E-reader, se il tablet non basta

Sony e BeBook lanciano due nuovi lettori di libri elettronici all'inseguimento del Kindle. Il Que Plastic Logic rivive come strumento educativo nelle scuole russe

Roma – Non tutti i consumatori appassionati di lettura percepiscono una reale differenza tra tablet ed e-Reader, eppure i “classici” lettori di eBook stanno continuano a guadagnare terreno nei confronti delle tavolette più multimediali. Il trend di crescita del settore e il successo dei lettori di libri elettronici ha spinto diversi colossi ad entrare in gioco.

Il nuovo e-Reader Sony, chiamato PRS-T1 , punterà sulla leggerezza con 186 grammi di peso. Le poche informazioni ufficiose divulgate da un rivenditore olandese parlano di un dispositivo con display da 6 pollici (800 X 600 pixel), equipaggiato con modulo WiFi e 2GB di spazio per l’archiviazione dei dati. Il prezzo di listino dovrebbe aggirarsi intorno ai 160 euro.

Con 179 dollari è invece possibile portarsi a casa la versione “S” del BeBook Club . Il restyling non cambia molto il design originale ma aumenta la potenza del processore (800 Mhz) e la capacità interna (1GB di memoria flash). Il nuovo BeBook adotta poi la nota tecnologia Pearl per l’inchiostro digitale, che migliora ulteriormente la visibilità.

Il mese di agosto segna anche il ritorno sulla scena della Plastic Logic . La società inglese in odore di est Europa ha appena ricevuto i primi 150 milioni di dollari da un fondo statale Russo, per portare il suo sfortunato e-Reader QUE nelle scuole del paese. Come noto il lettore non è riuscito ad impensierire il Kindle neppure lontanamente, e l’azienda ha deciso di ritirare il progetto dopo l’uscita di iPad, ma se questo primo esperimento avrà successo potrà tornare a vivere almeno come strumento educativo.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti