Firefox OS si incarna in un tablet

L'OS mobile di Mozilla si fa strada anche sulle tavolette portatili, con un prototipo dotato di specifiche non proprio all'ultimo grido. Nel frattempo Microsoft dispensa update per correggere precedenti aggiornamenti andati male

Roma – Firefox OS è già arrivato sugli smartphone a basso prezzo venduti in giro per il mondo (e in Italia ), e presto il sistema mobile di Mozilla si farà vedere anche sugli schermi dei tablet destinati ai mercati emergenti. C’è un prototipo, naturalmente, e ci sono anche le specifiche hardware di quello che dovrebbe essere il prodotto finale.

Tablet FF OS

Il prototipo è realizzato da Foxconn, com’è cosa già nota , e le specifiche comparse online includono uno schermo da 10 pollici con risoluzione HD (1280×800 pixel), 2 Gigabyte di RAM, una CPU quad-core da 1 GHz, 16 Gigabyte di storage interno. Nulla per cui strapparsi i capelli insomma, ma nemmeno da buttare via, considerando il target.

Mozilla ha infatti scelto di puntare sui mercati emergenti per questa prima tornata di gadget Firefox OS, quindi i prezzi del prodotto finale dovrebbero essere a dir poco abbordabili. Eventuali piani di distribuzione su diversi mercati sono ancora da definire.

Chi invece ha sin qui puntato su utenti con maggiore disponibilità di spesa – senza per giunta avere un successo di pubblico particolarmente clamoroso – è Microsoft, con i suoi Surface. Qui i problemi da affrontare sono prima di tutto nel software: Redmond ha ora avviato la distribuzione di un nuovo aggiornamento per i sistemi Surface Pro 2 (quelli con CPU x86), un aggiornamento pensato per correggere i problemi introdotti con l’ update di dicembre riguardo alle performance della batteria e non solo.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    cominciassero dalla cima
    in queste aziende ricche (parlo per esperienza) c'e' una pletora di capi, capini e capetti COMPLETAMENTE INUTILI che svolgono masioni "fuffa": posizioni che si creano perche' "tanto ci sono i soldi". Ma poi quando "di soldi ce ne sono meno" e c'e' da tagliare, cominciano dalla manovalanza e piano piano risalgono la catena di comando... come sarebbe bello se una volta tanto cominciassero dai piani medio-alti.
    • anverone99 scrive:
      Re: cominciassero dalla cima
      - Scritto da: ...
      in queste aziende ricche (parlo per esperienza)
      c'e' una pletora di capi, capini e capetti
      COMPLETAMENTE INUTILI che svolgono masioni
      "fuffa": posizioni che si creano perche' "tanto
      ci sono i soldi". Ma poi quando "di soldi ce ne
      sono meno" e c'e' da tagliare, cominciano dalla
      manovalanza e piano piano risalgono la catena di
      comando... come sarebbe bello se una volta tanto
      cominciassero dai piani
      medio-alti.Parole sante..
    • ... scrive:
      Re: cominciassero dalla cima
      - Scritto da: ...
      in queste aziende ricche (parlo per esperienza)
      c'e' una pletora di capi, capini e capetti
      COMPLETAMENTE INUTILI che svolgono masioni
      "fuffa": posizioni che si creano perche' "tanto
      ci sono i soldi". Ma poi quando "di soldi ce ne
      sono meno" e c'e' da tagliare, cominciano dalla
      manovalanza e piano piano risalgono la catena di
      comando... come sarebbe bello se una volta tanto
      cominciassero dai piani
      medio-alti.Confermo parola per parola. Francamente ho visto in certe aziende della gente "manager" che non faceva assolutamente NIENTE di utile.
    • get the fact scrive:
      Re: cominciassero dalla cima
      sono quelli che sono pagati con le stock options che vanno in the money solo se il titolo sale oltre certi livelli (strike price)e come lo fanno salire il titolo? XXXXno i dipendenti..questo e il capitalismo, la difesa del rendimento del capitale
Chiudi i commenti