Eutelia: stop alla numerazione Skype

La società lo comunica con una nota. La decisione, viene ribadito, è conseguenza del mancato adeguamento del servizio VoIP alla normativa italiana

Roma – Qualche grattacapo si prospetta per quanti hanno fino a oggi fruito del servizio di numerazione geografica abbinato al proprio account Skype. Con una nota, Eutelia ha infatti confermato che da oggi procederà alla sospensione del servizio fin qui erogato .

“Eutelia S.p.A. in a.s. (ai sensi del D.lgs. 270/99) comunica che, in ottemperanza al provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico (prot. 59624 del 14 luglio 2011) e successive proroghe, ha provveduto alla disattivazione delle numerazioni geografiche di cui essa è titolare ed attraverso le quali Skype ha fino ad oggi potuto erogare i servizi agli utenti finali” recita la nota diffusa nel pomeriggio di oggi, che riprende i contenuti di quanto illustrato nel mese di agosto.

Nonostante Eutelia ribadisca “la propria volontà di limitare al massimo i disagi per gli utenti del servizio in oggetto, continuando a garantire come fatto finora la massima assistenza attraverso la propria infrastruttura ed i propri servizi”, al momento non risulta possibile acquistare un numero SkypeIN con numerazione geografica italiana. Ad agosto Skype aveva annunciato di stare cercando soluzioni per ovviare al problema, soluzioni che al momento evidentemente non sono ancora operative visto che non appare alcun riferimento ad esse tra le FAQ nella sezione assistenza del sito, né alcuna comunicazione è stata data tramite il blog aziendale che resta fermo ai primi di settembre .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • nome cognome scrive:
    PEC per società?
    Ma la PEC non dovrebbe già essere obbligatoria per le società? Oppure la simpatica coppia Berlusconi & Bossi ha prorogato il tutto?? Eggià, Mediaset ne avrebbe ricevute troppe...
    • ZLoneW scrive:
      Re: PEC per società?
      Per le società di nuova costituzione deve essere fornita all'atto della registrazione.Per quelle già registrate, sarà obbligatoria da fine novembre di quest'anno.
  • pippo scrive:
    PEC o CEC-PAC = Sportello 24/24
    Si paragona spesso la PEC alla raccomandata ma il parallelo più corretto è che si tratta di sportello sempre aperto.Per i costi che ha viene usata anche a sproposito per inviare non istanze ma semplici quesiti la cui risposta si trova negli stessi siti web della PAI documenti non dovrebbero essere inviati ma si dovrebbe segnalare la non rilevazione alla fonte magari indicando gli estremi.Le PA dovrebbero organizzarsi usando la PEC come canale alternativo agli sportelli fisici o e-mail tradizionali rispondendo in tempi rapiti anche con risposte pronte che rimandano a dove reperire le informazioni richieste.Le PEC lasciano la possibilità di scrivere e allegare a schema libero ma sono le applicazioni web che possono aiutare a ridurre le lavorazioni delle PA ricevendo le informazioni nei formati idonei.Immaginate senza aver stabilito tracciati per le dichiarazioni dei redditi come si potrebbero verificare se venissero mandate a schema libero via PEC.
  • Giggetto scrive:
    Povera Basilicata
    con tutti i problemi di sottosviluppo e depressione economica che ha mancava la grana della PEC, che in Basilicata useranno in 4..
    • pippo scrive:
      Re: Povera Basilicata
      Dopo l'abolizione delle provincel'accorpamento dei Comuni sotto i 5000 abitanti ma anche più grandioccorre razionalizzare le Regioni
  • Alessandro Marzini scrive:
    mandi una PEC, ricevi un PAC(CO)
    Io ho mandato una PEC al Ministero delle Politiche Agricole a Roma il che mi ha risposto dopo un po', penso 20 giorni forse, tramite PEC? NoooTramite posta ordinaria in quelle loro belle buste giallo piscio con 10 timbri per far vedere che sono potenti e che lavorano. E poi dio santo, se dovete fare la PEC, fate almeno quelle serie tipo Legalmail, non fate quei cessi di cose gratuite tipo quelli dell'INPS o simile che per attivarle ci vuole una trafila lunghissima.
  • caviccun scrive:
    La PEC, PECcato che non funziona
    Mi viene da ridere. Il nano di venezia ha solo venduto fumo. Sono titolare di una PEC, tralascio le peripezie e le telefonate alle poste di roma perchè abbia potuto funzionare, una cosa delirante. Ma veniamo ad oggi. secondo il nano inviando una PEC le istutuzioni pubbliche avrebbero dovuto rispondere. Ho inviato una PEC al ministero del lavoro, nelle vesti del ministro sacconi. Mi sarebbe bastato che rispondesse anche chi pulisce i cessi del ministero, oppure che il ministro o chi per lui, mi dicesse di non rompergli i XXXXXXXX. sarebbe già qualcosa, significherebbe che l'ha letta, Sono venti giorni che aspetto, probabilmente si è fermata in qualche nodo della rete. Sogno di prendere il nano di venezia per un orecchio e dirgli "biricchino di un biricchino, non vedi che non funziona un XXXXX come tu spaparanzavi in tutto l'universo?"aveva ragione il mio concittadino, i nani hanno veramente il cuore vicino al buco del XXXX.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 30 settembre 2011 19.49-----------------------------------------------------------
