Digital Services Act: obblighi anche per Pornhub (update)

Digital Services Act: obblighi anche per Pornhub (update)

Pornhub, XVideos e Stripchat dovranno rispettare gli obblighi previsti dal DSA, tra cui la verifica dell'età e l'eliminazione dei contenuti illegali.
Digital Services Act: obblighi anche per Pornhub (update)
Pornhub, XVideos e Stripchat dovranno rispettare gli obblighi previsti dal DSA, tra cui la verifica dell'età e l'eliminazione dei contenuti illegali.

Secondo le fonti del Financial Times, la Commissione europea annuncerà entro oggi che Pornhub, XVideos e Stripchat dovranno rispettare il Digital Services Act (DSA). Verranno quindi designate come VLOP (Very Large Online Platform), ma gli obblighi scatteranno da aprile 2024.

Verifica dell’età e rimozione dei contenuti

A fine aprile 2023, la Commissione europea ha comunicato l’elenco dei servizi soggetti al DSA. Si tratta di 17 VLOP e due VLOSE (Very Large Online Search Engine), appartenenti ad aziende che gestiscono piattaforme digitali e motori di ricerca, che devono rispettare la legge dal 25 agosto. Per le altre piattaforme, l’obbligo scatta il 17 febbraio 2024.

La Commissione europea ha già chiesto varie informazioni a X, Meta, TikTok, YouTube, Apple e Google. Pochi giorni fa è stato avviato il primo procedimento formale contro X. Gli obblighi aggiuntivi si applicano alle VLOP, ovvero alle piattaforme con almeno 45 milioni di utenti attivi mensili.

In base ai dati della Commissione, XVideos ha oltre 160 milioni di utenti attivi al mese, pari a circa un terzo dei cittadini europei. Pornhub afferma invece di avere solo 33 milioni di utenti attivi al mese in Europa, mentre Stripchat non ha fornito dati ufficiali.

Uno degli obblighi previsti è l’implementazione di misure efficaci per la verifica dell’età. Oggi è sufficiente dichiarare di avere 18 anni, cliccando su un pulsante, per accedere ai siti pornografici. Le tre piattaforme dovranno inoltre eliminare in tempi brevi i contenuti illegali, come i video non consensuali. Infine dovranno essere soggette a controlli esterni per verificare il rispetto delle regole. La decisione della Commissione europea è attesa entro oggi.

Aggiornamento: la Commissione europea ha aggiunto i tre servizi all’elenco delle VLOP.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 20 dic 2023
Link copiato negli appunti