Editoria, denunce senza confini

Decisione della Corte di Giustizia Europea: i vari publisher online potranno essere denunciati anche al di là dei confini nazionali. Giudicati dalle corti di appartenenza degli utenti che si sentiranno attaccati dagli articoli sul web
Decisione della Corte di Giustizia Europea: i vari publisher online potranno essere denunciati anche al di là dei confini nazionali. Giudicati dalle corti di appartenenza degli utenti che si sentiranno attaccati dagli articoli sul web

L’offensiva legale era partita nel 2008, scagliata dall’attore francese Olivier Martinez contro i vertici di Mirror Group Newspapers (MGN). Il gruppo editoriale britannico veniva così denunciato per aver pubblicato un articolo diffamatorio sul sito web del suo periodico Sunday Mirror .

Martinez aveva dunque fatto ricorso ad un tribunale francese, accusando MGN di aver fatto circolare online false informazioni sul suo conto, relative in particolare ad un flirt con la pop-star australiana Kylie Minogue. I legali del gruppo britannico avevano subito contestato l’autorità di una corte francese su un articolo in lingua inglese apparso su un sito oltremanica .

La querelle era finita davanti alla Corte di Giustizia Europea, che ora potrebbe modificare in maniera significativa l’intero panorama dell’editoria su Internet. Martinez ha infatti ottenuto una preziosa vittoria : i vari publisher online potranno trovarsi ad affrontare citazioni legali anche al di là dei confini nazionali .

Secondo i giudici del Vecchio Continente, la pubblicazione online dei contenuti è diversa dalla distribuzione locale degli stampati . Dal momento che un articolo su Internet può essere consultato da chiunque nel mondo. In sostanza, gli utenti che vorranno combattere un presunto torto subito potranno farlo a casa propria.

Sempre secondo il parere della Corte di Giustizia d’Europa, la residenza – o comunque l’area di interesse di un determinato soggetto – può costituire fattore sufficiente per avviare una causa contro un editore estero. I vertici di MGN dovranno dunque affrontare il verdetto emesso dal giudice transalpino.

Mauro Vecchio

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 10 2011
Link copiato negli appunti