Per Donald Trump il CEO di Cupertino è Tim Apple

Il Presidente degli Stati Uniti, nel corso di un meeting, sbaglia il nome del CEO di Cupertino: per Donald Trump si chiama Tim Apple.

Se per Donald Trump il numero uno di Amazon è Jeff Bozo, perché il CEO di Cupertino non può chiamarsi Tim Apple? La gaffe del Presidente USA (per dirla tutta quella su Bezos era tutt’altro che involontaria) arriva dal meeting dell’American Workforce Policy Advisory Board che ha visto seduti uno in fianco all’altro l’inquilino della Casa Bianca e l’amministratore delegato della mela morsicata.

Donald Trump e Tim Cook Apple

Non è trascorso molto tempo prima che l’hashtag #TimApple diventasse virale, trasformando i suoi protagonisti nell’ennesimo meme pronto a rimbalzare in modo convulso sui social network, di bacheca in bacheca. Lo sguardo della figlia Ivanka, seduta al tavolo della discussione nei panni di assistente, parla da sé. Di seguito la breve clip, caricata da un reporter del sito The Verge: “We appreciate very much Tim Apple”. Chi invece volesse rivedere in streaming l’intera riunione lo può fare sul canale ufficiale YouTube della Casa Bianca.

Con l’eleganza che lo contraddistingue, Tim Cook Apple ha incassato continuando ad annuire e senza interrompere il padrone di casa, accettando di buon grado il nomignolo come prezzo da pagare per la recente ammissione tra i 25 membri che compongono l’American Workforce Policy Advisory Board, il cui obiettivo è quello di gettare le fondamenta per il futuro dell’economia statunitense, passando da iniziative a sostegno di lavoratori e studenti.

Tim Cook e Donald Trump

Marillyn Hewson Lockheed e il 6G

Non è la prima volta che Trump fa confusione con nomi e cognomi dei dirigenti. È accaduto anche lo scorso anno con Marillyn Hewson, CEO di Lockheed Martin, divenuta per qualche misteriosa ragione Marillyn Lockheed.

Se due indizi fanno una prova, è probabile Trump identifichi coloro che si trovano a capo di un’azienda con il nome dell’azienda stessa. Oppure è solo il frutto di un attimo di confusione, una piccola défaillance, più che giustificata per chi, mentre tutto il mondo si arrovella sul tema 5G, è già proiettato oltre e al lavoro per portare il 6G nel suo paese.

Fonte: The Verge

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • iRoby scrive:
    Ma lui ha un Samsung Galaxy!
  • do scrive:
    ha detto team apple
  • Mauro scrive:
    Gaffe? Sicuramente. Necessiti tutto questo ping pong? No. Molte volte, per riferirsi al CEO di una società, ci si riferisce come "Mr (NomeAzienda)" (Zuckemberg - Mr Facebook, Gates - Mr Microsoft....), che abbia fatto un errore dislessico (Tim Cook / Mr Apple -
    Tim Apple), non mi sembra così grave. Comico, relativamente imbarazzante, ma passabile. Non l'ha mica chiamato "Tim Microsoft", "Tim Google" o "Tim Hook" o altro.
Chiudi i commenti