Facebook, video muti ma automatici

Il social network attiverà in automatico l'esecuzione dei filmati condivisi in mobilità. Ma solo per profili amici o pagine per cui sono stati espressi like, non per la pubblicità. Per ora

Roma – Come accade con i micro-video di Vine, la prossima funzione implementata da Facebook attiverà in automatico l’esecuzione dei filmati condivisi nel flusso social (o news feed) dai vari amici in blu. Nelle prossime settimane, la piattaforma di Menlo Park dovrebbe introdurre la feature in fase di testing sui principali dispositivi mobile.

Dai profili di amici o pagine di musicisti (comunque verificate), i video che appariranno nel news feed in mobilità verranno attivati in automatico ma in maniera silente , garantendo agli utenti un maggiore controllo nella visione. In sostanza, solo chi è realmente interessato ad un particolare filmato potrà toccarlo con un dito per aprirlo a tutto schermo con l’audio attivato.

Facebook ha però sottolineato come la nuova funzione – almeno per ora – verrà applicata solo ed esclusivamente ai profili amici o soggetti a like . In altre parole, i filmati pubblicitari non faranno parte della feature , anche se è lecito attendersi una sua futura espansione per monetizzare al meglio centinaia di migliaia di accessi mobile. ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Lorenzo scrive:
    A pensare male ...
    ... viene il sospetto che colpa sia della nuova webmail leggibilissima e estremamente reattiva :) ( sono ironico eh )
  • Etype scrive:
    Avemus IMAP
    Cavolo dopo anni e anni in cui persino i più piccoli fornitori di email davano la possibilità di utilizzare Imap ora Ms fa la stessa cosa,alla buon ora eh ! Come al solito MS sempre dietro agli altri e in forte ritardo ....era praticamente rimasta solo lei con il POP :D :D :D
  • AxAx scrive:
    Tra le righe significa...
    ormai non ci caga più nessuno quando ci inventiamo i nostri standard proprietari
    • vituzzo scrive:
      Re: Tra le righe significa...
      Speriamo che sia veramente così, perché sono 25 anni che questi creano standard loro proprio per non essere compatibili con gli standard esistenti.- Scritto da: AxAx
      ormai non ci caga più nessuno quando ci
      inventiamo i nostri standard
      proprietari
      • Francesco scrive:
        Re: Tra le righe significa...
        Forse dovresti approfondire l'argomento prima di parlare.Active Sync è uno standard fruibile da tutti, supportato da anni da iPhone ed Android, adesso anche da BB, per non parlare dei client per PC.E' stabilissimo, molto più efficente di IMAP e permette di sincronizzare in tempo reale anche contatti agenda ed attività (ma perché non le note?).Garantire l'acXXXXX con IMAP è una retrocompatibilità.Se poi sei una di quelle persone che non utilizza prodotti Microsoft per credo religioso, oppure per te esiste solo la mail... io per lavorare ho bisogno anceh di tutto il resto.bye
        • amedeo scrive:
          Re: Tra le righe significa...
          Abbandonato da Google in favore di un protocollo APERTOhttp://www.windowsphoneworld.it/2013/01/30/google-exchange-activesync/
          Se poi sei una di quelle persone che non utilizza prodotti Microsoft
          per credo religioso, oppure per te esiste solo la mail... io per
          lavorare ho bisogno anceh di tutto il resto.Io non utilizzo prodotti M$ perhé per il mio lavoro riesco stranamente ad arrangiarmi senza ricorrere a sistemi e software costosi, proprietari e dall'indole prettamente anti-interoperabilità (motivo per cui rifuggo anche Apple); ritengo quindi più opportuno affidarmi a standard aperti e pensati per l'interoperabilitrà fra produttori e prodotti diversi.
          • andreaci scrive:
            Re: Tra le righe significa...
            riuscirci è una cosa, iniziare a usare sharepoint ha cambiato radicalmente il modo di lavorare e dopo un mesetto di assestamento il "condividere" i documenti ha dimezzato il tempo di lavoro, ha eliminato il "perdere le modifiche di.." ecc...arrangiarsi è una cosa, lavorare BENE è un'altra
          • andreaci scrive:
            Re: Tra le righe significa...
            p.s. "abbandonare per un protocollo open", non vuol dire favorire gli utenti. ti ricordo che google in questi mesi ha anche bloccato youtube, tolto l'acXXXXX "per sbaglio" alle mappe da internet explorere ecc...
          • Francesco scrive:
            Re: Tra le righe significa...
            E' Google che ha bloccato l'acXXXXX da WinPhone verso GMail, penso per fare un dispetto a MS.Da Android si utilizza Active Sync verso migliaia di server Exchange, Zimbra ed altri, e non credo che Google abbia voglia di inimicarsi milioni di utenti.Ricordo infine che Active Sync anche se con vari nomi, è un protocollo che esiste da almeno 15 anni... ricordo di averlo usato anche con il Palm V
Chiudi i commenti