È disponibile Sentinet³ 4.0

Una suite di monitoraggio e controllo dell'infrastruttura informatica made in Italy giunta alla quarta major release. Le novità principali di questa versione

L’italiana Fata Informatica ha da poco rilasciato la release 4.0 del suo prodotto di Unified Proactive Monitoring denominato Sentinet³. Tra le principali novità della nuova versione ci sono un’interfaccia grafica rinnovata e alcune aggiunte agli strumenti di controllo e verifica messi a disposizione.

Per quanto attiene l’interfaccia, essa è stata ridisegnata innanzi tutto per tenere conto delle tecnologie responsive per il design: in questo modo gli strumenti Sentinet³ possono essere accessibili anche attraverso lo schermo di uno smartphone o di un tablet, e i menù sono stati riorganizzati per ottimizzare l’utilizzo e la fruibilità degli strumenti. La nuova tactical overview mira proprio a rendere più immediato l’accesso alle informazioni principali: in una sola pagina attraverso i widget si possono tenere d’occhio i dati principali sulla propria infrastruttura, tenendo traccia dei servizi fondamentali presenti sulla rete.

Sul lato della semplificazione dell’utilizzo, Sentinet³ 4.0 introduce i Pattern nel workflow: in questo modo la configurazione di server e servizi viene ridotta a un semplice click, coadiuvata dall’ interface inspector che rileva in automatico le interfacce di rete degli apparati consentendo di attivare il monitoraggio automatico e immediato di ogni porta fisica dei device. Con la release 4.0 è anche possibile identificare dei Preferiti : in questo modo si possono salvare le schede relative ai servizi e gli strumenti che si desidera tenere pronte per l’accesso, in modo tale da accelerare la consultazione dei dati quando ve ne è bisogno.

La consultazione dei dati è stata inoltre migliorata grazie ai nuovi grafici interattivi ora disponibili: si può effettuare lo zoom su un determinato arco temporale per visualizzare nel dettaglio le informazioni ricercate, con la certezza che il nuovo desing responsive consentirà di tenere sotto controllo i dati su ogni schermo. Per arginare il sovraccarico di alert e informazioni in arrivo si possono anche impostare un numero massimo di avvisi attraverso il nuovo sistema anti-flooding : il sistema invia solo un numero determinato di alert, per poi passare alla creazione di una coda di avvisi che verranno condensati in un’unica notifica che eviterà il sovraccarico di email o messaggi legati a un evento imprevisto sull’infrastruttura.

Infine, Sentinet³ 4.0 dispone di un nuovo modulo denominato network situational awareness : tramite questo strumento una serie di mappe dell’infrastruttura vengono generate in modo automatico, per tenere traccia in tempo reale della situazione hardware e software di tutti gli host. Servizi attivi, software installato, porte aperte: tutto quanto è necessario a tenere sotto controllo la rete locale per garantire la sicurezza e il funzionamento di tutti gli apparati e i servizi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Floriano scrive:
    quote di mercato
    e fu così che scoprirono che la gente comprava i Lumia per il marchio nokia....
  • bradipao scrive:
    distruzione di valore
    Dovendo scegliere tra un marchio famoso e ben voluto recentemente acquisito ed un marchio generalmente mal considerato, quale usereste per i vostri prodotti?Ecco, se volete "distruggere valore", il secondo !!!
    • top pirla scrive:
      Re: distruzione di valore
      - Scritto da: bradipao
      Dovendo scegliere tra un marchio famoso e ben
      voluto recentemente acquisito ed un marchio
      generalmente mal considerato, quale usereste per
      i vostri
      prodotti?

      Ecco, se volete "distruggere valore", il secondo
      !!!Parole sante.Proprio non capisco la mossa di Microsoft, ma purtroppo si sa che quando i top manager ci si mettono riescono a fare danni oltre l'immaginabile.Gente che vive fuori dal mondo, con stipendi milionari e spesso con competenze e IQ che vanno poco oltre l'impiegato "comune".Quale utilità ha aver speso tutti quei miliardi per Nokia quando poi non si mantiene nemmeno il marchio più famoso di sempre nell'ambito della telefonia? Idiozia pura, a questo punto gli conveniva farselo direttamente in casa il cellulare, senza acquisire niente, tanto ormai un cellulare di fascia alta lo riesce a progettare anche un'azienda cinese con 4 gatti.Per Skype, tra l'altro, hanno fatto l'esatto opposto (giustamente): acquisizione miliardaria, brand mantenuto e quel XXXXX di Messenger ucciso e "inglobato".
      • Papple scrive:
        Re: distruzione di valore
        - Scritto da: top XXXXX
        - Scritto da: bradipao

        Dovendo scegliere tra un marchio famoso e ben

        voluto recentemente acquisito ed un marchio

        generalmente mal considerato, quale usereste
        per

        i vostri

        prodotti?



        Ecco, se volete "distruggere valore", il
        secondo

        !!!

        Parole sante.

        Proprio non capisco la mossa di Microsoft, ma
        purtroppo si sa che quando i top manager ci si
        mettono riescono a fare danni oltre
        l'immaginabile.
        Gente che vive fuori dal mondo, con stipendi
        milionari e spesso con competenze e IQ che vanno
        poco oltre l'impiegato
        "comune".

        Quale utilità ha aver speso tutti quei miliardi
        per Nokia quando poi non si mantiene nemmeno il
        marchio più famoso di sempre nell'ambito della
        telefonia? Idiozia pura, a questo punto gli
        conveniva farselo direttamente in casa il
        cellulare, senza acquisire niente, tanto ormai un
        cellulare di fascia alta lo riesce a progettare
        anche un'azienda cinese con 4
        gatti.

        Per Skype, tra l'altro, hanno fatto l'esatto
        opposto (giustamente): acquisizione miliardaria,
        brand mantenuto e quel XXXXX di Messenger ucciso
        e
        "inglobato".Nokia è stata comprata per i brevetti non certo per un marchio che stava morendo già di suo.
        • top pirla scrive:
          Re: distruzione di valore
          Decisamente un affare direi.Prima che rientrano di 7,5 miliardi solo a suon di cause la vedo dura.
    • Zucca Vuota scrive:
      Re: distruzione di valore
      - Scritto da: bradipao
      Dovendo scegliere tra un marchio famoso e ben
      voluto recentemente acquisito ed un marchio
      generalmente mal considerato, quale usereste per
      i vostri
      prodotti?Molto banalmente la vendita di Nokia è la vendita di una divisione, non di tutta l'azienda, e non prevede il diritto d'uso del marchio nel settore degli smartphone.
Chiudi i commenti