Di smartphone, hacker e infedeltà social

La cantante statunitense Alicia Keys beccata a cinguettare da un Melafonino, nonostante il suo nuovo ruolo da direttore creativo di BlackBerry. La colpa sarebbe degli hacker

Roma – Alla fine dello scorso gennaio, la popstar Alicia Keys giurava che avrebbe utilizzato esclusivamente il suo nuovo BlackBerry 10, nominata direttore creativo del marchio dai vertici della azienda canadese. Poche settimane dopo, un cinguettio dal suo account verificato su Twitter ha messo clamorosamente in discussione la fedeltà promessa al New York Times .

Citando una delle nuove canzoni del rapper Drake, la cantante newyorchese ha sfruttato l’applicazione di Twitter per dispositivi iOS, dunque cinguettando da un iPhone in barba al nuovo ruolo di ambasciatrice creativa di BlackBerry .

“Mi piace Drake, ma quello non era un mio tweet”, spiegherà Keys sulla stessa piattaforma di microblogging. L’account social dell’artista statunitense sarebbe finito nel mirino di un misterioso hacker. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • crumiro scrive:
    MAssiminoooo!
    Ma non era colpa di Ubuntu?LOL, fail su fail!!!!
    • collione scrive:
      Re: MAssiminoooo!
      Prete di che ruppolo 2.0 capisca davvero qualcosa d'informatica ?
      • Trollollero scrive:
        Re: MAssiminoooo!
        - Scritto da: collione
        Prete di che ruppolo 2.0 capisca davvero qualcosa
        d'informatica
        ?Perche', l'originale ne sa qualcosa ?
    • Trollollero scrive:
      Re: MAssiminoooo!
      - Scritto da: crumiro
      Ma non era colpa di Ubuntu?

      LOL, fail su fail!!!!XXXXXXX, 5 secondi.Il T1000 piu' veloce del west....
    • collione scrive:
      Re: MAssiminoooo!
      e lo chiedi a massimino? che diavolo può saperne uno come lui
    • maxsix scrive:
      Re: MAssiminoooo!
      - Scritto da: crumiro
      Ma non era colpa di Ubuntu?

      LOL, fail su fail!!!!Di cosa. Ho detto XXXXX di OS su XXXXX di portatile con XXXXX di BIOSWater insomma
      • Shiba scrive:
        Re: MAssiminoooo!
        - Scritto da: maxsix
        - Scritto da: crumiro

        Ma non era colpa di Ubuntu?



        LOL, fail su fail!!!!

        Di cosa. Ho detto XXXXX di OS su XXXXX di
        portatile con XXXXX di
        BIOS

        Water insommaAhah che tristezza che sei! XD
  • Sandro kensan scrive:
    Premere un tasto al boot?
    Ma è vero che con il workaround trovato al secure boot su linux, bisogna premere un tasto durante il boot? Se io accendo il pc e poi me ne vado a bermi un caffè il boot non avviene?
    • nome e cognome scrive:
      Re: Premere un tasto al boot?
      - Scritto da: Sandro kensan
      Ma è vero che con il workaround trovato al secure
      boot su linux, bisogna premere un tasto durante
      il boot? Se io accendo il pc e poi me ne vado a
      bermi un caffè il boot non
      avviene?Il workaround per il secure boot è: disattivare il secure boot.
      • Sandro kensan scrive:
        Re: Premere un tasto al boot?
        - Scritto da: nome e cognome
        Il workaround per il secure boot è: disattivare
        il secure
        boot.Anche secondo me ma bisogna fare i conti con la realtà: il secure boot non è disattivabile in diverse macchine. La teoria sarebbe quella di comprare schede madri senza il secure boot ma dove si trovano?
        • nome e cognome scrive:
          Re: Premere un tasto al boot?

          Anche secondo me ma bisogna fare i conti con la
          realtà: il secure boot non è disattivabile in
          diverse macchine. La teoria sarebbe quella di
          comprare schede madri senza il secure boot ma
          dove si
          trovano?Se la motherboard x86 è certificata per windows 8 il secure boot deve essere disattivabile. Altrimenti non rispetta le specifiche di microsoft. Evita di comprare cineserie varie e roba non certificata.
          • Trollollero scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome

            Anche secondo me ma bisogna fare i conti con
            la

            realtà: il secure boot non è disattivabile in

            diverse macchine. La teoria sarebbe quella di

            comprare schede madri senza il secure boot ma

            dove si

            trovano?

            Se la motherboard x86 è certificata per windows 8
            il secure boot deve essere disattivabile.
            Altrimenti non rispetta le specifiche di
            microsoft.
            Embrace-extend-extinguish dice niente ?E se io volessi, putacaso, un sistema ARM ?
            Evita di comprare cineserie varie e roba non
            certificata.Microsoft non e' un ente certificatore, ma un'azienda privata che opera in un de facto regime di monopolio in ambito desktop.Non e' minimamente obbligata a garantire l'interoperabilita' di cio' che "certifica".Ribadisco il concetto: secure boot non serve a rendere piu' sicuro il sistema, ma a garantire che su ferro regolarmente pagato e acquistato l'utente finale non possa fare quel che vuole.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?

            Embrace-extend-extinguish dice niente ?No. Ma ricorda molto le scie chimiche.
            E se io volessi, putacaso, un sistema ARM ?Ti comprerai, putacaso, un sistema arm che non monta windows 8 RT di fabbrica e che non è certificato windows 8, cosa che comunque non ti causerà problemi visto che windows 8 RT non è venduto con licenza retail.
            Microsoft non e' un ente certificatore, ma
            un'azienda privata che opera in un de facto
            regime di monopolio in ambito
            desktop.Microsoft certifica che se tu segui quelle specifiche il suo prodotto sarà supportato su quell'hardware. Hai presente quella cosa che i pinguazzi del kernel non hanno fatto e che tanta gioia ha causato ai possessori di alcuni laptop samsung?
            Non e' minimamente obbligata a garantire
            l'interoperabilita' di cio' che
            "certifica".E ci mancherebbe che fosse obbligata. Ti sta dicendo che se vuoi usare il suo componente nel tuo prodotto devi seguire certe regole: hai presente quelle simpatiche cose chiamate "specifiche tecniche"? Tipo che se vuoi mettere un certo proXXXXXre nel tuo dispositivo hardware devi fate tot buchi nella piastra altrimenti non ci entra?
            Ribadisco il concetto: secure boot non serve a
            rendere piu' sicuro il sistema, ma a garantire
            che su ferro regolarmente pagato e acquistato
            l'utente finale non possa fare quel che
            vuole.E chi te lo dice? Prenditi una laurea in ingegneria elettronica, una stazione di saldatura, prendi contatti con una fonderia, sviluppa il chip alternativo e fanne produrre una serie limitata... cosi' modifichi quello che vuoi. Ti risulta che renault vendesse la twingo dicendo che c'era la possibilità di montarci dentro il motore della F1? Eppure l'hanno fatto..
          • Trollollero scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome

            Embrace-extend-extinguish dice niente ?

            No. Ma ricorda molto le scie chimiche.


            E se io volessi, putacaso, un sistema ARM ?

            Ti comprerai, putacaso, un sistema arm che non
            monta windows 8 RT di fabbrica e che non è
            certificato windows 8, cosa che comunque non ti
            causerà problemi visto che windows 8 RT non è
            venduto con licenza retail.



            Microsoft non e' un ente certificatore, ma

            un'azienda privata che opera in un de facto

            regime di monopolio in ambito

            desktop.

            Microsoft certifica che se tu segui quelle
            specifiche il suo prodotto sarà supportato su
            quell'hardware. Hai presente quella cosa che i
            pinguazzi del kernel non hanno fatto e che tanta
            gioia ha causato ai possessori di alcuni laptop
            samsung?



            Non e' minimamente obbligata a garantire

            l'interoperabilita' di cio' che

            "certifica".

            E ci mancherebbe che fosse obbligata. Ti sta
            dicendo che se vuoi usare il suo componente nel
            tuo prodotto devi seguire certe regole: hai
            presente quelle simpatiche cose chiamate
            "specifiche tecniche"? Tipo che se vuoi mettere
            un certo proXXXXXre nel tuo dispositivo hardware
            devi fate tot buchi nella piastra altrimenti non
            ci
            entra?


            Ribadisco il concetto: secure boot non serve
            a

            rendere piu' sicuro il sistema, ma a
            garantire

            che su ferro regolarmente pagato e acquistato

            l'utente finale non possa fare quel che

            vuole.

            E chi te lo dice? Prenditi una laurea in
            ingegneria elettronica, una stazione di
            saldatura, prendi contatti con una fonderia,
            sviluppa il chip alternativo e fanne produrre una
            serie limitata... cosi' modifichi quello che
            vuoi.


            Ti risulta che renault vendesse la twingo dicendo
            che c'era la possibilità di montarci dentro il
            motore della F1? Eppure l'hanno
            fatto..Di ruppolo ne basta uno (e ne abbiamo almeno tre : l'originale, maxsix e bertuccia...) della brutta copia in salsa microsoft ne faccio volentieri a meno.Adios.
          • Guy scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: nome e cognome
            Di ruppolo ne basta uno (e ne abbiamo almeno tre
            : l'originale, maxsix e bertuccia...) della
            brutta copia in salsa microsoft ne faccio
            volentieri a
            meno.

            Adios.QuotoE poi ha trollato in modo veramente scarso...
          • nome e cognome scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?

            Quoto
            E poi ha trollato in modo veramente scarso...no dai non fate così... non volevo umiliarvi davanti a tutti. Su, tornate a giocare qui sul forum che è l'unica cosa che potete fare col computer.
          • Trollollero scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome

            Embrace-extend-extinguish dice niente ?

            No. Ma ricorda molto le scie chimiche.
            Toh ma guarda, e' sparito il commento....La cosa comincia a essere quasi fastidiosa.....Comunque, prego : http://en.wikipedia.org/wiki/Embrace,_extend_and_extinguishScie chimiche un accidente: lo sanno anche i sassi che Microsoft ha sempre adottato queste strategie pseudomafiose per difendere il suo monopolio.Quindi, delle due l'una: hai passato gli ultimi vent'anni nascosto sotto qualche sasso e hai cominciato ad interessarti di informatica solo di recente, oppure sei il ruppolo dei poveri versione microsoft.Tertium non datur.
          • Trollollero scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome

            Embrace-extend-extinguish dice niente ?

            No. Ma ricorda molto le scie chimiche.


            E se io volessi, putacaso, un sistema ARM ?

            Ti comprerai, putacaso, un sistema arm che non
            monta windows 8 RT di fabbrica e che non è
            certificato windows 8, cosa che comunque non ti
            causerà problemi visto che windows 8 RT non è
            venduto con licenza retail.



            Microsoft non e' un ente certificatore, ma

            un'azienda privata che opera in un de facto

            regime di monopolio in ambito

            desktop.

            Microsoft certifica che se tu segui quelle
            specifiche il suo prodotto sarà supportato su
            quell'hardware. Hai presente quella cosa che i
            pinguazzi del kernel non hanno fatto e che tanta
            gioia ha causato ai possessori di alcuni laptop
            samsung?



            Non e' minimamente obbligata a garantire

            l'interoperabilita' di cio' che

            "certifica".

            E ci mancherebbe che fosse obbligata. Ti sta
            dicendo che se vuoi usare il suo componente nel
            tuo prodotto devi seguire certe regole: hai
            presente quelle simpatiche cose chiamate
            "specifiche tecniche"? Tipo che se vuoi mettere
            un certo proXXXXXre nel tuo dispositivo hardware
            devi fate tot buchi nella piastra altrimenti non
            ci
            entra?


            Ribadisco il concetto: secure boot non serve
            a

            rendere piu' sicuro il sistema, ma a
            garantire

            che su ferro regolarmente pagato e acquistato

            l'utente finale non possa fare quel che

            vuole.

            E chi te lo dice? Prenditi una laurea in
            ingegneria elettronica, una stazione di
            saldatura, prendi contatti con una fonderia,
            sviluppa il chip alternativo e fanne produrre una
            serie limitata... cosi' modifichi quello che
            vuoi.


            Ti risulta che renault vendesse la twingo dicendo
            che c'era la possibilità di montarci dentro il
            motore della F1? Eppure l'hanno
            fatto..Ancora ? Redazione, capisco che determinati utenti siano intoccabili, ma cancellaread XXXXXXXm tanto per non andar contro al bimbo di turno mi pare eccessivo.E non vedo cosa ci fosse di offensivo in questo : http://en.wikipedia.org/wiki/Embrace,_extend_and_extinguisho nel far notare che bisogna aver vissuto sotto qualche sasso per gli ultimi vent'anni per non saperlo.
          • Fai il login o Registrati scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome
            Se la motherboard x86 è certificata per windows 8
            il secure boot deve essere disattivabile.
            Altrimenti non rispetta le specifiche di
            microsoft.Si ma se lo disattivi Win8 non parte, giusto?
          • nome e cognome scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?

            Si ma se lo disattivi Win8 non parte, giusto?Windows 8 si installa e parte da pc con bios. Il secure boot serve, se attivato, per non far partire sistemi operativi che non hanno il loader firmato digitalmente.Quindi se vuoi installare l'ultima distro fintux creata dal tuo macellaio di fiducia, disattivi il secure boot e vivi felice.
          • collione scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            sempre meglio fintux che wincagotto (rotfl)
          • krane scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome

            Anche secondo me ma bisogna fare i

            conti con la realtà: il secure boot

            non è disattivabile in diverse

            macchine. La teoria sarebbe quella

            di comprare schede madri senza il

            secure boot ma dove si trovano?
            Se la motherboard x86 è certificata per
            windows 8 il secure boot deve essere
            disattivabile.Quale parte di: "comprare schede madri senza il secure boot ma dove si trovano ?"
            Altrimenti non rispetta le specifiche di
            microsoft.Meglio, vanno eliminate ! E' sempre il solito Embrace -
            Extinguish
            Evita di comprare cineserie varie e
            roba non certificata.Secondo me una roba cinese potrebbe non avere il secure boot.
          • nome e cognome scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?


            Se la motherboard x86 è certificata per

            windows 8 il secure boot deve essere

            disattivabile.

