e-Content, la Commissione spiega i fatti

Il presidente della Commissione su pirateria e contenuti nell'era digitale, Paolo Vigevano, scrive a Punto Informatico per spiegare la questione delle audizioni e rispondere alle polemiche sollevate nei giorni scorsi


Roma – Riceviamo e volentieri pubblichiamo nella sua integrità una lettera rivolta al direttore di Punto Informatico dal chairman della commissione e-Content voluta dal ministro Stanca, Paolo Vigevano

Caro Direttore, con la presente intendo offrire informazioni più chiare in merito a quanto rappresentato in maniera imprecisa nella lettera del Signor Panella acriticamente rilanciata sul Web dal suo sito.

Il ?modulo prestampato?
In allegato alla presente fornisco la presentazione PowerPoint dal titolo ?Traccia dei temi?, inviata preventivamente a tutti coloro che hanno partecipato alle audizioni, ed anche al Signor Panella, al fine di contestualizzare il loro contributo, onde evitare generiche presentazioni tese solo a promuovere prodotti o società. Può pubblicare liberamente tale ?Traccia dei temi? ( qui in formato PowerPoint, ndr).

E? chiaro che l?utilizzo di un linguaggio e di uno schema condivisi è il primo passo per provare a realizzare una composizione di posizioni spesso contrapposte. I lettori traggano le loro conclusioni rispetto alle espressioni ?modulo prestampato?, ?ottica di marketing aziendale?, ?capitolato?, ?bando di concorso?, ecc. usate dal Signor Panella nella sua lettera.

L?esclusione di ?autorevoli realtà associative?
Nei giorni passati sono circolate notizie sul Web circa l?esclusione di Free Software Foundation Europe dalle audizioni della Commissione, ripresa nella lettera del Signor Panella (esclusione di ?altre autorevoli realtà associative?). Eppure la Commissione ha ascoltato il 27 settembre la Associazione Software Libero, unica associata italiana della Free Software Foundation Europe, come riportato su www.softwarelibero.it/news/20040923-01.shtml

L?esclusione dalle audizioni dal vivo del Signor Panella è stata motivata con esigenze di tempo, non infinito, a disposizione della Commissione che presiedo, considerando anche la necessità di dover redigere un complesso documento a conclusione delle audizioni stesse.

E? comunque nostra intenzione utilizzare con attenzione i documenti rilevanti che perverranno alla Commissione, documenti che saranno tanto più direttamente utilizzabili quanto più riconducibili, nei contenuti, alla ?Traccia dei temi? preparata dalla Commissione.

Gli aspetti legali
Come abbiamo già comunicato al Signor Panella, le lamentele di carattere legale sono senza fondamento.
Il procedimento avviato dalla Commissione ha come obiettivo un lavoro preparatorio di un eventuale intervento legilativo che sarà comunque adottato in Parlamento, sede nella quale le garanzie democratiche di partecipazione sono chiaramente garantite. Non si tratta invece di un procedimento amministrativo per il quale varrebbero le garanzie delle disposizioni in materia partecipativa richiamate dal Signor Panella nella sua lettera. La discrezionalità riconosciuta alla Commissione trova quindi un contrappeso in Parlamento.

Per finire la pubblicazione della lettera del Signor Ettore Panella di NewGlobal.it senza aver neanche provato a sentire il sottoscritto o la “Commissione interministeriale per i Contenuti digitali nell?era di Internet”, che presiedo, non rende a mio avviso un buon servizio ai lettori del sito Key4Biz.it e Punto-informatico.it. E non rappresenta, a mio avviso, un esempio di buon giornalismo.

