Finlandia, raid della polizia contro Direct Connect

Il paese viene considerato dalle major uno di quelli europei in cui più prolifera lo sharing: un blitz della polizia porta a perquisizioni e sequestri di server. Come da copione partono nuove denunce

Roma – Sono i gestori di server Direct Connect e i loro fruitori gli utenti presi di mira nelle scorse ore dalle forze di polizia finlandesi, protagoniste di una azione contro lo sharing dei file senza autorizzazione che non sembra avere precedenti nel paese. Al culmine di una indagine sul giro di materiali contraffatti, la polizia ha proceduto ad una serie di perquisizioni in alcune città, comprese Turku, Oulu e la capitale finlandese, Helsinki.

Le perquisizioni, riferiscono gli inquirenti – le cui parole sono state diffuse ieri alla stampa dalla federazione dei fonografici IFPI – hanno confermato che in queste località venivano gestiti un numero imprecisato di nodi Direct Connect .

A far partire le denunce contro i gestori di server DC sono stati quelli del CIAPC , associazione dedita alla lotta contro la pirateria e finanziata, tra gli altri, anche dalle major del cinema nonché dal ministero dell’Educazione finlandese. “Queste azioni (della polizia, ndr.) – ha dichiarato il direttore del CIAPC, Antti Kotilainen – non devono sorprendere nessuno. Questi sono tutti nodi a cui fanno riferimento migliaia di utenti e i loro gestori facilitavano la pirateria di massa, che coinvolgeva centinaia di migliaia di file musicali e decine di migliaia di film. I gestori di nodi DC dovrebbero essere consapevoli che presenteremo a breve nuove denunce”.

Le minacce di Kotilainen si basano tutte sulla legge finlandese che, sulla carta, potrebbe portare i denunciati in carcere per due anni . Ma il caso specifico di un gestore di server, che non detiene cioè i file ma si limita a mettere in comunicazione tra loro utenti che li detengono, deve ancora essere messo alla prova in tribunale in Finlandia. Non si può escludere, peraltro, che i gestori dei server coinvolti decidano di trovare una via extragiudiziale per uscire il più rapidamente possibile da un procedimento legale, a questo punto assai probabile.

E mentre IFPI e le altre associazioni di categoria applaudono a quanto messo in atto dalla polizia finlandese, non si può non notare come a livello internazionale negli ultimi tempi la crociata antiP2P abbia più e più volte preso di mira proprio Direct Connect , anche in Italia .

Vuoi per il suo “carattere”, che porta a gestire enormi quantità di file o comunque molti file di grandi dimensioni, vuoi per le modalità di utilizzo di DC via server, in questi mesi Direct Connect sembra essere divenuto l’obiettivo numero uno per le azioni di repressione del file sharing, azioni di cui le major sperano di poter sfruttare il peso mediatico per indurre molti utenti a desistere dalla condivisione non autorizzata di file protetti. E, a questo proposito, IFPI riferisce che gli utenti di sistemi P2P e simili in Finlandia nel 2006 erano stimati in poco più di 150mila , “la maggiorparte dei quali – chiosano le major – utilizza nodi di scambio finlandesi”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Raniero scrive:
    opsss
    ...ti sei dimenticato i due tasti laterali(lo scrolling è a 360°)
    • CarloFilippo.Fo scrive:
      Re: opsss
      Ciao,Sai che non ho capito di quali tasti stai parlando ... Dammi una dritta più precisa ...A presto, ciao!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 giugno 2007 20.22-----------------------------------------------------------
  • Super_Treje scrive:
    Mia riflessione
    Eh vabe' pazienza a me sono sempre parsi prodotti eccellenti, ovviamente i difetti li hanno tutti ma cmq molti di meno rispetto ad un normale pc.E' anche vero che loro studiano sia hardware che software, se lo facessero anche chi vende i pc forse ci sarebbero meno problemi.Per quanto riguarda l'utente medio apple sinceramente non so' come definirlo perche' ne ho visti troppo pochi in giro.Spero non siano come se non peggio dell'utente medio windows (e non dei pc) perche' altrimenti sarebbe molto triste come cosa!Una cosa che mi ha stupito molto e' che, come per gli utenti windows, non usano il terminale che hanno (shell) anche se devo ammettere che hanno una interfaccia grafica bella, peccato per quel mouse con 1 tasto solo :D.
    • HeroProtagonist scrive:
      Re: Mia riflessione
      Una cosa che mi ha stupito molto e' che, come per gli utenti windows, non usano il terminale che hanno (shell) anche se devo ammettere che hanno una interfaccia grafica bella, peccato per quel mouse con 1 tasto solo Puoi spiegare meglio il discorso della shell? Tieni presente che a differenza di windows, la shell di Mac OS X è veramente una shella UNIX e non una simulazione.Per quanto riguarda il mouse ad un solo bottone, dovresti sapere che il mighty mouse, ha si un bottone solo, ma dipendenza dell'area che viene premuta assolve una diversa funzione. Senza contare che la pallina è 2 volte più versatile della rotella in quanto permette scrolling orizzontale e un comando aggiuntivo alla pressione....In generale gli utenti apple devono preoccuparsi meno di quelli windows di "come" funziona il loro computer. Sono pertanto più concentrati a fare le loro attività e ad usare il Mac come uno strumento per i loro fini.Tieni presente che io uso Mac da anni per lavorare (software engineer) e lo trovo molto più usabile e stabile che qualsiasi configurazione PC.
  • Kilian scrive:
    Italianeggiando
    Bellissimo articolo.Però che necessità avevi di ricorrere al bruttissimo "Switchare"? Mi vengono in mente mille vocaboli italiani adatti all'uopo.Cheers ;)
  • BillyDuffy scrive:
    Apple...
    Nella mia esperienza professionale ho avuto modo di riscontrare:1)Gli utenti apple sono sempre convinti di avere la il PC migliore del mondo.2)Mediamente gli utenti apple capiscono poco che vada al di là del loro mondo informatico... in pratica si ghettizzano...3)Gli utenti apple identificano gli utenti PC come utenti Windows!Traete le conclusioni.
    • pippo pluto scrive:
      Re: Apple...
      1)Gli utenti apple sono sempre convinti di avere la il PC migliore del mondo.Gli utenti Apple si sentono liberi dal pastrocchio windows_registri_virus_trojan_spyware.2)Mediamente gli utenti apple capiscono poco che vada al di là del loro mondo informatico... in pratica si ghettizzano...Mediamente gli utenti Apple pagano il software che usano, non e' che non capiscono, non hanno bisogno di masturbarsi con crack, dll, registri, troian e antivirus vari.3)Gli utenti apple identificano gli utenti PC come utenti Windows!Il 97% degli utenti PC sono utenti windows.
  • Supermario scrive:
    Re: macbook
    Vera la rumorosità del superdrive, ma si nota solo per via della silenziosità del computer. Su altri portatili non la noti perché tra ventole, altro il rumore è già elevato.
  • disodbediente scrive:
    utente apple
    io sono un utente apple da oltre dieci anni e continuo ad esserlo.leggendo questo articolo però mi domando... ma la apple vi paga?!?!?!?
    • CarloFilippo.Fo scrive:
      Re: utente apple
      Magari ...Sarei contento se mi riconoscesse il Progetto Apple D-Uaer ...!!!(apple) :)
    • il_guru scrive:
      Re: utente apple
      in effetti pare piu' una pubblicita' che un articolo
    • Gordon Vagnarelli scrive:
      Re: utente apple
      Quoto quanto detto prima! Ma vi pagano???? Questo articolo non mi sembra altro che una promozione!
    • sh4d scrive:
      Re: utente apple
      Quoto anch'io, mancava solo il prezzo alla fine e il pulsante "Aggiungi al carrello".Deludente.
    • CarloFilippo.Fo scrive:
      Re: utente apple
      Non è una promozione, è piuttosto il modo per evidenziare quanto va migliorato ...E testare la volontà di una casa produttrice che realizza sia Hardware che Software. Una realtà unica! :)Dichiarare che l'iMac è da bollino rosso non credo sia molto promozionale. :D
Chiudi i commenti