    • silvan scrive:
      Re: La PEC, PECcato che non funziona
      Invece di offendere le persone piccole solo di statura fisica, prova ad imparare e ad usare la PEC. Io la uso regolarmente e mi funziona perfettamente, e non sono certamente un genio informatico.
      • caviccun scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        - Scritto da: silvan
        Invece di offendere le persone piccole solo di
        statura fisica, prova ad imparare e ad usare la
        PEC. Io la uso regolarmente e mi funziona
        perfettamente, e non sono certamente un genio
        informatico.non hai capito per ben due volte1°) nano di venezia era riferita da qualcuno che l'ha detta, e sai da chi2°) non ho detto che non funziona o che non la so far funzionare, leggi bene quello che ho scritto, poi ritorna
      • bubba scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        - Scritto da: silvan
        Invece di offendere le persone piccole solo di
        statura fisica,la statura fisica e' quasi irrilevante.. e' un nano POLITICO e UMANO! Assieme al suo padrone, of coz
    • ginfitz69 scrive:
      Re: La PEC, PECcato che non funziona
      - Scritto da: caviccun
      Mi viene da ridere. Il nano di venezia ha solo
      venduto fumo. Sono titolare di una PEC, tralascio
      le peripezie e le telefonate alle poste di roma
      perchè abbia potuto funzionare, una cosa
      delirante. Su questo posso darti ragione, anche io ho avuto qualche problema ma solo per i tempi molto lunghi.
      Ma veniamo ad oggi. secondo il nano
      inviando una PEC le istutuzioni pubbliche
      avrebbero dovuto rispondere. Ho inviato una PEC
      al ministero del lavoro, nelle vesti del ministro
      sacconi.Non lo dice Brunetta, lo dice la legge, la stessa legge che impone alle pubbliche amministrazione di rispondere.Se il ministero non risponde non è colpa di Brunetta e comunque può accadere anche se mandavi una lettera tradizionale.
      Mi sarebbe bastato che rispondesse anche chi
      pulisce i cessi del ministero, oppure che il
      ministro o chi per lui, mi dicesse di non
      rompergli i XXXXXXXX. sarebbe già qualcosa,
      significherebbe che l'ha letta, Sono venti giorni
      che aspetto, probabilmente si è fermata in
      qualche nodo della rete. Sogno di prendere il
      nano di venezia per un orecchio e dirgli
      "biricchino di un biricchino, non vedi che non
      funziona un XXXXX come tu spaparanzavi in tutto
      l'universo?"HAi ricevuto la notifica che è stata consegnata ?Se si allora non è andata persa ma semplicemente non non hannorisposto.Non hai ricevuto la notifica di consegna ?Allora fallo presente al gestore PEC senza sparare m...a solo per il gusto di farlo.Nessun sistema è infallibile e comunque con le poste italiane la situazione non è migliore (ma paghi il servizio a caro prezzo).
      aveva ragione il mio concittadino, i nani hanno
      veramente il cuore vicino al buco del
      XXXX.
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 30 settembre 2011 19.49
      --------------------------------------------------Il tuo linguaggio dimostra la tua ignoranza.
      • utente01 scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        confermo che la pec in generale funziona. Confermo anche che nessuno risponde!Ho provato a chiedere delle info via pec all'inpdap più' volte sollecitando. Ricevo sempre la ricevuto di consegna. Ma nessuno risponde. Il nulla assoluto. Un nulla che ben rappresenta le farneticazioni di un ministro che fa solo propaganda e che si diverte a insultare i suoi dipendenti per scaricare le responsabilità' dei suoi fallimenti.
        • pinco pallino scrive:
          Re: La PEC, PECcato che non funziona
          Direi che qui si sta facendo un po' di confusione. Considerando che il nano a cui presumo si riferiscono i post di prima parla in genere della CEC-PAC (comunicazione elettronica certificata esclusivamente tra pubblica amministrazione e cittadino) si dovrebbe dire che quella serve per chiedere servizi offerti dalla pubblica amministrazione al cittadino e non certo per avere uma risposta da un ministro. Questa CEC-PAC non è una PEC e spesso funziona da cani (ma d'altronde è gestita da poste italiane per cui c'era da aspettarselo).Una qualsiasi PEC vera (costo annuale attorno ai 7 euro iva compresa) funziona effettivamente ed è utilizzata e utilizzabile con semplicità da molti per istanze alla pubblica amministrazione. Credo sia una delle poche cose buone che vengono usare in Italia.
      • caviccun scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        - Scritto da: ginfitz69
        - Scritto da: caviccun