Paolo Vigevano

Caro Vigevano
senza entrare nel merito delle scelte della commissione da lei presieduta, comprenderà che è per me una sorpresa, letteralmente, ricevere una comunicazione così esaustiva dalle nostre istituzioni. È purtroppo consolidata abitudine di certi uffici stampa ignorare le pur numerose richieste di spiegazioni sulle vicende più spinose inoltrate nel corso degli anni non solo dal giornale da me diretto ma anche da altre autorevoli voci presenti sul web italiano. Un atteggiamento che di certo non giova alla trasparenza nell’amministrazione della cosa pubblica.
La sua lettera rappresenta un inatteso ma assai benvenuto cambio di rotta, che certo rende onore alla sua professionalità e di cui prendo atto con enorme piacere. Seguiremo con rinnovato interesse i lavori della Commissione.
Buon lavoro,
Paolo De Andreis

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Dear Darl
  • giallu scrive:
    per ora non c'è...
    prosco.net mi pare ancora non sia proprio online... che se lo tengano in una intranet per bearsi delle loro nefandezze???
    • Slurpolo scrive:
      Re: per ora non c'è...
      Dovrebbe essere online dal 1 novembre.
      • Anonimo scrive:
        Re: per ora non c'è...
        - Scritto da: Slurpolo
        Dovrebbe essere online dal 1 novembre.Vista la situazione aziendale, il 2 novembre sarebbe più appropriato
        • Anonimo scrive:
          Re: per ora non c'è...
          - Scritto da: Quelo
          - Scritto da: Slurpolo

          Dovrebbe essere online dal 1 novembre.

          Vista la situazione aziendale, il 2 novembre
          sarebbe più appropriatoPiu' che altro la domanda è: ci arriveranno al 2 novembre?
          • Anonimo scrive:
            Re: per ora non c'è...
            ma tanto che gli frega? al loro baldo manager interessano solo i dollari di zio bill
  • Anonimo scrive:
    Il loro punto di vista?
    "Fino ad oggi non c'è stato alcun sito che abbia correttamente riportato il nostro punto di vista in merito ai contenziosi legali che ci vedono protagonisti", ha affermato McBride. "È ora che la gente senta anche la nostra campana". uhm......interessante.Forse pero' non gli e' venuto in mente che non frega un beneamato cazzo a nessuno del loro punto di vista?Speriamo che almeno nel loro sito web, scrivano quanto ScO chiude.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il loro punto di vista?
      - Scritto da: Anonimo
      "Fino ad oggi non c'è stato alcun
      sito che abbia correttamente riportato il
      nostro punto di vista in merito ai
      contenziosi legali che ci vedono
      protagonisti", ha affermato McBride.
      "è ora che la gente senta anche la
      nostra campana".

      uhm......
      interessante.
      Forse pero' non gli e' venuto in mente che
      non frega un beneamato cazzo a nessuno del
      loro punto di vista?

      Speriamo che almeno nel loro sito web,
      scrivano quanto ScO chiude.Il loro punto di vista?Nel 2000 SCO, che era sull'orlo del fallimento, viene acquistata da Caldera.Nel 2001 Caldera annuncia di voler rilasciare anche il codice sorgente di SCO Unix sotto licenza GPL.Nello stesso periodo l'ex CEO di SCO (si proprio lui, il mitico Darl McBride), con i soldi di chi non si sa bene (M$) inizia la sua scalata a Caldera.Nel 2002 viene creato il consorzio United Linux: McBride, ormai padrone del campo, rinomina Caldera in SCO, facendo subito capire quale sarà la nuova linea aziendale.Il resto è cronaca......SCO non esiste più dal 2000, questa è solo un'invenzione di Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il loro punto di vista?
      - Scritto da: Anonimo
      "Fino ad oggi non c'è stato alcun
      sito che abbia correttamente riportato il
      nostro punto di vista in merito ai
      contenziosi legali che ci vedono
      protagonisti", ha affermato McBride.
      "è ora che la gente senta anche la
      nostra campana".

      uhm......
      interessante.
      Forse pero' non gli e' venuto in mente che
      non frega un beneamato cazzo a nessuno del
      loro punto di vista?e tu che ne sai? a me interessa! mi sa che in sto forum ve la contate e ve la cantate da soli.
  • Terra2 scrive:
    Idea Geniale!
    Fare un Blog! Ottimo! :)Brava sco! E la prossima mossa qual'è? Denunciare la Novell a Forum o chiedere aiuto al gabibbo?(A McBrà... stiamo raschiando il fondo del barile eh? :-) )
    • CalicoJack scrive:
      Re: Idea Geniale!
      - Scritto da: Terra2
      Fare un Blog! Ottimo! :)

      Brava sco!

      E la prossima mossa qual'è?
      Denunciare la Novell a Forum o chiedere
      aiuto al gabibbo?

      (A McBrà... stiamo raschiando il
      fondo del barile eh? :) )Potrebbero anche provare a vendere le licenze di Linux ricorrendo a Giorgio Mastrota, Roberto Da Crema e Wanna Marchi forse hanno più successo che con il loro ufficio legale.
      • uibbs2 scrive:
        Re: Idea Geniale!
        - Scritto da: CalicoJack

        Brava sco!

        E la prossima mossa qual'è?

        Denunciare la Novell a Forum o chiedere

        aiuto al gabibbo?
        Potrebbero anche provare a vendere le
        licenze di Linux ricorrendo a Giorgio
        Mastrota, Roberto Da Crema e Wanna MarchiForse potrebbero provare a far vendere SCO(gli)UNIX dai teleimbonitori, dato che c'e' ancora qualche nostalgico che si fissa ad utilizzarli pagando le licenze a quintali di banconote da 100 euro per poi eseguire telnet o script sh...... ho qualche cliente sull'argomento.......... :
      • Anonimo scrive:
        Re: Idea Geniale!
        - Scritto da: CalicoJack
        Potrebbero anche provare a vendere le
        licenze di Linux ricorrendo a Giorgio
        Mastrota, Roberto Da Crema e Wanna Marchi
        forse hanno più successo che con il
        loro ufficio legale.Questa tua fantasia non accadrà mai, invece Linux lo vendono in edicola, a destra dei pornazzi e vicino agli oroscopi e ai settimanali per le donne, non so se ti rendi conto!!! Altro che teleimbonitori!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Idea Geniale!
          no.. no...peggio!!! linux ti viene regalato come gadget sulle riviste....Peccato che poi questo gadget vi terrorizzi un po' tutti quanti e faccia girare PA e reti di mezzo mondo nentre tu giochi a the sims2
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea Geniale!
      Ho in mente un film " Ritorno nel futuro!" In cui non cè più McFly ma McBraide a cui l'attore Robert F.Wilson gli fà:"Pronto McBraide,cè qualcuno in casa?!":D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: Idea Geniale!
      - Scritto da: Terra2
      Fare un Blog! Ottimo! :)

      Brava sco!

      E la prossima mossa qual'è?A me pare una mossa geniale quella di Pamela, la fondatrice di Groklaw, mentre i suoi volontari lavorano gratis, lei nel frattempo è diventata dirigente di Open Source Risk Management.Chissà se è una dirigente a gratis.Chissà se a fine mese la pagano con la libertà, etica e un sorriso e una birra ( scalata dallo stipendio però ).Bell'affare Linux, prima lo installi gratis, e poi devi pagare profumatamente qualche azienda di consulenza legale per i problemi legati a copyright e brevetti, UN AFFARONE!!!
      • Terra2 scrive:
        Re: Idea Geniale!

        Bell'affare Linux, prima lo installi gratis,
        e poi devi pagare profumatamente qualche
        azienda di consulenza legale per i problemi
        legati a copyright e brevetti, UN AFFARONE!!!Hai perfettamente ragione!Questo si verificherà quando SCO vincerà la causa sui diritti di UNIX e quando le vacche metteranno le ali :)Cià==================================Modificato dall'autore il 16/10/2004 19.56.46
  • Anonimo scrive:
    Ancora con sta SCO
    Questi candidati al fallimento non fanno + notizia.Fanno solo pena.
Chiudi i commenti