Fastweb con Cisco per le tecnologie del 5G

La rete gestita da Fastweb beneficerà dell'ottimizzazione offerta dalle soluzioni sviluppate da Cisco: una partnership che mira al 5G.

Fastweb con Cisco per le tecnologie del 5G

Creare un’infrastruttura di rete dinamica, scalabile, sostenibile e dalle elevate prestazioni: questi gli obiettivi della collaborazione che lega Fastweb e Cisco, annunciata nei giorni del MWC 2019. Una stretta di mano che mira al potenziamento del servizio già offerto dall’operatore ai propri clienti con la fibra ottica e che guarda avanti verso l’era del 5G che si sta ormai per aprire anche nel nostro paese.

Fastweb sceglie Cisco per il 5G

Il progetto si basa sull’introduzione di avanzati meccanismi di automazione in grado di abilitare diversi network slices ovvero fette di rete virtuali attraverso le quali supportare l’adozione delle future applicazioni che sfrutteranno la tecnologia 5G. Dal punto di vista tecnico la componente fondamentale è il sistema IPoDWDM (IP Overdense Multiplexing Wawelenght-Division) sviluppato da Cisco, pensato per erogare un servizio a banda larga caratterizzato da flessibilità, scalabilità e automazione.

Per dirla in altri termini, più semplici, la soluzione permetterà di gestire in modo dinamico il flusso di dati tra gli utenti e le piattaforme, tenendo in considerazione le funzionalità e le esigenze di ciascun servizio, ottimizzando la trasmissione e le risorse impiegate in termini di banda. La rete si adatterà in questo modo da sé alle specifiche necessità. Così spiega Andrea Lasagna, CTO di Fastweb, commenta la stretta di mano.

Uno dei principali vantaggi del nostro nuovo network è l’automatizzazione della configurazione dei servizi. Questo ci permetterà di ridurre i tempi per il lancio di nuovi prodotti e servizi, ma anche di migliorarne la precisione. Questa soluzione ci consentirà inoltre di ampliare il nostro portfolio di servizi wholesale ad altri fornitori del mercato italiano.

Il software Network Service Orchestrator accompagnerà l’evoluzione della rete gestita da Fastweb, occupandosi di creare, riconfigurare e riallocare i servizi. Giorgio Pignataro, Sales Director South Europe, Service Provider Media and Broadcaster di Cisco, illustra i vantaggi derivanti dalla partnership.

Con il nostro software, il network di Fastweb offre una soluzione in grado di soddisfare la crescente domanda di banda larga da parte dei clienti business e consumer a livello metropolitano e nazionale. L’operatore TLC si trova ora in una posizione ideale per beneficiare delle opportunità che saranno attivate dai servizi ad altissima velocità a banda ultra larga e 5G.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Massimo scrive:
    Cisco un nome molto famoso, una scelta a volte miope. 25 anni fa tutti usavano Cisco, io ho scelto una marca sconosciuta e la scelta mi consentito di superare tutti nel rapporto costi/prestazioni. Costo 30% inferiore, prestazioni che Cisco si sognava. Il problema è che chi sceglie nelle aziende non ha la competenza o il coraggio di scegliere i sistemi più performanti: sceglie quelli più noti, sapendo che nessuno così oserà criticare. E' lo stesso motivo per cui negli anni 70-80 tutti i manager italiani sceglievano IBM. Io ho sempre bocciato IBM, perché era nettamente inferiore ai competitor, pur costando molto di più. Ma perché nessuno faceva confronti seri? In realtà conosco qualcuno che l'ha fatto ma ha perso il posto. Non io, perché di fronte alla documentazione tecnica che producevo nei confronti, gli uomini IBM se ne andavano con la coda tra le gambe: difficile negare l'evidenza.
Chiudi i commenti