E-comm, le carte di credito sono sicure

Un operatore del settore si scaglia contro le dichiarazioni di ADICONSUM spiegando perché usare le carte online offre al consumatore persino maggiori garanzie che nel mondo fisico


Roma – Pubblichiamo di seguito una lettera aperta della Se.Ge.C. snc indirizzata a Paolo Landi (ADICONSUM) dopo sue le dichiarazioni al TG3 sulla presunta inaffidabilità dei pagamenti online.

Egregio Dottore, è con grande rammarico che Le scrivo la presente.
Ieri sera alle 19:00 ho avuto modo di vedere il TG3 e sono rimasta estremamente delusa dalle Sue dichiarazioni in merito ai pagamenti con carte di credito e sulla presunta “inaffidabilità” dei pagamenti su internet, dichiarazioni che lasciano il tempo che trovano e che, ahimè, non sono in alcun modo correlate alla realtà dei fatti, che come qualsiasi operatore del settore sa, sono assai differenti.

Mi permetta dunque, avendo un negozio di e-commerce da 4 anni, di farLe qualche appunto sul Suo intervento, naturalmente senza nessun intento polemico ma con la chiara intenzione di informare e non lasciarsi prendere da facili allarmismi e da luoghi comuni che, in tutta franchezza, al giorno d’oggi sono piuttosto risibili.

Innanzitutto è doveroso precisare che la truffa a cui il TG3 ha dedicato il servizio in oggetto non era in alcun modo relazionata o relazionabile al commercio elettronico, precisazione decisamente importante, dato che rende piuttosto inspiegabile il Suo intervento quanto le motivazioni che lo hanno generato: la truffa delle 5000 carte di credito clonate è una “normalissima” truffa operata da un esercizio commerciale come un altro, un esercizio commerciale che non fornisce nessuna delle garanzie che invece la maggior parte dei negozi di e-commerce dà, garanzie di sicurezza facilmente verificabili dai nostri clienti.

La maggior parte dei negozi di e-commerce si appoggia a sistemi di pagamento online, come Banca Sella o la Banca Antonveneta, sistemi di pagamento che, abbastanza naturalmente, sono studiati per essere sicuri, e si avvalgono di sistemi come la crittazione della connessione; il pagamento è, a noi, completamente trasparente: noi non abbiamo le credenziali delle carte di credito, noi non vogliamo le credenziali delle carte di credito, vien da se che per noi è totalmente impossibile clonare alcunché o danneggiare i nostri clienti attraverso movimenti sottobanco, e spero che nessuno intenda accusare quelle che a tutti gli effetti sono vere e proprie banche di maneggiare con leggerezza i pagamenti degli utenti che a loro si affidano.

Dal punto di vista del consumatore, poi, la garanzia di concludere senza imbrogli è totale: comprando online con carta il cliente può anche rischiare di vedersi addebitare spese non fatte, ma può riavere tutto il suo denaro con un semplice reclamo in banca.

Se invece il cliente acquista in un negozio fisico non è egualmente garantito: esiste infatti una franchigia di circa 150 euro che il cliente paga di tasca sua in caso di uso fraudolento della sua carta.
Quindi è molto più garantito il titolare che compra con la carta di credito online rispetto a quello che compra nel negozio sottocasa.

Dopo l’arrabbiatura iniziale, dovuta al fatto che ancora una volta la nostra categoria cade in preda della più classica delle “paure del nuovo” e ancora una volta senza una motivazione reale e tangibile, devo dire che dopo qualche ora rimane solo la delusione e la beffa. Noi merchants non siamo in alcun modo protetti e tantomeno tutelati, siamo completamente alla balia di leggi antiquate e che non riflettono in alcun modo le necessità e le esigenze reali del commercio elettronico, noi dobbiamo lavorare di più e meglio di qualsiasi altro esercizio commerciale per guadagnarci un minimo di fiducia da parte del cliente, per poi vedere andare il tutto a rotoli per le affermazioni semplicistiche e dettate dal panico del momento di chi invece dovrebbe muoversi nella direzione opposta, creando reale informazione e tutelando il consumatore.

Dottor Landi, i nostri sistemi ed i nostri metodi sono alla luce del sole, sono verificabili, non ci sono trucchi e non ci sono inganni, quale altro esercizio commerciale può affermare lo stesso ? Non sarebbe consigliabile istruire il consumatore all’utilizzo di questi mezzi piuttosto che intimidirlo ? Ha senso continuare a parlare di innovazione, e-learning, e-government ed e-banking quando poi, su un telegiornale nazionale, il Segretario Generale dell’Associazione Consumatori “sconsiglia” l’utilizzo delle carte di credito su Internet per motivazioni non pervenute ?

Confido voglia, quantomeno, approfondire l’ argomento per fornire un’informazione chiara e super partes.

Cordialmente,
Gea Tasselli
Se.Ge.C. snc

NOTA
Punto Informatico rimane naturalmente a disposizione di ADICONSUM per una replica alla presente lettera aperta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    PETIZIONE NO URBANI!!!!
  • Anonimo scrive:
    La soluzione? ma andate
    FATE RIDERE! cosi i dirittisolo 3 anni? e come campa un canante? d'aria!? ma andate a lavorare invece di stare sempre a scaricare, e pagate che il lavoro va ricompansato, lavoro di artisti, cantanti e registi
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione? ma andate
      Vedo che l'ignoranza in materia vegeta. SEi della banda del Bassotto? penso Propio di siNon ti sto a dire quanta grana entra a questi signori cantanti alla siae e compagnia bella..Fatti un giro per la varie pagine del web dove parlano dell'argomento ,Leggi stupisciti e poi si che puoi esprimi il tuo giudizio .Il copyright non e altro che uuna imposizione a dir poco da Legge nazista.Ti faccio un esempio semplice. tu acquisti un cd di musica e paghi i diritti siae ,sul marchingegno dove lo suoni anche li hai pagato qulacosa All'acquisto, la copia in tuo possesso e personale e non puoi cederla ho condividerla con altri quindi per loro se tu ti porti una radio cd al mare e ti ascolti una canzone all'aperto violi la legge perche' chi ti sta accanto sta traendo profitto dell'opera dell'ingegno (tranne che non vai a tappare le orecchie a chi ti sta accanto) perche' la legge sul copyright dice SOLO USO PERSONALE .Altrsi' la legge dice che dell'opera puoi fare una copia dell'originale a scopo cautelativo (nel cd vuoto ove riversi il cd originale all'acquisto hai pagato anche la Siae) ,la stessa cosa vale per i film lo noleggi ho lo compri Paghi la siae , Valgono le stesse regole indicate prima , .Dalle radio gli arrivano soldi per la loro messa in onda ,dalle discoteche altrettanto nei bar pub ,cinema e in tutti quei locali dove c'e anche una piccola radio Fm ho una tv si deve pagare la tassa siae ..Mi fermo qui' con gli esempi potri continuare all'infinito. Quindi non li chiamare poveracci .i poveracci siamo noi che acquistamo e paghiamo un'ira di... per poi non poter godere liberamente di cio' che hai r acquistato e pagato profumatamente. Quindi adesso che molti abbiamo preso coscienza di cio' ci stiamo muovendo contro costoro che del sopruso ne hanno fatto una legge.:'(
  • Anonimo scrive:
    Perkè Sony Vende lettori Mp3 Da 300Euri?
    Vorrei porre l'attenzione sul fatto che una delle piu grosse Major del Pianeta la sony Produce lettori mp3 da 300 euri sia portatili che in formato carStereo Etc....... Angelo
  • morfeus79 scrive:
    Re: tutto inutile...
    Letto e sottoscrivo pienamente, con questo governo l'italia non è mai cauta cosi in basso :'( - hanno tagliato tutto ciò che potevamo avere di buono, ricerca compresa, vorrebbero gestire lo stato come una azienda privata, ma lo stato è una cosa completamente diversa purtroppo gli effetti più devastanti di questa follia non li avremo adesso ma fra un paio di anni quando non avremmo più innovazione, quando le nostre aziende diventeranno semplici agenzie di multinazionali straniere perche non avranno più nulla da offrire :|
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    e se tuttti facessero solo cosi mi spieghi per che motivo holliwood le major ecc dovrebbero continuare a produrre film?Che ragionamento ridicolo il tuo.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    Immagino tu parli così perchè
    ti piace farti lo spinello...Ti ho scritto prima che non faccio uso di droghe... forse se la gente prestasse più attenzione a quello che scrivono gli altri magari le conversazioni sarebbero più interessanti.
    e comunque gli alcolizzati vanno puniti lo stesso, sempre una forma di
    sballo pericoloso è e che non si deve permettere di renderlo il modello da
    imitare.Questo si chiama fascismo. Come quella legge fascista che puniva con la galera il suicidio perché era un pericoloso modello da imitare.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: ilGimmy

    E sarebbe un pirata lo stesso, visto
    che non

    puo' avere "pubblico" durante la
    visione.

    La SIAE vorrebbe mangiarci sopra e
    quindi e'

    illegale. Informati se non ci credi.

    Hai ragione, non lo consideravo.

    Io intendevo anche un minimo di rispetto
    verso l'autore del film. Scaricando il DivX
    non pago una lira di diritti. Con il
    noleggio io con i diritti sono a posto. No, se noleggi e poi fai vedere il film ad una decina di amici DEVI informare la SIAE la quale ti dira' quanto devi pagare altrimenti sei un fuorilegge ne' piu' ne' meno di chi scarica il film da internet.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: ilGimmy
    E' grazie a gente come te che si e' arrivati
    al punto di adesso.No, veramente le leggi dell'economia dicono che se i prezzi salgono e' grazie alla gente disposta a pagare qualsiasi cifra. Quindi se devi incolpare qualcuno incolpa te stesso.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabileAh si' ?
  • avvelenato scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo

    Immagino tu parli così perchè
    ti piace farti lo spinello...
    Il problema è che anche se non te ne
    rendi conto i tuoi neuroni sono stati
    danneggiati dall'uso, ad un livello almeno
    qualche centinaio di volte superiore di
    litri di alcool presi per anni o una intera
    vita di fumo... e comunque gli alcolizzati
    vanno puniti lo stesso, sempre una forma di
    sballo pericoloso è e che non si deve
    permettere di renderlo il modello da
    imitare.
    Chi prende droghe può pensare quanto
    vuole di essere lucido ma non lo è
    affatto, i suoi sistemi neurali sono stati
    irrimediabilmente danneggiati e solo
    smettendo il prima possibile si può
    sperare che una parziale rigenerazione nel
    tempo possa almeno alleviare il danno e
    colmare gli squilibri che offuscano le
    capacità sensoriale e cognitive
    dell'individuo.
    Può non piacere ma questa è la
    realtà e chi la nega non sa di cosa
    parla.[troll mode] troppo sale danneggia i reni.proporrei di vietarlo o per lo meno tassarlo adeguatamente. [/troll mode]apparte gli scherzi, vorrei sapere le fonti dalle quali hai ricavato dati che dimostrino una relazione tra l'uso di cannabis e il danneggiamento neuronale. (ovviamente una persona intrisa fino al midollo di luoghi comuni non ha bisogno né di cannabis né di coca né di alcol per presentare una disamina di fatti così superficiale e non circostanziata da prove fattuali. In questo caso avere un po' di sale, sarebbe meglio. Nella zucca.)==================================Modificato dall'autore il 07/03/2004 2.27.50
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Ma che stai scherzando ?

    Guarda che prendere le droghe non
    è

    come bersi un caffè, una
    cocacola o

    fumarsi una sigaretta, tutte e tre le
    cose

    fanno male ma non alterano lo stato del

    cervello come prima cosa anche quando
    creano

    dipendenza !

    La droga va sanzionata perchè
    altera

    lo stato mentale delle persone,
    distorce i

    processi neurali del cervello
    più di

    qualsiasi altro vizio e questo genera

    individui pericolosi. Invece di
    accanirsi

    tanto con le sigarette, che possono
    causare

    cancro ed infarti ma non rendono dei

    potenziali criminali impazziti con il

    cervello in tilt

    Ma stai scherzando te... tu stai equiparando
    droge leggere e pesanti sullo stesso piano
    come se sia la stessa cosa. Ti informo che
    tra i giovani sono ben pochi quelli che
    almeno una volta nella vita non si sono
    fatti una canna eppure non sono diventati
    pazzi criminali.
    Finché uno non danneggia gli altri ha
    tutto il diritto di fare del poprio corpo
    ciò che vuole. Se invece crea danno
    a terze persone è giusto che vada
    punito così come è giusto che
    vada punito un ubriaco che guida in stato di
    ebrezza e uccide due persone.Immagino tu parli così perchè ti piace farti lo spinello...Il problema è che anche se non te ne rendi conto i tuoi neuroni sono stati danneggiati dall'uso, ad un livello almeno qualche centinaio di volte superiore di litri di alcool presi per anni o una intera vita di fumo... e comunque gli alcolizzati vanno puniti lo stesso, sempre una forma di sballo pericoloso è e che non si deve permettere di renderlo il modello da imitare.Chi prende droghe può pensare quanto vuole di essere lucido ma non lo è affatto, i suoi sistemi neurali sono stati irrimediabilmente danneggiati e solo smettendo il prima possibile si può sperare che una parziale rigenerazione nel tempo possa almeno alleviare il danno e colmare gli squilibri che offuscano le capacità sensoriale e cognitive dell'individuo. Può non piacere ma questa è la realtà e chi la nega non sa di cosa parla.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...

    La droga va sanzionata perchè altera
    lo stato mentale delle persone, distorce i
    processi neurali del cervello più di
    qualsiasi altro vizio e questo genera
    individui pericolosi.Vuoi dire che la droga fa' lo stesso effetto di "Porta a Porta" ?Minchia, VIETIAMOLA !!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    ridicolo... anche a livello hardware le modifiche sono possibili.. la psx la conosci? sì? bene...o forse vorresti che ci diano i pc sigillati stile contatori enel col piombino siae ? ma te sei un folle... :|
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    Ma che stai scherzando ?
    Guarda che prendere le droghe non è
    come bersi un caffè, una cocacola o
    fumarsi una sigaretta, tutte e tre le cose
    fanno male ma non alterano lo stato del
    cervello come prima cosa anche quando creano
    dipendenza !
    La droga va sanzionata perchè altera
    lo stato mentale delle persone, distorce i
    processi neurali del cervello più di
    qualsiasi altro vizio e questo genera
    individui pericolosi. Invece di accanirsi
    tanto con le sigarette, che possono causare
    cancro ed infarti ma non rendono dei
    potenziali criminali impazziti con il
    cervello in tiltMa stai scherzando te... tu stai equiparando droge leggere e pesanti sullo stesso piano come se sia la stessa cosa. Ti informo che tra i giovani sono ben pochi quelli che almeno una volta nella vita non si sono fatti una canna eppure non sono diventati pazzi criminali.Finché uno non danneggia gli altri ha tutto il diritto di fare del poprio corpo ciò che vuole. Se invece crea danno a terze persone è giusto che vada punito così come è giusto che vada punito un ubriaco che guida in stato di ebrezza e uccide due persone.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Non equiparare le droghe al P2P.

    Le droghe devono essere illegali e chi
    le

    usa, compra, vende, spaccia deve essere

    arrestato.

    Perché chi le usa deve essere
    arrestato? Io non mi drogo però mi
    sembra assurdo che uno venga arrestato
    perché arreca danno a se stesso.

    Io proporrei una sanzione amministrativa per
    gli acquirenti, non tanto per il danno
    provocato dalla droga (sono cazzi loro,
    altrimenti vietiamo anche il fumo e i
    superalcolici) ma perché è
    merce comprata senza un regolare scontrino
    fiscale.Ma che stai scherzando ?Guarda che prendere le droghe non è come bersi un caffè, una cocacola o fumarsi una sigaretta, tutte e tre le cose fanno male ma non alterano lo stato del cervello come prima cosa anche quando creano dipendenza !Chi si droga è un pericolo per la società e non può essere equiparato a chi ascolta un brano musicale senza averlo pagato perchè glielo ha passato un amico o lo ha scambiato in rete o con un estraneo per strada !La droga va sanzionata perchè altera lo stato mentale delle persone, distorce i processi neurali del cervello più di qualsiasi altro vizio e questo genera individui pericolosi. Invece di accanirsi tanto con le sigarette, che possono causare cancro ed infarti ma non rendono dei potenziali criminali impazziti con il cervello in tilt, avrebbero dovuto da subito interessarsi del problema delle droghe e magari dare una controllata anche a Ciampi ed Urbani su tale questione ed a chiunque avalli le loro posizioni...
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    Non equiparare le droghe al P2P.
    Le droghe devono essere illegali e chi le
    usa, compra, vende, spaccia deve essere
    arrestato.Perché chi le usa deve essere arrestato? Io non mi drogo però mi sembra assurdo che uno venga arrestato perché arreca danno a se stesso.Io proporrei una sanzione amministrativa per gli acquirenti, non tanto per il danno provocato dalla droga (sono cazzi loro, altrimenti vietiamo anche il fumo e i superalcolici) ma perché è merce comprata senza un regolare scontrino fiscale.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Masamune
    mmm... ma se le major "ungono" come si deve
    state tranquilli che toglieranno migliaia di
    agenti delle forze dell'ordine per tentare
    di fermare il fenomeno del p-2-p, a
    discapito della sicurezza pubblica.
    (praticamente quello che faranno ora con il
    decreto fini). e non venitemi a dire che
    prenderanno nuovi agenti, anche xchè
    poi come li pagano???Non equiparare le droghe al P2P. Le droghe devono essere illegali e chi le usa, compra, vende, spaccia deve essere arrestato.Fra le due cose c'è un abisso più grande di quello che separa lo scambio non a fini di lucro dalla vendita pirata a fini di lucro !
  • Anonimo scrive:
    Re: p2p will never die
    ne manca un pezzol'aumento della velocita delle adsl (leggasi finnanziamento tecnologico) fatto dal p2p potra permettere entro una decina d'anni di avere tutte le tv, radio, tv privata tutte via internetper fare cio occorre la banda larga (5000 kbbs ) una 5 megai prossimi fornitori di contenuti saranno i provider, che se ne sbatteranno se scarichi o meno di un loro artista basta che scarichi (e che ti paghi un adsl ad un fisso) 30 -40 euro mesee ci fai quello che vuoila stessa cosa per il resto, telecom si sta gia muovendo 256 --
    640 stesso prezzo (2 anni)i discografici hanno capito questo e cercano in ogni modo di impedirlo, internet __non e' un pubblico servizio__ e' un servizio privato, quindi se il provider a causa di cambiamenti di leggi puo chiudere senza dare spiegazioni(indietro di 10 anni)il p2p e' qui per restarei discografici ci possono stare (se accettano le regole del digitale)gli autori sono quelli che decidono cosa fare
  • Masamune scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    non ti permettere di parlare male del nostro premier!!! sei un anarchico-isurrezionalista mangia bambini!!!:-D lololol, skerzo, eh! ;)vedrai quante altre sorprese avrà ancora in serbo 'sto simpatico governo
  • Masamune scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    mmm... ma se le major "ungono" come si deve state tranquilli che toglieranno migliaia di agenti delle forze dell'ordine per tentare di fermare il fenomeno del p-2-p, a discapito della sicurezza pubblica. (praticamente quello che faranno ora con il decreto fini). e non venitemi a dire che prenderanno nuovi agenti, anche xchè poi come li pagano???
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Scusami Ekleptical, ma non sono assolutamente d'accordo. Le cifre di cui parli sono assolutamente incoerenti con quello che affermi in seguito.
    Ekleptical è contro il peer to peer
    perchè mediamente acqusita CD di
    gente che vende qualche decina di migliaia
    di copie, quando va bene poche centinaia di
    migliaia a livello worldwide.
    Gente che spesso tira avanti in modo
    dignitoso e molto di rado diventa ricca
    (qualcuno c'è, cmq).Vendere *poche centinaia di migliaia di copie* significa essere in grado di vivere con la propria musica ben più che dignitosamente.In Italia vendere 50000 copie di un disco significa entrare nella Top 20. I White Stripes l'anno scorso hanno venduto circa 35000/40000 copie di "Elephant" nel nostro paese.In poche parole un musicista da 50000 copie può tranquillamente chiedere 5000 euro a serata e fare 100/150 concerti all'anno. Fai tu due conti...
    Gente che a
    volte lavora e fa il musicista part-time (e
    le conseguenze si vedono) e gente che ha
    smesso di pubblicare perchè non ci
    guadagnava una fava, nemmeno l'affitto per
    la casa e a quel punto chi gliela fa fare;
    ogni tanto regalano un mp3 nuovo, se han
    voglia di metterlo online.
    Gente che non può certo permettersi
    di fare tournè mondiali e ai cui
    rarissimi concerti da 'ste parti (a cui
    Ekleptical va) mediamente c'è qualche
    centinaio di persone, poche migliaia quando
    va bene.Eppure le crociate contro il P2P non partono da queste persone, bensi da major e musicisti con milioni di copie vendute alle spalle. Come mai?Beh, posso provare a spiegarlo io: semplicemente perché il vero guadagno sulle copie vendute va alla casa discografica, non all'artista, tantopiù se quest'ultimo non è famoso e non ha il potere contrattuale di strappare una percentuale alta sulle vendite.Il musicista che pubblica per etichette indipendenti o addirittura che si autoproduce sa bene che gli introiti delle copie vendute bastano a recuperare a malapena le spese di produzione (studio di registrazione, stampa CD/vinile, ecc ecc). La vera possibilità di guadagno sono i concerti.*** A questo punto la conclusione è ovvia: al musicista conviene MOLTISSIMO che la sua musica sia diffusa il più possibile, pur rinunciando a qualcosa sulle vendite ***Infatti tipicamente, restando nel mondo delle band legate a etichette indie, la casa discografica si accolla le spese di registrazione/produzione/distribuzione e si tiene gli incassi delle vendite più quelli sul merchandise (magliette, gadgets). Il gruppo paga di tasca propria gli spostamenti per i concerti ma tiene per se gli incassi delle performance live.Esempio tipico:Gruppo rock-alternativo americano con CD su indieCopie vendute: 25000/30000Richieste per concerto: 5000 euro in Europa, 3000$ negli USA (visto che le spese di traferta sono minori)Concerti all'anno: 150/200Credimi, sono cifre realistiche.
    Ekleptical è ben contento di dare
    soldi per supportare questa gente e
    sghignazza di fronta alla vostra ignoranza
    abissale in musica, ai vostri luoghi comuni
    sui musicisti miliardari e alla vostra
    ribellone verso le major quando ne siete
    totalmente e completamente succubi, in
    termini culturali.E infatti qui sta secondo me il vero problema P2P. Le majors sanno bene che il vero appassionato di musica alla fine compra.Quello che temono di perdere è il mercato fatto dagli ascoltatori occasionali, o meglio quelli che comprano solo il disco da classifica o del musicista famoso. Queste persone se hanno la possibilità di scaricare l'ultima hit lo fanno e basta. Cosa gliene importa della qualità o di possedere il CD?Purtroppo per i signori discografici queste persone sono l'80/90% del mercato: se smettono di comprare sono c***i. Peccato che in fondo questa misera cultura musicale l'hanno creata proprio loro, trattando la musica unicamente come un prodotto e investendo su artisti(??!!) usa e getta piuttosto che sulla qualità.SalutiTommaso Galli
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i CD?
    beh per quella esiste sempre il microonde.... :D(per chi non capisse basta che si guardi "The Core")
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    Il ministro Stanca è un grandissimo figo! Andate a sentire le interviste in real audio che ci sono sul suo sito... è la persona più equilibrata e ricettiva mai vista al mondo. A radio radicale rispondeva in modo educato e chiaro anche a persone che gli urlavano frasi sconnesso. Mi chiedo come mai faccia parte di questo insulso governo, io preferirei avere uno come lui come primo ministro anziché quello lì basso di statura che come gli dai contro ti dà del comunista
  • Anonimo scrive:
    Re: p2p will never die
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    non ti passa la voglia di usare il
    p2p.

    si ma se lo stato arresta il mio vicino
    di

    casa ,perche ha scaricato un mp3 e si

    arrestano persone entrando nell'intimita

    delle case Italiane solo perche si e

    scaricato un mp3 ,a sto punto siamo
    sotto un

    regime hitleriano tanto vale

    diventare tutti partigiani e liberare la

    nazione da uno stato dittatoriale.

    Sorry, ma non ci concederanno questa
    soddisfazione. Verranno dei biechi messi
    giudiziari a consegnarti una lettera con la
    quale ti avvertiranno che *TIZIO* ti ha
    denunciato (modificare il nome TIZIO con una
    qualsiasi major) per violazione del diritto
    d'autore, dopodichè, se ti
    andrà male, dovrai pagare una multa
    che potrà arrivare al massimo a 1048
    euro.il problema non sussiste, innanzitutto perche a loro per sapere chi e' l'utente scoperto , non gli basta un semplice ip ,ma dovranno chiedere al provider dei dati, i quali per esser concessii devono andare incontro alla legge sulla privacy, e non credo che per un mp3 si possa violare la legge sulla privacy ,mi pare eccessiva come cosa,.Ad ogni modo, se il provider non potra piu tutelare gli utenti p2p dal download di un semplice mp3 ,perche la legge non lo consente piu, il problema si risolve cmq, si risparmiano i soldi dell'abbonamento adsl 70 - 90 euro a bimestre ! I soldi risparmiati manderanno in brutte acque i vari provider....e per la felicita dello stato i soldi verranno assorbiti dai marocchini e dalle societa criminali che continueranno (come sempre hanno fatto) a commerciare mp3 e divix. Certo cio che fa riflettere e la stupidita di chi ci governa evitare il risparmio di persone normali, ma incrementare le risorse economiche di marocchini ed organizzazioni criminali beh', contenti loro....purtroppo, i soldi qui non ci sono..............io alternative per l'utenza p2p non ne vedo, ma male che vada cio che scaricano dalla rete coi soldi risparmiati dell'abbonamento adsl compreranno dai marocchini .lole tutti contenti marocchini e societa criminali... i Provider un po meno contenti avendo perso una bella fetta della loro utenza....saluti :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    - Scritto da: Anonimo
    No, nemmeno un po'. La GdF DEVE dimostrare
    che usi software pirata. Grazie, certo, se diamo per scontato che è giusto perseguire penalmente chi compra un giochino copiato è chiaro che non si puo' evitare nemmeno tutta la umiliante trafila che dal procedimento penale scaturisce. E l'unico modo per
    farlo e' analizzando il contenuto dell'HD.
    Poi ti appioppa la multa.Mettila pure come ti pare ma io non la trovo affatto una forma di garanzia nei miei confronti, ed infatti negli illeciti amministrativi (come per l'acquisto di CD musicali pirata) non esiste nessuna perquisizione, nessuna perizia e nessun accertamento, ti appioppano la multa e finisce là e questo lo trovo un procedimento infinitamente piu' civile e rispettoso dei diritti del cittadino rispetto alla trafila dei sequestri e degli accertamenti che tengono sequestrato il tuo lavoro per mesi ed espongono la tua vita privata agli occhi di perfetti sconosciuti. I sequestri e le perquisizioni sono nate per reati seri, non per queste cazzate. . E
    solo alcuni agenti della GdF sono
    autorizzati a metter mano agli HD
    sequestrati. Quindi non e' assolutamente
    come dici tu.Cosa non è come dico io? Il fatto che solo "alcuni" agenti e non tutti possano vedere il contenuto del mio HD cancella in qualche modo il fatto che la mia privacy viene violata?

    E sinceramente non vedo alternative. Per il
    sequestro del pc ci vuole inoltre un mandato
    del giudice (solitamente dietro denuncia)Vedo che ancora ti sfugge il punto del mio post originale. Non importa che ci sia una denuncia o meno: oggi come oggi la BMG potrebbe anche denunciarmi di aver scaricato 2000 MP3 ma non potrebbe ottenere nessun sequestro e nessuna perquisizione semplicemente perchè questi "strumenti" non rientrano nelle procedure utilizzabili in diritto amministrativo. Diverso, molto diverso, è il discorso per il software.Ma arriviamo al punto:Ai miei tempi i pirati erano i pirati, gente che guadagnava delle cifre di tutto rispetto dalla vendita del software pirata, ora siamo tutti pirati. Queste leggi servivano a combattere la pirateria informatica ma a cosa sono servite? La pirateria è solo passata dalle mani dei pirati casalinghi a quelle della malavita, peggiorando l'entità del problema. Quanto alla percentuale di software pirata siamo sempre a cifre altissime. Il procedimento penale non argina nulla, lo sapevano anche le software house nel '97, ma speravano nell'effetto terrore. Così oggi abbiamo ancora persone che devono vedere la loro privacy e la loro proprietà privata violata e il loro lavoro a rischio per una legge che non solo è un peso per la collettività a presunto vantaggio di pochi individui, non solo oltraggia i diritti del singolo con una evidente sproporzione tra il danno patrimoniale arrecato e la pena inflitta, ma che in più si è dimostrato inefficace nell'incidere significativamente sul problema. Sono d'accordo con l'autore dell'articolo sulla ricettazione e software: la legge andrebbe cambiata.Alberto
  • Anonimo scrive:
    Re: 2048 bit bastano?
    - Scritto da: Anonimo
    www.simosoft.net/modules.php?name=Forums&fileRagazzo, questa è il verbale della perquisizione dell'administrator di Edonkey, che è stato denunciato per aver diffuso on line del software. Te lo ripeto, per la musica non si possono subire sequestri. Leggi questo intervento :http://punto-informatico.it/p.asp?i=46686
  • Anonimo scrive:
    Re: p2p will never die
    e io denuncio per violazione privacy : non ho firmato nessuna liberatoria che consenta a tizio di vedere le me transazioni in rete
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    - Scritto da: Ekleptical

    dite la vostra.

    Posso partecipare anch'io?
    Ekleptical è contro il peer to peer
    perchè mediamente acqusita CD di
    gente che vende qualche decina di migliaia
    di copie, quando va bene poche centinaia di
    migliaia a livello worldwide.
    Gente che spesso tira avanti in modo
    dignitoso e molto di rado diventa ricca
    (qualcuno c'è, cmq). Gente che a
    volte lavora e fa il musicista part-time (e
    le conseguenze si vedono) e gente che ha
    smesso di pubblicare perchè non ci
    guadagnava una fava, nemmeno l'affitto per
    la casa e a quel punto chi gliela fa fare;
    ogni tanto regalano un mp3 nuovo, se han
    voglia di metterlo online.
    Gente che non può certo permettersi
    di fare tournè mondiali e ai cui
    rarissimi concerti da 'ste parti (a cui
    Ekleptical va) mediamente c'è qualche
    centinaio di persone, poche migliaia quando
    va bene.Povero Ekleptical, fai come quel tizio che, preso a calci nel sedere se la prende con chi gli sta davanti. Ancora non hai capito che il vero problema delle piccole etichette sono le major, che hanno tagliato fuori tutta la concorrenza e stanno causando un'involuzione del mercato con i loro contratti da capestro e i loro prezzi di cartello. Se veramente capissi come stanno le cose ti augureresti prima di tutto la rovina immediata delle cinque grandi sorelle.Sputate in continuazione
    nel piatto in cui mangiate che loro vi
    passano. Avete una visione del mondo
    musicale da telefilm di quart'ordine,
    riassumete il peggio del peggio dell'etica
    da centro sociale (che però a
    differenza di voi hanno il pregio di
    supportare la buona musica) e in tutto
    questo vi sentite paladini di non si sa bene
    cosa.E' il tuo mondo immaginario, Ekle, puo' essere come lo desideri.
    Riassumendo, avete il mio più
    profondo disprezzo! Tutto qua.Sei veramente un caso disperato. Posso solo invitarti a continuare a seguire questi forum, fosse mai che col passare dei mesi tu riesca a capire qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical
    Mah, in effetti avverrà. I computer
    modulari attuali, modificabili a piacere,
    entro 5-10 anni non esisteranno più.Questa l'ho già sentita 10 anni fa, sul serio.
    E i produttori, come ha già
    dichiarato HP, si preparano a balzare sul
    carro dei fornitori di contenuti.Povera HP. Condoglianze.

    In realtà alle major basta resistere
    un po' di anni (e non c'è problema a
    farlo) e poi è fatta.No, sono già "fatti" adesso.Alberto Scala
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    hai praticamente ammesso pubblicamente di
    usare software piratato che e' un reato
    perseguibile in italia.
    Pensi di essere al disopra delle leggi o che
    queste cose non valgano per te?

    E' solo questione di tempo... voglio proprio
    vedere che fine farete voi sbruffoncelli
    alle prime retate, non sono forcaiolo ma
    penso che palloni gonfiati del genere
    meritino di pagare con il carcere Hey, apri gli occhi e datti una svegliata. Il nostro amico qui puo' anche avere un po' esagerato, ma se lui merita la galera alle major dovrebbero tagliare i co**ioni per quello che stanno facendo al nostro codice giuridico. Pensare anche solamente di poter mettere in carcere qualcuno che si è limitato a copiare una sequela di bit è segno di una qualche grave forma di sociopatia. Ti faccio notare che viviamo in un Paese dove non finisci in carcere nemmeno per omicidio colposo plurimo ovvero, ripeto PER AVER UCCISO DELLE PERSONE e dove di tutti i condannati per tangentopoli attualmente non ce n'è nemmeno uno in galera. Questa storia di cappi e sedie elettriche per chi si limita a copiare senza neanche rivendere sa di persecuzioni di vecchi tempi, che nei dirigenti dellìindustria del disco o del software si puo' giustificare razionalmente (non moralmente) ma che nelle persone che sono al di fuori di quelle realtà è semplicemente un'aberrazione. Il nostro codice prevede delle multe sostanziose per chi copia la musica, e così deve essere, se si cedesse ai bassi istinti forcaioli dovremmo comminare la sedia elettrica a mezzo mondo. Per il software è prevista una equiparazione alla ricettazione che come è stato scritto su queste pagine è apertamente criticata da molti giuristi per le sue inesistenti motivazioni giuridiche e che personalmente credo sia una pura e semplice guerra personale scatenata dalle lobby alla pirateria. Una guerra che poco a che vedere con la società - si spera - civile nella quale dovremmo vivere.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza. Mi fa piacere per te e la tua coscienza, ora se permetti io torno a scaricarmi i miei film di Hong Kong e i miei brani di JPOP che non troverei in nessun negozio.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza. Per curiosità che film è?
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateria
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    - Scritto da: Anonimo
    ma io dico..... ma se finisce il pvp lui e
    cmq felice che i cd li si compra dai
    marocchini?:D
    insomma, io non ho capito che gli cambia bah
    lol....Se ho capito bene il ragionamento di ekleptical, dal marocchino non trovi i cd di artisti minori (in termini di vendite), e quindi lui sarebbe più contento. E' un punto di vista condivisibile, però per esperienza personale, quelli che scaricano canzoni di artisti sconosciuti spesso poi, eticamente, li comprano. Ovvio che è tutto lasciato all'etica dei p2p-isti
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    Dai giornali di oggi:
    Il ministro Stanca fissa i paletti
    dell'influenza politica sulla Rete
    "Gli esecutivi intervengano solo sulle
    questioni pubbliche"
    "I governi non interferiscano
    con lo sviluppo di Internet"Ma il punto è che è errato pensare che i politici siano convinti dei "diritti" delle major. Anche Boselli e Scajola ieri hanno espresso concetti che normalissimi che tutti andiamo ripetendo qui in questo forum ovvero che il CD costa troppo e che il P2P è un bene per la cultura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè per certi versi ha ragione...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    dite la vostra.





    Secondo me ekleptikal ha da un certo
    punto

    di vista ragione......quanto meno in
    ambito

    musicale oggi.....nel senso che mi
    sembra

    che quì molta gente si nasconda

    dietro la parziale scusa dei costi per

    "scaricare a sbaffo"....nel senso che

    è verissimo che pagare un cd 21 ?

    è un vero furto e finchè
    lo

    potevi acquistare solo nei negozi,
    potevo

    anche dar ragione alla tesi del p2p per

    motivi economici....ma ora che
    cominciano ad

    esserci i vari archivi on line ragazzi,
    non

    venite a dirmi che pagare 77?cent o 1? a

    singolo brano è troppo......un cd

    contiene mediamente 15 brani e in
    negozio lo

    si paga 21?, tenendo presente che sei

    costretto ad acquistare tutto l'album,

    quindi se ti piacciono 2 canzoni su 15
    hai

    speso molto per nulla....mentre
    scaricandoli

    dai vari siti, per avere lo stesso
    numero di

    canzoni spendi 15?.......e trattasi di
    15

    brani che ti piacciono, quindi spendi
    meno e

    meglio! Aggiungici anche i 50?cent del
    cd,

    ci stai dentro
    tranquillamente......sulla

    copertina posso anche tralasciare tanto
    non

    è una cosa fondamentale......ora

    qualcuno obbietterà che il brano
    in

    formato mp3 non è
    qualitativamente

    pari allo stesso su cd e sono pienamente

    d'accordo......ma perchè invece
    di

    fare solo il confronto mp3/cd (comunque

    giustissimo) non fate anche il confronto

    mp3/musicassetta che costa poco meno
    del cd?

    L'mp3 è si inferiore al cd, ma

    è molto superiore alla cassetta

    specie dopo che è stata ascoltata

    varie volte, quindi se è vero
    che 15?

    son tanti paragonati al cd, non sono
    molti

    rapportati alla cassetta come rapporto

    qualità/prezzo/durata del

    supporto.....quindi molta gente dovrebbe

    iniziare a fare anche stò tipo di

    paragone quando parla di
    costi.........spero

    di aver reso l'idea, saluti.

    E certo perchè poverini i produttori,
    70 centesimi o 2 euro a brano è
    poco.. eh! Sicuro ! Tanto è che
    così non hanno più alcun costo
    di distribuzione, i costi di distribuzione
    online non equivalgono neppure ad un 1-2% di
    quanto spendono per distribuire i prodotti,
    quindi un nulla, spesso li ammortizzano
    perchè le major producono l'hardware
    o possiedono le infrastrutture della banda
    larga, in più ci vendono delle copie
    di infima qualità rispetto a CD,
    SACD, DVD-Audio e se vogliamo dobbiamo
    acquistare i supporti per archiviarli su cui
    paghiamo altre tasse, farci le copertine poi
    non è neanche consentito legalmente e
    se lo fosse sarebbero ovviamente di
    qualità inferiore rispetto alla
    stampa industriale ed un costo d'inchiostro,
    carta, corrente che i produttori non
    avrebbero più .. ma 70 centesimi sono
    pochi... eh! 1500 lire per che cosa ? Per
    una versione compressa con DRM aggiunto che
    mi impedisce di scaricarla su un lettore MP3
    portatile o in auto per sentirla, che mi
    impedisce di convertirla in altri formati,
    che mi impedisce di farne dei CD Audio.. ed
    un CD audio con 20 brani ecco che costa
    comodamente 30 mila lire solo per
    scaricarli, come prezzo minimo, e per cosa ?
    Per la copia compressa e praticamente
    inutilizzabile. Se voglio una copia per il
    lettore MP3 che i produttori stesso
    producono e sui cui prendono soldi e sui ho
    pagato le tasse devo comprare un'altra copia
    secondo queste persone... ehhhh... se non
    è frode questa cosa lo è ?e per tè il prezzo giusto quale sarebbe? 0?
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè per certi versi ha ragione...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo





      - Scritto da: Anonimo



      dite la vostra.








      Secondo me ekleptikal ha da un
      certo

      punto


      di vista ragione......quanto meno
      in

      ambito


      musicale oggi.....nel senso che mi

      sembra


      che quì molta gente si
      nasconda


      dietro la parziale scusa dei costi
      per


      "scaricare a sbaffo"....nel senso
      che


      è verissimo che pagare un
      cd 21 ?


      è un vero furto e
      finchè

      lo


      potevi acquistare solo nei negozi,

      potevo


      anche dar ragione alla tesi del
      p2p per


      motivi economici....ma ora che

      cominciano ad


      esserci i vari archivi on line
      ragazzi,

      non


      venite a dirmi che pagare 77?cent
      o 1? a


      singolo brano è
      troppo......un cd


      contiene mediamente 15 brani e in

      negozio lo


      si paga 21?, tenendo presente che
      sei


      costretto ad acquistare tutto
      l'album,


      quindi se ti piacciono 2 canzoni
      su 15

      hai


      speso molto per nulla....mentre

      scaricandoli


      dai vari siti, per avere lo stesso

      numero di


      canzoni spendi 15?.......e
      trattasi di

      15


      brani che ti piacciono, quindi
      spendi

      meno e


      meglio! Aggiungici anche i 50?cent
      del

      cd,


      ci stai dentro

      tranquillamente......sulla


      copertina posso anche tralasciare
      tanto

      non


      è una cosa
      fondamentale......ora


      qualcuno obbietterà che il
      brano

      in


      formato mp3 non è

      qualitativamente


      pari allo stesso su cd e sono
      pienamente


      d'accordo......ma perchè
      invece

      di


      fare solo il confronto mp3/cd
      (comunque


      giustissimo) non fate anche il
      confronto


      mp3/musicassetta che costa poco
      meno

      del cd?


      L'mp3 è si inferiore al cd,
      ma


      è molto superiore alla
      cassetta


      specie dopo che è stata
      ascoltata


      varie volte, quindi se è
      vero

      che 15?


      son tanti paragonati al cd, non
      sono

      molti


      rapportati alla cassetta come
      rapporto


      qualità/prezzo/durata del


      supporto.....quindi molta gente
      dovrebbe


      iniziare a fare anche stò
      tipo di


      paragone quando parla di

      costi.........spero


      di aver reso l'idea, saluti.



      E certo perchè poverini i
      produttori,

      70 centesimi o 2 euro a brano è

      poco.. eh! Sicuro ! Tanto è che

      così non hanno più alcun
      costo

      di distribuzione, i costi di
      distribuzione

      online non equivalgono neppure ad un
      1-2% di

      quanto spendono per distribuire i
      prodotti,

      quindi un nulla, spesso li ammortizzano

      perchè le major producono
      l'hardware

      o possiedono le infrastrutture della
      banda

      larga, in più ci vendono delle
      copie

      di infima qualità rispetto a CD,

      SACD, DVD-Audio e se vogliamo dobbiamo

      acquistare i supporti per archiviarli
      su cui

      paghiamo altre tasse, farci le
      copertine poi

      non è neanche consentito
      legalmente e

      se lo fosse sarebbero ovviamente di

      qualità inferiore rispetto alla

      stampa industriale ed un costo
      d'inchiostro,

      carta, corrente che i produttori non

      avrebbero più .. ma 70 centesimi
      sono

      pochi... eh! 1500 lire per che cosa ?
      Per

      una versione compressa con DRM aggiunto
      che

      mi impedisce di scaricarla su un
      lettore MP3

      portatile o in auto per sentirla, che mi

      impedisce di convertirla in altri
      formati,

      che mi impedisce di farne dei CD
      Audio.. ed

      un CD audio con 20 brani ecco che costa

      comodamente 30 mila lire solo per

      scaricarli, come prezzo minimo, e per
      cosa ?

      Per la copia compressa e praticamente

      inutilizzabile. Se voglio una copia per
      il

      lettore MP3 che i produttori stesso

      producono e sui cui prendono soldi e
      sui ho

      pagato le tasse devo comprare un'altra
      copia

      secondo queste persone... ehhhh... se
      non

      è frode questa cosa lo è ?


      Posso essere d'accordo sul discorso delle protezioni, che tanto dovranno levare o comunque modificare ben presto se vogliono vendere maggiormente via internet, ma per quel che riguarda i costi hai delle pretese un pò grosse......scommetto che vorresti ti vendessero un brano a 20?cent? Sarebbe bello ma dubito che arriveranno mai a tanto........per quel che riguarda i costi di mantenimento della linea telefonica, pc ecc. chiedi al negozio di dischi se ti paga la benzina e il tempo che perdi per andare a prendere il cd nel suo negozio, visto che non te lo porta certo a casa....per favore cerchiamo di stare con i piedi per terra, visto che internet lo usi anche per navigare, chattare giocare in multiplayer e mille altre cose, quindi non solo per il p2p, saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè per certi versi ha ragione...
      - Scritto da: Anonimo
      e per tè il prezzo giusto quale
      sarebbe? 0?Non sono l'autore della risposta originale. 50 centesimi è il massimo che si puo' pagare per un brano compresso senza spesa alcuna di stampa e distribuzione da parte del produttore, parlo seriamente. Ma le major non cederanno, loro devono guadagnare sempre di piu' ad ogni innovazione tecnologica e pensano di poterci spennare anche con Internet: l'unico modo è continuare con il P2P fino alla loro rovina.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical
    Ma dei miei CD 1 su 10 se è tanto,
    è della major!Che vuoi che ci freghi di una statistica comparata sui tuoi CD, il cartello delle major danneggia artisti e consumatori alla stessa maniera. Sarebbe bello se esistessero solo piccole etichette (e la concorrenza) ma non è così.
    Non ne otterrei nessun vantaggio.E invece otterresti un grande vantaggio perchè verrebbe ripristinata la concorrenza, i CD costerebbero di meno, gli artisti avrebbero piu' potere contrattuale e non dovremmo assistere quotidianamente all'opera di lobbying delle major.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè per certi versi ha ragione...

    ekleptikal loggati la prossima volta!!!:DSono l'autore dell'artico e non sono ekleptikal..........se è l'unica cosa che sai dire, meglio che stai zitto, che ci fai una figura migliore la prossima volta....peggio dei bambini......bye.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè per certi versi ha ragione...
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    dite la vostra.


