Firefox strizza l'occhio al Pinguino

Per venire incontro alle esigenze dei distributori di Linux, Mozilla Foundation costituirà un gruppo di lavoro che avrà il compito di semplificare la personalizzazione ed il patching di Firefox sulle principali distro del Pinguino
Per venire incontro alle esigenze dei distributori di Linux, Mozilla Foundation costituirà un gruppo di lavoro che avrà il compito di semplificare la personalizzazione ed il patching di Firefox sulle principali distro del Pinguino

Mountain View (USA) – Il rapporto tra Mozilla Foundation e i distributori di Linux è sempre stato conflittuale, generando talvolta tensioni e malintesi. Ora la mamma di Firefox ha promesso di migliorare il dialogo e la collaborazione con i promoter di Linux creando, in occasione del testing di Firefox 3 , un gruppo di persone che supervisionerà lo sviluppo delle versioni Linux del celebre browser web.

Il gruppo, di cui faranno parte i rappresentanti di Red Hat, Novell ed altri vendor Linux interessati all’iniziativa, lavorerà affinché i distributori del Pinguino possano gestire con più facilità patch e versioni personalizzate di Firefox .

Oggi molte distribuzioni di Linux includono versioni modificate di Firefox non compatibili con le patch ufficiali: questo costringe i vari team di sviluppo a riadattare il codice dei bug fix per le proprie distro. Oltre a ciò, i vendor hanno talvolta l’esigenza di supportare versioni del browser per le quali Mozilla non fornisce più alcuna assistenza. Il gruppo avrà il compito di risolvere queste questioni coordinando le personalizzazioni delle release ufficiali di Firefox per Linux e delle relative patch , e adottando policy comuni. Ciò non solo alleggerirà e semplificherà il lavoro di ogni singolo vendor, ma permetterà anche a Mozilla di supportare ogni signola versione di Firefox per Linux.

Il progetto avrà anche il compito di verificare che ogni nuova release di Firefox funzioni al meglio con tutte le distro più recenti. Da parte sua, Mozilla fornirà il link a tutte le versioni di Firefox ottimizzate per le principali distribuzioni, e fornirà agli sviluppatori di Linux tutte le più recenti nightly build .

Sebbene l’iniziativa sarà inizialmente focalizzata su Firefox, in futuro Mozilla potrebbe estenderla anche a Thunderbird, Seamonkey e XULRunner.

Mike Connor, dipendente di Mozilla e coordinatore del gruppo di lavoro, afferma nel proprio blog che la stretta collaborazione tra Mozilla e Debian.org permetterà a quest’ultima di risolvere anche la bollente questione relativa ai trademark di Firefox , che tempo fa aveva scatenato un mare di discussioni .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 12 2006
Link copiato negli appunti