Facebook XCheck: interviene la Oversight Board

Facebook XCheck: interviene la Oversight Board

Il Comitato per il controllo ha chiesto a Facebook di fornire nuove informazioni sul funzionamento del sistema XCheck (cross-check).
Il Comitato per il controllo ha chiesto a Facebook di fornire nuove informazioni sul funzionamento del sistema XCheck (cross-check).

Facebook ha contestato i contenuti degli articoli pubblicati dal Wall Street Journal, in uno dei quali veniva descritto il programma XCheck che riserva un trattamento speciale ad alcuni account di alto profilo. Sulla questione è intervenuta ora la Oversight Board (Comitato per il controllo) per chiedere informazioni sul sistema. Intanto sono emersi dettagli su un'iniziativa voluta da Zuckerberg per migliorare l'immagine dell'azienda.

Il Comitato vuole chiarimenti da Facebook

Il sistema XCheck (cross-check) prevede una moderazione “ad personam” per gli account di persone influenti, come politici e giornalisti. I loro post che violano le regole del social network non vengono subito eliminati o penalizzati nel News Feed, quindi ricevono un trattamento privilegiato. Nei documenti visti dal Wall Street Journal viene evidenziata anche la poca trasparenza nei confronti del Comitato per il controllo.

Quest'ultimo ha chiesto ora a Facebook di fornire ulteriori chiarimenti sul sistema, oltre a quelli già ricevuti in passato. Il Comitato aveva infatti evidenziato l'assenza di informazioni pubbliche sul funzionamento di XCheck in occasione della decisione relativa all'account di Donald Trump. In seguito ad un richiesta esplicita, Facebook aveva fornito alcuni dettagli sul sistema, senza tuttavia indicare i criteri utilizzati per aggiungere account e pagine alla “whitelist”.

Il Comitato sottolinea che la trasparenza è essenziale per un social network, in quanto la scelta dei contenuti da rimuovere o lasciare online può avere conseguenze sulla libertà di espressione e i diritti umani di miliardi di persone. A proposito di trasparenza, Facebook ha pubblicato un nuovo post che elenca gli interventi effettuati per migliorare la sicurezza e la privacy.

Project Amplify: news pro-Facebook

Facebook ha ricevuto numerose critiche negli ultimi mesi, soprattutto per la sua lentezza nella gestione delle fake news. Secondo il New York Times, il CEO Mark Zuckerberg ha approvato un'iniziativa, denominata Project Amplify, per cercare di migliorare l'immagine dell'azienda.

Il funzionamento del News Feed sarebbe stato modificato per mostrare più news pro-Facebook di terze parti e articoli scritti dall'azienda stessa. Dopo l'approvazione del progetto, in tre città statunitensi sono stati avviati i test per il tool Quick Promotes. Il portavoce Joe Osborne ha dichiarato che non è stato modificato il ranking del News Feed e che l'articolo del New York Times include evidenti falsità.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 09 2021
Link copiato negli appunti