        Mi viene da ridere. Il nano di venezia ha
        solo

        venduto fumo. Sono titolare di una PEC,
        tralascio

        le peripezie e le telefonate alle poste di
        roma

        perchè abbia potuto funzionare, una cosa

        delirante.

        Su questo posso darti ragione, anche io ho avuto
        qualche problema ma solo per i tempi molto
        lunghi.



        Ma veniamo ad oggi. secondo il nano

        inviando una PEC le istutuzioni pubbliche

        avrebbero dovuto rispondere. Ho inviato una
        PEC

        al ministero del lavoro, nelle vesti del
        ministro

        sacconi.


        Non lo dice Brunetta, lo dice la legge, la stessa
        legge che impone

        alle pubbliche amministrazione di rispondere.

        Se il ministero non risponde non è colpa di
        Brunetta e comunque può accadere anche se
        mandavi una lettera
        tradizionale.


        Mi sarebbe bastato che rispondesse anche chi

        pulisce i cessi del ministero, oppure che il

        ministro o chi per lui, mi dicesse di non

        rompergli i XXXXXXXX. sarebbe già qualcosa,

        significherebbe che l'ha letta, Sono venti
        giorni

        che aspetto, probabilmente si è fermata in

        qualche nodo della rete. Sogno di prendere il

        nano di venezia per un orecchio e dirgli

        "biricchino di un biricchino, non vedi che
        non

        funziona un XXXXX come tu spaparanzavi in
        tutto

        l'universo?"

        HAi ricevuto la notifica che è stata consegnata ?
        Se si allora non è andata persa ma semplicemente
        non non
        hanno
        risposto.

        Non hai ricevuto la notifica di consegna ?

        Allora fallo presente al gestore PEC senza
        sparare m...a

        solo per il gusto di farlo.
        Nessun sistema è infallibile e comunque con le
        poste italiane la situazione non è migliore (ma
        paghi il servizio a caro
        prezzo).



        aveva ragione il mio concittadino, i nani
        hanno

        veramente il cuore vicino al buco del

        XXXX.


