Ebay attaccato, password nuove per tutti

Il sito delle aste denuncia di aver subito un'offensiva telematica due mesi fa. Nessuna traccia di operazioni compiute ai danni dei clienti. Ma prevenire è meglio che curare: a tutti sarà chiesto di cambiare le chiavi degli account

Roma – Non ci sono prove di avvenute sottrazioni di dati personali, credenziali o (peggio) estremi delle carte di credito: ciò nonostante eBay ha deciso di chiedere a tutti i suoi clienti di cambiare la password con la quale accedono ai servizi del sito di aste , in conseguenza a un attacco informatico che ha causato la compromissione di un database contenente le chiavi d’accesso (in forma cifrata) e altre informazioni non strettamente legate alle movimentazioni finanziare sul sito.

Il fatto risale ad ormai due mesi fa, a cavallo tra febbraio e marzo : in quell’occasione erano stati violati alcuni account di dipendenti eBay, e ciò aveva dato modo agli attaccanti di intrufolarsi nel network aziendale. Le indagini, condotte con l’ausilio delle autorità, avrebbero mostrato che gli intrusi hanno avuto effettivamente accesso a un database contenente ID e password degli utenti, indirizzi di posta, indirizzi fisici, numeri di telefono e data di nascita. Quanto basta a causare un certo imbarazzo alla società e una certa inquietudine nei suoi clienti: consola parzialmente il fatto che tra i dati potenzialmente sottratti non figurassero gli estremi delle carte di credito o altre informazioni più confidenziali, come codice fiscale o numero di previdenza USA.

Le indagini di eBay avrebbero dimostrato che, nonostante l’intrusione, al momento non si sono registrate operazioni sospette sui servizi gestiti dall’azienda . I conti PayPal sono comunque immuni da conseguenze, visto che sono gestiti con server e database separati. Ciò nonostante, eBay ha deciso di chiedere ai suoi clienti (informandoli via email) di provvedere al cambio della propria password, e di fare lo stesso su qualsiasi altro sito su cui abbiano scelto la stessa parola chiave. “La sicurezza delle informazioni è dei dati dei nostri clienti è di importanza capitale per eBay, e siamo spiacenti per ogni inconveniente o preoccupazione che questo reset delle password potrebbe causare ai nostri clienti – recita il comunicato ufficiale – Sappiamo che i nostri clienti ripongono la loro fiducia in noi affidandoci le loro informazioni, e prendiamo seriamente il nostro impegno a tenere in piedi in un marketplace globale sicuro, protetto e affidabile”. ( L.A. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Funz scrive:
    poooveri macachi
    3 commenti a questa notizia (rotfl)Dopo aver sbraitato per anni al furtoplagiostuproabigeato ai danni di Apple, ora i processi uno dopo l'altro cadono. Come ampiamente previsto.Poooveri macachi, non hanno il coraggio di farsi vedere, si nascondono tutti nel thread di Linux a lanciare un po' di pupù :pEdit: 4! :p-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 22 maggio 2014 17.35-----------------------------------------------------------
    • ruppolo scrive:
      Re: poooveri macachi
      - Scritto da: Funz
      3 commenti a questa notizia (rotfl)

      Dopo aver sbraitato per anni al
      furtoplagiostuproabigeato ai danni di Apple, ora
      i processi uno dopo l'altro cadono. Come
      ampiamente
      previsto.

      Poooveri macachi, non hanno il coraggio di farsi
      vedere, si nascondono tutti nel thread di Linux a
      lanciare un po' di pupù
      :p

      Edit: 4! :p
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 22 maggio 2014 17.35
      --------------------------------------------------Povero ALLOCCO. Sai cos'è un allocco?Ora Apple chiede oltre 3 miliardi. Ma secondo me ne deve chiedere 30.
  • prova123 scrive:
    IMHO
    hanno iniziato a valutare le parcelle degli uffici legali ed il ritorno economico reale ...
    • tommasocrociera scrive:
      Re: IMHO
      direi in olanda una vera e propia vittoria di Pirro......prodotti apple validissimi ma assolutamente fuori mercato.....poi ci sarà "ma ovviamente valgono ogni euro speso" vorrei propio vedere un confronto tra utilizzo reale e costo......
      • bubba scrive:
        Re: IMHO
        - Scritto da: tommasocrociera
        direi in olanda una vera e propia vittoria di
        Pirro...... tranne che per gli avvocati... per loro e' ottimo :) attendiamo il ricorso :)
Chiudi i commenti