            Quale parte di: "comprare schede madri senza il
            secure boot ma dove si trovano
            ?"La mia non ha il secure boot... e' vecchia di 10 anni.
            Meglio, vanno eliminate ! E' sempre il solito
            Embrace -

            ExtinguishGiusto lavoriamo solo con specifiche scritte sulla carte del formaggio come fanno i pinguazzi, e via di mattoni da 1000 euro.
            Secondo me una roba cinese potrebbe non avere il
            secure
            boot.Accomodati. Se c'è domanda i cinesi te la fanno sicuro.
          • bubba scrive:
            Re: Premere un tasto al boot?
            - Scritto da: nome e cognome


            Se la motherboard x86 è certificata per


            windows 8 il secure boot deve essere


            disattivabile.



            Quale parte di: "comprare schede madri senza
            il

            secure boot ma dove si trovano

            ?"

            La mia non ha il secure boot... e' vecchia di 10
            anni.e non ha neanche l'UEFI :) quindi lo eviti.. bravo :)

            Meglio, vanno eliminate ! E' sempre il solito

            Embrace -


            Extinguish

            Giusto lavoriamo solo con specifiche scritte
            sulla carte del formaggio come fanno i pinguazzi,
            e via di mattoni da 1000 euro."lavoriamo" chi? sei la microsoft? :) Se tu lo fossi, sappi che siete i primi a non seguire le specifiche tecniche ufficiali... ma seguite solo quelle creativamente interpretate da voi. A partire dal GPT (ad es il GPT Protective MBR Sector).
  • grillo parlante scrive:
    Warning: DONT BUY chromebook!
    Don't like Secure Boot? Don't buy a Chromebook!!!http://mjg59.dreamwidth.org/22465.htmlE poi non dite che nessuno vi aveva avvisato...
    • Ciceruacchi o scrive:
      Re: Warning: DONT BUY chromebook!
      I chromebook sono dei tipici computer blindati con la sola differenza che google ha reso il rooting volutamente facile da ottenere. Chissà perché :D
    • bubba scrive:
      Re: Warning: DONT BUY chromebook!
      - Scritto da: grillo parlante
      Don't like Secure Boot? Don't buy a Chromebook!!!
      http://mjg59.dreamwidth.org/22465.html

      E poi non dite che nessuno vi aveva avvisato...parla meno, grillo, E LEGGI DI PIU'. Ti sei fermato al titolo, di la verita'?
      • collione scrive:
        Re: Warning: DONT BUY chromebook!
        a me sa tanto di ms-shill che cerca di sviare l'attenzione degli utenti dai chromebook verso i surface
        • aphex_twin scrive:
          Re: Warning: DONT BUY chromebook!
          Perché ci sono utenti che stanno dando attenzione ai chromebook ? :DNon so se voi avete provato chromium , io l'ho provato in VM e senza internet é un'OS completamente inutile.ciao
          • bubba scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            - Scritto da: aphex_twin
            Perché ci sono utenti che stanno dando attenzione
            ai chromebook ?
            :Dforse perche l'Acer C7 costava 200$ e andava benone? :P (cosi dicono.. mai avuto.. certo pero' su amazon ne hanno venduti un sacco di chromebook. sopratutto credo del susseguente Samsung da $249)E si legge anche che quello col nuovo SoC A15 sia una vera scheggia...
          • aphex_twin scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            Ops , dopo il Perché dovevo mettere una virgola. :$
          • collione scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            capisco l'essere di parte ma informarsi prima http://betanews.com/2012/10/25/new-chromebook-is-amazon-top-seller/e comunque non è vero nemmeno che il chromebook non si può usare senza connessionemi sa che molti di voi non hanno nemmeno capito cos'è esattamente chromeos
          • Raven scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            - Scritto da: collione
            capisco l'essere di parte ma informarsi prima
            http://betanews.com/2012/10/25/new-chromebook-is-a

            e comunque non è vero nemmeno che il chromebook
            non si può usare senza
            connessione

            mi sa che molti di voi non hanno nemmeno capito
            cos'è esattamente
            chromeosl'hanno capito tutti, è un os inutile
          • collione scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            Ecco appunto come volevasi dimostrare.
          • maxsix scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            - Scritto da: Raven
            - Scritto da: collione

            capisco l'essere di parte ma informarsi prima


            http://betanews.com/2012/10/25/new-chromebook-is-a



            e comunque non è vero nemmeno che il
            chromebook

            non si può usare senza

            connessione



            mi sa che molti di voi non hanno nemmeno
            capito

            cos'è esattamente

            chromeos
            l'hanno capito tutti, è un os inutileMade in grande spione.
          • aphex_twin scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            - Scritto da: collione
            mi sa che molti di voi non hanno nemmeno capito
            cos'è esattamente
            chromeosForse, ma almeno l'ho provato.Tu l'hai provato ?
          • collione scrive:
            Re: Warning: DONT BUY chromebook!
            - Scritto da: aphex_twin
            Forse, ma almeno l'ho provato.e non ti sei accorti che usa il caching?
            Tu l'hai provato ?praticamente tutte le versioni rilasciate da hexxeh e considera che quelle non hanno tutti i programmi disponibili sui chromebookcome vedi la mia affermazione continua ad essere valida, ovvero si giudica chromeos senza aver minimamente capito cos'è, per chi è pensato e come funziona
  • prova123 scrive:
    I computer servono ...
    a facilitare il lavoro. Se lo complicano non servono. Bisogna iniziare a rompere i maroni ai venditori chiedendo un sistema non UEFI compatibile: se non ce l'hanno bisogna dire mi dispiace ma non sono interessato. Devono lavorare con la sensazione di non essere all'altezza della situazione ...
    • krane scrive:
      Re: I computer servono ...
      - Scritto da: prova123
      a facilitare il lavoro. Se lo complicano non
      servono. Bisogna iniziare a rompere i maroni ai
      venditori chiedendo un sistema non UEFI
      compatibile: se non ce l'hanno bisogna dire mi
      dispiace ma non sono interessato. Devono lavorare
      con la sensazione di non essere all'altezza della
      situazione ...E' un'ottima idea, ma come realizzarla ?
      • prova123 scrive:
        Re: I computer servono ...
        Quando acquisti un computer o una mainboard chiedi se è UEFI compliant: se lo è, dopo averla presa in mano gliela lasci sul tavolo dicendo: peccato, non và bene! L'effetto psicologico di vedere sfumare la vendita è molto sentito. ;)
        • krane scrive:
          Re: I computer servono ...
          - Scritto da: prova123
          Quando acquisti un computer o una mainboard
          chiedi se è UEFI compliant: se lo è, dopo averla
          presa in mano gliela lasci sul tavolo dicendo:
          peccato, non và bene! L'effetto psicologico di
          vedere sfumare la vendita è molto sentito.
          ;)Sperando che il commesso sappia rispondere :| Tanto devo passare da mediaword nel we, vedremo @^
    • aphex_twin scrive:
      Re: I computer servono ...
      Quando dici "servono a facilitare il lavoro e non ha complicarlo" di chi stai parlando ?Perché se parli dell'uso quotidiano di un PC l'UEFI non c'entra assolutamente una cippa.
      • krane scrive:
        Re: I computer servono ...
        - Scritto da: aphex_twin
        Quando dici "servono a facilitare il lavoro
        e non ha complicarlo" di chi stai parlando ?Al momento ad esempio degli installatori e di tutti quelli che per diversi motivi hanno necessita' di utilizzare kernels personalizzati.
        Perché se parli dell'uso quotidiano di un PC
        l'UEFI non c'entra assolutamente una cippa.Per ora, pero' aprono la porta alla possibilita' di tagliare fuori l'utente dall'amministrazione del pc ed al trusted computing.
  • P.Inquino scrive:
    punto 2
    http://www.oneopensource.it/13/02/2013/google-in-arrivo-il-supporto-a-coreboot-per-tutti-i-chromebookpunto.
    • grillo parlante scrive:
      Re: punto 2
      - Scritto da: P.Inquino
      http://www.oneopensource.it/13/02/2013/google-in-a

      punto.Don't buy a Chromebook!!!http://mjg59.dreamwidth.org/22465.htmlvirgola,
    • bubba scrive:
      Re: punto 2
      - Scritto da: P.Inquino
      http://www.oneopensource.it/13/02/2013/google-in-a

      punto.gran bella notizia! vediamo come si evolve.....
      • P.Inquino scrive:
        Re: punto 2
        nn tanto per il fatto dei chromebook, che possono piacere o non piacere come soluzione; più che altro per il fatto che fanno da acceleratore per coreboot, il che è molto positivo
        • bubba scrive:
          Re: punto 2
          - Scritto da: P.Inquino
          nn tanto per il fatto dei chromebook, che possono
          piacere o non piacere come soluzione; più che
          altro per il fatto che fanno da acceleratore per
          coreboot, il che è molto
          positivosi infatti. Non sapevo che google si stesse impegnando, con un paio di persone, in coreboot[*]. Da 1 annetto, a quanto leggo. supporto a cpu, e all'EC che usano nel chromebook.Lo facesse ogni produttore, di mettere il supporto ad alcuni notebook che vendono![*] coreboot, (sopratutto) discendenti e affini (tipo ipxe) li ho usati eccome... MA ora sono Parecchi mesi che al max leggo di fretta la homepage o poco piu.
          • P.Inquino scrive:
            Re: punto 2
            - Scritto da: bubba
            - Scritto da: P.Inquino

            nn tanto per il fatto dei chromebook, che
            possono

            piacere o non piacere come soluzione; più che

            altro per il fatto che fanno da acceleratore per

            coreboot, il che è molto

            positivo
            si infatti. Non sapevo che google si stesse
            impegnando, con un paio di persone, in
            coreboot[*]. Da 1 annetto, a quanto leggo.
            supporto a cpu, e all'EC che usano nel
            chromebook.
            Lo facesse ogni produttore, di mettere il
            supporto ad alcuni notebook che
            vendono!

            [*] coreboot, (sopratutto) discendenti e affini
            (tipo ipxe) li ho usati eccome... MA ora sono
            Parecchi mesi che al max leggo di fretta la
            homepage o poco
            piu.idem con patate ;)
  • trollolol scrive:
    non era colpa di linux?
    quel sistema brutto e cattivo?lol
    • Nome e cognome scrive:
      Re: non era colpa di linux?
      - Scritto da: trollolol
      quel sistema brutto e cattivo?
      lolNon era colpa di Microsoft, che aveva pagato le mazzette a Samsung per fare in modo che rifilassero le specifiche buggate alla comunità opensource?Il complottismo è una brutta bestia.
      • bubba scrive:
        Re: non era colpa di linux?
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: trollolol

        quel sistema brutto e cattivo?

        lol

        Non era colpa di Microsoft, che aveva pagato le
        mazzette a Samsung per fare in modo che
        rifilassero le specifiche buggate alla comunità
        opensource?

        Il complottismo è una brutta bestia.il firmware bacato e' colpa di Samsung, ma che UEFI sia disegnato e implementato secondo le esigenze e le paturnie di M$, e' un fatto oggettivo.Dagli eseguibili in formato PE, al fs supportato (FAT), al path slash... ecc ecc. e' nelle specifiche uefi sta roba.Poi non parliamo del secureboot! e non parliamo del fatto che gli OEM seguono le specifiche e le paturnie di win8, per implementare uefi.
        • nome e cognome scrive:
          Re: non era colpa di linux?

          UEFI sia disegnato e implementato secondo le
          esigenze e le paturnie di M$, e' un fatto
          oggettivo.Ma la prima casa ad introdurre uefi è mica stata ueppolz?
          • bubba scrive:
            Re: non era colpa di linux?
            - Scritto da: nome e cognome

            UEFI sia disegnato e implementato secondo le

            esigenze e le paturnie di M$, e' un fatto

            oggettivo.

            Ma la prima casa ad introdurre uefi è mica stata
            ueppolz?Ni.. nel senso che ha EFI (il padre di UEFI), che era piu' un parto di Intel (anche se la M$ ovviamente sedeva al tavolo... e sicuramente "l'inquinamento" ci sara' stato gia dal principio. Non il secureboot cmq)
          • collione scrive:
            Re: non era colpa di linux?
            se vogliamo essere precisi, uefi è uno standard intel, evolutosi da udi ed efi ( entrambi avversati fortemente da ms )apple ha una sua implementazione fatta ad capocchiam, gli altri hanno adottato l'implementazione ms fatta sempre ad capocchiam ( e i risultati si vedono )
      • krane scrive:
        Re: non era colpa di linux?
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: trollolol

        quel sistema brutto e cattivo?

        lol
        Non era colpa di Microsoft, che aveva pagato le
        mazzette a Samsung per fare in modo che
        rifilassero le specifiche buggate alla comunità
        opensource?Ma non era stato il papa o mister B ???
      • Trollollero scrive:
        Re: non era colpa di linux?
        - Scritto da: Nome e cognome
        - Scritto da: trollolol

        quel sistema brutto e cattivo?

        lol

        Non era colpa di Microsoft, che aveva pagato le
        mazzette a Samsung per fare in modo che
        rifilassero le specifiche buggate alla comunità
        opensource?
        Ti sei reso conto, vero, che il problema dei driver per linux era dovuto a specifiche errate, mentre questo problema e' dovuto ad una implementazione ad XXXXXXXm di UEFI ?
        Il complottismo è una brutta bestia.Anche il non capire una ceppa....
        • Nome e cognome scrive:
          Re: non era colpa di linux?
          - Scritto da: Trollollero
          - Scritto da: Nome e cognome

          - Scritto da: trollolol


          quel sistema brutto e cattivo?


          lol



          Non era colpa di Microsoft, che aveva pagato
          le

          mazzette a Samsung per fare in modo che

          rifilassero le specifiche buggate alla
          comunità

          opensource?



          Ti sei reso conto, vero, che il problema dei
          driver per linux era dovuto a specifiche errate,
          mentre questo problema e' dovuto ad una
          implementazione ad XXXXXXXm di UEFI
          ?Eh sì, buonanotte, tu sei rimasto ai driver per linux perché l'articolo di quel giorno parlava solo di quello, poi nei commenti sono stati linkati altri interventi che dimostrano una tendenza generale, non solo di Samsung, a prendersi qualche libertà di troppo nell'implementazione di UEFI; sempre colpa di Microsoft?

          Il complottismo è una brutta bestia.
          Anche il non capire una ceppa....Quod erat demonstrandum.
          • Trollollero scrive:
            Re: non era colpa di linux?
            - Scritto da: Nome e cognome
            - Scritto da: Trollollero

            - Scritto da: Nome e cognome


            - Scritto da: trollolol



            quel sistema brutto e cattivo?



            lol





            Non era colpa di Microsoft, che aveva
            pagato

            le


            mazzette a Samsung per fare in modo che


            rifilassero le specifiche buggate alla

            comunità


            opensource?






