietà dal ministro della Cultura danese, la signora Elsebeth Nielsen , è di arrivare ad un ammorbidimento delle attuali leggi sul diritto d’autore, considerate troppo restrittive a fronte delle possibilità fornite dalle nuove tecnologie all’utente privato.

La portata rivoluzionaria della proposta è evidente se si considera che negli altri paesi europei, e in quasi tutti i paesi del mondo occidentale, copiare musica senza il consenso dell’autore o del possessore dei diritti non è ammesso se non in particolari condizioni e con grandi restrizioni. Non solo, è evidente che qualora il progetto dovesse diventare legge, i cittadini danesi godranno di un “diritto in più” rispetto ai propri omologhi dell’Unione europea.

Il ministro ha tenuto a sottolineare che le nuove misure, che consentiranno la copia per fini personali di pressoché qualsiasi file musicale nonché la libertà di scaricare i file musicali trovati su Internet, non si applicano invece ai sistemi di file-sharing. Questi sistemi, da Napster in giù, continueranno ad essere considerati un mezzo illecito per “condividere musica”.

Le precisazioni del ministro non sono però servite a tenere a bada la IFPI, la fondazione internazionale che raccoglie una grande quantità di produttori ed etichette musicali.

Allen Dixon, consigliere generale della IFPI , ha testualmente dichiarato: “Non posso credere che si voglia rendere perfettamente legale la copia di un file completamente illegale trovato su Internet. Secondo noi, questo andrebbe contro la legge europea sul copyright e violerebbe le regole dell’Organizzazione mondiale per il Commercio in quanto andrebbe ad interferire con gli scambi commerciali”.

Ma le proteste non finiscono qui. Contro la proposta del Governo danese si sono schierati anche quelli di Copy-Dan , organizzazione pro-copyright dell’industria danese, secondo cui: “Per principio siamo contrari alla copiatura digitale, ma siamo realisti e ci rendiamo conto di quanto sta avvenendo. A causa della costante crescita del fenomeno, i possessori del diritto d’autore vedranno diminuire le vendite dei propri prodotti. Chiediamo che questo venga compensato”.

Secondo Copy-Dan “ci dovrebbe essere una tassa su tutti i materiali che consentono di effettuare copie digitali. Il consumatore dovrebbe pagare al momento dell’acquisto del device”.

Va detto che Copy-Dan, proprio come la SIAE in Italia, raccoglie tasse anche sulle cassette vergini vendute nei negozi e presto anche sui Cd da masterizzare. In Italia la SIAE acquisisce quote anche sui registratori.

Il fatto stesso che la IFPI, che in Belgio ha già condotto operazioni di repressione contro utenti di sistemi di file-sharing, si sia “scandalizzata” per la posizione del Governo danese indica l’importanza di quest’ultima nel quadro di una vera e propria “guerra” che fronti opposti stanno combattendo su scala planetaria da tempo sul diritto d’autore e le nuove tecnologie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Al solito faziosi...
    Capisco che a molti la Microsoft stia sulle palle, ma si poteva essere piu` chiari.Perche` non si dice nulla di Windows 2000? Perche` si e` cosi vaghi su Windows NT ("alcune versioni")e non si dice se la 4 funziona bene o no? (mentre il buon Linux viene promosso perche` il Kernel xx e` ok).
    • Anonimo scrive:
      Re: Al solito faziosi...
      visto che ci sono voci insistenti che lo stack TCP di W2K sia quello di BSD, io direi che stiamo al sicuro...CiaoMaKs- Scritto da: Shadowalker
      Capisco che a molti la Microsoft stia sulle
      palle, ma si poteva essere piu` chiari.

      Perche` non si dice nulla di Windows 2000?
      Perche` si e` cosi vaghi su Windows NT
      ("alcune versioni")
      e non si dice se la 4 funziona bene o no?
      (mentre il buon Linux viene promosso perche`
      il Kernel xx e` ok).
      • Anonimo scrive:
        Re: Al solito faziosi...
        tra l'altro, la cosa non è nota, ma stranotissima da *ANNI*, ci si chiede come mai ogni tot di mesi si esce con la stessa argomentazione.- Scritto da: MaKs
        visto che ci sono voci insistenti che lo
        stack TCP di W2K sia quello di BSD, io direi
        che stiamo al sicuro...

