Domini generici, Amazon contro gli editori USA

Authors Guild e AAP contro le richieste inoltrate dal retailer di Seattle all'ICANN. Secondo questi ultimi la consegna di domini generici come .book e .read nelle mani di aziende private è un rischio. Google si sfila dalla questione

Roma – L’ira degli editori statunitensi in una lettera aperta ai vertici dell’ Internet Corporation for Assigned Names and Numbers (ICANN), l’organizzazione non-profit che supervisiona i domini del Web. Nell’assegnazione dei preziosi domini generici di primo livello (gTLD), il gigante della distribuzione online Amazon avrebbe inoltrato pericolose richieste anti-competitive .

Nello specifico , le associazioni di categoria Authors Guild e Association of American Publishers (AAP) si sono opposte all’eventuale assegnazione di domini generici come .book , .author e .read , richiesti dall’azienda di Jeff Bezos in un totale di 76 nuovi gTLD . Gli editori a stelle e strisce non vogliono che tali suffissi finiscano nelle grinfie di un’azienda privata con evidenti interessi di business.

Come sottolineato dall’attuale presidente di Authors Guild Scott Turow, società come Amazon riuscirebbero ad estendere ulteriormente le rispettive quote di mercato , di fatto autorizzate ad un “abuso illimitato” del principio di libera competitività. Nell’opinione espressa dalla nota catena di librerie Barnes&Noble – tra i principali competitor di Amazon nel settore dei libri elettronici – il controllo privato dei domini generici minaccerebbe gli stessi principi di apertura e libertà del Web.

In attesa delle prime deleghe annunciate dall’ICANN per la fine del prossimo aprile, società come Amazon e Google hanno inoltrato un totale di quasi 200 richieste su 1.900 application ricevute dal registrar a stelle e strisce. Mentre gli editori sparano sul retailer di Seattle, la Grande G ha assicurato che gTLD come .search , .app e .cloud verranno comunque messi a disposizione di sviluppatori, ricercatori e semplici utenti .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • TuttoaSaldo scrive:
    Non ho capito..
    Come si fa a fare il numero?Devo portare il piede davanti all'orecchio per rispondere?
    • TuttoaSaldo scrive:
      Re: Non ho capito..
      - Scritto da: krane
      Beh ? Lo faceva gia' Get Smart:La serie degli anni settanta era geniale !!Col disco combinatore poi..
  • Eugenio Guastatori scrive:
    Non capisco l'innovazione
    Sono anni che parlo con le mie scarpe e che loro mi rispondono.
  • Jack scrive:
    Mah
    - Scritto da: Articolo
    Le comunicazioni da scarpa a uomo verranno poi condivise sul social
    network Google+, eventualmente commentate in tempo reale dagli amici.Passi per il resto che può fare un qualsiasi oggetto (scarpa/occhiali/orologio/scolapasta) con una qualche forma di intelligenza, ma quello che non capisco è... perché deve essere condiviso sui social network?Magari io vorrei salvarmi questi dati, ma di sicuro non condividerli.Basta con questa mania di voler condividere anche il numero di volte al giorno che mi gratto le chiappe!!!!(ovviamente il mio è un discorso nato da esperienze più ampie: non si trovano condizionatori dotati di interfaccia seriale o usb, ma è pieno di condizionatori con dentro una sim card; si fatica a trovare un antifurto economico, con connessione senza fili ai sensori, dotato di interfaccia verso un sistema di domotica, ma è pieno di tali antifurti dotati di sim card; i conigli Nabaztag si interfacciavano con il sito madre, mica con un "server" in casa. Questi sono solo piccoli casi in cui salta all'occhio come l'oggetto acquistato non fa quello che vuole l'acquirente ma solo e soltanto quello che vuole il costruttore, e queste scarpe sono l'ennesimo esempio.)
    • krane scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Jack
      - Scritto da: Articolo
      (ovviamente il mio è un discorso nato da
      esperienze più ampie: non si trovano
      condizionatori dotati di interfaccia seriale o
      usb, ma è pieno di condizionatori con dentro una
      sim card; si fatica a trovare un antifurto
      economico, con connessione senza fili ai sensori,
      dotato di interfaccia verso un sistema di
      domotica, ma è pieno di tali antifurti dotati di
      sim card; i conigli Nabaztag si interfacciavano
      con il sito madre, mica con un "server" in casa.
      Questi sono solo piccoli casi in cui salta
      all'occhio come l'oggetto acquistato non fa
      quello che vuole l'acquirente ma solo e soltanto
      quello che vuole il costruttore, e queste scarpe
      sono l'ennesimo esempio.)Esatto: bastava una scarpa con telecamera e possibilita' di vedere le mutande sotto le gonne... Chissene di condividere !!!
      • attonito scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Jack