    Secondo me ekleptikal ha da un certo punto
    di vista ragione......quanto meno in ambito
    musicale oggi.....nel senso che mi sembra
    che quì molta gente si nasconda
    dietro la parziale scusa dei costi per
    "scaricare a sbaffo"....nel senso che
    è verissimo che pagare un cd 21 ?
    è un vero furto e finchè lo
    potevi acquistare solo nei negozi, potevo
    anche dar ragione alla tesi del p2p per
    motivi economici....ma ora che cominciano ad
    esserci i vari archivi on line ragazzi, non
    venite a dirmi che pagare 77?cent o 1? a
    singolo brano è troppo......un cd
    contiene mediamente 15 brani e in negozio lo
    si paga 21?, tenendo presente che sei
    costretto ad acquistare tutto l'album,
    quindi se ti piacciono 2 canzoni su 15 hai
    speso molto per nulla....mentre scaricandoli
    dai vari siti, per avere lo stesso numero di
    canzoni spendi 15?.......e trattasi di 15
    brani che ti piacciono, quindi spendi meno e
    meglio! Aggiungici anche i 50?cent del cd,
    ci stai dentro tranquillamente......sulla
    copertina posso anche tralasciare tanto non
    è una cosa fondamentale......ora
    qualcuno obbietterà che il brano in
    formato mp3 non è qualitativamente
    pari allo stesso su cd e sono pienamente
    d'accordo......ma perchè invece di
    fare solo il confronto mp3/cd (comunque
    giustissimo) non fate anche il confronto
    mp3/musicassetta che costa poco meno del cd?
    L'mp3 è si inferiore al cd, ma
    è molto superiore alla cassetta
    specie dopo che è stata ascoltata
    varie volte, quindi se è vero che 15?
    son tanti paragonati al cd, non sono molti
    rapportati alla cassetta come rapporto
    qualità/prezzo/durata del
    supporto.....quindi molta gente dovrebbe
    iniziare a fare anche stò tipo di
    paragone quando parla di costi.........spero
    di aver reso l'idea, saluti.E certo perchè poverini i produttori, 70 centesimi o 2 euro a brano è poco.. eh! Sicuro ! Tanto è che così non hanno più alcun costo di distribuzione, i costi di distribuzione online non equivalgono neppure ad un 1-2% di quanto spendono per distribuire i prodotti, quindi un nulla, spesso li ammortizzano perchè le major producono l'hardware o possiedono le infrastrutture della banda larga, in più ci vendono delle copie di infima qualità rispetto a CD, SACD, DVD-Audio e se vogliamo dobbiamo acquistare i supporti per archiviarli su cui paghiamo altre tasse, farci le copertine poi non è neanche consentito legalmente e se lo fosse sarebbero ovviamente di qualità inferiore rispetto alla stampa industriale ed un costo d'inchiostro, carta, corrente che i produttori non avrebbero più .. ma 70 centesimi sono pochi... eh! 1500 lire per che cosa ? Per una versione compressa con DRM aggiunto che mi impedisce di scaricarla su un lettore MP3 portatile o in auto per sentirla, che mi impedisce di convertirla in altri formati, che mi impedisce di farne dei CD Audio.. ed un CD audio con 20 brani ecco che costa comodamente 30 mila lire solo per scaricarli, come prezzo minimo, e per cosa ? Per la copia compressa e praticamente inutilizzabile. Se voglio una copia per il lettore MP3 che i produttori stesso producono e sui cui prendono soldi e sui ho pagato le tasse devo comprare un'altra copia secondo queste persone... ehhhh... se non è frode questa cosa lo è ?
  • giraegira scrive:
    camorra in forum Overnet-italia
  • Anonimo scrive:
    Pensino alla mafia
    "Di questa porzione di giovani fan della musica [45%], il 66 per cento ha dichiarato di acquistare CD illegalmente masterizzati disponibili sul mercato nero e ben il 21,2 per cento di scaricare musica da internet anche attraverso il P2P."che pensino al 66% che compra CD masterizzati illegalmente foraggiando mafia e sfruttatori invece di rompere le palle a chi scarica da internetil 10% a me sembra una percentuale fisiologica
    • Anonimo scrive:
      Re: Pensino alla mafia
      - Scritto da: Anonimo
      che pensino al 66% che compra CD
      masterizzati illegalmente foraggiando mafia
      e sfruttatori invece di rompere le palle a
      chi scarica da internetCredo che la mafia sia un virus impossibile da sconfiggere. Una volta che si è radicato nel territorio non lo togli più. Infatti le istituzioni si sono rassegnate a conviverci.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pensino alla mafia
        - Scritto da: Anonimo

        Credo che la mafia sia un virus impossibile
        da sconfiggere. La mafia nasce dall'immensa ignoranza e povertà mentale, in assenza di esse la mafia verrebbe privata delle sue gambe...Col tempo (molto tempo), la mafia potrà scomparire (o comunque ridimensionarsi fino a non rappresentare più un fenomeno)...
        • Anonimo scrive:
          Re: Pensino alla mafia
          - Scritto da: Anonimo

          Col tempo (molto tempo), la mafia
          potrà scomparire (o comunque
          ridimensionarsi fino a non rappresentare
          più un fenomeno)...molto tempo inteso fra qualche decina di secoli?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical

    Sì, è previsto nella
    proposta

    di normativa Europea che sta girando

    attualmente. Poi si vedrà cosa

    approvano alla fine.

    Anzi, in verità la nuova normativa
    prevede cose MOLTO PEGGIORI!
    Tipo (cito da
    www.boycott-riaa.com/article/10763 ):

    2. The directive lacks balance and
    proportionality since average consumers face
    the same treatment as major commercial
    counterfeiters for minor infringements with
    no commercial impact.

    5. Mareva injunctions, which permit
    rightsholders to freeze the bank accounts
    and other assets of alleged infringers
    before a court hearing, become EU law under
    this proposal.

    7. Internet Service Providers' (ISPs)
    servers and equipment can be seized and
    destroyed without any notice or court
    hearing for the allegedly infringing
    activity of their customers.


    Direi che avete ben poco da ridere!Hai letto sì ho no che questo paragrafo si riferisce agli Internet provider? Ma poi il penale per un'infrazione al diritto d'autore è un abominio giuridicamente parlando, non passerà mai, sarebbe ingiustificabile legalmente parlando.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè per certi versi ha ragione...
    - Scritto da: Anonimo

    Secondo me ekleptikal ha da un certo punto
    di vista ragione......quanto meno in ambito
    musicale oggi.....nel senso che mi sembra
    che quì molta gente si nasconda
    dietro la parziale scusa dei costi per
    "scaricare a sbaffo"....nel senso che
    è verissimo che pagare un cd 21 ?
    è un vero furto e finchè lo
    potevi acquistare solo nei negozi, potevo
    anche dar ragione alla tesi del p2p per
    motivi economici....ma ora che cominciano ad
    esserci i vari archivi on line ragazzi, non
    venite a dirmi che pagare 77?cent o 1? a
    singolo brano è troppo......un cd
    contiene mediamente 15 brani e in negozio lo
    si paga 21?, tenendo presente che sei
    costretto ad acquistare tutto l'album,
    quindi se ti piacciono 2 canzoni su 15 hai
    speso molto per nulla....mentre scaricandoli
    dai vari siti, per avere lo stesso numero di
    canzoni spendi 15?.......e trattasi di 15
    brani che ti piacciono, quindi spendi meno e
    meglio! Aggiungici anche i 50?cent del cd,
    ci stai dentro tranquillamente......sulla
    copertina posso anche tralasciare tanto non
    è una cosa fondamentale......ora
    qualcuno obbietterà che il brano in
    formato mp3 non è qualitativamente
    pari allo stesso su cd e sono pienamente
    d'accordo......ma perchè invece di
    fare solo il confronto mp3/cd (comunque
    giustissimo) non fate anche il confronto
    mp3/musicassetta che costa poco meno del cd?
    L'mp3 è si inferiore al cd, ma
    è molto superiore alla cassetta
    specie dopo che è stata ascoltata
    varie volte, quindi se è vero che 15?
    son tanti paragonati al cd, non sono molti
    rapportati alla cassetta come rapporto
    qualità/prezzo/durata del
    supporto.....quindi molta gente dovrebbe
    iniziare a fare anche stò tipo di
    paragone quando parla di costi.........spero
    di aver reso l'idea, saluti.ekleptikal loggati la prossima volta!!!:D
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    bhè? Invece di spendere centinaia e
    centinaia di euro per alcuni programmi di
    una ben nota software house preferisco
    scaricarmeli !! hai praticamente ammesso pubblicamente di usare software piratato che e' un reato perseguibile in italia. Pensi di essere al disopra delle leggi o che queste cose non valgano per te? E' solo questione di tempo... voglio proprio vedere che fine farete voi sbruffoncelli alle prime retate, non sono forcaiolo ma penso che palloni gonfiati del genere meritino di pagare con il carcere
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    Dai giornali di oggi:
    Il ministro Stanca fissa i paletti
    dell'influenza politica sulla Rete[CUT]L'unica dichiarazione sensata di questo governo da 4 soldi
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical

    occhio a MUTE ;)

    mute-net.sourceforge.net /

    Sono entrambi sistemi altamente
    inefficienti. Freenet non è fatto per
    scambiarsi mp3 e videoE chi te l'ha detto? Ci sei stato mai almeno? Freenet non è un protocollo di solo testo, puo' svolgere tutti i compiti del protocollo http, compreso il download di video o musica. Da Freenet ho personalmente scaricato Il Dottor Stranamore con Peter Seller da un sito che conteneva una ventina di film, cercalo anche tu sta ancora li'. Il download era perfino veloce (24Kbyte/sec), e questo smentisce la tua concezione secondo cui un download intrato attraverso vari nodi deve essere per forza lento.
  • Anonimo scrive:
    Uso o abuso?
    Non credete che il pir tu pir sia indice di abuso delle connessioni internet? Io gioco spesso a wolfenstein et e posso dire che per il modo secondo cui molti giocano come minimo devono essere drogati o abusare in forza dell'alcol, da qui deduco che quando hanno finito a giocare si mettono a scaricare sotto abuso di droghe o alcol. Insomma basta abusare! Giuocate da cani dopo e scommetto che scaricate tutte cazzate :D No all'abuso col pirtupir.
    • Anonimo scrive:
      Re: Uso o abuso?
      Non è abuso se ti aiuta ad andare al cesso e fare una bella cacata cilindrica e lucente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Uso o abuso?
      penso che il p2p da una parte sia utilepermette di trovare cose introvabili o che non varrebbero il prezzo a cui vendute...o che magari sono fuori produzione etc... un conto e' un uso diciamo normale un conto e' un abuso x scaricare tutto giga e giga di roba ogni giorno.li sicuro meritano questa legge...mentre non la merita chi scarica qualcosa xke' sa che non vale i soldi che costa e magari compra piu originali di uno stesso discograficoservirebbe una distinzione...
    • TPK scrive:
      Re: Uso o abuso?
      - Scritto da: Anonimo
      Non credete che il pir tu pir sia indice di
      abuso delle connessioni internet? Io gioco
      spesso a wolfenstein et e posso dire che per
      il modo secondo cui molti giocano come
      minimo devono essere drogati o abusare in
      forza dell'alcol, da qui deduco che quando
      hanno finito a giocare si mettono a
      scaricare sotto abuso di droghe o alcol.
      Insomma basta abusare! Giuocate da cani dopo
      e scommetto che scaricate tutte cazzate :D
      No all'abuso col pirtupir.Per scrivere un post cosi' sgrammaticato tu di cosa hai abusato?
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    probabilmente solo la loro versione dei fatti... il che darebbe un senso alla sua boutade se sommi una certa ignoranza sui meccanismi della rete
  • Anonimo scrive:
    Mi ri-scappa consigliatemi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè per certi versi ha ragione...
    - Scritto da: Anonimo
    dite la vostra.Secondo me ekleptikal ha da un certo punto di vista ragione......quanto meno in ambito musicale oggi.....nel senso che mi sembra che quì molta gente si nasconda dietro la parziale scusa dei costi per "scaricare a sbaffo"....nel senso che è verissimo che pagare un cd 21 ? è un vero furto e finchè lo potevi acquistare solo nei negozi, potevo anche dar ragione alla tesi del p2p per motivi economici....ma ora che cominciano ad esserci i vari archivi on line ragazzi, non venite a dirmi che pagare 77?cent o 1? a singolo brano è troppo......un cd contiene mediamente 15 brani e in negozio lo si paga 21?, tenendo presente che sei costretto ad acquistare tutto l'album, quindi se ti piacciono 2 canzoni su 15 hai speso molto per nulla....mentre scaricandoli dai vari siti, per avere lo stesso numero di canzoni spendi 15?.......e trattasi di 15 brani che ti piacciono, quindi spendi meno e meglio! Aggiungici anche i 50?cent del cd, ci stai dentro tranquillamente......sulla copertina posso anche tralasciare tanto non è una cosa fondamentale......ora qualcuno obbietterà che il brano in formato mp3 non è qualitativamente pari allo stesso su cd e sono pienamente d'accordo......ma perchè invece di fare solo il confronto mp3/cd (comunque giustissimo) non fate anche il confronto mp3/musicassetta che costa poco meno del cd? L'mp3 è si inferiore al cd, ma è molto superiore alla cassetta specie dopo che è stata ascoltata varie volte, quindi se è vero che 15? son tanti paragonati al cd, non sono molti rapportati alla cassetta come rapporto qualità/prezzo/durata del supporto.....quindi molta gente dovrebbe iniziare a fare anche stò tipo di paragone quando parla di costi.........spero di aver reso l'idea, saluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Anonimo
    Fatti vivo tra 5 anni così ti mando
    qualche abito in disuso!!!!Grazie, mi hai fatto ridere per 12 minuti netti...Epilettikal anche da parte mia ho qualche vecchio paio di stivaletti similpelle pitonati, che misura hai di scarpa? :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani
    - Scritto da: Ekleptical

    Dice che il

    filtro funzionerebbe solo se ad
    applicarlo

    fossero direttamente i programmi come
    Kazaaa

    o Gnutella

    Guarda che basta imporlo per legge. Peraltro
    chiuso Kazaa, chiuso il 70% dello share
    musicale. E' già buono così.
    Chi non si adegua alla legge, galera.Continua pure nei tuoi sogni erotici da fascista, vedrai che comunque resteranno tali (o se cosi' non fosse avremo ben altro di cui preoccuparci).
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Ciao Ekle.In linea di principio ti do ragione, in pratica ritengo che un moderato uso del p2p sia un equo compenso per i consumatori, purtroppo troppe volte truffati e trattati come pecore da tenere a bada col calcio e col gruppo pop del momento che fa 1 o 2 dischi e poi viene fatto sparire dalla major di turno.Per curiosità che artisti ascolti (vorrei vedere se ne abbiamo qualcuno in comune e mi farebbe piacere di conoscerne di nuovi che meritino il costo di un cd).S.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    - Scritto da: Anonimo
    sai una cosa? secondo me urbani parla per
    ignoranza, nel senso buono del termine.
    ossia: ha avuto le informazioni dalle major,
    gli hanno fatto credere quel che han voluto
    e lui se n'è uscito con una minkiata
    che poi è tecnicamente folle per non
    dire utopistica.Ma tu credi che le Major ad Urbani gli abbiano detto o dato qualcosa per farlo reagire cosi'?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    Oh!anche ekleptical è umano ed è pure un pò egoista!...e non pensi agli altri che magari vorrebbero comprarsi un cd originale delle major, ma che non hanno 20 euro, e comunque, come me, ritengono il prezzo spropositato.Sono d'accordo che la pirateria uccida la musica,ma i prezzi devono scendere!Ormai è iniziata la guerra:da una parte i discografici che difendono le loro rendite miliardariedall'altra i consumatori, che grazie al P2P cominciano ad unirsi e diventano sempre più potenti.Stea
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...

    Sentito Urbani ?
    sai una cosa? secondo me urbani parla per ignoranza, nel senso buono del termine. ossia: ha avuto le informazioni dalle major, gli hanno fatto credere quel che han voluto e lui se n'è uscito con una minkiata che poi è tecnicamente folle per non dire utopistica.non vi sembra? a me sinceramente ha dato questa idea...
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?

    Riassumendo, avete il mio più
    profondo disprezzo! Tutto qua.ma nooooooooooooooo ma noi ti amiamo invece... buahhhhhhh ragazzi ekle non ci vuole beneeeeee... bohhhhh come soffrooooooo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: 2048 bit bastano?
    era un admin di un server o sbaglio? eddai, non un utente qualsiasi... poi con le piattaforme serverless che si fa?
  • Anonimo scrive:
    Re: 2048 bit bastano?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    e poi siamo seri, ma ce la vedete la
    finanza

    che bussa di porta in porta? possono al

    limite beccare chi share terabytes di
    roba o

    il solito pistoletto che usa winMX con

    completa visibilità della
    lista....

    La cosa non solo è remota ma è
    impossibile. Tieni conto che in effetti
    POTREBBERO venire a casa tua se condividi
    programmi (NON musica NON film) ma che io
    sappia non è mai successo, con
    nessuno, tranne con i nostri poveri amici di
    edonkey (che sono stati denunciati dalla
    casa editrice del programma che
    condividevano). Invece è successo a
    tantissima gente che via posta riceveva
    programmi o giochi, perchè le
    ricevute postali a nome del destinatario
    sono una prova sufficiente a far scattare un
    mandato del giudice.

    Cmq con la musica non puo' succedere
    perchè condividere senza scopo di
    lucro è un illecito e non un reato
    penale e quindi è escluso il ricorso
    a mezzi quali i sequestri e le
    perquisizioni.
    http://www.simosoft.net/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=38
  • Anonimo scrive:
    Re: 2048 bit bastano?
    - Scritto da: Anonimo
    :D:D:D

    e poi siamo seri, ma ce la vedete la finanza
    che bussa di porta in porta? possono al
    limite beccare chi share terabytes di roba o
    il solito pistoletto che usa winMX con
    completa visibilità della lista....
    senza contare che potrebbero dedicarsi a ben
    altre cose più importanti per la
    collettività... http://www.simosoft.net/modules.php?name=Forums&file=viewtopic&t=38
    • Anonimo scrive:
      Re: 2048 bit bastano?

      www.simosoft.net/modules.php?name=Forums&fileed e' solo l'inizio ... continuate a vantarvi di scaricare a scrocco ...
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    Yea parole sante
  • Anonimo scrive:
    Re: Fatta la legge, trovato l'inganno
    Mah si ciavevo pensato infatti i casi so un paio per me: 1- Data retention = mantenimento dei log trasmissioni = tutti i provider sono illegali perchè anche usando nastri da 20 terabyte ce ne vorrebbero davvero troppi per registrare tutto.2- Data retention = detenzione dei dati personali (nome cognome numero civico codice fiscale data di nascita) quindi non hanno in mano un bel niente di prove visto che non hanno tutte le trasmissioni tcp/ip basterebbe utilizzare un protocollo simile a ssh per il p2p per essere sufficientemente sicuri.
  • Anonimo scrive:
    Re: Fatta la legge, trovato l'inganno
    - Scritto da: Anonimo
    Mah io non so cosa signifa data retention ma
    ho il sospetto che debbano loggare tutto.
    Qualcuno ne sa di più sull'argomento
    ?E' fisicamente impossibile. Dovrebbero spendere ogni giorno decine di migliaia di euro in hard disk...
  • Anonimo scrive:
    Re: Fatta la legge, trovato l'inganno
    Mah io non so cosa signifa data retention ma ho il sospetto che debbano loggare tutto. Qualcuno ne sa di più sull'argomento ?
  • Anonimo scrive:
    musicassette vhs cd dvd
    con le musicassette non c'era tutta questa azione "antiterroristica" con le vhs idemcon cd e dvd pensavano di essere al sicuro ma non essendo lungimiranti hanno toppato con le loro stesse maniora x correre hai ripari sanno solo arginare il problemama se fin dall'inizio avessero insegnato invece d'imporre come fanno ora nella cultura delle persone sarebbe stato diverso ( ca@@arola vado al cinema per starmene rilassato a vedermi un film e mi sorbisco un messaggio in chiave allarmante e terroristico, con note che se fai questo o quello ti becchi................. ) ma e' il modo di fare? messaggi piu' soft e campagne di sensibilizzazione........ o e' troppo tardi? quanto tempo ci si mette ad educare una persona? loro lo vogliono fare tutto e subito solo perche' ci sono i soldi di mezzo
    • Anonimo scrive:
      Re: musicassette vhs cd dvd
      - Scritto da: Anonimo
      con le musicassette non c'era tutta questa
      azione "antiterroristica"

      con le vhs idem

      con cd e dvd pensavano di essere al sicuro
      ma non essendo lungimiranti hanno toppato
      con le loro stesse mani

      ora x correre hai ripari sanno solo arginare
      il problema

      ma se fin dall'inizio avessero insegnato
      invece d'imporre come fanno ora nella
      cultura delle persone sarebbe stato diverso
      ( ca@@arola vado al cinema per starmene
      rilassato a vedermi un film e mi sorbisco un
      messaggio in chiave allarmante e
      terroristico, con note che se fai questo o
      quello ti becchi................. ) ma e' il
      modo di fare? messaggi piu' soft e campagne
      di sensibilizzazione........ o e' troppo
      tardi? quanto tempo ci si mette ad educare
      una persona? loro lo vogliono fare tutto e
      subito solo perche' ci sono i soldi di mezzo
      una persona puo esser sensibilizzata fin quando ha soldi da spendere ma se non hai un euro da piangere scusa ai voglia di sensibilizzare qui e proprio un problema di soldi!ma lo vogliamo capire?gli stipendi non sono piu rapportati al costo della vita, la disoccupazzione c'e' eccome..... e ciliegina sulla torta le major che fanno? pretendono di vendere un cd a 20 euro .......quin il problema e di chi produce che deve sgonfiarsi la pancia che e troppo piena di soldi ,ma lo vogliamo capire?!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Fatta la legge, trovato l'inganno
    - Scritto da: Anonimo
    Ricordo che è teoricamente,
    tecnicamente, matematicamente impossibile a
    meno che non mandi le chiavi tramite altro
    mezzo (come ad esempio la posta cartacea)
    criptare una connessione tcp/ip. Purtroppo
    un provider con data retention è in
    grado di ritrovare qualsiasi chiave dai log
    e non esiste un algoritmo di cifratura
    sicuro che non condivida un segreto da ambo
    i lati (client e server o nel caso specifico
    peer to peer). E il segreto deve essere
    trasportato in qualche modo o conosciuto a
    priori (nel secondo caso non sarebbe
    più un segreto col p2p per ovvi
    motivi) quindi di conseguenza non abbiamo
    mai la sicurezza matematica di avere una
    connessione criptata se mandiamo le
    chiavi-password con lo stesso mezzo. Quindi
    potremmo utilizzare un altro provider per
    mandarle e registrarci su un sito
    però se questo viene interpellato dai
    suoi log troveranno le chiavi e vi decifrano
    le connessioni allo steso modo. Quindi se
    non può nascere associazione o
    provider che mantiene elenco di chiavi in
    quanto illegale (vedi EWS). A meno di
    mandarvi le chiavi tramite altro mezzo non
    saprei come ottenere la cifratura sicura.Si ma i provider mica possono loggare TUTTI i dati che transitano tramite essi, chiavi comprese, dove li metterebbero?
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    Dato che si parla di disintossicazione dal
    P2P, vorrei sottolineare il fatto che si
    possono "scambiare" da rete anche programmi
    protetti da copyright! Premetto che sono un
    utente linux e quindi non trovo nessuna
    difficoltà a cercare un prodotto free
    che sia un'ottima controparte (in molti casi
    migliore ;) ), tuttavia ci sono volte in cui
    effettuo il boot di windows.... e
    bhè? Invece di spendere centinaia e
    centinaia di euro per alcuni programmi di
    una ben nota software house preferisco
    scaricarmeli !!
    Non solo, ma vogliamo parlare di giochi?
    Utilizzo la piattaforma microsoft quasi
    esclusivamente per giocarci...e anche qui mi
    aiuta il P2P! Ho provato a vedere i prezzi
    dei giochi nei negozi di informatica e
    affini...ma le novità, gli ultimi
    arrivi sono senza ombra di dubbio
    costosissimi; gli unici che trovi a prezzi
    "ridicoli" sono o delle emerite "str...te"
    oppure delle vecchie glorie che in quanto
    tali non mi solleticano più la
    fantasia!
    Infine, chi possiede una consolle (PSX,PS2
    ecc.) provi a comprare qualche cd o dvd e si
    ritroverà presto a fare i conti a
    fine mese con quel poco che gli resta dello
    stipendio.... allora?Basta seguire questa
    semplice regola: inserire nel campo di
    ricerca di Winmx (meglio Lopster comunque ;)
    ) la parola chiave GAME e, se si è
    fortunati, due o tre giorni di download sono
    il giusto (e unico) "prezzo" da pagare per
    trascorrere moltissime ore di divertimento!
    Viva il P2P !!Tu sei il classico che vuole il programma valido e/o la novità appena uscita senza pagarla nulla o pagandola una miseria......io a differenza di tè, se reputo un software degno di essere acquistato, lo compero (qualche volta si può fare)........altrimenti nel caso dei giochi, aspetto e quando il gioco scende di prezzo o meglio ancora viene venduto come parte di una collana di classici, lo compero......e di collane economiche ce ne sono a bizzeffe sul mercato oggi, quindi nell'ambito dei videogiochi parlare di prezzi esosi vale solo quando sono appena usciti......se non sai aspettare son problemi tuoi, ma non incolpare il mercato o le case perchè nessuno vende un qualsiasi prodotto nuovo a prezzo stracciato o gratis.....guarda che diffondere o entrare in possesso di software non originale è considerato un reato in ambito penale, a differenza di audio e video quindi ti consiglio di informarti......saluti.
  • Anonimo scrive:
    Re: 2048 bit bastano?
    - Scritto da: Anonimo
    e poi siamo seri, ma ce la vedete la finanza
    che bussa di porta in porta? possono al
    limite beccare chi share terabytes di roba o
    il solito pistoletto che usa winMX con
    completa visibilità della lista.... La cosa non solo è remota ma è impossibile. Tieni conto che in effetti POTREBBERO venire a casa tua se condividi programmi (NON musica NON film) ma che io sappia non è mai successo, con nessuno, tranne con i nostri poveri amici di edonkey (che sono stati denunciati dalla casa editrice del programma che condividevano). Invece è successo a tantissima gente che via posta riceveva programmi o giochi, perchè le ricevute postali a nome del destinatario sono una prova sufficiente a far scattare un mandato del giudice.Cmq con la musica non puo' succedere perchè condividere senza scopo di lucro è un illecito e non un reato penale e quindi è escluso il ricorso a mezzi quali i sequestri e le perquisizioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i CD?
    - Scritto da: Anonimo
    Bravo, e la pila di CD vicino al computer
    come la crittografi?Parli di CD dati? uff... evvabbè... vi devo insegnare tutto... la risposta è qui: www.jetico.com
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    Bla, bla bla bla...
    Ste favole raccontale ai tuoi figli prima di
    dormire (poracci loro), non a noia noi ladri? mi sa che prima o poi verra' a raccontarvele al citofono di san vittore :D
  • maciste scrive:
    Re: Cari genitori...

    E tu come fai sapere che e' coperto da
    copyright? Te lo sei forse scaricato tutto?
    O c'e' il copyright anche sui nomi dei files
    che tengo nella directory condivisa?Considera che l'illegalità consiste nel CONDIVIDERE una copia di materiale protetto e questo è punibile anche se possiedi l'originale, quindi se la gdf o l polizia postale o insomma chi potrà fare questo tipo d'indagini, verifica che quei file contengono i suddetti materiali allora sei passibile di denuncia. Non ci vuole molto a capire "come si fa".
    Potro' pure mettere il nome che voglio ai
    miei files, o non posso piu' chiamare un
    file "armani.txt" ?li puoi chiamare anche matrix.avi il punto è che verificare se contengano il film oppure un tuo video personale è possibile ed oserei direi facilissimo.
    Nel momento che te lo sei scaricato potrai
    dire che e' coperto da copyright ma allora
    avrai commesso reato pure tu scaricandolo...e cosa fa la gdf si autodenuncia? quando hanno intercettato il traffico di materiale pedopornografico sono stati forse denunciati per pedofilia?

    l'isp zzz ci comunica
    ci comunica a chi?magistrato, imbeccato dalla gdf
    tu chi sei per farti comunicare dal provider
    chi e' l'utente connesso al tale IP?io nessuno, loro lo STATO.==================================Modificato dall'autore il 05/03/2004 14.06.50
  • lele2 scrive:
    P2P la soluzione
    lo sfruttamento dei diritti non dovrebbe superare i 3 anni questo permette ai cantanti di guadagnare subito sulle loro opere dopo di che libera cicolazione delle canzoni questo garantirebbe una maggiore diffusione della musica e di conseguenza una maggire notorietà del cantante che incaserebbe altri soldi nei concertile major inoltre dovrebbero avere una percentuale sugli incassi dei concerti cosi si rifanno delle spese di produzione del cd e promozioni varie
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P la soluzione
      Non necessariamente così ridotto...basta che per esempio dopo 5 anni decada il copiright per utilizzi senza scopo di lucro, ovvero si può scambiare ciò che si vuole (che sia più vecchio di 5 anni) ma non si può farci dei soldi, nè si può riprodurre in pubblico ne può essere utilizzato per lavoro (nel caso di software).Insieme con questo però, si dovrebbe fare rispettare la legge.Ovvero passare dalla attuale situazione in cui ogni nuova legge sul copyright è solo una nuova follia, impossibile da fare rispettare, impopolare e generica (e quindi fondamentalemnte più dannosa che utile) ad una con poche leggi, tolleranti, semplici, chiare e fatte rispettare rigorosamente.Allora il volume di dati del p2p si ridurrebbe in modo significativo, perchè se sai che comunque avrai sempre il diritto di scaricare ciò che ti interessa non arrafferai tutto il possibile per paura che domani diventi impossibile farlo, non ci sarebbero più ragioni per protestare (il CD costa troppo? Aspetta 5 anni e potrai ascoltarlo gratis, non ti basta? Ti attacchi al tram), e comunque i legittimi detentori dei diritti ci guadagnerebbero comunque, soprattutto considerando che la musica vera ha sempre gli appassionati disposti a comprare il CD originale e quella commerciale comunque sparisce dopo 3 mesi, idem per i film.Ci va tanto?
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P la soluzione
        Si che ci và tanto perchè io con i miei cd ci faccio quello che voglio e non devo essere costretto da nessuno a fare niente!
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P la soluzione
          - Scritto da: Anonimo
          Si che ci và tanto perchè io
          con i miei cd ci faccio quello che voglio e
          non devo essere costretto da nessuno a fare
          niente!allora inizia a rimobrsarmi la tassa siae che ti intaschi indebitamente sui cd vergini
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P la soluzione
      Per quel che mi riguarda tutti i soldi che questi artisti sono solo dei compensi regalati e non dovuti per legge. Sinceramente mi girano altemente i cosiddetti pagare un cd vergine di più per fare copie di dati miei solo perchè c'e' la RIIA la CIA, l'FBI e il ministro Urbani. Da quanto in quà il cantante di strada ti minaccia per avere un aiuto economico facendoti pagare anche se sei a casa tua con le finestre aperte e senti la sua voce? Per me è come se la gazzella minaccia di morte il leone se non viene mangiata e per quel che mi riguarda possono morire tutti di fame prendono anche troppo per i miei gusti per un cd. E mi consolo dietro al fatto che ci saranno sempre che il p2p non morirà e non c'e' ministro che tenga e ci sarà chi compra cd salatissimi in continuazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P la soluzione
      - Scritto da: lele2
      lo sfruttamento dei diritti non dovrebbe
      superare i 3 anni Copyright a 20 anni dalla pubblicazione, poi pubblico dominio.Vera concorrenza sulla musica con album che tornino ai prezzi del 1989 riportati al valore di adesso (= tra i 10 e i 15 euro)Dischi in nice-price dopo un periodo tra i 5-10 anni con prezzi tra 5 e i 7 euro.Possibilità di try&buy con diffusione sui siti degli artisti di mp3 sampler in qualità caccolosa.Decadimento dei diritti per l' utilizzo privato (restano quelli per uso commerciale es. licensing di remix, radiodiffusione ecc...) dopo 5 anni di fuori catalogo = se l' etichetta non ristampa il titolo per oltre 5 anni vuol dire che è pronto per la libera diffusione a scopi non commerciali.Trasparenza nei contratti agli artisti, no clausole vessatorie, carta dei diritti degli artisti, no cessione in toto dei diritti di sfruttamento, capacità dell' artista di negoziare il compenso e di dire la sua sul prezzo finale del CD.Eliminazione del monopolio SIAE, costituzione di associazioni indipendenti sul modello dei sindacati, con facoltà di scelta da parte dell' artista e funzione di riscossione dei tributi.Eliminazione di casi palesi di appropiazione indebita ad esempio biglietti SIAE per messa in scena di commedie di autori dell' antica Grecia.*Gab*
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P la soluzione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: lele2

        lo sfruttamento dei diritti non dovrebbe

        superare i 3 anni

        Copyright a 20 anni dalla pubblicazione, poi
        pubblico dominio.

        Vera concorrenza sulla musica con album che
        tornino ai prezzi del 1989 riportati al
        valore di adesso (= tra i 10 e i 15 euro)

        Dischi in nice-price dopo un periodo tra i
        5-10 anni con prezzi tra 5 e i 7 euro.

        Possibilità di try&buy con diffusione
        sui siti degli artisti di mp3 sampler in
        qualità caccolosa.

        Decadimento dei diritti per l' utilizzo
        privato (restano quelli per uso commerciale
        es. licensing di remix, radiodiffusione
        ecc...) dopo 5 anni di fuori catalogo = se
        l' etichetta non ristampa il titolo per
        oltre 5 anni vuol dire che è pronto
        per la libera diffusione a scopi non
        commerciali.

        Trasparenza nei contratti agli artisti, no
        clausole vessatorie, carta dei diritti degli
        artisti, no cessione in toto dei diritti di
        sfruttamento, capacità dell' artista
        di negoziare il compenso e di dire la sua
        sul prezzo finale del CD.

        Eliminazione del monopolio SIAE,
        costituzione di associazioni indipendenti
        sul modello dei sindacati, con
        facoltà di scelta da parte dell'
        artista e funzione di riscossione dei
        tributi.

        Eliminazione di casi palesi di appropiazione
        indebita ad esempio biglietti SIAE per messa
        in scena di commedie di autori dell' antica
        Grecia.Associazioni su modelli sindacali ?E perchè cosa credi che siano SIAE, MPAA e RIAA ?
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P la soluzione
          - Scritto da: Anonimo
          Associazioni su modelli sindacali ?
          E perchè cosa credi che siano SIAE,
          MPAA e RIAA ? Associazioni su modello confindustriale/mafioso.
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P la soluzione
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: lele2

        lo sfruttamento dei diritti non dovrebbe

        superare i 3 anni

        Copyright a 20 anni dalla pubblicazione, poi
        pubblico dominio.

        Vera concorrenza sulla musica con album che
        tornino ai prezzi del 1989 riportati al
        valore di adesso (= tra i 10 e i 15 euro)

        Dischi in nice-price dopo un periodo tra i
        5-10 anni con prezzi tra 5 e i 7 euro.

        Possibilità di try&buy con diffusione
        sui siti degli artisti di mp3 sampler in
        qualità caccolosa.

        Decadimento dei diritti per l' utilizzo
        privato (restano quelli per uso commerciale
        es. licensing di remix, radiodiffusione
        ecc...) dopo 5 anni di fuori catalogo = se
        l' etichetta non ristampa il titolo per
        oltre 5 anni vuol dire che è pronto
        per la libera diffusione a scopi non
        commerciali.

        Trasparenza nei contratti agli artisti, no
        clausole vessatorie, carta dei diritti degli
        artisti, no cessione in toto dei diritti di
        sfruttamento, capacità dell' artista
        di negoziare il compenso e di dire la sua
        sul prezzo finale del CD.

        Eliminazione del monopolio SIAE,
        costituzione di associazioni indipendenti
        sul modello dei sindacati, con
        facoltà di scelta da parte dell'
        artista e funzione di riscossione dei
        tributi.

        Eliminazione di casi palesi di appropiazione
        indebita ad esempio biglietti SIAE per messa
        in scena di commedie di autori dell' antica
        Grecia.

        *Gab*Devo dire che queste due sono le proposte più sensate ed equilibrate che ho letto finora...
    • Anonimo scrive:
      Il P2P puo essere una soluzione?
    • usseldridge scrive:
      New world order
      Ma quali 3 anni, il mestiere del cantante e' un mestiere come un'altro. E' ora che qualcosa cambi nel modello economico, basta con i copyright, i trademark ed i brevetti. Il commercio deve tornare libero, la concorrenza deve tornare ad essere libera, il mondo deve scrollarsi di dosso la multinazionalicrazia.Saluti---"I video giochi non influenzano i bambini. Voglio dire, se Pac-man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva!" (Kristian Wilson, Nintendo Inc., 1989)---
      • Anonimo scrive:
        Re: New world order
        - Scritto da: usseldridge
        Ma quali 3 anni, il mestiere del cantante e'
        un mestiere come un'altro. E' ora che
        qualcosa cambi nel modello economico, basta
        con i copyright, i trademark ed i brevetti.
        Il commercio deve tornare libero, la
        concorrenza deve tornare ad essere libera,
        il mondo deve scrollarsi di dosso la
        multinazionalicrazia.Proporre modelli anarchici ed anticapitalisti non porta che al caos.Il problema non sono i modelli ma le persone che li gestiscono ed è oramai da un 10-15 anni che nelle multinazionali sono al potere dei perfetti ignoranti ed incompetenti, specialmente nel settore informatico. Un tempo almeno erano gestite da ricercatori, progettisti e gente che non ha studiato marketing e basta nella vita e può venderti un prosciutto come un componente IC ad alta integrazione...
  • Anonimo scrive:
    2048 bit bastano?
    :D:D:De poi ma che è sta storia della collaborazione? ho tutto il diritto di salvaguardare i miei dati come eglio credo e non ho obbligo di rivelare a terzi nessuna pwd che tra l'altro potrei dimenticare, sapete ste password mooolto lunghe... :(e poi siamo seri, ma ce la vedete la finanza che bussa di porta in porta? possono al limite beccare chi share terabytes di roba o il solito pistoletto che usa winMX con completa visibilità della lista.... senza contare che potrebbero dedicarsi a ben altre cose più importanti per la collettività... mi domando se dopo la mafia, le banche, lo stato, i commercianti ladri, le assicurazioni, non sia il caso di metterci pure le varie major :o
  • Anonimo scrive:
    p2p will never die
    c'è poco da fare, è sempre esistito... dieci anni fa ci si passavano le cassettine, ora via rete. e mentre tre milioni di italiani lo fanno via internet altri milioni continuano alla vecchia maniera con l'amico che masterizza!!!combattere il p2p, digitale o "manuale", è come combattere il mestiere più vecchio del mondo. le major si dovrebbero arrendere all'idea che, leggi o non leggi, la massa non recepirà mai l'idea che si paghi solo la "licenza di ascolto" a 20 ? !copiarsi un cd è ritenuto dalla larghissima maggioranza una cosa più che normale. e non sarà una legge prezzolata a cambiare questa mentalità che è sempre esistita sin dagli albori della diffusione dei sistemi audio casalinghi.
    • Anonimo scrive:
      Re: p2p will never die
      - Scritto da: Anonimo
      copiarsi un cd è ritenuto dalla
      larghissima maggioranza una cosa più
      che normale. e non sarà una legge
      prezzolata a cambiare questa
      mentalità che è sempre
      esistita sin dagli albori della diffusione
      dei sistemi audio casalinghi.se la legge prezzolata viene messa in pratica e se si inc%%ano il tuo vicino di casa perché è stato beccato a scaricare canzoni, voglio proprio vedere se non ti passa la voglia di usare il p2p.
      • Anonimo scrive:
        Re: p2p will never die

        se la legge prezzolata viene messa in
        pratica e se si inc%%ano il tuo vicino di
        casa perché è stato beccato a
        scaricare canzoni, voglio proprio vedere se
        non ti passa la voglia di usare il p2p.no mi viene voglia di dare fuoco a qualche ufficio siae
      • Anonimo scrive:
        Re: p2p will never die
        Possono far passare tutte le leggi che vogliono, ma se una legge non viene rispettata da nessuno nel lungo periodo, quella legge decade, perchè ovviamente non risponde alle esigenze dell'elettorato.Questo non lo dico io, lo dice il codice [puoi verificare se ti va, ma non so citarti gli articoli con precisione, sorry].
        • Anonimo scrive:
          Re: p2p will never die
          - Scritto da: Anonimo
          Possono far passare tutte le leggi che
          vogliono, ma se una legge non viene
          rispettata da nessuno nel lungo periodo,
          quella legge decade, perchè
          ovviamente non risponde alle esigenze
          dell'elettorato.
          Questo non lo dico io, lo dice il codice
          [puoi verificare se ti va, ma non so citarti
          gli articoli con precisione, sorry].Spero sia vero!
      • Anonimo scrive:
        Re: p2p will never die
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        copiarsi un cd è ritenuto dalla

        larghissima maggioranza una cosa
        più

        che normale. e non sarà una legge

        prezzolata a cambiare questa

        mentalità che è sempre

        esistita sin dagli albori della
        diffusione

        dei sistemi audio casalinghi.

        se la legge prezzolata viene messa in
        pratica e se si inc%%ano il tuo vicino di
        casa perché è stato beccato a
        scaricare canzoni, voglio proprio vedere se
        non ti passa la voglia di usare il p2p.si ma se lo stato arresta il mio vicino di casa ,perche ha scaricato un mp3 e si arrestano persone entrando nell'intimita delle case Italiane solo perche si e scaricato un mp3 ,a sto punto siamo sotto un regime hitleriano tanto vale diventare tutti partigiani e liberare la nazione da uno stato dittatoriale.
        • Anonimo scrive:
          Re: p2p will never die
          - Scritto da: Anonimo

          non ti passa la voglia di usare il p2p.
          si ma se lo stato arresta il mio vicino di
          casa ,perche ha scaricato un mp3 e si
          arrestano persone entrando nell'intimita
          delle case Italiane solo perche si e
          scaricato un mp3 ,a sto punto siamo sotto un
          regime hitleriano tanto vale
          diventare tutti partigiani e liberare la
          nazione da uno stato dittatoriale.Sorry, ma non ci concederanno questa soddisfazione. Verranno dei biechi messi giudiziari a consegnarti una lettera con la quale ti avvertiranno che *TIZIO* ti ha denunciato (modificare il nome TIZIO con una qualsiasi major) per violazione del diritto d'autore, dopodichè, se ti andrà male, dovrai pagare una multa che potrà arrivare al massimo a 1048 euro.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i CD?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    Bravo, e la pila di CD vicino al
    computer

    come la crittografi?

    Perche'? Tu la tieni vicino al computer?
    E in ogni caso se stanno nel CD non sono in
    sharing.No, li tengo in una cassetta di sicurezza in una banca svizzera. :|
  • Anonimo scrive:
    ciao ekleptical!!!
    bwahahahahahaha schiodaaaaaaaaaaaaaa :D:D:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed i CD?
    - Scritto da: Anonimo

    Bravo, e la pila di CD vicino al computer
    come la crittografi?Perche'? Tu la tieni vicino al computer?E in ogni caso se stanno nel CD non sono in sharing.Un conto e' il reato di condivisione, un altro conto e' la detenzione di materiale protetto da copyright non presente fisicamente sull'HD.Se ti trovano il CD masterizzato in macchina non e' la stessa cosa, sai...
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Dato che si parla di disintossicazione dal P2P, vorrei sottolineare il fatto che si possono "scambiare" da rete anche programmi protetti da copyright! Premetto che sono un utente linux e quindi non trovo nessuna difficoltà a cercare un prodotto free che sia un'ottima controparte (in molti casi migliore ;) ), tuttavia ci sono volte in cui effettuo il boot di windows.... e bhè? Invece di spendere centinaia e centinaia di euro per alcuni programmi di una ben nota software house preferisco scaricarmeli !! Non solo, ma vogliamo parlare di giochi? Utilizzo la piattaforma microsoft quasi esclusivamente per giocarci...e anche qui mi aiuta il P2P! Ho provato a vedere i prezzi dei giochi nei negozi di informatica e affini...ma le novità, gli ultimi arrivi sono senza ombra di dubbio costosissimi; gli unici che trovi a prezzi "ridicoli" sono o delle emerite "str...te" oppure delle vecchie glorie che in quanto tali non mi solleticano più la fantasia!Infine, chi possiede una consolle (PSX,PS2 ecc.) provi a comprare qualche cd o dvd e si ritroverà presto a fare i conti a fine mese con quel poco che gli resta dello stipendio.... allora?Basta seguire questa semplice regola: inserire nel campo di ricerca di Winmx (meglio Lopster comunque ;) ) la parola chiave GAME e, se si è fortunati, due o tre giorni di download sono il giusto (e unico) "prezzo" da pagare per trascorrere moltissime ore di divertimento!Viva il P2P !!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    Tutto quello che dici è verissimo ...............Epilekktikal sei il mio idolo .........Quando finirà il p2p e la gente non avrà un cazzo da fare magari tornerà a leggere libri o a uscire per le piazze nei bar nei circoli ....nei partiti e magari cominceranno a fare il culo a gente che la pensa come te che vede solo il suo piccolo fottuto dicsco di musica dance o magari etnica che la gente compra in svendita a un ? sulle bancarelle quando tu ormai sari un commesso part-time a termine in un megastore della sony!!!!!!Fatti vivo tra 5 anni così ti mando qualche abito in disuso!!!!
  • Akiro scrive:
    In italia è in diminuzione
    E cmq anke nel mondo ho più di qualke dubbio in proposito... basta veder la diminuzione dei server disponibili.Questo studio puzza un po'...(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re:
      Non ne sono sicurissimo, ma sui 1700000-1800000.
      • Anonimo scrive:
        Re:
        A quanto ne so io quella cifra cresce a vista d'occhio per adesso e crescerà ancora con le offerte telecom sulla 640 e di libero con canone 0 fastweb e tutti gli altri provider. Ad aggiungere la ciliegina sulla torta sarà il fatto che in italia la più piccola connessione adsl avrà 256 in up anzichè 128 come prima. Una bella botta di vita direi per il p2p.
    • Anonimo scrive:
      Re: In italia è in diminuzione
      - Scritto da: Akiro
      E cmq anke nel mondo ho più di qualke
      dubbio in proposito... basta veder la
      diminuzione dei server disponibili.
      Questo studio puzza un po'...

      (linux)lavati!:D
  • Anonimo scrive:
    Fatta la legge, trovato l'inganno
    Bello...Strano però che tutti credano che la finanza italiana CONTROLLERA' tutto...Non ci son riusciti in America, anzi.. pure gli ISP si son rivoltati contro... pensano di farlo in italia?Ci provino.. poi le denuncie di violazione della privacy non gliele toglie nessuno...Comunque sia.. esistono anche i download cryptati.. e voglio proprio vedere chi riuscirà a vedere cosa si è condiviso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Fatta la legge, trovato l'inganno
      Ricordo che è teoricamente, tecnicamente, matematicamente impossibile a meno che non mandi le chiavi tramite altro mezzo (come ad esempio la posta cartacea) criptare una connessione tcp/ip. Purtroppo un provider con data retention è in grado di ritrovare qualsiasi chiave dai log e non esiste un algoritmo di cifratura sicuro che non condivida un segreto da ambo i lati (client e server o nel caso specifico peer to peer). E il segreto deve essere trasportato in qualche modo o conosciuto a priori (nel secondo caso non sarebbe più un segreto col p2p per ovvi motivi) quindi di conseguenza non abbiamo mai la sicurezza matematica di avere una connessione criptata se mandiamo le chiavi-password con lo stesso mezzo. Quindi potremmo utilizzare un altro provider per mandarle e registrarci su un sito però se questo viene interpellato dai suoi log troveranno le chiavi e vi decifrano le connessioni allo steso modo. Quindi se non può nascere associazione o provider che mantiene elenco di chiavi in quanto illegale (vedi EWS). A meno di mandarvi le chiavi tramite altro mezzo non saprei come ottenere la cifratura sicura.
  • Akiro scrive:
    Re:

    Vedremo se il botto che farete sarà
    uguale o maggiore di quello di Tanzi!Tanzi sta meglio di tutti... appena passa il momento caldo lo fanno uscir di prigione e si gode l'impero economico...poi magari torna alla ribalta negli Showdimmi te se è un mondo civile...(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza.

