Facebook, visibilità a pagamento

La sperimentazione di un servizio per agevolare le aziende che si servono del social network per la promozione. Aggiornamenti di stato evidenziati in cambio di un corrispettivo in denaro

Roma – Facebook sta testando in Nuova Zelanda un servizio che permetterà di mettere in evidenza determinati post sul wall del noto social network.

Solo il 16 per cento degli iscritti a una pagina commerciale su Facebook visualizza gli aggiornamenti di stato dei brand in tempo reale e la percentuale scende al 12 per cento se si tratta di amici. Pagando poco più di 1,5 euro , il messaggio da promuovere compare sulla bacheca del social network come “evidenziato”.

“Stiamo costantemente testando nuove funzionalità all’interno del sito – ha affermato Alex Hollander, portavoce di Facebook – Questo particolare test è semplicemente per valutare l’interesse delle persone per questi metodi di condivisione con i loro amici”.

“L’utente finale potrebbe trovare in questo servizio uno strumento molto utile per visualizzare i messaggi che sono importanti per lui e per andare oltre l’enorme volume di commenti in bacheca – ha dichiarato Ethan Hays, dell’agenzia pubblicitaria Gyro – Dal punto di vista di Facebook è semplicemente un altro prodotto pubblicitario potenzialmente molto redditizio. Se fossi un investitore di Facebook, mi sarei arrabbiato se non avessero testato un servizio come questo”. Hays ha concluso definendo il social network “una tecnologia basata su una piattaforma di marketing”.

Gabriella Tesoro

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Carlo SCOGNAMIGL IO scrive:
    fannulloini
    ma siete davvero così ingenui da credere che il vero problema della pubblica amministrazione siano i fannulloni? il così detto fannullonismo è stato creato da chi ha usato la pubblica amministrazione per farsi le clientele e come ammortizzatore sociale.sicuramente è vero che i dipendenti devono stare al loro posto di lavoro per le ore previste dal contratto, ma a fare che? se non si creano organigrammi semplici, con persone alle quali affidare responsabilità della qualità dei servizi e del raggiungimento di obiettivi prefissati, ai voglia a fare il cane da guardia fuori dagli uffici, non si risolverà mai nulla.il fannullonismo è la cosa più semplice da sconfiggere, basta affidare compiti, stabilendo tempi e numeri per assolverli, dopodichè bisognerà agire sugli organigrammi ai piani alti dove si annidano le aree di privilegio e i raccomandati; insomma la pubblica amministrazione dovrà essere gestita da manager e tecnici responsabili della qualità e degli obiettivi da raggiungere, la politica dovrà indicare le priorità e stabilire le risorse da destinare; se non si farà in questa maniera finirà che i tecnici ce li ritroveremo ancora per molto al governo e sappiamo bene con quali risultati.
  • Milite Ignoto scrive:
    Apple al tappeto.
    Ora che non c'è piu Jobs (pace all'anima sua) a dire Nien! Nien! Nien! Nieeen!!!! quando vede un Galaxy S3 in un negozio come faranno ?
    • aphex twin scrive:
      Re: Apple al tappeto.
      - Scritto da: Milite Ignoto
      Ora che non c'è piu Jobs (pace all'anima sua) a
      dire Nien! Nien! Nien! Nieeen!!!! Si dice "Nein" cribbio ;)
      quando vede un
      Galaxy S3 in un negozio come faranno
      ?"Quando vede...come faranno" ... chi ?
    • tucumcari scrive:
      Re: Apple al tappeto.
      - Scritto da: Milite Ignoto
      Ora che non c'è piu Jobs (pace all'anima sua) a
      dire Nien! Nien! Nien! Nieeen!!!! quando vede un
      Galaxy S3 in un negozio come faranno
      ?'Na domandina.... ma... almeno tu hai capito quello che volevi dire?
Chiudi i commenti