Energia: l'Europa vuole il termostato smart

Energia: l'Europa vuole il termostato smart

Il termostato smart come parte della soluzione da attuare per risolvere la crisi energetica in Europa: l'annuncio della Commissione Europea.
Il termostato smart come parte della soluzione da attuare per risolvere la crisi energetica in Europa: l'annuncio della Commissione Europea.

Europa e Stati Uniti insieme, fianco a fianco, per far fronte alla crisi energetica aggravata dalle tensioni internazionali innescate dalla guerra. In che modo? Oltre che attraverso un aumento nelle forniture di LNG (gas naturale liquefatto) proveniente da oltreoceano, anche facendo leva sulla tecnologia. Il termostato smart è al centro di un’iniziativa annunciata oggi a Bruxelles.

Termostato smart ed energia: Europa e USA insieme

Ursula von der Leyen e Joe Biden hanno ratificato una collaborazione che punterà sul concetto di risparmio energetico. Nel comunicato distribuito si fa esplicito riferimento ad almeno 1,5 milioni di dispositivi destinati alle famiglie. Al momento non è chiaro con quali modalità o tempistiche e nemmeno quali saranno i brand coinvolti dall’iniziativa.

Incoraggeremo gli stati membri, gli europei e le aziende statunitensi a raggiungere l’obiettivo iniziale per una fornitura di almeno 1,5 milioni di termostati smart per il risparmio energetico, entro quest’anno e destinati alle famiglie europee.

Per saperne di più non bisognerà comunque attendere molto: il prossimo meeting è già stato pianificato per questa settimana. Sarà interessante capire se e in che modo la crisi dei chip che ancora attanaglia il mercato potrà costituire un ostacolo.

Nei prossimi giorni riconvocheremo gli stati membri e le parti interessate per discutere le raccomandazioni riguardanti le politiche da attuare, per accelerare la distribuzione e la distribuzione di termostati smart e pompe di calore, così da garantire la fornitura di soluzioni di importanza chiave per l’energia e soddisfare la domanda crescente.

Il trend di crescita registrato dall’ambito smart home (non solamente in relazione alle tecnologie per il risparmio energetico) è palese ormai da tempo, da ben prima che scoppiasse la guerra in Ucraina. Stando a una ricerca IDC di fine 2021, nel terzo trimestre dello scorso anno si è arrivati a un +10,3%, grazie soprattutto a un rinnovamento inerente agli impianti di illuminazione.

Molti hanno già scelto una soluzione intelligente per la gestione degli impianti di riscaldamento o raffrescamento della propria casa. Ecco alcune di quelli disponibili su Amazon:

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 27 giu 2022
Link copiato negli appunti