    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateria
    Bla, bla bla bla...Ste favole raccontale ai tuoi figli prima di dormire (poracci loro), non a noi...
  • Akiro scrive:
    Re: siamo alle solite
    e secondo te chi scarica non compra i dvd?siamo alle solite...il problema è semplice:dvd a 20? (perkè a 14 o son ciofeche o poco ci manca) ne compri 4 all'annodvd a 10? ne compri 8 all'annodvd a 5? ne compri 2 al mesefate voi i conti.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi
    fate

    come volete, io ho detto addio alla

    pirateria

    e li pagheresti 30 euro per il DVD di
    L'ARMATA BRANCALEONE??? o per i Don Camillo con Fernandel?Quello e' un furto colossale.Neppure la Disney vende piu' a 30 Euro.
  • Anonimo scrive:
    Re: W il ministro Stanca ...
    ha ragione!- Scritto da: Anonimo
    Dai giornali di oggi:
    Il ministro Stanca fissa i paletti
    dell'influenza politica sulla Rete
    "Gli esecutivi intervengano solo sulle
    questioni pubbliche"
    "I governi non interferiscano
    con lo sviluppo di Internet"

    il Ministro definisce "un enorme errore"
    l'eventuale completo controllo governativo
    sulla Rete. "I governi devono intervenire
    soltanto quando sono in gioco questioni di
    rilevanza pubblica"
    OSSIA firma digitale, e-government,
    bilanciamento tra la privacy e la sicurezza,
    pedofilia e pornografia online.

    NON è citata la salvaguardia degli
    interessi delle majors e perfino degli
    interessi degli "autori" e dei
    cinematografici, in effetti questi sono
    interessi CORPORATIVISTICI di parti e non
    questioni di rilevanza pubblica.

    Sentito Urbani ?

  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    Ho già issato
    dietro al TV una bellissima bandiera in raso
    nero con teschio e tibie.. sta da dio e
    sotto a quella bandiera con gli amici di cui
    sopra facciamo grandi brindisi a boccali di
    birra! Prosit!!!8)E un bel rutto in coro alla faccia della SIAE!Sei un grande!
  • Ekleptical scrive:
    Decreto Urbani rimandato...
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P


    Se vuoi spararti una serata con gli
    amici,

    ugualmente economica vai a noleggiarti
    il

    DVD, costo massimo 4 euro (e parliamo
    del

    furto di una nota catena, dalle altre
    parti

    si trovano a 2 euro).

    Catena VideoVip 1,80 EuroE che dire quando noleggi un film in dvd e ti trovi fra le mani un dvd di cui è VIETATO IL NOLEGGIO? spesso per risparmiare E NON PAGANDO QUINDI I DIRITTI PER LA VISIONE AL PUBBLICO, moltissime videoteche ti rifilano tra quelli appositi per il noleggio, una svariata quantità di dvd prodotti per il solo uso domestico.spesso sopra gli attaccano adesivi, o dischi appositi con codice a barre.......come accadeva nelle classiche VHS.io quando noleggiavo film in vhs, cercavo sotto gli adesivi della videoteca la scritta...e quando la trovavo toglievo l'adesivo e cerchiavo la frase! ma ovviamente non è cambiato nulla.E loro? mah...forse lo possono fare???? :)ciao!
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Senza contare che si possono scaricare anche i dvdrip integrali da 4.7Gb NON compressi in divx, e la qualita' e' praticamente quella dvd.Per quanto riguarda le spese di connessione sono assolutamente nulla, infatti gia' pago l'abbonamento mensile adsl che pagherei comunque anche se non scaricassi nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Veramente non siete molto informati.Chi dice che i divx sono di pessimi qualita'???Io scarico solo film provenienti da dvdrip o da screener (copie dimostrative) e la qualita' e' molto buona!Poi chi parla di noleggio deve mettere in conto che tra l'uscita del film al cinema e il noleggio di tempo ne passa.W il p2p di qualita'.BYezLuck.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Non e' che ogni tanto ti capita di dire
    qualcosa di sensato?Leggi qua: http://www.osnews.com/story.php?news_id=5987E' interessante e condivisibile.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Sì, è previsto nella proposta
    di normativa Europea che sta girando
    attualmente. Poi si vedrà cosa
    approvano alla fine.Anzi, in verità la nuova normativa prevede cose MOLTO PEGGIORI!Tipo (cito da http://www.boycott-riaa.com/article/10763):2. The directive lacks balance and proportionality since average consumers face the same treatment as major commercial counterfeiters for minor infringements with no commercial impact.5. Mareva injunctions, which permit rightsholders to freeze the bank accounts and other assets of alleged infringers before a court hearing, become EU law under this proposal.7. Internet Service Providers' (ISPs) servers and equipment can be seized and destroyed without any notice or court hearing for the allegedly infringing activity of their customers.Direi che avete ben poco da ridere!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical
    Mah, in effetti avverrà. I computer
    modulari attuali, modificabili a piacere,
    entro 5-10 anni non esisteranno più.
    Non e' che ogni tanto ti capita di dire qualcosa di sensato?
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani


    www.boycott-riaa.com/article/10757

    prima o poi ti verrà un tumore.Dopo che sarà venuto al tuo funerale......
  • Anonimo scrive:
    INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Telecom
    Nessuno ha visto cosa hanno scritto quelli della Telecom?Tratto dal sito http://www.aliceadsl.it: "A partire dal 15 marzo 2004, la velocità di tutte le offerte Alice ADSL con velocità fino a 256 Kbps aumenterà automaticamente e senza alcun costo aggiuntivo a 640 Kbps in download e 256 Kbps in upload......... Inoltre grazie anche all'aumento a 256 Kbps della velocità di upload potrai utilizzare al meglio tutte le applicazioni peer to peer per la condivisione e lo scambio di file." Ma il p2p non era illegale?Mah...se viene la finanza li rimando a Telecom...ahahhahaRobe da matti.Luck
    • Anonimo scrive:
      Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
      - Scritto da: Anonimo
      Ma il p2p non era illegale?No. E' illegale la condivisione di materiale protetto da copyright.
      • Anonimo scrive:
        Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
        Si vabbe' questo lo sappiamo tutti.Allora tu credi che telecom intenda lo scambio via p2p delle nostre foto di compleanno o dei filmati del mare vero?Beh allora sì che son felice, posso mandare il filmato del compleanno di mia nonna al doppio della velocita'! Miiiii sono emozionato, che rivoluzione epocale!Dai su non diciamo baggianate, quelli della telecom sanno benissimo che il 99% dei loro abbonati usa il p2p per roba protetta da copyright.Sveglia! Non facciamo finta di essere tutti stupidi.
        • maciste scrive:
          Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
          - Scritto da: Anonimo
          Si vabbe' questo lo sappiamo tutti.
          Allora tu credi che telecom intenda lo
          scambio via p2p delle nostre foto di
          compleanno o dei filmati del mare vero?
          Beh allora sì che son felice, posso
          mandare il filmato del compleanno di mia
          nonna al doppio della velocita'! Miiiii sono
          emozionato, che rivoluzione epocale!
          Dai su non diciamo baggianate, quelli della
          telecom sanno benissimo che il 99% dei loro
          abbonati usa il p2p per roba protetta da
          copyright.
          Sveglia! Non facciamo finta di essere tutti
          stupidi.non capisco dove vuoi arrivare, mi sembra evidentente già da tempo che se da una parte abbiamo major+siae dall'altra ci sono provider+utenti, non è un caso che le leggi in discussione siano una iattura anche contro i provider stessi.==================================Modificato dall'autore il 05/03/2004 12.40.12
        • Anonimo scrive:
          Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
          mai sentito parlare di free software oppure opensource???
          • Anonimo scrive:
            Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
            Ok ok mi avete convinto, il p2p viene usato per i fimati del mare e per scambiare free software.Certo, come no? Del resto basta fare una ricerca con uno di questi programmi di file sharing per vedere solo programmi free, certo.A parte comunque che i software freeware si trovano benissimo nel web, non serve diventare matti ad impostare un programma di file sharing.Mah...siete ridicoli...
          • Anonimo scrive:
            Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
            - Scritto da: Anonimo
            Ok ok mi avete convinto, il p2p viene usato
            per i fimati del mare e per scambiare free
            software.
            Certo, come no? Del resto basta fare una
            ricerca con uno di questi programmi di file
            sharing per vedere solo programmi free,
            certo.
            A parte comunque che i software freeware si
            trovano benissimo nel web, non serve
            diventare matti ad impostare un programma di
            file sharing.
            Mah...siete ridicoli...quoto, sottoscrivo, firmo e approvo quando sento queste igiozie mi sembra di parlare ad un branco di scimpanzè e la ritengo un'offesa per l'intelletto.
          • Anonimo scrive:
            Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
            - Scritto da: Anonimo
            mai sentito parlare di free software oppure
            opensource???ma non dire cazzate.... aumentano anche l'upload guardacasoe il server opensource lo scarichi benissimo da qualsiasi community online senza stare a sbatterti sul p2p...dai, un pò di onestà intellettuale... a telecom fa comodo rivendere l'adsl foraggiando il p2p, non è una major...
          • Anonimo scrive:
            Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
            - Scritto da: Anonimo
            mai sentito parlare di free software oppure
            opensource???certo, e te lo puoi scaricare senza nessun problema da qualsiasi sito internet, mica da una rete P2P.... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele
          - Scritto da: Anonimo
          Si vabbe' questo lo sappiamo tutti.
          Allora tu credi che telecom intenda lo
          scambio via p2p delle nostre foto di
          compleanno o dei filmati del mare vero?
          Beh allora sì che son felice, posso
          mandare il filmato del compleanno di mia
          nonna al doppio della velocita'! Miiiii sono
          emozionato, che rivoluzione epocale!
          Dai su non diciamo baggianate, quelli della
          telecom sanno benissimo che il 99% dei loro
          abbonati usa il p2p per roba protetta da
          copyright.
          Sveglia! Non facciamo finta di essere tutti
          stupidi.Ovvio che Telecom si riferisce a material protetto.Io dicevo soltanto che il p2p in se non e' illegale.Tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Tele

          Dai su non diciamo baggianate, quelli della
          telecom sanno benissimo che il 99% dei loro
          abbonati usa il p2p per roba protetta da
          copyright....sono finezze legali.... sottigliezze, mai sentito parlare ?
      • Akiro scrive:
        Re:


        Ma il p2p non era illegale?

        No. E' illegale la condivisione di materiale
        protetto da copyright.secondo una notizia dell'altro ieri, il sig. Urbani (ministo) ha intenzione di perseguire anke il p2phttp://punto-informatico.it/p.asp?i=47216
    • Anonimo scrive:
      Re: INCREDIBILE!! Leggete cosa dice Telecom

      Ma il p2p non era illegale?
      Mah...se viene la finanza li rimando a
      Telecom...ahahhaha
      Robe da matti.
      Luckpuoi sharare le tue foto porno
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Dovrebbe essere moralmente inaccettabile fare della pirateria la causa di declino delle major in generale, è piu che ovvio, chiaro come il sole che problema reale sono i governi e le politiche economiche indatte alla situazione italiana e mondiale.La pirateria ha avuto cosi tanto successo solo per il fatto degli alti costi dei supporti originali (dvd,cd, addirittura ancora alcune vhs), sono sicurissima che se le major abbassassero i prezzi ci guadagnerebbero sicuramente nelle quantita che venderebbero in piu.Per quanto riguarda il discorso di comprarsi dvd originali, personalmente, da quando ultimamente ho ripreso l'uso del filer sharing posso giurare che in base alle cose che scaricando mi piacevano ho comprato mooooltissimi dvd originali(da dicembre ho ripreso il filesharing, da dicembre ho comprato 54 dvd originali, a dispetto di prima che arrivavo a 2 o 3 al mese). A me piace molto l'originale, anzi a chi non piace, il problema e che non tutti se lo possono permettere, per non parlare di chi fa del non comprare originale bandiera di protesta.e poi mi sembra un po alluicinante sto...arraffa arraffa generale, a chi arraffiamo?a gente come lo schifoso cavaliere che fa le leggi per gonfiarsi il portafoglio, oramai moltissime persone qui al nord ne hanno le tasche piene di questo individuo, e quando sentiamo che sto st... e i suoi paggetti ignoranti se ne escono con ste leggi ( vedremo che si fara della legge che propone oggi il ministro dei beni culturali) ci viene proprio naturare "disobbedire"....e non comprare i suoi dvd della "medusa", non andare al suoi cinema, non comprare i suoi giornali( notare che se mi ricordo bene , tempo fa una persona mi informò del numero di giornali pubblicati in edicola dalle sue aziende, si arrivava addirittura a quasi la meta o il 40 per cento di tutte le pubblicazioni!!!), e SOPRATTUTTO non farmi influenzare dalle notizie storpiate dalle sue reti.va be, ho parlato troppo, cmq ognuno è libero di pensare cio che vuole, ciao a tutti!
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?

    poche centinaia di migliaia tipo 200.000 ?
    Che diciamo a 1 euro a CD per l' artista
    fanno 200.000 euro ovvero 400 milioni? (e un
    paio di miliardi per l' etichetta?). Ma l'
    affitto costa...a) Ho detto se va bene. Mediamente non ci arrivano.b) Un dirigente di azienda guadagna sopra i 100mila euro l'anno lordi. Non vedo perchè un musicista debba guadagnare per forza quanto un addetto call center co.co.co. Dove sta scritto? O vogliamo livellare verso il basso i redditi di tutti (roba che manco in URSS facevano)?
    in culo per iscritto. Questa gente vive di
    serate nei club e di CD registrati per Indie
    perché ha già capito come
    vanno le cose nei salotti dei tuoi cinque
    paladini.Ciò non toglie che il p2p li danneggi, in termini relativi più dei grandi artisti.
    Bene, quindi aiutaci ad abbatterle e
    sorgerà un nuovo sottobosco di
    etichette indipendentiNon mi interessa abbatterle. Già le ignoro.
    quelle che sparano il
    50% del ricavato direttamente all' artistaNe ho già abbondanti CD di quel tipo a casa, grazie.
    e che ti
    fanno sentire le canzoni prima di comprarle.Vai su un sito a caso di un musicista delle major. Troverai sempre l'album da preascoltare. Vai in un negozio e chiedi l'ascolto. Tutti i negozi di dischi ormai la fanno.Quella del non poterle sentire è semplicemente una stron*ata.
  • ilGimmy scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    E sarebbe un pirata lo stesso, visto che non
    puo' avere "pubblico" durante la visione.
    La SIAE vorrebbe mangiarci sopra e quindi e'
    illegale. Informati se non ci credi.Hai ragione, non lo consideravo.Io intendevo anche un minimo di rispetto verso l'autore del film. Scaricando il DivX non pago una lira di diritti. Con il noleggio io con i diritti sono a posto. Se la vedra' l'autore con la SIAE (e non ricevera' niente probabilmente); senza considerare il mio vantaggio di poter godere di una qualita' migliore a un prezzo abbordabile.Ritornando al numero di persone, se non fai pagare il biglietto, e il numero e' ragionevole, nessuno ti verra' mai a rompere.(Anche perche' per ora il commesso non e' tenuto a informare le autorita' se noleggi un film :D)
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    A questo punto mi viene da chiedermi
    perchè di quasi tutto è
    possibile avere un anticipo prima di
    comprarlo mentre per i CD devo per forza
    andare alla cieca?
    VanHelsingbè questo non è vero...tutti i siti di musica online permettono di ascoltare alcuni brani (se non tutti) dei CDaudio, a basso bitrate ma lo fanno.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: ilGimmy
    Se vuoi spararti una serata con gli amici,
    ugualmente economica vai a noleggiarti il
    DVD, costo massimo 4 euro (e parliamo del
    furto di una nota catena, dalle altre parti
    si trovano a 2 euro).E sarebbe un pirata lo stesso, visto che non puo' avere "pubblico" durante la visione.La SIAE vorrebbe mangiarci sopra e quindi e' illegale. Informati se non ci credi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?


    Posso partecipare anch'io?
    Ekleptical è contro il peer to peer
    perchè mediamente acqusita CD di
    gente che vende qualche decina di migliaia
    di copie, quando va bene poche centinaia di
    migliaia a livello worldwide.poche centinaia di migliaia tipo 200.000 ? Che diciamo a 1 euro a CD per l' artista fanno 200.000 euro ovvero 400 milioni? (e un paio di miliardi per l' etichetta?). Ma l' affitto costa...
    Gente che non può certo permettersi
    di fare tournè mondiali e ai cui
    rarissimi concerti da 'ste parti (a cui
    Ekleptical va) mediamente c'è qualche
    centinaio di persone, poche migliaia quando
    va bene.Ad un concerto ho visto Jono Manson che non conoscevo. Ho provato a cercare nei maggiori store italiani. Niente. Ho provato su WinMx e Kazaa. Niente. L' unica è ordinare direttamente dall' America (e anche lì non è facile trovare i CD più vecchi). Quale danno avrà mai fatto il P2P ad artisti come questi? Forse gliene hanno fatto più i tuoi padroni che devono promuovere l' ultima zoccola o il nuovo rapper con licenza elementare i cui contratti capestro tengono legati per il collo e spesso li obbligano anche alla cessione dei diritti.

    Ekleptical è ben contento di dare
    soldi per supportare questa genteQuesta gente non ha bisogno della tua avvocatura, non ha bisogno di vedere scritto $22 sul proprio CD per poi riceverne il 4%, o che appena fa un minimo di successo arrivi il contrattista-falso-ex-hippy di turno a promettergli mari e monti a parole e calci in culo per iscritto. Questa gente vive di serate nei club e di CD registrati per Indie perché ha già capito come vanno le cose nei salotti dei tuoi cinque paladini.
    sghignazza di fronta alla vostra ignoranza
    abissale in musica, ai vostri luoghi comuni
    sui musicisti miliardari e alla vostra
    ribellone verso le major quando ne siete
    totalmente e completamente succubi, in
    termini culturali.Bene, quindi aiutaci ad abbatterle e sorgerà un nuovo sottobosco di etichette indipendenti, quelle che vendono i CD a 5 - 10 dollari, quelle che sparano il 50% del ricavato direttamente all' artista (www.magnatune.com per esempio) e che ti fanno sentire le canzoni prima di comprarle.
    Non sapete guardare al di là della
    pappina pronta che vi forniscono e ve la
    prendete con loro.Saremo ben contenti se ci aiuterai a diradare il fumo della pappina calda confezionata dal pentamonopolio e a capire perché ci sono Indie che vendono tirature di1000 copie a 8 dollari e major che vendono tirature di 500.000 a 20 dollari.
    Siete ridicoli, patetici e mediamente della
    musica non ve ne frega proprio niente. Bravo bella sparata retorica. Comincio a pensare che Ekleptical non sia una persona ma un call-center dove gli operatori della SIAE si danno il cambio. Spiegaci come le attuali norme sul diritto d' autore possano tutelare questi tuoi artisti indipendenti che stampano 5000 copie e poi fuori catalogo forever, facci capire se chi lobbyzza governi e politici siano la Bad Example Records o la EMI, e magari cosa ne pensano codesti artisti sconosciuti (ai quali lo share crea danno zero) quando gli chiedi se il copyright debba essere sanzionato peggio dell' omicidio.
    Riassumendo, avete il mio più
    profondo disprezzo! Tutto qua.BRRRROOOOOAAAAAAAA !!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateriae li pagheresti 30 euro per il DVD di L'ARMATA BRANCALEONE???
  • ilGimmy scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    Lui non è un santo ma queste sono
    cazzate. Quando sono usciti i DVD il prezzo
    di un film è quasi raddoppiato (come
    sempre quando introducono un nuovo media)
    con la scusa della qualità della
    novità e bla bla bla e si noti che
    non solo allora non si potevano duplicare
    (no masterizzatori DVD) ma neppure rippare
    (no DECSS). Ovviamente per fartela digerire
    meglio ci hanno infilato scene tagliuzzate,
    18 lingue, contenuti extra tutta roba che a
    loro non costa quasi un cazzo perché
    spesso è roba d' archivio o che
    avevano già filmato.Cmq e' roba interessante. Se non sei interessato a 9 euro c'e' la VHS e a 1 e rotti il noleggio.Cmq non sto paragonando lo scaricamento all'acquisto, ma al noleggio. E il costo di un noleggio e' davvero esiguo, nonche' a qualita' superiore.I film non bisogna per forza "possederli".
    Catena VideoVip 1,80 EuroAppunto.
    Fanno veramente pietà. ho visto
    Pinocchio così e ho vomitato. Mai
    più DiVX o roba registrata al cinema.Appunto, ma allora non conviene noleggiare?Il problema sono i CD audio, che hanno un diverso tipo di fruizione (un film lo guardi una tantum), un CD lo ascolti spesso e volentieri.Ritengo che sia da rivedere la politica dei prezzi dei CD piuttosto che dei DVD.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?

    Se non sono conosciuti, ovviamente li
    scaricano in pochi.Il pochi è relativo a livello mondiale. Il calo di vendite c'è stato anche per loro. E parlo di gente che si trova tranquillamente su Kazaa & co, in qualsiasi momento.
    Britney Spears continua ad essere ricca ed i
    gruppi sconosciuti continuano ad essere
    poveri.
    Ma era la stessa cosa prima del p2p.La differenza è che Britney di un milione di euro in meno se ne frega. Per i gruppi minori qualche decina di migliaia di euro fa una bella differenza!
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: maciste


    volete darmi del pirata?

    no, ma dello scroccone che vuole tutto senza
    pagare nulla si.E fa bene!!!Paghiamo gia' abbastanza
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    oppure il semplice scambio di mano in mano;Il problema non è eliminare lo scambio, ma solo ridurlo a termini ragionevoli.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    dovrebbero far sparire masterizzatori cd ,
    masterizzatori dvd , registratori cassette e
    videocassetteMah, in effetti avverrà. I computer modulari attuali, modificabili a piacere, entro 5-10 anni non esisteranno più.E i produttori, come ha già dichiarato HP, si preparano a balzare sul carro dei fornitori di contenuti.In realtà alle major basta resistere un po' di anni (e non c'è problema a farlo) e poi è fatta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?

    gente che ha
    smesso di pubblicare perchè non ci
    guadagnava una fava, nemmeno l'affitto per
    la casa e a quel punto chi gliela fa fare;questo accade perché la scarica gli mp3 oppure perché le major non vogliono investire sulla qualità, ma piuttosto sull'immagine perché quella fa vendere?
    ogni tanto regalano un mp3 nuovo, se han
    voglia di metterlo online.si chiama autopromozione e nessuno è obbligato a farla, ma per contro nessuno si può esimere dal farla perché chi può investire su di te senza prima aver ascoltato cosa sai fare?
    Ekleptical è ben contento di dare
    soldi per supportare questa gente e
    sghignazza di fronta alla vostra ignoranza
    abissale in musica, vostra di chi? mi conosci per caso?
    Sputate in continuazione
    nel piatto in cui mangiate che loro vi
    passano. non mi ricordo di aver mai ricevuto assegni o bonifici da parte di una major, viceversa spendo molto in cd e dvd al punto di averne delle piccole collezioni
    Riassumendo, avete il mio più
    profondo disprezzo! Tutto qua.mi spezzi il cuore, quando la mia fidanzata mi ha mollato sull'altare ho sofferto meno.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Quello che mi domando è: tu ti fai
    passare per uno che ama la musica e che per
    questo vorrebbe vedere sconfitto il P2P, ma
    non ti rendi conto che solo con il P2P
    è possibile scardinare il cartello
    delle cinque sorelle?Ma dei miei CD 1 su 10 se è tanto, è della major! Cosa vuoi che me ne freghi di scardinare il loro cartello, visto che cmq sono CD che non compro?Non ne otterrei nessun vantaggio.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Reato penale lo scambio di musica?Sì, è previsto nella proposta di normativa Europea che sta girando attualmente. Poi si vedrà cosa approvano alla fine.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    E' grazie a gente come te che si e' arrivati
    al punto di adesso.Lui non è un santo ma queste sono cazzate. Quando sono usciti i DVD il prezzo di un film è quasi raddoppiato (come sempre quando introducono un nuovo media) con la scusa della qualità della novità e bla bla bla e si noti che non solo allora non si potevano duplicare (no masterizzatori DVD) ma neppure rippare (no DECSS). Ovviamente per fartela digerire meglio ci hanno infilato scene tagliuzzate, 18 lingue, contenuti extra tutta roba che a loro non costa quasi un cazzo perché spesso è roba d' archivio o che avevano già filmato.
    Se vuoi spararti una serata con gli amici,
    ugualmente economica vai a noleggiarti il
    DVD, costo massimo 4 euro (e parliamo del
    furto di una nota catena, dalle altre parti
    si trovano a 2 euro).Catena VideoVip 1,80 Euro
    Senza considerare la qualita' schifida dei
    DivX presi dal cinema, ma te non ci farai
    caso, vero?Fanno veramente pietà. ho visto Pinocchio così e ho vomitato. Mai più DiVX o roba registrata al cinema.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza.

