Ecco cosa farà l'AI per noi (e/o senza di noi) nei prossimi 10 anni

Ecco cosa farà l'AI per noi (e/o senza di noi) nei prossimi 10 anni

L'IA impiegherà un secolo per eguagliare le capacità umane, ma nei prossimi 10 anni compirà rapidi progressi in alcuni campi specifici.
Ecco cosa farà l'AI per noi (e/o senza di noi) nei prossimi 10 anni
L'IA impiegherà un secolo per eguagliare le capacità umane, ma nei prossimi 10 anni compirà rapidi progressi in alcuni campi specifici.

L’intelligenza artificiale sta diventando sempre più potente e versatile. Questo sviluppo, tuttavia, potrebbe avere delle ripercussioni sul mercato del lavoro, rendendo molti lavori umani obsoleti o superflui. Infatti, secondo un recente studio, entro il 2116 ci sarà una probabilità molto alta che l’AI possa automatizzare tutti i compiti umani.

Questa data potrebbe sembrare lontana, ma in realtà è stata anticipata di 50 anni rispetto alla precedente stima del 2164, fatta solo un anno prima. Questo significa che i progressi dell’intelligenza artificiale sono più veloci di quanto si pensasse. Inoltre, alcune tecniche AI stanno emergendo rapidamente e sono destinate a cambiare radicalmente le attività dei professionisti IT e aziendali nei prossimi cinque-dieci anni.

Come si misura l’AI di alto livello

Per valutare il livello di avanzamento dell’AI, i ricercatori dell’Università della California, Berkeley, hanno condotto un’indagine su 2.778 esperti di IA, chiedendo loro di indicare una serie di capacità che l’itelligenza artificiale potrà acquisire a breve e lungo termine.

L’obiettivo dei ricercatori era di misurare i progressi verso l’AI di alto livello, ovvero quella situazione in cui le macchine autonome possono “svolgere tutti i compiti in modo migliore e più economico dei lavoratori umani”. Secondo l’indagine, la previsione globale per il 2023 era che ci fosse una probabilità del 50% di raggiungere l’AI di alto livello entro il 2047, 13 anni prima rispetto alla previsione del 2060 fatta dall’indagine del 2022.

Le capacità dell’IA nei prossimi 5-10 anni

A breve termine, tra 10 anni, l’intelligenza artificiale sarà in grado di fare molte cose che oggi sono appannaggio degli esseri umani. Ecco una sintesi delle opinioni di oltre 2.000 ricercatori su ciò che l’AI potrà fare entro cinque-dieci anni, spesso in risposta a semplice prompt.

1. Individuare e risolvere le vulnerabilità di sicurezza

I ricercatori affermano che l’AI sarà in grado di “trovare e correggere una falla di sicurezza in un progetto open-source con più di 100.000 utenti, a seguito di una richiesta e senza alcun ulteriore intervento umano”.

2. Costruire un sito web per l’elaborazione dei pagamenti

Il documento sostiene che l’intelligenza artificiale sarà in grado di “costruire un sito web da zero in grado di gestire l’elaborazione dei pagamenti, compresi front-end, back-end e integrazione sicura dei pagamenti, data una serie di specifiche e senza l’intervento umano”.

3. Offrire servizi bancari telefonici allo stesso modo degli operatori umani

L’IA potrà “offrire servizi bancari telefonici alla stessa stregua degli operatori umani, in modo rapido e efficace. Ciò include molte attività una tantum, come aiutare a ordinare una carta bancaria sostitutiva o spiegare a un cliente come utilizzare una parte del sito web della banca”.

4. Scrivere codice Python leggibile per creare algoritmi

L’IA sarà capace di “scrivere codice Python conciso, efficiente e leggibile dall’uomo per implementare semplici algoritmi, ad esempio scrivere codice che ordina un elenco, invece di essere semplicemente in grado di ordinare gli elenchi”.

5. Messa a punto di LLM

L’IA sarà in grado di “scaricare e mettere a punto un LLM (Large Language Model) open-source, utilizzando un prompt e senza ulteriori input da parte dell’uomo. La messa a punto dovrebbe migliorare le prestazioni dell’LLM in base a un ordine prestabilito”.

6. Realizzare uno studio sul Machine Learning e scrivere un articolo

Data una domanda sotto forma di prompt sul Machine Learning, il sistema di intelligenza artificiale sarà in grado di “condurre uno studio che risponda a questa domanda e scrivere un articolo di qualità tale da poter essere accettato a una conferenza, senza ulteriori input da parte degli esseri umani“.

Il fattore chiave: riduzione dei costi IT

I ricercatori ritengono che sarà il calo dei costi informatici ad avere il maggiore effetto sullo sviluppo dell’IA. Se l’IA progredisce al ritmo attuale, “la probabilità che le macchine non assistite superino gli esseri umani in ogni possibile compito è stata stimata al 10% entro il 2027 e al 50% entro il 2047“, affermano i coautori dello studio: “Quest’ultima stima è in anticipo di 13 anni rispetto ai risultati di un’indagine simile che abbiamo condotto un anno prima [nel 2022]“.

Gli autori dello studio prevedono inoltre che “la probabilità che tutte le occupazioni umane diventino completamente automatizzabili dovrebbe raggiungere il 10% nel 2037 e il 50% nel 2116, rispetto al 2164 del sondaggio del 2022“.

L’articolo da non perdere oggi è….

Velocità di esecuzione, precisione e pulizia. Queste sono le doti del nuovo Spazzolino Elettrico Ricaricabile Oral-B. Acquistalo su Amazon e ricevilo direttamente a casa tua!

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 10 gen 2024
Link copiato negli appunti