        Ciao
        MaKs

        - Scritto da: Shadowalker

        Capisco che a molti la Microsoft stia
        sulle

        palle, ma si poteva essere piu` chiari.



        Perche` non si dice nulla di Windows 2000?

        Perche` si e` cosi vaghi su Windows NT

        ("alcune versioni")

        e non si dice se la 4 funziona bene o no?

        (mentre il buon Linux viene promosso
        perche`

        il Kernel xx e` ok).

    • Anonimo scrive:
      ok... allora dati oggettivi
      - Scritto da: Shadowalker
      Capisco che a molti la Microsoft stia sulle
      palle, ma si poteva essere piu` chiari.

      Perche` non si dice nulla di Windows 2000?
      Perche` si e` cosi vaghi su Windows NT
      ("alcune versioni")
      e non si dice se la 4 funziona bene o no?
      (mentre il buon Linux viene promosso perche`
      il Kernel xx e` ok).beh... vediamo un po' di dati no? nmap. un tool di scansione che fa l'analisi dei pacchetti e dei numeri di sequenza. Tutte le persone che ho scansionato erano a conoscenza del fatto che lo stavo facendo. trattandosi di qualcosa di illegale, mi sono premunito di avvertirli, dato che li conosco di persona (tra l'altro)questa e' una windows 2000[root@quela /root]# nmap -sS -O 62.211.34.*Starting nmap V. 2.53 by fyodor@insecure.org ( www.insecure.org/nmap/ )Interesting ports on (62.211.34.*):(The 1520 ports scanned but not shown below are in state: closed)Port State Service135/tcp open loc-srv139/tcp open netbios-ssn1025/tcp open listenTCP Sequence Prediction: Class=random positive increments Difficulty=9966 (Worthy challenge)No OS matches for host (If you know what OS is running on it, see http://www.insecure.org/cgi-bin/nmap-submit.cgi).TCP/IP fingerprint:TSeq(Class=RI%gcd=1%SI=167ED)TSeq(Class=RI%gcd=1%SI=9263)TSeq(Class=RI%gcd=1%SI=26EE)T1(Resp=Y%DF=N%W=1B12%ACK=S++%Flags=AS%Ops=MNWNNT)T2(Resp=Y%DF=N%W=0%ACK=S%Flags=AR%Ops=)T3(Resp=Y%DF=N%W=1B12%ACK=S++%Flags=AS%Ops=MNWNNT)T4(Resp=Y%DF=N%W=0%ACK=O%Flags=R%Ops=)T5(Resp=Y%DF=N%W=0%ACK=S++%Flags=AR%Ops=)T6(Resp=Y%DF=N%W=0%ACK=O%Flags=R%Ops=)T7(Resp=Y%DF=N%W=0%ACK=S++%Flags=AR%Ops=)T7(Resp=N)PU(Resp=N)PU(Resp=Y%DF=N%TOS=0%IPLEN=38%RIPTL=148%RID=E%RIPCK=E%UCK=E%ULEN=134%DAT=E) Nmap run completed -- 1 IP address (1 host up) scanned in 193 secondsvorrei farvi notare il parametro TCP sequence prediction, che e' quello in ballo. 9966 = abbastanza difficile.vediamo una win98[root@quela scsi]# nmap -sS -O 151.26.133.* Starting nmap V. 2.53 by fyodor@insecure.org ( www.insecure.org/nmap/ )Interesting ports on *.26-151.libero.it (151.26.133.*):(The 1520 ports scanned but not shown below are in state: closed)Port State Service139/tcp open netbios-ssn12345/tcp filtered NetBus12346/tcp filtered NetBus TCP Sequence Prediction: Class=random positive increments Difficulty=86 (Medium)Remote operating system guess: Windows NT4 / Win95 / Win98 Nmap run completed -- 1 IP address (1 host up) scanned in 274 seconds[root@quela scsi]#medium. Solo 86. A seconda delle condizioni, quel medium scende fino ad un effettivo di 10-30, per i quali e' un "trivial joke"vediamo linux? vediamo linux...