FBI, fotoritocco in barba al politico

Per ricreare un'immagine attualizzata di Bin Laden l'agenzia statunitense ha utilizzato la foto di un parlamentare spagnolo

Roma – Finire sulle foto segnaletiche spesso vuol dire che la si è fatta grossa, ma se a finirci ci sono soltanto i propri capelli e la fronte, mentre il resto del viso ricalca i tratti somatici di un Osama Bin Laden invecchiato secondo la visione di un artista ingaggiato dalla FBI, c’è qualcosa che non va. Gaspar Llamazares , parlamentare spagnolo che si è trovato suo malgrado a fare da “base” per questo lavoro di forensic art , si è accorto grazie ad un amico dell’eccessiva somiglianza con quell’immagine che nei giorni scorsi aveva iniziato a circolare insieme ad altre foto modificate di membri di Al-Qaeda.

“Sono rimasto sorpreso, oltre che sconcertato, dell’utilizzo senza vergogna dei tratti di una persona reale per ritrarre l’immagine di un terrorista” ha dichiarato Llamazares. Un imbarazzato portavoce dell’FBI ha spiegato che le tecniche in loro possesso necessitano quasi sempre di un volto reale su cui poi intervenire modificandone i caratteri somatici. In ogni caso l’autore dell’immagine non era al corrente dell’identità di Llamazares, il quale però ha rincarato la dose spiegando che fatti del genere non fanno altro che dimostrare il basso livello dei servizi di sicurezza statunitensi.

La stessa FBI avrebbe ammesso che i suoi sistemi non sono molto efficaci nel ricreare alcuni segni particolari come barba e capelli: da qui la necessità di prendere in prestito il volto di Llamazares per avere qualche speranza in più di acciuffare il capo di Al-Qaeda. Oltre a suscitare dubbi circa l’efficacia di una macchina governativa da diversi milioni di dollari, come fanno notare alcuni, questa singolare vicenda ha avuto per ora l’unico effetto di rendere meno sereni i viaggi di Llamazares.

Attualmente la foto incriminata non è più presente negli archivi USA ma è facilmente rintracciabile sul Web. Digitando infatti le iniziale del politico spagnolo compaiono anche diverse versioni del contestato fotomontaggio.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sadness with you scrive:
    lo slogan
    "you should be able to run software you purchase on hardware you choose"quindi, in base a questo slogan, se io compro un gioco per PS3 e scelgo l'HW di una Wii, dovrei pretendere che ci giri?mapperfavore!!! che se lo sviluppino loro un OS, questi "signori"
    • Il campo scrive:
      Re: lo slogan
      io dovrei avere tutto gratis che gira su tutto e fa tutto.E di questo tutto devo poter fare tutto quello che voglio
    • zaadum scrive:
      Re: lo slogan
      non cogli il senso della frase...non parliamo più di proXXXXXri "speciali" ma di banalissimi intell...se io acquisto il sistema operativo vorrei avere anche il diritto di assemblarmi il pc con l' hardware che preferisco..."azz@ vuol dire confrontare ps3 e wii"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 gennaio 2010 18.00-----------------------------------------------------------
      • sadness with you scrive:
        Re: lo slogan
        - Scritto da: zaadum
        non cogli il senso della frase...certo che lo colgo, ma non lo condivido
        non parliamo più di proXXXXXri "speciali" ma di
        banalissimi intellquindi? Stai dicendo che Apple, se volesse continuare questa sua politica, dovrebbe per forza utilizzare proXXXXXri "speciali"... siamo al limite dell'assurdo...
        ...se io acquisto il sistema operativo vorrei
        avere anche il diritto di assemblarmi il pc con
        l' hardware che preferisco...tu non compri "il" sistema operativo, ma una licenza d'uso dove sono ben esplicitati gli usi consentiti. se non sei d'accordo, liberissimo di comprare "altri" sistemi operativi...
        • zaadum scrive:
          Re: lo slogan


          quindi? Stai dicendo che Apple, se volesse
          continuare questa sua politica, dovrebbe per
          forza utilizzare proXXXXXri "speciali"... siamo
          al limite
          dell'assurdo...
          sei padrone di pensarla come preferisci...il fatto è che era comprensibile spendere qualcosa in più per un PowerPC non per un comune x86non è assolutamente assurdo!
          • sadness with you scrive:
            Re: lo slogan
            - Scritto da: zaadum
            il fatto è che era comprensibile spendere
            qualcosa in più per un PowerPCma anche no... ognuno si fa le proprie valutazioni del caso...
            non per un comune x86non è che il Mac è fatto "solo" dal proXXXXXre eh...
          • zaadum scrive:
            Re: lo slogan
            ...non ci si capisce!volevo fin dall' inizio evidenziare come Apple, negli ultimi anni, più che migliorare e/o aggiornare la propria proposta, sia con il software che con l' hardware(questo era un suo cavallo vincente), adesso si limita a speculare con il suo buon nome aggiornando la sua proposta solo in termini di design e marketing.Apple ha aumentato i profitti non migliorando l' offerta ma abbassando i costi...a me non cambia nulla, sono un tifoso dei kernel unix/linux da sempre, però senza un proXXXXXre RISC, oggi, un Mac... non è una buona alternativa ai sistemi ora in commercio...parlo di efficenza!
  • pay the Bill scrive:
    LOL la maglietta
    :D[img]http://store.psystar.com/media/catalog/product/cache/1/image/5e06319eda06f020e43594a9c230972d/t/s/tshirt_front.jpg[/img][img]http://store.psystar.com/media/catalog/product/cache/1/image/5e06319eda06f020e43594a9c230972d/t/s/tshirt_back.jpg[/img]
Chiudi i commenti