Vende fentanyl per crypto sul Dark Web: arrestato

Vendeva sostanze stupefacenti sul Dark Web accettando in cambio pagamenti in criptovalute: arrestato un trentenne negli Stati Uniti.
Vendeva sostanze stupefacenti sul Dark Web accettando in cambio pagamenti in criptovalute: arrestato un trentenne negli Stati Uniti.

30 anni di detenzione. È la pena inflitta da un giudice di San Antonio a un uomo di origini irachene entrato negli Stati Uniti nel 2012 e ora scoperto a vendere sostanze stupefacenti sul Dark Web in cambio di pagamenti in criptovalute come Bitcoin o Ethereum. Nel catalogo delle droghe proposte ai suoi acquirenti anche il fentanyl, un potente analgesico che si stima abbia provocato circa 120.000 morti negli ultimi due anni solo negli Stati Uniti.

Droghe in cambio di crypto sul Dark Web

Stando a quanto si legge in un documento pubblicato dal Dipartimento di Giustizia d’oltreoceano il responsabile è Alaa Mohammed Allawi, 30 anni. Gli inquirenti gli attribuiscono la distribuzione di un totale pari a 245 Kg di sostanze stupefacenti: oltre a quella già citata anche cocaina, metanfetamina, ossicodone e Xanax. Oltre 850.000 pillole. Alcune di queste avrebbero provocato la morte di un marine e ridotto in gravi condizioni due persone in Dakota del Nord.

All’uomo sono stati requisiti un’abitazione dal valore di 270.000 dollari, cinque armi da fuoco, 28.000 dollari in contati, gioielli per 31.000 dollari, quattro veicoli e l’equivalente di 21.000 dollari in diverse criptovalute. Oltre a questo Allawi deteneva una partecipazione in una società che gestisce un franchise di caffetterie.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti