EMI, niente ceppi alle caviglie di Michael Robertson

Il fondatore di Mp3.com se la cava con l'impossibilità a procedere nei suoi confronti, ma la sua più recente creatura, mp3tunes, non è stata altrettanto fortunata. Dovrà affrontare le major in tribunale

il celebre imprenditore Roma – Michael Robertson, tra i più celebri e certo tra i più prolifici imprenditori di Silicon Valley, non potrà essere messo in croce da EMI nel nuovo, ennesimo, procedimento giudiziario intentato per abuso del diritto d’autore. Lo ha stabilito un giudice federale a New York, sostenendo che EMI e soci nella loro nuova offensiva contro la libertà di utilizzo della musica non potranno prendersela con l’ideatore di mp3.com, mp3tunes.com e molto altro, ma dovranno limitarsi a prendersela con le sue creature, in particolare, appunto, MP3tunes.com .

New York, ha deciso il giudice, non ha la “giurisdizione personale” su Robertson e il caso per lui, almeno per ora, finisce qui . In alternativa, le major possono richiedere lo spostamento della causa a San Diego, mentre per quanto riguarda MP3tunes, lo store digitale che funge anche da servizio di storage online su cui registrare i propri MP3 per accedervi da qualsiasi dispositivo in grado di navigare sul Web, la causa continua.

“Denunciare personalmente i CEO è una tattica sporca che le media company stanno portando avanti per intimidire gli individui” ha dichiarato Robertson commentando la sentenza, perché obbliga i responsabili operativi di una società ad “accordarsi o affrontare la possibilità di andare in tribunale” con tutte le conseguenze che ne derivano sulle finanze personali.

Anche questa volta, dunque, la lunga serie di processi in cui il vulcanico creatore di MP3.com, Lindows.com, SIPphone, MP3tunes e Ajax 13 si è trovato coinvolto non lo intacca personalmente . Con tutta probabilità le major proveranno a perseguire qualsiasi strada a loro disposizione per far valere le proprie ragioni, e non è escluso l’effettivo spostamento di competenze da New York a San Diego per un nuovo processo a suo carico.

Per quel che concerne MP3tunes.com e la causa ancora aperta in quel di New York, Robertson si dice sicuro del fatto che essa risulterà risolutiva nel “determinare se è consentito ai consumatori archiviare la propria musica in servizi commerciali online per un accesso ubiquo, in maniera analoga al modo in cui vengono archiviati documenti, foto e altri dati personali nei servizi di tipo cloud computing”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Scupertino scrive:
    A noi di queste guerre...
    a colpi di avvocati tra pescecani del copirlight, non ci fanno nè caldo nè freddo per non dire che non ce ne frega un caXXo.
    • GoldenBoy scrive:
      Re: A noi di queste guerre...
      Se non capisci una fava non è certo colpa mia o di altri...poi a giudicare dai toni, mi pari un laureato di Oxford vero?La sentenza è invece importante, perché finalmente si saprà se questo contratto che si accetta, è legale o meno...e da questo che decisioni prenderà Apple in merito agli hackintosh ed alla sua comunità, e al metodo di installazione del suo os. Non vedo l'ora di un ipotetico vincolo OS dal seriale...
    • soulista scrive:
      Re: A noi di queste guerre...
      - Scritto da: Scupertino
      a colpi di avvocati tra pescecani del copirlight,
      non ci fanno nè caldo nè freddo per non dire che
      non ce ne frega un
      caXXo.Beh almeno é divertente.Come il processo di Cogne o... quello di adesso.
  • pabloski scrive:
    abuso di posizione dominante?
    il 10% come fa a permettere l'abuso, ma anzi come si fa a ritenerla una posizione dominante?è totalmente fuori da ogni logica
    • FinalCut scrive:
      Re: abuso di posizione dominante?
      - Scritto da: pabloski
      il 10% come fa a permettere l'abuso, ma anzi come
      si fa a ritenerla una posizione
      dominante?

      è totalmente fuori da ogni logicaLa posizione dominante sarebbe che hanno il monopolio di vendita di Mac.... come dire che la FIAT ha il monopolio delle 500!(linux)(apple)
      • GoldenBoy scrive:
        Re: abuso di posizione dominante?
        perché psystar ha la faccia di marmo...pur di provarci direbbero che le mani di chi accetta il contratto, siano manovrate di chissà quale entità paranormale...o una boiata del genere.Poi ci sarebbero altri tipi di monopoli a quel punto, tipo l'hp-ux per dire...ma alla gente, anzi agli scrocconi non interessa, basta che mettono il figo osx illegale e scaricato da piratebey in uno scassone qualunque per gridare alla vittoria, senza contare che un'azienda deve campare, per far campare anche l'os...Poi parlare di monopolio in certi casi fanno proprio ridere...
        • Barman scrive:
          Re: abuso di posizione dominante?
          Ottime chiacchiere da bar. O da soldato di guanigione. Gli "scassoni" che tu dici sono forniti si OSX regolarmente acquistato, non piratato.Corri in edicola, rischi di perdere l'ultimo numero di "Cronaca Vera", affrettati!
Chiudi i commenti