[root@quela /root]# nmap -sS -O 127.0.0.1 Starting nmap V. 2.53 by fyodor@insecure.org ( www.insecure.org/nmap/ )Interesting ports on localhost.localdomain (127.0.0.1):(The 1520 ports scanned but not shown below are in state: closed)Port State Service25/tcp open smtp631/tcp open unknown6000/tcp open X11 TCP Sequence Prediction: Class=random positive increments Difficulty=5040172 (Good luck!)No OS matches for host (If you know what OS is running on it, see http://www.insecure.org/cgi-bin/nmap-submit.cgi).TCP/IP fingerprint:TSeq(Class=RI%gcd=1%SI=4CE98B)TSeq(Class=RI%gcd=2%SI=267481)TSeq(Class=RI%gcd=1%SI=4CE82C)T1(Resp=Y%DF=Y%W=7FFF%ACK=S++%Flags=AS%Ops=MNNTNW)T2(Resp=N)T3(Resp=Y%DF=Y%W=7FFF%ACK=S++%Flags=AS%Ops=MNNTNW)T4(Resp=Y%DF=Y%W=0%ACK=O%Flags=R%Ops=)T5(Resp=Y%DF=Y%W=0%ACK=S++%Flags=AR%Ops=)T6(Resp=Y%DF=Y%W=0%ACK=O%Flags=R%Ops=)T7(Resp=Y%DF=Y%W=0%ACK=S++%Flags=AR%Ops=)PU(Resp=Y%DF=Y%TOS=C0%IPLEN=164%RIPTL=148%RID=E%RIPCK=E%UCK=E%ULEN=134%DAT=E) Nmap run completed -- 1 IP address (1 host up) scanned in 8 seconds[root@quela /root]#5 milioni e rotti... buona fortuna!Effettuare un dirottamento di sessione non e' una cosa facile (del tipo... non e' che la fanno i ragazzini) ma forse e' da considerare meno pericolosa? certo... la crittografia ci viene in aiuto, visto che provvede a garantire una coerenza dei dati nel tunnel criptato a livello applicazione, ma e' forse prudente andare in giro ai 300 all'ora ricoperti solo di panna montata, solo perche' sotto si ha una tuta di kevlar?
      • Anonimo scrive:
        Re: ok... allora dati oggettivi
        - Scritto da: munehiro[...]
        5 milioni e rotti... buona fortuna!
        Effettuare un dirottamento di sessione non
        e' una cosa facile (del tipo... non e' che
        la fanno i ragazzini) ma forse e' da
        considerare meno pericolosa? Ovviamente una connessione prevedendo il sequence number per effettuare con un blind spoofing non e' certamente un giochino da dilettanti soprattutto su macchine con un traffico importante.Si può affermare che le possibilita' di riuscita gia' anche con NT o anche con macchine configurate per rispettare il vecchio standard del TCP (con un salto di sequence fisso) in uno scenario come quello sopra sono paragonabili ad una cinquina al lotto :)Tu puoi prevedere a quanto sara' la prossima connessione ma se devi pure prevedere quante ne sono state gia' "servite" mentre tu usi il numero che ti sei calcolato non e' proprio un giochino di semplice riuscita ;)Su questo versante non credo ci sia da preoccuparsi diciamo che i rischi più comuni sono dovuti a misconfigurazioni e varie implementazione dei servizi e su questi andrebbe concentrata l'attenzione insieme ad un architettura meno sensibile a problematiche di sicurezza :)E se si esamina l'intero stack tcp/ip sono alcune opzioni più esoteriche ad offrire maggiore problemi di sicurezza tipo source routing, icmp redirect che potrebbero permettere sicuramente di superare sistemi di sicurezza mal configurati :)ByeZ ;)
  • Anonimo scrive:
    VHS=TCP/IP=quei maledetti 640 Kbyte RAM