        - Scritto da: Articolo


        (ovviamente il mio è un discorso nato da

        esperienze più ampie: non si trovano

        condizionatori dotati di interfaccia seriale
        o

        usb, ma è pieno di condizionatori con dentro
        una

        sim card; si fatica a trovare un antifurto

        economico, con connessione senza fili ai
        sensori,

        dotato di interfaccia verso un sistema di

        domotica, ma è pieno di tali antifurti
        dotati
        di

        sim card; i conigli Nabaztag si
        interfacciavano

        con il sito madre, mica con un "server" in
        casa.

        Questi sono solo piccoli casi in cui salta

        all'occhio come l'oggetto acquistato non fa

        quello che vuole l'acquirente ma solo e
        soltanto

        quello che vuole il costruttore, e queste
        scarpe

        sono l'ennesimo esempio.)

        Esatto: bastava una scarpa con telecamera e
        possibilita' di vedere le mutande sotto le
        gonne... Chissene di condividere
        !!!che ne dici di webcam sulla scarpa cosi' puoi guardare le mutande della tipa davanti a te in ascensore/bar/autobus/etc? ovviamente il segnale video viene rimandato in tempo reale ai google-occhiali che indossi e contemporaneamente registrato sullo smartphone.
        • krane scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: attonito
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Jack

          Esatto: bastava una scarpa con telecamera e

          possibilita' di vedere le mutande sotto le

          gonne... Chissene di condividere !!!
          che ne dici di webcam sulla scarpa cosi' puoi
          guardare le mutande della tipa davanti a te in
          ascensore/bar/autobus/etc? ovviamente il segnale
          video viene rimandato in tempo reale ai
          google-occhiali che indossi e contemporaneamente
          registrato sullo smartphone.Esattamente quello che pensavo !!!
      • Pirullo scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: krane
        - Scritto da: Jack

        - Scritto da: Articolo


        (ovviamente il mio è un discorso nato da

        esperienze più ampie: non si trovano

        condizionatori dotati di interfaccia seriale
        o

        usb, ma è pieno di condizionatori con dentro
        una

        sim card; si fatica a trovare un antifurto

        economico, con connessione senza fili ai
        sensori,

        dotato di interfaccia verso un sistema di

        domotica, ma è pieno di tali antifurti
        dotati
        di

        sim card; i conigli Nabaztag si
        interfacciavano

        con il sito madre, mica con un "server" in
        casa.

        Questi sono solo piccoli casi in cui salta

        all'occhio come l'oggetto acquistato non fa

        quello che vuole l'acquirente ma solo e
        soltanto

        quello che vuole il costruttore, e queste
        scarpe

        sono l'ennesimo esempio.)

        Esatto: bastava una scarpa con telecamera e
        possibilita' di vedere le mutande sotto le
        gonne... Chissene di condividere
        !!!VAI AL MERCATINO E TE NE COMPRI QUANTE NE VUOI. POI LE STENDI NEL FILO DELLA BIANCHERIA E TE LE GUARDI ANCHE PER ORE. SEI SCEMO O MAIALE? MAH... FORSE ENTRAMBI.
        • krane scrive:
          Re: Mah
          - Scritto da: Pirullo
          - Scritto da: krane

          - Scritto da: Jack


          - Scritto da: Articolo

          Esatto: bastava una scarpa con telecamera e

          possibilita' di vedere le mutande sotto le

          gonne... Chissene di condividere !!!
          VAI AL MERCATINO E TE NE COMPRI QUANTE NE VUOI.
          POI LE STENDI NEL FILO DELLA BIANCHERIA E TE LE
          GUARDI ANCHE PER ORE. SEI SCEMO O MAIALE? MAH...
          FORSE ENTRAMBI.Io maiale tu scemo...
    • merlo indiano scrive:
      Re: Mah
      - Scritto da: Jack

      ma quello che non capisco è...
      perché deve essere condiviso sui
      social network?perchè se non abbiamo una scusa per farti connettere alla rete, me lo dici come ti inondiamo di pubblicità furbone?noi dobbiamo farti vedere la pubblicità!trovami un altro sistema, e ti copriamo d'oro :@kraaa kraaaapolly vuole cracker kraaaaaa
      • Jack scrive:
        Re: Mah
        - Scritto da: merlo indiano
        noi dobbiamo farti vedere la pubblicità!Quindi dovrò mettere adblock anche sulle scarpe? ma blocca anche la puzza di piedi oltre ai banner?
        trovami un altro sistema, e ti copriamo d'oro :@Io già non so come faccia la gente a non inc@%%arsi nell'usare sul cellulare programmi che, nell'ordine:1 - Sprecano parte di quella preziosa miseria di 1GB strapagati per scaricare immagini inutili utilizzate nel punto 22 - visualizzano le suddette immagini in banner pubblicitari sberluccicanti e distraenti3 - facendo sì che se ci cliccano sopra per sbaglio, venga ripetuto il punto 1 nel browser, aprendo un sito inutile che non si voleva vedere.
  • Leguleio scrive:
    Mai più senza!
    Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle scarpe mute, che non ci dicevano se correvamo troppo piano o se stavamo sbagliando strada? Io mi auguro solo che abbiano anche la funzione PEDATA: "No, per darne un calcio nel punto giusto a Brin e Page non devi tenere il piede di piatto, ma di punta. Più forte, ancora, ancora, così, più in basso, ecco!".La scarpa da ginnastica intelligente: queste sì che sono le invenzioni che cambiano la vita.
    • sorbole scrive:
      Re: Mai più senza!
      - Scritto da: Leguleio
      Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle
      scarpe mute, che non ci dicevano se correvamo
      troppo piano o se stavamo sbagliando strada? Io
      mi auguro solo che abbiano anche la funzione
      PEDATA: "No, per darne un calcio nel punto giusto
      a Brin e Page non devi tenere il piede di piatto,
      ma di punta. Più forte, ancora, ancora, così, più
      in basso,
      ecco!".

      La scarpa da ginnastica intelligente: queste sì
      che sono le invenzioni che cambiano la
      vita.sono giocattoli esattamente come gli smartphone, i tablet e altri ammennicoli del genere; la gente non vuole cose che cambino la vita, ma solo giocattoli con i quali fare il figo e cazzeggiare (possibilmente mettendo in piazza i fatti propri, per soddisfare il proprio narcisismo, che oggi sembra esser più diffuso di un'epidemia di zombie)
    • bubba scrive:
      Re: Mai più senza!
      - Scritto da: Leguleio
      Come abbiamo fatto a vivere fino ad ora con delle
      scarpe mute, che non ci dicevano se correvamomhh perche tutta sta cattiveria? :)io mi ricordo Nike+ipod+rfid (anche se non c'erano webcam per ovvie ragioni) sin dal 2006 almeno...
Chiudi i commenti