EUCD, nuovo ok in Commissione

EUCD, nuovo ok in Commissione

Anche la Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dei Deputati esprime parere favorevole al recepimento della direttiva europea sul diritto d'autore. Più vicino l'ok della Camera
Anche la Commissione Cultura, Scienze e Istruzione della Camera dei Deputati esprime parere favorevole al recepimento della direttiva europea sul diritto d'autore. Più vicino l'ok della Camera


Roma – Non si ferma la corsa della European Union Copyright Directive (EUCD) che è sempre più vicina ad essere recepita anche nell'ordinamento italiano. Martedì scorso, infatti, la VII Commissione della Camera dei Deputati ha dato il proprio parere favorevole.

Il parere favorevole è stato votato dalla Commissione con alcuni distinguo che riguardano procedure di natura tecnica ma in nessun modo toccano il cuore della direttiva, ritenuto da molti assolutamente pericoloso per la libertà di sviluppo e di ricerca scientifica e, più in generale, per le libertà digitali.

Come noto la EUCD, sulla quale già si è espressa favorevolmente anche la Commissione sulle politiche UE della Camera, è pensata per armonizzare le normative sul diritto d'autore nell'Unione, una armonizzazione che prevede una sostanziale espansione del diritto di proprietà intellettuale con conseguenze secondo molti nefaste sull'innovazione tecnologica. Non è un caso che quando si parla di EUCD i più ricordano anche il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) americano, una normativa varata nel 1998 che oggi invade e limita ampi settori della ricerca.

Con questi pareri favorevoli il cammino della EUCD in Italia diventa meno lungo, sebbene il decreto legislativo di recepimento debba ancora superare altri esami in commissione e ottenere l'ok della Camera prima di passare al Senato.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

26 02 2003
Link copiato negli appunti