            Ti sei reso conto, vero, che il problema dei

            driver per linux era dovuto a specifiche errate,

            mentre questo problema e' dovuto ad una

            implementazione ad XXXXXXXm di UEFI

            ?

            Eh sì, buonanotte, tu sei rimasto ai driver per
            linux perché l'articolo di quel giorno parlava
            solo di quello, poi nei commenti sono stati
            linkati altri interventi che dimostrano una
            tendenza generale, non solo di Samsung, a
            prendersi qualche libertà di troppo
            nell'implementazione di UEFI; sempre colpa di
            Microsoft?



            Il complottismo è una brutta bestia.

            Anche il non capire una ceppa....

            Quod erat demonstrandum.Toh ma guarda, e' sparita la risposta.Ripeto il concetto : il problema sotto Windows si verifiCA SE vengono dati particolari comandi --
            e' un bug di UEFI, tutt'ora aperto.Il problema sotto Linux si verificaVA tentando di INSTALLARE il sistema operativo, ed era dovuto a specifiche e codice d'esempio (volutamente ?) errati rilasciati da Samsung --
            snafu di Samsung nella migliore delle ipotesi e sabotaggio nelle peggiore.In ogni caso, UEFI continua a dimostrare di essere cio' che la comunita' open ha sempre ritenuto fosse : un fastidio inutile.
          • nome e cognome scrive:
            Re: non era colpa di linux?

            Il problema sotto Linux si verificaVA tentando di
            INSTALLARE il sistema operativo, ed era dovuto a
            specifiche e codice d'esempio (volutamente ?)
            errati rilasciati da Samsung --
            snafu di
            Samsung nella migliore delle ipotesi e sabotaggio
            nelle
            peggiore.E nessun pinguazzo di kernel.org si è mai sognato di installare linux su un laptop samsung?
          • collione scrive:
            Re: non era colpa di linux?
            - Scritto da: nome e cognome
            E nessun pinguazzo di kernel.org si è mai sognato
            di installare linux su un laptop
            samsung?e nessun winaro si è mai sognato di riprodurre quell'errore?GET THE FACTS (rotfl)
  • P.Inquino scrive:
    punto
    http://www.coreboot.org/Welcome_to_corebootpunto.
    • grillo parlante scrive:
      Re: punto
      - Scritto da: P.Inquino
      http://www.coreboot.org/Welcome_to_coreboot

      punto.Don't buy a Chromebook!!!http://mjg59.dreamwidth.org/22465.htmlvirgola,
      • bubba scrive:
        Re: punto
        - Scritto da: grillo parlante
        - Scritto da: P.Inquino

        http://www.coreboot.org/Welcome_to_coreboot



        punto.

        Don't buy a Chromebook!!!
        http://mjg59.dreamwidth.org/22465.html

        virgola,LEGGI I CONTENUTI dell'articolo! Aiuta,sai. ;)
  • Fai il login o Registrati scrive:
    Tutte complicazioni inutili
    Trovo che questo UEFI sia una inutile complicazione. L'unica è progettare sistemi intrinsecamente sicuri, che non facciano lavorare l'utente come amministratore, ed rendere consapevoli gli utenti stessi di quel che si rischia. Tutto il resto sono giochini per i commerciali...
    • krane scrive:
      Re: Tutte complicazioni inutili
      - Scritto da: Fai il login o Registrati
      Trovo che questo UEFI sia una inutile
      complicazione. L'unica è progettare sistemi
      intrinsecamente sicuri, che non facciano lavorare
      l'utente come amministratore, ed rendere
      consapevoli gli utenti stessi di quel che si
      rischia. Tutto il resto sono giochini per i
      commerciali...Peggio che inutile: controproducente per noi clienti, alle molotov !
    • G. Trevize scrive:
      Re: Tutte complicazioni inutili
      L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non è mai stato la sicurezza.
      • tucumcari scrive:
        Re: Tutte complicazioni inutili
        - Scritto da: G. Trevize
        L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non è
        mai stato la
        sicurezza.Ovviamente no!Non esiste (tecnicamente parlando) una sicurezza funzionante che non sia END-to-END se riduci la cosa a un solo END hai eliminato nei fatti la sicurezza per occuparti (con poche speranze di sucXXXXX assoluto) di DRM e cretinate simili...Ovviamente non si comprende perchè chi compra dovrebbe pagare un prezzo (anche solo alla usabilità se non economico) per tutelare interessi non solo non suoi ma addirittura 99 volte su 100 in contrasto con i suoi.In realtà la questione è molto semplice ogni sistema di questo tipo qualora non sia disabilitabile da chi lo compra (e quindi ne è il proprietario a tutti gli effetti comprese le finalità e scelte di utilizzo) andrebbe rifiutato.È solo una faccenda di buonsenso.
        • krane scrive:
          Re: Tutte complicazioni inutili
          - Scritto da: tucumcari
          - Scritto da: G. Trevize

          L'obiettivo di UEFI e del Trusted

          computing non è mai stato la

          sicurezza.
          Ovviamente no!
          Non esiste (tecnicamente parlando) una sicurezza
          funzionante che non sia END-to-END se riduci la
          cosa a un solo END hai eliminato nei fatti la
          sicurezza per occuparti (con poche speranze di
          sucXXXXX assoluto) di DRM e cretinate
          simili...
          Ovviamente non si comprende perchè chi compra
          dovrebbe pagare un prezzo (anche solo alla
          usabilità se non economico) per tutelare
          interessi non solo non suoi ma addirittura 99
          volte su 100 in contrasto con i suoi.
          In realtà la questione è molto semplice ogni
          sistema di questo tipo qualora non sia
          disabilitabile da chi lo compra (e quindi ne
          è il proprietario a tutti gli effetti comprese
          le finalità e scelte di utilizzo) andrebbe
          rifiutato.Il problema di rifiutare e' che occorre una black list o una white list di prodotti fatta bene e semplice, io non l'ho trovata.
          È solo una faccenda di buonsenso.E di informazioni, ma se oggi vado da mediaword a dire: vorrei un pc senza UEFI che mi rispondono ?
      • ruppolo scrive:
        Re: Tutte complicazioni inutili
        - Scritto da: G. Trevize
        L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non è
        mai stato la
        sicurezza.Come no, la sicurezza di stroncare i pirati.
        • collione scrive:
          Re: Tutte complicazioni inutili
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: G. Trevize

          L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non
          è

          mai stato la

          sicurezza.

          Come no, la sicurezza di stroncare i pirati.appunto, se ne fregano della sicurezza degli utenti e pensano solo a come controllarti pure quando stai seduto sulla tazza del XXXXX ( e tu applefag dovresti averlo già sperimentato )(rotfl)
        • bubba scrive:
          Re: Tutte complicazioni inutili
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: G. Trevize

          L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non
          è

          mai stato la

          sicurezza.

          Come no, la sicurezza di stroncare i pirati.hai demolito qualche galeone a colpi di sciabola ultimamente??
        • Trollollero scrive:
          Re: Tutte complicazioni inutili
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: G. Trevize

          L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non
          è

          mai stato la

          sicurezza.

          Come no, la sicurezza di stroncare i pirati.Hai perso un'eccellente occasione per stare zitto.....Se si poteva avere un qualche minimo dubbio sulla tua totale incompentenza adesso ce lo siamo tolto.
          • panda rossa scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            - Scritto da: Trollollero

            Se si poteva avere un qualche minimo dubbio sulla
            tua totale incompentenza adesso ce lo siamo
            tolto.Adesso? (newbie)
          • Trollollero scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: Trollollero




            Se si poteva avere un qualche minimo dubbio
            sulla

            tua totale incompentenza adesso ce lo siamo

            tolto.

            Adesso? (newbie)Sono ancora sufficientemente idiota da dare alle persone il beneficio del dubbio....
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            - Scritto da: Trollollero
            Sono ancora sufficientemente idiota da dare alle
            persone il beneficio del
            dubbio....sì, ma lui ha 36.000 messaggi eh.Potevi farti cogliere da 'un leggerissimo sospetto' un filino prima.
          • Trollollero scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: Trollollero


            Sono ancora sufficientemente idiota da dare
            alle

            persone il beneficio del

            dubbio....

            sì, ma lui ha 36.000 messaggi eh.
            Potevi farti cogliere da 'un leggerissimo
            sospetto' un filino
            prima.36k messaggi ok, ma sono praticamente tutti comunicati stampa camuffati.Quelli in cui esprime il suo vero pensiero sono molti meno (almeno spero.... ecco, vedi che sono idiota ? Ancora a dargli il beneficio del dubbio....)
          • il solito bene informato scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            - Scritto da: Trollollero
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: Trollollero







            Se si poteva avere un qualche minimo
            dubbio

            sulla


            tua totale incompentenza adesso ce lo
            siamo


            tolto.



            Adesso? (newbie)
            Sono ancora sufficientemente idiota da dare alle
            persone il beneficio del
            dubbio....potevi dire che frequenti PI solo da qualche <s
            settimana </s
            <s
            giorno </s
            ora
          • aphex_twin scrive:
            Re: Tutte complicazioni inutili
            OT: trovato w98 ? Hai bisogno una mano ad installarlo o almeno per quello te la cavi da solo. Basta chiedere.
        • Funz scrive:
          Re: Tutte complicazioni inutili
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: G. Trevize

          L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non
          è

          mai stato la

          sicurezza.

          Come no, la sicurezza di stroncare i pirati.infatti i pirati sono tutti scomparsi, vero?Quando scendi dalla tua stellina fai un fischio, che festeggiamo :p
      • il solito bene informato scrive:
        Re: Tutte complicazioni inutili
        - Scritto da: G. Trevize
        L'obiettivo di UEFI e del Trusted computing non è
        mai stato la
        sicurezza.certo che sì. La <b
        sicurezza </b
        che la gente non potrà passare ad un sistema operativo concorrente
Chiudi i commenti