Facebook, la nuova era dei flussi social

Cambieranno ancora le timeline sulla piattaforma in blu, che punta ad una migliore differenziazione tra i vari news feed. Ci saranno flussi dedicati alla musica e alle immagini, più grandi per attirare le masse mobile

Roma – Nuova mutazione grafica per il gigante Facebook, a caccia di migliori strategie per legare i suoi utenti al flusso dei contenuti ( news feed ) da postazioni desktop e dispositivi in mobilità. La piattaforma di Menlo Park annuncerà a breve una serie di modifiche alle sue timeline , a partire dall’ inclusione di immagini più grandi e link più visibili, soprattutto quelli relativi agli annunci pubblicitari .

Inizialmente previste sulla classica versione web – seguiranno aggiornamenti alle applicazioni iOS e Android – le modifiche di Facebook introdurranno un feed dedicato alle immagini caricate da Instagram o sulla stessa piattaforma in blu .

Ci sarà poi un secondo flusso dedicato alle playlist musicali, per la conseguente condivisione degli ascolti personalizzati su siti di streaming come Spotify.

In sostanza , il social network californiano punterà al miglior filtraggio dei suoi news feed , in modo da differenziarli in base alla specifica tipologia di contenuto caricato dagli utenti . Lo stesso CEO Mark Zuckerberg aveva già sottolineato come i vari flussi social dovessero risultare più vividi e facilmente condivisibili su dispositivi come smartphone e tablet. Una strategia mirata ad una più succulenta monetizzazione delle attività connesse. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • il padrone delle ferriere scrive:
    visto ad avere al posta su google?
    avere la posta su google significa darla in mano agli americani. E pensare che ci sono aziende europee ceh usano google per la loro posta aziendale. E poi ci si lamenta perche in america fanno piu' di noi, ovvio se gli facciamo leggere la nostra posta e' chiero che saranno sempre un passo avanti!
    • Leguleio scrive:
      Re: visto ad avere al posta su google?
      - Scritto da: il padrone delle ferriere
      avere la posta su google significa darla in mano
      agli americani. Invece su Yahoo, su Excite e su Hotmail no?Trovare servizi di posta elettronica gratuiti non americani che funzionino è un'impresa. C'è Yandex, che sta in Russia. Lì le e-mail degli altri non le leggono.
      E pensare che ci sono aziende
      europee ceh usano google per la loro posta
      aziendale. E poi ci si lamenta perche in america
      fanno piu' di noi, ovvio se gli facciamo leggere
      la nostra posta e' chiero che saranno sempre un
      passo
      avanti!Fin dall'inizio del servizio, si sapeva che le e-mail sono come delle cartoline spedite dalle vacanze: chiunque può leggere il messaggio, anche se è maleducazione farlo.Hushmail, canadese, so che offre una e-mail criptata con PGP come standard. Ma la maggior parte dei suoi servizi sono a pagamento. La discrezione costa. :-)
      • krane scrive:
        Re: visto ad avere al posta su google?
        - Scritto da: Leguleio
        - Scritto da: il padrone delle ferriere

        avere la posta su google significa darla in mano

        agli americani.
        Invece su Yahoo, su Excite e su Hotmail no?
        Trovare servizi di posta elettronica gratuiti non
        americani <B
        che funzionino </B
        è un'impresa. C'è
        Yandex, che sta in Russia. Lì le e-mail degli
        altri non le leggono.PGP e passa la paura, come gia' consigliato da anni dall'unione europea.

        E pensare che ci sono aziende

        europee ceh usano google per la loro posta

        aziendale. E poi ci si lamenta perche in america

        fanno piu' di noi, ovvio se gli facciamo leggere

        la nostra posta e' chiero che saranno sempre un

        passo avanti!
        Fin dall'inizio del servizio, si sapeva che le
        e-mail sono come delle cartoline spedite dalle
        vacanze: chiunque può leggere il messaggio, anche
        se è maleducazione farlo.
        Hushmail, canadese, so che offre una e-mail
        criptata con PGP come standard. Ma la maggior
        parte dei suoi servizi sono a pagamento. La
        discrezione costa.
        :-)
      • Talking Head scrive:
        Re: visto ad avere al posta su google?
        Non ce ne è neanche bisogno, per le email in cui si discute di attacchi terroristici e rapine a Fort Knox basta usare http://safegmail.com/
Chiudi i commenti