Facebook, confronto all'americana

Riconoscimento facciale suggerito per ogni volto da taggare in una foto caricata

Roma – Facebook ha annunciato l’ adozione dell’opzione Tag Suggestions , che utilizza un software per il riconoscimento facciale per facilitare (suggerendo corrispondenze) l’operazione di tagging dei volti individuati.

Si tratta di una tecnologia sviluppata all’interno di Facebook con la collaborazione di partner esterni: non sono stati nominati, ma tra i candidati più papabili vi è il servizio Face.com , recentemente apparso sul social network in blu.

A luglio Facebook aveva adottato una speciale feature per la selezione automatica dei volti all’interno delle foto : quello di oggi rappresenta un ulteriore passo per il social network sul fronte dei tag (che ritiene fondamentale per il suo servizio di condivisione foto), ma al contempo è una grande ulteriore preoccupazione per coloro che sono sensibili ai problemi della privacy e che vedono con diffidenza il convergere automatico di sempre più informazioni.

Tecnologicamente non è una novità : già Google nel suo servizio di Picasa ha un servizio molto simile, così come Apple in iPhoto per gli utenti OS X.

Allo stesso modo degli epigoni servizi di Mountain View e Cupertino, quello offerto ora da Facebook ( a partire dalla prossima settimana negli Stati Uniti) provvederà a ricercare somiglianze nei volti della nuova foto caricata con quelle già taggate dall’utente completando il campo “Chi è?” con dei suggerimenti.

Già Facebook, peraltro, aveva aggiunto la possibilità di taggare contemporaneamente un gruppo di foto, in modo di salvare una volta per tutte l’individuazione della persona presente in esse. Quello che cambia con l’adozione di questa tecnologia da parte di Facebook è però nelle misure: sul social network in blu vengono attualmente effettuati 100 milioni di tag al giorno , da parte del 99 per cento dei suoi utenti.

Per questo una minima precauzione di privacy è stata pensata dall’amministratore: si tratta della consueta possibilità di opt-out per togliere il proprio nome da quelli che il social network può suggerire. È sufficiente disattivare la funzione attraverso le proprie impostazioni sulla privacy.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Shu scrive:
    Smentita
    Già ieri pomeriggio B&N ha smentito che ci sarà il Market ufficiale nell'aggiornamento.Se ci sarà, tanto meglio, ma non penso ce lo metteranno.In compenso il root è semplicissimo, basta seguire bene le istruzioni. Ci ho associato lo stesso account del GalaxyS e ci ho potuto riscaricare tutte le applicazioni acquistate.
  • Talking Head scrive:
    Diciamo anche...
    ... che il Nook Color, a differenza dell'amico B&N, è inutile come un buco di XXXX sul gomito.7-8 ore di batteria (con WiFi off) non è un reader, è un tablet. Mezzo chilo di peso, non è un reader, è un tablet.Schermo che non si può usare al sole, non è un reader, è un tablet.E' un tablet scarso che costa 250$. In che modo sarebbe un punto d'unione tra readers e tablets? Cosa ha di "più reader" rispetto agli altri tablet?
    • ruppolo scrive:
      Re: Diciamo anche...
      E diciamo anche che usa un sistema operativo sconsigliato dagli stessi autori per l'utilizzo su tablet. Un Vero Affare...
      • ziovax scrive:
        Re: Diciamo anche...
        Veramente Hugo Barra ha detto che froyo potrebbe non gestire in modo fluido un display più risoluto di 800x480 punti.... comunque 'sto nook color mi pare una XXXXX: schermo non adatto a fungere da e-reader e feature scadenti per essere un tablet.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Diciamo anche...
          contenuto non disponibile
          • krane scrive:
            Re: Diciamo anche...
            - Scritto da: unaDuraLezione
            - Scritto da: ziovax

            Veramente Hugo Barra ha detto che froyo potrebbe

            non gestire in modo fluido un display più

            risoluto di 800x480 punti....
            Dal punto di vista informatico mi pare una
            dichiarazione senza senso.
            Sembra sottindendere che 'by design' ci sia un
            freno software alla velocità dell'hardware.Sara' certificato per windows 7 ? (rotfl)
      • ogekury scrive:
        Re: Diciamo anche...
        Ruppolo ripeti questa frase come una scimmietta.Barra non ha per nulla "sconsigliato" l'utilizzo di android sui tablet, ha semplicemente detto che non e' ottimizzato cosi' come nasce, senza modifiche, per i tablet (la frase e' stata:'Android not optimised for tablets') ma questo non vuol affatto dire che essendo un sistema aperto non si possa modificare a quel fine. Io ho provato il galaxy tablet in un currys digital e devo dire che non si discosta molto dalla tavoletta dell'apple.
    • schmidt scrive:
      Re: Diciamo anche...
      Forse ha solo 400$ in meno sulla etichetta del prezzo?
      • ruppolo scrive:
        Re: Diciamo anche...
        - Scritto da: schmidt
        Forse ha solo 400$ in meno sulla etichetta del
        prezzo?Solo 250 quando dovrebbero essere 475.
        • BFidus scrive:
          Re: Diciamo anche...
          - Scritto da: ruppolo
          - Scritto da: schmidt

          Forse ha solo 400$ in meno sulla etichetta del

          prezzo?

          Solo 250 quando dovrebbero essere 475.Magari parlava del samsung galaxy tab...
    • Shu scrive:
      Re: Diciamo anche...
      - Scritto da: Talking Head
      ... che il Nook Color, a differenza dell'amico
      B&N, è inutile come un buco di XXXX sul
      gomito.
      Mezzo chilo di peso, non è un reader, è un tablet.
      Schermo che non si può usare al sole, non è un
      reader, è un
      tablet.

      E' un tablet scarso che costa 250$. In che modo
      sarebbe un punto d'unione tra readers e tablets?
      Cosa ha di "più reader" rispetto agli altri
      tablet?L'ho preso. Mi è arrivato ieri. Stamattina l'ho rootato.E` un tablet. Un bel tablet. Ci ho già messo RepliGo Reader che è meglio del lettore integrato, per i PDF.Ci leggo i PDF in verticale, la risoluzione è sufficiente.Pesa 400 grammi (contro i 900 dell'iPad), ha 7-8 ore di autonomia, un bello schermo con ottimi colori anche al 20% di retroilluminazione. Sulla tastiera si riesce a scrivere (in verticale) coi pollici, tenendolo con due mani (invece di tenerlo con una e scrivere con l'altra come l'iPad).Mi è costato meno di 300 euro con custodia rigida in pelle e spese di spedizione dagli USA, contro i 6-700 degli altri tablet.Ci leggo meglio che sul Nook non-color che avevo comprato per mia moglie qualche mese fa, e in più ci ho già messo Dropbox e ASTRO, così mi organizzo i libri come voglio e condivido automaticamente i file tra PC, netbook, NookColor e GalaxyS. Ho lo stesso account Google su tutti, quindi ci condivido anche rubrica, calendario e mail.Eclair è ottimo anche a questa risoluzione. LauncherPro mi mostra tranquillamente 8 colonne e 8 righe di icone. Solo qualche piccolo impuntamento nello scrolling ogni tanto, ma può solo migliorare con gli aggiornamenti.Sono già soddisfatto dopo meno di 2 ore di uso, e devo ancora finire di installarci tutti i software che mi servono.Un ottimo acquisto.
      • ruppolo scrive:
        Re: Diciamo anche...
        Vorrei solo capire perché, se sei soddisfatto del tuo acquisto, senti la necessità di aumentare di 200 grammi e 200 euro l'iPad.
Chiudi i commenti