    IPV4 a IPV6, TCP/IP in panne, VHS-Video al posto del sistema betamax-Video, 640 Kbyte di Memoria.Ecco il risultato di aver guardato troppo vicino.Io avrei preso la strada dell'IPV512, oppure avrei scelto la strada di un'IP a grandezza dinamica, magari prendendo spunto dal funzionamento della trasmissione video a 16/9 su televisori con schermo normale, così gli indirizzi rusultano in pratica infiniti.Contando che tra qualche anno avremmo collegamenti a fibre ottiche bhè... guardare nel futuro non è poi così male. Avere già pronto un nuovo sistema di protocolli internet adeguati alle esigenze odierne e future. Sono un tantino off topic no?Tanto sono il primo ^_^TCP/IP=Macchina VecchiaBug=Rottura macchinaPatch=Toppa
    • Anonimo scrive:
      Re: VHS=TCP/IP=quei maledetti 640 Kbyte RAM
      - Scritto da: TheNinja
      IPV4 a IPV6, TCP/IP in panne, VHS-Video al
      posto del sistema betamax-Video, 640 Kbyte
      di Memoria.Ai tempi, un bit in più o in meno facevano la differenza, con le linee superlente che avevano.Chi mai avrebbe pensato, con un centinaio di computer collegati, di superare il limite di 2^8*2^8*2^8*2^8? (ovviamente non sarà superato, ma la tipologia delle sottoreti porterà a superarlo (virtualmente).E poi... IPV6 è soprattutto un protocollo + sicuro, e tra l'altro, la sua implementazione può essere progressiva perchè compatibile all'indietro (cosa ormai difficile a credersi, data la cultura M$ che porta a convincersi che ogni nuova relase è incompatibile con la precedente)640 Kbyte erano dovuti al processore, che aveva il bus a 20bit.Quindi 640Kbit... e il rimanente in memoria estesa, per mantenere la compatibilità con i primi processori Intel della serie x86, che indirizzavano 512K.E in un momento dove il C128 che indirizzava 128k era un PC dedicato ai "professionisti", mentre il C64 avava abbastanza Ram per gli utenti comuni, 512K erano un bel andare.
      • Anonimo scrive:
        Re: VHS=TCP/IP=quei maledetti 640 Kbyte RAM
        - Scritto da: l
        E poi... IPV6 è soprattutto un protocollo +
        sicuro, e tra l'altro, la sua
        implementazione può essere progressiva
        perchè compatibile all'indietro bello sopratutto il fatto che si riconoscera' la nazione/provincia del computer unicamente dall'ip cosi' sara' + facile censurare i siti.. opss che dico mai ? intendevo dire sara' piu' facile far vedere all'utente le pagine + CONSONE a lui
      • Anonimo scrive:
        Re: VHS=TCP/IP=quei maledetti 640 Kbyte RAM

        .....
        640 Kbyte erano dovuti al processore, che
        aveva il bus a 20bit.????Il bus interno era a 16 bit.20 bit era lo spazio di indirizzamento della memoria ottenuto mediante il sistema dei segmenti di memoria.
        Quindi 640Kbit... e il rimanente in memoria
        estesa, per mantenere la compatibilità con i
        primi processori Intel della serie x86, che
        indirizzavano 512K.512 K ?2^20 = 1048576 =
        1024 Kbyte indirizzabilisuddivisi in:640 kbyte RAM384 kbyte ROM + memoria video
    • Anonimo scrive:
      Re: VHS=TCP/IP=quei maledetti 640 Kbyte RAM

      Io avrei preso la strada dell'IPV512, oppure
      avrei scelto la strada di un'IP a grandezza
      dinamica, magari prendendo spunto dalIo avrei fatto le autostrade a 20 corsie per lato ,purtroppo le cose costano e si cerca di fare un buon compromesso dato che il protocollo ha retto bene per 30 anni in un mondo dove mediamente la tecnologia e' superata dopo 30 minuti direi che hanno fatto un ottimo lavoro.Certo e' ora di cambiare ma ci vorra il suo tempo...
Chiudi i commenti