        --------------------------------------------------

        Modificato dall' autore il 30 settembre 2011
        19.49


        --------------------------------------------------

        Il tuo linguaggio dimostra la tua ignoranza.ignoranza proprio no. non ignoro proprio un XXXXX.Potrei usare termini più consoni alla mia cultura, ma non mi va di farlo con le ciofeche di questo governo, diretto da una ciofeca. Non ti va quello che dico? Non me ne frega un XXXXX.
        ma solo per i tempi molto lunghi.ma quale lunghi, mi sbagliavano tutto, ecco perchè sono diventati lunghi, adesso vuoi venirmi a raccontare che in italia, nel pubblico funziona qualcosa?
        può accadere anche se mandavi una lettera tradizionale.tu non sei normale, ed io peggio di te che ti rispondo. Lettera tradizionale? Il nano di venezia disse che è proprio per sveltire la cosa pubblica che istituiva la PEC, che cosa ha sveltito?
        legge che impone alle pubbliche amministrazione di rispondere.impone? Questo verbo il nano non lo conosce, se lo conoscesse andrebbe nei ministeri a tirare le orecchie a chi non applica la SUA legge sulla PEC
        se il ministero non risponde non è colpa di Brunettapuò darsi, ma in parlamento non ci sono io, ne alla camera ne al senato. Ad un cittadino non gliene frega niente di chi è la colpa, un cittadino usa quello che il governo gli mette a disposizione, se non funziona con chi XXXXX me la devo prendere? Col lavacessi?Sta a vedere che adesso uno deve pure indagare per sapere di chi è la colpa. Ho scritto una PEC a brunetta, forse va a piccoli passi come lui, nessuna risposta.
        Non hai ricevuto la notifica di consegna ?ricevuta eccome.Lascia perdere, se sei romano ti capisco, se c'è qualcuno che scappa dal lavoro siete proprio voi, e quando "lavorate" sarebbe meglio non lo faceste, i romani che "lavorano" sono peggio dello tsunami
        • pinco pallino scrive:
          Re: La PEC, PECcato che non funziona
          ma quale indirizzo di pec ha brunetta??
          • MegaJock scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: pinco pallino
            ma quale indirizzo di pec ha brunetta??mimasturbofuriosamente@filminipedoXXXXX.it
          • caviccun scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: pinco pallino
            ma quale indirizzo di pec ha brunetta??allora non hai capito, la PEC non è personale, non è come la tua; picopallino@libero.it. La PEC va indirizzata ad una istituzione, PA, ministero. Caaapppiiitttoo mi hai!!Sei un sardo con la testa dura?
    • metalhammer scrive:
      Re: La PEC, PECcato che non funziona
      La PEC funziona esattamente (anche dal punto di vista giuridico) come una raccomandata con ricevuta di ritorno. Se tu mandi un documento via PEC a qualcuno e ti arriva la notifica di avvenuta consegna è esattamente come se il postino ti consegnasse il cedolino di ritorno: quella è la prova giuridica che quel documento è stato consegnato, poi se il destinatario non controlla la PEC oppure smarrisce il documento ricevuto per raccomandata, sono solo cavoli suoi. Tu sei a posto.
      • say no scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        - Scritto da: metalhammer
        La PEC funziona esattamente (anche dal punto di
        vista giuridico) come una raccomandata con
        ricevuta di ritorno. non è così
        Se tu mandi un documento via
        PEC a qualcuno e ti arriva la notifica di
        avvenuta consegna è esattamente come se il
        postino ti consegnasse il cedolino di ritorno:non proprio
        quella è la prova giuridica che quel documento è
        stato consegnato, continui a essere facilone e impreciso... è la prova che una busta elettronica (che forse contiene qualcosa e se anche la contiene non si ha alcuna certezza di cosa) è stata recapitata dal server della tua pec al server della pec del destinatario. punto.
        poi se il destinatario non
        controlla la PEC oppure smarrisce il documento
        ricevuto per raccomandata, sono solo cavoli suoi.ancora impreciso... sono soprattutto cavoli tuoi che con la sola pec NON puoi dimostrare un bel nulla circa il documento che hai spedito
        Tu sei a posto.mamma mia... ma rispetto a cosa?
        • metalhammer scrive:
          Re: La PEC, PECcato che non funziona
          - Scritto da: say no
          - Scritto da: metalhammer

          La PEC funziona esattamente (anche dal punto
          di

          vista giuridico) come una raccomandata con

          ricevuta di ritorno.

          non è cosìNon ho tempo per mettermi a contestare una ad una le tue risposte, frutto di disinformazione tra l'altro molto diffusa. Ti rispondo solo a questa.http://www.guidapec.it/home/legislazione/27-le-trasmissioni-pec-hanno-valore-legale.htmlhttp://www.guidapec.it/home/legislazione/76.html
          • Teo_ scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: metalhammer
            - Scritto da: say no

            - Scritto da: metalhammer


            La PEC funziona esattamente (anche dal
            punto

            di


            vista giuridico) come una raccomandata
            con


            ricevuta di ritorno.



            non è così

            Non ho tempo per mettermi a contestare una ad una
            le tue risposte, frutto di disinformazione tra
            l'altro molto diffusa. Ti rispondo solo a
            questa.
            http://www.guidapec.it/home/legislazione/27-le-tra
            http://www.guidapec.it/home/legislazione/76.htmlFarò parte anche io dei disinformati ma non capisco come può avere valore legale una PEC (con contenuto senza firma digitale) e non non capisco neanche perché può avere valore legale una raccomandata con ricevuta di ritorno tradizionale.Se devo inviare qualcosa entro certi termini, non è forse possibile inviare una busta raccomandata vuota per ottenere il talloncino della ricevuta di ritorno?Che difficoltà ci sarebbe in sede legale nel dimostrare che il contenuto è andato perso/ignorato?
          • metalhammer scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            Sia PEC che raccomandata con r.r. hanno valore legale, infatti è diffuso tra chi scrive libri l'uso di autospedirsi la raccomandata con r.r. con il testo dell'opera per poter usarla come prova in caso di plagio. Detto questo, hai ragione, infatti nel caso della raccomandata tradizionale è assolutamente impossibile dimostrare il contenuto della raccomandata. Viceversa, nel caso della PEC, sembrerebbe possibile a patto di usare un certificato digitale.
          • Teo_ scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: metalhammer
            Sia PEC che raccomandata con r.r. hanno valore
            legale, infatti è diffuso tra chi scrive libri
            l'uso di autospedirsi la raccomandata con r.r.
            con il testo dell'opera per poter usarla come
            prova in caso di plagio.Sì, in quel caso però la busta la si conserva sigillata, unalternativa con firma digitale e marca temporale è questa: http://punto-informatico.it/1332238/PI/News/copyzero-come-tutelarsi-senza-siae.aspxIo critico la norma che sancisce il valore legale anche nei casi non si possa certificare il contenuto.
          • shevathas scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona

            Farò parte anche io dei disinformati ma non
            capisco come può avere valore legale una PEC (con
            contenuto senza firma digitale) il valore legale certifica l'invio e l'inviante, in quanto dovrebbe essere l'unico a conoscere la password di acXXXXX alla PEC.In pratica una PEC inviata dalla tua casella viene considerata come inviata da te.
            e non non capisco
            neanche perché può avere valore legale una
            raccomandata con ricevuta di ritorno
            tradizionale.
            Se devo inviare qualcosa entro certi termini, non
            è forse possibile inviare una busta raccomandata
            vuota per ottenere il talloncino della ricevuta
            di
            ritorno?ottieni il talloncino della ricevuta di ritorno, ma corri il rischio che insieme arrivi un altra raccomandata che ti comunica che hai inviato una busta vuota.
            Che difficoltà ci sarebbe in sede legale nel
            dimostrare che il contenuto è andato
            perso/ignorato?La comunicazione viene protocollata e nel registro viene segnato che Tizio ha spedito una lettera vuota. E il protocollo fa fede fino alla tua querela di falso.
          • Teo_ scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: shevathas

            Farò parte anche io dei disinformati ma non

            capisco come può avere valore legale una PEC
            (con

            contenuto senza firma digitale)

            il valore legale certifica l'invio e l'inviante,
            in quanto dovrebbe essere l'unico a conoscere la
            password di acXXXXX alla
            PEC.
            In pratica una PEC inviata dalla tua casella
            viene considerata come inviata da
            te.


            e non non capisco

            neanche perché può avere valore legale una

            raccomandata con ricevuta di ritorno

            tradizionale.

            Se devo inviare qualcosa entro certi
            termini,
            non

            è forse possibile inviare una busta
            raccomandata

            vuota per ottenere il talloncino della
            ricevuta

            di

            ritorno?

            ottieni il talloncino della ricevuta di ritorno,
            ma corri il rischio che insieme arrivi un altra
            raccomandata che ti comunica che hai inviato una
            busta vuota.Che potrei dichiarare essere vuota e via di loop infinito

            Che difficoltà ci sarebbe in sede legale nel

            dimostrare che il contenuto è andato

            perso/ignorato?

            La comunicazione viene protocollata e nel
            registro viene segnato che Tizio ha spedito una
            lettera vuota. E il protocollo fa fede fino alla
            tua querela di
            falso.Sta di fatto che non ci può essere certezza, perché se una delle due parti è in malafede, il sistema è facilmente violabile, a differenza di firma digitale e marche temporali.
          • shevathas scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona


            Che potrei dichiarare essere vuota e via di loop
            infinito
            basta il giochetto del piego per evitarlo. :)
            Sta di fatto che non ci può essere certezza,
            perché se una delle due parti è in malafede, il
            sistema è facilmente violabile, a differenza di
            firma digitale e marche
            temporali.non vedo quale sia il senso di inviare una comunicazione in bianco per raccomandata.
          • Teo_ scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: shevathas



            Che potrei dichiarare essere vuota e via di
            loop

            infinito


            basta il giochetto del piego per evitarlo. :)


            Sta di fatto che non ci può essere certezza,

            perché se una delle due parti è in malafede,
            il

            sistema è facilmente violabile, a
            differenza
            di

            firma digitale e marche

            temporali.