    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateria
    Chi sei un discografico?
  • ilGimmy scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    provincia).... con meno di un euro mi
    scarico il film che voglio .. pago
    già l'abbonamento FastWeb e non ho
    costi aggiuntivi.. posso invitare la
    fidanzata a casa a vedermi il Signore degli
    Anelli appena uscito nelle sale e magari
    anche una mezza dozzina di amici.. posso
    anche offrire birra e popcorn per tutti,
    stare allegramente in compagnia e alla fine
    avrò speso sempre meno persino che
    andando al cinema della parrocchia e mi
    sarò divertito sicuramente di
    più.. Non un centesimo alle grandi
    major, non un centesimo a Holliwood, non un
    centesimo ai padroni delle sale e ai padroni
    delle città.. volete darmi del
    pirata? Ci rido sopra! Ho già issato
    dietro al TV una bellissima bandiera in raso
    nero con teschio e tibie.. sta da dio e
    sotto a quella bandiera con gli amici di cui
    sopra facciamo grandi brindisi a boccali di
    birra! Prosit!!!8)E' grazie a gente come te che si e' arrivati al punto di adesso.Se vuoi spararti una serata con gli amici, ugualmente economica vai a noleggiarti il DVD, costo massimo 4 euro (e parliamo del furto di una nota catena, dalle altre parti si trovano a 2 euro).Senza considerare la qualita' schifida dei DivX presi dal cinema, ma te non ci farai caso, vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Sai cosa? Per i film hai ragione! Prezzi decenti sono a portata, basti pensare alle uscite in edicola o alle frequenti offerte dei negozi online (ho fatto un ordine di alcuni dvd a 12 euro l'uno più uno a 9.99 e con un buono sconto non pago manco le spese di spedizione!)Ma per i film il discorso è diverso. Solitamente compro dvd di film che ho già visto, in tv o al cinema, vado quasi a colpo sicuro, so che quello che sto comprando mi piace. Gli unici film che scarico sono film che in dvd non sono ancora stati prodotti, giusto ieri ho finito di scaricare "il pianeta proibito" film di fantascienza del 1965 rippato dal satellite.Io uso il p2p principalmente per la musica. Sono un grande ascoltatore, seguo un po tutto, dal mainstream alle cose più particolari. Alcuni dischi non li trovo neanche nei negozi e devo comprarli su internet. Allora entra in gioco il p2p. Mi scarico il disco, lo ascolto e se mi piace lo compro, a casa avrò circa 400 cd originali di vario genere.A questo punto mi viene da chiedermi perchè di quasi tutto è possibile avere un anticipo prima di comprarlo mentre per i CD devo per forza andare alla cieca? Un film lo posso vedere in tv, un libro lo posso sfogliare in libreria, ma per i cd? O mi accontento delle solite cose che si sentono alla radio o alla tv oppure mi accontento dei soliti cd che si possono ascoltare nei grandi store. E gli altri? Me li scarico dal p2p, mi faccio un'idea mia, non basata su quello che dicono gli altri, e poi decido come spendere i miei soldi. Mi scusino le signorine Britney Spears, Beyonce, Jennifer Lopez, Christina Aguilera, ma i miei soldi non glieli do, quello che producono mi è sufficiente ascoltarlo alla radio una volta al mese, preferisco comprare un cd di Brant Bjork!CiaoVanHelsing
  • Ekleptical scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani

    Dice che il
    filtro funzionerebbe solo se ad applicarlo
    fossero direttamente i programmi come Kazaaa
    o GnutellaGuarda che basta imporlo per legge. Peraltro chiuso Kazaa, chiuso il 70% dello share musicale. E' già buono così.Chi non si adegua alla legge, galera. E' semplicissimo. La cosa vale anche per i progetti (e soprattutto i progettisti) open source che mica sfuggono alla legge! Con una minaccia di chiusura per favoreggiamento della pirateria, vedrai quanti secondi ci mette Sourceforge a cacciarli via a calci.Approvata a livello Europeo+USA+Giappone & Corea, voilà risolto il problema. Certo, qualche programmatore del Congo può mettersi a creare il nuovo software di sharing, ma dubito che ciò avvenga, visto che hanno problemi più gravi di cui preoccuparsi.
  • Anonimo scrive:
    Ed i CD?
    - Scritto da: Anonimo
    Semplice, prendere il contenuto di un
    hardisk e crittografarlo con l'algoritmo piu
    forte attualmente esistente, vogliono
    incriminare per quello che troveranno in un
    disco certo ma devono prima provarlo e non
    solo con un ammasso di gigabyte di dati
    crittografati :DBravo, e la pila di CD vicino al computer come la crittografi?
  • Anonimo scrive:
    Re: per forza
    noooo... va bene tutto, ma la Stilo noooooo :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    - Scritto da: Ekleptical

    dite la vostra.

    Posso partecipare anch'io?
    Ekleptical è contro il peer to peer
    perchè mediamente acqusita CD di
    gente che vende qualche decina di migliaia
    di copie, quando va bene poche centinaia di
    migliaia a livello worldwide.E allora a te cosa frega se il ragazzino scarica Britney Spears?I gruppi che vendono poco, o non sono bravi o non sono conosciuti.Se non sono bravi, non li scarica nessuno.Se non sono conosciuti, ovviamente li scaricano in pochi.Britney Spears continua ad essere ricca ed i gruppi sconosciuti continuano ad essere poveri.Ma era la stessa cosa prima del p2p.
  • Anonimo scrive:
    Re: Sfida agli artisti di Sinistra
    Tempo fa un ottimo giornalista diceva a riguardo di Jovanotti che era un "cantante di sinistra col portafoglio a destra" per certi suoi comportamenti. Peraltro mi sembra tra i musicisti uno dei più impegnati... almeno qualcosa fa', ci sono anche brave persone tra i cantanti.Penso che molti artisti "di sinistra" (ammesso che oggi voglia dire qualcosa) possano essere definiti così.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sfida agli artisti di Sinistra
      un artista che sto' rivalutando dopo aver letto queste pagine che ha scrittowww.soundlite.it/articoli/2000/mag00/caputo.html e' sergio caputo.tra l'atro dal suo sito www.sergiocaputoci si puo' scaricare qualche mp3 e spartiti, alla faccia della siae PRRRRRRRR
      • Anonimo scrive:
        Re: Sfida agli artisti di Sinistra
        Ehm, i diritti li dovrebbe rilasciare la casa editrice, non l'artista...penso che la prima clausola nel contratto sia la cessione dei diritti per tot album all'editore...mica fessi no? come nel campo della ricerca privata...
    • Anonimo scrive:
      Re: Sfida agli artisti di Sinistra
      Giusto i Modena City Ramblers (grandi !) sul loro sito autorizzano la masterizzazione del loro ultimo album.Saluti,Piwi
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    Soluzione un pò macchinosa ma EFFICACE.Ah, password non meno di 128 bit, m'arracmand !- HandyBits EasyCrypto Deluxe 5.5, freewareThe high level of security is ensured by using the well-known 128-bit key BlowFish algorithm. You can also build self-extracting encrypted and compressed archives and send them to others via email. - Steganos security (shareware)Per cancellare:TritaFile 2.0http://www.tritafile.com/ - gratuito - Dimensione: 1013 KB20/11/03 - Il cestino nasconde, ma non cancella. Per cancellare veramente un file bisogna tritarlo, come tutti i film di spionaggio insegnano. TritaFile è un programmino tutto italiano segnalato dal suo autore, che se ne sta buono vicino all'orologio in attesa di frullare qualche documento o cartella. È sufficiente trascinare sulla piccola interfaccia il file destinato alla distruzione totale ed aspettare qualche secondo. Il processo di tritatura non è reversibile ("non si può ottenere un acquario da una zuppa di pesce" diceva Grillo) e non si può interrompere.. quindi prima di dare il via al programma "tranciatutto" occorre pensarci bene!Tritafile mostra nella sua piccola interfaccia un piccolo dischetto, come quelli che non si trovano quasi più, che viene passato in un distruggi-documenti e ne esce tutto sfilacciato alla fine del processo! La simpatica animazione avviene all'interno di una piccola e comoda interfaccia. Per accedere alle poche opzioni disponibili occorre un doppioclick, ed è anche possibile lanciare il tritatore all'avvio del sistema, o aumentare il livello di sicurezza a scapito della velocità o viceversa.
  • ilGimmy scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    Guarda che non sei un eroe.Di DVD originali ne ho 50, tutti quelli che mi interessano.Di CD originali meno, ma non li ascolto, preferisco la radio.Il P2P lo uso per cose che in italia non si trovano, film che non verranno mai importati, e che sul P2P si trovano sottotitolati in inglese o addirittura in italiano.Nonostante questo ritengo che, se il disegno di legge dovesse passare, sara' meglio smettere con il P2P anche se non arreco danni a nessuna industria italiana.Ciao
  • Ekleptical scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?

    dite la vostra.Posso partecipare anch'io?Ekleptical è contro il peer to peer perchè mediamente acqusita CD di gente che vende qualche decina di migliaia di copie, quando va bene poche centinaia di migliaia a livello worldwide.Gente che spesso tira avanti in modo dignitoso e molto di rado diventa ricca (qualcuno c'è, cmq). Gente che a volte lavora e fa il musicista part-time (e le conseguenze si vedono) e gente che ha smesso di pubblicare perchè non ci guadagnava una fava, nemmeno l'affitto per la casa e a quel punto chi gliela fa fare; ogni tanto regalano un mp3 nuovo, se han voglia di metterlo online.Gente che non può certo permettersi di fare tournè mondiali e ai cui rarissimi concerti da 'ste parti (a cui Ekleptical va) mediamente c'è qualche centinaio di persone, poche migliaia quando va bene.Ekleptical è ben contento di dare soldi per supportare questa gente e sghignazza di fronta alla vostra ignoranza abissale in musica, ai vostri luoghi comuni sui musicisti miliardari e alla vostra ribellone verso le major quando ne siete totalmente e completamente succubi, in termini culturali.Non sapete guardare al di là della pappina pronta che vi forniscono e ve la prendete con loro. Sputate in continuazione nel piatto in cui mangiate che loro vi passano. Avete una visione del mondo musicale da telefilm di quart'ordine, riassumete il peggio del peggio dell'etica da centro sociale (che però a differenza di voi hanno il pregio di supportare la buona musica) e in tutto questo vi sentite paladini di non si sa bene cosa.Siete ridicoli, patetici e mediamente della musica non ve ne frega proprio niente. E' il passatempo tanto per fare.Riassumendo, avete il mio più profondo disprezzo! Tutto qua.
  • Anonimo scrive:
    Re: fammece pensa...o compro o no???? NI!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Domattina nelle edicole uscirà la
    compilation (insieme a Tv Sorrisi e Canzoni,
    ndr) con tutti gli artisti, tranne una
    eccezione. Per colpa di una multinazionale
    becera che non ha dato a Meneguzzi la
    possibilità di esserci"

    La raccolta sarà anche nei negozi di
    dischi al prezzo lancio di 13,90 euro


    www.reuters.com/locales/newsArticle.jsp;:4047

    ao saro un troll ma che vordii a prezzo di
    lancio??????? que ce fanno lo sconto per
    tutto er mese pecche' ce manca na
    canzone???? e poi dobbiamo pagare l'altra a
    13.50 +20 euro completa !!!!!!!!!!:@*******************************************Le compilation di sanremo da anni sono un flop clamoroso nei negozi.. metterla a disposizione in edicola è un tentativo disperato delle major di recuperare qualche soldino.. a investimento zero visto che già detengono i diritti dei loro artisti....Ormai le major se lo debbono mettere in testa.. i Cd sono destinati a diventare un "accessorio" per il live e i concerti....
    • Ekleptical scrive:
      Re: fammece pensa...o compro o no???? NI!!!

      Ormai le major se lo debbono mettere in
      testa.. i Cd sono destinati a diventare un
      "accessorio" per il live e i concerti....A quel punto a che servono i CD? Se gli U2 smettesso di fare CD i loro concerti continuerebbero sempre a fare il pieno vita natural durante e lo stesso vale per molti altri. Perchè perdere tempo a fare il CD? Che vantaggio ti da? Diventa solo un costo.A quel punto la musica diventa puramente live come nell'800.
  • Anonimo scrive:
    W il ministro Stanca ...
    Dai giornali di oggi:Il ministro Stanca fissa i paletti dell'influenza politica sulla Rete"Gli esecutivi intervengano solo sulle questioni pubbliche""I governi non interferiscanocon lo sviluppo di Internet"il Ministro definisce "un enorme errore" l'eventuale completo controllo governativo sulla Rete. "I governi devono intervenire soltanto quando sono in gioco questioni di rilevanza pubblica" OSSIA firma digitale, e-government, bilanciamento tra la privacy e la sicurezza, pedofilia e pornografia online.NON è citata la salvaguardia degli interessi delle majors e perfino degli interessi degli "autori" e dei cinematografici, in effetti questi sono interessi CORPORATIVISTICI di parti e non questioni di rilevanza pubblica.Sentito Urbani ?
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    Contento te.. Io invece mi sono messo a
    scaricare film a peer 2Peer perchè mi
    ero stufato di farmi zanzare 7.20 Euro in
    sala di prima visione (14.40 se offro anche
    alla fidanzata di turno) ogni fine settimana
    e per di più con posti
    obbligatoriamente assegnati dal computer
    secondo logica demenziale e magari anche di
    proprietà di qualche società
    che fa capoal beneamato presidente del
    consiglio (circa 4 sale su 5 a Milano e
    provincia).... con meno di un euro mi
    scarico il film che voglio .. pago
    già l'abbonamento FastWeb e non ho
    costi aggiuntivi.. posso invitare la
    fidanzata a casa a vedermi il Signore degli
    Anelli appena uscito nelle sale e magari
    anche una mezza dozzina di amici.. posso
    anche offrire birra e popcorn per tutti,
    stare allegramente in compagnia e alla fine
    avrò speso sempre meno persino che
    andando al cinema della parrocchia e mi
    sarò divertito sicuramente di
    più.. Non un centesimo alle grandi
    major, non un centesimo a Holliwood, non un
    centesimo ai padroni delle sale e ai padroni
    delle città.. volete darmi del
    pirata? Ci rido sopra! Ho già issato
    dietro al TV una bellissima bandiera in raso
    nero con teschio e tibie.. sta da dio e
    sotto a quella bandiera con gli amici di cui
    sopra facciamo grandi brindisi a boccali di
    birra! Prosit!!!8)Sei un mito, condivido in pieno, in tempi difficili come questi è inutile sprecare soldi e soprattutto finanziare chi già ne ha tanti
  • Anonimo scrive:
    Re: Considerazioni tecniche
    Ed io che mi sono appena scaricato i 7 cd della debian (cosa _perfettamente_ legale)? minimo minimo credono che abbia scaricato 200 album e/o una decina di film! :)Tra qche giorno arriva la finansa? :D
  • maciste scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    volete darmi del pirata? no, ma dello scroccone che vuole tutto senza pagare nulla si.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    - Scritto da: Anonimo
    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza.
    Si vede che hai un lavoro e un buono stipendio, io non ho un lavoro quindi ne ho pochi di soldi da spendere visto che dipendo ancora dai miei anche se ho finito di studiare(il lavoro non si trova). Spera che ti resista il lavoro perchè di questi tempi è dura trovarne uno nuovo. Pensa anche che i tuoi 14 euro sono andati a migliorare la situazione economica di chi è già abbondantemente ricco. Tu avrai pure visto gli extra e avrai il tuo bel dvd nel salone, gli attori di quel film invece saranno alle maldive con aragosta e cristal. Pensaci la prossima volta che acquisti!
    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateriaMeno male che c'è la pirateria se no con i tempi che corrono i film, la musica e il software sarebbero destinati solo ai ricchi.
  • Anonimo scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P

    lo sto facendo perche' e' moralmente
    inaccettabile e perche' prima o poi
    inizieranno le retate mondiali visto che
    questo arraffa arraffa generale non puo'
    continuare in eterno. Ieri invece di
    scaricare film che non avrei nemmeno visto
    sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato
    uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli
    extra, mi sono letto la filmografia del
    regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho
    un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in
    pace con la coscienza.

    Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate
    come volete, io ho detto addio alla
    pirateria
    *********Contento te.. Io invece mi sono messo a scaricare film a peer 2Peer perchè mi ero stufato di farmi zanzare 7.20 Euro in sala di prima visione (14.40 se offro anche alla fidanzata di turno) ogni fine settimana e per di più con posti obbligatoriamente assegnati dal computer secondo logica demenziale e magari anche di proprietà di qualche società che fa capoal beneamato presidente del consiglio (circa 4 sale su 5 a Milano e provincia).... con meno di un euro mi scarico il film che voglio .. pago già l'abbonamento FastWeb e non ho costi aggiuntivi.. posso invitare la fidanzata a casa a vedermi il Signore degli Anelli appena uscito nelle sale e magari anche una mezza dozzina di amici.. posso anche offrire birra e popcorn per tutti, stare allegramente in compagnia e alla fine avrò speso sempre meno persino che andando al cinema della parrocchia e mi sarò divertito sicuramente di più.. Non un centesimo alle grandi major, non un centesimo a Holliwood, non un centesimo ai padroni delle sale e ai padroni delle città.. volete darmi del pirata? Ci rido sopra! Ho già issato dietro al TV una bellissima bandiera in raso nero con teschio e tibie.. sta da dio e sotto a quella bandiera con gli amici di cui sopra facciamo grandi brindisi a boccali di birra! Prosit!!!8)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Certo, come no.
    Ti faccio notare che facendo 2 hop tra un
    client e l'altro (e ne basta uno per essere
    irrintracciabili) e con una banda media in
    uscita di 256kbit/s (ci saremo tra qualche
    giorno) si scarichera' comunque ad una media
    di 8-9kB/s.
    Piu' che sufficienti per qualsiasi cosa,
    basta un po' di pazienza.
    Questo senza contare che per come e' stata
    concepita freenet si potra' entrare ed
    uscire da Fastweb come se nulla fosse avendo
    cosi' a disposizione nodi intermedi a
    10mbit. Quella contro il p2p e' una
    battaglia che purtroppo fara' qualche
    vittima ma e' comunque persa in partenza:
    rassegnati.Ok adesso prendi quella banda (8-9KB/sec) e dividi almeno per 10. Considera infatti la proporzione "media" di chi scarica e di chi invece condivide. Molte adsl hanno il problema che se e' satura la banda per l'upload non c'e' piu' spazio per il download. Senza tener conto delle lunghe attese in coda. I nodi fastweb dubito possano venire sfruttati (a causa del nat).Comunque il popolo p2p sara' sicuramente disposto ad attendere il termine del download, anche se richiede il doppio del tempo.A proposito di freenet, non tutti sono concordi a tenere sul proprio HD materiale che potrebbe essere pedopornografico a propria insaputa.
  • Anonimo scrive:
    Cari genitori...
    Da domani il 21,2% per cento dei vostri figli saranno automaticamente diventati pericolosi criminali e il 66 % ricettatori... Intanto c'è qualcuno che è immune a qualsiasi accusa per i suoi giochetti di spostamento miliardi.Pensateci.
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata


    - Scritto da: Anonimo

    mai sentito parlare di occultamento di

    prove????

    non è assolutamente vero ciò
    che tu affermi...
    non ricordarsi le password è un tuo
    diritto... SACROSANTO! ehm, come dire?"mi avvalgo della facoltà di non rispondere"oppure"mi appello al 5° emendamento"NESSUNO può obbligarmi ad autodenunciarmio a fornire le prove della mia colpevolezzaa che servono i pm, altrimenti?
  • ryoga scrive:
    Re: disintossicarsi dal P2P
    14 Euro?Mi dici il titolo del film?Mi dici se sei andato a colpo sicuro o se invece l'avevi gia' visto "da qualche parte"?Scaricarsi un film ha un costo totale di circa 10 euro ( 3 giorni di download + cd vuoto ) quindi 14 Euro potrebbe essere un prezzo normale..... Naturalmente se il film VALE.
    • Anonimo scrive:
      Re: disintossicarsi dal P2P

      Scaricarsi un film ha un costo totale di
      circa 10 euro ( 3 giorni di download + cd
      vuoto ) quindi 14 Euro potrebbe essere un
      prezzo normale..... Naturalmente se il film
      VALE.Come hai fatto i conti per arrivare a 10 euro? Io ho ADSL 256 e per scaricare un film ci metto una notte, un cd lo pago 25 cent... come fai ad arrivare a 10 euro? una notte di pc acceso non costera' nemmeno 25 cent!ps. non è che sei uno di quelli che si ostina a voler scaricare divx con winmx, pur sapendo che è stato ideato per file piccoli come quelli mp3? Perchè altrimenti ci credo che ci metti 3 giorni!
    • Anonimo scrive:
      Re: disintossicarsi dal P2P
      - Scritto da: ryoga
      14 Euro?
      Mi dici il titolo del film?apocalipse now redux (director's cut) in offerta a mediaworld
      Mi dici se sei andato a colpo sicuro o se
      invece l'avevi gia' visto "da qualche
      parte"?e' un classico che ho visto in edizione tagliuzzata
      Scaricarsi un film ha un costo totale di
      circa 10 euro ( 3 giorni di download + cd
      vuoto ) il cd vuoto costa 0.50c, un abbonamento teledue 29.9c al mese , quindi 3 giorni di download sono 3 euro.. totale 3.50c per avere un prodotto pirata e di scarsa qualita'
      • Anonimo scrive:
        Re: disintossicarsi dal P2P
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ryoga

        14 Euro?

        Mi dici il titolo del film?

        apocalipse now redux (director's cut) in
        offerta a mediaworld


        Mi dici se sei andato a colpo sicuro o
        se

        invece l'avevi gia' visto "da qualche

        parte"?

        e' un classico che ho visto in edizione
        tagliuzzata



        Scaricarsi un film ha un costo totale di

        circa 10 euro ( 3 giorni di download +
        cd

        vuoto )

        il cd vuoto costa 0.50c, un abbonamento
        teledue 29.9c al mese , quindi 3 giorni di
        download sono 3 euro.. totale 3.50c per
        avere un prodotto pirata e di scarsa
        qualita'
        Cel'ho ankio, su CD codifica XVID e sul mio lettore Nortek si vede da Dio.
    • Anonimo scrive:
      Re: disintossicarsi dal P2P


      Scaricarsi un film ha un costo totale di
      circa 10 euro ( 3 giorni di download + cd
      vuoto ) quindi 14 Euro potrebbe essere un
      prezzo normale..... Naturalmente se il film
      VALE.FALSO... Se hai una flat internet, magari brodband (io uso FastWeb) non hai costi aggiuntivi di collegamento.. indi sono solo i 50 cent. del CD vergine... per farci stare un DVD su video CD ce ne vogliono un paio.. differenza 1 a 10...non servono altre parole...
  • Anonimo scrive:
    Re: P2P vs "mercato nero"

    Quoto dall'articolo:

    "Lo studio ha evidenziato che il 45,7 per
    cento di loro fa uso di musica pirata. Di
    questa porzione di giovani fan della musica,
    il 66 per cento ha dichiarato di acquistare
    CD illegalmente masterizzati disponibili sul
    mercato nero e ben il 21,2 per cento di
    scaricare musica da internet anche
    attraverso il P2P."

    66% di CD pirata contro il 21.2% del P2P.

    A me il problema non sembra il P2P quindi,
    visto che pare esserci il (100 * .66 *
    .457)% = 30.2 % dei giovani che spende soldi
    per acquistare cd taroccati contro il (100 *
    .212 * .457) = 9.7% che scarica...Percentuali che dicono poco o nulla se non si specifica quanti di essi hanno un'adsl a casa. Se si considera il dato nazionale (anche se poco coerente col resto del disorso) sulla diffusione del broadband tra le famiglie risulta che il 100% di quel 9.7% dei ragazzi in questione usa il p2p. E' questo che spaventa le majors, visto che la diffusione dell'adsl cresce di giorno in giorno (anche grazie ai contributi governativi :-)E comunque i CD taroccati dei marocchini probabilmente sono stati scaricati col p2p :-)Ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: P2P vs "mercato nero"

      Percentuali che dicono poco o nulla se non
      si specifica quanti di essi hanno un'adsl a
      casa. Se si considera il dato nazionale
      (anche se poco coerente col resto del
      disorso) sulla diffusione del broadband tra
      le famiglie risulta che il 100% di quel 9.7%
      dei ragazzi in questione usa il p2p.quale studio o sondaggio lo fa risultare? citare le fonti.
      questo che spaventa le majors, visto che la
      diffusione dell'adsl cresce di giorno in
      giorno (anche grazie ai contributi
      governativi :)1) le major dovrebbero essere spaventati da chi vende cd contraffatti, ci lucra e si rivolge a TUTTI, non solo ai giovani che hanno l'adsl.2) il broadband non è stato inventato per il p2p, quest'ultimo è solo uno dei tanti utilizzi.
      E comunque i CD taroccati dei marocchini
      probabilmente sono stati scaricati col p2pquesta poi è esilerante; secondo te chi produce copie in quantità industriale si mette a scaricare un disco per poi copiarlo perdendo qualità? visti i guadagni penso che una ventina di euro li spendano.
      • Anonimo scrive:
        Re: P2P vs "mercato nero"


        Percentuali che dicono poco o nulla se
        non

        si specifica quanti di essi hanno
        un'adsl a

        casa. Se si considera il dato nazionale

        (anche se poco coerente col resto del

        disorso) sulla diffusione del broadband
        tra

        le famiglie risulta che il 100% di quel
        9.7%

        dei ragazzi in questione usa il p2p.
        quale studio o sondaggio lo fa risultare?
        citare le fonti.Fonte governativa (istat?), la settimana scorsa.La percentuale si aggirava intorno al 10% delle famiglie italiane.

        questo che spaventa le majors, visto
        che la

        diffusione dell'adsl cresce di giorno in

        giorno (anche grazie ai contributi

        governativi :)

        1) le major dovrebbero essere spaventati da
        chi vende cd contraffatti, ci lucra e si
        rivolge a TUTTI, non solo ai giovani che
        hanno l'adsl.

        2) il broadband non è stato inventato
        per il p2p, quest'ultimo è solo uno
        dei tanti utilizzi.Diciamo pure l'unico! Per la posta basta una connex pstn, per il web un'isdn.

        E comunque i CD taroccati dei marocchini

        probabilmente sono stati scaricati col
        p2p

        questa poi è esilerante; secondo te
        chi produce copie in quantità
        industriale si mette a scaricare un disco
        per poi copiarlo perdendo qualità?
        visti i guadagni penso che una ventina di
        euro li spendano.Secondo me no! 20 euro sono 20 euro. E la disponibilta' sul p2p e' decisamente superiore che in un negozio di CD.
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P vs "mercato nero"

          Diciamo pure l'unico! Per la posta basta una
          connex pstn, per il web un'isdn.ancora con questa storia? forse basterà a te una connessione pstn/isdn, io il mio abbonamento adsl l'ho fatto perché voglio linea dedicata e velocità ad un prezzo accettabile, solo l'adsl può darti queste cose quindi se vuoi disdire l'adsl fallo pure, se non ce l'hai e non vuoi averlo non abbonarti ma non pretendere di dire al mondo intero cosa e come deve fare.
        • Anonimo scrive:
          Re: P2P vs "mercato nero"
          - Scritto da: Anonimo

          visti i guadagni penso che una ventina
          di

          euro li spendano.
          Secondo me no! 20 euro sono 20 euro. E la
          disponibilta' sul p2p e' decisamente
          superiore che in un negozio di CD.Ma vuoi scherzare? Se ho una batteria da centoventi masterizzatori, e una quarantina di marocchini da rifornire e mandare per strada, tu credi davvero che invece di cacciare 20 euro per comprare un originale da cui partire, mi attaccherei al p2p per due o tre giorni, in attesa di completare il download?
  • Anonimo scrive:
    Aumenta l'uso del Peer 2 Peer...
    "pare proprio che il numero di utilizzatori delle piattaforme di scambio non faccia che aumentare"---come godo 8) !!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: fate le equivalenze

    Usate il marketing come si deve e non come
    Tanzi Cragnotti berlusconi e tutti i capitan
    di iindustria che stanno impoverendo la
    nostra socetà......!!!!!!!!!!
    Usate il buon senso!quindi secondo te bisognerebbe diminuire i prezzi? Secondo me il ladro continuerebbe ad usare il p2p anche se i prezzi venissero dimezzati! Sono tutte parole a vuoto usate per giustificare il furto sistematico di software (che non puo' durare). Ad esempio i giochi platinum per la play si vendono esattamente come gli altri! E costano la meta' ;) ciaooooooooo
    • Anonimo scrive:
      Re: fate le equivalenze
      - Scritto da: Anonimo


      Usate il marketing come si deve e non
      come

      Tanzi Cragnotti berlusconi e tutti i
      capitan

      di iindustria che stanno impoverendo la

      nostra socetà......!!!!!!!!!!

      Usate il buon senso!

      quindi secondo te bisognerebbe diminuire i
      prezzi? Secondo me il ladro continuerebbe ad
      usare il p2p anche se i prezzi venissero
      dimezzati! Sono tutte parole a vuoto usate
      per giustificare il furto sistematico di
      software (che non puo' durare).
      Ad esempio i giochi platinum per la play si
      vendono esattamente come gli altri! E
      costano la meta' ;)

      ciaoooooooooNon ti passa minimamente per la testa che i giochi platinum, essendo vecchi di due anni o più, magari sono già stati comprati da buona parte di quelli cui interessavano?
    • Anonimo scrive:
      Re: fate le equivalenze
      Se usi la matematica ti rendi conto che quelle cose che ho scritto sono la via alla soluzione (almeno al limite del sopportabile della pirateria minima che c' è sempre stata......).Ora il p2p sarà ridotto così come era quando alcuni programmatori si passavano le prime chiavi crakate di win 95 etc..............per cui la rilevanza del fenomeno sta tutto nella capacità imprenditoriale dei parrucconi di considerare la possibilità di dimezzre i prezzi e aumntre la produzione.Ora nel breve periodo ci sarebbero perdite enormi (fra l'altro sostenibili anche con un aiuto governativo sui rimborsi IVA per esempio.....) ma tra due o tre anni il p2p sparisce (nella nicchia) la gente consuma ( quello che può spendere limitatamente alle sue finanze ovviamente) ma i guadagni anche se in maniera rallentata aumenterebbero su stime che se vuoi nel dettaglio potrei anche provare a spiegarti se avessi tempo di leggerti tutte le argomentazioni che che posso portare.......Ora buttarla sul "se è gratis perchè la compro non è francamente un ragionamento da fare su un fenomeno di massa che è la novità del mondo dell'informatica dell' home user.Se si ragiona una strada si trova sempre.......- Scritto da: Anonimo


      Usate il marketing come si deve e non
      come

      Tanzi Cragnotti berlusconi e tutti i
      capitan

      di iindustria che stanno impoverendo la

      nostra socetà......!!!!!!!!!!

      Usate il buon senso!

      quindi secondo te bisognerebbe diminuire i
      prezzi? Secondo me il ladro continuerebbe ad
      usare il p2p anche se i prezzi venissero
      dimezzati! Sono tutte parole a vuoto usate
      per giustificare il furto sistematico di
      software (che non puo' durare).
      Ad esempio i giochi platinum per la play si
      vendono esattamente come gli altri! E
      costano la meta' ;)

      ciaooooooooo
    • Anonimo scrive:
      Re: fate le equivalenze
      - Scritto da: Anonimo

      quindi secondo te bisognerebbe diminuire i
      prezzi? Secondo me il ladro continuerebbe ad
      usare il p2p anche se i prezzi venissero
      dimezzati! Il ladro non lo so.Io pero' non appena il game passa nella fascia "nice price" lo acquisto sempre.Ho una trentina di games originali, di cui quasi una dozzina con la confezione ancora sigillata.Me li ero scaricati a suo tempo, ci ho giocato, e quando li ho trovati ad un prezzo che ritenevo giusto (10 euro) me li sono acquistati.Cosi' molte case di produzione di games da me hanno avuto dei soldi, la microfuck che invece continua a distribuire ages of empire 2 a oltre 50 euro nonostante sia un gioco ormai vecchio, da me non ha mai beccato un centesimo.
      Sono tutte parole a vuoto usate
      per giustificare il furto sistematico di
      software (che non puo' durare). Non puo' durare?
  • Anonimo scrive:
    Re: Vedremo.....

    la natura se ne frega del copyrigtlo dicevano anche al tempo degli schiavi , poi andro' diversamente ciaoooo
  • Anonimo scrive:
    disintossicarsi dal P2P
    lo sto facendo perche' e' moralmente inaccettabile e perche' prima o poi inizieranno le retate mondiali visto che questo arraffa arraffa generale non puo' continuare in eterno. Ieri invece di scaricare film che non avrei nemmeno visto sono uscito e per 14.00 Euro ne ho comprato uno in DVD, me lo sono goduto, ho visto gli extra, mi sono letto la filmografia del regista .. ho passato un bel pomeriggio. Ho un bel dvd da esporre in soggiorno e sono in pace con la coscienza. Nessuna trollata, e' tutto vero, voi fate come volete, io ho detto addio alla pirateria
  • Anonimo scrive:
    Vedremo.....
    sembra un forum manicheista...non ci sono i buoni e i cattivi in questa storiaanche i dinosauri si sono estinti a causa ditantifastidiosiantipaticipiccoli...... parassitila natura se ne frega del copyrigt
  • Anonimo scrive:
    Sfida agli artisti di Sinistra
    Il titolo potrebbe essere fuorviante e non vuole "buttarla in politica" per l' ennesima volta. Storicamente l' elite ma anche la base odierna degli intellettuali italiani proviene da una cultura di sinistra, da quella più soft e riflessiva a quella più radicale ed estrema, dalle manifestazione del '68 e dintorni fino all' emergere di "artisti" spontanei nati nei calderoni dei centri sociali. Ovviamente ve ne sono anche di orientamenti diversi ma lo stereotipo dell' intellettuale o dell' artista o del cantante legato ad idee di sinistra ha un forte riscontro nel panorama italiano degli ultimi 35 anni.Adesso provate a prendere carta e penna (o tastiera :D) e scrivete al vostro artista, cantante, musicista, scrittore preferito. Cosa pensa lui di queste questioni, cosa pensa di un copyright che si, gli da da vivere, ma forse non gli cambierebbe sostanzialmente la vita se invece che a quasi un secolo fosse limitato a 14 anni dalla pubblicazione, com' era nelle intenzioni dei legislatori americani quando fu introdotto nel 1790? Forse non vi risponderà. O magari sarà combattuto e retorico. Come distinguere?Allora provate con una richiesta. Chiedete di dare un segnale. Chiedete di rilasciare dal copyright uno dei suoi dischi, libri, saggi, lavori più vecchi, una di quelle opere più vecchie di 14 anni che ormai si sono ben ripagate col tempo e che fanno ormai parte della nostra cultura e del nostro passato. Chiedete che una di queste venga ascritta al pubblico dominio. E se invece l' artista ha una storia recente chiedete che magari rilasci uno dei suoi lavori, una sola canzone, un breve racconto, un piccolo saggio sotto licenza Creative Commons (www.creativecommons.org) disponibile anche in Italia e che garantisce all' autore la proprietà intellettuale dell' opera ma la rende di libera fruibilità al pubblico. Anche una canzone. Una sola.Perché? (E qui ci riallacciamo a perché artisti di Sinistra, che dovrebbero essere quelli più ricettivi).Perché è bello cantare di libertà e giustizia, è bello cantare di un mondo migliore senza oppressi ed oppressori, è bello raccontare di una società dove il rispetto non si compra ma è un diritto, dove il denaro compra solo alcune cose, non tutte, e non le più importanti. E' bello dire. Ma forse è più bello fare.Forse sarebbe più facile distinguere chi è stato bravo a riempirsi la bocca di parole. Insieme al portafogli.*Gab*
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata


    Con questo voglio dire che questa
    storia dei

    sequestri di computer e di "analisi"

    dell'hard disk per fatti secondo me
    triviali

    come l'infrazione del diritto d'autore
    sono

    veramente un'oscenità giuridica:

    rendiamoci conto che con le leggi
    attuali la

    GdF ha l'autorizzazione (e non manca di

    farlo, anche per la minima ca**ata) a

    leggere ad alta voce in caserma tutte le

    nostre email magari perchè
    abbiamo

    comprato Gran Turismo piratato. Ditemi
    la

    connessione tra le due dannate cose:

    è un'invasione intollerabile
    della

    privacy. Ho comprato un software
    pirata? Ok,

    sono colpevole. Fatemi la megamulta
    (tanto

    alla fine queste condanne si riducono a

    questo) e finiamola, tutto il resto, in

    realtà, è solo il vero
    modo in

    cui le lobby hanno deciso di umiliarci
    prima

    ancora che punirci.




    Hai ragione da vendere!No, nemmeno un po'. La GdF DEVE dimostrare che usi software pirata. E l'unico modo per farlo e' analizzando il contenuto dell'HD. Poi ti appioppa la multa.E sinceramente non vedo alternative. Per il sequestro del pc ci vuole inoltre un mandato del giudice (solitamente dietro denuncia). E solo alcuni agenti della GdF sono autorizzati a metter mano agli HD sequestrati. Quindi non e' assolutamente come dici tu.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Hai ragione da vendere!



    No! Ti prego digli di non venderla ma di
    distribuirla con un software p2p!Sta a vedere che ha gia registrato i diritti!!!LOL
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    - Scritto da: Anonimo
    Hai ragione da vendere!
    No! Ti prego digli di non venderla ma di distribuirla con un software p2p!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Perchè il pericolo maggiore per SIAE e compani è l'informazione! Se Ekleptical dicesse a mia madre che sta rubando dato che usa il CD che le masterizzo forse mia madre si sentirebbe in colpa, di certo non posso sentirmi in colpa io che ho un quadro più generale dell'attuale situazione.Ekleptical è il senzo di colpa, la paura, il ricatto che le major vorrebbero per il popolo P2P.Per fortuna ormai non fa più paura a nessuno :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    - Scritto da: Anonimo
    dite la vostra.1) E' il fratello buono di Rocco Tarocco2) E' un "ARTISTA" che spera di sfondare3) E' un "ARTISTA" che gliel hanno già sfondato...:D
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    - Scritto da: Anonimo
    Con questo voglio dire che questa storia dei
    sequestri di computer e di "analisi"
    dell'hard disk per fatti secondo me triviali
    come l'infrazione del diritto d'autore sono
    veramente un'oscenità giuridica:
    rendiamoci conto che con le leggi attuali la
    GdF ha l'autorizzazione (e non manca di
    farlo, anche per la minima ca**ata) a
    leggere ad alta voce in caserma tutte le
    nostre email magari perchè abbiamo
    comprato Gran Turismo piratato. Ditemi la
    connessione tra le due dannate cose:
    è un'invasione intollerabile della
    privacy. Ho comprato un software pirata? Ok,
    sono colpevole. Fatemi la megamulta (tanto
    alla fine queste condanne si riducono a
    questo) e finiamola, tutto il resto, in
    realtà, è solo il vero modo in
    cui le lobby hanno deciso di umiliarci prima
    ancora che punirci.
    Hai ragione da vendere!
  • Anonimo scrive:
    Lo scorno dei matusa...
    ...vai supergiovane!!
  • Anonimo scrive:
    HIHIHI TROPPO BELLA STA FRASE....
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Anonimo
    Godo. 8)non voglio entrare nel solito flame di pro e contro p2p, ma se "godi" perché vuoi vedere i milioni di utenti p2p delusi e sconfortati mi fai molta tristezza, se invece vuoi che il p2p si fermi per spingere nuovamente all'acquisto di musica originale allora stai fresco...ci saranno sempre gli ambulanti (quelli si che non verranno mai fermati, troppo faticoso e costoso...) oppure il semplice scambio di mano in mano; il concetto che ancora non hai compreso è che la musica costa troppo ed un calo delle vendite stimabile intorno al solo 7% è un vero miracolo di fronte all'impoverimento della popolazione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Crittografia avanzata
    mai sentito parlare di occultamento di prove????se ti sequestrano un pc con un regolare mandato e nel tuo HD ci sono dati crittografati, TU sei obbligato a collaborare fornendo tutti gli elementi per la decrittazione, altrimenti sei passibile di occultamento di prove.... idem se sostieni di avere perso determinate password :D:D:D- Scritto da: Anonimo
    Semplice, prendere il contenuto di un
    hardisk e crittografarlo con l'algoritmo piu
    forte attualmente esistente, vogliono
    incriminare per quello che troveranno in un
    disco certo ma devono prima provarlo e non
    solo con un ammasso di gigabyte di dati
    crittografati :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Crittografia avanzata
      - Scritto da: Anonimo
      mai sentito parlare di occultamento di
      prove????
      se ti sequestrano un pc con un regolare
      mandato e nel tuo HD ci sono dati
      crittografati, TU sei obbligato a
      collaborare fornendo tutti gli elementi per
      la decrittazione, altrimenti sei passibile
      di occultamento di prove.... idem se
      sostieni di avere perso determinate password
      :D:D:DA parte che per la sola musica per ora non si rischia una roba del genere (pero' la rischiate se comprate un giochino copiato della PlayStation) comunque probabilmente sarebbe meglio beccarsi questa condanna per occultamento di prove e mandarli tutti a spasso per quanto riguarda il loro tentativo di ripulire tutto l'hard disk con la scusa del "devo vedere se hai le ISO" piuttosto che essere comunque condannati e in piu' avergli dato la soddisfazione di stracciare la nostra privacy. Con questo voglio dire che questa storia dei sequestri di computer e di "analisi" dell'hard disk per fatti secondo me triviali come l'infrazione del diritto d'autore sono veramente un'oscenità giuridica: rendiamoci conto che con le leggi attuali la GdF ha l'autorizzazione (e non manca di farlo, anche per la minima ca**ata) a leggere ad alta voce in caserma tutte le nostre email magari perchè abbiamo comprato Gran Turismo piratato. Ditemi la connessione tra le due dannate cose: è un'invasione intollerabile della privacy. Ho comprato un software pirata? Ok, sono colpevole. Fatemi la megamulta (tanto alla fine queste condanne si riducono a questo) e finiamola, tutto il resto, in realtà, è solo il vero modo in cui le lobby hanno deciso di umiliarci prima ancora che punirci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Crittografia avanzata
      - Scritto da: Anonimo
      mai sentito parlare di occultamento di
      prove????non è assolutamente vero ciò che tu affermi...non ricordarsi le password è un tuo diritto... SACROSANTO! se è vero ciò che tu affermi citami 1 (UNA) sentenza di colpevolezza per il suddetto reato avvenuta in Italia...non la sai? non c'èZITTO (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Crittografia avanzata
      - Scritto da: Anonimo
      mai sentito parlare di occultamento di
      prove????
      se ti sequestrano un pc con un regolare
      mandato e nel tuo HD ci sono dati
      crittografati, TU sei obbligato a
      collaborare fornendo tutti gli elementi per
      la decrittazione, altrimenti sei passibile
      di occultamento di prove.... idem se
      sostieni di avere perso determinate password
      :D:D:D

      - Scritto da: Anonimo

      Semplice, prendere il contenuto di un

      hardisk e crittografarlo con
      l'algoritmo piu

      forte attualmente esistente, vogliono

      incriminare per quello che troveranno
      in un

      disco certo ma devono prima provarlo e
      non

      solo con un ammasso di gigabyte di dati

      crittografati :DSupponiamo che a me piaccia filmarmi o fotografarmi con l'autoscatto mentre mi produco in amplessi amorosi con la mia donna, e conservare suddetti filmati ovviamente in forma crittografata, è un reato? Dovrei forse permettere al finanziere di turno di guardarseli? Oppure che io sia un libero professionista e abbia sul mio pc documenti di progetti riservati inerenti le aziende per cui lavoro? Come la mettiamo?
    • Anonimo scrive:
      Re: Crittografia avanzata
      - Scritto da: Anonimo
      mai sentito parlare di occultamento di
      prove????Mai sentito parlare di processi indiziari???
      se ti sequestrano un pc con un regolare
      mandato e nel tuo HD ci sono dati
      crittografati, TU sei obbligato a
      collaborare fornendo tutti gli elementi per
      la decrittazione, Io cosa sono obbligato a fare?Io sono un utonto, sul computer ci ho messo win XP, che cosa vuoi che ci capisca io di computer?Sara' stato qualche virus :-)
      altrimenti sei passibile
      di occultamento di prove.... E pazienza. Che cosa rischio? Piu' o meno di ammettere di tenere 1 tera di Divx in condivisione dopo averli scaricati a mia volta?
      idem se
      sostieni di avere perso determinate password
      :D:D:DLOL
  • Anonimo scrive:
    Crittografia avanzata
    Semplice, prendere il contenuto di un hardisk e crittografarlo con l'algoritmo piu forte attualmente esistente, vogliono incriminare per quello che troveranno in un disco certo ma devono prima provarlo e non solo con un ammasso di gigabyte di dati crittografati :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Penso che sia uno di quei pazzi che spende mezzo stipendio per comprarsi cd e per non sentirsi idiota pretende che anche gli altri facciano come lui.
  • Anonimo scrive:
    Re: che cazzo dichiarano questi stupidi?
  • Anonimo scrive:
    Re: lo scrivo ma lo nego!
    - Scritto da: Anonimo
    que si siano
    messi daccordo per avere il monopolio dei cd
    falsi????Di sicuro il p2p danneggia fortemente il mercato dei cd falsi venduti nelle bancarelle.Se fosse legale il p2p, la droga e le case chiuse probabilmente la mafia perderebbe molto potere e la mia ex avrebbe un lavoro statale assicurato.
    • Anonimo scrive:
      Re: lo scrivo ma lo nego!
      - Scritto da: Anonimo
      Se fosse legale il p2p, la droga e le case
      chiuse probabilmente la mafia perderebbe
      molto potere e la mia ex avrebbe un lavoro
      statale assicurato.ROTFL, spettacolare! :)CiaoVanHelsing
    • usseldridge scrive:
      Re: lo scrivo ma lo nego!

      Se fosse legale il p2p, la droga e le case
      chiuse ...
      ...la mia ex avrebbe un lavoro
      statale assicurato.ROTFL!!!---"I video giochi non influenzano i bambini. Voglio dire, se Pac-man avesse influenzato la nostra generazione, staremmo tutti saltando in sale scure, masticando pillole magiche e ascoltando musica elettronica ripetitiva!" (Kristian Wilson, Nintendo Inc., 1989)---
    • Anonimo scrive:
      Re: lo scrivo ma lo nego!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      que si siano

      messi daccordo per avere il monopolio
      dei cd

      falsi????

      Di sicuro il p2p danneggia fortemente il
      mercato dei cd falsi venduti nelle
      bancarelle.
      Se fosse legale il p2p, la droga e le case
      chiuse probabilmente la mafia perderebbe
      molto potere e la mia ex avrebbe un lavoro
      statale assicurato.La droga no. La prostituzione se sottoposta a controlli medici può anche essere legalizzata perchè in fondo per quanto discutibile moralmente è una forma di droga naturale generata da stimoli ormonali e quindi da un punto di vista fisico, se si fanno stretti controlli medici per evitare il proliferare di epidemie mortali--altrimenti diventa un metodo per uccidere la popolazione, non ha reali conseguenze a parte un'assuefazione simile a quella che si può avere per il cibo se se ne abusa....La droga invece uccide gli individui, è una cosa innaturale per il corpo e distrugge i neuroni causando forti squilibri a tutti i livelli perchè danneggiando il sistema nervoso tutto il corpo ne risente ma in particolare le capacità cognitive e quindi la lucidità mentale dell'individuo.Chi vuole liberalizzarla o è perchè la usa o è per ignoranza.
  • Anonimo scrive:
    Re: La gente ruba
    - Scritto da: Anonimo
    L'occasione fa l'uomo ladro ed i prezzi che
    ci stanno a giro, con i salari fissi dal
    96/97, non aiutano ma istigano.

    Bravi! Avete scoperto l'acqua calda!

    Vedremo se il botto che farete sarà
    uguale o maggiore di quello di Tanzi!gia i salari so sempre i soliti pero il costo della vita e assurdo e vogliono spillarci pure altro danaro ..al massimo gli diamo le mutande....
    • Anonimo scrive:
      Re: La gente ruba
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      L'occasione fa l'uomo ladro ed i prezzi
      che

      ci stanno a giro, con i salari fissi dal

      96/97, non aiutano ma istigano.



      Bravi! Avete scoperto l'acqua calda!



      Vedremo se il botto che farete
      sarà

      uguale o maggiore di quello di Tanzi!
      gia i salari so sempre i soliti pero il
      costo della vita e assurdo e vogliono
      spillarci pure altro danaro ..al massimo gli
      diamo le mutande....No, le mutande si accontentano di levarcele.. giusto per prenderci anche il culo, visto che non ci è rimasto altro da dargli...:s
  • Anonimo scrive:
    La gente ruba
    L'occasione fa l'uomo ladro ed i prezzi che ci stanno a giro, con i salari fissi dal 96/97, non aiutano ma istigano.Bravi! Avete scoperto l'acqua calda!Vedremo se il botto che farete sarà uguale o maggiore di quello di Tanzi!
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    ma io dico..... ma se finisce il pvp lui e cmq felice che i cd li si compra dai marocchini?:Dinsomma, io non ho capito che gli cambia bah lol....
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Perchè lui è una persona ONESTA, Perdio !!!Non come noialtri ... criminali !
  • Anonimo scrive:
    Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    Tre ipotesi:1. Lavora per SIAE, case discografiche...2. E' ossessionato dall'argomento, e farebbe bene a parlare con uno psicologo.3. E' semplicemente un trollIo propendo per la 2.
    • Anonimo scrive:
      Re: Perchè Ekleptical è contro il P2P?
      - Scritto da: Anonimo
      Tre ipotesi:

      1. Lavora per SIAE, case discografiche...
      2. E' ossessionato dall'argomento, e farebbe
      bene a parlare con uno psicologo.
      3. E' semplicemente un troll

      Io propendo per la 2.E-kleptical é una furba operazione di marketing delle majors...presto vedrete che sarà il nome del nuovo programma filtro per i contenuti illegali del p2p...E-kleptical... un nome una garanzia...:DDomandina carina carina...ma é legale un filtro per i contenuti? In teoria potrei avere il cd e non l'mp3 o l'album ancora incartato dato che non voglio rovinarlo e vorrei scaricare comunque la musica che ho pagato... un filtro mi impedirebbe di esercitare questo mio diritto... quindi propendo per la conclusione che i filtri siano illegali... l'unica cosa legale é la perquisizione a casa mia e il sequestro del mio hd e dei miei cd-r/dvd quando non posso provare di avere diritto a copiarli... ma prima devono avere un mandato... fine della storia ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Anonimo
    Godo. 8)con tutto il rispetto, il tuo e puro delirio, ammesso che tutto cio fosse possibile, il governo dovrebbe risolvere il problema dell'immigrazione , ma fortunatamente i marocchini so ovunque... e la cosa cambierebbe ben poco...... in tanti direbbero addio adsl e darebbero il benvenuto al marrocchino dei vecchi tempi....le compagnie telefoniche perderebbero un forte bacino di utenza e i soldi sarebbero dirottati dalle compagnie telefoniche ai marocchini e magari anche alle assocciazioni criminali che ci sono dietro.. ma contento il governo..... certo so proprio furbi.....Qui si vuole agire su un qualcosa che e la cosa piu vecchia del mondo... lo scambio di bene!dovrebbero far sparire masterizzatori cd , masterizzatori dvd , registratori cassette e videocassette....ma per favore!lol amico mio credimi il tuo e puro delirio....puo finire il p2p ,ma lo scambio di beni tra individui e la cosa piu antica del mondo.......ora ti lascio nel mondo dei tuoi sogni ciao.
  • Anonimo scrive:
    Perchè Ekleptical è contro il P2P?
    dite la vostra.
  • Anonimo scrive:
    P2P vs "mercato nero"
    Quoto dall'articolo:"Lo studio ha evidenziato che il 45,7 per cento di loro fa uso di musica pirata. Di questa porzione di giovani fan della musica, il 66 per cento ha dichiarato di acquistare CD illegalmente masterizzati disponibili sul mercato nero e ben il 21,2 per cento di scaricare musica da internet anche attraverso il P2P."66% di CD pirata contro il 21.2% del P2P.A me il problema non sembra il P2P quindi, visto che pare esserci il (100 * .66 * .457)% = 30.2 % dei giovani che spende soldi per acquistare cd taroccati contro il (100 * .212 * .457) = 9.7% che scarica...
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani
    - Scritto da: Ekleptical
    Peraltro ho appena letto una cosa
    interessantissima!!!
    Domani mando una mail ad Urbani per
    informarlo che i filtri ai provider inizano
    ad esserci, almeno per la musica!
    Quindi la sua idea diventa pienamente
    applicabile in questo campo.

    www.boycott-riaa.com/article/10757 Ekle, Ekle, ma che mi combini?? Prima di tutto leggi la stampa del nemico, ma fino a qui la cosa ti fa onore, ma poi mi citi questa notizia come soluzione al P2P da far applicare dai provider? E con quale fantascientifica tecnologia hai immaginato che potesse essere possibile? Hai letto bene la notizia, fino in fondo? Dice che il filtro funzionerebbe solo se ad applicarlo fossero direttamente i programmi come Kazaaa o Gnutella, eventualità che come sai è paragonabile solo alle possibilità che ha George W. Bush di vincere il Nobel per la pace, senza considerare che con le connessioni criptate (es. Mute) tutto il concetto dell'audio fingerprint usato da Audible Magic va a farsi benedire...
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Ekleptical

    occhio a MUTE ;)

    mute-net.sourceforge.net /
    Se rimane solo Freenet e Mute alla RIAA
    stappano le bottiglie. Ci metti un mese a
    scaricare un album,Certo, come no.Ti faccio notare che facendo 2 hop tra un client e l'altro (e ne basta uno per essere irrintracciabili) e con una banda media in uscita di 256kbit/s (ci saremo tra qualche giorno) si scarichera' comunque ad una media di 8-9kB/s.Piu' che sufficienti per qualsiasi cosa, basta un po' di pazienza.Questo senza contare che per come e' stata concepita freenet si potra' entrare ed uscire da Fastweb come se nulla fosse avendo cosi' a disposizione nodi intermedi a 10mbit. Quella contro il p2p e' una battaglia che purtroppo fara' qualche vittima ma e' comunque persa in partenza: rassegnati.
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    occhio a MUTE ;)
    mute-net.sourceforge.net /Sono entrambi sistemi altamente inefficienti. Freenet non è fatto per scambiarsi mp3 e video, ma per scambiarsi documenti di testo.In entrambi i casi il flusso dati non è peer-to-peer, ma gira fra i vari nodi prima di arrivare al tuo, moltiplicando per n la banda necessaria.Se rimane solo Freenet e Mute alla RIAA stappano le bottiglie. Ci metti un mese a scaricare un album, se tutti si mettono ad usarli. I DivX tanti auguri. Fai prima a vedere il film in tv.
  • Anonimo scrive:
    per forza
    La disoccupazione sale, il posto fisso è diventato un sogno, gli stipendi sono bassi, i prezzi sono altissimi, ovvio che aumenta l'uso del p2p e l'acquisto dei cd pirata. MA non fanno mai ricerche di mercato le major? Poi al giorno d'oggi le canzoni sono tutte elettroniche e ne escono dei quintali ogni settimana, chi ha i soldi x comprare tutte queste schifezze sintetiche? Aggiungiamo che nell'era moderna hanno fatto aumentare i bisogni della gente quindi alla fine di soldi al termine del mese non ce ne sono. Care major rassegnatevi a guadagnare meno, vorrà dire che i vostri dirigenti dovranno abituarsi ad una vita normale senza tanti vizi, al posto della Ferrari una bella Stilo, al posto del ristorante super lusso una bella pizzeria e al posto del villone un bell'appartamento. Sveglia i tempi son cambiati, prima vi abituerete e meglio sarà x voi. Sinceramente spero cambi presto anche la vita dei calciatori, guadagnano troppo x quel che fanno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Suggerimento al Ministro Urbani
    - Scritto da: Ekleptical
    Peraltro ho appena letto una cosa
    interessantissima!!!
    Domani mando una mail ad Urbani per
    informarlo che i filtri ai provider inizano
    ad esserci, almeno per la musica!
    Quindi la sua idea diventa pienamente
    applicabile in questo campo.

    www.boycott-riaa.com/article/10757 prima o poi ti verrà un tumore.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!
    - Scritto da: Anonimo
    lo sai che esiste freenet vero? come? non e'
    usato? aspetta che passino le norme di cui
    sopra e poi vedrai se non verra' usato :)occhio a MUTE ;)http://mute-net.sourceforge.net/
  • Anonimo scrive:
    fammece pensa...o compro o no???? NI!!!
    Domattina nelle edicole uscirà la compilation (insieme a Tv Sorrisi e Canzoni, ndr) con tutti gli artisti, tranne una eccezione. Per colpa di una multinazionale becera che non ha dato a Meneguzzi la possibilità di esserci"La raccolta sarà anche nei negozi di dischi al prezzo lancio di 13,90 eurohttp://www.reuters.com/locales/newsArticle.jsp;:40475b7f:839aa983a43c80?type=entertainmentNews&locale=it_IT&storyID=4499149ao saro un troll ma che vordii a prezzo di lancio??????? que ce fanno lo sconto per tutto er mese pecche' ce manca na canzone???? e poi dobbiamo pagare l'altra a 13.50 +20 euro completa !!!!!!!!!!:@
  • Ekleptical scrive:
    Re: Ciao Epilettikal!

    Godo. 8)De che? E' una cosa da tempi lunghi. La mia scommessa aveva orizzonte 2 anni, mica un giorno e di mesi ne mancano ancora tanti!'spetta che scatti la norma europea che lo renderà anche reato penale se ce la fanno, o cmq renderà chiare le pene. Poi partirà la Francia con norme pesantissime, sempre che il ventilato decreto Urbani non stabilisca il primato in Italia. A ruota la Germania, che con Bertlesmann ha uno dei più grandi gruppi al mondo nel settore. L'Inghilterra sulla musica ci campa, visto che storicamente è uno dei maggiori export del paese. Gli altri seguiranno man mano.Una volta attivata in Europa la pressione si sposta sugli USA, che arriveranno in breve a norme analoghe.Dopo qualche migliaio di arresti ed un bel Crackdown 2 da 'ste parti, ciao ciao p2p. Rimangono su solo Hong Kong et similia.Godetevela finchè dura, come già detto. Ne avrete per poco.Ci riaggiorniamo l'anno prossimo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      e ciai raggione .......caro lickstick !!!!!!!!!ma ricordati que la tecnologia avanza giorno per giorno......(sia come protezione que desabilitazione)sempre se i brevetti non rompono er kazu!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      lo sai che esiste freenet vero? come? non e' usato? aspetta che passino le norme di cui sopra e poi vedrai se non verra' usato :-)
    • Ekleptical scrive:
      Suggerimento al Ministro Urbani

      Godetevela finchè dura, come
      già detto. Ne avrete per poco.
      Ci riaggiorniamo l'anno prossimo.Peraltro ho appena letto una cosa interessantissima!!!Domani mando una mail ad Urbani per informarlo che i filtri ai provider inizano ad esserci, almeno per la musica!Quindi la sua idea diventa pienamente applicabile in questo campo.http://www.boycott-riaa.com/article/10757
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      Credo che se, per ogni accidente che chi ti legge ti augura, tu potessi guadagnare un euro, Ekleptical, ora te la staresti spassando in qualche spiaggia tropicale !Sai, vero, che se anche il P2P chiudesse baracca oggi stesso, in giro rimarebbero migliaia di migliaia di GBytes di dati pronti ad essere scambiati ?Ho amici che scaricano a sfregio solo per il gusto di farlo, e di accumulare, accumulare, accumulare. Io, dal basso della mia flat @ 56K, non ho potuto che criticare questo avere sempre di più (si, come disse la volpe all'uva !), ma son sicuro che in futuro questi DVD pieni di dati potranno tornare molto utili.Saluti,Piwi
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      - Scritto da: Ekleptical

      Godo. 8)

      De che? E' una cosa da tempi lunghi. La mia
      scommessa aveva orizzonte 2 anniEhhh no! Adesso non iniziare ad imbrogliare! Hai appena scommesso le tue palline che entro un anno il P2P sarà debellato o perlomeno fortemente ridimensionato quindi inizia a preoccuparti perchè questa notizia va decisamente nella direzione opposta e un anno passa rapidamente.
      renderà anche reato penale se ce laReato penale lo scambio di musica? Allora modifichiamo la Costituzione anche per rimmettere la pena di morte :D
      fanno, o cmq renderà chiare le pene.
      Poi partirà la Francia con norme
      pesantissime, sempre che il ventilato
      decreto Urbani non stabilisca il primato in
      Italia. A ruota la Germania, che con
      Bertlesmann ha uno dei più grandi
      gruppi al mondo nel settore.
      L'Inghilterra
      sulla musica ci campa, visto che
      storicamente è uno dei maggiori
      export del paese. Gli altri seguiranno man
      mano.

      Una volta attivata in Europa la pressione si
      sposta sugli USA, che arriveranno in breve a... cronache di una partita a Risiko...
      norme analoghe.
      Dopo qualche migliaio di arresti ed un bel
      Crackdown 2 da 'ste parti, ciao ciao p2p.Se sarà veramente un nuovo crackdown allora multeranno solo quelli che con la pirateria non c'entrano niente, questo è stato il risultato della prima operazione (anzi, peggio ancora)
      Godetevela finchè dura, come
      già detto. Ne avrete per poco.
      Ci riaggiorniamo l'anno prossimo.Certo, sto preparando le statistiche. Tra un anno ci risentiamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      - Scritto da: Ekleptical

      Godo. 8)

      De che? E' una cosa da tempi lunghi. La mia
      scommessa aveva orizzonte 2 anni, mica un
      giorno e di mesi ne mancano ancora tanti!
      'spetta che scatti la norma europea che lo
      renderà anche reato penale se ce la
      fanno, o cmq renderà chiare le pene.Comunque, non vorrei demolire la tua fede nelle virtù istituzionali del nostro vertice, ma ti faccio notare che stasera a "Porta a Porta" perfino Boselli e Scajola (nell'ordine uno dei curatori della legge europea sul diritto d'autore e il ministro dell'Interno) hanno attaccato quello che loro stessi hanno definito il cartello delle major che "ha stabilito un prezzo troppo alto per i CD" (parole di Boselli, sto solo riferendo lettera per lettera) mentre il P2P "ha permesso ai ragazzi di sentire tanta ottima musica che altrimenti non avrebbero potuto ascoltare" (sempre parole di Boselli). Poi ci sono stati altri insulti ed improperi rivolti a BMG, Sony e le loro altre "tre sorelle" che non mi pregerò di riportarti.Quello che mi domando è: tu ti fai passare per uno che ama la musica e che per questo vorrebbe vedere sconfitto il P2P, ma non ti rendi conto che solo con il P2P è possibile scardinare il cartello delle cinque sorelle? Quale altra alternativa vedi? Questi artisti di oggi mi fanno pena, sono letteralmente strangolati da questi strozzini in giacca e cravatta. Molti di loro meriterebbero molto di più ma le major gli impongono obblighi senza fine e degli introiti di un CD gli lasciano solo le briciole. Vogliamo continuare cosi'? Bisogna demolire prima di ricostruire, inizia a contemplare questa possibilità.Alberto
    • Anonimo scrive:
      Re: Ciao Epilettikal!
      - Scritto da: Ekleptical

      Godo. 8)

      De che? E' una cosa da tempi lunghi. La mia
      scommessa aveva orizzonte 2 anni, mica un
      giorno e di mesi ne mancano ancora tanti!
      'spetta che scatti la norma europea che lo
      renderà anche reato penale se ce la
      fanno, o cmq renderà chiare le pene.[CUTTONE]LOLLONEEEEEEEAHAHAHAAHH!!!!!!scambiarsi files da un pc all'altro reato penaleeeeeeeahahahaah!!!!!!raga... aboliamo il copia e incolla...i files nn si possono copiare...a morte i cd/r e affini!!!via le chiavette USb!!tra poco sarà penale copiare i files da un pc all'altro!!lo dice uno che ne sa..grazie eklecoso che quasi ogni giorno, tra un debug e l'altro, mi regali momenti di relax...ora torno a programmare driver... azz nn posso... tra poco nn portrò + copiare il mio driver sulla macchina di betatesting...LOL
  • MaurizioB scrive:
    Re: Comunque non sono GRATIS
  • MaurizioB scrive:
    Re: Comunque non sono GRATIS
    - Scritto da: Anonimo
    notizia della camorra que faceva vendere Perché "que"? Nuova moda?Un MaurizioB ke non kapishe queste kose...
    • Anonimo scrive:
      Re: Comunque non sono GRATIS
      - Scritto da: MaurizioB

      Perché "que"? Nuova moda?

      Un MaurizioB ke non kapishe queste kose...ma come cazzo scrivi?:p
  • Anonimo scrive:
    fate le equivalenze
    "si consuma più musica di quanto si sia mai fatto nella storia, ma è molto meno quella che viene pagata"Ora se la matematica non è una opinione significa che i consumi legali sono sempre gli stessi e che il p2p favorisce quelle fasce di reddito che non possono comprarsi il videogioco o il cd (ma come succedeva in passato si duplicava la cassetta o si faceva prestare fino a finirlo il gioco da un amico....).Per cui se usiamo sempre sta cara benedetta matematica ....se dimezziamo i prezzi dei prodotti (come succede con i libri ad esempio...) e si vende un volumq maggiore di roba ( con lo stesso guadagno) il risultato non sarebbe lo stesso??Forse la loro paura è che nessuno compri + i supporti originali ( e su questo sono d'accordo):ma la colpa di chi è se non la loro che ti vendono la PS2 al prezzo ...................... di due giochi originali???Questa è una verità ineccepibile e se voglino ragionare con i migliaia di utenti che usano le nuove tecnologie (e fra questi almeno il 50 % usa qualche programma illecitamente.....!!!!)perchè nonsi pongono una sola volta dal nosttro punto di vista e pensano che mediamente una giornata di lavoro retribuita vale 50? e che Pro Evolution Soccer ne costa 75???Vuol dire che un videogame ha un costo-opportunità maggiore della produttività del lavoro???Usate il marketing come si deve e non come Tanzi Cragnotti berlusconi e tutti i capitan di iindustria che stanno impoverendo la nostra socetà......!!!!!!!!!!Usate il buon senso!
  • Anonimo scrive:
    Ciao Epilettikal!
    Godo. 8)
  • Anonimo scrive:
    lo scrivo ma lo nego!
    mi e' sorto un dubbio dopo aver sentito la notizia della camorra que faceva vendere solo alla parmalat.............que si siano messi daccordo per avere il monopolio dei cd falsi???? (perche' diciamolo il p2p gli ha tolto i soldi per comprare le armi la droga etc...etc.....) i signori delle majior beccano la tassa sui cd que devono dividere con chi detiene i diritti cantanti autori musicisti......... ma beccando la % dalla camorra ...quelli non li dividono ...ehehehehsti figli entrocchia!!!!!!!!!!P.s. come da titolo.....
  • Anonimo scrive:
    Re: che cazzo dichiarano questi stupidi?
  • Anonimo scrive:
    Re: E pensano...
    w le ninna-nanne!!!
  • Anonimo scrive:
    che cazzo dichiarano questi stupidi???!!
  • saruman scrive:
    Re: E pensano...
    - Scritto da: Anonimo
    E pensano che togliendo quel 21% del P2P i
    quindicenni compreranno il CD in un negozioa
    o dal vù cumprà???Ovviamente no, lasceranno stare di scaricare e compreranno dai marocchini. Be diamo più lavoro agli extracomunitari, sarà contento il ministro 8)
    • Anonimo scrive:
      Re: E pensano...
      - Scritto da: saruman

      - Scritto da: Anonimo

      E pensano che togliendo quel 21% del
      P2P i

      quindicenni compreranno il CD in un
      negozioa

      o dal vù cumprà???

      Ovviamente no, lasceranno stare di scaricare
      e compreranno dai marocchini. Be diamo
      più lavoro agli extracomunitari,
      sarà contento il ministro 8)E forse qualche parlamentare / politico mafioso.
  • Anonimo scrive:
    E pensano...
    E pensano che togliendo quel 21% del P2P i quindicenni compreranno il CD in un negozioa o dal vù cumprà???
Chiudi i commenti