Domeus.it si scaglia contro lo spam

In una nota inviata a Punto Informatico l'azienda spiega che procederà a misure straordinarie per tutelare la rete e la propria immagine. Troppi gli spammer


Roma – La questione spam continua ad essere centrale e, da come vanno le cose, difficilmente cesserà di esserlo in tempi brevi. eCircle- Domeus.it , fornitore di servizi gratuiti per community online, ha ieri scritto a Punto Informatico per raccontare la propria esperienza più recente e annunciare alcuni provvedimenti antispam che intende prendere.

In particolare eCircle ha intenzione di comunicare ai propri iscritti che ne facessero richiesta i dati dei tenutari di mailing list e di servizi sospettati di essere coinvolti in azioni di spam, informazioni finora cedute solo in caso di inchieste da parte della magistratura. Una decisione drastica che, come emerge chiarissimamente dalla lettera di eCircle, è una ormai inevitabile misura anti-spam.

“Vorremmo segnalarvi – scrive eCircle – due casi di spam che abbiamo dovuto gestire in questi giorni sulla piattaforma gratuita domeus e che hanno visto coinvolti migliaia di utenti Internet.

Il primo caso riguarda due comunità presenti sul nostro supporto: “trovasessocommunity” e “proibitissimo”.

Da alcune settimane centinaia di messaggi di invito sono stati distribuiti dai nostri server per queste due comunità. Inizialmente abbiamo temuto vi fosse un problema nel sistema, poi abbiamo ricevuto, oltre a lamentele riguardanti mail automatiche di invito domeus, anche richieste di chiarimenti per mail che con noi non avevano nulla a che fare ma che comunque riportavano agli stessi due siti: www.trovasesso.it e www.proibitissimo.it.

La maggior parte degli indirizzi destinatari non risultava sulla nostra piattaforma. Perciò abbiamo proceduto con alcune ricerche scoprendo che i siti appartengono ad uno stesso provider telefonico che sembra forzare gli utenti a recarsi su siti predisposti con programmi di collegamento telefonico internazionale.
Viste le coincidenze stiamo valutando se vi siano gli estremi per considerare questi atti come abuso del nostro servizio e poter chiudere di conseguenza le due liste in oggetto.

Il secondo caso riguarda un provider che ha trasferito il primo di marzo sul nostro supporto il proprio database di indirizzi eMail. Approssimativamente 25.000 in tutto, sembra in prevalenza indirizzi aziendali.

Dopo il primo invio, in cui veniva dichiarato dalla società stessa che gli indirizzi erano stati raccolti in Internet attraverso cataloghi pubblici, abbiamo ricevuto alcune proteste vibrate che ci hanno portato ad aprire un’indagine immediata.

Contattato il moderatore via eMail (attendiamo ancora risposta), abbiamo provveduto a restituire gli indirizzi e a chiudere il database”.

“Rimane il fatto – continua la lettera di eCircle – che anche agli addetti ai lavori, e quindi non solo alle aziende appena affacciatesi su Internet, sembra essere veramente poco chiaro il concetto di tutela e anti-Spam tanto da offrirci casi che spaziano dal presunto dolo alla più genuina ingenuità nel creare e gestire una newsletter o un qualsiasi servizio di auto-promozione”.

Secondo eCircle atti di questo tipo ledono gli utenti ma anche l’immagine di un’azienda che offre servizi internet a tantissimi. Per questo, spiega eCircle, “abbiamo preso pertanto la decisione di rendere noto agli iscritti, su esplicita richiesta, i dati dei moderatori sospettati di praticare atti illeciti e spam su liste trasferite sul nostro supporto. Quindi non solo in caso di controversia legale in atto e su richiesta da parte delle autorità competenti”.

Una decisione difficile che secondo eCircle “troverà pareri contrastanti, ma riteniamo altresì che sia più giusto che un iscritto possa esattamente sapere chi dispone del proprio indirizzo eMail anzichè tutelare ad oltranza la privacy di coloro che sono i primi a violarla”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma dai.........
    Ma secondo voi il mercato dei pc, delle play station perchè si è sviluppato cosi? Perchè a due lire si trovano cd copiati... se cosi non fosse ci sarebbero la meta dei PC e altre apparecchiature che possono funzionare con cose del genere rimediate a due lire o gratis...ovviamente mi rode anche a me quando vedo aziende che ci fanno i soldoni con i vari office copiati e s.o. installati con lo stesso numero diserie su 20 pc, ma per il resto non credo che esista una sola persona che, se non fosse stato per la possibilità di rimediare il giochetto o il programmillo preferito, avrebbe mai speso tanti soldi per pc o Play o decoder per pay tv....e namo siate sinceri!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dai.........
      Ma con chi ce l'hai?- Scritto da: io
      Ma secondo voi il mercato dei pc, delle play
      station perchè si è sviluppato cosi? Perchè
      a due lire si trovano cd copiati... se cosi
      non fosse ci sarebbero la meta dei PC e
      altre apparecchiature che possono funzionare
      con cose del genere rimediate a due lire o
      gratis...ovviamente mi rode anche a me
      quando vedo aziende che ci fanno i soldoni
      con i vari office copiati e s.o. installati
      con lo stesso numero diserie su 20 pc, ma
      per il resto non credo che esista una sola
      persona che, se non fosse stato per la
      possibilità di rimediare il giochetto o il
      programmillo preferito, avrebbe mai speso
      tanti soldi per pc o Play o decoder per pay
      tv....e namo siate sinceri!
    • Anonimo scrive:
      Re: ma dai.........
      Si però i produttori di lettori stereo, pc e via dicendo non sono gli stessi che producono i programmi e i cd...Insomma qualcuno guadagna troppo e qualcuno ci rimette...O no?- Scritto da: io
      Ma secondo voi il mercato dei pc, delle play
      station perchè si è sviluppato cosi? Perchè
      a due lire si trovano cd copiati... se cosi
      non fosse ci sarebbero la meta dei PC e
      altre apparecchiature che possono funzionare
      con cose del genere rimediate a due lire o
      gratis...ovviamente mi rode anche a me
      quando vedo aziende che ci fanno i soldoni
      con i vari office copiati e s.o. installati
      con lo stesso numero diserie su 20 pc, ma
      per il resto non credo che esista una sola
      persona che, se non fosse stato per la
      possibilità di rimediare il giochetto o il
      programmillo preferito, avrebbe mai speso
      tanti soldi per pc o Play o decoder per pay
      tv....e namo siate sinceri!
      • Anonimo scrive:
        Re: ma dai.........
        Questo è vero in effetti...ci guadagnano di più i produttori di hardware....Giusta osservazione!
  • Anonimo scrive:
    E se registro dalle radio...
    ..... sono sempre contro legge?? Si può o no?
  • Anonimo scrive:
    Finché costano 20 Euro a CD, nessuno li compra
    Finché i CD musicali costano 20 Euro, nessuno li compra.Il CD nuovo dei Gazosa lo fanno pagare 15 Euro, e penso che oggi lo andrò a comprare. Non sarà la migliore musica che c'è in giro (ovvio), ma non è male.Mr.Wolfwww.hackerzine.org
    • Anonimo scrive:
      Re: Finché costano 20 Euro a CD, nessuno li compra
      Per me tu sei lo zio furbo di uno dei gazzosa... ;-)))- Scritto da: MrWolf
      Finché i CD musicali costano 20 Euro,
      nessuno li compra.
      Il CD nuovo dei Gazosa lo fanno pagare 15
      Euro, e penso che oggi lo andrò a comprare.
      Non sarà la migliore musica che c'è in giro
      (ovvio), ma non è male.
      Mr.Wolf
      www.hackerzine.org
  • Anonimo scrive:
    Questi napoletani sanno solo copiare...
    Alla TV (farà male?) fanno sempre vedere sti napoletani intenti a copiare di tutto, ma sapranno inventare qualcosa o copiano e basta?Tanto talento sprecato...Scarlight
    • Anonimo scrive:
      Terun! (era:Questi napoletani...)
      Scarlight:
      Alla TV (farà male?) fanno sempre vedere sti
      napoletani intenti a copiare di tuttoEcco appunto "alla TV fanno sempre vedere"Si è vero, c'è tanta merda da queste parti. peccato però che mostrano solo quella in TV.Intanto cominciamo a dire che il 90% dei CD "clonati" erano destinati al mercato del più-civile nord...
  • Anonimo scrive:
    Sanremo?!?!?!!?
    Evidentemente puntavanosu qualcosa che avrebbe dovuto averemercato...BLEAH!!!!I napoletani di oggi non capiscono una cippain fatto di musica....Qualcuno ha mai sentito qualche neomelodico sulle varie retine private?BLEAAAHHHH!H!!!Pino Silvestre
  • Anonimo scrive:
    CD anticopia
    altra dimostrazione che i "CD anticopia" (che in realtà sono copiabii con qualche artefatto) non faranno altro che favorire il plorificare di queste associazioni organizzate
    • Anonimo scrive:
      Re: CD anticopia
      - Scritto da:
      altra dimostrazione che i "CD anticopia"
      (che in realtà sono copiabii con qualche
      artefatto) non faranno altro che favorire il
      plorificare di queste associazioni
      organizzateGuarda che i cd anticopia sono pensati per impedire all'utente medio di farne 10 copie e rivenderle agli amici. Le organizzazioni criminali hanno i master direttamente dagli studi che li fanno... tant'è vero che i dischi "napoletani" escono sempre e regolarmente prima degli originali...
      • Anonimo scrive:
        Re: CD anticopia
        - Scritto da: Crocktant'è vero che i
        dischi "napoletani" escono sempre e
        regolarmente prima degli originali...
        Ma allora sono le Major che li copiano dai cd "napoletani" :-))
      • Anonimo scrive:
        Re: CD anticopia
        - Scritto da: Crock

        altra dimostrazione che i "CD anticopia"

        (che in realtà sono copiabii con qualche

        artefatto) non faranno altro che favorire il

        plorificare di queste associazioni

        organizzate

        Guarda che i cd anticopia sono pensati per
        impedire all'utente medio di farne 10 copie
        e rivenderle agli amici. Le organizzazioni
        criminali hanno i master direttamente dagli
        studi che li fanno... tant'è vero che i
        dischi "napoletani" escono sempre e
        regolarmente prima degli originali...Motivo in più per sostenere l'inutilità delle protezioni
  • Anonimo scrive:
    Ottimo...
    Spazziamo via la pirateria... intanto per le strade di Napoli si vende droga senza sosta, le fermate della circumvesuviana sono preda dei rapinatori (su certe fermate non ci sono neppure le telecamere di sorvegliaza) e degli spacciatori etc...Preferirei vedere tante bancarelle con i cd duplicati e poter camminare sicuro di notte per le strade, invece e' il contrario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo...
      E' ovvio: le forze dell'ordine sono messe a disposizione di chi paga: Discografici, spacciatori, mafiosi...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottimo...
      - Scritto da: leila
      Spazziamo via la pirateria... intanto per le
      strade di Napoli si vende droga senza sosta,
      le fermate della circumvesuviana sono preda
      dei rapinatori (su certe fermate non ci sono
      neppure le telecamere di sorvegliaza) e
      degli spacciatori etc...

      Preferirei vedere tante bancarelle con i cd
      duplicati e poter camminare sicuro di notte
      per le strade, invece e' il contrario.La legge è elegge e va rispettata comunque, anche se (come in questo caso) non la si condivide.Però prima di parlare domandatevi cosa fate voi per rendere la vostra città più sicura: sapete perché a trento non accadono queste cose? Perchè la gente appenba vede uno spacciatore, un venditore di prodotti contraffatti, uno scatolettista (quelli delle tre carte) etc etc CHIAMA LA POLIZIA!Non sta lì a piagnucolare.E poi il rispetto della legge nasce da tante piccole cose, che in molte parti d'Italia, Milano compresa, non si tengono assolutamente presente, tipo rispettare le norme del traffico, usare i cestini della nettezza....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottimo...
        - Scritto da: Rock
        Però prima di parlare domandatevi cosa fate
        voi per rendere la vostra città più sicura:
        sapete perché a trento non accadono queste
        cose? Perchè la gente appenba vede uno
        spacciatore, un venditore di prodotti
        contraffatti, uno scatolettista (quelli
        delle tre carte) etc etc CHIAMA LA POLIZIA!Quindi secondo questa considerazione per arrestare uno spacciatore la polizia deve essere prima avvisata dai comuni cittadini? non è sufficente che di loro iniziativa vadano ad arrestarli li dove sono?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ottimo...
          - Scritto da: uNNNNNNNNNN

          - Scritto da: Rock


          Però prima di parlare domandatevi cosa
          fate

          voi per rendere la vostra città più
          sicura:

          sapete perché a trento non accadono queste

          cose? Perchè la gente appenba vede uno

          spacciatore, un venditore di prodotti

          contraffatti, uno scatolettista (quelli

          delle tre carte) etc etc CHIAMA LA
          POLIZIA!

          Quindi secondo questa considerazione per
          arrestare uno spacciatore la polizia deve
          essere prima avvisata dai comuni cittadini?
          non è sufficente che di loro iniziativa
          vadano ad arrestarli li dove sono? Tanto sanno tutti dove stanno e cosa fanno dal più piccolo spacciatore al più grande mafioso, ma loro sono intoccabili.......Pensando a certe cose c'è solo da pensarci su e dire: ma che italia abbiamo????? Perchè paghiamo le tasse?? Da chi siamo protetti sempre se lo siamo? Ma se ti trovano un cd copiato a casa, magari acquistato da un marocchino, ti danno 8 anni.....W L'ITALIA :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ottimo...
            - Scritto da: Scoglio-nato
            - Scritto da: uNNNNNNNNNN



            - Scritto da: Rock




            Però prima di parlare domandatevi cosa

            fate


            voi per rendere la vostra città più

            sicura:


            sapete perché a trento non accadono
            queste


            cose? Perchè la gente appenba vede uno


            spacciatore, un venditore di prodotti


            contraffatti, uno scatolettista (quelli


            delle tre carte) etc etc CHIAMA LA

            POLIZIA!



            Quindi secondo questa considerazione per

            arrestare uno spacciatore la polizia deve

            essere prima avvisata dai comuni
            cittadini?

            non è sufficente che di loro iniziativa

            vadano ad arrestarli li dove sono?

            Tanto sanno tutti dove stanno e cosa fanno
            dal più piccolo spacciatore al più grande
            mafioso, ma loro sono intoccabili.......
            Pensando a certe cose c'è solo da pensarci
            su e dire: ma che italia abbiamo????? Perchè
            paghiamo le tasse?? Da chi siamo protetti
            sempre se lo siamo? Ma se ti trovano un cd
            copiato a casa, magari acquistato da un
            marocchino, ti danno 8 anni.....
            W L'ITALIA :)Andiamo, nessuno ti dà otto anni. Credo che la legge preveda sanzioni penali solo per i grossi trafficanti. Se ti beccano un cd falso a casa in realtà ti danno 300mila di multa...Quanto al fatto che i comuni cittadini debbano avvisare la polizia... SI CERTO, ASSOLUTAMENTE SI, questo mi fa veramente incavolare... possibile che non si capisca che la giustizia, l'osservanza delle regole del comune convivere (=leggi) non sono un dovere di pochi ma un interesse, un onere e un privilegio di TUTTI!!!Che, salvo nelle dittature dove i paesi vengono militarizzati, una società civile non può prescindere dal SENSO CIVICO???Rock
Chiudi i commenti