Ebook, decimali in crescita

Segni di vita dal mercato del libro digitale italiano. Che tuttavia rimane ancora sotto l'1 per cento del totale dei libri
Segni di vita dal mercato del libro digitale italiano. Che tuttavia rimane ancora sotto l'1 per cento del totale dei libri

Secondo i dati dell’Associazione Italiana Editori (AIE) a maggio 2012 risultano “triplicati i titoli digitali disponibili” per gli utenti italiani: si tratta di numeri ancora marginali ma che finalmente sembrano rivelare un segno di crescita.

Il nuovo rapporto dell’indagine NielsenBookScan verrà presentato al Salone internazionale del Libro di Torino 2012 nella giornata di venerdì.

Secondo i dati sono ad oggi disponibili 31.615 titoli contro gli 11.271 di maggio scorso e i lettori sono cresciuti rispetto al 2010 da 567mila a un milione.

Dal punto di vista degli introiti a fine 2011 il mercato degli ebook è arrivato a valere 12,6 milioni di euro, cioè lo 0,9 per cento del marketshare generale dei libri: percentuale che potrebbe sembrare davvero trascurabile, se non fosse che solo nel 2010 il settore era fermo ad appena lo 0,1 e che rispetto all’anno scorso significa una crescita del 740 per cento.

Collegato o meno a questa crescita c’è poi il dato relativo al prezzo medio che tra il 2011 e il 2012 ha visto una diminuzione solo marginale, da 11,18 a 11,07, ma quantomeno ha assorbito senza danni l’aumento dell’IVA dal 20 al 21 per cento.

Lo studio ha anche cercato di individuare il target di mercato degli ebook, al momento centrato in maggioranza sugli uomini: mentre “il 51,7 per cento dei lettori di libri di carta sono donne, sono gli uomini i più accaniti lettori di ebook”, rappresentando il 61,5 per cento del totale.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti