Facebook e Samsung, nasce l'app per realtà virtuale

Una nuova app stringe le maglie della partnership tra Facebook e Samsung, offrendo agli utenti la possibilità di immergersi in video e foto grazie al visore per la realtà virtuale Gear VR
Una nuova app stringe le maglie della partnership tra Facebook e Samsung, offrendo agli utenti la possibilità di immergersi in video e foto grazie al visore per la realtà virtuale Gear VR

Video e foto a 360 gradi sono sempre più apprezzati e numerosi su Facebook. Oltre 1 milione di video e 25 milioni di foto “a tutto tondo” popolano la piattaforma. E ora, in collaborazione con Oculus, il social in blu fa un ulteriore balzo in avanti incontrando l’approvazione degli amanti della tecnologia grazie alla nuova App Facebook 360 per Samsung Gear VR , già disponibile sul sito Oculus o scaricabile direttamente dal dispositivo Samsung. Una partnership avviata in occasione del Mobile World Congress dello scorso anno che oggi si rafforza ulteriormente.

video360

Le foto e i video diventano in questo modo veramente immersivi permettendo all’utente di visionare e navigare i contenuti tuffandosi nella realtà virtuale grazie al visore più venduto al mondo. Il dispositivo Samsung può infatti contare su circa 5 milioni di esemplari venduti, detenendo così il 75 per cento della quota di mercato di questi apparecchi, secondo quanto rivelato durante una conferenza al CES di Las Vegas di inizio anno. Google per la verità vanta oltre 10 milioni di esemplari di Cardboard distribuiti, ma non è esattamente la stessa cosa.

Tra le caratteristiche disponibili fin da subito si contano la possibilità di esplorare e seguire contenuti diffusi da privati e aziende , esprimere reazioni e salvare i contenuti dalla News Feed in modo da fruirne quando si preferisce e alimentare la propria timeline con questi contenuti così da rivivere i momenti migliori in modo inedito.


La volontà di investire su un terreno fertile come quello della realtà virtuale sembra essere assodato in casa Facebook. Ne è la piena dimostrazione il fatto che abbia di recente accolto Hugo Barra nel team della VR, estirpandolo da ruolo di responsabile della diffusione del marchio Xiaomi al di fuori dei confini cinesi (e ancor prima ex Google). Il crescente interesse per il prodotto è evidente anche dagli sforzi di molti altri player tecnologici: Twitter contempla le dirette streaming immersive, il noto player multimediale VLC ha lavorato per una integrazione , la repository fotografica Getty Images ha arricchito la library di video a 360, Nintendo sta studiando integrazioni VR per la sua console Switch e anche le piattaforme video sono pronte a spingere i video immersivi e migliorare il supporto con i visori per la realtà virtuale.

Le migliori implementazioni le ha introdotte Youtube creando una specifica app per il nuovo dispositivo Google DayDream View e parallelamente Vimeo annunciando una rinnovata ospitalità per i video a 360 gradi (compresa la possibilità di download e l’apertura di canali specifici con tanto di lezioni scolastiche a tema). Vimeo sta tentando inoltre di accaparrarsi una buona fetta di video maker interessati a vendere i loro video garantendo un guadagno del 90 per cento (esclusi i costi della transazione). Quale sarà la prossima pedina mossa da Facebook? Una nuova community dedicata alla produzione dei contenuti è già pronta.


Mirko Zago
fonte immagine

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

10 03 2017
Link copiato negli appunti