            non vedo quale sia il senso di inviare una
            comunicazione in bianco per
            raccomandata.Se la lettera seguente inizia così come da precedente lettera di messa in mora o essendo scaduti i termini comunicati nella nostra precedente comunicazione avendo in mano il fatidico talloncino, si può dimostrare quello che si vuole come precedente comunicazione.
          • pippo scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: shevathas
            il valore legale certifica l'invio e l'inviante,
            in quanto dovrebbe essere l'unico a conoscere la
            password di acXXXXX alla
            PEC.
            In pratica una PEC inviata dalla tua casella
            viene considerata come inviata da
            te.Peccato che non è ancora operativo il modo con cui si verifica che una casella PEC è prorio di quel titolareCi sarà con la PEC-ID Ma ora dovrebbe essere più importante fare in modo che le PA siano organizzate per trattare richieste in forma elettronica invece di pensare ad uno degli strumenti per inviare richiesteRidurre gli indirizzi elettronici ma aumentare l'efficienza delle risposte.Se ho risposte rapide va bene anche la e-mail tradizionale, e va bene anche un form da compilare via web dove posso indicare a quale indirizzo e-mail deve arrivare la risposta o il link dove la visualizzo
      • caviccun scrive:
        Re: La PEC, PECcato che non funziona
        - Scritto da: metalhammer
        La PEC funziona esattamente (anche dal punto di
        vista giuridico) come una raccomandata con
        ricevuta di ritorno. Se tu mandi un documento via
        PEC a qualcuno e ti arriva la notifica di
        avvenuta consegna è esattamente come se il
        postino ti consegnasse il cedolino di ritorno:
        quella è la prova giuridica che quel documento è
        stato consegnato, poi se il destinatario non
        controlla la PEC oppure smarrisce il documento
        ricevuto per raccomandata, sono solo cavoli suoi.
        Tu sei a
        posto.a posto un corno!!! io ho ricevuto conferma del ricevimento, potrei postare l'immagine.Il problema è che nelle istituzioni pubbliche, e ne ho prova da decenni e decenni, non funziona niente o poco, ma non perchè lo strumento non funzioni, mica ho detto che la PEC non funziona, dove lo avete visto scritto? Sono gli operatori che non funzionano, è questo il dramma, in italia c'è un lassismo pazzesco, e gli operatori non sanno quanto sono fortunati ad avere un posto di lavoro in questo paese di XXXXX (lemma non usato da me), e malgrado ciò sono depressi, frustrati, poverini, ed il risultato è quello che ho descritto.Mi sto avvicinando al mese dall'invio-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2011 15.16-----------------------------------------------------------
        • metalhammer scrive:
          Re: La PEC, PECcato che non funziona
          Sì, sono del Sud e visto che non sai fare a meno di usare toni poco amichevoli/offensivi (considerando tra l'altro che all'inizio del post ti stavo dando anche ragione), ti ho segnalato.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2011 18.29-----------------------------------------------------------
          • caviccun scrive:
            Re: La PEC, PECcato che non funziona
            - Scritto da: metalhammer
            Sì, sono del Sud e visto che non sai fare a meno
            di usare toni poco amichevoli/offensivi
            (considerando tra l'altro che all'inizio del post
            ti stavo dando anche ragione), ti ho
            segnalato.
            --------------------------------------------------
            Modificato dall' autore il 01 ottobre 2011 18.29
            --------------------------------------------------I toni non sono stati ne amichevoli ne canzonatori, poi dipende sempre quanta cultura uno abbia per capire quello che legge. Io sono invece educato (come si deve fare per essere educato?), divento indisponente quando leggo risposte non coerenti con i miei post. se ti senti ofefso perchè ho individuato la tua collocazione regionale, senza nemmeno conoscerti, una ragione ci sarà, o no? Se ti riferisci alla citazione della mafia nelle PA, ancora oggi al telegiornale ne hanno denunciata un'altra, per cui se leggi bene non era indirizzata alla tua provincia, che non conosco, e poi non era riferita a te, o non l'hai capita? Se mai l'ho detta a vantaggio di tuo fratello che è stato succube innocente.Se poi vuoi vedere solo una piccola parte da dove è scaturita la mia frase, hai solo l'imbarazzo della scelta, non è colpa mia se da voi succede questo, per ora puoi guardare quì:http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/cronaca/rapporto-antimafia/rapporto-antimafia/rapporto-antimafia.htmlhttp://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2008/01/sud-mafia-infiltrazioni-pa.shtml?uuid=cc461008-cf13-11dc-a68d-00000e25108c&DocRulesView=Libero-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 ottobre 2011 20.46-----------------------------------------------------------
    • fabriziotor scrive:
      Re: La PEC, PECcato che non funziona
      Anche io in azienda uso da 1 anno 2 caselle PEC.Non mi sembra ci siano problemi particolari,adesso anche quegli imb...... delle dogane accettano la documentazione via PEC. Avete idea di quanta carta e raccomandate si risparmiano ?- Scritto da: caviccun
      Mi viene da ridere. Il nano di venezia ha solo
      venduto fumo. Sono titolare di una PEC, tralascio
      le peripezie e le telefonate alle poste di roma
      perchè abbia potuto funzionare, una cosa
      delirante. Ma veniamo ad oggi. secondo il nano
      inviando una PEC le istutuzioni pubbliche
      avrebbero dovuto rispondere. Ho inviato una PEC
      al ministero del lavoro, nelle vesti del ministro
      sacconi.


      Mi sarebbe bastato che rispondesse anche chi
      pulisce i cessi del ministero, oppure che il
      ministro o chi per lui, mi dicesse di non
      rompergli i XXXXXXXX. sarebbe già qualcosa,
      significherebbe che l'ha letta, Sono venti giorni
      che aspetto, probabilmente si è fermata in
      qualche nodo della rete. Sogno di prendere il
      nano di venezia per un orecchio e dirgli
      "biricchino di un biricchino, non vedi che non
      funziona un XXXXX come tu spaparanzavi in tutto
      l'universo?"

      aveva ragione il mio concittadino, i nani hanno
      veramente il cuore vicino al buco del
      XXXX.
      --------------------------------------------------
      Modificato dall' autore il 30 settembre 2011 19.49
      --------------------------------------------------
Chiudi i commenti