Duke Nukem, ti aspetteremo forever

Stavolta poco più di un mese. Che si somma ai 15 anni già passati. È l'ennesimo rinvio per il capitolo (finale?) della saga più politicamente scorretta e vaporosa della storia
Stavolta poco più di un mese. Che si somma ai 15 anni già passati. È l'ennesimo rinvio per il capitolo (finale?) della saga più politicamente scorretta e vaporosa della storia

Sembrava ormai fatta per Duke Nukem Forever : il più atteso tra i sequel di un videogame avrebbe dovuto fare il suo esordio il 3 maggio in Nordamerica e il 6 in Europa. Ora è stato invece annunciato che il Duca ha un ennesimo ritardo di poco più di un mese .


Insomma, dopo 15 anni dall’ ultimo capitolo della saga e diversi stop , cambi di motore grafico, distributore e team di sviluppo, neanche la presentazione ufficiale avvenuta a Londra lo scorso 6 ottobre sembra aver messo la parola fine e aperto al nuovo inizio.

Gli sviluppatori 2K Games e Gearbox Software hanno annunciato il nuovo ritardo non senza consapevole imbarazzo: “Ci stiamo impegnando a consegnare un’esperienza politicamente scorretta e degna di laugh-out-loud – ha detto Christoph Hartmann, presidente di 2K Games – di cui le persone parleranno per anni. Ringraziamo i fan del Duca per la loro pazienza continua e promettiamo che non occorreranno altri 15 anni”.

Anche RandyPitchford, presidente di Gearbox, si è detto dispiaciuto per l’ennesimo ritardo: “Non pensavo che per sempre ( forever , ndr) fosse così lungo.”

Al netto di nuove sorprese Duke Nukem Forever sbarcherà il 10 giugno sul mercato internazionale e il 14 negli Stati Uniti. Nel frattempo potrebbe vincere per l’ ennesima volta il premio ” Vaporware dell’anno” assegnato da Wired .

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti