Endeavour: problemi, ragni e robot umanoidi

Anche la penultima missione degli shuttle ritardata da inconvenienti dell'ultim'ora. Inconvenienti che che si accumulano ormai da dieci giorni
Anche la penultima missione degli shuttle ritardata da inconvenienti dell'ultim'ora. Inconvenienti che che si accumulano ormai da dieci giorni

A causa di problemi tecnici riscontrati a poche ore dal lancio di Endeavour dal Kennedy Space Center previsto per il 29 aprile scorso, il penultimo volo degli shuttle della NASA era stato rinviato di almeno 3 giorni. Ma ne sono passati già dieci e i lavori di riparazione continuano , causando il terzo rinvio della missione .

A dare problemi ai tecnici NASA è il circuito di riscaldamento e il suo switchbox: il sistema è fondamentale per evitare che i tubi del carburante congelino sottoposti alle temperature spaziali.

L’agenzia spaziale riferisce che “gli amministratori della NASA prevedono che il prossimo tentativo di lancio non avverrà prima del 16 maggio”: se non riuscisse per allora altri tentativi di lancio saranno organizzati fino al 26.

Nel frattempo i 14 giorni della missione per i lavori necessari presso l’ International Space Station (ISS) sono stati allungati a 16.

Fra gli obiettivi, anche quello di portare sulla stazione orbitante un habitat per ragni per studiarne l’adattamento a condizioni di microgravità. La missione di ricerca è chiamata Commercial Generic Bioprocessing Apparatus Science Insert-05 (CSI-O5) è la seconda di questo tipo portata avanti sull’ISS e immagini quotidiane con i progressi aracnidi saranno trasmesse al sito Bioedonline.org .

L’equipaggio dell’Endeavour, inoltre, potrebbe essere il primo ad interagire con Robonaut 2 ( R2 ), il robot già portato e montato a bordo dell’ISS, che rappresenta “il più avanzato umanoide mai creato”.

Claudio Tamburrino

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti