EUCD, qualcuno è contro

Comunicato del senatore Cortiana


Roma – Una nota dal titolo “EUCD: l’ignoranza diffusa genera mostri, anche giuridici” è stata diffusa dal senatore dei Verdi Fiorello Cortiana, uno dei promotori dell’incontro del prossimo venerdì 21 marzo al Senato con Richard Stallman.

“Il recepimento della direttiva sul diritto d’autore, la cosiddetta EUCD – scrive Cortiana – ha ricevuto parere favorevole con osservazioni dalle commissioni di Camera e Senato. Crediamo che le commissioni non abbiano colto il punto chiave di quella direttiva, cioè la grave lesione di diritti degli utenti. Questa direttiva elimina la possibilità di studio di qualunque sistema di garanzia dalla copia”.

“Negli Stati Uniti – spiega Cortiana – cominciano già a vendere e-book che al termine dell’anno accademico si autocancellano. E’ come se uno studente non potesse vendere o regalare un proprio libro ad un altro studente più giovane. Siamo di fronte ad una direttiva che rischia di bloccare lo sviluppo tecnologico. Non è pensabile che, nel definire il diritto d’autore, si faccia carta straccia dei diritti degli utenti, a partire dal diritto alla copia di sicurezza, o al banale diritto di prestare ad altri beni che si sono acquistati.”

“Io credo – conclude il senatore – che l’origine di questo consenso trasversale sia in una ignoranza diffusa delle istituzioni, che forse è anche peggio della malafede. Di fronte ad una idea ottocentesca del diritto d’autore è necessario intervenire. Ho già chiesto un incontro al Ministro Buttiglione per verificare insieme come il recepimento nazionale possa migliorare una pessima direttiva.”

Informazioni sulla EUCD, European Union Copyright Directive, a partire da qui

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    http://www.laureaonline.it/
    http://www.laureaonline.it/qualcuno é iscritto?come vi trovate?grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: http://www.laureaonline.it/
      Bene solo che la laurea me l'hanno mandata via mail ed il mio anti-spam l'ha cancellata :-)LOL
  • cla scrive:
    SPeriamo non usino i LEARNING OBJECTS
    Visto la necessità infinita di plugin, il supporto quasi esclusivo di Explorer, le applet Java installate e il codice HTML schifosissimo generato spero non siano utilizzati questi titpi di Pseudo-Standard tipo SCORM AICC ecc ... perfavore lavoriamo con XML!!!!Cla
  • Anonimo scrive:
    Ma non c'è già l'università a distanza?
    Sbaglio o c'è già l'università a distanza, cioè il consorzio nettuno promosso dallo stesso ministero x l'università e le università stesse, x conseguire lauree avente lo stesso valore di quelle tradizionali, forse è una nuova forma?Boh?www.uninettuno.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma non c'è già l'università a distanza?
      Si, c'è il Nettuno, però questo Nettuno, le tasse costano il doppio, le lezioni non te le puoi scaricare ma le devi andare comunque a prendere all'università, e molte altre cose che lo rendono poco funzionante.In pratica speriamo che questa è la volta buona per un qualcosa di più serio.Io ammetto di essere uno dei tanti dispersi, e uno dei motivi per cui mi sono disperso è la distanza, la rottura nel viaggiare tutti i giorni, la rottura ai continui scioperi dei ferrovieri (Fosse per me li licenzierei tutti), la rottura continua di viaggiare su mezzi pubblici affollati, e sempre in ritardo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma non c'è già l'università a distanza?
        - Scritto da: Anonimo

        Si, c'è il Nettuno, però questo Nettuno, le
        tasse costano il doppio, le lezioni non te
        le puoi scaricare ma le devi andare comunque
        a prendere all'universitàSe fosse così non avrebbe semplicemente senso.... Nettuno è formazione a distanza a tutti gli effetti, con status ufficialmente riconosciuto di studente non frequentante.Le lezioni del Nettuno vengono da sempre trasmesse via satellite ad orari prefissati, te le registri comodamente (e puoi anche avere le cassette, magari chiedendole direttamente a loro). Hai un canale preferenziale per contattare i docenti che tengono le lezioni via e-mail e "ricevimento telefonico", per obblighi di contratto sono effettivamente disponibili almeno uno o due giorni alla settimana. Sul sito (e ripetono la stessa solfa tutte le notti verso le quattro sulla RAI, con la presentazione del progetto prima e dopo quelle due lezioni random che ti fanno vedere a rotazione) è anche spiegata la procedura per accedere al bando benefici e ricevere anche il ricevitore SAT, la parabola, il PC e quant'altro per chi non li avesse già, se non sbaglio ti danno tutto a richiesta in prestito d'uso con eventuale riscatto finale o roba del genere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma non c'è già l'università a distanza?


          Si, c'è il Nettuno, però questo Nettuno, le

          tasse costano il doppio, le lezioni non te

          le puoi scaricare ma le devi andare comunque

          a prendere all'università *Confermo parzialmente: non è obbligatorio andarci, diciamo però che aiuta...
          Se fosse così non avrebbe semplicemente senso.... Nettuno
          è formazione a distanza a tutti gli effetti, con status
          ufficialmente riconosciuto di studente non frequentante. *idem con patate
          Le lezioni del Nettuno vengono da sempre trasmesse via
          satellite ad orari prefissati, te le registri comodamente (e
          puoi anche avere le cassette, magari chiedendole
          direttamente a loro). Hai un canale preferenziale per
          contattare i docenti che tengono le lezioni via e-mail
          e "ricevimento telefonico", per obblighi di contratto sono
          effettivamente disponibili almeno uno o due giorni alla
          settimana. *Ni, le lezioni trasmesse non sono a volte quelle richieste, quindi per forza ti devi prendere le cassette dalla segreteria Nettuno, che almeno a TRIESTE, sono ragazze disponibili e ben preparate.
          Sul sito (e ripetono la stessa solfa tutte le notti verso le *Di questo non so nulla;*PER CONCLUDERE: non è vero che costano doppio, diciamo che costano uguale (ovvero circa 800 euro) + una metà per il costo del progetto (altri 400 euro circa) che corrispondono a 10 unità didattiche (ovvero 10 set di cassette, 10 lezioni, ecc) cumulabili - ovvero se il primo anno dai 3 esami ( e hai pagato 10 unità) te ne restano 7 per il secondo anno , per cui pagherai la tassa universitaria, ma non il surplus. Le lezioni il sabato non sono obbligatorie ufficialmente, ma diciamo che se le fai sei MOLTO avvantaggiato (ovvero vengono proposti fac simili del compito)Se consideri: 1-che devi lavorare x mantenere te e/o la tua famiglia e/o il tuo mutuo2-che non hai più l'età per stare in classe una settimana senza fare un c_zo con un sacco di pippaioli brufolosi3-che puoi goderti un po la vita senza obblighi (se ti va di studiare, studi, se ti va di dare gli esami, li dai) ne limiti (chi ti viene a chiedere se ci hai messo 3 anni o 10 per laurearti 4-che puoi vederti qualche topolina ben-vestita (per quello c'è sempre l'età)Conclusioni: Il prezzo è comunque competitivo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma non c'è già l'università a distanza?
            - Scritto da: Anonimo

            Conclusioni: Il prezzo è comunque competitivoMa imparare a quotare no ? Hai risposto al 20% al post soprastante e all'80% a quello ancora precedente, potevi rispondere direttamente a quello senza troppi salamelecchi e precisazioni.Non sei l'unico iscritto al Nettuno........
Chiudi i commenti