Digitale terrestre: TV8, Cielo e Sky TG24 cambiano mux ma non in HD

Digitale terrestre: TV8, Cielo e Sky TG24 cambiano mux ma non in HD

TV8, Cielo e Sky TG24 cambiano frequenza, ma la notizia è che per ora nessuno di questi sul digitale terrestre trasmette in alta definizione.
TV8, Cielo e Sky TG24 cambiano frequenza, ma la notizia è che per ora nessuno di questi sul digitale terrestre trasmette in alta definizione.

Brutte notizie per coloro che amano seguire la programmazione dei canali Sky sul digitale terrestre. Infatti, a inizio anno 2022 TV8, Cielo e Sky TG24 hanno cambiato mux passando dalla frequenza 52 alla 48. Purtroppo però la qualità dell'immagine non verrà trasmessa in alta definizione, nemmeno per Cielo e Sky TG24 che si sono adeguate alla codifica Mpeg-4. Per questo sono molti gli utenti che stanno seriamente pensando di migrare a Tivùsat. Cerchiamo di capire la motivazione e cosa dovremo aspettarci in futuro.

TV8, Cielo e Sky TG24 cambiano frequenza ma sul digitale terrestre non sono in HD

Stando a quanto successo si potrebbe dire che Sky non ha scelto di puntare sulla realizzazione di un palinsesto di contenuti sul digitale terrestre da trasmettere in alta definizione. L'idea che molti si stanno facendo è che stia cercando di proteggere i suoi abbonati che godono di un servizio in 4K. Ciò a scapito di chi seguiva gli appuntamenti sportivi, gli show e le serie TV trasmessi in differita.

Ciò può essere vero, ma occorre tenere presente anche un altro fattore non indifferente. Adeguarsi al nuovo digitale terrestre, e quindi optare per la sua banda, è diventato sempre più difficile per due motivi. Il primo riguarda la sua esiguità e il secondo, consequenziale al primo, riguarda gli investimenti alquanto costosi. Perciò appare comprensibile che Sky non sia attualmente intenzionata all'esborso di importanti cifre per trasmettere in HD i suoi canali gratuiti.

Ricordiamo inoltre che TV8 non è ancora passato alla banda Mpeg-4, rimanendo quindi alla Mpeg-2, per garantire la ricezione almeno di questo canale a chi ancora non ha adeguato il suo televisore o decoder digitale terrestre al DVB-T2.

Discovery è ancora in ritardo

Discovery addirittura è, tra tutte, l'emittente più in ritardo rispetto alla tabella di marcia del nuovo digitale terrestre. In pratica il gruppo non ha ancora migrato i suoi canali da Mpeg-2 a Mpeg-4 e poi in alta definizione. Molto probabilmente potrebbe essere in attesa delle prossime mosse dei suoi concorrenti.

Oppure, anche per questa società, l'idea è quella di sviluppare un nuovo modo di fare televisione. Infatti, da poco ha rinnovato la sua app dalla quale si possono vedere in streaming on demand tutti i programmi. Di questi, alcuni in anticipo o esclusivamente se l'utente ha sottoscritto un abbonamento.

Non solo Sky e Discovery, ma anche LA7 e LA7D, nonostante quest'ultimo viene già trasmesso in alta definizione, sono in attesa di tempi migliori prima di procedere al cambio sostituendo la numerazione ufficiale. Nonostante tutto, il termine ultimo sarà l'8 marzo, giorno in cui tutti i canali del digitale terrestre dovranno essere trasmessi in Mpeg-4.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

04 01 2022
Link copiato negli appunti